• Save
Reduce costs of electricity and natural gas
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Reduce costs of electricity and natural gas

  • 1,409 views
Uploaded on

Describes the activities held by the Energy Division of GIS – Gestione Integrata Servizi srl. The document shows the opportunities to reduce costs of electricity and natural gas thanks to engines......

Describes the activities held by the Energy Division of GIS – Gestione Integrata Servizi srl. The document shows the opportunities to reduce costs of electricity and natural gas thanks to engines bio-fuel

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,409
On Slideshare
1,408
From Embeds
1
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
8
Comments
0
Likes
0

Embeds 1

http://www.linkedin.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • Booz Allen Hamilton Standard Colors Colors should be used in the color pairs whenever possible. Do not mix and match colors, use pairs together as shown. Black, White and Gray can be used with any of the other colors. Purple Pantone 2765 R 12 G 4 B 79 Green Pantone 357 R 15 G 67 B 24 Blue Pantone 2 88 R 11 G 31 B 101 Black Pantone Cool Gray 6 R 158 G 158 B 158 Red Pantone 485 R 252 G 5 B 14 Yellow Pantone 3965 R 232 G 244 B 4 Aqua Pantone 319 R 126 G 204 B 189 White

Transcript

  • 1. PRESENTAZIONE AZIENDA G.I.S. - Gestione Integrata Servizi srl Soluzioni Operative & Outsourcing Divisione Energy
  • 2. Contenuti
    • Profilo aziendale e Settori di attività
    • Divisione Energy
  • 3. GIS , una società dinamica, capace di valorizzare le opportunità di sviluppo
    • G.I.S. - Gestione Integrata Servizi srl è una società di consulenza e di servizi operativi, specializzata in interventi di recupero di produttività e di reengineering dei processi aziendali. L’attività di consulenza si concretizza nel coadiuvare le aziende clienti nei processi di recupero delle efficienze gestionali ed operative, attraverso lo sviluppo organizzativo; commerciale; di marketing, al fine di controllare e ridurre i costi di gestione (trasformazione costi fissi in costi variabili).
    • G.I.S. gestisce in Outsourcing attività e servizi non ritenuti strategicamente rilevanti per il core-business delle aziende clienti
    • Garantisce la gestione diretta di Soluzioni Operative per accelerare progetti relativi alla crescita aziendale, alla nascita di nuovi business, all’ingresso in nuovi mercati, allo sviluppo di nuovi canali di distribuzione e al miglioramento dei processi interni.
    • G.I.S. facilita l’implementazione di progetti che richiedono l'impiego temporaneo (Temporary Management) di risorse specializzate (fase di start-up, organizzazione o di sviluppo di nuove strutture) in Italia e all'Estero.
    PROFILO AZIENDALE SETTORI DI ATTIVITA’ HOSPITALITY 3 AUTOMOTIVE & TRANSPORTATION 2 ENERGY 1
  • 4. GIS opera in tre settori di attività HOSPITALITY
    • Consulenza operativa, tecnica, amministrativa e gestionale
    • Servizi per il lancio e lo sviluppo delle attività in franchising nei settori Ristorazione e Alberghiero
    • Gestioni in outsourcing
    • Temporary Management
    • Coordinamento e gestione di programmi di audit amministrativo e commerciale
    • Marketing territoriale
    3 ENERGY
    • Progettazione e istallazione di impianti di energia rinnovabile , co-generazione, fotovoltaica, eolica e geotermica per PMI e Grandi Aziende
    • Consulenza operativa nella gestione dei canali di vendita a società di distribuzione di energia elettrica e gas
    • Gestione in outsourcing attività di selling & ordering per conto di aziende del settore
    1 AUTOMOTIVE & TRANSPORTATION
    • Gestione Flotte Aziendali (Fleet Management) per conto di Aziende Multinazionali e di Medie e Grandi dimensioni
    • Outsourcing di attività connesse alla logistica di flotte aziendali ed al re-marketing dell’usato
    • Gestione di progetti di Mobility Management per conto di Grandi Aziende e Pubblica Amministrazione
    • Consulenza operativa specialistica a Case Automobilistiche, Concessionarie, Società di Noleggio, Operatori Professionali
    2
  • 5. Nello specifico, per ciascun settore di attività, l’azienda offre due livelli di servizi: soluzioni operative ed outsourcing ENERGY HOSPITALITY Soluzioni Operative Gestione operativa ed implementazione di progetti che richiedono l’impiego di risorse specializzate (fase di start-up o di sviluppo di nuovi business) Ingresso in nuovi mercati (Nazionali ed Internazionali) Gestione, innovazione e controllo dei processi Controllo e riduzione dei costi energetici e di mobilità Controllo e riduzione dei costi di gestione e di approvvigionamento Gestione reparti, di rami d’azienda, di settori o di funzioni, per periodi predefiniti Sviluppo reti di vendita, gestione canali di vendita, di distribuzione e supporto al lancio di nuovi prodotti            Outsourcing Fleet & Mobility Management Facility Management Audit amministrativo e commerciale Hospitality Management (RistoFacile e Risto Contractor)      AUTOMOTIVE & TRANSPORTATION       
  • 6. Contenuti
    • Profilo aziendale e Settori di attività
    • Divisione Energy
  • 7. Divisione Energy
    • Green Development
    • Impianti di co-generazione e tri-generazione
  • 8. La Divisione Energy di GIS è impegnata a ricercare e fornire soluzioni operative che possano arrecare benefici in termini economici e di immagine CONSULENZA SUI CONSUMI ENERGETICI
    • La gestione ottimale dei costi energetici è diventata oggi strumento indispensabile ad ogni azienda per migliorare le proprie performance, anche nell’ambito dei programmi di qualità.
    • Spesso è un errore ritenere che un contratto per la fornitura di energia elettrica non abbia alcuna alternativa sul mercato, o che sia il fornitore ad adeguarlo automaticamente applicando le migliori condizioni: questo errore, molto diffuso, dipende semplicemente da un problema di insufficiente conoscenza e dalle difficoltà di un aggiornamento continuo.
    • Il consulente energetico è colui che, operando nel mondo produttivo dove l'energia costituisce un bene primario indispensabile,  indica i contratti più vantaggiosi, gestisce i consumi attraverso tecniche di uso razionale dell’energia e promuove il ricorso alle energie alternative, allo scopo di contenere i costi energetici
    • Il consulente energetico individua metodologie, sistemi, soluzioni software e hardware e servizi finalizzati al risparmio sui costi dell’energia.
    • In questo contesto, il servizio di CONSULENZA ENERGETICA proposto, adattabile alle necessità interne di ogni azienda, può soddisfare le esigenze di tutte quelle realtà che oggi affrontano il problema energia.
    • Il servizio di consulenza, che viene effettuato anche con l'ausilio di specifica strumentazione, permette all’utente di raggiungere l’obiettivo del minor costo dell’energia in funzione dell’attività che svolge.
    GREEN DEVELOPMENT Selezione, progettazione, sviluppo e messa in esercizio di impianti di produzione da fonti alternative e gestione dei “Certificati Verdi” ASSISTENZA Servizio di assistenza periodica per il controllo della congruità dei contratti stipulati e analisi continuativa sugli stessi. CONTROLLO CARICHI In dividuazione dei carichi da gestire nel momento di massimo prelievo per evitare gli superi di potenza impegnata contrattualmente. MONITORAGGIO Realizzazione di centro di monitoraggio consumi elettrici (oppure acqua, gas, ecc.), controllo di gestione dei processi di consumo energie, ottimizzazione dei processi di produzione. ATTIVITA’ VERIFICA Verifica sui consumi storici di energia elettrica e metano ed individuazione dei risparmi ottenibili per contratto o con l'installazione di sistemi di rifasamento.
  • 9. In collaborazione con aziende certificate, proponiamo impianti per produzione di energia sostenibile, ecologia, alternativa, rinnovabile. GIS gestisce a 360° tutte le fasi di realizzazione degli impianti con la formula del Project Management
    • Valutazione economica e di impatto ambientale
    • Ricerca dei finanziamenti
    • Sopralluoghi
    • Piano di fattibilità
    • Progettazione personalizzata
    • Realizzazione degli impianti integrati chiavi in mano
    • Assistenza e monitoraggio
    I partners operativi sono rappresentati da strutture integrate, solide, certificate, competenti e sempre attente alle esigenze ed alle innovazioni tecnologiche GREEN DEVELOPMENT
    • Realizzazione e monitoraggio di centrali idroelettriche e mini-idro
    • Impianti fotovoltaici industriali
    • Impianti cogenerazione e trigenerazione
    • Centrali a biogas
    • Progettazione e realizzazione di parchi eolici
    • Impianti cogenerazione integrati a sistemi per riduzione fanghi industriali
    • Centrali a biomassa.
    IMPIANTI DI PRODUZIONE DA FONTI ALTERNATIVE
  • 10. Divisione Energy
    • Green Development
    • Impianti di co-generazione e tri-generazione
  • 11. La tecnologia di un impianto di Co-Generazione CHE COS’E’ A COSA SERVE
    • Un motore a combustione interna utilizzato in un edificio per produrre contemporaneamente elettricità e calore. Il principio è esattamente quello del riscaldamento dell'automobile, che brucia combustibile per muoversi, caricare la batteria e riscaldare l'abitacolo
    • E' la generazione contemporanea (Co-generazione) di energia elettrica e calore.
    • Il prefisso micro si riferisce alla potenza elettrica dell'impianto, che non supera i 200-300 kW. Il principio su cui si basa la cogenerazione è quello di recuperare il calore generato durante la produzione di energia elettrica, altrimenti disperso nell'ambiente, e riutilizzarlo per produrre energia termica.
    • Produce energia elettrica più economica di quella che si acquista dalla rete, sfruttando il naturale riscaldamento del motore per sostituire o integrare la caldaia di casa.
    • E' nata per aumentare l'efficienza nella produzione di energia elettrica, riducendo gli sprechi sotto forma di calore. La micro-cogenerazione richiede il 30-40% di combustibile in meno rispetto alla generazione separata di energia elettrica e termica, a parità di output prodotto. Il risultato migliora al crescere della taglia della macchina.
    • In alcuni casi la micro-cogenerazione è utilizzata in configurazione ad isola, per garantire la continuità della corrente elettrica in caso di black out.
    • Confronto tra micro-cogenerazione e generazione separata (rendimenti di riferimento per il confronto con la generazione separata: rendimento elettrico medio delle centrali italiane 38%, rendimento termico stagionale di una caldaia 80%).
  • 12. Impianto di Co-Generazione 2/3 Il sistema di recupero termico è composto da tre scambiatori di calore: - Uno scambiatore aria-acqua per recuperare il calore dei fumi di scarico (parte più consistente) - Uno scambiatore acqua-acqua per recuperare il calore del liquido di raffreddamento del motore - Uno scambiatore olio-acqua per recuperare il calore dell'olio del motore Quindi la macchina produce acqua calda a diverse temperature, la minore delle quali è di circa 90°C. COME FUNZIONA
    • Il motore, in genere alimentato a metano o biocarburante , fornisce energia meccanica ad un generatore, che la trasforma in energia elettrica.
    • Il calore di scarto, anzichè essere disperso nell'ambiente nei fumi di scarico, viene recuperato ed utilizzato per soddisfare un'utenza termica a bassa temperatura.
    • La macchina può essere utilizzata in modo efficiente anche d'estate abbinata ad una macchina ad assorbimento che trasforma il calore prodotto in freddo (trigenerazione). In questo caso si aumentano le ore di utilizzo, ottenendo tempi di ritorno dell'investimento molto interessanti.
    SCHEMA DI FUNZIONAMENTO Durata dell'impianto Con manutenzione programmata circa ogni 1500 ore di funzionamento, può durare più di 20 anni. Esistono nuovi modelli che richiedono la manutenzione ogni 10000 ore di funzionamento.
  • 13. Le possibili applicazioni APPLICAZIONI TIPICHE IMPIANTI
    • Un impianto di cogenerazione è utile in particolar modo ad utenze che utilizzino almeno 5.000 ore di calore all’anno.
    • Nel settore civile, domestico, terziario e industriale trova applicazione per la climatizzazione, per la fornitura di servizi energetici e calore di processo in applicazioni tipiche quali:
    • Aziende manifatturiere
    • Calzaturiera, meccanica etc.
    • Centri sportivi e fitness
    • Piscine
    • Alberghi
    • Case di cura o riposo / Comunità
    • Consumo elettrico > 300.000 KWh/anno
    • Consumo gas metano > 100.000 KWh/anno
    • Volume delle vasche coperte > 500 – 800 mc
    • Numero camere > 100
    • Numero posti letto >100
  • 14. Impatto economico delle diverse applicazioni Un impianto di co-generazione da 800 kW per uso industriale si ammortizza in 2,8 anni e consente un risparmio annuo di circa € 275.000 ESEMPLIFICATIVO
  • 15. Potenza installata di cogenerazione per le principali attività economiche (anno 2006) Fonte: GSE
  • 16. I vantaggi della co-generazione 1/3
    • Rispetto alle centrali elettriche tradizionali, ha natura distribuita e si realizza mediante piccoli impianti;
    • Il punto di produzione dell'energia è situato nei pressi della zona di consumo, caratteristica questa che consente anche il riutilizzo del calore, ad esempio, per il teleriscaldamento delle abitazioni, fornendo contemporaneamente riscaldamento ed energia elettrica;
    • La cogenerazione consente di ottenere rendimenti pari al 70-80%, valore notevole se confrontato con il 50-60% degli impianti nuovi a ciclo combinato per la sola produzione di elettricità;
    • L’installazione di un impianto cogenerativo dimensionato correttamente consente importanti risparmi energetici dell’ordine del 25-40%, e un payback dell’investimento intorno ai 36-50 mesi;
    • La combustione nelle piccole centrali a cogenerazione raggiunge risparmi fino al 40% nell'utilizzo delle fonti primarie di energia; miglior uso del combustibile rispetto alla generazione termoelettrica tradizionale;
    • Incremento della sicurezza della fornitura elettrica e miglioramento della qualità, proteggendo da interruzioni e da cali di tensione;
    • Riduzione delle emissioni climalteranti (in particolare CO2) connessa al risparmio di energia primaria;
    • Vantaggi ambientali, principalmente riconducibili alla minore emissione in atmosfera dei gas serra e di altri inquinanti grazie al ridotto consumo di combustibile rispetto ai sistemi tradizionali (tra il 20% e il 30% di emissioni in meno). Ad esempio, per produrre un kWh di energia elettrica con un impianto di cogenerazione alimentato a gas naturale, si risparmiano circa 450 grammi di CO2 rispetto a un sistema tradizionale per la produzione separata di energia elettrica e calore;
    • Minori perdite di distribuzione per il sistema elettrico nazionale per gli impianti di piccola taglia;
    • Sostituzione di modalità di fornitura di calore più inquinanti.
    VANTAGGI DI CARATTERE GENERALE
  • 17.
    • Precedenza, nell’ambito del dispacciamento, dell’energia elettrica prodotta da cogenerazione rispetto a quella prodotta da fonti convenzionali;
    • Esonero dall’obbligo di acquisto dei certificati verdi previsto per i produttori e gli importatori di energia elettrica con produzioni e importazioni annue da fonti non rinnovabili eccedenti i 100 GWh;
    • Possibilità di ottenere i titoli di efficienza energetica (cosiddetti “certificati bianchi”) nel caso in cui l’impianto sia realizzato da società di servizi energetici o da distributori di energia elettrica e gas;
    • Agevolazioni fiscali sull’accisa del gas naturale utilizzato per la cogenerazione;
    • Accesso al servizio di “scambio sul posto” dell’energia elettrica prodotta da unità/impianti di cogenerazione ad alto rendimento con potenza nominale fino a 200 kW (Deliberazione AEEG 3 giugno 2008, n. ARG/elt 74/2008). Per scambio sul posto si intende la realizzazione di una particolare forma di “autoconsumo in sito” che consente che l’energia elettrica prodotta e immessa in rete possa essere prelevata e auto consumata in un tempo diverso dal quale si realizza la produzione, utilizzando, quindi, il sistema elettrico quale strumento per l’immagazzinamento dell’energia elettrica prodotta, ma non contestualmente autoconsumata. Ai fini dell’erogazione del servizio di scambio sul posto è necessario che impianti per la produzione e per il consumo di energia elettrica siano collegati a un unico punto di connessione con la rete elettrica.
    I vantaggi della co-generazione 2/3 VANTAGGI OPERATIVI
  • 18. COGENERAZIONE VS FOTOVOLTAICO I vantaggi della co-generazione 3/3 A parità di kW, l’investimento richiesto per un impianto di co-generazione è inferiore al 50% di quello richiesto per un impianto fotovoltaico DATI A CONFRONTO COGENERAZIONE FOTOVOLTAICO POTENZA IMPIANTO 5,5 kW 5,5 kW FUNZIONAMENTO ANNUO TIPICO 4.900 ÷ 8.000 h/anno - PRODU ZIONE ELETTRICA 27.000 ÷ 44.000 kWh/anno 6.000 kWh/anno POTENZIALE RIDUZIONE EMISSIONI CO 2 -2,61 kg/h x (4.900 ÷ 8.000 h/anno) = 12,8 ÷ 20,9 ton/anno -0,687 kg/kWh x 6.000 kWh/anno = 4,12 ton/anno INVESTIMENTO NECESSARIO 5,5 kW x 2.831 €/kW = 15.570 € 5,5 kW x 6.900 €/kW = 37.950 €
  • 19. Federazione Nazionale Commercio Macchine Cantiermacchine Cogena Intemac Unicea Unimot www.ascomac.it Principali tipi di combustibile impiegati per la cogenerazione nel 2006 Fonte: GSE
  • 20. L’alimentazione a biocarburante di un impianto di Co-Generazione
    • I carburanti di origine vegetale non sono una novità. Già nel lontano 1850 si era riuscito a far funzionare un motore a scoppio grazie al bioetanolo. Le speranze riposte in piante quali la colza, la canna da zucchero o il mais - considerate fino a pochi anni fa delle alternative "verdi" al petrolio - si sono col tempo dissolte e l'ottimismo iniziale ha lasciato il posto a dubbi e scetticismo.
    • Questi biocarburanti di "prima generazione" compromettono in effetti la sicurezza alimentare nei paesi più poveri, denunciano le organizzazioni di aiuto allo sviluppo. E anche il loro impatto ambientale non è trascurabile: producono sì meno CO2, ma necessitano di più acqua e più pesticidi.
    • Ora si punta così su coltivazioni diverse da quelle destinate all’alimentazione umana (JATROPHA), legname e gli scarti vegetali, i cosiddetti biocarburanti di "seconda generazione", che seducono per il loro bilancio ambientale ed energetico.
    BIOCARBURANTI Fonte: Elaborati de Il Sole 24 Ore su fonte Goldman Sachs
  • 21. Divisione Energy
    • Green Development
    • Impianti di co-generazione e tri-generazione
    • Easperienza operativa
  • 22. I partners operativi sono rappresentati da strutture integrate, solide, certificate, competenti e sempre attente alle esigenze ed alle innovazioni tecnologiche Nelle tre slides che seguono, riportiamo alcune informazioni sul risparmio reale di un impianto da 1.000 kW, dettagli sulla filiera di produzione dell’olio vegetale e le referenze di alcuni clienti che hanno già adottato i motori
  • 23. Impianto di co-generazione: risparmio, impatto ambientale ed economico IMPATTO AMBIENTALE IMPATTO ECONOMICO
    • Gli impianti ad olio vegetale possono rappresentare una reale opportunità di investimento per aziende ed operatorii finanziari in quanto:
      • Possono contribuire al raggiungimento della quota pari al 22% dell’elettricità prodotta, su base comunitaria, da fonti energetiche rinnovabili entro il 2010
      • Possono contribuire alla crescita della filiera dell’agricoltura «no food» che rappresenta senz’altro una grande opportunità per la riconversione produttiva del settore agricolo (La FAO scoraggia l’utilizzo di colture alimentari per scopi energetici)
    IMMEDIATE SAVINGS
    • Nessun investimento richiesto (il finanziamento, la costruzione, la messa in esercizio, la gestione e la manutenzione dell’impianto sono a totale carico della società di produzione)
    • Impianto alimentato con olio proveniente da filiera europea (colza / girasole) : sconto 40% rispetto ai costi attuali del metano per la produzione di energia termica (vapore e acqua calda). L’energia elettrica sarà ceduta al Gestore servizi elettrici (GSE)
    • Impianto alimentato con combustibile extra europeo (palma / jatropha): sconto 10% sulla componente energetica. Sconto 15% rispetto ai costi attuali del metano per la produzione di energia termica. Certificati verdi nella disponibilità del produttore.
    • Rispetto alla generazione separata di energia elettrica e termica, la cogenerazione riduce del 30-40% la quantità di combustibile utilizzato, e quindi le emissioni inquinanti.
    • Il beneficio ambientale riguarda soprattutto la riduzione dell'emissione di CO2 in atmosfera. Si ha una consistente riduzione anche dell'inquinamento termico causato dal raffreddamento delle grandi centrali termoelettriche.
    • Da punto di vista chimico i reflui gassosi biodiesel e di vegoil sono meno inquinanti dei reflui di gasolio, dato che non contengono composti acidi solforati (responsabili delle piogge acide), non contengono composti aromatici e metalli pesanti, e contengono mediamente il 50% in meno di polveri (fuliggine).
    CREAZIONE DI VALORE
  • 24. La disponibilità dell’approvvigionamento e la costanza dei prezzi sono garantiti dal totale controllo del processo di produzione FASI DELL’ESTRAZIONE FILIERA DELL’OLIO VEGETALE PIANTAGGIONI ED IMPIANTI DI SPREMITURA CONTROLLATI
    • Kenya Jatropha Energy: 70.000 ha
    • Ethio Renewable Energie (Etiopia): 40.000 ha
    • Senergie S.A. (Senegal): 50.000 ha
    • Sapa invest sue (Romania): coltivazione di girasoli
    • Guinee Energie SA (Nuova Guineas): 710.000 ha
    • Olionergia srl: spremitura 2 ton/h
    • Fase di campo (coltivazione della coltura)
    • Fase di estrazione e pulitura dell’olio
    • Fase di utilizzo
    • Pulizia
    • Decorticazione
    • Macinazione
    • Riscaldamento e condizionamento
    • Spremitura
    • Depurazione
    • Miscelazione emulsione
  • 25. Referenze e Impianti installati
  • 26. Contatti: G.I.S. - Gestione Integrata Servizi - Srl Via Zoe Fontana, 220 – Tecnocittà Roma Tel:  +39 06 41531246 Fax: +39 06 4131671 dott. Attilio Di Scala [email_address] Please consider the environment before printing this presentation. Thank-you