Your SlideShare is downloading. ×
0
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
TgCIMque: le origini
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

TgCIMque: le origini

93

Published on

Questa è una breve presentazione che spiega come è nato il TgCIMque, il notiziario dedicato al museo di storia naturale di Pavia, realizzato nell’ambito del corso di Comunicazione digitale e …

Questa è una breve presentazione che spiega come è nato il TgCIMque, il notiziario dedicato al museo di storia naturale di Pavia, realizzato nell’ambito del corso di Comunicazione digitale e multimediale tenuto dalla professoressa Lidia Falomo

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
93
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Progetto di Comunicazione digitale e multimediale di: Deborah NodariElisa Compagnioni
  • 2. Il nostro progetto è nato nel museo di storia naturale quando girando per le stanze ci siamo accorte che erano presenti tutti gli animali della canzone dell’arca di Noè: due coccodrilli, un’orango tango, due serpenti,l’acquila reale, il gatto, il topo, l’elefante nel Castello Visconteo…
  • 3. Quando poi la guida ha parlato dei due dentidi un pesce che, appena scoperti, si pensava fossero i corni dei liocorni già ciimmaginavamo come potesse venire il video con in sottofondo proprio questa canzone, associata alle immagini degli animali.
  • 4. In laboratorio poi, osservando alcune foto particolari scattate nel museo come i capretti “siamesi”, il cavallo senza pelo di cui si vede solo l’apparato muscolare, eriflettendo su alcune vicende particolari chehanno riguardato alcuni dei suoi ospiti come l’ippopotamo con i denti ricostruiti o lelefante che si trova ancora nelle soffitta del castello visconteo, dapprima avevamopensato di creare un video in cui raccontare tutte le stranezze del museo.
  • 5. Ma poi il lampo di genio... perchè nonprovare a raccontare delle vicende conquesti animali liberamente tratte dalla realtà?Da qui lidea di fare il notiziario e come chiamarlo se non TgCIMque?
  • 6. Il primo passo è stato quello di scrivere lenotizie. Le idee si sono moltiplicate, un’idea dava subito lo spunto per qualcosaltro. Dopo ci siamo dedicate a preparare il materiale per creare lambientazione e gli strumenti del mestiere.
  • 7. E arrivato poi il momento più divertente ovvero quello in cui abbiamo girato.Abbiamo vinto anche la nostra vergogna al parco Ticino dove davanti a molta gente(purtroppo era una giornata bellissima e un sacco di ragazzi stavano prendendo il sole) abbiamo simulato lo scontro dei capretti.
  • 8. I passi successivi sono stati il ritocco dialcune foto con Photoshop e poi il lungolavoro di montaggio che è stato fatto con iMovie.
  • 9. Finito il montaggio ed esportato il video loabbiamo finalmente visto completo a tutto schermo. Il risultato ci è sembrato molto bello e divertente. I nostri primi telespettatori sono stati i nostri amici efamiliari che ci hanno confermato la buona riuscita del lavoro.TgCIMque era quindi pronto per il grande pubblico.
  • 10. Crediamo che raccontare fatti riguardantispecifici animali del museo aumenti la voglia di andarli a conoscere dal vivo. Inoltre la proposta lanciata al pubblico di inventare loro stessi delle notizie sia un altro forte incentivo.
  • 11. Per il carattere leggero e giocoso crediamo che il target della nostra promozione al museo siano i ragazzi.Abbiamo quindi deciso di lanciarlo creandouna pagina facebook ed un canale youtube.
  • 12. Sulle piattaforme sono state pubblicate oltre che varie notizie ed informazioni utili del museoanche la versione completa della puntata del Tg oltre che alcuni contenuti extra!

×