Controllo di Gestione Aziende Vino

4,921
-1

Published on

Presentazione Corso di Formazione sul Controllo di Gestione per aziende vitivinicole.

Published in: Business, Technology
0 Comments
10 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
4,921
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
54
Comments
0
Likes
10
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Controllo di Gestione Aziende Vino

  1. 1. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Il controllo di gestione per l’azienda vitivinicola Dalla parte dei viticoltori
  2. 2. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole CONTATTI Se desideri richiedere la ripetizione di questo corso, oppure vuoi avere informazioni sulla nostra attività di consulenza e formazione, contattateci a questi riferimenti: Brogi & Pittalis Srl Via delle Panche 79 Firenze O55 3424720 www.direzionebp.com RICHIEDI GRATUITAMENTE LE DISPENSE COMPLETE DEL CORSO
  3. 3. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole La Brogi & Pittalis La Brogi & Pittalis è una società di consulenza specializzata nella realizzazione di interventi in diverse aree tecniche e settori produttivi, a supporto del miglioramento di aziende, organizzazioni e consorzi di aziende. La Brogi & Pittalis è una società di consulenza specializzata nella realizzazione di interventi in diverse aree tecniche e settori produttivi, a supporto del miglioramento di aziende, organizzazioni e consorzi di aziende. Il corso che presentiamo nasce dalla sintesi di queste esperienze nel settore vitivinicolo ed è stato già realizzato con successo presso i consorzi del Vino Brunello di Montalcino, e della Denominazione della Vernaccia di San Gimignano e del Vino Nobile di Montepulciano. Il corso che presentiamo nasce dalla sintesi di queste esperienze nel settore vitivinicolo ed è stato già realizzato con successo presso i consorzi del Vino Brunello di Montalcino, e della Denominazione della Vernaccia di San Gimignano e del Vino Nobile di Montepulciano.
  4. 4. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Com’è il bicchiere?
  5. 5. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Chi fa il prezzo del prodotto? Il prezzo del prodotto lo fa il mercato? Il prezzo del prodotto lo fa l’azienda?
  6. 6. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Il consumo del vino è in crescita? SI; 42,50% NO; 57,50% Fonte: indagine FIPE - 2004
  7. 7. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Italia Francia - L’anno del sorpasso
  8. 8. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Lo stato dell’arte • Fate un budget delle vendite? • Avete un budget finanziario? • Avete un budget degli investimenti? • Controllate il budget dei costi fissi? • Gestite il budget dei costi variabili? • Programmate un budget economico annuale? • Con che frequenza fate un controllo? • Chi si occupa del controllo?
  9. 9. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Il processo di controllo OBIETTIVI RISULTATIMEZZI pertinenza efficacia efficienza
  10. 10. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Finalità del Controllo di Gestione • Guida per la Direzione verso un Processo Decisionale consapevole, efficace ed efficiente. • Strumento di coordinamento organizzativo per la delega ed attribuzione di responsabilità • Condizione necessaria per la motivazione dei propri collaboratori PER AVERE LA GESTIONE SOTTO CONTROLLO PER FARSI LE DOMANDE GIUSTE
  11. 11. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Caratteristiche che il Controllo di Gestione deve avere • SELETTIVO AFFIDABILE • SEMPLICE TEMPESTIVO In una parola… EQUILIBRATO
  12. 12. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole COSA FARE PER COSA FARE (L’OBIETTIVO) QUANDO CHI LO DEVE FARE CON QUALI RISORSE ? Le domande giuste
  13. 13. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Schema di Pianificazione e Controllo Definizione degli obiettivi Svolgimento delle operazioni Misurazione dei risultati (costi effettivi) Attribuzione delle risorse (Costi standard) Analisi degli scostamenti Azione correttiva Ridefinizione Degli obiettivi Adeguamento risorse Azione correttiva Modifica Processi Modifica utilizzo risorse Confronto Tra obiettivi e risultati Nessuna azione
  14. 14. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole CONTATTI Se desideri richiedere la ripetizione di questo corso, oppure vuoi avere informazioni sulla nostra attività di consulenza e formazione, contattateci a questi riferimenti: Brogi & Pittalis Srl Via delle Panche 79 Firenze O55 3424720 www.direzionebp.com RICHIEDI GRATUITAMENTE LE DISPENSE COMPLETE DEL CORSO
  15. 15. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole VOGLIO MA NON POSSO! Che cosa si potrebbe fareChe cosa si potrebbe fare Che cosa si dovrebbe fareChe cosa si dovrebbe fare Che cosa si può fareChe cosa si può fare Che cosa si vuole fareChe cosa si vuole fare Opportunità/minacce ambientali Valori/aspirazioni della Direzione Punti di forza/debolezza Analisi situazione esterna Analisi situazione interna Responsabilità sociali STRATEGIA di VENDITA
  16. 16. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Gli elementi del BUDGET Quindi si può parlare di Budget quando sono stati definiti FORMALMENTE: 1. Il sistema di obiettivi quantitativi (volume vendite, volume costi fissi, incidenza costi variabili, qt. di bottiglie, prezzo medio, n° clienti…) 2. Il sistema di obiettivi qualitativi (sviluppo, consolidamento, ristrutturazione, miglioramento immagine, miglioramento del prodotto, …) 3. Le responsabilità organizzative sottese al raggiungimento degli obiettivi 4. Gli intervalli del controllo
  17. 17. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole LA STRUTTURA DEL CORSO PRIMA GIORNATA DETERMINAZONE DELL’UTILE E PUNTO DI PAREGGIO TERZA GIORNATA LA GESTIONE DELL’EQUILIBRIO FINANZIARIO SECONDA GIORNATA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E PREZZO DEI PRODOTTI QUARTA GIORNATA IL CHECK UP AZIENDALE DALLA PARTE DEI VITICOLTORI
  18. 18. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole La Prima Giornata – Il punto di pareggio • Scoprire come si determina il volume di fatturato raggiunto il quale l’azienda copre i costi fissi e comincia a guadagnare • Individuare gli indicatori di efficienza economica per l’azienda vitivinicola • Realizzare la distinzione tra costi fissi e costi variabili • Riclassificare la contabilità secondo una logica gestionale ANALIZZARE LA STRUTTURA DI REDDITO DELL’AZIENDA
  19. 19. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole DETERMINAZIONI INDICI DI CONTROLLO CLASSIFICAZIONE DEI COSTI IN FISSI E VARIABILI IMPUTAZIONE COSTI NELLE GESTIONI ARTICOLAZIONE ATTIVITA’ IN GESTIONI RICLASSIFICAZIONE SITUAZIONE CONTABILE QUANTIFICAZIONE INDICI DI CONTROLLO La contabilità gestionale DALLA SITUAZIONE CONTABILE ALLA CONTABILITA’ GESTIONALE
  20. 20. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole COSTI RICAVI Magazzino Finale Vendite 1.000.000 30.000 RISULTATO ECONOMICO Conto economico tipo ANNO 200… Magazzino Iniziale 50.000 Acquisti di materiali 20.000Manodopera e contrib. Lavorazioni Esterne 25.000 Interessi ed oneri banc. 25.000 Fitti passivi 50.000 Telefoniche 7.500 5.000Consulenze 10.000Tasse e Tributi 200.000Stipendi e contrib. 50.000 Interessi su mutui 7.500 Perdite su Crediti 5.000 Ammortamenti 15.000 250.000 Provvigioni 25.000Materiali di consumo € 285.000
  21. 21. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Ricavi 1.000.000Utilizzo acquisti 200.000 GESTIONE MANODOPERA DIRETTA GESTIONE LAVORAZIONI 25.000 GESTIONE FINANZIARIA 25.000 ONERI FIGURATIVI 50.000 COSTI DI STRUTTURA 20.000 STRUTTURA OPERATIVA 50.000 ONERI RETTIFICATIVI 15.000 INDIVIDUARE GLI STANDARD (Produzione 200…= 625.000) 270.000 GESTIONE COMMERCIALE VALORE AGGIUNTO 730.000 MARGINE DI CONTRIBUZIONE NETTO 585.000 RISULTATO ECONOMICO 285.000 73,00 % 2,00 % 2,50 % 2,50 % 5,00 % 58,50 % 28,50 % 25.000COSTI DI PRODUZIONE MARGINE DI CONTRIBUZIONE LORDO 660.000 66,00 % 2,50 % 35.000 3,50 % 20,00 % 5,00 % 1,50 % 0,040 0,040 0,032 0,080 0,040 0,432 1,600 1,168 1,056 0,936
  22. 22. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole RICAVI TOTALI IL PUNTO DI PAREGGIO COSTI FISSI Q € COSTI VARIABILI Reddito obiettivo PERDITA UTILE PUNTO DI PAREGGIO
  23. 23. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole La formula del punto di pareggio P* = Totale costi fissi Margine di contribuzione % "P*" rappresenta il fatturato raggiunto il quale ho realizzato un margine di contribuzione assoluto sufficiente a coprire i miei costi fissi, e quindi a garantire il pareggio economico VERIFICA LA SOLUZIONE
  24. 24. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole La seconda giornata - Il prezzo del prodotto • La determinazione degli obiettivi aziendali • Determinare quali elementi compongono il prezzo dei prodotti • Costruire il Cruscotto di Controllo Periodico METTERE LA GESTIONE SOTTO CONTROLLO • Calcolare il punto di pareggio a quantità • Determinare il prezzo minimo di pareggio data una determinata quantità di prodotto
  25. 25. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole UTILE “LA COMPOSIZIONE DELLA BOTTIGLIA”
  26. 26. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole QUAL E’ IL PREZZO MINIMO CUI L’AZIENDA PUO’ VENDERE PER RAGGIUNGERE ALMENO IL PAREGGIO GESTIONALE? (Costi variabili diretti*Quantità)+C.Fissi P*= Quantità (1 – Costi variabili indiretti %) (Costi variabili diretti*Quantità)+C.Fissi P*= Quantità (1 – Costi variabili indiretti %) IL PREZZO MINIMO
  27. 27. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole QUAL E’ LA QUANTITA’ MINIMA DI PRODOTTO CHE L’AZIENDA DEVE VENDERE AL PREZZO OBIETTIVO PER RAGGIUNGERE ALMENO IL PAREGGIO GESTIONALE? Q*= Costi fissi (prezzo – costo variabile) Q*= Costi fissi (prezzo – costo variabile) LA QUANTITA’ MINIMA VERIFICA LA SOLUZIONE
  28. 28. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole CONTATTI Se desideri richiedere la ripetizione di questo corso, oppure vuoi avere informazioni sulla nostra attività di consulenza e formazione, contattateci a questi riferimenti: Brogi & Pittalis Srl Via delle Panche 79 Firenze O55 3424720 www.direzionebp.com RICHIEDI GRATUITAMENTE LE DISPENSE COMPLETE DEL CORSO
  29. 29. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole • Dalla lettura della Situazione Patrimoniale agli indici di controllo della situazione finanziaria • L’autofinanziamento per il sostegno degli obiettivi di budget • La tecnica della leva finanziaria per individuare il livello massimo di indebitamento • La determinazione dei flussi di cassa prospettici per capire la capacità dell’azienda di creazione di valore La terza giornata – La situazione finanziaria SOTTOPORRE A CONTROLLO LE DINAMICHE FINANZIARIE
  30. 30. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Alcuni Indici di Redditività aziendale ROE (Return on equity) Reddito netto Capitale netto ROS (Return on sales) ___Reddito operativo__ Vendite ___Reddito operativo___ Capitale Investito _____Vendite_____ Capitale Investito __Reddito operativo_ Vendite ROI (Return on investment) = = = ROI (Return on investment) = Rotazione dell’attivo Redditività delle vendite x
  31. 31. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole IL FABBISOGNO FINANZIARIO 1 2 3 4 5 6 7 Capitale Circolante Commerciale Immobilizzazioni Fabbisogno Finanziario permanente Fabbisogno Finanziario temporaneo
  32. 32. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole Incontri individuali con i consulenti della Brogi & Pittalis per la valutazione della propria situazione aziendale verificando i metodi e le tecniche presentate nel corso dei tre incontri, realizzando un CHECK-UP del PROPRIO ANDAMENTO economico-finanziaria aziendale La quarta giornata - Lo sportello consulenziale METTERE IN PRATICA LE CONOSCENZE ACQUISITE OTTENERE UN REPORT FINALE
  33. 33. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole PERCHE’ FORMAZIONE 1) Impegno non eccessivo 2) Convenienza economica 3) Opportunità di confronto
  34. 34. Il controllo di gestione per aziende vitivinicole CONTATTI Se desideri richiedere la ripetizione di questo corso, oppure vuoi avere informazioni sulla nostra attività di consulenza e formazione, contattateci a questi riferimenti: Brogi & Pittalis Srl Via delle Panche 79 Firenze O55 3424720 www.direzionebp.com RICHIEDI GRATUITAMENTE LE DISPENSE COMPLETE DEL CORSO

×