Aiba iamascenariodimercatodef20-2-13

402 views

Published on

scanrio di mercato delle assicurazioni italiane nel 2013

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
402
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Aiba iamascenariodimercatodef20-2-13

  1. 1. Osservatorio auto AIBA – IAMA Il mercato e la sua evoluzione Gennaio 2013 © Copyright by IAMA Consulting Srl, Milano (2013) All rights of translation, reproduction and adaptation are reserved world-wide
  2. 2. Osservatorio auto AIBA-IAMAContenuti1. Il mercato delle polizze auto2. Le dinamiche del pricing RCA3. I cambiamenti dell’offerta auto4. Lo scenario 2013 -2
  3. 3. Osservatorio auto AIBA-IAMAIl mercato delle polizze auto -3
  4. 4. Osservatorio auto AIBA-IAMAScenario di mercato 2012: highlightsPesante crollo delle immatricolazioni autoLe vendite di auto nuove sono calate del 20%: -23% privati, -17% società e -10% noleggio.Contrazione della raccolta premi RCALa raccolta premi è diminuita dello 0.6% (stima Iama Vision).La decrescita dei volumi è il risultato del seguente trend: contenuta crescita nel I trimestre (+1.4%) eriduzione sempre più accentuata nei successivi (-0.7% nel II e -1.7% nel III).Crollo della raccolta premi CVTLa raccolta premi è diminuita dell’8.0% (stima Iama Vision).Il parco dei veicoli assicurabili continua a ridursi progressivamente in termini di unità e di valore a causadella pesante crisi in cui versa l’industria dell’auto.Combined ratio RCA sotto la soglia criticaLa riduzione della frequenza sinistri (-13% nei primi nove mesi) e la diminuzione dei costi legati allemicroinvalidità hanno contribuito a diminuire i costi complessivi sostenuti dal sistema.Nonostante la lieve contrazione dei volumi, l’anno si è chiuso con un valore profittevole del COR. -4
  5. 5. Osservatorio auto AIBA-IAMA Il mercato automotive si sta contraendo Il 2012 si è chiuso con una flessione del 20% delle immatricolazioni auto: la domanda dei privati è stata la più colpita, ma anche le società e il noleggio hanno fatto registrare pesanti contrazioni. Il parco dei veicoli continua ad invecchiare: l’età media è passata da 8.8 a 9.3 anni nel periodo 2000-2010.3.000 Immatricolazioni auto Immatricolazioni auto per utilizzatore 2012 (migliaia; var.% annua) (migliaia; var.% annua)2.500 2.162 2.159 1.9612.000 1.749 Privati 897 -22,9%1.500 1.402 -0,1%1.000 Società 252 -17,4% -9,2% -10,8% -13,3% 500 -19,9% Noleggio 253 -9,9% 0 2008 2009 2010 2011 2012Fonte – Dati UNRAE -5
  6. 6. Osservatorio auto AIBA-IAMA Torna a diminuire la raccolta premi RCA La raccolta premi del ramo RCA è tornata a diminuire, seppur lievemente, dopo gli aumenti avvenuti nel biennio 2010-2011. La contrazione dei volumi è dipesa da: Raccolta premi - Ramo RCA • diminuzione dei listini a partire dal II (€ Mln; var.% annua) semestre: il listino medio nuovi clienti è18.200 diminuito del 3.0% su base annua nel III 17.794 17.691 trimestre e del 4.9% nel IV trimestre;17.700 • aumento della mobilità dei clienti, in17.200 ripresa dopo la flessione del 2011; 16.814 16.91316.700 +5,2% • diminuzione del parco circolante auto: nel +4,4% 16.201 2012 le radiazioni sono state superiori alle16.200 prime iscrizioni, per un saldo negativo di -0,6% 36,000 veicoli (fonte ACI);15.700 -3,3% -3,6% • probabile prosecuzione della riduzione dei15.200 veicoli assicurati: -0.3% nel 2010 e -0.5% 2008 2009 2010 2011 2012 E nel 2011 (fonte ANIA).Fonte – Dati storici: elaborazioni IAMA su dati ANIA; stima 2012 IAMA VISION -6
  7. 7. Osservatorio auto AIBA-IAMA Crollano i volumi nel ramo CVT La raccolta premi del ramo CVT è in contrazione da diversi anni ma nel 2012 si è verificato un vero e proprio crollo, pari a circa l’8%. Il parco veicoli potenzialmente assicurabile Raccolta premi - Ramo CVT continua a diminuire in termini di valore e di (€ Mln; var.% annua) unità: il 2012 è il primo anno in cui si3.500 concretizza con effetti devastanti sui volumi 3.062 2.989 lo scarso rinnovamento del parco circolante 2.950 2.8903.000 2.658 degli ultimi 5 anni.2.500 Nel 2012 si è ridotta del 13% la spesa per l’acquisto di auto nuove: la flessione è più2.000 marcata rispetto a quella del 2011 (-8%), -1,3% -2,0%1.500 -2,3% -2,4% complice il crollo dei segmenti società e noleggio, caratterizzati da auto di valore1.000 unitario più alto rispetto ai privati. -8,0% 500 Il perdurare della crisi e le peggiorate capacità 0 di spesa degli italiani continuano ad ostacolare 2008 2009 2010 2011 2012 E la penetrazione della garanzie CVT.Fonte – Dati storici: elaborazioni IAMA su dati ANIA; stima 2012 IAMA VISION -7
  8. 8. Osservatorio auto AIBA-IAMA Continua a diminuire la frequenza sinistri Dopo le importanti diminuzioni avvenute nel biennio 2010-2011, nel 2012 è proseguita la riduzione a doppia cifra della frequenza sinistri nel ramo RCA Sulla contrazione della frequenza hanno Frequenza sinistri (esclusi IBNR) - Ramo RCA inciso le norme sulle microinvalidità entrate in vigore in corso d’anno, con 7,66 7,61 7,55 7,47 7,61 7,73 7,77 7,36 conseguente diminuzione dei sinistri per 6,49 danni lievi alla persona. +1,9% +1,6% 5,62 Si sono, inoltre, acuiti alcuni fenomeni +0,5% che incidono sulla diminuzione non -0,7% -0,8% -1,1% strutturale della stessa, tra cui:-2,0% -5,3% • rincaro dei prezzi dei carburanti rispetto al 2011; -11,8% -13,4% • diminuzione della percorrenza media degli assicurati e conseguente minore 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 E esposizione al rischio degli stessi. Frequenza sinistri % Variazione % annuaFonte – Dati ANIA; la stima 2012 è calcolata applicando alla frequenza sinistri 2011 la var.% relativa ai primi 9 mesi 2012 sullo stesso periodo 2011 (fonte ANIA) -8
  9. 9. Osservatorio auto AIBA-IAMA Il combined ratio RCA torna sotto la soglia critica Nonostante la leggera contrazione dei volumi raccolti (-0.6%), il 2012 si è chiuso con un combined ratio inferiore alla soglia critica grazie ad una riduzione del loss ratio di circa quattro punti percentuali. Indicatori di redditività del ramo RCA La riduzione è dovuta a una contrazione dell’onere 108 106 complessivo dei sinistri del 4%, determinata da: 101 103 99 19 18 • una riduzione del 3% del costo dei sinistri di 19 18 18 competenza, per effetto della diminuzione della frequenza sinistri e dei costi delle lesioni di lieve entità; • una minore insufficienza, rispetto al 2011, delle riserve accantonate per sinistri di generazione ex. 82 89 87 85 81 L’expense ratio si è mantenuto pressochè stabile e 2008 2009 2010 2011 2012 E le variazioni delle spese di gestione hanno inciso in misura limitata sulla variazione del combined Loss ratio Expense ratio ratioFonte – Dati storici: elaborazioni IAMA su dati ANIA; stima 2012 IAMA VISION -9
  10. 10. Osservatorio auto AIBA-IAMALe dinamiche del pricing RCA - 10
  11. 11. Osservatorio auto AIBA-IAMALe dinamiche del pricing RCA 2012: highlightsAlta frequenza dei cambiamenti tariffariNel 2012 la frequenza dei cambiamenti tariffari è stata più alta rispetto al 2011In corso d’anno non sono mancati interventi sulle strutture tariffarie: alcuni competitor hanno eliminatole variabili nazionalità e cittadinanza, mentre altri hanno introdotto parametri connessi al veicolo: marcae modello, kilowatt, tipo carrozzeria, età e percorrenza chilometrica.Poche compagnie si sono adeguate alla Direttiva CE "Gender Directive" prima della scadenza del 21dicembre.Diminuzione del listino medio riservato ai nuovi clientiDopo il rallentamento degli aumenti del 2011, il listino medio è diminuito di circa il 5% nel 2012.Le politiche di pricing per canale sono state differenti: tradizionale -5.2%, diretto +0.8%, banche +12%.Rispetto ad un anno fa i listini sono diminuiti in tutte le città monitorate.I guidatori virtuosi hanno beneficiato di una riduzione dei listini del 6.4%, mentre per chi causa unsinistro sono continuati gli aumenti (+4.5%). - 11
  12. 12. Osservatorio auto AIBA-IAMA Frequenza dei cambiamenti tariffari RCA - Settore Autovetture 2011 2012 Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov DicAlleanza Toro √ √ √ √Allianz √ √ √ √Assitalia √ √ √ √ √Axa √ √ √Fondiaria-Sai √ √ √Generali √ √ √ √Milano √ √ √Sara √ √ √ √Unipol Assicurazioni √ √ √ √ √Zurich √ √Indici di cambiamento Mensile 10 40 10 10 40 30 10 20 40 10 40 20 0 20 70 Trimestrale 20 27 23 23 30 Annuale 23 26% di compagnie che hanno cambiato 50.0% 80.0% 50.0% 70.0% 90.0%tariffa nel corso del trimestre Fonte – IAMA Cruscotto - 12
  13. 13. Osservatorio auto AIBA-IAMA Tornano a diminuire i listini RCA La diminuzione 2012 è imputabile agli interventi di alcuni importanti player del canale tradizionale, che nel II semestre hanno diminuito le quotazioni riservate ai target più appetibili di clientela. Le compagnie dirette hanno aumentato leggermente i listini, mentre le banche hanno fatto registrare un aumento a doppia cifra. Evoluzione Listino medio RCA Listino medio RCA per canale Nuovi clienti – Settore Autovetture ( Dicembre 2012 e var.% vs Dicembre 2011)760 734 732 735 708 706 Bancario 828 +11,9%710 698 +12,2% -4.9% Diretto 615 +0,8%660 +3,7% 631 +0,4% Tradizionale 706 -5,2%610 -0,3% -1,1% -3,9% Mercato 698 -4,9%560 Dic-09 Dic-10 Dic-11 Mar-12 Giu-12 Set-12 Dic-12 Fonte – Elaborazioni IAMA Cruscotto - 13
  14. 14. Osservatorio auto AIBA-IAMA Il vantaggio competitivo delle compagnie dirette si è dimezzato Gap di listino tra canale diretto e tradizionale Nuovi clienti – Settore Autovetture900 € 181 € 175 Le diverse dinamiche di pricing che € 135 € 127 € 135 € 98 € 91 hanno contraddistinto i due canali800 745 742 748 nel 2012, tradizionale -5.2% e 720 715 706 diretto +0.8%) hanno determinato700 643 una drastica riduzione del gap medio 610 615 613 617 615 di listino, che si è dimezzato rispetto600 a dicembre 2009. 545500 Il miglioramento dei conti tecnici 462 per alcuni competitor del canale tradizionale ha permesso politiche400 più aggressive sulle fasce più appetibili di clientela.300 dic-09 dic-10 dic-11 mar-12 giu-12 set-12 dic-12 Listino medio tradizionali Listino medio dirette GAPFonte – Elaborazioni IAMA Cruscotto - 14
  15. 15. Osservatorio auto AIBA-IAMACriteri di letturaL’osservatorio AIBA-IAMA si limita ad osservare l’andamento dei listini per il settore I – Autovetture.I 10 profili utilizzati per definire l’andamento dei premi medi sono stati individuati secondo criteri dipresenza sul mercatoIl periodo di osservazione dicembre 2011 – dicembre 2012 non coincide con quello relativo ai datiIVASSA livello puntuale siamo in presenza di un allineamento con i dati ponderati pubblicati da IVASS.Ad esempio per il quarantenne in classe di merito 1, la situazione è la seguente:Città Stima prezzi pagati IVASS Osservatorio AIBA-IAMAMilano 455 456Bologna 594 596Roma 623 628 - 15
  16. 16. Osservatorio auto AIBA-IAMA La diminuzione dei listini ha riguardato tutto il territorio 1.400 NA Rispetto ad un anno fa i listini sonoListino medio dicembre 2012 1.200 diminuiti in tutte le città facenti parte del panel IAMA. 1.000 A Torino e Napoli le diminuzioni BA dei listini sono state inferiori alla 800 Media media di mercato, mentre a Bari, (-4.9%; 698) Campobasso, Roma e Palermo in FI PA linea con il mercato. BO 600 CA RM PG TO In tutte le rimanenti città, le MI VR PC riduzioni sono state superiori alla 400 PR CB TN BI media di mercato, in particolare a Bologna, Firenze, Milano e Trento. 200 -10% -9% -8% -7% -6% -5% -4% -3% -2% Variazione annua Fonte – elaborazioni IAMA Cruscotto - 16
  17. 17. Osservatorio auto AIBA-IAMA Due guidatori a confronto Guidatore virtuoso Guidatore con sinistro Impiegato 40-enne Impiegato 40-enne Fiat Bravo 1.4 Dynamic Fiat Bravo 1.4 Dynamic Massimale 6 milioni di euro Massimale 6 milioni di euro Classe CU 1 da più anni Classe CU 3 Nessun sinistro negli ultimi 6 anni Un sinistro con colpa nell’ultimo annoFonte – IAMA Cruscotto - 17
  18. 18. Osservatorio auto AIBA-IAMA Continuano gli aumenti per chi causa un sinistro I guidatori virtuosi hanno beneficiato di un’importante riduzione dei listini, pari al 6.4%, mentre i guidatori che hanno causato un sinistro hanno subito un aumento del 4.5%, leggermente inferiore al 2011 (+5.7%). Listino medio RCA Listino medio RCA Guidatore virtuoso – Settore Autovetture Guidatore con sinistro – Settore Autovetture640 629 629 629 1.200 1.071 1.088 1.114 1.106 1.058 1.001620 611 1.000 598 833 +20,2% +4.5%600 589 800 -6.4%580 +10,3% +2,9% 600 +5,7% 554560 0,0% 0,0% +1,2% +1,6% +2,4% 400540 -1,5% -0,7%520 200 -4,9%500 0 Dic-09 Dic-10 Dic-11 Mar-12 Giu-12 Set-12 Dic-12 Dic-09 Dic-10 Dic-11 Mar-12 Giu-12 Set-12 Dic-12 Guidatore virtuoso Var.% Guidatore con sinistro Var.% Fonte – IAMA Cruscotto - 18
  19. 19. Osservatorio auto AIBA-IAMA Gli impatti della direttiva "Gender Directive" Il 21 dicembre 2012 è entrata in vigore la direttiva 2004/113/CE ("Gender Directive"), che ha disposto l’attuazione del principio della parità di trattamento tra uomini e donne nei premi assicurativi. Come evidenziato anche nel precedente Osservatorio, i listini riservati ai 40-enni, a differenza degli assicurati 20-enni, non erano caratterizzati da forti differenziazioni in funzione del sesso (fino a settembre 2012 gli uomini pagavano in media lo 0.5% in più delle donne). Presentiamo comunque l’analisi su entrambi i profili, concentrando maggiormente l’attenzione sul profilo dei 20-enni (a settembre 2012 gli uomini pagavano mediamente il 31% in più delle donne). 40-enne 20-enne Impiegato/a 40-enne Studente/essa 20-enne Fiat Bravo 1.4 Dynamic TOYOTA Yaris 1.0 3 porte Massimale 6 milioni di euro Massimale 6 milioni di euro Classe CU 1 da più anni Classe CU 1 ereditataFonte – Check it auto - 19
  20. 20. Osservatorio auto AIBA-IAMA Assicurati 40-enni: la situazione pre e post "Gender Directive" Set 2012 Compagnia Donna Uomo ∆% Uomo/Donna Il confronto dei listini a settembre 2012, Groupama 729 675 -7.4% prima dell’entrata in vigore della Direttiva, Helvetia 668 650 -2.8% Toro 690 677 -2.0% mostra che in media un assicurato maschio Allianz 414 408 -1.5% di 40-anni pagava solamente lo 0.5% in più Italiana 621 621 0% rispetto ad una donna di pari età. Zurich 509 509 0% Generali 738 738 0% Aviva 549 549 0% Già alcuni competitor non prevedevano Sara 581 581 0% alcuna differenziazione dei listini per tale Uniqa 631 631 0% fascia d’età. Carige 627 627 0% Nationale Suisse 574 574 0% Listino medio 577 580 +0.5% Solo in sporadici casi agli uomini erano Reale Mutua 603 609 +1.0% riservate condizioni di prezzo migliori, Unipol 525 531 +1.1% mentre nei rimanenti casi gli uomini Fondiaria Sai 566 574 +1.4% Milano 557 565 +1.4% pagavano più delle donne. Tua 581 590 +1.6% Itas 610 623 +2.0% L’impatto della Gender Diretctive su questo Liguria 608 628 +3.2% segmento è debole mentre acquista Hdi 494 514 +4.1% Rsa 595 619 +4.2% maggiore rilevanza per i minori di 30 anni. Sasa 543 567 +4.3% Axa 574 613 +6.7% Assitalia 720 776 +7.9%Fonte – Check it auto - 20
  21. 21. Osservatorio auto AIBA-IAMA 40-enne Set 2012 Dic 2012 ∆% Set/Dic Compagnia Donne Uomo Unisex Uomo Donna Reale Mutua 603 609 506 -17% -16% Italiana 621 621 542 -13% -13% Zurich 509 509 460 -10% -10% Sasa 543 567 513 -9% -6% Assitalia 720 776 731 -6% +1% Hdi 494 514 490 -5% -1% Axa 574 613 586 -4% +2% Rsa 595 619 595 -4% +0% Unipol 525 531 516 -3% -2% Listino medio 577 580 567 -2% -2% Liguria 608 628 615 -2% +1% Toro 690 677 664 -2% -4% Fondiaria Sai 566 574 567 -1% +0% Tua 581 590 584 -1% +1% Milano 557 565 561 -1% +1% Generali 738 738 734 -1% -1% Itas 610 623 621 -0% +2% Aviva 549 549 549 +0% +0% Sara 581 581 581 +0% +0% Uniqa 631 631 631 +0% +0% Allianz 414 408 411 +1% -1% Carige 627 627 637 +2% +2% Helvetia 668 650 661 +2% -1% Groupama 729 675 686 +2% -6% Nationale Suisse 574 574 797 +39% +39%Fonte – Check it auto - 21
  22. 22. Osservatorio auto AIBA-IAMA Assicurati 20-enni: la situazione pre e post "Gender Directive" Set 2012 Compagnia Donna Uomo ∆% Uomo/Donna Il confronto dei listini a settembre 2012, Nationale Suisse 1,175 1,175 +0% prima dell’entrata in vigore della Direttiva, Groupama 1,117 1,192 +7% Itas 799 882 +10% mostra che in media un assicurato maschio Italiana 1,383 1,643 +19% di 20-anni pagava il 31% in più rispetto ad Uniqa 966 1,150 +19% Hdi 1,155 1,386 +20% una donna di pari età. Liguria 1,553 1,866 +20% Milano 1,588 1,928 +21% Come mostra la slide successiva, le tariffe Fondiaria Sai 1,576 1,925 +22% "Unisex" entrate in vigore a dicembre sono Aviva 1,528 1,886 +23% mediamente meno care del 10% per gli Helvetia 800 993 +24% Toro 939 1,191 +27% uomini e più care del 18% per le donne. Zurich 1,875 2,388 +27% Reale Mutua 1,221 1,597 +31% Nella maggioranza dei casi i competitor Listino medio 1,220 1,600 +31% sono intervenuti bilanciando i premi tra Rsa 1,204 1,591 +32% Carige 830 1,105 +33% uomini e donne e solo in rari casi Assitalia 1,033 1,383 +34% l’intervento si è limitato ad alzare il livello Sara 929 1,286 +38% Generali 830 1,164 +40% dei premi delle donne. Sasa 989 1,386 +40% Tua 1,086 1,527 +41% Allianz 938 1,334 +42% Unipol 1,300 1,951 +50% Axa 970 1,556 +60%Fonte – Check it auto - 22
  23. 23. Osservatorio auto AIBA-IAMA 20-enne Set 2012 Dic 2012 ∆% Set/Dic Compagnia Donna Uomo Unisex Uomo Donna Assitalia 1,033 1,383 1,008 -27% -2% Zurich 1,875 2,388 1,785 -25% -5% Axa 970 1,556 1,172 -25% +21% Allianz 938 1,334 1,067 -20% +14% Unipol 1,300 1,951 1,603 -18% +23% Reale Mutua 1,221 1,597 1,410 -12% +15% Listino medio 1,220 1,600 1,435 -10% +18% Helvetia 800 993 895 -10% +12% Generali 830 1,164 1,066 -8% +28% Carige 830 1,105 1,014 -8% +22% Aviva 1,528 1,886 1,731 -8% +13% Uniqa 966 1,150 1,058 -8% +10% Sasa 989 1,386 1,281 -8% +30% Toro 939 1,191 1,106 -7% +18% Italiana 1,383 1,643 1,544 -6% +12% Hdi 1,155 1,386 1,323 -5% +15% Tua 1,086 1,527 1,474 -3% +36% Itas 799 882 853 -3% +7% Liguria 1,553 1,866 1,832 -2% +18% Fondiaria Sai 1,576 1,925 1,914 -1% +22% Rsa 1,204 1,591 1,591 +0% +32% Sara 929 1,286 1,286 +0% +38% Milano 1,588 1,928 1,930 +0% +22% Groupama 1,117 1,192 1,196 +0% +7% Nationale Suisse 1,175 1,175 1,324 +13% +13%Fonte – Check it auto - 23
  24. 24. Osservatorio auto AIBA-IAMAAnche il bravo guidatore deve saper scegliereCome già evidenziato, nell’ultimo anno sono diminuiti i listini riservati al Guidatore Virtuoso, macome dimostrano le successive analisi condotte per Bologna, Milano e Roma su tutte le compagniemonitorate in Check It Auto, le dinamiche tra marchi sono fortemente differenziate.In tutte e tre le città si conferma il forte differenziale di prezzo tra la compagnia più onerosa e la piùconveniente. - 24
  25. 25. Osservatorio auto AIBA-IAMABologna Var % Var % Dic 2011 Mar 2012 Giu 2012 Set 2012 Dic 2012Guidatore virtuoso Set-Dic 12 Dic 11-Dic 12Allianz 464 451 451 445 448 +0.7% -3.4%Zurich 483 512 466 466 466 -3.5%Hdi 548 548 548 528 -3.6%Aviva 584 544 544 530 530 -9.2%Reale Mutua 791 732 732 699 530 -24.2% -33.0%Unipol 537 537 537 556 539 -3.1% +0.4%Sasa 667 667 667 667 560 -16.0% -16.0%Sara 597 597 580 580 580 -2.8%Milano 685 669 669 606 589 -2.8% -14.0%Listino medio 650 636 636 617 596 -3.4% -8.3%Italiana 828 820 820 723 616 -14.8% -25.6%Fondiaria Sai 690 700 700 632 619 -2.1% -10.3% ∆ 404 €Itas 629 629 629 623 -1.0%Carige 652 633 633 652 652 +90%Liguria 798 798 798 666 653 -2.0% -18.2%Axa 769 724 703 703 657 -6.5% -14.6%Tua 697 697 669 669 661 -1.2% -5.2%Rsa 754 714 714 714 686 -3.9% -9.0%Groupama 727 692 692 687 687 -5.5%Toro 802 740 740 715 693 -3.1% -13.6%Assitalia 643 643 740 740 702 -5.1% +9.2%Generali 735 735 735 735 721 -1.9% -1.9%Nationale Suisse 663 663 663 657 748 +13.9% +12.8%Uniqa 626 696 696 760 760 +21.4%Helvetia 813 813 813 838 852 +1.7% +4.8%Fonte – Check it auto - 25
  26. 26. Osservatorio auto AIBA-IAMAMilano Var % Var % Dic 2011 Mar 2012 Giu 2012 Set 2012 Dic 2012Guidatore virtuoso Set-Dic 12 Dic 11-Dic 12Allianz 337 327 327 322 324 +0.6% -3.9%Zurich 346 357 325 325 325 -6.1%Aviva 429 426 426 416 416 -3.0%Reale Mutua 580 536 536 512 420 -18.0% -27.6%Unipol 423 423 423 438 425 -3.0% +0.5%Sasa 463 463 463 463 434 -6.3% -6.3%Sara 465 465 452 452 452 -2.8%Milano 503 491 491 457 454 -0.7% -9.7%Listino medio 485 481 479 468 456 -2.5% -6.0%Fondiaria Sai 513 521 521 470 460 -2.1% -10.3%Italiana 603 584 584 541 465 -14.0% -22.9%Hdi 502 502 502 479 -4.6% ∆ 373 €Tua 508 508 488 488 482 -1.2% -5.1%Toro 543 501 501 499 489 -2.0% -9.9% +115%Rsa 556 527 527 527 506 -4.0% -9.0%Assitalia 524 524 537 537 509 -5.2% -2.9%Carige 513 498 498 514 514 +0.2%Axa 576 558 542 542 522 -3.7% -9.4%Groupama 506 534 534 524 524 +3.6%Liguria 653 653 653 577 565 -2.1% -13.5%Itas 564 576 576 570 -1.0%Helvetia 567 567 567 585 594 +1.5% +4.8%Uniqa 495 550 550 594 594 +20.0%Generali 614 614 614 614 601 -2.1% -2.1%Nationale Suisse 544 544 544 538 697 +29.6% +28.1%Fonte – Check it auto - 26
  27. 27. Osservatorio auto AIBA-IAMARoma Var % Var % Dic 2011 Mar 2012 Giu 2012 Set 2012 Dic 2012Guidatore virtuoso Set-Dic 12 Dic 11-Dic 12Allianz 410 399 399 393 396 +0.8% -3.4%Zurich 487 497 452 452 452 -7.2%Italiana 743 736 736 667 574 -13.9% -22.7%Hdi 604 604 604 577 -4.5%Reale Mutua 739 711 711 679 582 -14.3% -21.2%Sara 651 651 601 601 601 -7.7%Fondiaria Sai 657 666 666 610 606 -0.7% -7.8%Aviva 661 615 615 612 612 -7.4%Milano 680 664 664 619 614 -0.8% -9.7%Unipol 601 614 614 635 617 -2.8% +2.7%Listino medio 649 652 653 642 628 -2.2% -3.2%Sasa 716 716 716 716 635 -11.3% -11.3% ∆ 584 €Axa 726 704 684 684 658 -3.8% -9.4%Liguria 758 758 758 679 666 -1.9% -12.1% +147%Tua 738 738 709 709 700 -1.3% -5.1%Carige 704 683 683 704 704Rsa 778 752 752 752 722 -4.0% -7.2%Itas 732 769 769 762 -0.9%Toro 797 782 782 779 771 -1.0% -3.3%Groupama 692 770 770 794 794 +14.7%Generali 766 796 796 796 796 +3.9%Helvetia 745 745 745 768 799 +4.0% +7.2%Uniqa 666 741 741 806 806 +21.0%Assitalia 752 752 913 913 821 -10.1% +9.2%Nationale Suisse 713 713 713 706 980 +38.8% +37.4%Fonte – Check it auto - 27
  28. 28. Osservatorio auto AIBA-IAMA I cambiamenti dell’offerta autoLe informazioni contenute in questa sezione riguardano:– 10 compagnie tradizionali: Allianz, Axa, Fondiaria Sai, Generali, INA Assitalia, Milano, Sara, Toro, Unipol, Zurich;– 7 compagnie dirette: Dialogo, Direct Line, Genertel, Genialloyd, Linear, Quixa, Zurich Connect;– 4 banche: Axa MPS, Credit Agricole, InChiaro, Intesa SanPaolo Assicura. - 28
  29. 29. Osservatorio auto AIBA-IAMA Pochi cambiamenti nelle gamme di offerta Variazioni nella gamme d’offerta Tipi di variazione nella gamma rispetto al 2011 d’offerta Variazioni Sostituzione Sostituzion 3 e di di prodotto prodotto 1 1 Nessuna Eliminazione Eliminazio variazione dine di prodotti 18 prodotti 2 2Solo Generali, Sara e Intesa SanPaolo Assicura sono intervenute per modificare la propria gamma d’offerta:• Generali ha sostituito "Sei In Auto GPS" con il prodotto a consumo "Sei In Auto Pay per use GPS";• Sara, nel settore motoveicoli, ha eliminato i prodotti "SaraDueRuote", "SaraEasyRider" e "Sara6Ruote" ed ha concentrato l’offerta su un unico prodotto "RuotaLibera Moto";• Intesa San Paolo Assicura ha eliminato la possibilità di stipulare la polizza auto tradizionale, inizialmente commercializzata accanto al prodotto con satellitare "ViaggiaConMe" .Fonte – IAMA Cruscotto - 29
  30. 30. Osservatorio auto AIBA-IAMA Pochi competitor sono intervenuti sulle tipologie di guida Nell’ultimo anno solo due compagnie sono intervenute sulle tipologie di guida: Genialloyd ha eliminato la guida esclusiva e Sara ha introdotto la guida esperta. Le due grandi banche entrate nel mercato nel 2011 hanno fatto le seguenti scelte: Axa MPS prevede la sola guida libera, mentre Intesa SanPaolo prevede anche la guida esperta. Tipologie di guida Le rivalse per tipologia di guida 17 17 17 Guida esperta 5 Numero competitor 15 15 Numero competitor Guida esclusiva 12 3 3 3 9 2 2 8 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 Guida Esperta Guida Esclusiva 2009 2010 2011 2012 * Rivalsa proporzionale al minor premio pagatoFonte – IAMA Cruscotto - 30
  31. 31. Osservatorio auto AIBA-IAMA Tipologie di guida: il quadro dell’offerta Guida libera Guida Libera ed Esperta Guida Libera, Esperta ed EsclusivaFonte – IAMA Cruscotto - 31
  32. 32. Osservatorio auto AIBA-IAMA Solo un competitor ha modificato le condizioni di rivalsa Cambiamenti Rivalsa per guida in stato di ebbrezza Nessun cambiamento Rivalsa per guida sotto effetto di stupefacenti Nessun cambiamento Solo Sara, nel prodotto "RuotaLibera", ha sostituito la rivalsa Rivalsa per danni subiti da terzi trasportati completa non eliminabile con una rivalsa completa eliminabile in caso di trasporto non conforme parzialmente (diritto di rivalsa fino ad un massimo di 1.000€). Intesa San Paolo e Axa MPS hanno fatto le seguenti scelte: • Intesa SanPaolo Assicura prevede rivalsa completa e non eliminabile per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti e rivalsa parziale non eliminabile in caso di guida in stato di ebbrezza; per i danni subiti dai terzi trasportati in caso di trasporto non conforme è presente una rivalsa completa e non eliminabile; • Axa MPS prevede rivalsa parziale non eliminabile in caso di guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti; in caso di danni subiti dai terzi trasportati per trasporto non conforme è presente una rivalsa completa ma eliminabile.Fonte – IAMA Cruscotto - 32
  33. 33. Osservatorio auto AIBA-IAMA Rivalsa per guida in stato di ebbrezza Nei confronti del Nei confronti del proprietario proprietario/conducente se diverso dal conducenteParziale Non Completa Parziale Non Completa eliminabile Non eliminabile Non 10 eliminabile 7 eliminabile 1 1 Completa Completa eliminabile eliminabileNon prevista totalmente totalmente 1 5 Non prevista 6 4 Completa Completa Parziale eliminabile Parziale eliminabile eliminabile parzialmente eliminabile parzialmente 1 3 1 2 Fonte – IAMA Cruscotto - 33
  34. 34. Osservatorio auto AIBA-IAMA Rivalsa per guida sotto effetto di stupefacenti Nei confronti del Nei confronti del proprietario proprietario/conducente se diverso dal conducente Parziale Non Completa Parziale Non Completa eliminabile eliminabile Non Non 2 eliminabile 5 eliminabile 8 8 Non prevista 3 Parzialeeliminabile Parziale 1 eliminabile 1 Completa Completa eliminabile Completa Completa eliminabile totalmente eliminabile eliminabile parzialmente 3 parzialmente totalmente 4 3 4 Fonte – IAMA Cruscotto - 34
  35. 35. Osservatorio auto AIBA-IAMA Le compagnie che differenziano la rivalsa in funzione dello stato GUIDA SOTTO EFFETTO DI COMPAGNIA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA STUPEFACENTI Rivalsa completa eliminabile Rivalsa completa eliminabile totalmente parzialmente: massimo 5.000€ Rivalsa parziale non eliminabile: limitata al 10% Rivalsa completa non eliminabile del risarcimento liquidato con massimo di 2.500€ Rivalsa completa eliminabile totalmente Rivalsa completa non eliminabile Rivalsa parziale non eliminabile: limitata ad un massimo di 2.500€, solo per contratti con Rivalsa completa non eliminabile massimale da 6/6 milioni di euro in su Rivalsa parziale non eliminabile: limitata al 10% Rivalsa completa non eliminabile del risarcimento liquidato con massimo di 500€ Rivalsa parziale non eliminabile: limitata ad un Rivalsa completa non eliminabile massimo di 5.000€ Rivalsa non prevista Completa non eliminabile Rivalsa parziale non eliminabile: limitata al 10% Rivalsa completa non eliminabile del risarcimento liquidato con massimo di 2.500€Fonte – IAMA Cruscotto - 35
  36. 36. Osservatorio auto AIBA-IAMA Rivalsa per danni subiti da terzi trasportati in caso di trasporto non conforme Il comportamento dei diversi Il comportamento dei diversi competitor 2011 competitor 2012 Completa Completa eliminabile eliminabile totalmente totalmente 4 5 Completa Completa eliminabile eliminabile parzialmente parzialmente 2 1 Parziale Completa Parziale eliminabile Non eliminabile Completa Non 1eliminabile 1 eliminabile Non prevista 12 Non prevista 12 1 1 Fonte – IAMA Cruscotto - 36
  37. 37. Osservatorio auto AIBA-IAMA Rivalsa per danni subiti da terzi trasportati in caso di trasporto non conforme Rivalsa completa NON eliminabile Rivalsa completa eliminabile totalmente Rivalsa parziale eliminabile Rivalsa completa eliminabile parzialmente Rivalsa non previstaFonte – IAMA Cruscotto - 37
  38. 38. Osservatorio auto AIBA-IAMA Sono rimasti invariati i competitor che offrono prodotti con satellitare… Prodotti con satellitare per canale Non si segnalano nuovi competitor che 2012 nell’ultimo anno abbiano introdotto nella propria gamma d’offerta prodotti abbinati Compagnie a dispositivi satellitari; tradizionali 8 i competitor che già offrivano prodotti con satellitare si sono mossi unicamente per adeguarsi alla normativa (articolo 32 della legge n.27/2012), che non ammette costi a carico del cliente I competitor con un prodotto con Compagnie satellitare nella propria gamma di offerta dirette 2 sono: Allianz, AXA, Fondiaria Sai, Generali, INA Assitalia, Milano, Sara, Unipol, Linear, Genertel, Intesa SanPaolo Banche 1 Assicura. Nota: I rimanenti 10 competitor monitorati non presentano alcun prodotto con satellitare nella propria gamma d’offertaFonte – IAMA Cruscotto - 38
  39. 39. Osservatorio auto AIBA-IAMA …ma sono aumentati i prodotti a consumo abbinati alla tecnologia satellitareNell’ultimo anno si è ampliata la presenza di prodotti a consumo associati all’installazione di un dispositivosatellitare: Generali ha scelto di sostituire il prodotto "Sei In Auto GPS" con il prodotto a consumo "Sei InAuto Pay per use GPS".Solo la metà dei marchi che hanno prodotti con satellitare offrono la soluzione a consumo. Prodotti a consumo con satellitare L’offerta presente sul mercato 2012 2012 Presenza prodotti a consumo nella gamma dofferta 5 Nessun prodotto a consumo nella gamma dofferta 16Fonte – IAMA Cruscotto - 39
  40. 40. Osservatorio auto AIBA-IAMA Lo scenario 2013 Le immatricolazioni auto rimarranno sui livelli del 2012 Maggiore tensione sul prezzo e politiche di pricing più aggressive sui target più appetibili di clientela. Maggiore competizione tra i canali (nuovi operatori bancari sul mercato) e incremento della mobilità Contrazione della raccolta RCA (più marcata rispetto al 2012) e nuovo crollo dei volumi CVTFonte – IAMA Cruscotto - 40

×