• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content

Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Like this presentation? Why not share!

Porta a porta forlì tamino 11 11-2010

on

  • 666 views

Materiale concesso da: Ing. Tamino

Materiale concesso da: Ing. Tamino

Statistics

Views

Total Views
666
Views on SlideShare
646
Embed Views
20

Actions

Likes
0
Downloads
9
Comments
0

2 Embeds 20

http://www.destinazioneforli.it 11
http://www.destinazioneforli.com 9

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • E che questa affermazione sia vera sono gli stessi gestori dei termovalorizzatori a confermarlo. Infatti questa è la principale conclusione di un recente studio commissionato dalla confederazione europea dei gestori di termovalorizzatori.

Porta a porta forlì tamino 11 11-2010 Porta a porta forlì tamino 11 11-2010 Presentation Transcript

  •  
  • Confronto tra processi produttivi naturali e umani
    • A differenza dei processi produttivi naturali, che
    • utilizzano energia solare, seguono un andamento ciclico, senza produzione di rifiuti e senza combustioni ,
    • gli attuali processi produttivi umani bruciano en. fossile, sono lineari e producono inquinamento e rifiuti (sprechi di materia ed energia).
  • LA NATURA NON PRODUCE RIFIUTI
    • Non possiamo continuare a vivere in una società “usa e getta” su un pianeta finito
    • Noi stiamo rubando il futuro ai nostri figli
    • e ai nostri nipoti
    • Lo spreco dimostra che stiamo facendo qualcosa di sbagliato
    • Con le discariche non facciamo altro che SOTTERRARE risorse
    • Gli inceneritori non fanno che BRUCIARE risorse
    • Dobbiamo affrontare il vero problema …
  • Processi produttivi lineari Materie prime prodotto commerciale processo produttivo rifiuti e inquinamento Energia fossile (acqua e aria) In pratica si trasforma sempre più velocemente materie prime in rifiuti non riciclati
  • RIFIUTI: un problema recente
  • PRIORITA’ nella GESTIONE dei RIFIUTI
    • in base alla normativa europea in base alla normativa nazionale
    • riduzione
    • riuso
    • riciclaggio
  • IL 50% dei rifiuti domestici è costituito da IMBALLAGGI
    • Agenzia Europea per l’Ambiente: Segnali ambientali 2004
    • Rifiuti da imballaggio: ancora in aumento
    • La prevenzione è stata per molto tempo la principale priorità della politica dell'Unione europea in materia di rifiuti: solo nel caso in cui non sia possibile evitare la produzione di rifiuti se ne devono incoraggiare il riciclaggio e il reimpiego.
    • Ciononostante, l'Europa ha registrato progressi modesti sul versante della prevenzione dei rifiuti da imballaggio . Mentre molti paesi hanno rispettato gli obiettivi di riciclaggio (ma non l’Italia) conformemente alla direttiva del 1994 sui rifiuti da imballaggio , il volume di questi ultimi continua ad aumentare.
  • Il rifiuto che potrebbe non esserci
  • Il rifiuto che potrebbe non esserci
  • Latte crudo alla spina
  • Il rifiuto che non c’è IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO
  • CICLO DEL COMPOST
  •  
  • Complimenti al mio sistema di compostaggio da parte del comune dove vivo
  •  
  •  
  • Occorre una raccolta differenziata dei rifiuti. Ma quale?
  • Importanza di una corretta raccolta differenziata e di un corretto utilizzo dei materiali raccolti. Il sistema porta a porta
  • L’importanza del sistema porta a porta (dati 2001ARPAV)
  • Contemporaneamente, da dati ARPAV, nel 2004 in tutta la Provincia di Padova la Raccolta Differenziata era pari al 53,1% e nel Comune il 41% (Provincia di TV 63,4%; regione Veneto 45,1%)
  • RISULTATI 1° % RACCOLTA DIFFERENZIATA IN 1.028 COMUNI DI VENETO E LOMBARDIA (dati 2006)
  • RISULTATI 2° COSTI RACCOLTA STRADALE VS DOMICILIARE PER ABITANTE s /u = secco/umido
  •  
  • Si può benissimo fare a meno di inceneritori e discariche, con la raccolta differenziata spinta
  • La raccolta porta a porta “spinta”
  • La Società Centro Riciclo Vedelago srl gestisce dal 1999 un impianto di stoccaggio e selezione meccanica di rifiuti ai fini del recupero di materiali .
  • Questa è una bottiglia di plastica… è un derivato del petrolio, pesa 40 gr CONVIENE DI PIU’ RICICLARLA O BRUCIARLA?
  • Recupero energetico con diversi sistemi di gestione dei rifiuti MA ANCOR MEGLIO IL RIUSO (circa 90% di energia recuperata contro il 60% del riciclaggio )
  • La (cattiva) scelta di bruciare l’illusione della soluzione INCENERITORE: - non elimina i rifiuti - non produce energia - produce inquinamento
  • L’inceneritore trasforma rifiuti in gran parte riciclabili in fumi , ceneri e scorie cioè in sostanze più inquinanti di quelle di partenza sprecando gran parte dell’energia contenuta, anche quando produce energia elettrica
  • Impatto delle combustioni Le fonti fossili (petroli,carbone,gas), le biomasse (e i rifiuti) producono energia per combustione , che a sua volta produce vari inquinanti. In natura nulla si crea e nulla si distrugge: tutto si trasforma. I principali inquinanti prodotti dalla combustione sono: CO 2 , NO x , SO 2 ,CO, metalli pesanti, polveri sottili (PM 10, 2,5, 1, 0,1 ecc.), composti complessi come IPA, diossine , ecc.
  • LA TERRA E’ MALATA Come ferite non curate, le macchie rosse che indicano concentrazioni elevate di NO 2 (generato dalla combustione), coincidono con le zone più industrializzate: le principali città del Nord America e dell'Europa . In particolare in Italia, tutta la zona della Pianura Padana presenta valori altissimi.
  • INCENERIRE NON ELIMINA LE DISCARICHE   Gli inceneritori producono una tonnellata di ceneri residue ogni tre tonnellate di rifiuti bruciati
  • Inquinamento da inceneritore     Contaminante Stima emissione annua inceneritore da 400 t/g (8.000 ore di funzionamento) kg/anno Ossido di carbonio 53.333 Polveri 10.667 Acido cloridrico 21.334 Acido fluoridrico 1.067 Anidride Solforosa 106.666 Ossidi di azoto 213.333 Sostanze organiche volatili (COT) 10.667 Metalli pesanti 533 Cadmio+Tallio 53 Mercurio 53 Idrocarburi policiclici aromatici (IPA) 11 Diossine - TCDD equivalenti (I-TEQ) 107 mg
  • “ Il secondo è RIUSO e RICICLAGGIO”
  •