IL COLLEGIO DEI  DOCENTI VISTA   l’O. M. N° 90 del 21.05.2001; ATTESA   la necessità di assicurare omogeneità nelle decisi...
- <ul><li>CONSIDERATO  che la valutazione  di fine anno deve fornire un’indicazione d’assieme sui risultati  ed evidenziar...
- <ul><li>DELIBERA </li></ul><ul><li>A.  L’adozione dei  seguenti criteri  di ammissione alla classe successiva: </li></ul>
Art. 1 <ul><li>Il giudizio di valutazione finale è relativo al percorso individuale di ogni singolo studente. La soglia mi...
<ul><li>Conoscenza dei contenuti essenziali delle singole discipline; </li></ul><ul><li>Progresso rispetto ai livelli di p...
Art. 2  <ul><li>Sono ammessi alla classe successiva gli alunni che allo scrutinio finale abbiano riportato una valutazione...
Art.  3  <ul><li>In caso di mancato raggiungimento del livello minimo di preparazione ( sufficiente – 6/10 )  in una deter...
Art. 4 <ul><li>L’ammissione alla classe successiva con debito formativo sarà possibile soltanto quando il Consiglio di Cla...
Art. 5 <ul><li>Il Consiglio di classe può deliberare l’ammissione alla classe successiva di un alunno che presenti fino ad...
Art. 6 <ul><li>Il Consiglio di classe, in casi eccezionali e con ampia motivazione, può ammettere alla classe successiva u...
Art. 7 <ul><li>Prima di deliberare l’ammissione alla classe successiva con debito formativo, il consiglio di classe dovrà ...
Art. 8 <ul><li>Per l’ammissione agli esami di stato, i Consigli di classe procederanno ad una valutazione dello studente c...
Art. 9 <ul><li>Ogni Consiglio di Classe resta comunque sovrano in sede di scrutinio, essendo questo momento la fase conclu...
Art. 10 <ul><li>La famiglia dello studente ammesso alla classe successiva  “ con debito ” riceverà, nel mese di giugno, un...
Art. 11 <ul><li>Nei primi giorni dell’anno scolastico successivo, il Collegio dei Docenti ed i singoli Consigli di Classe ...
Art. 12 <ul><li>Il Consiglio di classe è il soggetto che, in base alle segnalazioni del docente, dichiara saldato il debit...
Art. 13 <ul><li>Il mancato saldo del debito costituisce elemento di valutazione allo scrutinio finale. </li></ul>
Art. 15 <ul><li>Il Consiglio di Classe,  in presenza di N° 2 debiti non saldati e di un quadro culturale complessivamente ...
Criteri di attribuzione del Credito <ul><li>I Consigli di classe dei trienni liceali, nella seduta finale, valuteranno glo...
<ul><li>La differenza nella banda di oscillazione sarà attribuita tenendo conto: </li></ul><ul><li>Dell’assiduità </li></u...
<ul><li>I debiti formativi non saldati comportano la scelta del punteggio minimo nella banda di oscillazione prevista per ...
Credito Formativo <ul><li>Per  “ Credito Formativo ” si intende il riconoscimento di esperienze formative condotte fuori d...
Attività complementari e  integrative scolastiche <ul><li>Le attività complementari e integrative frequentate a scuola sar...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Criteriscrutini

879

Published on

Criteri di ammissione alle classi successive del Liceo Ginnasio Azuni di Sassari

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
879
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
35
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Criteriscrutini

  1. 1. IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTA l’O. M. N° 90 del 21.05.2001; ATTESA la necessità di assicurare omogeneità nelle decisioni di competenza dei Consigli di classe; PREMESSO che le deliberazioni di ammissione o di non ammissione alla classe successiva sono assunte dai Consigli di Classe; VISTI I criteri di valutazione vigenti riportati nel Piano dell’Offerta Formativa;
  2. 2. - <ul><li>CONSIDERATO che la valutazione di fine anno deve fornire un’indicazione d’assieme sui risultati ed evidenziare un riscontro puntuale con gli obiettivi che costituivano il traguardo da raggiungere; </li></ul><ul><li>VISTO l’art. 4 del Regolamento </li></ul><ul><li>dell’Autonomia scolastica; </li></ul><ul><li>VISTO il D.M. 22.05.2007, N° 42; </li></ul>
  3. 3. - <ul><li>DELIBERA </li></ul><ul><li>A. L’adozione dei seguenti criteri di ammissione alla classe successiva: </li></ul>
  4. 4. Art. 1 <ul><li>Il giudizio di valutazione finale è relativo al percorso individuale di ogni singolo studente. La soglia minima per il conseguimento della promozione, a fronte di un congruo numero di prove di verifica, è individuata nel raggiungimento dei seguenti obiettivi minimi, in riferimento ai livelli curricolari: </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Conoscenza dei contenuti essenziali delle singole discipline; </li></ul><ul><li>Progresso rispetto ai livelli di partenza; </li></ul><ul><li>Possesso delle abilità cognitive fondamentali; </li></ul><ul><li>Capacità espressive adeguate; </li></ul><ul><li>Acquisizione di un corretto metodo di studio; </li></ul><ul><li>Corretta relazione con gli altri; </li></ul><ul><li>Rispetto dell’ambiente scolastico e delle regole della classe e dell’Istituto. </li></ul>
  6. 6. Art. 2 <ul><li>Sono ammessi alla classe successiva gli alunni che allo scrutinio finale abbiano riportato una valutazione non inferiore a sufficiente ( 6/10 ) in tutte le materie; </li></ul>
  7. 7. Art. 3 <ul><li>In caso di mancato raggiungimento del livello minimo di preparazione ( sufficiente – 6/10 ) in una determinata materia, l’alunno può essere ammesso alla classe successiva con debito formativo ; </li></ul>
  8. 8. Art. 4 <ul><li>L’ammissione alla classe successiva con debito formativo sarà possibile soltanto quando il Consiglio di Classe ritiene che l’alunno sia in grado di raggiungere gli obiettivi delle discipline interessate nei tempi e con le modalità stabiliti dal consiglio stesso. </li></ul>
  9. 9. Art. 5 <ul><li>Il Consiglio di classe può deliberare l’ammissione alla classe successiva di un alunno che presenti fino ad un massimo di 3 debiti formativi non gravi ; </li></ul>
  10. 10. Art. 6 <ul><li>Il Consiglio di classe, in casi eccezionali e con ampia motivazione, può ammettere alla classe successiva un alunno con 4 insufficienze, in presenza delle seguenti condizioni: </li></ul><ul><ul><li>Buon curriculum scolastico; </li></ul></ul><ul><ul><li>Miglioramento globale in base al livello di partenza; </li></ul></ul><ul><ul><li>Frequenza assidua e partecipazione attiva alla vita della scuola. </li></ul></ul>
  11. 11. Art. 7 <ul><li>Prima di deliberare l’ammissione alla classe successiva con debito formativo, il consiglio di classe dovrà condurre un’attenta valutazione su: </li></ul><ul><ul><li>La situazione personale dell’alunno; </li></ul></ul><ul><ul><li>Le effettive possibilità di integrazione da parte dello studente di fronte a più debiti formativi; </li></ul></ul><ul><ul><li>La possibilità di seguire proficuamente il programma di studi nell’anno scolastico successivo; </li></ul></ul><ul><ul><li>La possibilità dell’alunno di raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline interessate; </li></ul></ul><ul><ul><li>La capacità di studiare in modo autonomo sulla base di una programmazione indicata dai docenti. </li></ul></ul>
  12. 12. Art. 8 <ul><li>Per l’ammissione agli esami di stato, i Consigli di classe procederanno ad una valutazione dello studente che tenga conto: </li></ul><ul><li>Delle conoscenze e delle competenze acquisite nell’ultimo anno di corso; </li></ul><ul><li>Delle capacità critiche, espressive e logico-linguistiche; </li></ul><ul><li>Dell’impegno per colmare eventuali lacune e raggiungere una preparazione complessiva che consenta di affrontare l’esame, anche in presenza di valutazioni non sufficienti nelle singole discipline. </li></ul>
  13. 13. Art. 9 <ul><li>Ogni Consiglio di Classe resta comunque sovrano in sede di scrutinio, essendo questo momento la fase conclusiva di un percorso coerente, condiviso e verificato in tutte le sue fasi. </li></ul>
  14. 14. Art. 10 <ul><li>La famiglia dello studente ammesso alla classe successiva “ con debito ” riceverà, nel mese di giugno, una comunicazione del Dirigente Scolastico con le motivazioni delle decisioni del Consiglio di classe, nonché un resoconto sulle carenze dell’alunno. </li></ul>
  15. 15. Art. 11 <ul><li>Nei primi giorni dell’anno scolastico successivo, il Collegio dei Docenti ed i singoli Consigli di Classe fisseranno criteri, tempi e modalità per l’attivazione degli interventi didattici finalizzati al recupero dei debiti, se non saldati autonomamente. </li></ul>
  16. 16. Art. 12 <ul><li>Il Consiglio di classe è il soggetto che, in base alle segnalazioni del docente, dichiara saldato il debito. </li></ul>
  17. 17. Art. 13 <ul><li>Il mancato saldo del debito costituisce elemento di valutazione allo scrutinio finale. </li></ul>
  18. 18. Art. 15 <ul><li>Il Consiglio di Classe, in presenza di N° 2 debiti non saldati e di un quadro culturale complessivamente positivo , può deliberare l’ammissione di uno studente alla classe successiva ; </li></ul><ul><li>Il Consiglio di Classe, in presenza di N° 2 debiti non saldati e di un quadro culturale problematico , può deliberare la eventuale non ammissione di uno studente alla classe successiva. </li></ul>
  19. 19. Criteri di attribuzione del Credito <ul><li>I Consigli di classe dei trienni liceali, nella seduta finale, valuteranno globalmente il credito scolastico e formativo dell’anno; </li></ul><ul><li>Il punteggio relativo sarà definito, a norma di legge, sulla base della media dei voti; </li></ul>
  20. 20. <ul><li>La differenza nella banda di oscillazione sarà attribuita tenendo conto: </li></ul><ul><li>Dell’assiduità </li></ul><ul><li>Dell’interesse </li></ul><ul><li>Dell’impegno </li></ul><ul><li>Della partecipazione al dialogo educativo </li></ul><ul><li>Della partecipazione ad attività complementari </li></ul><ul><li>Di eventuali crediti formativi </li></ul>
  21. 21. <ul><li>I debiti formativi non saldati comportano la scelta del punteggio minimo nella banda di oscillazione prevista per la media dei voti riportati. </li></ul>
  22. 22. Credito Formativo <ul><li>Per “ Credito Formativo ” si intende il riconoscimento di esperienze formative condotte fuori della scuola e debitamente documentate. </li></ul>
  23. 23. Attività complementari e integrative scolastiche <ul><li>Le attività complementari e integrative frequentate a scuola saranno valutate secondo le seguenti modalità: </li></ul><ul><li>Presenza almeno al 70% dell’attività; </li></ul><ul><li>Verifica finale superata con il giudizio di sufficiente/buono/ottimo. </li></ul><ul><li>Sassari, 4 giugno 2007 </li></ul>
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×