7 dì 8 maggio 2013

231 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
231
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

7 dì 8 maggio 2013

  1. 1. 1PD “7 Dì”San Donato Milanese Rassegna stampa8 maggio 2013Pubblichiamo gli articoli usciti sulla stampa locale negli ultimi 3 giorni.Realizzato dal nostro gruppo di comunicazione, questo servizio bisettimanaledi rassegna stampa vuole offrire ai visitatori del nostro sito la possibilità diaggiornarsi su quanto accade sul territorio sandonatese a livello politico,sociale, economico e sindacale.Buona lettura.Il PD di San Donato Milanese6 - 8 maggio 2013In primo piano l’articolo uscito oggi si il cittadino con il titolo:“Imu, una stangata sulle seconde case - Aumenta l’aliquota dall’8,6 per milleal 10,6, ovvero il massimo che i comuni possono applicare; rincari anche peralberghi, assicurazioni, ospedali, banche; “sconti” sui negozi di vicinato”Ne consigliamo la lettura perché il suo contenuto toccherà le tasche di molticontribuenti. Nessun esborso in più è comunque previsto per la primaabitazione per la quale l’Imu rimarrà congelata al 4 per mille.Da leggere anche le informazioni contenute nell’articolo 2 del Cittadino dioggi con le iniziative previste a San donato per domenica prossima, una“Domenica ecologica in città dove ciclisti e pedoni diventano padroni “
  2. 2. 2 FONTE: L’ECO1. I 40enni nelleCommissioni tecniche - In materia paesaggistica ed ediliziaLAmministrazione comunale di San Donato Milanese ha provveduto alla nomina degli organicollegiali tecnico-consultivi, due commissioni tecniche in materia paesaggistica ed edilizia.L età media dei nuovi componenti, sette uomini e tre donne, oscilla ira i 42 e i 43 anni, cioè tuttigiovani professionisti con un indice di preparazione molto elevato. Tra le 45 candidature pervenutein Comune. 32 uomini e 13 donne, vagliate dai funzionari dellUfficio tecnico, sono stateselezionate sette architetti. due ingegneri e un agronomo.La Commissione Paesaggio sarà composta dallingegner Dario Vanetti, con il ruolo di presidente,dagli architetti Giovanni Bua, vicepresidente, Giuliano Campatelli, Michele Di Santis, e dallagronomo Alberto Giffuri.La Commissione Edilizia. invece, vedrà al lavoro gli architetti Elena Colombo. Emilio Mancini,Annalisa Marchioni, lingegner Eugenio Coraggia e Luciana Menegazzi. Lagronoma Silvia Vigè èstata scelta come componente supplente della Commissione Paesaggio. D.P.(1 maggio)2. Silvana Fabrizio, Pd, ad Assemi LA SOSTITUISCE SERGIO SOLIMENACambio della guardia tra i banchi del Consiglio comunale nelle file del Partito democratico - SergioSolimena, primo dei non eletti alle elezioni del maggio 2012, è subentrato, nel corso della seduta digiovedì 18 aprile, a Silvana Fabrizio.Lex consigliera, per decisione della Giunta, rappresenterà il Comune di San Donato Milanesi, inqualità di presidente, nel rinnovato Consiglio di Amministrazione di Asserni. Azienda speciale sudest Milano, consorzio operativo negli gli ambiti sociale, socio :sanitario e socio-educativo cheriunisci i comuni di San Donalo, Carpiano. Cerro al Lambro. Colturano, Dresano, Melegnano. SanZenone al Lambro e Vizzolo Predabissi."Lesperienza professionale e lattività di ricerca e consulenza in materia di lavoro rendono SilvanaFabrizio la persona adatta a ricoprire il nuovo incarico al servizio della comunítà. ha affermato ilsindaco Checchi. .(1 maggio)Lunedì 6 maggio Fonte: IL CITTADINO1. SAN DONATO: Nuove povertà, Comune assediatoÈ EMERGENZA PER LA MANCANZA DI CASE POPOLARI DA ASSEGNARE ALLEFAMIGLIE CON REDDITI BASSI SPICCANO ANCHE LE DOMANDE DI LAVORO, SIPENSA DI RIAVVIARE IL PROGETTO DI ALLOGGI IN VIA TRIULZIANAAnche all’ombra dei palazzi di vetro è in crescita il numero dei poveri che si rivolge agli uffici delmunicipio per chiedere aiuto. Nel Comune che ha sempre vantato un reddito medio pro capitedecisamente più alto rispetto al circondario, e non solo, la crisi ha messo in ginocchio le fasce chefino agli anni scorsi, sebbene con qualche sacrificio, erano riuscite comunque a far quadrare iconti. Il disagio si specchia nei numeri. Nel primo trimestre del 2013 il segretariato sociale dell’enteha ricevuto 110 utenti rispetto ai 74 dei primi tre mesi del 2012, in 24 hanno lanciato un appello peril lavoro, contro i 4 dell’anno scorso e in 22 hanno lamentato grosse difficoltà economiche. Altrosegno di un disagio che è aumentato, riguarda la casa, in un hinterland che sta pagando lo scottodell’emergenza abitativa. Al trend di nuovi casi si aggiungono gli altri 400 sandonatesi che sono giàin carico ai servizi dell’istituzione. «Sono dati indubbiamente preoccupanti, anche perché tra i nuovisegnali che richiedono attenzione notiamo la presenza di pensionati, oltre alle famiglie, che sitrovano a far fronte a grosse ristrettezze», commenta l’assessore ai servizi sociali, GianfrancoGinelli, puntando l’attenzione sul panorama locale delle nuove povertà. Guardando alle strategieper far fronte ad una situazione di generale criticità, in una parentesi in cui l’attenzione è puntatasul nuovo bilancio di previsione, sottolinea: «Come Comune ci siamo assunti l’impegno, in unmomento di oggettiva difficoltà per gli enti, di non tagliare sulla spesa sociale». Tra i propositi vieneannunciata inoltre l’intenzione di rilanciare il progetto delle case popolari che fa leva sull’immobiledi via Triulziana. Intorno alla struttura che ha già alle spalle una tradizione di accoglienza, graviteràinfatti un nuovo progetto destinato sempre a fornire risposte all’alta necessità ai alloggi temporaneiper le emergenze. Si aggiunge il fermo obiettivo di saldare ulteriormente la sinergia con il riccomondo del no profit, fiore all’occhiello da sempre dei comuni del Sudmilano, che ora più che mai
  3. 3. 3rappresenta un’importante risorsa. «È già in atto - riprende l’assessore - una collaborazione con laCaritas, così come il Banco alimentare e con altre realtà del territorio attivamente impegnate nelsettore sociale, al fine di ottimizzare al massimo le risorse a disposizione, per metterle al serviziodelle fasce di cittadinanza in condizioni di difficoltà». Tra le azioni recenti, quest’inverno la Caritas,in collaborazione con la parrocchia di San Donato Martire e con una cooperativa di gestione, per laprima volta ha aperto le porte della ex casa parrocchiale, per far fronte all’emergenza clochard,grazie ad un’unione di intenti, che ha contato anche sull’impegno del Comune, attraverso lasocietà che ha in appalto il servizio di refezione scolastica, per mettere a disposizione quantoavanzato dai refettori scolastici per la cena dei senza tetto. Un’altra scommessa andata a buonfine, che troverà repliche l’anno prossimo, con i primi rigori della stagione fredda con dei progetti disolidarietà. Fonte: 7GIORNI.Info1. Patto di Stabilità. Angelo Bigagnoli, San Donato: «Spending review su ultimimargini di risparmio»Un focus sulla situazione finanziaria delle città del Sud Est Milano, alla scoperta di quanto ha inbanca il proprio Comune, se rispetta il Patto di Stabilità e cosa intende fare se dovrà intervenirecon tagli drastici. La parola ai Sindaci. «Patto rispettato nel 2012. Nel 2013, vedremo», dichiaralassessore al Bilancio, Angelo Bigagnoli. «Il problema sarà come utilizzare i nostri soldi: stiamostudiando il Decreto Paga-debiti, per sapere se sarà dato in deroga che il pagamento di questecifre non influisca sul Comune. Le nostre contromisure? Nulla di particolarmente eclatante, solouna sorta di spending review per rosicchiare quei pochi margini di risparmio rimasti. C’è chi, tra icolleghi, dice: “Sforiamo il Patto e vediamo cosa succede”: ma sono provocazioni che rischiano diportare più danni che altro. Non sappiamo cosa ci sarebbe dopo». Il Comune ha in cassa: 17milioni di euro.Marco Maccari2. Nuovo blitz della polizia locale di Milano contro l’abusivismo selvaggio presso ilcapolinea sandonatese della metropolitanaLa polizia locale di Milano è tornata nuovamente ad intervenire presso il terminal dellametropolitana di San Donato, per contrastare il fenomeno dell’abusivismo selvaggio.Nella mattinata di domenica 5 maggio, infatti, gli agenti hanno allontanato circa 200 venditori nonin regola, che si erano letteralmente assiepati nei presso del capolinea, sotto la tettoia e attorno aldeposito. Già qualche settimana fa, il terminal della MM3 era stato oggetto di un’altra significativaoperazione, che aveva praticamente fatto chiudere i battenti allo storico mercatino etnico, luogo diabusivismo e di merci di dubbia provenienza. Domenica 5 maggio, però, i venditori ambulanti sonotornati alla carica, tanto da impedire letteralmente agli autobus di raggiungere il parcheggio.Intanto, l’associazione che gestiva il “suk” ha finalmente presentato al Comune di Milano tutta ladocumentazione necessaria alla ridefinizione di una convenzione, atta a regolamentare in manieraferrea lo svolgimento dell’attività commerciale. Redazione WebMartedì 7 maggio Fonte: IL CITTADINO1. LINEA DURA SULLA SICUREZZA - Giro di vite per il “suk” del metròANNUNCIATE NUOVE VERIFICHE NEI PROSSIMI GIORNI, DALLE 2 DEL MATTINOFINO A POMERIGGIO INOLTRATO; AGENTI IN DIVISA TERRANNO L’ATTENZIONEPUNTATA SUL VIAVAI DI COMMERCIANTI E CLIENTINuovi controlli a tappeto presso il suk della M3, con allontanamento di circa 200 ambulantinell’ultimo fine settimana. Il comune di Milano prosegue con la mano dura nei confronti delmercatino della domenica che da oltre 10 anni è fonte di accese proteste da parte dei cittadini,nonché sede di risse e fenomeni di ricettazione. Gli improvvisati, che si sono aggiunti ai venditorilegati all’associazione, in passato erano arrivati a 400, ma per loro a questo punto non c’è piùspazio, in quanto la giunta di Pisapia, in accordo con l’esecutivo sandonatese, ha avviatoun’operazione sicurezza sulla zona di confine che passa proprio dall’indirizzo dove il sabato notte
  4. 4. 4viene allestito il mercatino multietnico. Anche in questo caso gli interventi della polizia locale sonoiniziati alle 2 e sono proseguiti per ore, come è avvenuto in un altro blitz organizzato a metà aprilecon ore e ore di verifiche accurate. In particolare, nel corso degli accurati sopralluoghi i vigili sisono fatti consegnare dagli ambulanti tutta la documentazione, attualmente al vaglio presso gliuffici del municipio, che servirà a ridefinire gli accordi con la convenzione. L’obiettivo del restoespresso dall’assessore milanese alla sicurezza Marco Granelli è chiaro: il suk dovrà diventareluogo di libero scambio, uno spazio insomma per il baratto, anche se viene lasciata aperta unapossibilità riguardo esclusivamente la vendita di merce di «evidente proprietà». Niente più oggettiquindi di dubbia provenienza sui banchetti dove anni fa una signora riconobbe la sua tuta da subche gli era stata rubata in casa dai ladri. Per il tratto di confine di competenza milanese, che siaffaccia però sul territorio di San Donato, si prospettano novità. Anche perché l’allestimentoselvaggio, oltre a comportare una serie di noti disagi, aveva iniziato anche a creare difficoltà allacircolazione degli autobus. Il primo cittadino Andrea Checchi esprimendo un nuovo plauso aicolleghi della metropoli, torna con l’occasione a ricordare che le azioni messe in atto a tutela dellalegalità «significano un cambio di passo nella gestione dell’area della metropolitana, frutto di unasinergia tra le due amministrazioni». Si parla già di nuove verifiche che avranno luogo sempre apartire dalle 2 del mattino, fino a pomeriggio inoltrato, con agenti in divisa che terranno l’attenzionepuntata sul viavai di commercianti e clienti, al fine di garantire ordine e rispetto delle regole. Il tuttoin attesa delle nuove disposizioni che dovrebbero dare una svolta all’appuntamento settimanaleche ha fatto a lungo discutere, con ripetuti solleciti da parte dei sindaci che si sono succeduti aivertici dell’ente sandonatese. Sviluppi a questo punto non dovrebbero farsi attendere e certo, giàcon l’allontanamento degli improvvisati, i più attenti che frequentano la zona si sono resi conto chequalcosa sta cambiando.2. Nasce un comitato per Renzi su iniziativa dell’assessore GinelliUn comitato per Matteo Renzi a San Donato al fine di saldare la rete tra sostenitori della zona chesi era creata prima dell’appuntamento alle urne in occasione delle consultazioni primarie. Nato daun’idea del democratico Gianfranco Ginelli, che siede in giunta con delega ai servizi sociali, ilsodalizio politico del territorio si aggancerà al movimento già in atto nel Sudmilano con l’intenzioneda parte dei promotori di portare avanti la maratona che li aveva visti in campo nel periodo caldonel duello contro i bersaniani. I militanti locali hanno già organizzato un gruppo sul social networkFacebook (SDM adesso cambiamo per Matteo Renzi), al fine di creare un’opportunità di confrontoche passa dalla rete, dove è presente anche una pagina che comprende tutto il Sudmilano. Lostesso Ginelli, ricorda: «Ho promosso questa iniziativa in quanto, in un momento in cui tutti stannoattendendo di capire cosa accadrà nei futuri scenari, noi non vogliamo stare ad aspettare; abbiamovoglia di iniziare da subito a metterci al lavoro con l’obiettivo di aprire un modo di fare politica cheguardi con massima apertura verso l’esterno». Ricordando che le prospettive non mancano,conclude: «Saldamente agganciati al comitato del Sudmilano organizzeremo iniziative ed eventicon l’intento di promuovere lo scambio di idee e far conoscere il lavoro che stiamo affrontando;forniremo costanti aggiornamenti e cercheremo di far conoscere le iniziative che si terranno neicomuni di questo tratto di hinterland» Giu. Ce.3. Benemerenze, si aprono le candidature dei più “virtuosi”Civiche benemerenze: ciascun sandonatese può già iniziare a presentare eventuali candidature dicittadini virtuosi. Gli interessati dovranno presentare il proprio nominativo al protocollo entro il 31maggio; la decisione finale sui benemeriti spetterà alla commissione affari istituzionali. I preparativisi concluderanno nel giorno della festa del patrono: dalla sala consigliare si alzerà un applausodedicata ai campioni di umanità che si sono distinti per l’impegno dedicato alla comunità locale.4. Manifestazione per chiedere nuove ciclabili nel SudmilanoPer un collegamento ciclopedonale tra San Donato e Peschiera, per una rete di corridoi protettifinalizzata a consentire ai pendolari del Sudmilano di muoversi in sella. Il Wwf, ieri, ha aderito alla“Manifestazione per la mobilità nuova”, che è partita nel pomeriggio vicino alla centrale di Milano.«Poter decidere di andare in bicicletta - hanno dichiarato gli ambientalisti - è il primo passo versoun radicale cambio di stili di vita, soprattutto in pieno Parco agricolo sud Milano».
  5. 5. 55. Nel Sudmilano irrompe il cinemaLA “FESTA” SBARCA ANCHE A SAN GIULIANO E A SAN DONATO LA KERMESSEIN PROGRAMMA SU SCALA NAZIONALE DA DOMANI AL 16 MAGGIO: TANTE LEPROIEZIONI E GLI EVENTI IN AGENDAFilm d’autore, cortometraggi, “svisti”, incontri con registi e autori. La Festa del cinema, lamanifestazione organizzata su scala nazionale in programma da domani al 16 maggio, permetteràanche agli spettatori sudmilanesi di assistere a un programma ricco e variegato. L’ospite d’onoresarà Luigi Lo Cascio, protagonista di tanti film di successo come I cento passi, La meglio gioventù,Buongiorno notte e Romanzo di una strage. L’attore siciliano interverrà venerdì 10 al cinemaAriston di San Giuliano Milanese in concomitanza con la proiezione del film La città ideale, cheresterà in programmazione fino al 14. Il film, presentato all’ultimo Festival di Venezia, segnal’esordio di Lo Cascio come regista. Di prestigio anche gli appuntamenti in scena presso ilmultisala Troisi di San Donato Milanese. Con ingresso a soli 3 euro, gli spettatori potrannoassistere a cinque proiezioni e partecipare a incontri con registi e produttori. Si parte oggi (doppiaproiezione, alle ore 16 e alle ore 21.15) con L’ultimo pastore, film- documentario che racconta lavita nomade dell’ultimo pastore della Lombardia. L’opera è diretta da Marco Bonfanti e prodotta daAnna Godano, che saranno presenti durante il dibattito serale. Nel pomeriggio, dopo la proiezione,sarà presentato invece il libro Occhi del sogno di Giancarlo Stoccoro. Appuntamento per i bambinisabato 11 (ore 16): in programma Le avventure di Zarafa, film con animazione a cura dellaCompagnia della MagaLuna. Lunedì 13 (ore 21.15) sarà la volta di Un giorno devi andare, un altropiccolo gioiello firmato da Giorgio Diritti (che incontrerà poi gli spettatori al termine dellaproiezione), autore di altri film importanti come Il vento fa il suo giro e L’uomo che verrà. Mercoledì15 (ore 21.15) i registi Lorenzo Ceva Valla e Mario Garofalo presenteranno Ainom, la storia di unex guerrigliera scappata in Italia dall’Eritrea. Si tratta di un’opera misconosciuta in Italia, ma che èdiventata un vero caso cinematografico all’estero, in particolare in Cina, dove ha vinto il primopremio allo Shanghai International Film Festival. L’ultimo appuntamento è fissato per sabato 16(ore 21, ingresso gratuito) con Alla luce del sole, film di Roberto Faenza sulla storia di padre PinoPuglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia nel 1993. L’evento è promosso all’interno del progetto sullalegalità promosso dal comune di San Donato Milanese. Durante la Festa del cinema a ogniproiezione sarà abbinato un cortometraggio selezionato dalla Fice, la Federazione italiana cinemad’essai). Fonte: MILANO TODAY1. WWF in piazza per le nuove ciclabiliPer un collegamento ciclopedonale tra San Donato e Peschiera e per una rete di corridoi protettiIl WWF ha aderito nella giornata di lunedì alla “Manifestazione per la mobilità nuova”, che è partitanel pomeriggio vicino alla centrale di Milano.Annuncio promozionaleObiettivo della manifestazione reclamare a gran voce la necessità di una rete di corridoi protettitramite cui i pendolari del sud Milano si possano muovere in sella, con l’obiettivo di sostenere einnescare un radicale cambio di stili di vita, soprattutto in pieno Parco agricolo sud Milano. FuturaMarchesi 7 maggio 20132. Un comitato pro Renzi a San DonatoNel comune del sud Milano, nasce su idea dellassessore Gianfranco Gianelli un comitato proRenziFutura Marchesi 7 maggio 2013Un comitato per Matteo Renzi a San Donato con l’obiettivo di saldare la rete tra sostenitori dellazona che si era creata prima dell’appuntamento alle urne in occasione delle primarie.Il movimento nasce da un’idea del democratico Gianfranco Ginelli, che siede in giunta con delegaai servizi sociali, il sodalizio politico del territorio si collegherà al movimento già in atto nel sudMilano con l’intenzione di portare avanti la maratona che li aveva visti in campo nel periodo diduello contro i bersaniani.I militanti locali hanno già organizzato un gruppo su Facebook “SDM adesso cambiamo per MatteoRenzi” volto a creare un’opportunità di confronto che passi anche dalla rete.Futura Marchesi 7 maggio 2013
  6. 6. 63. Una domenica “particolare”: tutti a piedi per sceltaIl blocco del traffico previsto per il 12 maggio è stato trasformato in un invito a lasciare le auto neibox, partecipando al ricco programma di iniziative organizzate“Questa domenica lasciamo le auto ferme nei box”. L’Amministrazione sandonatese, nell’ambitodell’adesione all’iniziativa DomenicAspasso lanciata dal Comune di Milano, ha deciso ditrasformare il blocco del traffico in un invito ai cittadini a scegliere i mezzi di mobilità dolce percontribuire a realizzare, con cadenza mensile, una giornata all’insegna dell’ambiente,sperimentando i benefici della città “svuotata” dai veicoli a motore.A maggio il giorno scelto per dare ospitalità ai pedoni e ai ciclisti è domenica 12.Diverse le iniziative promosse in città per rendere più facile la decisione di rinunciare all’usodell’auto. Su piazza della Pieve e in via Libertà, da mattina a sera, dalle 9.00 alle 19.00, si terrà lamanifestazione “Italia in mostra”, spazio a stand di prodotti enogastronomici e artigianali abbinata alaboratori, esibizioni musicali e di artisti di strada.Dal parco Mattei, in mattinata, per i cultori della “geografia urbana” e per quanti sono curiosi disapere qualcosa in più sul luogo in cui vivono partirà la visita guidata alla scoperta delle perlearchitettoniche cittadine dal titolo “Via! Vai & Fai San Donato”. Infine dalla Stazione delle Biciclettein piazza IX novembre 1989 alle 14.15 prenderà il via l’edizione 2013 di Bimbimbici, eventopromosso dalla Federazione italiana amici della bicicletta. Il serpentone di pedalatori si aggireràper le vie di San Donato fino a giungere all’oasi Levadina in via Venticinque Aprile.“Domenica sarà la seconda delle sette domeniche a piedi promosse per dare un forte segnale disensibilizzazione rispetto ai temi dell’inquinamento atmosferico e della mobilità eco-compatibile.Per elevare la condivisione all’iniziativa abbiamo deciso di trasformare il blocco del traffico in uncaloroso invito a lasciare le auto nei box, offrendo così a ciascun sandonatese la possibilità discegliere se diventare parte attiva nel processo virtuoso di promozione in città di uno stile di vitamaggiormente rispettoso dell’ambiente” ha spiegato il Sindaco insieme a Simona Rullo,Vicesindaco con delega alla mobilità. Futura Marchesi 7 maggio 2013Mercoledì 8 maggio Fonte: IL CITTADINO1. IL BALZELLO Imu, una stangata sulle seconde caseAUMENTA L’ALIQUOTA DALL’8,6 PER MILLE AL 10,6, OVVERO IL MASSIMO CHE ICOMUNI POSSONO APPLICARE; RINCARI ANCHE PER ALBERGHI,ASSICURAZIONI, OSPEDALI, BANCHE; “SCONTI” SUI NEGOZI DI VICINATOVola l’Imu sulla seconda casa, che passa dal 8,6 per mille del 2012 al 10,6, toccando il tettomassimo che i comuni possono applicare. Al tempo stesso l’imposta rincara anche per alberghi,assicurazioni, ospedali, banche e categorie simili, che passano dal 9,8 dell’anno scorso al 10,6,ovvero l’alioquota applicata anche alle aziende. Nessun esborso in più è invece previsto per laprima abitazione, con Imu congelata al 4 per mille (in attesa delle decisioni in materia del governo),mentre l’imposta diventa meno salata per i negozi di vicinato con una contrazione dall’8 al 7,6 chetiene conto dei momenti di oggettiva difficoltà lamentata dai commercianti alle prese con la crisi econ la concorrenza di supermercati.In realtà le prospettive contenute nella prima stesura delbilancio di previsione prevedevano balzelli più morbidi rispetto agli aumenti dell’imposta definiti inseconda battuta. Rispetto alla bozza di fine marzo, correttivi urgenti sono stati infatti imposti daitagli in termini di entrate previsti dal Decreto Legge per il pagamento urgente dei debiti dellapubblica amministrazione, emanato nella prima decade di aprile, che ha cambiato le carte intavola. In pratica se in un primo tempo i proventi della Tares, pari a 800mila euro, dovevanorimanere in Comune, alla luce delle nuove disposizioni il gettito verrà versato allo Stato. La corsaai ripari, come era stato preannunciato, ha significato innanzitutto una revisione delle aliquote.«Non è stata toccata la prima casa - sottolinea l’assessore alla partita Angelo Bigagnoli -, mentreper quanto riguarda la seconda casa sono previsti sgravi nel caso sia abitata da parenti di primogrado o se affittata a canone concordato». E, guardando all’assetto di conti nel suo complesso,aggiunge: «Siamo riusciti a non tagliare i servizi, con un occhio in particolare rivolto alle famiglie ealle fasce di cittadinanza in maggior difficoltà».A questo punto lo schema che guarda alle strategieche la squadra di governo ha messo nero su bianco è di fatto pronto, con tanto di modifiche perrestituire un equilibrio al fine di compensare la forbice che ha messo a soqquadro le prime stesure
  7. 7. 7di bilancio dei Comuni. Certo, visto il dibattito che sta infiammando la politica a livello nazionale,resta un interrogativo aperto: cosa succederà se il Comune di San Donato non dovesse piùincassare l’Imu sulla prima casa? «È sufficiente dire - spiega l’assessore - che significherebbe 3milioni di euro meno di entrata, oltre ai consistenti tagli già applicati».Tornando alle azioni perrestituire un equilibrio alla tabella di numeri, è stata fatta slittare di qualche mese anchel’internalizzazione dei servizi attualmente in mano ad Acs a cui si sommano altre strategie che intempi di spending revew hanno limato al massimo le spese. Per citare due esempi, i verticidell’ente parlano di «spese di rappresentanza ridotte a 1500 euro e spese di consulenza intorno ai6mila euro».2. Domenica ecologica, anche in città ciclisti e pedoni diventano padroniNiente multe per chi si metterà al volante, ma in vista della domenica ecologica programmata nellametropoli l’amministrazione di centrosinistra consiglia di lasciare l’auto in garage. Con l’occasione isandonatesi che decideranno di trascorrere una giornata ecologica, a piedi o in bicicletta, potrannocogliere una serie di opportunità in programma.Tra le iniziative, in piazza della Pieve e in viaLibertà dalle 9 alle 19 si terrà la manifestazione “Italia in mostra” (a disposizione solo in piazzaanche venerdì e sabato), con la presenza di stand enogastronomici, prodotti artigianali, nonchélaboratori, esibizioni musicali e artisti di strada. Altro evento, promosso dal Fai (Fondo ambienteitaliano), dedicato a coloro che vorranno saperne di più sugli angoli maggiormente suggestivi delterritorio, partirà alle 10 dal Parco Mattei con una visita guidata dal titolo “Via! Vai & Fai SanDonato”. Mentre alle 11 all’angolo tra via Cesare Battisti e via Matteotti si terrà l’inaugurazionedella sede del gruppo di Protezione civile, collocata nel retro dell’edificio che ospita la scuolaelementare. Inoltre dalla Stazione delle Biciclette in piazza IX novembre alle 14.15 prenderà il vial’evento Bimbimbici, promosso dalla Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta): il gruppo simuoverà per la strade della città fino all’oasi Levadina in via Venticinque Aprile.Spetterà a questopunto ai cittadini decidere se dare un segnale a favore dell’ambiente nel corso di una giornata riccadi proposte per tutti. G. C.3. Una “due giorni” per conoscere le attività della croce rossaNel week end i sandonatesi potranno entrare nel vivo delle attività promosse dalla Croce Rossa. Ildoppio appuntamento per tutti i cittadini del territorio che vorranno cogliere l’opportunità diconfrontarsi con i volontari e di saperne di più sulle iniziative che partono dalle sede di via CroceRossa al civico 6, è fissato per i giorni di sabato e domenica a partire dalle 10 fino alle 18. Le portedella storica realtà saranno aperte a visitatori e aspiranti nuove leve che coglieranno l’occasione inprogramma.4. Via questa sera alle celebrazioni nella parrocchia di via Di VittorioParrocchia dell’Incarnazione in festa. Gli eventi della festa 2013 di via Di Vittorio iniziano staseraalle 21 con un momento di preghiera e ladorazione eucaristica. Il clou sarà nel fine settimana:venerdì, dalle 21, rappresentazione teatrale “Piccole luci dell’infinito” di Angelo Franchini; sabatoserata di canti irlandesi. Messa solenne domenica alle 10.30, con il ricordo del decimo anniversariodi ordinazione di don Dario Bolzani. A seguire pranzo comunitario attività in oratorio. Lunedì seraMessa per i defunti.5. Cresce ancora Twenty’z radio, ci sono 4 canali di musica in piùCresce il progetto targato Twenty’z Radio con quattro nuovi canali, a cui si può accedere dallahome page dell’emittente in streaming sul web. Innanzitutto il panorama si arricchisce con «Tuttorock», nonché «Tutto Italia», e altri due canali appena decollati di cui uno dedicato alla produzioneindipendente. Non solo. Lo staff di giovani volontari del Sudmilano, che ha dato seguitoall’avventura nata da un’idea di Matteo Castelnuovo e alcuni amici, ha allacciato nuove sinergiecon altri gruppi di ragazzi, sempre con l’obiettivo di fare rete attraverso la passione per la musica el’informazione. È nata una collaborazione con l’associazione Waoh di Torino, impegnata nellarealizzazione di un libro ricco di scatti dedicati alla musica indipendente. Insomma, dopo tantieventi ben riusciti, l’entusiasmo resta alto. Dietro le quinte: un gruppo di volontari decisi,nonostante le difficoltà, a far crescere un’avventura che continua a puntare all’obiettivo diaffermarsi come voce del Sudmilano. Certo, anche se i momenti non sono dei migliori, se ci
  8. 8. 8fossero sponsor, la pubblicità potrebbe fare manforte. Così come le porte restano aperte aivolontari che voglio unirsi al gruppo. Intanto il patto con gli ascoltatori è stato rinforzato. Fonte: QUINDICI1. Per Farmacie comunali,sono in arriva delle novitàSecondo il Sindaco Andrea Checchi si dovrebbe essere ormai in dirittura di arrivo per lagestione delle farmacie comunali. In una recente dichiarazione il primo cittadino di SanDonato Milanese ha affermatato che entro fine giugno dovrebbe essere costituita la nuovaazienda di gestione. É poi incorso una serie di colloqui per verificare leventualità diiniziative comuni con San Giuliano Milanese per "creare sinergie - sono sempre parole diChecchi - per alcuni ambiti come potrebbero essere la fornitura di medicinali. Il tutto però conuna gestione autonoma".

×