Your SlideShare is downloading. ×
7 dì   13 marzo 2013
7 dì   13 marzo 2013
7 dì   13 marzo 2013
7 dì   13 marzo 2013
7 dì   13 marzo 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

7 dì 13 marzo 2013

145

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
145
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. PDSan Donato Milanese “7 Dì” Rassegna stampa13 marzo 2013Pubblichiamo gli articoli usciti sulla stampa locale negli ultimi 3 giorni.Realizzato dal nostro gruppo di comunicazione, questo servizio bisettimanaledi rassegna stampa vuole offrire ai visitatori del nostro sito la possibilità diaggiornarsi su quanto accade sul territorio sandonatese a livello politico,sociale, economico e sindacale.Buona lettura. Il PD di San Donato Milanese 11 / 13 marzo 2013Le notizie di questi giorni non sono molte e pertanto abbiamo inserito alcuniarticoli di puro taglio informativo come quello inerente Banca Intesa che havarato l’orario continuato e terrà gli sportelli aperti fino alle 20 (Il Cittadino –martedì – art. 2) o la festa dell’equinozio al mulino di Chiaravalle (Il Cittadinomercoledì - art. 2).In primo pianoDue notizie di iniziative sociali attuate dal comune : 1. una misura anti-crisi: le Carte Argento e Carte Famiglia per sconti in negozi cittadini convenzionati (Milano Today - Lunedì, Il cittadino- martedì - art. 1 e 7GIORNI.info mercoledì) 2. L’annuncio da parte dai Servizi Sociali del bel progetto “spazio compiti” destinato a conciliare i tempi delle famiglie, prevenire il disagio giovanile e sostenere lo studio. La iniziativa frutto di una proposta dell’assessore Ginelli e sarà attuata in via sperimentale ad aprile e a maggio (mercoledì - MilanoToday – art.1). 1
  2. Lunedì 11 marzo Fonte MILANO TODAY 1. Carte Argento e Famiglia nelle tasche dei sandonatesiLe due tessere sconto destinate a over 65 e nuclei famigliari con figli minorisaranno recapitate direttamente presso il domicilio dei titolariSaranno 11.180 le tessere recapitate a partire da oggi 11 marzo direttamente presso il domicilio dialtrettanti cittadini sandonatesi. Le Carte Argento, destinate agli over 65, e le Carte Famiglia, per inuclei famigliari con figli minori, danno diritto a unampia gamma di offerte nei negozi della città.Sono 45 gli esercizi commerciali a San Donato che hanno aderito alliniziativa prevedendo scontiper i titolari delle tessere promosse dellAmministrazione comunale. I punti vendita che hannoaderito sono riconoscibili grazie alle apposite vetrofanie distribuite proprio in questi giorni. Traquesti figurano ristoranti, bar, negozi, alcuni supermercati tra cui il punto vendita CRAI di ViaTrieste dove i possessori della carta avranno diritto ad uno sconto pari al 10% o ancoragastronomie, tra cui Meriggi gastronomica in Via Martiri di Cefalonia, 6 in cui i clienti potrannoavere uno sconto del 6%. La lista degli sconti è in costante aggiornamento e può essere visionatasul sito istituzionale dellEnte www.comune.sandonatomilanese.mi.it.Con questa iniziativa - hanno dichiarato Chiara Bacchiega, Assessore al Commercio, eGianfranco Ginelli, Assessore alle Politiche Sociali - vogliamo offrire un contributo concreto peragevolare gli acquisti in città, combattendo da un lato il problema di liquidità delle famiglie e deglianziani fortemente ridotta dalla crisi e dallaltro provando a contenere la concorrenza dei grandicentri commerciali che rischiano di strozzare lattività dei negozi tradizionali di vicinato. A questiultimi rivolgiamo un sentito ringraziamento per lattenzione e la disponibilità dimostratenellaccogliere il nostro progetto".Martedì 12 marzo Fonte: IL CITTADINO 1. Per le famiglie e per gli anziani via agli scontisullo shoppingCARO VITA DECOLLA IL PROGETTO DEL COMUNE A FAVORE DELL’ECONOMIALOCALEParte a San Donato l’operazione Carte Argento e famiglia. In distribuzione 11.180 tessere peracquisti agevolati ai residenti che hanno più di 65 anni e ai nuclei familiari con figli minori a carico.Un modo di sostenere tre diversi obiettivi: le possibilità di acquisto dei pensionati, quelle dellefamiglie in cui i figli dipendono totalmente dal reddito dei genitori, e infine il commercio di vicinatolocale che deve sfidare la grande distribuzione. Secondo l’anagrafe chiusa a dicembre l’operazioneCarta D’Argento andrà a beneficio di 7.343 persone, i residenti nella città dell’Eni che hanno più di65 anni e quindi o sono già in pensione oppure sono prossimi a farlo. Da zero a quindici anni, inetà inferiore alla secondaria di secondo grado, ci sono 4.838 minorenni. Per arrivare ai 18 annibisogna aggiungere altri 900 ragazzi delle superiori. Quindi cinquemila famiglie, più o meno,interessate dal format Carta famiglia. É questo il bacino al quale guarda l’iniziativa per la quale èprevisto il recapito a domicilio. Gli assegnatari della tessera non devono andare in municipio o inun altro punto di consegna. L’operazione di distribuzione delle carte durerà una settimana salvoimprevisti. La sostanza del progetto sta nella convenzione fra comune e commercianti per gliacquisti scontati in 45 esercizi commerciali ubicati in città, che offrono un’ampia possibilità diacquisto in diverse categorie merceologiche fondamentali. I negozi sono riconoscibili dallelocandine adesive collocate all’ingresso. Gli esercizi con l’adesivo vanno dai centri estetici ai baralla floricoltura, passando per i parrucchieri e gli ottici. Ci sono anche spazi fitness, ristoranti,cartolerie, negozi di prodotti per animali, tappezzieri, alimentari, chiropratica, estetica: insomma unpo’ di tutto con una riduzione di prezzo che mediamente oscilla, per i possessori di tessera, attornoal 15 per cento rispetto al prezzo intero. L’elenco completo dei punti vendita convenzionati èscaricabile sul sito istituzionale del comune, in modo da rendere il processo il più semplicepossibile. Secondo l’immagine proiettata dall’anagrafe dell’anno scorso i neopensionati e gli over65 a San Donato sono il 22 per cento della popolazione totale, pari a 32.781 persone. La fascia digran lunga più forte è quella 15-64enne, con 20.600 iscritti all’anagrafe pari al 62 per cento. Ipensionati a San Donato risultano un po’ meno che altrove (a Milano stessa, o Melegnano) per 2
  3. l’abitudine di tornare alla regione d’origine di chi ha lavorato nell’indotto Eni. «Con questa iniziativa- dichiarano Chiara Bacchiega e Gianfranco Ginelli, rispettivamente assessori a politiche delcommercio e sociali, che hanno creduto nel progetto e lo hanno sostenuto e curato fino a renderlopossibile - vogliamo mettere in campo uno strumento concreto da un lato per agevolare gli acquistiin città, dall’altro per sostenere i redditi di alcune famiglie e degli anziani, particolarmente indifficoltà oggi». 2. Filiali “no stop” nel Sudmilano: Intesa vara l’orario continuatoDA IERI A SAN DONATO, PESCHIERA, PAULLO E MELEGNANO SPORTELLIAPERTI FINO ALLE 20Sbarca anche nel Sudmilano la “banca estesa” del gruppo Intesa San Paolo. Ci sono anche le sedidi San Donato Milanese piazzale Supercortemaggiore; Peschiera Borromeo via Giovanni XXIII,Melegnano via Roma 1 e Paullo via Mazzini 23 nell’elenco delle 68 nuove filiali lombarde che daieri, 11 marzo, e via via nei prossimi giorni, adottano il cambiamento d’orario extralarge.Aperturadalle 8.05 alle 20 dal lunedi al venerdi (intervallo dalle 13.30 alle 14.30 dove applicato), ed ilsabato dalle 9 alle 13 senza pausa. Non ci sono novità in termini di orario prolungato invece perl’area lodigiana. Per quanto riguarda Lodi città probabile che dal 20 aprile, una volta chiusi glisportelli dell’ex Cariplo di via Garibaldi e di via Cadamosto, si proceda a un progetto di orari nostop. Con i nuovi 68 sportelli, salgono a 92 le sedi Intesa San Paolo lombarde che fanno proprio unmodello mitteleuropeo di servizi alla clientela.La previsione è di arrivare a 500 filiali nel progettoentro fine anno. Banca estesa viene infatti presentata dal più grande gruppo bancario italianocome una mossa che in qualche modo è analoga a quanto fatto dalla grande distribuzionecommerciale.Prudenti per ora i sindacati interni, che attendono di capire come la sperimentazionedell’orario prolungato si innesti sul piano di razionalizzazione degli sportelli, ancora frutto delmatrimonio Intesa-San Paolo Imi. L’orario esteso significa che la filiale apre alle 8.05 (la cassa alle8.15), chiude alle 13.30 nelle sedi che prevedono pausa; riapre alle 14.30 e termina alle 19.30.«Significa rispondere ai cambiamenti degli stili di vita e di lavoro - spiega il management dellaholding San Paolo Intesa -. Al tempo stesso la banca punta al miglioramento dell’organizzazionedel lavoro nelle filiali. Il piano delle aperture extra nel Sudmilano è il seguente: Melegnano viaRoma 1, orario esteso a partire dal 18 marzo, 8.05-13.30/14.30-20 (feriale), 9-13 (sabato); Paullovia Mazzini 21/23, orario dal 2 aprile, 8.05-13.30/14.30/20 (feriale); 9-13 (sabato); PeschieraBorromeo via Giovanni XXIII 15, orario dal 25 marzo, 8.05-13.30/14.30-20 (feriale), 9-13 (sabato);San Donato Milanese p.le Supercortemaggiore 2, orario esteso dal 25 marzo, 8.05-20 (feriale); 9-13 (sabato). Fonte MILANO TODAY 1. Nuovo stadio Inter. Associazioni ambientaliste in protestaAssociazioni Da ormai diverso tempo è di dominio pubblico che il nuovo stadio dellInter potrebbesorgere nel comune di San Donato nella zona collocata vicino allabbazia di Chiaravalle laddoveoggi cè la cascina di San Francesco dellAccessio. Oggi le principali associazioni ambientalistesegnalano che il territorio che potrebbe diventare terreno ospitante per il nuovo stadio si inseriscenel parco della Vettabbia, in quella zona del Parco agricolo sud Milano un tempo nota come Valledei Monaci che da Corvetto si estende fino al monastero di Viboldone.Questarea è oggetto di un progetto di rilancio turistico da parte della Provincia di Milano in quantocaratterizzata da molteplici punti di interesse storico e religioso, ecco perché diversi gruppiambientalisti e diversi cittadini, da sempre attenti alla tutela del parco, si stanno sollevando inprotesta.In particolare si sono esposte alcune associazioni ambientaliste tra cui Parco Sud di Milano,Salviamo il Paesaggio, WWF e Italia Nostra, specificando che non sono contrarie al progetto maalla scelta della location che ha da sempre una vocazione del tutto diversa.Nelle ultime settimane si sono rincorse voci sulla possibile scelta di territori alternativi a SanDonato, come Rho o Assago, per destinare il nuovo progetto dellInter, tuttavia negli ultimi giornisembra che lipotesi maggiormente percorribile resti ancora il comune di San Donato milanese. 3
  4. Mercoledì 13 marzo Fonte 7 GIORNI.Info 1. Carte Argento e Carte Famiglia: a San Donato una misura anti-crisiLunedì 11 marzo, lAmministrazione comunale di San Donato Milanese ha dato il via alladistribuzione – che durerà circa una settimana – di 11.180 tra Carte Argento, destinate agli anzianicon più di sessantacinque anni, e Carte Famiglia, indirizzate alle famiglie con figli minorenni. Talicarte danno diritto a unampia gamma di offerte e sconti presso diversi negozi del Comune di SanDonato.Si contano quarantacinque esercizi commerciali che hanno già aderito alliniziativa promossadallAmministrazione comunale. Essi saranno presto riconoscibili anche grazie allesposizione diapposite vetrofanie. È inoltre possibile consultare la lista degli sconti a cui danno diritto tali cartesul sito istituzionale del Comune di San Donato (www.comune.sandonatomilanese.mi.it).Gli assessori Chiara Bacchiega e Gianfranco Ginelli hanno dichiarato che tale iniziativa da un latoha lo scopo di contrastare la perdita di liquidità delle famiglie e degli anziani dovuta alla crisi,dallaltro è volta a contenere la concorrenza dei centri commerciali che rischiano di schiacciare itradizionali negozi del vicinato. Redazione Web Fonte: IL CITTADINO 1. Policlinico, il parcheggio scoppia: gli stalli adesso non bastano piùNUOVE PROTESTE L’AREA È INSUFFICIENTE E GLI AUTOMOBILISTI INVADONOANCHE I CAMPIParcheggi selvaggi al Policlinico di San Donato, nuove proteste contro la “maratona” che toccafare dall’automobile all’accettazione. Mentre la direzione dell’ospedale puntualizza: «Possibileentro il 2013 un accordo col Comune per l’estensione dell’area sosta». Nei giorni scorsi alcuniutenti sono tornati a puntare il dito sulle carenze dell’accesso auto al Policlinico di piazza Malan.Carenze che stanno soprattutto in due fattori: i parcheggi non bastano per tutti, e i più lontani sonopraticamente... a San Giuliano. Gli spazi esterni all’ospedale sono sviluppati soprattutto nel sensonord-sud, cioè in lunghezza, e sono quasi tutti concentrati dalla parte di piazza Malan visto che dallato opposto, in via Morandi, gli stalli auto risultano in numero piuttosto modesto. In realtà conl’ampliamento del 2009, quando venne inaugurato il “nuovo” Policlinico (il padiglione verso lacampagna) ci fu una cospicua estensione di riquadri per mettere giù le macchine. Venne asfaltatapraticamente tutta l’area che va dal pronto soccorso al canale scolmatore, non lontano dal ParcoNord. Andare oltre in zona sud non si può, perchè bisognerebbe fare parcheggi sopra il deviatoredel Redefossi.Le estensioni sono possibili solo verso est, nei terreni che ancora stanno fra la strada perCarpianello e l’inizio del comune di San Donato. Il punto fermo è comunque che l’area attrezzatanon basta più per tutta la gente che si reca al Policlinico. Come a Vizzolo Predabissi, vicino aMelegnano, la gente ha cominciato a parcheggiare sugli sterrati che delimitano i fondi agricoliancora rimasti in questo margine della città Eni. Alcuni utenti lamentano anche il problema dellamanutenzione carente: tra lo sterrato e la strada bisogna salire un marciapiedi, il che significarischiare di rimetterci il semiasse ogni volta.La direzione del plesso del gruppo ospedaliero Rotelli rivela però che qualcosa si muove. Perquanto dalle finestre del Policlinico si veda un’immensa spianata di cemento, con il Comune si staragionando sugli ampliamenti: «È possibile definire un accordo con il Comune di San Donato entrol’anno - spiega infatti Andrea Mecenero, amministratore delegato dell’ Irccs - naturalmente dovràessere una soluzione condivisa fra tutti.” 2. FESTA DELL’EQUINOZIO - Al Mulino di Chiaravalle incomincia la primaveraDall’equinozio del 21 marzo al pranzo pasquale al Mulino fino alla caccia all’uovo, si apre lastagione degli appuntamenti di primavera presso il mulino di Chiaravalle, a due passi da SanDonato. Le proposte per la creatività e il tempo libero, coordinate da Koinè Cooperativa socialeonlus, si aprono giovedì 21 marzo con la festa per l’equinozio primaverile: appuntamento dalle19.30 con un evento che avrà al centro la semina dei campi e degli orti, con la possibilità diseminare direttamente la terra. Seguirà degustazione di biocatering. Giovedì 28, venerdì 29 emartedì 2 aprile il Mulino di Chiaravalle funzionerà dalle 8.30 del mattino alle 17.30 come centro 4
  5. didattico pasquale per bambini, informazioni a info@koinecoopsociale.it. Domenica 31 marzo è inprogramma il pranzo di Pasqua al mulino, per gustare la pace dell’ambiente monastico. L’iniziativaè organizzata presso il bar dell’abbazia cistercense. Lunedì primo aprile, dalle 15, quarta edizionedella caccia all’uovo nei giardini del complesso monastico. L’iniziativa è consigliata per bambini dai4 anni in su, accompagnati dai genitori. Nel pomeriggio si svolgeranno anche laboratori a tema sulriciclo creativo, utilizzando materiali quotidiani. I giorni 12, 13, 26 e 27 aprile Koinè propone infineun corso base di panificazione casalinga in quattro lezioni. Per iscrizioni e informazioni:02/42292265, info@koinecoopsociale.it. Fonte: MILANO TODAY 1. Alle medie di San Donato arriva lo “spazio compiti”Il progetto, promosso in via sperimentale, si articolerà su due appuntamenti settimanali condotti daeducatori specializzati. Particolare attenzione sarà dedicata ai ragazzi con DSAConciliare i tempi delle famiglie, prevenire il disagio giovanile e sostenere lo studio. Questi gliobiettivi ai quali punta il progetto promosso dall’Amministrazione comunale di San Donato dal titolo“Una scuola per tutti”.L’iniziativa, curata dai Servizi Sociali dell’Ente e proposta in via sperimentale ad aprile e a maggio,darà vita a uno spazio compiti aperto due volte a settimana agli alunni delle scuole medie dellacittà. I ragazzi, il martedì e il venerdì pomeriggio, sia in via Gramsci che in via Agadir, sarannoaiutati a svolgere i propri compiti da educatori di cooperative specializzate nel settore chealterneranno attività ricreative e sportive a quelle didattiche, rivolgendo un’attenzione particolareagli studenti con DSA, disturbi specifici dell’apprendimento e a quelli delle terze in preparazionedell’esame di fine anno.L’iniziativa è rivolta agli studenti, sia residenti che non residenti, con entrambi i genitori lavoratori everrà proposta a un costo complessivo per tutto il periodo che oscillerà tra gli 80 euro,monosettimanale per i residenti e i 256 euro, bisettimanale per i non resident), pasti inclusi. Ilservizio verrà attivato al raggiungimento minimo di iscrizioni che è di dieci ragazzi per giorno perciascuna sede e la raccolta delle adesioni si chiuderà mercoledì 27 marzo.Nel promuovere questo nuovo servizio – ha dichiarato Gianfranco Ginelli, Assessore allePolitiche Sociali – abbiamo voluto offrire un sostegno ai genitori-lavoratori con figli adolescenti.Affidando i loro ragazzi a educatori professionisti contiamo di sgravare le famiglie assicurando loroun’assistenza qualificata”. 2. Dal Comune un vademecum per proteggere le caseIl volantino con i consigli sulla sicurezza - redatto in collaborazione con i Carabinieri e la PoliziaLocale - sarà disponibile sul sito comunale e negli edifici pubbliciSette consigli per prevenire i furti in appartamento. È questo il contenuto del vademecum stilatonegli scorsi giorni dall’Assessorato alla Sicurezza in collaborazione con i Carabinieri e con laPolizia Locale di San Donato.Nel tentativo di aumentare il livello di sicurezza delle abitazioni dei propri cittadinil’Amministrazione comunale ha deciso di affiancare alle attività di presidio del territorio anche unacampagna informativa per mettere in guardia i sandonatesi su un fenomeno, quello dei furti inappartamento, che in città, come nel resto del Sud Milano, è in sensibile aumento. I malviventiagiscono soprattutto tra le ore e le 21 o nei periodi di assenza prolungata dei proprietari.Il prontuario include consigli pratici, come ad esempio evitare qualsiasi forma di autodifesa se nonnel caso in cui vengano messe a rischio la propria incolumità o quella dei propri cari e i contattidelle forze dell’ordine locali, da preferirsi al classico 112, numero della centrale operativa deiCarabinieri.Inoltre consigli apparentemente di poco conto ma in realtà estremamente utili, tra cui la scelta dilasciare accesa una luce visibile dall’esterno in modo da far apparire l’appartamento abitato anchedurante le assenze anche se brevi.“La prevenzione, nel campo della sicurezza personale e della “difesa” della propria abitazione –spiega l’Assessore alla Sicurezza Andrea Battocchio –, riveste un ruolo fondamentale. Piccoliaccorgimenti, come quelli suggeriti nel vademecum, possono rivelarsi particolarmente efficaci nelcontrastare una piaga che di questi tempi è particolarmente virulenta. Nell’affrontarla, lacollaborazione dei singoli cittadini rappresenta un grande valore aggiunto in grado di rendere ancorpiù incisivo l’impegno quotidiano delle forze dell’ordine locali”. 5

×