n°0
                                                                                    01/2009




    OSSERVATORIO TRIME...
blazestyle.com
                                                                                                           ...
osservatorio sulla revisione



                      NEWS della revisione                                                ...
Panorama tecnico



     NOVITÀ di prodotto                                                                               ...
L’INTERVISTA                                                                                                              ...
Dekra News - n.0 del 2009
Dekra News - n.0 del 2009
Dekra News - n.0 del 2009
Dekra News - n.0 del 2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Dekra News - n.0 del 2009

1,184

Published on

Dekra News è l'house organ ufficiale di Dekra Italia.
Numero 0 - 2009

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,184
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dekra News - n.0 del 2009

  1. 1. n°0 01/2009 OSSERVATORIO TRIMESTRALE SULLA REVISIONE Osservatorio sulla revisione Impariamo a leggere i dati Andrea Carbonoli e i magnifici sette Gli accordi che “fanno rete” COME SI FA A comPrare Rapporto sulla sicurezza stradale Edizione 2008 della il temPo ricerca DEKRA DEKRA Revisioni Italia S.r.l. Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud • 20092 Cinisello Balsamo (Mi) - www.dekra.it
  2. 2. blazestyle.com EDITORIALE Controlla qui chi deve fare GENNAIO 2009 la revisione nel 2009 DEKRA News, finalmente! Sì, proprio “finalmente”! Erano anni che sognavamo un nostro house N°0 AUTOVEICOLI RIMORCHI 01/2009 organ dedicato al mondo delle revisioni, che avesse tanti scopi. Far oSSeRvaToRIo TRIMeSTRaLe SuLLa RevISIone Poste Italiane Spa - Sped. in abb. post. - DL353/03 (conv. in L.27/2/04, n°46) art.1, comma 1 - DCB/MI - 8 2,20 (abb. annuo 8 16,50). In caso di mancato recapito, rinviare all’ufficio P.T. di Milano CMP Roserio detentore del conto per la restituzione al mittente, che si impegna a pagare la relativa tariffa. conoscere meglio ai nostri affiliati la più grande organizzazione euro- Prima Prima pea delle revisioni e la sua filiale italiana: DEKRA Revisioni Italia, cioè Già revisionati Già revisionati immatricolazione immatricolazione nell’anno (A) nell’anno (A) noi. Presentarla ai centri indipendenti di tutta Italia e spiegare i perché nell’anno (A) nell’anno (A) Osservatorio e i vantaggi di un network come il nostro. Dialogare con la Pubblica sulla revisione Impariamo a leggere i dati Autovetture ad uso privato 2005 2007 Rimorchi di massa complessiva superiore a 3,5 t (+) 2008 2008 Amministrazione. Parlare di attrezzature e servizi per la revisione, fa- cendo magari qualche utile comparazione. Autovetture ad uso promiscuo 2005 2007 Rimorchi di massa complessiva fino a 3,5 t (+) (B) (B) Andrea Carbonoli Discuteremo anche di mercato: curerò personalmente l’“Osservatorio e i magnifici sette Gli accordi che Revisioni”, rubrica in cui analizzerò i dati statistici del mercato italia- “fanno rete” Autocaravan di massa complessiva 2005 2007 Carrelli appendice (E) (E) no. Daremo voce ai lettori che vorranno dialogare con noi. Interviste- non superiore a 3,5 t remo titolari e responsabili tecnici per capire come vivono il mercato COME SI FA A COMPRARE CICLOMOTORI Rapporto sulla IL TEMPO? e la gestione quotidiana di un centro nelle diverse zone d’Italia. Cer- sicurezza stradale Edizione 2008 della ricerca DEKRA DEKRA REVISIONI ITALIA S.r.l. Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud • 20092 Cinisello Balsamo (Mi) - www.dekra.it Autocarri, autoveicoli a uso speciale e per trasporti cheremo di intervistare dirigenti e funzionari della Pubblica Amministrazione per conoscere meglio il loro specifici di massa complessiva non superiore a 3,5 t 2005 2007 OSSERVATORIO punto di vista. Ultimo, ma non meno importante, parleremo tanto di Sicurezza Stradale. Con le maiuscole, Tutti, compresi i quadricicli leggeri 2005 2007 TRIMESTRALE non a caso: la revisione, per DEKRA, non è solo un elenco di controlli standardizzati, finalizzati al rilascio di un referto e di un adesivo. La Revisione (di nuovo: quella seria, con la maiuscola) è molto di più: è un Autoveicoli di massa complessiva SULLA REVISIONE indicatore del senso civico di un Paese, è diritto alla mobilità sostenibile, è sicurezza stradale, è tutela della MOTOVEICOLI 2008 2008 superiore a 3,5 t (+) salute pubblica e dell’ambiente. La revisione (quella scorretta o disonesta) è invece l’esatto contrario e in più Autobus fino a 16 posti con conducente è un generatore di costi occulti per la collettività. 2008 2008 e massa non superiore a 3,5 t Il 2009, per le revisioni, sarà un anno eccezionale: oltre 13 milioni di auto e 1,7 milioni di moto, secondo una Motocicli e motocarrozzette (C) 2005 2007 Autobus con oltre 16 posti nostra stima. Non fermiamoci però ai numeri ed ai valori economici, ma ascoltiamo attentamente il forte allar- 2008 2008 me sociale che ne scaturisce: sempre più persone stanno rinviando l’acquisto di un’auto nuova. Nel 2009, quin- compreso il conducente (+) Motoveicoli per trasporto promiscuo (C) 2005 2007 di, saranno in circolazione milioni di veicoli con un anno in più. L’anzianità è un fattore di rischio esponenziale editore Autoambulanze 2008 2008 Motocarri, motoveicoli uso speciale o per trasporti DEKRA Revisioni Italia S.r.l. di incidente e una causa di maggiore inquinamento. Se siamo in crisi e vogliamo uscirne in fretta, dobbiamo 2005 2007 specifici e mototrattori pensare che la ripresa passa anche attraverso una semplice revisione ben fatta: veicoli sicuri e meno inqui- Autovetture di piazza o di noleggio Motoveicoli di piazza o di noleggio direttore resPonsaBile nanti non rispondono solo alle norme, ma contribuiscono al bene comune. Più sicurezza e meno incidenti, più 2008 2008 2008 2008 con conducente con conducente Andrea da Lisca efficienza e meno inquinamento significano più benessere individuale e collettivo e meno costi sociali. Vogliamo fare cultura della Sicurezza Stradale e, guardando al futuro con il giusto ottimismo e con lucidità Autovetture o autoveicoli M1 in servizio di linea (D) 2008 2008 Quadricicli 2005 2007 redaZione di pensiero, dare un contributo alla ripresa del Paese. Francesca Sirimarco Massimo Condolo Per questo è nato DEKRA News. Andrea da Lisca Chi: Note: Gianpaolo Riva Direttore Generale DEKRA Revisioni Italia - Tutti i veicoli immatricolati per la prima volta entro l’anno indicato nella prima (+) Non possono essere revisionati presso i Centri privati autorizzati. seGretaria di redaZione colonna. (A) Sono esclusi già dall’obbligo della revisione i veicoli sottoposti a collaudo Stella Borsellino - Tutti i veicoli già revisionati (art. 80 CDS) negli anni indicati nella seconda colonna. (art. 75 CDS) nell’anno in cui ricorre l’obbligo della revisione. SOMMARIO - I veicoli considerati atipici (con particolari caratteristiche indicate nel libretto di (B) Per essi la revisione deve essere disposta con apposito decreto. direZione, redaZione, circolazione) sono soggetti a revisione annuale. Tra i veicoli atipici rientrano i (C) Se destinati al servizio di piazza o da noleggio con conducente, sono soggetti a amministraZione veicoli di interesse storico iscritti negli appositi registri di veicoli storici previsti revisione annuale. Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud dalla legge e pertanto sono soggetti a revisione annuale. (D) Trattasi di veicoli della categoria M1 (autovetture o autoveicoli per trasporto 20092 Cineisello Balsamo (Mi) promiscuo o autoveicoli per trasporto specifico di persone in particolari Tel. 02 899.29330 condizioni) con uso finalizzato alla diversificazione o integrazione della rete dei Fax 02 899.29100 Quando: trasporti di linea nelle aree urbane e suburbane. www.dekra.it (E) Vanno sottoposti a revisione unitamente al veicolo sulla cui carta di circolazione dekranews@dekra.it 4 NEWS DELLA REVISIONE 10 AMBIENTE & SICUREZZA In base al Decreto 408 del 6 agosto 1998 bisogna effettuare: Gli uomini chiave sono annotati con le stesse scadenze. 2009, a chi tocca e quanto si spende - la prima revisione entro il mese corrispondente alla data di rilascio della carta di Le opinioni espresse dagli autori circolazione o entro il mese corrispondente alla data di rilascio del certificato di L’art. 80 D.L. del 30.04.1992 n° 285 comma 7, prevede che i veicoli a motore già idoneità tecnica (per ciclomotori). sottoposti a revisione, potranno essere sottoposti a revisione straordinaria su richiesta impegnano esclusivamente 5 OSSERVATORIO 11 RAPPORTO SULLA - le revisioni successive entro il mese corrispondente alla data dell’ultima revisione. della Motorizzazione Civile di competenza. la loro responsabilità. SULLA REVISIONE SICUREZZA STRADALE ProGetto Grafico Impariamo a leggere i dati La nuova edizione della ricerca DEKRA e imPaGinaZione Per maggiori informazioni o per prenotare la tua revisione presso il centro DEKRA più Marco Pisati - Blazestyle 6 NOVITÀ DI PRODOTTO 12 I SERVIZI ESCLUSIVI Via Copernico, 8 Tecnotest e BlitzRotary Come si fa a comprare il tempo vicino, visita il sito www.dekra.it oppure chiama il n° verde 800-278405 20125 Milano Tel. 02 87380320 7 OSSERVATORIO TECNICO 13 I CENTRI www.blazestyle.com Mctc-Net 2? No problem! Parlano due nuovi arrivi e un stamPa affiliato storico Alfaprint S.n.c. 8 L’INTERVISTA Via Bellini, 24 Andrea Carbonoli: 14 DEKRA WORLD 21052 Busto Arsizio (Va) Gli accordi che “fanno rete” Motorshow e Safety Check Tel. 0331 620100 Leader europeo delle revisioni www.alfaprint.com 9 I RESPONSABILI DI ZONA Periodico in fase di registrazione Chi sono e dove operano
  3. 3. osservatorio sulla revisione NEWS della revisione IMPARIAMO a leggere i dati Non è così semplice leggere i (pochi) dati 2009 ecco statistici sulla revisione. Ecco cosa dobbiamo blazestyle.com Controlla qui chi deve fare a chi tocca... Dati statistici sul mondo dell’automotive ce ne attenderci dal 2009 e perché anni pari e anni sono a migliaia. Praticamente quasi tutto ciò la revisione nel 2009 Il prossimo anno andranno alla revisione le autovetture a uso privato che riguarda l’automobile e la mobilità viene dispari sono molto diversi fra loro o promiscuo immatricolate per la prima volta nel 2005 e quelle im- monitorato e analizzato. Quasi tutto, ma la re- matricolate in precedenza ma revisionate l’ultima volta nel 2007. Se- visione non rientra in questo “quasi”. È spesso AUTOVEICOLI RIMORCHI guono la stessa regola i veicoli commerciali leggeri fino a 3500 kg di la “Cenerentola” dei servizi di post-vendita; ptt, compresi gli autocaravan della stessa fascia di peso, i ciclomotori, nella mente di chi fa statistiche sul mondo Prima Prima Già revisionati Già revisionati immatricolazione immatricolazione nell’anno (A) nell’anno (A) nell’anno (A) nell’anno (A) Autovetture ad uso privato 2005 2007 Rimorchi di massa complessiva superiore a 3,5 t (+) 2008 2008 i motocicli e i quadricicli a uso privato o promiscuo, quadricicli com- automotive e, stando a quanto mostrano le Autovetture ad uso promiscuo 2005 2007 Rimorchi di massa complessiva fino a 3,5 t (+) (B) (B) presi. Sono esenti i veicoli che abbiano subito un collaudo da parte statistiche, lo è anche nella mente degli auto- Autocaravan di massa complessiva non superiore a 3,5 t 2005 2007 Carrelli appendice (E) (E) della Motorizzazione (per esempio per cambio d’uso o riallestimento) mobilisti. A parte i dati ufficiali del Dtt su base nell’anno di scadenza della revisione. mensile nazionale per provincia e alcuni studi Autocarri, autoveicoli a uso speciale e per trasporti CICLOMOTORI specifici di massa complessiva non superiore a 3,5 t 2005 2007 È ancora da definire la tempistica delle revisioni per i rimorchi al di semestrali dell’Osservatorio Autopromotec o sotto dei 3500 kg di peso, mentre i carrelli appendice vanno revisionati di InterautoNews, il panorama è estremamen- Tutti, compresi i quadricicli leggeri 2005 2007 Autoveicoli di massa complessiva MOTOVEICOLI unitamente al veicolo sulla cui carta di circolazione sono annotati. te povero. DEKRA desidera colmare in parte 2008 2008 superiore a 3,5 t (+) Autobus fino a 16 posti con conducente e massa non superiore a 3,5 t 2008 2008 Motocicli e motocarrozzette (C) 2005 2007 A questi veicoli si aggiungono tutti quelli delle categorie non citate, per la lacuna avviando, appunto, un osservatorio i quali l’obbligo di revisione è annuale e decorre dall’anno successivo a sulle revisioni svolte dai centri privati. Autobus con oltre 16 posti 2008 2008 compreso il conducente (+) Motoveicoli per trasporto promiscuo (C) 2005 2007 Autoambulanze 2008 2008 Motocarri, motoveicoli uso speciale o per trasporti specifici e mototrattori 2005 2007 quello di immatricolazione. Partiamo intanto con lo spiegare la metodolo- Autovetture di piazza o di noleggio con conducente 2008 2008 Motoveicoli di piazza o di noleggio con conducente 2008 2008 Attenzione: la conoscenza di quest’obbligo è piuttosto scarsa: solita- gia d’analisi. Quasi tutti gli operatori del settore Il trend di crescita delle revisioni dal 1997 al 2008 mostra un andamento a “montagne russe” Autovetture o autoveicoli M1 in servizio di linea (D) 2008 2008 Quadricicli 2005 2007 mente si pensa che riguardi soltanto gli autocarri e i rimorchi di massa conoscono la regola “anni pari – anni dispari”: che rende complessa l’analisi e la relativa previsione dei volumi futuri. Chi: Note: superiore ai 3500 kg e gli autobus. In realtà rientrano in questa catego- in termini di volumi di revisioni, gli anni pari Separando le curve di tendenza in base al criterio anni pari – anni dispari, è molto più facile - Tutti i veicoli immatricolati per la prima volta entro l’anno indicato nella prima colonna. (+) Non possono essere revisionati presso i Centri privati autorizzati. (A) Sono esclusi già dall’obbligo della revisione i veicoli sottoposti a collaudo ria autovetture e motocicli per uso pubblico di piazza o noleggio con sono anni “bassi”, mentre quelli dispari sono intuire quale sarà il livello di revisioni atteso per gli anni a venire. - Tutti i veicoli già revisionati (art. 80 CDS) negli anni indicati nella seconda colonna. - I veicoli considerati atipici (con particolari caratteristiche indicate nel libretto di (art. 75 CDS) nell’anno in cui ricorre l’obbligo della revisione. (B) Per essi la revisione deve essere disposta con apposito decreto. conducente, autoambulanze, autovetture in servizio di linea (categoria “alti”. Non tutti però ne conoscono le ragioni. circolazione) sono soggetti a revisione annuale. Tra i veicoli atipici rientrano i veicoli di interesse storico iscritti negli appositi registri di veicoli storici previsti (C) Se destinati al servizio di piazza o da noleggio con conducente, sono soggetti a revisione annuale. in cui rientrano per esempio i minibus per trasporto disabili utilizzati E pochi sanno prevedere le revisioni attese ad consecutivi ha superato i due milioni di veicoli tre 500.000 veicoli in più all’anno. L’anno d’in- dalla legge e pertanto sono soggetti a revisione annuale. (D) Trattasi di veicoli della categoria M1 (autovetture o autoveicoli per trasporto promiscuo o autoveicoli per trasporto specifico di persone in particolari condizioni) con uso finalizzato alla diversificazione o integrazione della rete dei nelle aree urbane e suburbane). E, soprattutto, i veicoli d’epoca o di in- inizio di un nuovo anno. ma è andato progressivamente riducendosi a contro delle due curve è ipotizzabile tra il 2010 Quando: In base al Decreto 408 del 6 agosto 1998 bisogna effettuare: trasporti di linea nelle aree urbane e suburbane. (E) Vanno sottoposti a revisione unitamente al veicolo sulla cui carta di circolazione teresse storico e collezionistico (ai sensi dell’articolo 60 del Cds) iscritti La tabella ed i grafici che seguono spiegano causa dell’aumento di radiazione dei veicoli più e il 2011; entrambe si stabilizzeranno attorno sono annotati con le stesse scadenze. - la prima revisione entro il mese corrispondente alla data di rilascio della carta di circolazione o entro il mese corrispondente alla data di rilascio del certificato di L’art. 80 D.L. del 30.04.1992 n° 285 comma 7, prevede che i veicoli a motore già nei registri Asi, Alfa Romeo, Fiat e Lancia: anch’essi sono considerati meglio il concetto. Se guardiamo i valori della vecchi. Se ci si fosse basati solo sul trend (aran- ai 13 milioni. veicoli atipici e quindi sottoposti a revisione annuale. tabella arancione, dal 1997 al 2008, ogni anno cione) e sulla differenza media tra due anni, nel Va notato, come fattore imprevisto, come gli idoneità tecnica (per ciclomotori). sottoposti a revisione, potranno essere sottoposti a revisione straordinaria su richiesta - le revisioni successive entro il mese corrispondente alla data dell’ultima revisione. della Motorizzazione Civile di competenza. Alle categorie citate si aggiungono tutti i veicoli che, su richiesta della il volume di veicoli revisionati ha avuto oscilla- 2006, ad esempio, si sarebbero dovuti prevede- incentivi alla rottamazione del 2007 abbiano Per maggiori informazioni o per prenotare la tua revisione presso il centro DEKRA più vicino, visita il sito www.dekra.it oppure chiama il n° verde 800-278405 Motorizzazione, dovranno essere sottoposti a revisione straordinaria. zioni considerevoli tra un anno e l’altro. re 10,5 milioni di veicoli. In realtà, sono stati accelerato la tendenza per gli anni dispari e Per tutti i veicoli la prima revisione va effettuata entro il mese corri- A complicare le cose, queste oscillazioni ten- 700.000 in più. Sarebbe stato tutto più facile rallentato il trend dei pari. L’attuale crisi del spondente al rilascio della carta di circolazione (o, per i ciclomotori, dono progressivamente a smorzarsi, per cui è scindendo l’analisi e considerando solo gli anni mercato ha portato un ulteriore fattore di in- del certificato), mentre quelle successive entro la fine del mese succes- difficile poter ipotizzare a quale valore tende- pari da un lato e gli anni dispari dall’altro. Ecco determinatezza nell’analisi. Causa il calo della Leader europeo delle revisioni sivo a quello corrispondente all’ultima revisione. I veicoli di massa su- rà il mercato, ad esempio, nel 2009. La curva allora che risulta più evidente come gli anni domanda di sostituzione e rinnovo e l’aumento periore a 3500 kg non possono essere revisionati presso i centri privati arancione mostra questo andamento. Questo dispari dal 2001 stiano annualmente perdendo inatteso di oltre un anno della vita media dei autorizzati ma soltanto presso i centri provinciali del Dtt. sviluppo “a montagne russe” nasce nel 1997, forza, mentre i pari, a partire dal 2002, stanno veicoli che continuano a circolare anziché ve- quando il ciclo di revisione passa dalla cadenza recuperando terreno. Le due curve si muovono nire radiati e inviati alla rottamazione. Per il ... e quanto decennale all’attuale 4+2+2. Nei due anni suc- cessivi milioni di veicoli vengono convogliati di conseguenza: la blu (anni dispari), mostra una tendenza ad appiattirsi verso i 13 milioni 2009 le nostre stime indicano 13,2 milioni di veicoli attesi alla revisione, contro i 12,8/12,9 si spende. tutti assieme in una specie di imbuto tempo- rale. Per circa 10 anni il divario tra due anni di veicoli; la rossa (anni pari) continua la sua corsa verso il muro dei 12 milioni, a balzi di ol- milioni che ci si sarebbe aspettati in condizioni di mercato normali. La tariffa per la revisione rimane quella in vigore dal primo ottobre revisione autoveicoli < 35 q.li dal 1997 al 2008 - totale mercato italia 2008 (tariffario pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 5 ottobre 2007 e prescritto con decreto del 2 agosto 2008) che è pari a 45,00 euro. A questa si deve aggiungere l’Iva del 20% e cioè 9,00 euro. L’automo- bilista deve poi pagare 9,00 euro di tassa di concessione governativa sul conto corrente 9001; se paga tramite bollettino negli uffici posta- li deve aggiungere 1,80 euro di tasse sui bollettini postali, mentre se decide per il pagamento on line attraverso il Portale dell’automobili- sta (sito del ministero delle Infrastrutture e Trasporti, raggiungibile all’indirizzo http://www.ilportaledellautomobilista.it; il pagamento è possibile soltanto dopo essersi registrati) la tassa è di 1,70 euro. Il costo totale della revisione raggiunge quindi i 64,80 euro (64,70 per chi usa il Portale), di cui 45,00 di tariffa di revisione, 9,00 di Iva A partire dal 2000 diventa evidente il fenomeno “anni pari- anni dispari”; le differenze anno su anno sono forti anche se in calo, soprattutto e 10,80 di altre tasse. negli anni dispari. 4 DEKRA News gennaio 2009 gennaio 2009 DEKRA News 5
  4. 4. Panorama tecnico NOVITÀ di prodotto MCTC-NET 2? No problem! Lo specialista dei sistemi informativi tecnotest, stazione plurioperativa multifunzione si racconta e descrive il suo lavoro, tutti gli strumenti a portata di mano essenziale per una revisione corretta Capiranno presto che seguendo correttamente la procedura non c’è nulla di sostanzialmente La novità Tecnotest dichiara il suo scopo sin dal nome: si rivolge infatti agli operatori deside- ed efficace nuovo: è soltanto una procedura di documen- rosi di avere a portata di mano tutti gli strumenti necessari per il lavoro di revisione. Si tratta tazione e controllo della revisione, che dà alla di tre moduli (analisi gas, opacimetro, diagnostico) e un contagiri pilotate da un unico Pc e in Motorizzazione la possibilità di eseguire dei grado di dialogare via bluetooth. Il modulo Stargas Box (dotato di telecomando a infrarossi) controlli incrociati. È la struttura informatica misura CO, CO2, HC e O2; l’opacimetro rileva i fumi grazie alla lettura di un fascio luminoso ad essere molto più severa, non l’operatività del che li attraversa e può essere collegato in serie all’analizzatore. Il modulo Eobd Smart Module centro. Molti dettagli, comunque, sono ancora permette non soltanto la lettura di alcuni parametri utili alla revisione ma è un vero e proprio da vedere: cambieranno alcuni sistemi infor- diagnostico in grado anche di raccogliere i parametri di una prova su strada. Utilizza il Pc matici, non solo a livello di software. Saranno come semplice visualizzatore, in quanto le funzioni sono contenute nella scheda madre dello necessari cambiamenti anche nell’elettronica strumento. Il contagiri, infine, può rilevare i giri attraverso i cavi batteria, il cavo candela del delle attrezzature, ma allo stato attuale non si sa primo cilindro (in entrambi i casi la misura avviene tramite una pinza a induzione) o l’antenna ancora dove e come. Ora attendiamo il decreto flessibile. L’unità centrale del sistema, alloggiata su un carrello, è basata su Pc fisso o portatile che darà norme di installazione (per esempio in ambiente Windows e dispone di un monitor da 19”; comprende ovviamente i cavi per il cosa va fatto in sede di taratura annuale); ci sarà collegamento alle prese Eobd e i moduli bluetooth. comunque un periodo di transizione con at- Il banco prova freni dell’azienda parmense è invece in grado di rilevare resistenza al rotolamen- trezzature che funzioneranno sia con Mctc-net to, ovalizzazione, sbilanciamento della frenata tra ruota destra e sinistra, pressione sul pedale sia con Mctc-net 2”. “DEKRA - prosegue Pepe del freno. È omologato Mctc-Net e adatto a veicoli a due e quattro ruote motrici con peso assia- - seguirà la formazione della rete per il cambio le fino a 15 ton in prova e 18 ton al passaggio. Ha due velocità di funzionamento e può pesare delle procedure e le darà il necessario suppor- dinamicamente ogni singola ruota; dispone di una console centrale con visualizzatori analogici to. Tecnicamente Mctc-net 2 non sarà un trau- e digitali e di un telecomando. Può essere manovrato da un singolo operatore. Al banco per ma anche se la preparazione sarà importante. autoveicoli a quattro ruote Tecnotest affianca l’offerta di un banco prova velocità specifico per Come è già accaduto con Mctc-net prima vesio- i quad, il 95 Vpq. ne, le procedure interne DEKRA anticiperanno, dove possibile (e in alcuni casi hanno già antici- pato), i dettami del nuovo protocollo”. Saranno Blitzrotary, nuovi ponti sollevatori Alfredo Pepe, responsabile dell’ufficio tecnico di DEKRA Revisioni Italia la formazione e l’informazione continua a por- tare gradualmente la rete all’entrata in vigore Questa rubrica esaminerà la tecnica della revi- dovevamo aprire le metodologie di origine Fiat dei nuovi metodi. Certo, chi oggi non utilizza tre novità per ogni esigenza sione: a cosa servono le apparecchiature, come a nuove realtà, come il primo protocollo Mctc- strumenti e metodi obbligatori per legge ma si usano, quali sono le procedure per utilizzarle net. Oggi le procedure consentono un’ottima già previsti dalla metodologia interna DEKRA, A due o quattro colonne. E anche a forbice, incassati nel pavimento. correttamente, quali invece le novità che hanno integrazione, molto estesa: pensiamo, per esem- deve adeguarsi in tempi rapidi, altrimenti ri- Le novità di BlitzRotary, specialista delle attrezzature che produce esordito o esordiranno sul mercato. pio, alle interfacce tra apparecchiature”. Negli schia un cambio repentino e traumatico. Che, ponti sollevatori con il marchio Rotary (Blitz è invece dedicato ad In questo primo numero faremo quattro chiac- anni Pepe ha affrontato situazioni diversissime: conclude Pepe, è proprio quello che DEKRA attrezzature mobili come i carrelli porta ruota), riguardano tutte le chiere con Alfredo Pepe, il cui ufficio è il cuore dal tradurre in procedura le normative sulla re- vuole evitare. tipologie di questo indispensabile compagno di lavoro di meccanici, tecnico di DEKRA: da lì passano tutte le novità visione allo sviluppo di sistemi di collegamento gommisti e carrozzieri. Il ponte a due colonne Spo 40 ha una costru- tecniche e lì vengono prese tutte le decisioni che con la Motorizzazione e all’avvio di un sistema alfredo PePe zione modulare che combina due tipi quadri di controllo con quattro vengono poi trasmesse alla rete. Pepe ci spiegherà di messaggistica elettronica per i centri, quan- altezze di colonne. È possibile così sfruttare al meglio l’altezza interna come è nata la struttura informatica interna di do (eravamo nel 1996) l’e-mail non faceva parte Alfredo Pepe (Stoccarda 1966, ingegnere di ogni officina, senza adattamenti né sprechi di materiali. Ogni co- DEKRA e come si rapporterà con la novità che della nostra quotidianità, allo sviluppo di un meccanico, sposato con due figli) lavora in lonna ha un quadro comandi, in modo da ridurre i movimenti a vuoto tutti attendono e temono: il nuovo protocollo del- software che potesse dialogare con quelli delle DEKRA dal 1992. Ha iniziato in Germania. dell’operatore intorno al ponte; i pulsanti del quadro sono adatti ad es- la Motorizzazione. Case auto e dei costruttori di apparecchiature, Quattro anni dopo era in Italia, terra di origi- sere manovrati con i guanti. Completa l’ergonomia del nuovo ponte la Una solida struttura informatica interna: è sta- che comunicavano poco e male fra di loro. Il ne dei suoi genitori, per sviluppare la rete dei presa elettrica a 220 volt per attrezzature portatili, offerta da ogni qua- ta questa la base della crescita di DEKRA nel prossimo futuro, invece, ha un nome che tutti centri revisione DEKRA; ha seguito, oltre al dro comando. Sono anche disponibili bracci specifici per autovetture nostro Paese. Sistemi e piattaforme elettroni- ormai conosciamo: Mctc-net 2. DEKRA Revi- nostro Paese, la nascita dei centri revisione sportive con assetto ribassato, che consentono alla Spo 40 di lavorare che, metodi specifici per le varie aree di attivi- sioni Italia lo sta seguendo insieme con software DEKRA in altre nazioni europee. Il suo lavoro con tamponi di altezza ridotta (100 mm soltanto). Nella famiglia di tà esistevano già prima dell’arrivo del sistema house esterne, scelte tra quelle che hanno espe- in Italia è iniziato con la traduzione della ma- ponti a quattro colonne si segnala invece il modello Sm55 – M51, det- di controllo e gestione Sap. La struttura è nata rienza e know-how per tradurre correttamente nualistica, compito che ha significato anche to di superficie di transito regolabile che gli consente di sollevare vei- inizialmente sulla base di processi e metodi ti- in una procedura informatica le nuove tecnolo- la sostituzione del linguaggio burocratico in coli con caratteristiche di carreggiata e passo molto differenti fra loro. pici del gruppo Fiat: per i primi anni, infatti, la gie. Il nuovo protocollo spaventa qualcuno. “In termini più semplici. Il suo ruolo iniziale di I ponti incassati a forbice Glp 30 sono infine dedicati ai lavori che non richiedono una grande altezza di sollevamento, come la sostituzione delle principale casa automobilistica nazionale è stata realtà - prosegue Pepe - non c’è nulla di cui pre- project manager è poi evoluto in quello di re- ruote. Non necessitano di creare fondamenta nel pavimento dell’officina. Il sollevamento avviene mediante quattro cilindri idraulici con circuiti determinante nell’avvio delle attività DEKRA in occuparsi. Dal punto di vista pratico si può rie- sponsabile dell’ufficio tecnico, grazie al quale indipendenti (non sono quindi necessari i ganci supplementari di sicurezza). Non richiedono, a differenza di modelli simili, una specifica ali- Italia. “L’organizzazione interna - spiega Pepe - è pilogare in ‘applicazione della legge senza possi- ha seguito la creazione di supporti tecnici e in- mentazione di aria compressa. L’altezza di transito è molto contenuta e sono previsti, per adattare la piattaforma a veicoli di lunghezze differenti, stata via via estesa ai centri revisione. Inizial- bilità di frodi’. Abbiamo un anno di tempo per formatici per i centri, avviato i servizi tecnici e prolunghe estraibili. mente avevamo cambiamenti continui, perché spiegarlo alla rete e diffonderne la conoscenza. creato i manuali per la formazione. 6 DEKRA News gennaio 2009 gennaio 2009 DEKRA News 7
  5. 5. L’INTERVISTA I MAGNIFICI sette Giulio Benassai (liguria, marche, toscana) Nato a Larciano (Pt) nel 1949, si è trasferito giovanissimo a Livorno e lì ha vissuto fino al 1974, anno in cui è stato assunto in Alfa Romeo, azienda di cui ha seguito le sorti all’atto del suo ingresso nel gruppo Fiat. Ha iniziato al carriera come analista di tempi e metodi, mansione che ha mantenuto sino al 1985. È stato caposquadra, capo unità tecnologica (Ute), assistente di produzione e analista delle mansioni, acquisendo notevoli competenze nelle lavorazioni meccaniche. Nel 1995, anno di fondazio- ne di DEKRA Italia, è stato uno dei primi responsabili di zona. enrico Bonacina (emilia romagna, lombardia) Bonacina è un altro Rz che arriva dall’Alfa Romeo di Arese. Si occupava inizialmente di qualità del prodotto; è poi diventato caposquadra di produzione sulle linee di montaggio. Come Benassai, è passato in DEKRA Italia nel 1995, anno della fondazione; è molto orgoglioso di aver contributo alla nascita di una rete che oggi copre tutt’Italia. “La mia avventura - racconta - è iniziata quando insieme ai colleghi abbiamo preso parte ai corsi di formazione in aula e sul campo, cioè sulle linee di revisione. La conoscenza della meccanica dell’auto mi è stata di grande aiuto per la nuova attività lavorativa”. antonello colafrancesco (abruzzo, lazio, molise, sardegna, umbria) andrea 48 anni, diplomato al liceo scientifico, inizia a lavorare nel 1982 vendendo ricambi e accessori auto. carBonoli I suoi primi contatti con il mondo della revisione risalgono al 1998, quando inizia la vendita di appa- recchiature di revisione, attività affiancata dalle consulenze per l’apertura dei centri e all’installazione e manutenzione di software. Dopo una breve parentesi come venditore di software, nel 2003 unisce le esperienze e ritorna nel mondo delle revisioni svolgendo consulenze per il passaggio a Mctc-Net. GLI ACCORDI CHE “FANNO RETE” Quest’esperienza lo porta in DEKRA, dove approda nel 2006 dopo un master nel settore revisioni. PierluiGi PaPaGni (Basilicata, calabria, campania, Puglia, sicilia) Soddisfare il centro e, attraverso la sua suggerimenti che ne sono nati, oltre 400 centri fanno mailing “d’attacco”, contattando il cliente Per Papagni l’automotive non è stata la prima esperienza seguita alla laurea. La sua carriera incontra soddisfazione, renderlo fedele. Ecco cosa quando la revisione è prossima alla scadenza. - E il Consorzio come sta andando? l’auto in Targasys, società di servizi all’automobilista del gruppo Fiat. In Clickar è dapprima respon- sabile della formazione della rete per il Sud Italia; diventa poi responsabile di zona, sempre per il Sud, fa un direttore commerciale e quali sono Bene. Al primo centro di via dei Missaglia a del network Targa Assistance. Dal 2003 è responsabile di zona per DEKRA per i territori del nostro Milano se ne sono aggiunti altri tre a Cinisello Meridione, di cui ormai è esperto. “L’esperienza - dichiara - non mi basta: tendo sempre al perfeziona- i vantaggi per i centri che nascono dagli Balsamo, Lecco e Parabiago. Tutti qui vicino mento delle mie competenze e, attraverso queste, a quello della soddisfazione dei nostri affiliati”. perché nella fase iniziale del progetto preferisco accordi che DEKRA sigla avere tutto sotto controllo. Ma anche perché alBerto Piccotin (friuli venezia Giulia, trentino alto adige, veneto e provincia di Brescia) abbiamo tentato ripetutamente di acquisire un centro a Torino, ma il proprietario non mol- Padovano, 41 anni, sposato da tre anni e senza figli, è entrato subito dopo la maturità in una società Tecnologia, normative, procedure, formazio- ca di pneumatici. Porta ai centri un grande la, perché fedele al nostro network e convinto che curava vendita, assistenza e riparazione di autovetture di un’importante casa automobilistica. ne. La revisione è fatta di tutto questo, certo. volume d’affari su manutenzione e sostituzione dell’importanza delle revisioni… DEKRA ha È entrato in DEKRA nel marzo 2008. Oggi ha la responsabilità di oltre 100 centri di revisione che, Ma dietro ci sono gli uomini, le loro idee, le loro dei pneumatici, convogliato dalle società di no- lavorato proprio bene. Ma questa storia merita racconta, “ispeziono e seguo diligentemente contribuendo a migliorare sicurezza ed efficienza del traf- visioni, le loro capacità di analisi. leggio a lungo termine. Il pneumatico è un bu- un altro articolo, tutto per sé. fico”. I suoi hobby sono vicini al suo lavoro. “Ogni volta che posso - ci ha detto - abbandono l’auto e Questa rubrica, che sui prossimi numeri occu- siness sempre più interessante per l’officina mec- salgo in sella alla mia Harley Davidson. Mi diverte molto anche partecipare ai raduni”. perà uno spazio più ampio, parlerà ogni volta canica. In due anni i centri che hanno aderito, andrea carBonoli di loro. circa 90, hanno generato con pointS un fattura- daniele romeo (lombardia, Piemonte e provincie di Parma e Piacenza) to di 530.000 euro circa. Ci sono poi accordi con Andrea Carbonoli, laureato in Economia e - In due battute, dottor Carbonoli, cosa fa il di- Datacol, Exel Italia (i centri che raggiungono gli commercio alla Cattolica, è responsabile com- Perito elettrotecnico, ha iniziato come tecnico hardware e software e sistemista informatico. Grazie a rettore commerciale di un network di revisioni? obiettivi di vendita hanno la taratura degli stru- merciale di DEKRA Revisioni Italia dal 2004. queste competenze è stato assunto da un’azienda produttrice di attrezzature per la revisione. Mentre Pensa a come fare più contento il centro e a menti gratuita), Intesa SanPaolo (accordo per il La sua carriera è tutta interna al settore au- svolgeva queste mansioni ha conosciuto DEKRA, dove il suo primo impiego è stato quello di respon- renderlo fedele al marchio. Anticipa le sue esi- finanziamento delle attrezzature; avvieremo a tomotive: zone manager Sales e Post-vendita sabile tecnico di un centro di revisione. L’esperienza tecnica e normativa guadagnata con questa man- genze e propone accordi che le soddisfino, anche breve un programma di bonus per i correntisti), per Ford, poi responsabile del portale Clickar sione gli ha permesso il successivo salto verso l’incarico di responsabile di zona. Che, racconta, gli dà fuori del core business della revisione: supporto Sorgenia (vende energia pulita a 90 centri)... (gruppo Fiat) per il Triveneto e, quindi, re- soddisfazioni perché gli permette di gestire al meglio tutti i processi della revisione. tecnico e software non bastano. Cerca sempre E accordi di fornitura e comarketing che per- sponsabile commerciale di Targa Warranty di migliorare quello che ha già costruito. E una mettono al centro di offrire nuovi prodotti o Management, società che offre garanzie este- antonio ottavio rosa (consulente commerciale) volta che ha individuato una via interessante, servizi e portano verso il centro DEKRA gli se, garanzia sull’usato, authority su garanzie sigla gli accordi-quadro. utenti di grandi bacini come i sei milioni di meccaniche per noleggaitori a lungo termine “Sono partito dalla gavetta - racconta - quando dal Polesine mi sono trasferito a Desio per lavorare - Quali sono i vantaggi di questi accordi? soci delle Coop. e costruttori. Dal 2005 è anche membro del all’Autobianchi. Avevo 19 anni e ho iniziato alla linea di montaggio”. Sempre in Autobianchi è passato Risparmio dei costi di gestione dell’azienda e - E i centri come reagiscono? Cda del Consorzio DEKRA Revisioni, per il al Centro elaborazione dati come operatore meccanografico e poi, dal 1982, di gestore della sala mac- incremento del business. Anche, dove possibile, Bene, grazie al lavoro costante dei responsabili quale cura le trattative per l’acquisizione dei chine del Ced. Nel 1992 è passato all’Alfa di Arese e nel 1995 è giunto in DEKRA, sempre come esperto in contemporanea. di zona, i nostri tecnici che seguono da vicino il centri. È sposato e non ha figli; nel tempo libe- informatico. Gli ultimi anni in DEKRA, dal 2003 al 2007, li ha vissuti come responsabile commerciale di - Meglio fare qualche esempio concreto… centro, aiutandolo a compiere scelte tecniche e ro ama leggere giornali e riviste e non disde- zona. Dal 2008, come consulente, mette a disposizione del settore commerciale la sua lunga esperienza. Certo: l’accordo con pointS, network multimar- di mercato. Proprio grazie alle loro analisi e ai gna un buon film. 8 DEKRA News gennaio 2009 gennaio 2009 DEKRA News 9

×