0

Jesus the Christ in ITALIAN

300

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
300
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Def. por esencia o real: componentes ontológicos. Género próximo y diferencia específica. Luego objeto material y objeto formal.
  • Transcript of "Jesus the Christ in ITALIAN"

    1. 1. 2 Nephi 25:26 E noi parliamo di Cristo, gioiamo in Cristo, predichiamo il Cristo, profetizziamo di Cristo e scriviamo secondo le nostre profezie affinché i nostri figlioli possano sapere a quale fonte possono rivolgersi per la remissione dei loro peccati.
    2. 2. 1. L'unità e la continuità della sua missione in tutte le epoche, anche nella preesistenza. 2. La sua preordinazione 3. L'attualità della sua nascita nella carne e la sua natura divina e mortale. 4. La realtà di un'infanzia normale e una breve missione. 5. La realtà della sua morte e risurrezione fisica, a seguito della quale il potere della morte deve essere al fine superato. 6. Il compimento letterale dell’espiazione che lui ha compiuto 7. Il fondamento della sua Chiesa nel meridiano dei tempi. 8. La restaurazione del suo sacerdozio e ristabilimento della sua Chies. 9. La certezza del suo ritorno sulla terra, in futuro, come Signore e re. (Gesù il Cristo pagina 5)
    3. 3.  Dio Padre disse: Facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza…Gen 1:26  E mediante la parola del mio potere le ho create, che è il mio Figlio Unigenito, che è pieno di grazia e di verità. PGP Moses 1:32  Poiché in lui sono state create tutte le cose, che sono nei cieli e sulla terra; le visibili e le invisibili; siano troni, siano signorie, siano principati, siano potestá; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui; ed egli é avanti ogni cosa, e tutte le cose sussistono in lui Colos 1:16-17  “Non sembrerebbe necessario corroborando sostanzialmente, che Gesú Cristo era Dio prima ancora di assumere un corpo glorificato.” J C page 38
    4. 4. Cristo nella pre-esistenza “L'essere che è noto tra gli uomini come Gesù di Nazareth…esisteva con il padre prima di nascere nella carne; e che nello stato preesistente è stato scelto e ordinato per essere l'unico e solo Salvatore e Redentore del genere umano.” JtCp 6 Dopo che Satana ha presentato il suo piano, quindi "…l’ umile offerta di Gesù il primogenito — ad assumere la mortalità e vivere tra gli uomini come loro esempio e insegnante, osservando la santità del libero arbitrio dell'uomo, ma gli uomini di usarlo rettamente come retaggio del suo insegnamento Il Padre disse: "E dalla parola del mio potere, io l’ ho creato, che è mio Unigenito Figlio, che è pieno di grazia e di verità."
    5. 5. Cristo nella pre-esistenza Gesù allora disse: "Perché sono venuto dal cielo, non dalla mia propria volontà, ma dalla volontà di colui che mi ha mandato." Or: "In verità, in verità io vi dico, prima che Abramo fosse, io sono. (questo avvenne 1900 anni prima che Abrahamo nacque, così si riferisce alla preesistenza). Alla sua morte Cristo disse:"Io ti ho glorificato sulla terra: ho compiuto il lavoro che tu mi hai chiesto di fare. E ora, O padre glorificami con la gloria che avevo presso di te prima che il mondo fosse."
    6. 6.  Dopo aver gioito con Adamo nella creazione di questo mondo, Gesù divenne il Signore del vecchio testamento prima della sua nascita TERRENA.  Geova (Gesù) guidó i profeti, come testimonia Amos: “Poiché il signore non fa nulla senza rivelare i suoi segreti ai suoi servi, i profeti Amos 3: 7  Geova causó il diluvio per battezzare e purificare la terra nei giorni di Noè.  Geova ha portato i Giarediti nel nuovo mondo dopo la torre di Babele.  Geova guidó Mosé e gli israeliti fuori dall’egitto.  Geova guidó la famiglia di Lehi nel nuovo mondo  Geova visitó Nehemia, Isaia, Geremia, Ezekiele, Daniele, Osea, Gioele, Amos, Abdia, Giona, Michea, Zaccaria, Malachia, e I profeti del libro di mormon, prima che egli venne sulla terra.
    7. 7. L'attualità della sua nascita nella carne come la questione naturale della naturadivinae mortale. “Nato da una madre mortale ha ereditato la capacità di morire; generato da un immortale Signore possedeva il potere di resistere alla morte a tempo indeterminato.” J the C 22
    8. 8. 1 Nefi 11: 15 E gli dissi: Una vergine più bella e più leggiadra di ogni altra vergine. 16 Ed egli mi disse: Conosci tu la condiscendenza di Dio? 17 E io gli dissi: So che egli ama i suoi figlioli; nondimeno non conosco il significato di tutte le cose. 18 Ed egli mi disse: Ecco, la vergine che vedi è la madre del Figlio di Dio, secondo la carne. 19 E avvenne che io vidi ch'ella era rapita nello Spirito; e dopo che era stata rapita nello Spirito per lo spazio di un tempo, l'angelo mi parlò, dicendo: Guarda! 20 E io guardai e vidi di nuovo la vergine che portava un bambino fra le sue braccia. 21 E l'angelo mi disse: Ecco l'Agnello di Dio, sì, proprio il Figlio del Padre Eterno! Conosci tu il significato dell'albero che vide tuo padre? MARIA LA MADRE DI GESÚ
    9. 9. Dio, che è infinito e immortale, accondiscese a dimettersi dal suo trono, e a divenire mortale nel portare avanti, "secondo la carne," il Messia mortale. (the Mortal Messiah by McConkie Vol 1 Chap 1)
    10. 10. Gesú Cristo nacque da una donna mortalema non fu generato da un uomo mortale….Solo nel nostro signore é stata adempiuta pienamente ció che Dio disse in relazione alla caduta di Adamo, che il seme della donna (Gesú) avrebbe avuto il potere di sconfiggere Satana, schiaccandogli il capo” JC 82 Gli ebrei erano al potere al momento della nascita di Gesù Cristo, egli, Gesù Cristo sarebbe stato il re dei Giudei attraverso il lignaggio di sua madre, Maria e/o tramite il lignaggio dell'uomo di cui tutti hanno pensato essere suo padre; Giuseppe. Erano cugini e gli eredi reali della casa di Davide.
    11. 11.  DEA 93. 11 E io, Giovanni, porto testimonianza che vidi la sua gloria, come la gloria dell'Unigenito del Padre, pieno di grazia e di verità, ossia lo Spirito di verità che venne e dimorò nella carne e dimorò fra noi.  12 E io, Giovanni, vidi che egli non ricevette la pienezza all'inizio, ma ricevette grazia su grazia;  13 E non ricevette la pienezza all'inizio, ma continuò di grazia in grazia fino a che ricevette la pienezza;  14 E così fu chiamato il Figlio di Dio, perché non ricevette la pienezza all'inizio.  15 E io, Giovanni, porto testimonianza; ed ecco, i cieli si aprirono e lo Spirito Santo scese su di lui nella forma di una colomba e si soffermò su di lui, e una voce venne dal cielo, dicendo: Questo è il mio figlio diletto  16 E io, Giovanni, porto testimonianza che egli ricevette una pienezza della gloria del Padre;  17 Ed egli ricevette ogni potere sia in cielo che in terra, e la gloria del Padre fu con lui, poiché egli dimorò in lui.
    12. 12.  Luca 2:40 E il bambino cresceva e si fortificava essendo ripieno di sapienza; e la grazia di Dio era sopra di lui  Ed avvenne che tre giorni dopo lo ritrovarono nel tempio, seduto in mezzo ai dottori; che li ascoltava e faceva loro delle domande, e tutti quelli che l’udivano, stupivano del suo senno e delle sue risposte.2:46-47  52 E Gesù crebbe in saggezza e in statura e in favore dinanzi a Dio e agli uomini.
    13. 13.  Isa: 53: 2 Egli é venuto su dinanzi a lui come un rampollo, come una radice ch’esce da un arido suolo; non aveva forma né bellezza da attirare I nostri sguardi, né apparenza, da farcelo desiderare.  3 Disprezzato e abbandonato dagli uomini, uomo di dolore, familiare col patire, pari a colui dinanzi al quale ciascuno si nascondela faccia, era spregiato e noi non ne facemmo stima alcuna.  4 E nondimeno, eran le nostre malattie ch’egli portava, erano I nostri dolori quelli di cui si era caricato; e noi lo reputavamo colpito, battuto da Dio, ed umiliato.  5 Ma egli é stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquitá, il castigo, per cui abbiam pace, é stato su lui, e per le sue lividure noi abbiamo avuto guarigione.
    14. 14.  “Suo avvento(nscita) determinó un nuovo ordine nel computo degli anni; e di comune accordo i secoli dalla sua nascita sono stato censiti all'indietro dall'evento cardine e sono designati di conseguenza.” JC p.2  “Tutti i fatti che fanno la storia—sono riportati cronologicamente attraverso la cristianitá fanno riferimento agli anni prima o dopo la nascita di Gesú Cristo:” JCp2  Non solo nel VECCHIO MONDO, ma anche nel NUOVO MONDO
    15. 15. http://sonofmanpr oject.com
    16. 16.  Ha resuscitato le persone dalla morte(Lazarus, Daughter of Jairus & the Widow’s Son)  Ha digiunato e pregato per prepararsi per la sua missione di 3 anni e poi lui è andato tra la gente.  Ha molte volte fisicamente e spiritualmente nutrito i suoi discepoli.  Ha insegnato in strada, in synagoghe, sulle montagneper vie, per mare, con le barche, nelle città e nei luoghi di abitazione delle persone.  Fu onorato dagli stranieri e rifiutato dal suo popolo.  Fu battezzato a 30 per colui che aveva l'autorità, per immersione al quale Dio Padre confermó e approvó con la manifestazione dell spirito santo.
    17. 17.  Egli guarí I malati e gli zoppi..  Egli contese con Lucifero e scacció I demoni  Benedisse I bambini ovunque andasse.  Chiamó I dodici apostoli ed organizzó la chiesa.  Egli insegnó loro, come avendo autoritá e non come gli scribi.  Ha lavato i piedi agli apostoli e diede loro ordinanze e Sacramento.  Fú trasfigurato con Pietro, Giacomo e Giovanni per prepararli alla loro leadership nel sacerdozio.  Visse una vita perfetta. Egli ha mostrato il modo di camminare nella luce  Ci insegnó a pregare, chiedere, cercare e bussare  Stabilí l’esempio perfetto.
    18. 18. 1. Come l'unico e solo l'uomo senza peccato 2. Come l'Unigenito del padre e quindi il solo essere nato sulla terra che possiede nella sua pienezza gli attributi divini(capacità di resistere alla morte) e umanitá. 3. Come quello che era stato scelto nei cieli e preordinato a questo servizio A che cosa l'altro uomo è stato senza sin e quindi esenti interamente dal dominion di Satan ed a chi morte, lo stipendio del sin, non è naturalmente dovuto? JC 21
    19. 19. Legge esistente Una legge infranta richiede qualcuno per subire una punizione. benedizioni punizioni Peccati dell’uomo GIUSTIZIA è soddisfatta dalla sofferenza e dal sacrificio di Gesù Cristo, se accettiamo il suo sacrificio La letterale espiazione che lui compí
    20. 20. IMMORTALITA: Cos’é? VITA DOPO LA Il ricongiungimento del corpo con lo spirito, un dono gratuito di Gesú Cristo per tutta l’umanitá Vita eterna: Cos’éESALTAZIONE CON IL PADRE E IL FIGLIO e il nostro coniuge e famiglie dopo la risurrezione e il giudizio finale
    21. 21. Gesù Cristo ha concordato a pagare il prezzo di nostri peccati Attraverso la sua sofferenza se prenderemo su di noi il suo nome e se obbediremo ai suoi comandamenti Il debito o punizione è quindi versato da Gesù Cristo 15 Perciò io vi comando di pentirvi — pentitevi, perchè non abbia a colpirvi con la verga della mia bocca, e con la mia ira, e con la mia collera, e che le vostre sofferenze siano dolorose — quanto dolorose non sapete, quanto intense non sapete, sì, quanto dure da sopportare non sapete. 16 Poiché ecco, io, Iddio, ho sofferto queste cose per tutti, affinché non soffrano se si pentiranno 17 Ma se non volessero pentirsi, essi dovranno soffrire proprio come me; 18 E queste sofferenze fecero sì che io stesso, Iddio, il più grande di tutti, tremassi per il dolore e sanguinassi da ogni poro, e soffrissi sia nel corpo che nello spirito — e desiderassi di non bere la coppa amara e mi ritraessi —
    22. 22. Juan 10: 17Por eso me ama el Padre, porque yo pongo mi vida, para volverla a tomar. 18Nadie me la quita, sino que yo la pongo de mí mismo. Tengo poder para ponerla, y tengo poder para volverla a tomar. Este mandamiento recibí de mi Padre.
    23. 23. Giustizia: E (Gesù) deve andare avanti, soffrendo pene e afflizioni e tentazioni di ogni specie; e ciò che la parola potrebbe essere soddisfatta che dice che egli avrà su di lui i dolori e le malattie del suo popolo. E prenderà su lui la morte, che egli può perdere i legami della morte che legano il suo popolo; e prenderà su di lui la loro infermità, che le sue viscere possano essere piene di misericordia, secondo la carne, affinché egli possa conoscere secondo la carne come soccorrere il suo popolo nelle loro infermità. Ora lo spirito conosce tutte le cose;Tuttavia, il figlio di Dio soffre secondo la carne che egli potrebbe prendere su di lui i peccati del suo popolo, che egli potrebbe cancellare le loro trasgressioni secondo la potenza della sua liberazione; ed ora ecco, questa è la testimonianza che è in me. Alma 7: 11-13 MERCY: 2 Nefi 25:23 Poiché sappiamo che è per grazia che siamo salvati, dopo tutto quello che possiamo fare.
    24. 24. Jesus Christ in Gethsemane
    25. 25. Marco 14: Marco disse che lui era“dolente, …e appesantito.” Gesú disse: L’anima mia é oppressa da tristezza mortale. “E lui…si gettó a terra e pregava…Abba, Padre, ogni cosa ti é possibile; allontana da me questo calice; nondimeno, non quello che io voglio, ma quello che tu vuoi” 34-36 Il Salvatore urló sulla croce“Mio Dio, mio Dio, perché mi hai abbandonato?” Matteo27:46 E Gesú gridando con gran voce disse: Padre, nelle tue mani rimetto lo spirito mio. E detto questo, spiró” Luke 23:46
    26. 26. James D. Talmadge "credere che il Signore Gesù è morto di un cuore spezzato.Il salmista cantó nel dolore secondo la sua ispirata versione della passione del Salvatore; Il vituperio m’ha spezzato il cuore, e son tutto dolente; ho aspettato che si condolesse meco, non v’é stato alcuno; ho aspettato dei consolatori, ma non ne ho trovati. Anzi mi han dato del fiele per il cibo, e, nella mia sete, m’han dato a ber dell’aceto. Psalm 69:20, 21 James E. Talmadge attesta di Cristo sulla croce “realizzando completamente che egli non fosse stato abbandonato, ma che il suo sacrificio espiatorio era stato accettato dal padre, e che la sua missione nella carne era stato portata a compimento glorioso,Esclamò a voce alta di trionfo Santa: È compiuto. In riverenza, rassegnazione e sollievo si rivolse al padre dicendo: "padre, nelle tue mani affido il mio spirito." la sua testa cedette e volontariamente rinunció alla sua vita. JC 661-662
    27. 27.  Ma l’angelo prese a dire alle donne: Voi, non temete; perché io só che cercate Gesú, che é stato crocifisso. Egli non é qui, poiché é resuscitato come avea detto; venite a vedere il luogo dove giaceva. E andate presto a dire ai suoi discepoli: Egli é resuscitato dá mort, ed ecco vi precede in galilea; quivi lo vedrete, ecco ve l’ho detto. Matt 28:5-7 Pietro e Giovanni vennero alla tomba e non lo trovarono: "poiché ancora capivano la scrittura, che egli deve risuscitare dai morti." ANCHE gli Apostoli non capivano o credevano nella risurrezione.
    28. 28.  In vita Gesú testimonió: In veritá, in veritá io vi dico: L’ora viene, anzi é giá venuta, che I morti udranno la voce del figliuol di Dio; e quelli che l’avranno udita, vivranno. Perché come il padre ha vita in se stesso, cosí ha dato anche al figliolo di aver vita in se stesso; E gli ha dato autoritá di giudicare, perché é il figluol dell’uomo. Non vi maravigliate di questo; perché l’ora viene in cui tutti quelli che son nei sepolcri, udranno la sua voce e ne verranno fuori: quelli che hanno operato bene, in resurrezione di vita, e quelli che hanno operato male, in resurrezione di giudizio. John 5:25-29  Il Lavoro missionario tra i morti è stato istituito da Cristo. Chi di noi può dubitare che essa sia continuata dai suoi discepoli autorizzati. J the C 675
    29. 29. Dopo tutto che Cristo aveva insegnato per quanto riguarda la sua risurrezione dai morti il terzo giorno, gli apostoli non erano in grado di accettarla; alle loro menti la Resurrezione èfú qualche evento misterioso e remoto, non una possibilità presente.Jesus the Christ 683 Nota delle apparizioni di Gesú Cristo J C 699 1. A Maria Maddalena vicino al sepolcro 2. Ad altre donne, tra il sepolcro e Gerusalemme 3. Ai 2 discepoli sulla strada di Emmaus 4. A Pietro vicino a Gerusalemme 5. 10 Degli Apostoli a Gerusalemme 6. 11 Apostoli a Gerusalemme 7. Agli apostoli presso il mare di Tiberiade 8. Agli 11 apostoli sulle montagne in Galilea 9. A 500 fratelli in una sola volta in Galilea 10.A Giacomo 11. Agli 11 Apostoli al momento dell'ascensione del Monte degli ulivi, nei pressi di Betania
    30. 30. La prima settimana di aprile dell'anno 34a, venne una tempesta nel nuovo mondo e una voce che diceva: "Ecco, io sono Gesù Cristo, il figlio di Dio. Ho creato i cieli e la terra e tutte le cose che sono in essi. Sono stato con il padre fin dall'inizio. "Ecco, per i quali che io ho deposto la mia vita e l’ho ripresa; pertanto pentevi e, venite a me voi tutti estremità della terra e siate salvati nel mio nome.” Cristo era risorto; e dopo di lui molti dei giusti morti sul continente occidentale si alzarono dalle loro tombe e apparvero come resuscitati, immortali essendo tra i sopravvissuti della distruzione sulla terra; anche se in Giudea molti dei Santi erano stati sollevati immediatamente dopo la risurrezione di Cristo."JC 724
    31. 31. "Circa sei settimane o più dopo gli eventi considerati (la voce del Signore ai Nefiti) una grande moltitudine di Nefiti era riunita presso il tempio nella terra chiamata Bountiful, …loro sentirono un suono come di una voce che diceva.. Ecco il figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto, nel quale ho glorificato il mio nome; ascoltatelo."JC 725 Gesù è apparve ai Nefiti a Bountiful e disse: Ecco, io sono Gesù Cristo, di cui i profeti attestarono che sarebbe venuto nel mondo. Ed ecco, io sono la luce e la vita del mondo: ed ho bevuto da quella coppa amara che il Padre mi ha dato ed ho glorificato il Padre prendendo su di me i peccati del mondo, e in questo ho accettato la volontà del Padre in tutte le cose, fin dal principio.
    32. 32. La risurrezione consiste nell'unione dello spirito con un corpo di carne ed ossa, per non essere mai piú divisi. Tutti riceveranno la risurrezione, perché Cristo ha vinto la morte. Gesù Cristo fu il primo ad essere resuscitato sulla terra. Altri furono riportati in vita dalla morte, ma fu solo restaurata la loro mortalitá, considerando che la Resurrezione significa diventare immortale, senza piú sangue, ma con un corpo di carne ed ossa, vivificato dallo spirito. Bible Dict. 761 Gesú Cristo aveva potere sulla morte, come risultato di essere generato da un padre immortale. Gesú si sottomise alla sua morte, nonostante potesse vivere per sempre. Così un dono di Gesù il Cristo a tutta l'umanità.
    33. 33.  Apparve al giove Joseph Smith nel bosco  Gesù Cristo mandó Giovanni Battista per restaurare il sacerdozio di Aaronne, e poi Pietro, Giacomo e Giovanni per restaurare il sacerdozio di Melchisedec.  Gesù Cristo mandó Moroni per rivelare il libro di Mormon  Gesù Cristo apparve a Joseph e Oliver nel tempio Kirtland e quindi restauró le chiavi del raduno di Israele attraverso Mosè, la predicazione del Vangelo di Abramo attraverso Elias e le chiavi del suggellamento per volgere i cuori dei bambini ai padri e viceversa, da Elia  Gesù autorizzó l'organizzazione della Chiesa di Gesù Cristo, con una prima presidenza e il quorum dei 12 apostoli, settanta, vescovi, ecc.  Gesú Cristo restauró la pienezza del vangelo
    34. 34.  Che invita Che conforta  Che risponde Che esorta  Che ama Che piange  Che é turbato dai peccati dell’umanitá  Che é pieno di gioia E che ci dá un motivo per essere felici.  Che accoglie tutti coloro che vengono a lui  Funge pazientemente d’avvocato presso il padre di tutti coloro che sono diventati Santi attraverso il suo sangue espiatorio.  Lui è un amico vero e misericordioso, se abbiamo amicizia con lui o no.  Egli visita coloro che credono in lui.  Egli guarisce coloro che piangono al pensiero di essere separatoi da lui  Tocca, è toccato e dà potere.  Egli ricorda tutte le sue alleanze e mantiene tutte le sue promesse.  Egli è onnipotente, a giudicare il mondo e scaccia i malvagi
    35. 35. LUI É Il Salvatore L'autore della vita eterna ed esaltazione Il Redentore L’Autore della resurrezione Il capitano della nostra salvezza, l'Apostolo e sommo sacerdote della nostra professione Il signore e il donatore di vita La Luce La Parola Il Mediatore Geova adonai. Il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe L’Unto Il figlio unigenito nella carne Il primo nato nello spirito Il Re dei re, Signore dei Signori Il Creatore Il grande IO SONO
    36. 36. 1. Questa terra e la promessa che sarebbe venuto e pagare il prezzo dei nostri peccati. 2. Un esempio del percorso che gli uomini dovrebbero seguire. 3. Profeti, apostoli, rivelazione, le Scritture e le sue parole che ci guidano 4. Poi ha sofferto per ogni peccato, dolore, afflizione, tentazione, malattia, l'infermità e trasgressione …affinché potesse soddisfare le esigenze della giustizia. 5. Ha dato la sua vita in modo che la resurrezione dopo la morte, divenne possibile, che è la definizione di immortalità. 6. Egli invoca il nostro caso davanti a Dio padre, e allora è attraverso la sua grazia che egli compie la differenza necessaria per portarci al trono di Dio padre.
    37. 37. RE DEL MILLENNIO:
    38. 38. E si parla di Cristo, gioiamo in Cristo, noi predichiamo Cristo, noi profetizziamo di Cristo e scriviamo secondo le nostre profezie, che i nostri bambini possono sapere a quale fonte possono nutrirsi per la remissione dei loro peccati. EGLI HA FATTO COSÌ TANTO PER NOI, CHE CI PERMETTA DI FARE QUALCOSA PER LUI
    1. A particular slide catching your eye?

      Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

    ×