Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
  • Save
Anch’Io Scienziato V Corpo Umano
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Anch’Io Scienziato V Corpo Umano

  • 7,315 views
Published

progetto didattico sul corpo umano realizzato dagli alunni della scuola primaria del Torrione

progetto didattico sul corpo umano realizzato dagli alunni della scuola primaria del Torrione

Published in Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
7,315
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Circolo didattico “Alcide De Gasperi” , scuola primariaTorrione Concorso : Anch’io scienziato Titolo del Progetto: Classe V A Insegnanti: Paola Cavallo – Filomena Macera Mascitelli – Porzio M. Consiglia
  • 2. L’idea scaturisce dalla visione del film…..
  • 3. "L'UOMO BICENTENARIO" Andrew è un robot tuttofare dell'ultima generazione. Richard Martin lo acquista per aiutare in casa e intravede in lui atteggiamenti umani e segni di inattesa creatività. Lo sollecita allora su questo versante e il robot comincia disegnare e a costruire oggetti… ……fino a diventare in tutto simile a un uomo…..
  • 4. Suggestionata dal film, Valentina porta a scuola un piccolo robot che lei stessa ha disegnato e realizzato su cartoncino……sarebbe felice di avere anche lei un robot per amico!.... Anzi, lo sarebbero tutti, decidiamo, perciò, di costruirne uno: sarà un modo divertente di studiare il corpo umano, e, come dicono le maestre, sarà la realizzazione di un progetto di apprendimento metacognitivo che coinvolgerà non solo l’insegnamento delle scienze, ma anche quello di altre discipline come • Italiano • Inglese • Informatica • Immagine
  • 5. My incredible body
  • 6. Domestic robot will probably have many long arms and two short legs. They will have one square head with square eyes and no hair….. They will water the plants with the first hand, with the second they will cook, with the third they will wash the dishes……and do lots of other things. Domestic robots will always be happy!
  • 7. Abbiamo radunato •Bottiglie; •Contenitori di plastica; •Appendiabiti; •Spugnette; •Cartoni.... Eccoci pronti all’opera!
  • 8. ….ma non sapendo da dove cominciare…… iniziamo a osservare la realtà: La maestra ha portato a scuola un coniglio e la testa di un agnello
  • 9. Cerchiamo di cogliere le somiglianze/differenze tra le due teste
  • 10. Alcune compagne non vogliono guardare…e piangono per l’agnello, ma attraverso lo studio dell’anatomia, grandi geni come Leonardo da Vinci, hanno reso possibile il cammino della medicina..
  • 11. L'anatomia è una scienza nata nell'antichità che studia il corpo degli esseri viventi attraverso la dissezione. Leonardo merita un posto particolare nella storia dell'anatomia perché approfondì gli studi fino alle parti più profonde del corpo: dal funzionamento degli organi interni alla muscolatura. Oggi noi pensiamo che la medicina debba molto a lui, ma per i suoi coetanei Leonardo era un pazzo che faceva studi inutili e senza senso. Leonardo cominciò molto presto ad interessarsi di anatomia:un dipinto, il San Gerolamo, è la traccia più antica degli studi di Leonardo in questo campo. Sui primi disegni e dai primi quadri si vedeva che conosceva bene l'anatomia, soprattutto i muscoli. Mentre i suoi coetanei si limitavano all' anatomia superficiale, lui ampliava la conoscenza delle parti più nascoste e importanti del corpo. Leonardo studiava anche gli animali. Per capire come funzionavano i loro organi interni li sezionava e poi, per analogia, formulava teorie e traeva conclusioni dal corpo degli animali a quello degli uomini. In questo caso sbagliava perché oggi noi sappiamo che il corpo umano è diverso da quello degli animali. Cercava anche di capire, attraverso i cadaveri, quale parte del cervello svolgeva le funzioni del pensiero, del ricordo e della parola (facoltà psichiche). Come i suoi coetanei, credeva che i nervi fossero tubi attraversati da soffi d'aria grazie ai quali si contraevano i muscoli. Leonardo era un appassionato ricercatore, non si accontentava di studi superficiali ma applicava la sperimentazione. Riuscì ad entrare in vari ospedali per praticare la dissezione: per studiare a fondo le parti del corpo interne, i cadaveri venivano sezionati, cioè tagliati. La dissezione lo porse davanti alla complessità dei dati anatomici. Credeva che, nella rappresentazione, nulla doveva venir trascurato: il disegno doveva essere molto accurato ed adottò tipi di disegno diversi, dalla rappresentazione in trasparenza alla visione del corpo da vari punti di vista. Riprese i suoi studi di anatomia nel 1510 dopo un interruzione di circa 10 anni. Gli studi sulla meccanica e di idrodinamica influirono nei suoi studi di anatomia: difatti la rappresentazione di molti organi assomigliava a pezzi meccanici.
  • 12. L‘ “Uomo Vitruviano” di Leonardo Da Vinci
  • 13. L'uomo vitruviano di Leonardo Da Vinci rappresenta la perfezione umana in due movimenti racchiusi dalle forme perfette: il cerchio e il quadrato. Si chiama "Uomo Vitruviano" perché Leonardo prese spunto dagli scritti lasciati dall'architetto romano Vitruvio Pollione, vissuto nel I secolo avanti Cristo.* E' un disegno su supporto di carta molto antica e spessa somigliante alla pergamena. Il supporto cartaceo si presenta intatto, ma con macchie ed incisioni lasciate dal compasso. Le linee del disegno sono geometricamente perfette, senza cancellature, non calcate ma sicure. Il cerchio è stato disegnato col compasso. Ci sono note dell'autore intorno al disegno. Si riesce a decifrare soltanto la firma dell'autore, che è Leonardo, il resto è illeggibile poiché è scritto in piccolo e al rovescio. di Venezia.L'immagine dell'uomo vitruviano è ora conosciuta da tutti perché incisa sulle monete italiane da un Euro.
  • 14. Osserviamo l’occhio
  • 15. Riusciamo ad estrarre il cristallino e notiamo che somiglia a una lente a contatto. Lo laviamo nell’acqua di un bicchiere e, guardandovi attraverso come fosse una lente, ci accorgiamo che, proprio come una lente, altera la visione delle immagini.
  • 16. È ora la volta del coniglio
  • 17. Osserviamo le ossa della gabbia toracica
  • 18. E la diversa consistenza dei tessuti che compongono gli organi interni
  • 19. Come è possibile stare in piedi,correre,camminare,respirare ed espirare, piegarsi, saltare su e giù? Lo scheletro, in collaborazione dei muscoli,consente di muoversi e mantenersi in forma. Gli esseri umani sono vertebrati, ciò significa che dispongono di una spina dorsale, detta colonna vertebrale, che regge tutto il corpo. Lo scheletro umano è costituito da ossa di forma e dimensioni molto diverse tra loro. Ciascun osso è duro e compatto in superficie, spugnoso e leggero al suo interno. Senza i minerali, le ossa si piegherebbero come se fossero di gomma. Senza collagene sarebbero fragili come biscotti. Senza scheletro l’uomo sarebbe come una sacca liquida o come una medusa fuori dall’acqua.
  • 20. Utilizziamo, per i denti, il calco di gesso di una bambina…. la mano di una maestra-artista per migliorare il resto…..
  • 21. Il computer più potente….
  • 22. Tanta materia grigia…
  • 23. Problemi di simmetria…..
  • 24. The small intestine is 5 metres long!
  • 25. per avere un’idea…..misuriamo 5 metri di intestino…..
  • 26. Il vino fa buon sangue….lo utilizziamo per simulare la circolazione