Italian web stats 2010

  • 460 views
Uploaded on

Web Stats for the Italian Market, report by Audioweb

Web Stats for the Italian Market, report by Audioweb

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
460
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
4
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Audiweb Trends Sintesi e analisi dei risultati dellaRicerca di Base sulla diffusione dellonline in Italia – IX Edizione Dati cumulati ciclo 1, 2, 3 e 4 del 2010 dal 24/02/10 al 09/12/10 1 1 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 2. Indice degli argomenti PREMESSA ANALISI DI TREND PER I PRINCIPALI INDICATORI: famiglie con almeno un componente fino a 74 anni; individui 11-74 anni FAMIGLIE CON ALMENO UN COMPONENTE FINO A 74 ANNI: uso del computer e modalità di accesso a internet INDIVIDUI 11-74 ANNI: modalità di accesso internet e caratteristiche socio-demografiche POSSESSORI DI TELEFONO CELLULARE CHE HANNO ACCESSO A INTERNET DACELLULARE/SMARTPHONE/PDA caratteristiche socio-demografiche dei possessori di telefono cellulare con accesso a internet APPROFONDIMENTO SULLE MOTIVAZIONALI RELATIVE ALL’USO/MANCATO USO DIINTERNET NOTE METODOLOGICHE 2 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 3. PREMESSA 3Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 4. PremessaAudiweb Trends è il report trimestrale sui dati sintetici della Ricerca di Base sulladiffusione dellonline in Italia realizzata dall’istituto di ricerca DOXA per Audiweb.La Ricerca di Base è la ricerca quantitativa che rileva la diffusione dell’online in Italia(potenziale d’accesso) e che contribuisce alla definizione dell’universo degli utenti internet(individui di 11-74 anni) descrivendone i profili socio-demografici e attitudinali.La Ricerca di Base fornisce la percentuale di popolazione che ha accesso a internetdeclinato su ogni profilo socio-demografico ed è fondamentale per l’estensionedell’universo alla navigazione da “Altri Luoghi” oltre Casa e Lavoro e per garantirela corretta ponderazione del panel.I dati della Ricerca di Base consentono, inoltre, lestensione alluniverso degli individui 2-10 anni e oltre 74 anni mediante l’approfondimento sulla composizione della famiglia.Il panel, ponderato sulla base dei pesi di ciascuno dei profili degli individui rilevatiattraverso la Ricerca di Base, è utilizzato per produrre l’Audiweb Database, il planningdatabase che offre la stima dell’utilizzo di internet da casa, ufficio e altri luoghi da partedella popolazione italiana 2+. 4 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 5. SINTESI E ANALISI DEI RISULTATI 5Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 6. ANALISI DI TREND PER I PRINCIPALI INDICATORI: famiglie con almeno un componente fino a 74 anni; individui 11-74 anni. 6Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 7. Accesso a internet da casa delle famiglie: analisi di trend Principali evidenze Base: totale famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (=21.102.000) – Valori % e Stime in ‘000 Famiglie: accesso a internet da casa Rispetto a Dicembre dello scorso anno, l’incremento percentuale delle famiglie con accesso da Dicembre 2009 Dicembre 2010 almeno un device è pari a +13,9%, mentre quello da pc di proprietà +13,9% risulta essere pari a +14,3%. 59,1% qualsiasi device 51,9% 58,3% da computer 51,0% +14,3%Le differenze tra l’accesso da qualsiasi device e da pc di proprietà o in leasing è dovuto alla possibilità di accedere datelevisori o pc aziendali.Nel box l’incremento percentuale Dicembre 2009 – Dicembre 2010.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 7 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 8. Accesso a internet da casa delle famiglie: analisi di trend Principali evidenze Base: totale famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (=21.102.000) – Valori % e Stime in ‘000 Analizzando in trend i principali (+2,7%) (+2,8%) indicatori sull’accesso a internet (+5,2%) (+2,6%) delle famiglie, si riscontra una crescita costante sia dell’accesso da almeno un device (pc di proprietà, pc aziendali, televisori) che dell’accesso da pc di (+2,8%) proprietà. (+2,8%) (+2,7%) (+5,3%) Incremento % Dic’09- Dic’10: +13,9% Incremento % Dic’09- Dic’10: +14,3%Le differenze tra l’accesso da qualsiasi device e da pc di proprietà o in leasing è dovuto alla possibilità di accedere datelevisori o pc aziendali.Tra parentesi l’incremento percentuale rispetto al cumulato precedente.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 8 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 9. Accesso a internet degli individui: analisi di trend Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (N=47.972.000) – Valori % Rispetto a Dicembre dello scorso Individui (11-74 anni): accesso a internet anno, l’incremento percentuale % e stime sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) degli individui con accesso da pc Dicembre 2010 Dicembre 2009 +7,9% da casa è pari a +14%; quello da mobile è l’incremento più alto, 69,7% pari a +44,4%; infine l’accesso da Every location 64,6% almeno un luogo/strumento risulta essere pari a + 7,9%. 65,1% +14,0% PC da casa 57,1% In diminuzione, rispetto lo stesso periodo dello scorso anno, 39,9% l’accesso da altri luoghi come Pc da lavoro/ufficio* 38,2% +4,5% biblioteche, internet point,.. (-20,4%) e da luogo di studio Pc da luogo di studio 6,1% (-16,4%) -16,4% (scuola/università) 7,3%Pc da altri luoghi (biblioteche, 3,9% -20,4% internet point, ecc) 4,9% 13,0% +44,4% Sm artphone/cellulare/PDA 9,0% (*) Le percentuali di accesso da pc da luogo di lavoro/ufficio sono calcolate su base occupati Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i dati cumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre di Marzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 9 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 10. Accesso a internet degli individui: analisi di trend Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % Analizzando in trend i principali indicatori sull’accesso a internet degli individui, si riscontra una crescita costante dell’accesso da pc da casa e da smartphone/cellulare/PDA rispettivamente +14% e +44,4% rispetto lo stesso periodo dello scorso anno. Questi indicatori spingono verso l’alto anche l’accesso da almeno un luogo/strumento (ovvero chi dichiara di accedere attraverso pc da almeno una delle location considerate o da mobile) che registra un incremento di +7,9% rispetto lo stesso periodo dello scorso anno.(*) Le percentuali di accesso da pc da luogo di lavoro/ufficio sono calcolate su base occupatiI dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 10 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 11. Accesso a internet da qualsiasi luogo/strumento: analisi di trend Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % Analizzando in trend l’accesso a internet degli individui da qualsiasi luogo/strumento (ovvero chi dichiara di accedere attraverso pc da almeno una delle location considerate o da mobile), si riscontra una crescita costante dell’accesso.Tra parentesi l’incremento percentuale rispetto al cumulato precedente.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 11 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 12. Accesso a internet da pc da casa: analisi di trend Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % Il trend di accesso a internet degli individui da pc da casa mostra una crescita costante dell’accesso.Tra parentesi l’incremento percentuale rispetto al cumulato precedente.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 12 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 13. Accesso a internet da pc da luogo di lavoro: analisi di trend Principali evidenze Base: totale individui occupati (=22.688.000) – Valori % Analizzando in trend l’accesso a internet degli individui occupati da pc da luogo di lavoro, si rileva un andamento sostanzialmente costante del fenomeno.Le percentuali di accesso da pc da luogo di lavoro/ufficio sono calcolate su base occupati (N=22.688.000)Tra parentesi l’incremento percentuale rispetto al cumulato precedente.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 13 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 14. Accesso a internet da pc da luogo di studio: analisi di trend Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % Il trend di accesso a internet degli individui da pc da luogo di studio mostra un andamento lievemente in calo.Tra parentesi l’incremento percentuale rispetto al cumulato precedente.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 14 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 15. Accesso a internet da smartphone/cellulare/PDA: analisi di trend Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % Il trend di accesso a internet degli individui da mobile mostra un andamento in crescita nell’ultimo anno. In particolare +17,1% nell’ultimo periodo.Tra parentesi l’incremento percentuale rispetto al cumulato precedente.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 15 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 16. Accesso a internet da pc da altri luoghi (internet point, biblioteche): Principali evidenze analisi di trend - Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % Analizzando in trend l’accesso a internet degli individui da pc da altri luoghi (come internet point e biblioteche) si rileva un andamento sostanzialmente costante del fenomeno. Le fluttuazioni tra trimestri potrebbero però essere dovute a lievi oscillazioni campionarie.Tra parentesi l’incremento percentuale rispetto al cumulato precedente.I dati di ciascun periodo si riferiscono al cumulato degli ultimi 4 cicli. Ad esempio i dati relativi a Dicembre 2009 siriferiscono ai cicli 1, 2, 3 e 4 del 2009.Dal trimestre di Marzo 2010 è stato modificato il criterio di ponderazione dei dati. Mentre fino a Dicembre 2009 i daticumulati erano calcolati attribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dal trimestre diMarzo 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti. 16 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 17. FAMIGLIE CON ALMENO UN COMPONENTE FINO A 74 ANNI: uso del computer e modalità di accesso a internet 17Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 18. Possesso di pc di proprietà o in leasing a casa Principali evidenzeBase: totale famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (=21.102.000) – Valori % e Stime in ‘000 In Italia oltre una famiglia su due possiede un computer di proprietà o in leasing, il 63,7% delle famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (13,435 milioni) e, tra queste, il 33,5% (4,507 milioni) possiede 2 o più computer. In generale, la presenza di un computer e, come si vedrà più in dettaglio nel report, di una connessione alla Rete è direttamente proporzionale alla numerosità del nucleo familiare. Più è numerosa la famiglia, infatti, maggiore è la presenza di un computer in casa. 18 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 19. Profilo delle famiglie che possiedono pc di proprietà o in leasing a casa Principali evidenze Base: totale famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (=21.102.000) – Valori % e Stime in ‘000 Per le famiglie, il possesso di pc di proprietà o in leasing a casa risulta direttamente proporzionale % di penetrazione sul target alla dimensione del nucleo familiare: più è numerosa la famiglia e più aumenta la presenza di almeno un computer in casa. Il dato si stabilizza per le famiglie con quattro o più componenti, il tasso di penetrazione infatti è pari circa all’88% per tutte le famiglie dai quattro componenti in su.Il grafico rappresenta la quota di famiglie che possiede almeno un pc di proprietà o in leasing a casaall’interno di ciascun segmento. Le percentuali relative alle diverse numerosità delle famiglie,confrontate con la barra in alto del totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione delfenomeno. 19 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 20. Accesso a internet da casa: device Principali evidenzeBase: totale famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (=21.102.000) – Valori % e Stime in ‘000 Il 59,1% delle famiglie italiane con almeno un componente fino a 74 anni (12,470 milioni) dichiara di avere un accesso a internet da casa attraverso almeno uno dei device considerati (pc di proprietà, pc aziendali, televisori). Nel dettaglio, si osserva che il 58,3% delle famiglie dichiara di poter accedere alla Rete da computer di proprietà o in leasing, l’1,3% da computer aziendale e il 3,4% da Televisore. (*) Mediamente 1,4 pc con accesso a internet per famiglia. 20 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 21. Profilo delle famiglie che hanno accesso a internet da casa attraverso pc di proprietà o in leasing Principali evidenze Base: totale famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (=21.102.000) – Valori % e Stime in ‘000 La disponibilità di un accesso a internet da casa attraverso pc di proprietà risulta direttamente % di penetrazione sul target proporzionale alla dimensione del nucleo familiare: più è numerosa la famiglia e più tendenzialmente cresce la possibilità di connettersi alla Rete da casa.Il grafico rappresenta la quota di famiglie che ha accesso a internet da casa attraverso pc di proprietà oin leasing all’interno di ciascun segmento. Le percentuali relative alle diverse numerosità delle famiglie,confrontate con la barra in alto del totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione delfenomeno. 21 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 22. Profilo delle famiglie che hanno accesso a internet da casa attraverso qualsiasi device Principali evidenze Base: totale famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (=21.102.000) – Valori % e Stime in ‘000 Analizzando in dettaglio il profilo delle famiglie con un accesso a internet da casa da almeno un device (pc di proprietà, pc aziendali oppure televisori), resta confermata la relazione tra la % di penetrazione sul target numerosità del nucleo familiare e la presenza di una connessione alla Rete. La disponibilità di accesso a internet è tendenzialmente più diffusa tra le famiglie numerose. Dichiarano, infatti, di avere un accesso a internet da qualsiasi device principalmente le famiglie con quattro componenti o più (circa l’82% dei casi), a fronte di una media del 59,1% dei casi sul totale famiglie.Il grafico rappresenta la quota di famiglie che ha accesso a internet da casa attraverso qualsiasi deviceall’interno di ciascun segmento. Le percentuali relative alle diverse numerosità delle famiglie,confrontate con la barra in alto del totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione delfenomeno. 22 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 23. Numero di pc di proprietà/in leasing con cui le famiglie possono accedere da casa % e stime sul n° di famiglie con accesso a internet da casa attraverso pc di proprietà o leasing Principali evidenze (=12.300.000) Analizzando il numero di computer di proprietà attraverso cui le famiglie possono accedere da casa, emerge che il 66,5% delle famiglie con accesso a internet dichiara di poter accedere alla rete da un solo computer. Sono invece 4,118 milioni le famiglie che hanno la possibilità di accedere da due o più computer, rappresentando circa un terzo del totale famiglie. 23 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 24. Dotazioni tecnologiche dell’abitazione% e stime sul n° di famiglie con almeno un componente fino a 74 anni con accesso da qualsiasi device Principali evidenze (=12.470.000) Analizzando nel dettaglio le dotazioni tecnologiche delle famiglie con accesso a internet, risulta che il 66,7% (8,320 milioni) dispone anche di TV tradizionale, il 77,8% (9,697 milioni) di un telefono fisso, il 59,7% (7,447 milioni) di TV Digitale Terrestre, il 32,6% (4,059 milioni) di una console giochi e il 26,5% (3,308 milioni) di TV satellitare. 24 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 25. Principale tipologia di connessione a internet disponibile da casa% e stime sul n° di famiglie con almeno un componente fino a 74 anni che hanno accesso a internet da Principali evidenze casa attraverso qualsiasi device (=12.470.000) La maggior parte delle famiglie che dichiarano di avere un accesso a internet da casa, dispone di un collegamento veloce via ADSL/fibra ottica (65,7% dei casi). La Banda Larga infatti risulta essere nelle case di 8,189 milioni di famiglie italiane. Rilevante anche l’accesso attraverso le chiavette internet, in crescita nell’ultimo anno, (24% dei casi corrispondente a 2,990 milioni di famiglie italiane). 25 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 26. Tipo di abbonamento sottoscritto% e stime sul n° di famiglie con almeno un componente fino a 74 anni che hanno accesso a internet Principali evidenze da casa attraverso ADSL/fibra ottica (=8.189.000) La maggior parte delle famiglie con un accesso a internet da casa attraverso ADSL o fibra ottica dichiara di aver sottoscritto un abbonamento flat (93,1% dei casi, corrispondente a 7,623 milioni di famiglie italiane). Solo il 3,7% delle famiglie dichiara di aver scelto una modalità a consumo. 26 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 27. INDIVIDUI 11-74 ANNI: modalità di accesso a internet e caratteristiche socio-demografiche 27Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 28. Accesso ad internet: luoghi e strumenti Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % e Stime in ‘000 Gli individui italiani che possono accedere alla Rete da almeno uno dei luoghi considerati (casa, ufficio, luogo di studio o altri luoghi in generale), attraverso pc o mobile, sono 33,441 milioni, pari al 69,7% della popolazione nella fascia d’età considerata dalla ricerca. Analizzando in dettaglio la disponibilità di accesso a internet dalle singole location esaminate, risulta una maggiore disponibilità da casa attraverso computer, confermata nel 65,1% dei casi (31,243 milioni di individui tra gli 11 e i 74 anni), con percentuali di penetrazione inferiori per quanto riguarda l’accesso da luogo di lavoro/ufficio, disponibile per il 39,9% degli italiani occupati (9,218 milioni di italiani complessivamente), da luogo di studio nel 6,1% dei casi (2,945 milioni) e da altri luoghi (internet point, biblioteche, ecc) nel 3,9% dei casi (1,874 milioni). L’accesso a internet da cellulare/(*) Il dato include anche una quota minima (1,9%) di non occupati, smartphone/PDA è disponibile neles. pensionati che continuano a svolgere un’attività lavorativa. 13% dei casi (6,232 milioni). 28 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 29. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da qualsiasi luogo/strumento Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Hanno un accesso a internet da % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) qualsiasi luogo e strumento il 72% degli uomini e il 67,5% delle donne; in particolare i giovani tra gli 11 e i 17 anni (86,2% degli individui in questa fascia d’età) e i 18-34 anni (84,7%) e nella fascia più matura tra i 35 e i 54 anni (77,7%), di tutte le aree geografiche d’Italia con livelli di concentrazione simili nel Nord e nel Centro (circa 73%) ad eccezione dell’area Sud e Isole che presenta una percentuale più contenuta(63,7%). La possibilità di accedere a internet da qualsiasi luogo e strumento sembra essere direttamente proporzionale all’ampiezza demografica dei comuni di residenza. Più i centri sono popolosi, infatti, maggiore è la penetrazione del mezzo.Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso a internet da qualsiasi luogo/strumentoall’interno di ciascun segmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontatecon la barra in alto del totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 29 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 30. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da qualsiasi luogo/strumento Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Il profilo professionale di chi % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) dichiara di avere un accesso a internet da almeno uno dei luoghi considerati, attraverso pc o mobile, risulta abbastanza elevato, considerando che i più alti livelli di concentrazione sono tra gli imprenditori e liberi professionisti (98,8%), tra i dirigenti, quadri e docenti universitari (96,9%) e tra gli impiegati e gli insegnanti (93,9%). Tra i non occupati, internet è soprattutto tra gli studenti universitari (98,3% dei casi), gli studenti di scuole medie e superiori (88,9%) e coloro che sono in cerca di prima occupazione (77,2%). L’alto profilo di chi dichiara di avere un accesso a internet da qualsiasi luogo e strumento risulta confermato dall’alta penetrazione tra i laureati (96,7%) ed iIl grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso a internet da qualsiasi luogo/strumento diplomati (90,1%).all’interno di ciascun segmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontatecon la barra in alto del totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 30 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 31. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da casa Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Se tra le varie location di accesso % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) a internet e i vari strumenti consideriamo la sola connessione da casa attraverso pc, anche in questo caso, la penetrazione è lievemente più alta tra gli uomini (66,8%) che tra le donne (63,5%), e riconferma una maggiore possibilità di accesso nelle fasce di età più giovani. L’accesso da pc da casa presenta livelli di concentrazione simili nel Nord e nel Centro (66-69%), e penetrazione più bassa nell’area Sud e Isole (60,2%). La penetrazione sembra essere direttamente proporzionale all’ampiezza demografica dei comuni di residenza, con livelli più alti per gli individui residenti nei centri più popolosi.Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da casa all’interno di ciascun segmento.Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in alto del totale,evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 31 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 32. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da casa Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Come per l’accesso a internet da % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) qualsiasi luogo e strumento, anche il profilo di chi ha accesso da pc da casa risulta piuttosto elevato, considerando sia il dettaglio del titolo di studio conseguito che le condizioni professionali e non. E’ molto alta, infatti, la penetrazione tra i laureati (90,7%) ed i diplomati (83,6%). All’interno delle condizioni professionali sono molto alti i livelli di concentrazione tra gli imprenditori e liberi professionisti (91,8%). Simili i livelli di concentrazione tra gli impiegati/ insegnanti e tra i dirigenti, quadri e docenti universitari (circa l’84%). Tra i non occupati internet è nelle case soprattutto degli studenti universitari (97% dei casi) e degli studenti di scuole medie e superiori (83,6%).Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da casa all’interno di ciascun segmento.Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in alto del totale,evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 32 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 33. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da lavoro/ufficio Principali evidenze Base: totale individui occupati (=22.688.000) Gli italiani occupati che % di penetrazione sul totale individui occupati (=22.688.000) dispongono di un accesso a internet da lavoro vivono principalmente nelle aree geografiche del Nord-Est (il 46,1% degli individui occupati, residenti in quest’area, hanno accesso da lavoro) e del Centro (42,9% dei casi). Più donne occupate (41,5%) che uomini (38,8%), con una penetrazione leggermente più alta nella fascia d’età 35-54 anni.Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da lavoro/ufficio all’interno di ciascunsegmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in altodel totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 33 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 34. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da lavoro/ufficio Principali evidenze Base: totale individui occupati (=22.688.000) Come si evince dall’approfondimento sul livello di istruzione e sul tipo di % di penetrazione sul totale individui occupati (=22.688.000) occupazione, internet è disponibile per il 72,8% dei laureati occupati; il 90,4% dei dirigenti, quadri o docenti universitari; il 65,4% degli imprenditori e liberi professionisti ed il 59,9% degli impiegati e insegnanti.Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da lavoro/ufficio all’interno di ciascunsegmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in altodel totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 34 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 35. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da lavoro/ufficio Principali evidenze Base: totale individui occupati (N=22.688.000) Gli Italiani occupati che dispongono di un accesso a % di penetrazione sul totale individui occupati (=22.688.000) internet da lavoro sono per lo più coloro che sono impegnati nei settori finanziario- assicurativo (83,9% dei casi), professionale/scientifico e tecnico (74,9%), nei servizi dell’amministrazione pubblica o nella difesa (65%) e nei servizi di informazione e comunicazione (61%).Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da lavoro/ufficio all’interno di ciascunsegmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in altodel totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 35 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 36. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da lavoro/ufficio Principali evidenze Base: totale individui occupati (=22.688.000) Dall’approfondimento del profilo degli occupati relativo al tipo di % di penetrazione sul totale individui occupati (=22.688.000) reparto, ha un accesso a internet da luogo di lavoro il 63,8% di coloro che sono impiegati in reparti di tipo tecnico/ progettuale; il 61,9% di coloro che lavorano in reparti di tipo societario/organizzativo/legale e il 60,1% di coloro che hanno mansioni amministrativo/ impiegatizie. Relativamente all’influenza esercitata negli acquisti aziendali, sembrano avere maggiore possibilità di accesso a internet coloro che dichiarano di valutare o raccomandare prodotti e servizi per l’azienda o il dipartimento di riferimento (70,6% dei casi).Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da lavoro/ufficio all’interno di ciascunsegmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in altodel totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 36 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 37. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da lavoro/ufficio Principali evidenze Base: totale individui occupati (=22.688.000) L’accesso a internet da lavoro sembra essere direttamente proporzionale alla dimensione aziendale. Gli individui occupati in % di penetrazione sul totale individui occupati (=22.688.000) aziende di grandi dimensioni hanno un maggiore accesso a internet dalla sede di lavoro. Dichiara infatti di disporre di tale accesso il 47,3% di chi lavora in aziende dai 100 ai 499 addetti, e il 54,2% di chi lavora in aziende con almeno 500 addetti.Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da lavoro/ufficio all’interno di ciascunsegmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in altodel totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 37 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 38. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da luogo di studio Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Hanno un accesso a internet da un luogo di studio il 6% degli uomini % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) ed il 6,2% delle donne, in particolare tra i giovani 11-17 anni il 32,4%. Territorialmente la penetrazione dell’accesso da luogo di studio raggiunge livelli più elevati nel Nord Est (7,6%) e Centro (7,3%), più contenuti nell’area Sud e Isole (4,9%).Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da luogo di studio all’interno di ciascunsegmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in altodel totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 38 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 39. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da pc da altri luoghi Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Dichiarano di avere un accesso a internet da altri luoghi, % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) principalmente luoghi pubblici quali biblioteche e internet point, soprattutto i giovani tra gli 11 ed i 17 anni (8,5% dei giovani in questa fascia d’età) e tra i 18 ed i 34 anni (8,4% dei casi), di tutte le aree geografiche d’Italia con livelli di concentrazione più elevati nel Centro (5,2%) e Nord Est (4,6%) e più contenuti nell’area Sud e Isole (3,2%).Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da pc da altri luoghi all’interno di ciascunsegmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in altodel totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 39 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 40. Utilizzo del pc da cui hanno accesso a internet dal luogo di lavoro Principali evidenzeBase: individui che hanno accesso a internet dal luogo di lavoro (=9.218.000) – Valori % e Stime in ‘000 Tra coloro che hanno accesso a internet da lavoro (il 39,9% degli italiani occupati) emerge una limitata disponibilità del computer nella sede di lavoro. Il 54,7% sul totale dei lavoratori che dichiarano di poter accedere dal luogo di lavoro (5,038 milioni) dispone di un computer a uso esclusivo con accesso alla rete, mentre l’altra metà può disporre di un computer condiviso, di cui può essere o meno l’utilizzatore principale. 40 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 41. POSSESSORI DI TELEFONO CELLULARE CHE HANNO ACCESSO A INTERNET DA CELLULARE/SMARTPHONE/PDACaratteristiche socio-demografiche dei possessori di telefono cellulare con accesso a internet 41Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 42. Possessori di telefono cellulare e accesso a internet Principali evidenzeBase: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) – Valori % e Stime in ‘000 Il 91,1% (43,704 milioni) degli Italiani tra gli 11 e i 74 anni dichiara di possedere un telefono cellulare. Tra coloro che dichiarano di avere un accesso a internet da qualsiasi luogo e strumento, la penetrazione del cellulare è pari al 96,3% (32,197 milioni). Dichiara di avere un accesso a internet da cellulare il 13% della popolazione in target, ovvero 6,2 milioni di Italiani tra gli 11 e i 74 anni. 42 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 43. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da Smartphone,cellulare,PDA Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Accede a internet da cellulare, % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) smartphone o PDA il 15,3% degli uomini ed il 10,8% delle donne, principalmente i giovani 11-34 anni (23,4% nella fascia 11-17 anni e 21% nella fascia 18-34 anni), per lo più residenti nel Centro Italia (16,5% dei residenti in quest’area). Simili i livelli di concentrazione al Nord (14,8% al Nord Ovest e 14,7% al Nord Est). Più contenuta la concentrazione nell’area Sud e Isole (8,7%). Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da Smartphone, cellulare, PDA all’interno di ciascun segmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in alto del totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 43 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 44. Profilo degli individui che hanno accesso a internet da Smartphone,cellulare,PDA Principali evidenze Base: totale individui 11-74 anni (=47.972.000) Anche in questo caso, gli individui % di penetrazione sul totale individui 11-74 anni (=47.972.000) che dichiarano di avere un accesso a internet via mobile rispondono a un profilo più elevato: il 30,9% dei dirigenti, quadri e docenti universitari, il 28,7% degli imprenditori e liberi professionisti, il 26,1% degli studenti universitari, il 24,6% degli studenti delle scuole medie e superiori e il 21,7% dei laureati e diplomati. Il grafico rappresenta la quota di individui che ha accesso da Smartphone, cellulare, PDA all’interno di ciascun segmento. Le percentuali relative ai diversi segmenti di popolazione, confrontate con la barra in alto del totale, evidenziano la maggiore/minore concentrazione del fenomeno. 44 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 45. Modalità di pagamento dei servizi di telefonia mobile Principali evidenze Base: possiedono un telefono cellulare utilizzato in modo esclusivo – Valori in % e in .000 La maggior parte dei possessori di cellulare, a prescindere dalla possibilità di accedere ad internet, sceglie una carta ricaricabile come modalità di pagamento dei servizi di telefonia mobile. È però da evidenziare che coloro che hanno accesso a internet in generale, e in particolare da mobile, hanno una maggiore propensione a stipulare contratti personali pagando da sé la bolletta.(*) Hanno accesso a internet da qualsiasi luogo/strumento 45 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 46. Spesa mensile per i servizi di telefonia mobile Principali evidenze Base: possiedono un telefono cellulare utilizzato in modo esclusivo – Valori in % e in .000 Coloro che hanno accesso a internet in generale, e in particolare da mobile, dichiarano di spendere mensilmente più di coloro che possiedono un cellulare ma non necessariamente possono accedere alla rete. Le fasce di spesa oltre i 15 Euro sono infatti indicate maggiormente da chi ha accesso a internet in generale, e in particolare da mobile.(*) Hanno accesso a internet da qualsiasi luogo/strumento 46 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 47. POSSESSORI DI TELEFONO CELLULAREMODALITÀ DI UTILIZZO DEL TELEFONO CELLULARE PERSONALE 47Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 48. Attività effettuate attraverso il cellulare Base: possiedono un telefono cellulare utilizzato in modo esclusivo (= 43.704.000) – Valori in % e in .000 Principali evidenze – Risposte multiple sollecitate-I dati si riferiscono ai cicli di rilevazione 2, 3 e 4 del 2010 L’11,6% di coloro che possiedono un Valori % Stime in ‘000 telefono cellulare utilizzato in modo esclusivo dichiara di usarlo perSINTESI – naviga - indica almeno una delle attività: 11,6% 5.056 navigare su internet. Tra le attività navigare su internet (generico) 8,6% 3.760 principali: 8,6% navigare su internet, scaricare e utilizzare applicazioni 3,0% 1.324 4,3% inviare ricevere e-mail, 4,3% inviarericevere e-mail 4,3% 1.887 consultare motori di ricerca e 4% scaricare musica da uno storeportale 1,8% 805 accedere ai social network. accedere ai social network (Facebook, Twitter,..) 4,0% 1.749 Più ridotte le quote legate ad altre consultare il meteo 2,7% 1.173 attività come consultare il meteo, scaricare musica da uno store/portale, consultare itinerari, mappe, carte stradali 3,3% 1.422 scaricare e utilizzare applicazioni. consultare motori di ricerca (Google,..) 4,3% 1.889 Incide di più la quota di coloro che consultare siti di newsinformazione dattualitàsport (es. usano il telefono cellulare per attività siti dei quotidiani) 1,5% 659 più tradizionali (38,8%). In particolare giocare on-line 0,7% 326 quasi il 25% delle attività è scaricare giochi 1,7% 751 rappresentato da inviare/ricevere guardare video online 1,7% 728 mms e il 19,3% ricevere sms/mms con acquistare biglietti o altri prodottiservizi 0,7% 295 informazioni pubblicitarie. InSINTESI – non naviga - indica almeno una delle attività: 38,8% 16.946 particolare quasi il 25% di queste inviarericevere mms 24,7% 10.768 attività è rappresentato dall’invio o video telefonare 3,4% 1.490 ricezione di mms e il 19,3% dalla ricevere news di informazione dattualitàsport tramite ricezione di sms/mms con informazioni pubblicitarie. Più della smsmms 5,1% 2.238 metà dei possessori di telefono ricevere smsmms con informazioni pubblicitarie 19,3% 8.409 cellulare (57,3%) dichiara di nonNessuna delle attività in elenco 57,3% 25.007 effettuare nessuna delle attività proposte. 48 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 49. Attività effettuate attraverso il cellulare Base: possiedono un telefono cellulare e hanno accesso ad internet da qualsiasi luogo/strumento Principali evidenze (= 32.197.000) – Valori in % e in .000 - Risposte multiple sollecitateI dati si riferiscono ai cicli di rilevazione 2, 3 e 4 del 2010 Risulta maggiore l’esposizione alle Valori % Stime in ‘000 attività online attraverso il telefono cellulare da parte di chiSINTESI – naviga - indica almeno una delle attività: 15,5% 4.987 dichiara anche di accedere ad navigare su internet (generico) 11,6% 3.734 internet da almeno un luogo/ scaricare e utilizzare applicazioni 4,1% 1.315 strumento. Infatti, il 15,5% inviarericevere e-mail 5,9% 1.887 dichiara di effettuare almeno scaricare musica da uno storeportale 2,5% 800 un’attività legata alla navigazione accedere ai social network (Facebook, Twitter,..) 5,4% 1.745 su internet. Nel dettaglio, l’11,6% consultare il meteo 3,6% 1.166 dichiara di navigare su internet, il 5,9% di consultare motori di consultare itinerari, mappe, carte stradali 4,4% 1.422 ricerca, il 5,9% di inviare/ricevere consultare motori di ricerca (Google,..) 5,9% 1.889 e-mail, il 5,4% di accedere ai consultare siti di newsinformazione dattualitàsport (es. social network. siti dei quotidiani) 2,0% 659 Più ridotte, inferiori al 5%, la giocare on-line 1,0% 326 consultazione di itinerari/mappe, scaricare giochi 2,3% 730 scaricare applicazioni, la guardare video online 2,3% 728 consultazione del meteo, acquistare biglietti o altri prodottiservizi 0,9% 295 scaricare giochi o guardare videoSINTESI – non naviga - indica almeno una delle attività: 43,9% 14.133 on line. inviarericevere mms 28,9% 9.284 Il 43,9% indica almeno un’attività video telefonare 4,5% 1.448 non legata alla navigazione (il ricevere news di informazione dattualitàsport tramite 28,9% inviare/ricevere mms, il 21,7% ricevere sms/mms con smsmms 6,3% 2.041 informazioni pubblicitarie). ricevere smsmms con informazioni pubblicitarie 21,7% 6.977 Il 50,8% non effettua alcuna delleNessuna delle attività in elenco 50,8% 16.342 attività proposte. 49 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 50. Attività effettuate attraverso il cellulare Base: possiedono un telefono cellulare e hanno accesso ad internet da cellulare/Smartphone/PDA Principali evidenze (= 6.225.000) – Valori in % e in .000 - Risposte multiple sollecitateI dati si riferiscono ai cicli di rilevazione 2, 3 e 4 del 2010 Il segmento di popolazione Valori % Stime in ‘000 maggiormente esposto allaSINTESI – naviga - indica almeno una delle attività: 63,8% 4.144 navigazione su internet è navigare su internet (generico) 51,4% 3.337 naturalmente rappresentato da scaricare e utilizzare applicazioni 18,0% 1.167 coloro che dichiarano di avere accesso tramite inviarericevere e-mail 25,8% 1.675 cellulare/Smartphone/PDA. Il scaricare musica da uno storeportale 10,4% 676 63,8% dichiara almeno una delle accedere ai social network (Facebook, Twitter,..) 24,0% 1.557 attività legate alla navigazione su consultare il meteo 16,4% 1.067 internet. Tra le attività più citate: consultare itinerari, mappe, carte stradali 19,8% 1.288 il 51,4% navigare su internet, il consultare motori di ricerca (Google,..) 26,2% 1.704 26,2% consultare motori di ricerca, consultare siti di newsinformazione dattualitàsport (es. il 25,8% inviare/ricevere e-mail, il siti dei quotidiani) 9,5% 614 24% accedere ai social network, il giocare on-line 4,3% 280 19,8% consultare itinerari/mappe. scaricare giochi 8,6% 559 Quote comprese tra il 10% e il 19% guardare video online 10,1% 653 per altre attività come scaricare applicazioni, consultare il meteo, acquistare biglietti o altri prodottiservizi 4,3% 282 guardare video online, scaricareSINTESI – non naviga - indica almeno una delle attività: 57,8% 3.755 musica. inviarericevere mms 46,2% 2.997 Il 57,8% dichiara di effettuare video telefonare 9,4% 611 attività più tradizionali, in ricevere news di informazione dattualitàsport tramite particolare inviare/ricevere mms smsmms 11,5% 745 (46,2%). ricevere smsmms con informazioni pubblicitarie 25,5% 1.656 Una quota più marginale nonNessuna delle attività in elenco 20,4% 1.326 effettua alcuna attività (20,4%). 50 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 51. Attività effettuate attraverso il cellulare Principali evidenze Base: possiedono un telefono cellulare in modo esclusivo – Valori in % - Risposte multiple sollecitate I dati si riferiscono ai cicli di Possessori di Possessori di Dal confronto emerge una rilevazione 2, 3 e 4 del 2010 cellulare che hanno Totale possessori cellulare che maggiore esposizione verso le di cellulare hanno accesso ad accesso ad internet attività legate alla navigazione su da cellulare/ internet (*) internet con il telefono cellulare Smartphone da parte di chi accede ad internet Base: 43.704.000 Base: 32.197.000 Base: 6.225.000 da qualsiasi luogo strumento ma Valori % Valori % Valori % soprattutto da parte di chi haSINTESI – naviga - indica almeno una delle attività: 11,6% 15,5% 63,8% accesso direttamente da navigare su internet (generico) 8,6% 11,6% 51,4% cellulare/smartphone/PDA. scaricare e utilizzare applicazioni 3,0% 4,1% 18,0% Le attività più citate, oltre alla inviarericevere e-mail 4,3% 5,9% 25,8% navigazione in generale, sono la scaricare musica da uno storeportale 1,8% 2,5% 10,4% consultazione dei motori di accedere ai social network (Facebook, Twitter,..) 4,0% 5,4% 24,0% ricerca, l’accesso ai social consultare il meteo 2,7% 3,6% 16,4% consultare itinerari, mappe, carte stradali 3,3% 4,4% 19,8% network, inviare ricevere e-mail. consultare motori di ricerca (Google,..) 4,3% 5,9% 26,2% consultare siti di newsinformazione dattualitàsport (es. siti dei quotidiani) 1,5% 2,0% 9,5% giocare on-line 0,7% 1,0% 4,3% scaricare giochi 1,7% 2,3% 8,6% guardare video online 1,7% 2,3% 10,1% acquistare biglietti o altri prodottiservizi 0,7% 0,9% 4,3%SINTESI – non naviga - indica almeno una delle attività: 38,8% 43,9% 57,8% inviarericevere mms 24,7% 28,9% 46,2% video telefonare 3,4% 4,5% 9,4% ricevere news di informazione dattualitàsport tramite smsmms 5,1% 6,3% 11,5% ricevere smsmms con informazioni pubblicitarie 19,3% 21,7% 25,5%Nessuna delle attività in elenco 57,3% 50,8% 20,4%(*) Hanno accesso ad internet da qualsiasi luogo/strumento 51 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 52. Ultima volta in cui è stata effettuata ciascuna attività attraverso il proprio cellulare Principali evidenze Base: hanno effettuato almeno una volta la singola attività – Valori in % Per le principali attività indicate Negli ultimi 7 I dati si riferiscono ai cicli di giorni Negli ultimi 30 Non negli come effettuate almeno una ultimi 30 volta attraverso il proprio rilevazione 2, 3 e 4 del 2010 (ma non giorni (ma non giorni TOTALE Oggi/ieri oggi/ieri) negli ultimi 7) cellulare, le più citate sono navigare su internet (generico) 100,0% 33,0% 28,5% 17,1% 21,4% anche quelle per le quali si scaricare e utilizzare applicazioni 100,0% 17,6% 29,7% 29,4% 23,3% registra un utilizzo più recente. Tra le attività che implicano la inviarericevere e-mail 100,0% 46,5% 30,3% 13,0% 10,3% navigazione: navigare su scaricare musica da uno storeportale 100,0% 16,2% 35,5% 28,0% 20,3% internet (3,760 milioni) registra accedere ai social network (Facebook, un utilizzo ieri pari al 33% e un Twitter,..) 100,0% 39,6% 26,4% 15,4% 18,6% totale ultima settimana pari al consultare il meteo 100,0% 24,5% 44,8% 13,9% 16,7% 61,5%, consultare motori di consultare itinerari, mappe, carte stradali 100,0% 14,1% 40,5% 27,8% 17,6% ricerca (1,889 milioni) registra consultare motori di ricerca (Google,..) 100,0% 30,9% 33,2% 17,5% 18,4% un utilizzo ieri pari al 30,9% e un consultare siti di newsinformazione totale ultima settimana pari al dattualitàsport (es. siti dei quotidiani) 100,0% 23,3% 51,0% 16,4% 9,2% 64,1% e inviare/ricevere e-mail giocare on-line 100,0% 17,0% 32,2% 19,7% 31,1% (1,887 milioni) che registra un scaricare giochi 100,0% 10,4% 23,3% 28,3% 38,1% utilizzo ”ieri” pari al 46,5% e un guardare video online 100,0% 23,8% 32,7% 20,8% 22,7% totale ultima settimana pari al 76,8%. acquistare biglietti o altri prodottiservizi 100,0% 9,4% 18,7% 38,7% 33,1% Tra le attività che implicano inviarericevere mms 100,0% 33,2% 28,7% 18,0% 20,2% l’uso del cellulare ma non della video telefonare 100,0% 28,3% 13,5% 20,4% 37,9% navigazione la principale ricevere news di informazione registrata è “Inviare/ricevere dattualitàsport tramite smsmms 100,0% 39,3% 35,7% 10,4% 14,6% mms” (10,768 milioni) che ricevere smsmms con informazioni registra un utilizzo “ieri” pari al pubblicitarie 100,0% 45,6% 30,7% 13,9% 9,8% 33,2% e un totale “ultima settimana” pari al 61,9%. 52 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 53. Tipologia di applicazioni scaricate Base: possiedono un telefono cellulare e hanno scaricato e utilizzato applicazioni almeno una volta Principali evidenze (= 1.324.000) – Valori in % e in .000I dati si riferiscono ai cicli di rilevazione 2, 3 e 4 del 2010 Coloro che hanno scaricato almeno un’applicazione almeno una volta (1,324 milioni) preferiscono scaricare applicazioni Valori % Stime in ‘000 solo gratuite (59,8%), il 30,4% scarica entrambe le tipologie di Scarica applicazioni: applicazioni (gratuite e a pagamento). Marginale è il dato Solo gratuite 59,8% 792 riferito a chi scarica solo applicazioni a pagamento (6,3%). Solo a pagamento 6,3% 83 Sia gratuite che a pagamento 30,4% 402 Non risponde 3,5% 46 53 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 54. Tipologie di applicazioni utilizzate almeno una volta negli ultimi 30 giorni Base: possiedono un telefono cellulare e hanno scaricato e utilizzato applicazioni almeno una volta Principali evidenze (= 1.324.000) – Valori in % e in .000I dati si riferiscono ai cicli di rilevazione 2, 3 e 4 del 2010 Tra le applicazioni utilizzate negli ultimi 30 giorni, le principali sono Valori % Stime in ‘000 quelle legate alle mappe,Applicazioni utilizzate: itinerari, informazioni sul traffico (46%) seguono i giochi (44,2%), le mappe, itinerari, informazioni sul traffico 46,0% 609 applicazioni per foto e immagini giochi 44,2% 586 (43,1%), le applicazioni che applicazioni per foto e immagini 43,1% 571 permettono di accedere e applicazioni che permettono di accedere e chattare chattare sui social network sui social network (Facebook, Twitter,..) 41,2% 545 (41,2%), il meteo (40,1%) e le meteo 40,1% 530 applicazioni musicali (36,7%). applicazioni musicali 36,7% 486 aggiornamenti (news, es. quotidiani online) 26,6% 352 applicazioni per orari ferroviari aerei traghetti 23,0% 304 visitare store musicali (Apple, OVI, Android,..) 22,7% 301 applicazioni per ricercare indirizzi n° di telefono 21,7% 287 applicazioni per lo studio 18,0% 238 applicazioni per vedere tv o ascoltare radio 14,9% 197 dizionari 13,9% 184 applicazioni per lo sport e per allenarsi 10,3% 137 ricette 9,8% 130 applicazioni sui mercati finanziari 2,9% 39 54 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 55. APPROFONDIMENTO SULLE MOTIVAZIONALI RELATIVE ALL’USO/MANCATO USO DI INTERNET 55Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 56. Uso di internet: motivazioni Principali evidenzeBase: individui che dichiarano di aver navigato negli ultimi 30 giorni (=26.831.000) – Risposte multiple Dai dati sulle motivazioni relative all’uso di internet emerge che ci si collega alla Rete perché èIn genere per quali ragioni si connette a internet? Valori % Stime in ‘000 possibile trovare qualsiasi tipo di Mi permette di acquisire informazioni su qualunque argomento 44,8% 12.028 informazione (44,8%), accedere velocemente ai servizi pubblici e Posso usufruire di servizi a distanza, velocemente (pubblica privati a distanza (25,8%), trovare amministrazione, università, prenotazione viaggi, ecc.) 25,8% 6.923 cose disponibili solo sul Web (24,2%), essere informati in tempo Ci sono cose che si trovano solo su internet 24,2% 6.481 reale su notizie di cronaca Mi piace aggiornarmi in tempo reale sui principali avvenimenti di cronaca 23,4% 6.286 (23,4%), mettersi in contatto con molte persone in qualsiasi parte Mi piace mettermi in contatto con molte persone in ogni parte del mondo 21,5% 5.774 del mondo (21,5%), risparmiare Mi consente di risparmiare tempo e denaro 17,9% 4.801 tempo e denaro (17,9%), rendere più efficaci e divertenti il lavoro e Lo studio e il lavoro diventano più divertentiefficaci 15,7% 4.223 lo studio (15,7%), divertirsi a Mi diverto a navigare tra i siti più impensati 12,4% 3.322 navigare tra i siti più impensati (12,4%) e perché sembra di avere Mi sembra di avere il mondo a portata di mouse 12,3% 3.293 il mondo a portata di mouse Gli altri media mi interessano meno 4,8% 1.278 (12,3%). Per giocare a essere qualcun altro 3,8% 1.023 Per raccontare qualcosa di me 3,7% 1.006 56 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 57. Uso di internet: elementi di soddisfazione Principali evidenze Base: individui che dichiarano di aver navigato negli ultimi 30 giorni (=26.831.000) – Risposte multiple Tra gli elementi di soddisfazione citati da coloro che dichiarano di aver navigato negli ultimi 30Cosa la rende soddisfatto dopo essersi connesso a internet? Valori % Stime in ‘000 giorni, emergono soprattutto l’aver trovato ciò che si cercava Laver trovato quello che cercavo 54,9% 14.737 (54,9%), cose che non si trovano Laver trovato cose che altrove non si trovano 25,5% 6.835 altrove (25,5%), l’aver compreso meglio argomenti di interesse Laver capito meglio gli avvenimenti a cui sono interessato 22,8% 6.106 (22,8%), aver trovato notizie non Laver trovato notizie che non cerano sugli altri media 20,1% 5.384 disponibili sugli altri media (20,1%), l’essersi divertiti (15,9%), Lessermi divertito 15,9% 4.261 l’aver imparato a fare cose nuove Laver imparato a fare delle cose 14,0% 3.764 (14%), l’aver conosciuto nuovi amici (10,5%). Laver fatto nuove amicizie 10,5% 2.824 Il fatto che qualcuno abbia visitato il mio sito 2,3% 605 Il fatto che qualcuno abbia visitato il mio blog 1,7% 466 Mi capita raramente di sentirmi soddisfatto 2,9% 766 57 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 58. Uso di internet: elementi di insoddisfazione Principali evidenzeBase: individui che dichiarano di aver navigato negli ultimi 30 giorni (=26.831.000) – Risposte multiple Tra gli elementi di insoddisfazione citati da coloro che dichiarano di aver navigato negli ultimi 30Cosa la rende insoddisfatto dopo essersi connesso a internet? Valori % Stime in ‘000 giorni, prevalgono le difficoltà di connessione (34,7%) ed entrare in La connessione lenta 34,7% 9.323 siti pesanti e lenti (26,8%), seguite dalla delusione di non aver trovato I siti pesanti e lenti 26,8% 7.199 ciò che si cercava (22%) e dai problemi legati all’utilizzo del Non aver trovato quello che cercavo 22,0% 5.904 computer in generale (15,3%). Laver avuto problemi con il computer 15,3% 4.115 Laver girovagato senza trovare nulla di interessante 7,6% 2.042 La sensazione di aver sprecato il mio denaro 1,9% 520 Mi capita raramente di sentirmi insoddisfatto 27,6% 7.404 58 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 59. Uso di internet: fattori che ne aumenterebbero la frequenza di utilizzo Principali evidenzeindividui che dichiarano di aver navigato, ma non negli ultimi 7 giorni (=2.717.000) – Risposte multiple Chi naviga occasionalmente - ovvero coloro che dichiarano di aver navigato ma non negli ultimiSi connetterebbe di più a internet se Valori % Stime in ‘000 7 giorni – lo farebbe con maggiore Non mi connetterei a internet più di quanto già faccio 31,5% 856 frequenza se l’accesso a internet costasse di meno (19,7%), se la Costasse di meno 19,7% 535 connessione fosse più veloce (14%) Le connessioni fossero più veloci 14,0% 379 o se fosse possibile collegarsi dal telefonino senza spendere troppo Trovassi veramente qualcosa di utile 9,9% 268 (6,7%). In altri casi la frequenza di Ci fosse qualcuno sempre in grado di aiutarmi 9,6% 260 accesso sembra dipendere da una scarsa conoscenza del mezzo, Non temessi i virus informatici 8,6% 235 infatti il 9,6% si collegherebbe con Non fossi bombardato dalla pubblicità 7,7% 210 maggiore frequenza se trovasse qualcuno disponibile ad aiutarlo, Potessi farlo con il telefonino senza spendere troppo 6,7% 181 se non temesse virus informatici (8,6%), se i contenuti fossero più Potessi connettermi col televisore di casa 4,4% 118 controllati e certificati (4%), se ci I contenuti fossero più controllaticertificati 4,0% 109 fosse meno pubblicità (7,7%) e se trovasse realmente qualcosa di Non ci fosse il problema della linea telefonica occupata 4,0% 108 utile (9,9%). Il 31,5% dei navigatori Non fossi convinto che attraverso internet mi possono spiare 2,7% 72 occasionali dichiara che comunque non si connetterebbe a internet Non ci fosse troppa pornografia 2,3% 62 più di quanto già fa. 59 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 60. Mancato uso di internet: motivazioni Principali evidenze Base: individui che dichiarano di non aver mai navigato (=19.996.000) – Risposte multiple Per quanto riguarda le persone che non hanno mai navigato, traQuali sono le motivazioni prevalenti per cui non usa internet? Valori % Stime in ‘000 gli elementi che disincentivano l’uso di internet emerge nella Non so usare il computer 58,1% 11.625 maggior parte dei casi la carenza di competenze informatiche e, in Da quanto ne ho sentito dire non mi interessa 26,1% 5.223 misura più contenuta, il disinteresse verso il mezzo. Quello che si può fare con internet lo faccio anche senza 19,1% 3.818 In particolare vengono citati l’incapacità di usare il computer Richiede più conoscenze informatiche di quelle che ho 13,3% 2.659 dal 58,1% degli individui che non hanno mai navigato, la mancanza Non ho nessuno che mi aiuti 5,4% 1.074 di interesse (26,1%), l’opinione Non conosco linglese 4,4% 888 che ciò che si può fare con internet lo si possa fare anche Non è sicuro, troppe truffe 3,6% 719 senza (19,1%), la convinzione che occorrano specifiche competenze Dovrebbe essere facile come vedere la tv o sfogliare una rivista 2,7% 544 informatiche (13,3%). Non è sicuro, troppi virus 1,4% 280 Non è sicuro, troppa pornografia 1,0% 207 60 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 61. NOTE METODOLOGICHE 61Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 62. Note metodologicheObiettivo della Ricerca di Base AudiwebL’Istituto Doxa svolge per conto di Audiweb la Ricerca di Base, con l’obiettivo di definireluniverso degli utenti Internet e descrivere le loro caratteristiche in termini di profilo socio-demografico e attitudinale.Universo di riferimento e campioneLa collettività a cui si fa riferimento è costituita dalla popolazione italiana adulta, così definita:tutti i cittadini italiani di ambo i sessi, di età compresa fra gli 11 e i 74 anni compiuti cherisiedono nell’intero territorio nazionale (pari a 47.972.000 individui – Fonte: ISTATaggiornamento dati censuari al 31/12/2008).Il campione teorico annuale del 2010 è costituito da 10.000 interviste, suddivise in quattro ciclitrimestrali di circa 2.500 casi ciascuno.Nel presente report sono presentati i dati cumulati dei cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010, basati su10.123 interviste complessive. In particolare: 1^ ciclo 2010: dal 24/02/10 al 31/03/10 (2.503 casi) 2^ ciclo 2010: dal 29/04/10 al 31/05/10 (2.547 casi) 3^ ciclo 2010: dal 06/09/10 al 02/10/10 (2.540 casi) 4^ ciclo 2010: dal 05/11/10 al 09/12/10 (2.533 casi) 62 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 63. Note metodologicheMetodo di rilevazioneInterviste individuali “face to face” a domicilio con tecnica CAPI di raccolta dei dati.Fonte dei nominativi utilizzati per l’indaginePer la selezione del campione della Ricerca di Base si è fatto ricorso alle liste elettorali istituitee gestite presso le sedi degli uffici elettorali comunali.Per i giovani tra gli 11 ed i 17 anni sono state fissate delle regole per il loro reperimento apartire da nuclei familiari selezionati come sopra mediante estrazione di un adulto.Piano di campionamentoMetodo del campione stratificato per caratteri geografici (aree, regioni, ampiezza dei centri etipologia comune capoluogo/non capoluogo), proporzionale all’universo per tali caratteri, a trestadi di selezione dell’unità di campionamento:1°stadio: comuni;2°stadio: unità territoriali sub-comunali PDC (Punti Di Campionamento) predefiniti, costituiti dallesezioni elettorali;3°stadio: nominativi estratti dalle liste elettorali. 63 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 64. Note metodologichePonderazione dei dati raccoltiI dati presentati in questo documento sono stati ponderati. In particolare:Per le stime degli individui tra gli 11 ed i 74 anni (= 47.972.000) è stata utilizzata unaponderazione che tiene conto della distribuzione della popolazione italiana per: Area geografica (*) Età (*) Regioni (*) Responsabile degli acquisti (**) Ampiezza demografica dei centri (*) Titolo di studio (**) Genere (*) Professione (**)Per le stime delle famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (= 21.102.000) è statautilizzata una ponderazione che tiene conto della distribuzione delle famiglie italiane per: Area geografica (**) Numero di componenti (**) Presenza in famiglia di componenti in diverse fasce detà (**)Rispetto alle edizioni precedenti del report, dalla prima edizione del 2010 è stato modificato ilcriterio di ponderazione dei dati. Nelle edizioni precedenti i dati cumulati erano calcolatiattribuendo lo stesso peso agli ultimi 4 cicli di rilevazione (25% a ciascuno), dalla prima edizionedel 2010 viene attribuito un peso lievemente più alto ai cicli più recenti (a partire dal ciclo piùrecente: 33% al 1° ciclo, 27% al 2° ciclo, 22% al 3° ciclo, 18% al 4° ciclo ovvero al ciclo menorecente).(*) Fonte: ISTAT aggiornamento dati censuari al 31/12/2008(**) Fonte: ISTAT Multiscopo 2008 64 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010
  • 65. Chi è AudiwebAudiweb è il soggetto realizzatore e distributore dei dati sulla audience online. Il suo obiettivo primario èfornire informazioni oggettive e imparziali al mercato, di carattere quantitativo e qualitativo, sullafruizione del mezzo Internet e su ogni altra rete o sistema online utilizzando opportuni strumenti dirilevazione.Audiweb è un Joint Industry Committee guidato dal Presidente Enrico Gasperini e composta da glioperatori del mercato: Fedoweb, associazione degli editori online; UPA Utenti Pubblicità Associati, cherappresenta le aziende nazionali e multinazionali che investono in pubblicità; Assap Servizi, l’azienda diservizi di AssoComunicazione, associazione delle agenzie e centri media operanti in Italia.La suite dei servizi Audiweb è realizzata con Nielsen, partner statistico e tecnologico per le rilevazionipanel e i relativi servizi di elaborazione. L’incarico per la Ricerca di Base è affidato a Doxa, la consulenzascientifica a Memis, le attività di auditing e certificazione dei sistemi censuari aPricewaterhouseCoopers, le operazioni tecnologiche a Tomato, la consulenza legale a DLA Paper. Lametodologia adottata è stata sviluppata in proprio, sulla base degli standard internazionali di IAB.Per maggiori informazioni visitare il sito www.audiweb.it 65 Audiweb Trends, gennaio 2011 - Dati cumulati cicli 1, 2, 3 e 4 del 2010