Your SlideShare is downloading. ×
Il sistema monetale dionigiano
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Il sistema monetale dionigiano

2,092
views

Published on

La monetazione siceliota nel IV sec. a.C.

La monetazione siceliota nel IV sec. a.C.

Published in: Education

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,092
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
68
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Sive:
    Come assoldare mercenari in gran numero
    senza battere moneta in oro ed argento
    Il sistema monetale dionigiano
  • 2. L’arrivo degli Equites Campani
    Nel 416 a.C. le poleis calcidesi di Sicilia e Rhegion arruolano 500 cavalieri campani per conto degli Ateniesi impegnati contro Siracusa.
    Dopo la sconfitta ateniese i Campani non tornano in patria, ma rimangono in Sicilia.
    Durante le offensive cartaginesi della fine del V sec. a.C. Campani e altri mercenari italici combattono in entrambi gli schieramenti.
    Il numero complessivo dei Campani non superò mai i 1.500 uomini.
  • 3. L’oscizzazzione della Sicilia
    La presenza di mercenari oschi in Sicilia diviene sempre più massiccia ad opera di Dionisio I. Al posto del pagamento del misthòs il tiranno compensa i mercenari con assegnazioni di terre, politographia, fondazioni di oppida, insediamento in phrouria.
    Il medesimo fenomeno si registra nell’attuale Calabria ed in Adriatico (Lissos, Ankone, località dell’Apulia).
  • 4. Il controllo siracusano dei Siculi e dei Calcidesi
    Nel 404/3 Agyris di Agyrion offre aiuto ai Campani di Entellavemuti in soccorso di Dionisio I.
    Nel 403/2 a.C. Archonides di Erbita fonda HalaisaArconidea. Nello stesso anno Aimnestos di Henna diventa tiranno della sua città su istigazione di Dionisio I, ma poi viene abbattuto dallo stesso Dionisio I. Lo stesso avviene ad Arkesilaos di Katane e a Prokles di Naxos.
    Nel 395 A.c. Damon di Kentoripai si accorda con Dionisio I.
    Dopo il 392 a.C. dei Siculi non c’è più traccia nelle fonti.
  • 5. Hemilitrion
    Un’oncia e mezza
    g 24 teorici
  • 6. Hemilitrion
    Due once
    g. 36 teorici
  • 7. Hexas
    2/3 di oncia
    g. 12 teorici
  • 8. Hexas
    2/3 di oncia
    g. 12 teorici
  • 9. Pagamento del sitos:
    hemilitrion di 6 once = 3 hexantesdi 2 once
    1 hemilitrion = 2 once/peso (36 g)
    1 hexas = 2/3 di oncia/peso (12 g)
    Pagamento del misthòs
    Bottino di guerra
    Soppressione dei mercenari in eccesso
    Politographia
    Il sistema dionigiano
  • 10. Terre e poleis come misthòs:
    Rifondazione di Katane e poi di Aitna.
    10.000 mercenari a Leontinoi, divenuta fortezza di controllo e “caserma” di Siracusa.
    Un numero imprecisato di mercenari a Himera.
    Un numero imprecisato di mercenari sul Monte Tauron.
    Ricostruzione di Messana.
    Fondazione di Tyndaris.
  • 11. IL PERIODO DELL’ANARCHIA MILITARE
  • 12.
  • 13. Dionisio II in Magna Grecia e l’«anarchia militare»
    Dionisio II conia le due serie KAINON (presenza di riconiazioni su Atena/ippocampo)
    Riconiazioni degli ex mercenari su monete dionigiane
    • emissioni brevi con uso di pochi conii
    Coniazioni come segno di indipendenza
    • Mantenimento del sistema dionigiano
  • Le serie KAINON e i livelli delle riconiazioni
    KAINON I utilizza metallo nuovo e riconia poco su Atena / Ippocampo
    KAINON II riconia la I serie, Scilla e Atena / Ippocampo
    Le serie dell’anarchia militare riconiano Atena /Astro e delfini e Atena / Ippocampo
    KAINON I coniata da Dionisio II a Rhegion/Phoibia contro i Dionei (356-351 a.C.)
    KAINON II coniata da Dionisio II a Lokroi in preparazione del ritorno a Syrakousai (346 a.C.)
  • 14. KAINON Serie I
  • 15. Skylla
  • 16. KAINON Serie II
  • 17. Dionisio II?
    dilitron
    g. 1,5-1,7 ca.
  • 18. La “svolta” dionea
    Nel 357/6 a.C. ritorno di Dione con 800/1000 mercenari. 200 cavalieri acragantini di Eknomon , alcuni Geloi e Camarinesi si uniscono a lui. Parte della chora siracusana si pronuncia a suo favore, insieme a guarnigioni dionigiane. In Italia e a Messana si preparano spedizioni di soccorso contro Syrakousai.
    Dione riesce a mettere insieme una forza di 20.000 uomini. Syrakousai cade.
    Dione “paga” 3000 mercenari insediandoli a Leontinoi.
    A Messana un nauarchos di Dione, per fronteggiare Dionisio II, che si trova Rhegion con tutte le forze dell’Italia dionigiana.
    Nel 354/3 Dione viene assassinato dall’Ateniese Kallippos.
  • 19. “Anarchia militare”
    Kallippos attacca Katane, ribellatasi, e non gli è consentito di tornare a Syrakousai. “Libera” Rhegion, fino al suo assassinio nel 351 a.C.
    Governo tirannico di Iketas a Leontinoi, di Leptines ad Apollonia ed Engyon, di Mamerkos a Katane, di Apolloniades ad Agyrion e di Ippon a Messana.
    Nel 346 a.C. Dionisio II sgombra Lokroi e riprende Ortigia. L’Italia è persa, contesa tra Lucani e Brettii.
    Le poleis della Sicilia “è in mano a folle di barbari ed a soldati senza paga”.
  • 20. TRA L’ARRIVO DI TIMOLEONTE E LA BATTAGLIA DEL CRIMISO
  • 21.
  • 22. Timoleonte
    Nel 344 a.C. arriva il corinzio Timoleonte con pochi mercenari. Presa di Messana, sconfitta di Iketas ad Adranon primo assedio di Leontinoi, trattative segrete con Dionisio II per la resa di Ortigia, conquista di Apollonia e di Angyon. Nel 342/1 creazione di una Symmachia.
    Scontro con i Cartaginesi al Crimiso nel 339/8 a.C.
    Defezione dei tiranni e loro sconfitta nel 338 a.C.: sconfitta di Iketas al fiume Damiria, sconfitta di Mamerkos all’Abolo, assedio di Messana e cattura di Ippone e Mamerkos, capitolazione di Aitna, fuga di Nikodemos di Kentoripai e deposizione di Apolloniades di Agyrion.
    Nel 336 cecità di Timoleonte e deposizione delle cariche pubbliche.
    Nel 334 a.C. morte ed eroizzazione del Corinzio.
  • 23. Hemidrachmai in oro
    “Pegasi” in argento
    Tetrantes in bronzo (pesi dionigiani)
    Onkiai in bronzo
    Il “pegaso” diviene il motore dell’economia siracusana
    Dimezzamento del “talento siciliano” da 12 nomoi tetradrammi a 12 nomoi didrammi.
    Il sistema monetale timoleonteo
  • 24. Il “ritorno” dei metalli preziosi
    Il pagamento del misthòs in denaro (anziché con terra e insediamenti) modifica il sistema monetale
    • Imitazioni di “pegasi” in AR
    • 25. I “pegasi” sicelioti richiamano nell’isola i “pegasi” di Corinto e delle sue colonie, che non pagano aggio di cambio
  • Emissioni di Timoleonte prima della riforma monetale
    Permanenza in circolazione di hemilitria e hexantesdionigiani integrati da Timoleonte con tetrantes e onkiai in bronzo per il pagamento del sitos e l’organizzazione dello Stato
    Problema del pagamento ai mercenari del “misthòs entelés” senza ricorrere a distribuzione di terre ed insediamenti
    • Prime coniazioni di “pegasi” (terminus ante quem: 338 a.C., conquista di Leontinoi che aveva coniato pegasi)
  • 26. Syrakousai
    Tetras
  • 27. Syrakousai
  • 28. Legame di conio con la serie precedente
    Syrakousai
  • 29. Syrakousai
  • 30. Syrakousai
    Onkia
  • 31. Una copia dello Zeus Eleutherios
  • 32. Agyrion
  • 33. Aitna
  • 34. Halaisa
  • 35. Leontinoi
  • 36. Lokroi
  • 37. Symmachikon (1/1)
  • 38. Una copia dello Zeus Eleutherios
  • 39. Symmachikon - Henna (1/1)
  • 40. Symmachikon - Tauromenion
    (1/1)
  • 41. Adranon (8/11)
  • 42. Agyrion
  • 43. Agyrion
  • 44. Aitna
    Tetras
  • 45. Aitna
    Hexas
  • 46. Una copia dello statere corinzio
  • 47. Crotone
  • 48. Crotone
  • 49. Pharos
  • 50. Halaisa
  • 51. Henna
  • 52. Herbessos
  • 53. Kentoripai
  • 54. Una copia del decadrammo di Euainetos
  • 55.
  • 56. Mytistratos
    Litra
    g. 0,68
  • 57. Mytistratos
    Hemilitrion
  • 58. Mytistratos
    Hexas
  • 59. Mytistratos
    Onkia
  • 60. Petra
  • 61. Una derivazione dallo Zeus Eleutherios
  • 62. ATHL
  • 63. Sergetion
  • 64. Sileraioi
  • 65. Tauromenion
    hemilitrion
  • 66. Tauromenion
    onkia
  • 67. Tyrrhenoi
  • 68. TIMOLEONTE DOPO LA BATTAGLIA DEL CRIMISO
  • 69. La riforma monetale post 339 a.C.
    Dopo la vittoria del Crimiso Timoleonte conia in oro ed attua una riforma della moneta in bronzo
    1 hemilitrion = 2 tetrantes = 3 hexantes= 6 onkiai
    1 hemilitrion = 1 oncia/peso (18 g)
    1 tetras = ½ di oncia/peso (9 g)
    1 hexas= 1/3 di oncia/peso (6 g)
    1 onkia= 1/6 di oncia/peso (3 g)
    Per la presenza di un monogramma, l’onkiadeve però essere di epoca agatoclea.
  • 70. Hemidrachma aurea
  • 71.
  • 72. Hemilitrion
  • 73. Tetras
  • 74. Hexas
  • 75. Onkia
  • 76. Hemilitrion
  • 77. Tetras
  • 78. Hexas
  • 79. Herakleia di Illyria
    Hemilitrion
  • 80. Abakainon
    Hemilitrion oTetras
  • 81. Adranon (1/1)
    Hemillitrion
  • 82. Adranon (1/1)
    Tetras
  • 83. Adranon (1/1)
    Hexas
  • 84. Una copia dello statere corinzio
  • 85. Agyrion (1/1)
    Hemilitrion
  • 86. Agyrion
    Hemilitrion
  • 87. Akragas
  • 88. Gela (1/2)
    Hemilitrion
  • 89. Henna (3/3)
    Hemilitrion
  • 90. Herbessos (1/2)
    Hemilitrion
  • 91. Herbessos (1/1)
    Hemilitrion
  • 92. Herbessos
    Hemilitrion
  • 93. Riconiazione su Siracusa
  • 94. Katane (2/2)
    Hemilitrion
  • 95. Zecca incerta (1/1)
  • 96. Messana (19/40)
  • 97. Morgantina
    Hemilitrion
  • 98. Morgantina
    Tetras
  • 99. Tauromenion
    Hemilitrion