CHIAVARI 21 NOVEMBRE 2009 <ul><li>LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI </li></ul><ul><li>APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PUNTUALE ...
IL CONSORZIO CHIERESE PER I SERVIZI Superficie 435 kmq Abitanti 120.000
I COMUNI DEL CONSORZIO Andezeno 1.990  Arignano 1.018  Baldissero T.se 3.749  Cambiano 6.291  Carmagnola 28.088  Chieri 35...
2003 :  PROGETTAZIONE SISTEMI DI RACCOLTA PORTA A PORTA PER I 19 COMUNI, SECONDO LA D.G.P.  2004 - 2005 :  AVVIO PROGRESSI...
I MATERIALI DEL PORTA A PORTA <ul><li>NON RECUPERABILE </li></ul>ORGANICO
I MATERIALI DEL PORTA A PORTA CARTA VETRO
I MATERIALI DEL PORTA A PORTA PLASTICA LATTINE IN  ALLUMINIO E ACCIAIO
SERVIZI A SUPPORTO C.D.R.  POTENZIAMENTO E RISTRUTTURAZIONE DEI CENTRI PER IL RITIRO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI SFALCI E POTA...
UTENZE DOMESTICHE: STIMA DELLA VOLUMETRIA DEI CONTENITORI NECESSARI IN FUNZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI DIMENSIONAMEN...
LA RACCOLTA <ul><li>LA  RACCOLTA AVVIENE CON L’ESPOSIZIONE DEL CASSONETTO ALL’ESTERNO DELLA PROPRIETA’ PRIVATA </li></ul>I...
AVVIO SERVIZIO INDIVIDUAZIONE UTENZE DOMESTICHE COME DA PROGETTO: SINGOLE E PLURIME AI FINI DEL SERVIZIO OGNI NUMERO CIVIC...
AVVIO SERVIZIO CONTEMPORANEAMENTE ALL’AVVIO DEL SERVIZIO E’ AVVENUTA LA RIMOZIONE TOTALE DEI CASSONETTI STRADALI EFFETTI I...
I RISULTATI DEL PORTA A PORTA  LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
I RISULTATI DEL PORTA A PORTA  RIFIUTI IN DISCARICA
<ul><li>I COMUNI DEL CONSORZIO </li></ul>COMUNE ABITANTI ANNO INIZIO TIA Andezeno   1.990   Arignano   1.018   Baldissero ...
IDENTIFICAZIONE   UTENZA <ul><li>Ogni contenitore è dotato di un CODICE IDENTIFICATIVO ALFANUMERICO </li></ul><ul><li>ATTR...
FUNZIONAMENTO   DEL   TRANSPONDER <ul><li>I transponders, alloggiati sul contenitore in posizione opportunamente mascherat...
TABULATO SVUOTAMENTI
<ul><li>Individuare in modo univoco l’utenza a cui vengono consegnati i contenitori e tutti gli intestatari ivi presenti (...
LE SCHEDE DI CONSEGNA SEZIONE ANAGRAFICA SEZIONE CONTENITORI SEZIONE INTESTATARI T.I.A. SEZIONE CARTOGRAFICA
IL CATASTO DEI CONTENITORI <ul><li>I contenitori sono stati identificati mediante una codifica alfanumerica  UNIVOCA  su t...
INCROCIO BANCHE DATI PER CREAZIONE DATA BASE TIA Utenze iscritte a ruolo  Anagrafe TARSU Anagrafe Comunale residenti Carta...
<ul><ul><ul><li>26 Aprile 2004 :  data di avvio delle rilevazioni con transponders </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Gen...
L’APPLICAZIONE   DELLA TARIFFA PUNTUALE <ul><li>Scelta dei coefficienti Ka e Kc e conseguente determinazione tariffe </li>...
LE BOLLETTE 2009 * Tutti i costi sono al netto di IVA e tributo provinciale DATI GENERALI   CHIERI PECETTO PINO POIRINO CA...
OBIETTIVI – SINTESI QUANTITATIVA *Fonte dati  Anno 2007: Regione Piemonte -  Indagine sui rifiuti urbani prodotti nel 2007...
IL SISTEMA INTEGRATO E  LA TARIFFA PUNTUALE <ul><li>La tariffa puntuale funziona grazie al sistema integrato </li></ul><ul...
GLI ULTERIORI OBIETTIVI COSA SI PUO’ (E SI DEVE) ANCORA FARE <ul><li>Il miglioramento della qualità dei dati e la riduzion...
GRAZIE PER L’ATTENZIONE!
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Raccolta Porta a porta

1,227

Published on

durante il convegno " Amministrare bene" organizzato a Chiavari il 21 novembre 2009 da Partecipattiva, il consorzio di Chieri ha illustrato la modalità e l'organizzazione della raccolta porta a porta.

Published in: Education, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,227
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Raccolta Porta a porta

  1. 1. CHIAVARI 21 NOVEMBRE 2009 <ul><li>LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI </li></ul><ul><li>APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PUNTUALE </li></ul>Giorgio Subrito Maura Comoli
  2. 2. IL CONSORZIO CHIERESE PER I SERVIZI Superficie 435 kmq Abitanti 120.000
  3. 3. I COMUNI DEL CONSORZIO Andezeno 1.990 Arignano 1.018 Baldissero T.se 3.749 Cambiano 6.291 Carmagnola 28.088 Chieri 35.964 Isolabella 400 Marentino 1.434 Mombello di Torino 398 Moncucco Torinese 875 Montaldo Torinese 689 Moriondo Torinese 812 Pavarolo 1.100 Pecetto Torinese 3.866 Pino Torinese 8.643 Poirino 10.216 Pralormo 1.910 Riva presso Chieri 4.035 Santena 10.591 122.069
  4. 4. 2003 : PROGETTAZIONE SISTEMI DI RACCOLTA PORTA A PORTA PER I 19 COMUNI, SECONDO LA D.G.P. 2004 - 2005 : AVVIO PROGRESSIVO DELLA RACCOLTA PORTA APORTA IN TUTTI I 19 COMUNI ADERENTI AL CONSORZIO 2005 : CONCLUSA LA FASE DI AVVIO DEL SERVIZIO E’ INIZIATO IL PASSAGGIO ALLA TARIFFA PUNTUALE 2005 - 2008 : PASSAGGIO PROGRESSIVO DALLA TARSU ALLA TARIFFA PUNTUALE FINO ALL’ 85 % DELLA POPOLAZIONE TOTALE IL PERCORSO DI AVVIO DEL SISTEMA INTEGRATO
  5. 5. I MATERIALI DEL PORTA A PORTA <ul><li>NON RECUPERABILE </li></ul>ORGANICO
  6. 6. I MATERIALI DEL PORTA A PORTA CARTA VETRO
  7. 7. I MATERIALI DEL PORTA A PORTA PLASTICA LATTINE IN ALLUMINIO E ACCIAIO
  8. 8. SERVIZI A SUPPORTO C.D.R. POTENZIAMENTO E RISTRUTTURAZIONE DEI CENTRI PER IL RITIRO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI SFALCI E POTATURE ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DOMICILIARE – A PAGAMENTO
  9. 9. UTENZE DOMESTICHE: STIMA DELLA VOLUMETRIA DEI CONTENITORI NECESSARI IN FUNZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI DIMENSIONAMENTO SERVIZIO UTENZE NON DOMESTICHE: VALUTAZIONE DEI COEFFICIENTI DI PRODUZIONE PER MQ E ATTRIBUZIONE DEI CONTENITORI NECESSARI ANCHE IN FUNZIONE DEI LIMITI DI ASSIMILAZIONE
  10. 10. LA RACCOLTA <ul><li>LA RACCOLTA AVVIENE CON L’ESPOSIZIONE DEL CASSONETTO ALL’ESTERNO DELLA PROPRIETA’ PRIVATA </li></ul>IL MEZZO DI RACCOLTA SVUOTA SOLO I CONTENITORI CHE TROVA ESPOSTI VINCOLI FONDAMENTALI PER FINI DELL’APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PUNTUALE
  11. 11. AVVIO SERVIZIO INDIVIDUAZIONE UTENZE DOMESTICHE COME DA PROGETTO: SINGOLE E PLURIME AI FINI DEL SERVIZIO OGNI NUMERO CIVICO RAPPRESENTA UNA “UTENZA” AD OGNI UTENZA SONO STATI DISTRIBUITI I CONTENITORI, CONTEMPORANEAMENTE E’ STATO CREATO IL DATA-BASE CASSONETTI UTENTI INDIVIDUAZIONE UTENZE NON DOMESTICHE: OGNI ATTIVITA’ ED OGNI REALTA’ DIVERSA DALLE ABITAZIONI RAPPRESENTA UNA UTENZA NON DOMESTICA
  12. 12. AVVIO SERVIZIO CONTEMPORANEAMENTE ALL’AVVIO DEL SERVIZIO E’ AVVENUTA LA RIMOZIONE TOTALE DEI CASSONETTI STRADALI EFFETTI INATTESI LA RIMOZIONE DEI CASSONETTI STRADALI HA FATTO EMERGERE UNA PARTE DI EVASIONE, OVVERO SOGGETTI CHE NON ERANO A RUOLO
  13. 13. I RISULTATI DEL PORTA A PORTA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
  14. 14. I RISULTATI DEL PORTA A PORTA RIFIUTI IN DISCARICA
  15. 15. <ul><li>I COMUNI DEL CONSORZIO </li></ul>COMUNE ABITANTI ANNO INIZIO TIA Andezeno 1.990   Arignano 1.018   Baldissero T.se 3.749   Cambiano 6.291 2008 Carmagnola 28.088 2006 Chieri 35.964 2005 Isolabella 400   Marentino 1.434   Mombello di Torino 398   Moncucco Torinese 875   Montaldo Torinese 689   Moriondo Torinese 812   Pavarolo 1.100   Pecetto Torinese 3.866 2005 Pino Torinese 8.643 2005 Poirino 10.216 2007 Pralormo 1.910   Riva presso Chieri 4.035   Santena 10.591 2006   122.069  
  16. 16. IDENTIFICAZIONE UTENZA <ul><li>Ogni contenitore è dotato di un CODICE IDENTIFICATIVO ALFANUMERICO </li></ul><ul><li>ATTRIBUZIONE UNIVOCA AD UN’UTENZA singola - plurima – non domestica </li></ul><ul><li>Su tutti i contenitori del rifiuto non recuperabile è applicato anche un TRANSPONDER ELETTROMAGNETICO </li></ul><ul><li>MISURAZIONE AUTOMATICA DEGLI SVUOTAMENTI </li></ul><ul><li>Tale numero è il parametro fondamentale per la determinazione della “ parte variabile ” della tariffa ( tariffa a svuotamento ). </li></ul><ul><li>+ SVUOTAMENTI del non recuperabile = - RD = + TV </li></ul>
  17. 17. FUNZIONAMENTO DEL TRANSPONDER <ul><li>I transponders, alloggiati sul contenitore in posizione opportunamente mascherata, vengono letti da un’antenna montata sul volta-contenitori del mezzo. </li></ul><ul><li>Il codice contenuto nel transponder viene registrato in un computer installato nell’abitacolo del mezzo. Contestualmente si registra anche la DATA e l’ ORA di conferimento . </li></ul><ul><li>Tra i punti di forza del sistema sono da segnalare: </li></ul><ul><li>facile allestimento su mezzi esistenti; </li></ul><ul><li>blocco del sistema di vuotamento in caso di mancata rilevazione </li></ul><ul><li>invio dati tramite GSM direttamente sul server del CCS e successiva importazione automatica nel D.B TIA </li></ul>
  18. 18. TABULATO SVUOTAMENTI
  19. 19. <ul><li>Individuare in modo univoco l’utenza a cui vengono consegnati i contenitori e tutti gli intestatari ivi presenti ( abbinamento CONTENITORE – UTENZA ) </li></ul><ul><li>Correggere o integrare sul posto i dati provenienti dagli archivi comunali (compresa la toponomastica) </li></ul>LA CONSEGNA DEI CONTENITORI: UNA TAPPA FONDAMENTALE La distribuzione capillare dei contenitori è stata la parte fondamentale per la preparazione della BASE DATI per l’applicazione della tariffa puntuale. E’ essenziale, durante la fase di consegna:
  20. 20. LE SCHEDE DI CONSEGNA SEZIONE ANAGRAFICA SEZIONE CONTENITORI SEZIONE INTESTATARI T.I.A. SEZIONE CARTOGRAFICA
  21. 21. IL CATASTO DEI CONTENITORI <ul><li>I contenitori sono stati identificati mediante una codifica alfanumerica UNIVOCA su tutto il territorio del CCS </li></ul><ul><li>Completa TRACCIABILITA’ dei contenitori (possono essere seguiti in tutti i loro spostamenti) </li></ul><ul><li>Completa INTERCAMBIABILITA’ dei contenitori tra un Comune e l’altro (utilissima a tamponare scostamenti numerici tra progetto e realtà) </li></ul>
  22. 22. INCROCIO BANCHE DATI PER CREAZIONE DATA BASE TIA Utenze iscritte a ruolo Anagrafe TARSU Anagrafe Comunale residenti Carta Tecnica Comunale Anagrafe CCIAA OGNI ALTRA ANAGRAFE DISPONIBILE ED UTILE (Catasto - Enel) Utenti residenti nel Comune Strade, edifici, n. civici del Comune Utenti iscritti alla CCIAA attivi
  23. 23. <ul><ul><ul><li>26 Aprile 2004 : data di avvio delle rilevazioni con transponders </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Gennaio - Novembre 2005 : elaborazione e recapito delle prime bollette nei Comuni di Chieri, Pino e Pecetto Torinese </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>9 Dicembre 2005 : approvazione Regolamento-tipo consortile per la gestione della tariffa puntuale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>13 Dicembre 2007 : adeguamento Regolamento CCS al D.Lgs. 152/2006 ed al Protocollo d’Intesa sull’omogeneizzazione tariffaria della Provincia di Torino </li></ul></ul></ul>CONSORZIO CHIERESE LE TAPPE DELLA TARIFFA PUNTUALE
  24. 24. L’APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PUNTUALE <ul><li>Scelta dei coefficienti Ka e Kc e conseguente determinazione tariffe </li></ul><ul><li>Contributi, agevolazioni, esenzioni (ISEE – COMPOSTAGGIO) </li></ul>Aspetti regolamentari (CCS) Aspetti gestionali e di controllo Determinazione dei coefficienti Kb (riparizione quota variabile nei condomini Ripartizione dei costi tra utenze domestiche e non domestiche Scelte politiche (Comuni) Parametri e formule di calcolo della quota fissa e della quota variabile Utenze domestiche Utenze non domestiche TF <ul><li>Superficie </li></ul><ul><li>N° componenti nucleo </li></ul><ul><li>Superficie </li></ul><ul><li>Categoria DPR 158/99 </li></ul>TV <ul><li>N° svuotamenti NR </li></ul><ul><li>N° svuotamenti NR </li></ul><ul><li>Volume O, C e V </li></ul>
  25. 25. LE BOLLETTE 2009 * Tutti i costi sono al netto di IVA e tributo provinciale DATI GENERALI   CHIERI PECETTO PINO POIRINO CARMAGNOLA SANTENA CAMBIANO Abitanti (al 1 Gennaio 2009) 35.849 3.864 8.663 10.149 27.961 10.560 6.318 % Quota fissa ( TF ) definitiva 45% 35% D - 40% ND 40% 45% 50% 45% 40% % Quota variabile (TV) definitiva 55% 65% D - 60% ND 60% 55% 50% 55% 60% % Quota utenze domestiche 65% 62% 78% 67% 69% 73% 60% % Quota utenze non domestiche 35% 38% 22% 33% 31% 27% 40% Riduzione compostaggio quota variabile 35% 12% TV 15% TV 30% TV 13% TV 25% TV 10% TV Totale fabbisogno € 4.145.800 € 493.295 € 1.123.789 € 982.042 € 3.319.239 € 1.231.159 € 698.054 Proventi tariffari escluso servizi aggiuntivi € 3.975.179 € 476.583 € 1.067.109 € 873.451 € 3.223.590 € 1.199.641 € 657.900 N. utenze domestiche 15.153 1.592 3.574 3.919 11.529 3.977 2.458 Superficie complessiva domestica (in mq) 1.664.814 305.430 542.105 481.344 1.372.292 512.273 315.292 Tariffa media (domestiche) € 171 € 186 € 233 € 149 € 193 € 220 € 161 N. utenze non domestiche 1.489 121 214 458 1.284 388 319 Superficie complessiva non domestica (in mq) 379.455 34.480 46.602 172.447 339.487 124.740 136.143 Tariffa media (non domestiche) € 934 € 1.497 € 1.097 € 629 € 778 € 835 € 825 Costo totale (€/ab) € 110,89 € 123,34 € 123,18 € 86,06 € 115,29 € 113,60 € 104,13 Costo Servizi Aggiuntivi (Sfalci) € 89.622 € 8.712 € 36.680 € 8.591 € 45.649 € 16.623 € 22.155 Proventi tariffari € 4.064.801 € 485.295 € 1.103.789 € 882.042 € 3.269.239 € 1.216.264 € 680.055
  26. 26. OBIETTIVI – SINTESI QUANTITATIVA *Fonte dati Anno 2007: Regione Piemonte - Indagine sui rifiuti urbani prodotti nel 2007 – Ottobre 2008 Anno 2008: CCS 2008 2007 CCS CCS Media Provinciale Media regionale Bassa produzione pro-capite di rifiuti RT (kg/ab/anno) 419 421 518 516 Bassa produzione pro-capite di RU indifferenziato in discarica (kg/ab/anno) 143 154 277 282 Alta produzione pro-capite di RU differenziati (kg/ab/anno) 276 267 241 234 Alta percentuale di raccolta differenziata 65,8% 63,4% 46,5% 45,3% Costi più bassi della media provinciale (in €/ab/anno) 113 109 141 n.d.
  27. 27. IL SISTEMA INTEGRATO E LA TARIFFA PUNTUALE <ul><li>La tariffa puntuale funziona grazie al sistema integrato </li></ul><ul><li>Ma anche il sistema integrato funziona meglio grazie alla tariffa puntuale </li></ul>Infatti con la tariffa puntuale ogni utenza è motivata, anche dal punto di vista economico , a cambiare in maniera radicale le proprie abitudini: <ul><li>separando i rifiuti in casa </li></ul><ul><li>aumentando i conferimenti di materiali riciclabili </li></ul><ul><li>minimizzando quelli dei materiali indifferenziati </li></ul><ul><li>acquistando prodotti eco-compatibili </li></ul>
  28. 28. GLI ULTERIORI OBIETTIVI COSA SI PUO’ (E SI DEVE) ANCORA FARE <ul><li>Il miglioramento della qualità dei dati e la riduzione della quota di evasione </li></ul><ul><li>Il miglioramento della fruizione dei dati che stanno alla base del Servizio e della Tariffa (es. svuotamenti, percorsi di raccolta e di spazzamento) sia da parte dei tecnici del Consorzio sia da parte degli utenti </li></ul><ul><li>Il miglioramento e l’affinamento della fase di predisposizione scenari e determinazione delle tariffe </li></ul><ul><li>Il miglioramento della capacità di individuare e risolvere i disservizi </li></ul>
  29. 29. GRAZIE PER L’ATTENZIONE!
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×