Your SlideShare is downloading. ×
Da zero a CoRehab - seminario scienze cognitive
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Da zero a CoRehab - seminario scienze cognitive

579
views

Published on

La storia che racconta la nascita e lo sviluppo di CoRehab, nelle fasi iniziali della sua vita, raccontata dal CEO e co-founder David Tacconi

La storia che racconta la nascita e lo sviluppo di CoRehab, nelle fasi iniziali della sua vita, raccontata dal CEO e co-founder David Tacconi

Published in: Health & Medicine

1 Comment
2 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
579
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
1
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Da zero a CoRehabcome iniziare da unidea e creare un prodotto realmente utile David Tacconi www.corehab.com about.me/davidtacconi Rovereto, 20 Marzo 2013
  • 2. Chi sono...
  • 3. nato a Firenze nel 1979
  • 4. il calcio, la grande passione
  • 5. gli infortuni (tanti) chi sono • calcio - infortuni
  • 6. Ing. delle Telecomunicazioni, 1997 - 2003
  • 7. Tesi di Laurea NJIT (USA): 2002 - 2003
  • 8. il sogno post-laurea
  • 9. quello che è successo
  • 10. Telecom Italia S.p.a.: 2003-2004
  • 11. Create-Net research center (con Ph.D): 2005-2008 Center for REsearch And Telecommunication Experimentation for NETworked communities
  • 12. Futur3 s.r.l.: WiFi e servizi dal 2007
  • 13. Jobs & Wozniak - Apple founders
  • 14. Parafrasando: • occorre avere una spinta ideale • non fermarsi alle difficoltà • seguire le proprie intuizioni e il proprio cuoreE’ sempre possibile? • condizioni economiche personali • situazione economica globale • capacità personale • professionalità acquisita
  • 15. estate 2011 - la crisi...
  • 16. le reazioni indignate
  • 17. la sfiducia verso tutti
  • 18. o dare sempre la colpa agli altri...
  • 19. Esiste un modo più vero di “reagire”?
  • 20. la scoperta di Alemanno detto “l’oricellario” (XII secolo)
  • 21. da una pianta con l’NH3 il colore “rosso fiorentino”
  • 22. da un’osservazione attenta una grande scoperta...
  • 23. Guardare a quello che c’è: • posto di lavoro • capacità e professionalità • ideeDa dove vengono le idee? • osservazione • attenzione • disponibilitàCosa mi è successo? • da una “sfiga” la start-up...
  • 24. 2011: nasce CoRehab
  • 25. “Ho un’idea...” Da dove si comincia?
  • 26. 1. capire se l’idea sta in piedi
  • 27. 2. business plan: prevedere come andrà sul mercato
  • 28. 3. trovare partner: qualcuno per “fare insieme”
  • 29. 4. cercare fondi e finanziatori
  • 30. Come ci si sente a “provarci”?
  • 31. Riabiligame per i pazienti ma anche per gli operatori stessi. I lavori stanno ancora proseguendo nell’ambito di una collaborazione dovuta al reciproco interesse nel realizzare questo nuovo strumento di rieducazione e per2011: il primo prototipodel progetto di ricerca. Al momento della presentazione del progetto si andare a meglio definire il futuro lavoro dal moon-light working sta conducendo una analisi su un campione statistico di circa 20 soggetti sani (età compresa tra 18 e 40 anni) per individuare le performance raggiungibili senza patologie o problematiche di tipo ortopedico. Successivamente, la sperimentazione coinvolgerà un analogo gruppo statistico di pazienti al fine di confrontare i risultati raggiunti da questi pazienti con quelli raggiunti dai soggetti sani a parità di condizioni (tempo di gioco, sessioni di gioco, parametri imposti dal fisioterapista). La sperimentazione viene condottoa utilizzando anche strumenti per la comune ginnastica propriocettiva posizionati sopra la pedana di forza, quali una palla svizzera di 65 cm di diametro e una bump disc di 55 cm di diametro, che introducono una certa instabilità nel paziente nel controllo del centro di pressione. Fig. 7: Screenshot del gioco terapeutico: a. posizione corretta e avanzamento della macchina sulla corsia centrale; b. posizione corretta con COP al limite del range indicato sulla prima corsia di destra , alert in blu di prossimo cambio di corsia e alert in rosso sulla posizione del busto Firma del legale rappresentante _____________________________________ 52 / 71
  • 32. 2012: un nuovo partner finanziario e un “vero” board Andrea Cappelletti, Chairman, 48: business man, serial entrepreneur and seed investor David Tacconi, CEO, 34: entrepreneur, IT researcher, software developer Vittorio Dusini, CFO, 47: business consultant, entrepreneur and seed investor Roberto Tomasi, CTO, 32: entrepreneur, software developer, linux geek
  • 33. Giugno 2012: il finanziamento viene accettato
  • 34. Estate 2012: la scelta del team Roberto Tomasi, David Tacconi, team coach, web product owner developerHW engineer Game developer 3D modelist and, Administration game designer
  • 35. Estate 2012: la scelta del team
  • 36. Estate 2012: la scelta del team Roberto Tomasi, CTO David Tacconi, CEO and web developer and product ownerDario Murgia, Flavio Calva, Valerio Terreri, Francesca Magagna,HW engineer game developer game designer administration
  • 37. Settembre 2012: banche (maledette) e fidejussione
  • 38. 1 ottobre 2012: si comincia!
  • 39. CoRehab: l’ufficio
  • 40. CoRehab: l’ufficio
  • 41. CoRehab: l’ufficio
  • 42. The Lean startup: un metodo per un prodotto che serva
  • 43. The Lean startup: piccoli prodotti per grandi feedback
  • 44. Minimum Viable Product (MVP): alcuni esempi
  • 45. Minimum Viable Product (MVP): Twttr by Jack Dorsey“Im happy this idea has taken root; I hope it thrives.Some things are worth the wait.” (J. Dorsey on Flickr)
  • 46. Minimum Viable Product (MVP): before it was Twitter
  • 47. Minimum Viable Product (MVP): before it was Twitter
  • 48. Minimum Viable Product (MVP): Dropbox by Drew Houston
  • 49. Minimum Viable Product: Virgin Airways by Richard Brenson
  • 50. Agile methodologies: la nostra lavagna
  • 51. Agile methodologies: le user stories
  • 52. 31 Ottobre 2012: kick-off e primo prototipo
  • 53. Dicembre 2012: business week in Silicon Valley
  • 54. Dicembre 2012: primo MVP a Villa Igea (Tn)
  • 55. Gennaio 2013: primo MVP con soggetti sani
  • 56. Gennaio 2013: primo MVP in un centro privato (Forlì)
  • 57. Febbraio 2013: confronto sistema con Vicom (Bologna)
  • 58. Febbraio 2013: secondo MVP e trial a Villa Igea (Tn)
  • 59. Febbraio 2013: secondo MVP e trial a Villa Igea (Tn)
  • 60. Febbraio 2013: secondo MVP e trial a Villa Igea (Tn)
  • 61. Dipendente per oltre 8 anniStart-upper da quasi 1 annoAttualmente c’è: • prototipo • partner-soci • finanziatoriDa oggi • completare il prodotto • vendere il prodottoCi siamo quasi...
  • 62. Da oggi fate il tifo per noi!!!
  • 63. Per seguirci sul web... www.corehab.com twitter.com/corehab_italy linkedin.com/companies/corehab pinterest.com/corehab youtube.com/corehab
  • 64. Da zero a CoRehabcome iniziare da unidea e creare un prodotto realmente utile David Tacconi www.corehab.com about.me/davidtacconi Rovereto, 20 Marzo 2013