“Se farai quello che hai sempre fatto otterraiquello che hai sempre ottenuto”                                             ...
ACCESSIBILITÀ DEFINIZIONI
LEGGE 13/89 Regolamento di  attuazione D.M. 236/89Accessibilità:si intende la possibilità, anche per persone conridotta o ...
OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)“Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della salu...
ACCESSIBILITÀDEMOCRAZIA
ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale esono eguali davanti alla legge, senz...
ACCESSIBILITÀ EDUCAZIONE SOCIALE ABBATTIMENTO DELLEBARRIERE PSICOLOGICHE
I disabili sono una parte del mondo …                                        … non un mondo a parte!
L’ACCESSIBILITÀ èprima di tutto untema culturaleIl tema della disabilitànon deve essereguardato con l’OCCHIODEL BISOGNO,de...
Il tema della Disabilità di interesse non solo per le persone con disabilità maessenziale per il riconoscimento dell’altro...
ACCESSIBILITÀ  ESIGENZA
FASI DELLA VITA
Una città accessibile è una città amicale,facilmente fruibile anche da parte dei bambini
Città a misura di bambino
CAMBIAMENTODEMOGRAFICO IN EUUNIONE EUROPEA: +80 1,6% - 1960 3,5% - 1997 5,6% - 2020
•La popolazione invecchia perchévive più a lungo•Anzianità non equivale adisabilità•Una persona che va in pensioneha ancor...
ACCESSIBILITÀSFIDA, FANTASIA,IMMAGINAZIONE
Nella società attuale si è abituati aprogettare basandosi su un utentetipo che in realtà non esiste. Comepossiamo pensare ...
ESISTE LA PERSONA REALE
ACCESSIBILITÀSEMPLICITÀ DELLE   SOLUZIONI
Roma centro storico, percorso Fontana di Trevi - Pantheon
Ancona, Parco della Cittadella
Appoggi Ischiatici
Mercati di Traiano
Mercati di Traiano
ACCESSIBILITÀ SICUREZZA
Solo un ambienteemotivamente“leggibile” favoriràcomportamenti disicurezza insituazioni diemergenza.Ciò vale per tutte lepe...
La nostra efficienza cognitiva è soggetto aprofonde variazioni e proprio la situazione diemergenza arriva ad intaccarne l’...
Spazio Accessibile:ELIMINARE BARRIERE ARCHITETTONICHEELIMINARE FONTI DI PERICOLOELIMINARE FONTI DI DISAGIOELIMINARE FONTI ...
ACCESSIBILITÀNUOVA POSSIBILITÀ PERPERSONE E TERRITORIO
L’Accessibilità Universale non deve essere vistacome un vincolo ma come una nuova possibilitàper le persone e il territori...
Per la società la disabilità ha   sempre rappresentato un           “problema”la disabilità può essere una risorsa…
… con l’integrazione.VANTAGGI:•Il disabile non rappresenta più un oneregravoso per la società;•diviene più autonomo;•può e...
TURISMO ACCESSIBILEMercato inesplorato in Europa;turismo accessibile investimentovantaggioso per tutti;accessibilità alle ...
Accessibilità parola ancora troppo astratta,accessibilità come sensazione di libertà econsapevolezza percepita, accessibil...
Ogni altrove non èche questa riva,Questa città.Inutilmente speriUn altro porto perla tua naveUn altro sboccoper la tua str...
Accessibilità universale
Accessibilità universale
Accessibilità universale
Accessibilità universale
Accessibilità universale
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Accessibilità universale

1,087 views
981 views

Published on

Accessibilità universale come strumento di democrazia, di partecipazione e di condivisione. Lo strumento in grado di trasformare un problema in una opportunità.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,087
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
272
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Accessibilità universale

  1. 1. “Se farai quello che hai sempre fatto otterraiquello che hai sempre ottenuto” Dott.sa Katia De Vitis katiadevitis@gmail.comProgetto realizzato in collaborazione con “L’Aquila che Vogliamo” ed inserito nel “Tavolo Sociale”, contenitore di idee e progetti per la “Ricostruzione Sociale” di L’Aquila (dario.verzulli@gmail.com).
  2. 2. ACCESSIBILITÀ DEFINIZIONI
  3. 3. LEGGE 13/89 Regolamento di attuazione D.M. 236/89Accessibilità:si intende la possibilità, anche per persone conridotta o impedita capacità motoria o sensoriale,di raggiungere ledificio e le sue singole unitàimmobiliari ed ambientali, di entrarviagevolmente e di fruire spazi e attrezzature incondizioni di adeguata sicurezza e autonomia.
  4. 4. OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)“Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della salute”elaborata nel 2001 •Menomazione (danno organico o funzionale); • disabilità (perdita capacità operativa in seguito a menomazione); • handicap (difficoltà nellambiente circostante). Problema spostato dalla disabilità della persona alla sua partecipazione alla vita sociale
  5. 5. ACCESSIBILITÀDEMOCRAZIA
  6. 6. ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale esono eguali davanti alla legge, senzadistinzione di sesso, di lingua, di religione, diopinioni politiche, di condizioni personali esociali. È compito della Repubblica rimuoveregli ostacoli di ordine economico e sociale che,limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza deicittadini, impediscono il pieno sviluppo dellapersona umana e l’effettiva partecipazione ditutti i lavoratori all’organizzazione politica,economica e sociale del paese”.
  7. 7. ACCESSIBILITÀ EDUCAZIONE SOCIALE ABBATTIMENTO DELLEBARRIERE PSICOLOGICHE
  8. 8. I disabili sono una parte del mondo … … non un mondo a parte!
  9. 9. L’ACCESSIBILITÀ èprima di tutto untema culturaleIl tema della disabilitànon deve essereguardato con l’OCCHIODEL BISOGNO,dell’esigenza ma deveessere conosciuto escoperto con l’occhioche guarda alleRISORSE, allePOTENZIALITÀ di chiogni giorno affronta “illimite dell’uomo”
  10. 10. Il tema della Disabilità di interesse non solo per le persone con disabilità maessenziale per il riconoscimento dell’altro come “diverso da me”
  11. 11. ACCESSIBILITÀ ESIGENZA
  12. 12. FASI DELLA VITA
  13. 13. Una città accessibile è una città amicale,facilmente fruibile anche da parte dei bambini
  14. 14. Città a misura di bambino
  15. 15. CAMBIAMENTODEMOGRAFICO IN EUUNIONE EUROPEA: +80 1,6% - 1960 3,5% - 1997 5,6% - 2020
  16. 16. •La popolazione invecchia perchévive più a lungo•Anzianità non equivale adisabilità•Una persona che va in pensioneha ancora molti anni da vivere inpienezza•La vecchiaia comporta peròdecadimento fisico quindicondizioni di lieve disabilità•Una casa e una città accessibile,con attenzione alle esigenzedell’utente e in grado di adattarsinel tempo, permettonomaggiore autonomia e aiutano aprevenire l’esclusione sociale
  17. 17. ACCESSIBILITÀSFIDA, FANTASIA,IMMAGINAZIONE
  18. 18. Nella società attuale si è abituati aprogettare basandosi su un utentetipo che in realtà non esiste. Comepossiamo pensare che luoghi eoggetti progettati per giovani uominiche godono di ottima salute possanosoddisfare i bisogni e i desideri dellapersona reale?Tutti noi, pur non soffrendo di alcunapatologia, attraversiamo differentifasi, siamo bambini, adulti, madri opadri e anziani e ogni fase dellanostra vita è caratterizzata daesigenze e peculiarità divergentiIl prototipo dell’utente tipo quindinon esiste come non esiste lostereotipo dell’individuo disabile vistounitamente come la persona su sediea ruote
  19. 19. ESISTE LA PERSONA REALE
  20. 20. ACCESSIBILITÀSEMPLICITÀ DELLE SOLUZIONI
  21. 21. Roma centro storico, percorso Fontana di Trevi - Pantheon
  22. 22. Ancona, Parco della Cittadella
  23. 23. Appoggi Ischiatici
  24. 24. Mercati di Traiano
  25. 25. Mercati di Traiano
  26. 26. ACCESSIBILITÀ SICUREZZA
  27. 27. Solo un ambienteemotivamente“leggibile” favoriràcomportamenti disicurezza insituazioni diemergenza.Ciò vale per tutte lepersone,indipendentementedal sesso, l’età eabilità.
  28. 28. La nostra efficienza cognitiva è soggetto aprofonde variazioni e proprio la situazione diemergenza arriva ad intaccarne l’efficacia STRATEGIA EFFICACE PER TUTTI
  29. 29. Spazio Accessibile:ELIMINARE BARRIERE ARCHITETTONICHEELIMINARE FONTI DI PERICOLOELIMINARE FONTI DI DISAGIOELIMINARE FONTI DI AFFATICAMENTO
  30. 30. ACCESSIBILITÀNUOVA POSSIBILITÀ PERPERSONE E TERRITORIO
  31. 31. L’Accessibilità Universale non deve essere vistacome un vincolo ma come una nuova possibilitàper le persone e il territorio, una nuova culturain grado di potenziare caratteristiche e bellezzedi un territorio, di creare nuovo turismo, nuoviposti di lavoro, di migliorare la sicurezza e ilconfort ambientale di cittadini e turisti, diincludere tutte le persone alla vita sociale, disfidare stereotipi e barriere culturali. Inoltreprogettare in maniera accessibile non comportaspese maggiori nella realizzazione di unprogetto.
  32. 32. Per la società la disabilità ha sempre rappresentato un “problema”la disabilità può essere una risorsa…
  33. 33. … con l’integrazione.VANTAGGI:•Il disabile non rappresenta più un oneregravoso per la società;•diviene più autonomo;•può essere considerato “consumatore”;•le sue esigenze non si limitano ai beniprimari ma ha come tutti noi interessiculturali, vuole acquisire beni e viaggiare
  34. 34. TURISMO ACCESSIBILEMercato inesplorato in Europa;turismo accessibile investimentovantaggioso per tutti;accessibilità alle informazioni;autonomia di accesso e utilizzo di qualsiasistruttura turistica
  35. 35. Accessibilità parola ancora troppo astratta,accessibilità come sensazione di libertà econsapevolezza percepita, accessibilità comepotenziamento delle scelte possibili individuali edautonome, accessibilità come incentivo forte allapartecipazione e al confronto tra le diversepersone, accessibilità come architetture per ildialogo e per l’incontro, accessibilità come spaziamichevoli, accoglienti ed inclusivi per lacomunicazione, accessibilità come sistema ingrado di generare occasioni di lavoro, di scambio edi migliore qualità della vita, accessibilità comenuovo valore contemporaneo, come esigenza diquesto momento storico relativa alla qualitàdell’opera architettonica, accessibilità comeprocesso e conoscenza della realtà e comecontinua verifica e riprogettazione dell’habitatsulla base dei bisogni e delle aspettative diciascuno, accessibilità per una città dell’incontro,agevole, confortevole, sicura che possa invogliarela gente a muoversi, a scoprire, a conoscere, apartecipare alla vita di relazione e a sentirsiinclusi.
  36. 36. Ogni altrove non èche questa riva,Questa città.Inutilmente speriUn altro porto perla tua naveUn altro sboccoper la tua strada.CostantinosKavafis Dott.sa Katia De Vitis katiadevitis@gmail.com Progetto realizzato in collaborazione con “L’Aquila che Vogliamo” ed inserito nel “Tavolo Sociale”, contenitore di idee e progetti per la “Ricostruzione Sociale” di L’Aquila (dario.verzulli@gmail.com).

×