Category Management [Modalità Compatibilità]

4,265
-1

Published on

Lezione universitaria sul Category Management

Published in: Technology, Business
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
4,265
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
238
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Category Management [Modalità Compatibilità]

  1. 1. Category Management Presentazione a cura di: Dario Ujetto Data di Presentazione: 16/05/2007 AZIENDA CON SISTEMA QUALITA’ CERTIFICATO ISO 9001:2000 Certificato n. 842 MO QSC 02 – Rev. 0 del: 21/03/05 – Rif. MQ CAP 8.2.1 CAVALIERI & ASSOCIATI srl 1 Corso Stati Uniti, 15 - 10128 © CAVALIERI+39 011 51 19 202 - Fax +39 011 54 04 26 Torino Tel. & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it info@cavalieriassociati.it - www.cavalieriassociati.it
  2. 2. Dario Ujetto http://www.linkedin.com/in/dujetto http://dario-ujetto.neurona.it 2 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  3. 3. UNA DEFINIZIONE Il Category Management è il processo di gestione delle categorie di prodotto e il suo obiettivo è l’aumento della soddisfazione delle esigenze del consumatore sul punto vendita 3 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  4. 4. UNA DEFINIZIONE In cosa consiste una Categoria ? “Preparati e piatti pronti”, “Aperitivi”, “Surgelati”, “Birre”, “Detergenti Stoviglie”, “Igiene orale” sono alcuni esempi di “Categorie”, costituite a loro volta da una serie di prodotti omogenei rispetto ad alcuni elementi 4 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  5. 5. UNA DEFINIZIONE Per la Categoria “Birre” questi elementi potrebbero essere: • la gradazione alcolica • il tipo di fermentazione (es. alta, bassa) • la tecnologia di processo (es. tradizione inglese, belga, irlandese) • il colore (chiaro, ambrato, nero) • la spuma (es. persistenza, cremosità, compattezza) • il profumo (es. luppolato, maltato) 5 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  6. 6. I VANTAGGI Il Category Management permette alle aziende produttrici e alle aziende di distribuzione di implementare le strategie commerciali, di marketing, di merchandising, di assortimento in grado di massimizzare i risultati delle Categorie 6 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  7. 7. I VANTAGGI Grazie al Category Management le aziende che compongono la filiera di un prodotto possono disporre di uno strumento per essere in linea con le decisioni di acquisto del consumatore 7 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  8. 8. LA CATENA DEL VALORE Scambio Aziende Aziende Produttrici informazioni Distributive Punto vendita Gamma prodotti Promozioni Prezzi Clienti competitivi Visual merchandising 8 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  9. 9. LA CATENA DEL VALORE Gli attori coinvolti nel processo di Category Management sono quindi tre: • Aziende di Distribuzione (GDO, GD, DO) • Aziende Produttrici (Largo consumo) • Consumatore 9 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  10. 10. LA CATENA DEL VALORE Consumat ori Aziende Aziende Distribuzione Produttrici 10 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  11. 11. I VANTAGGI PER LE AZIENDE DI DISTRIBUZIONE • Riduzione dei costi ed aumento dei margini • Miglioramento dell’assortimento • Ristrutturazione dei processi e fidelizzazione della clientela 11 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  12. 12. I VANTAGGI PER LE AZIENDE PRODUTTRICI • Maggior possibilità di dialogo con le Aziende Distributrici ed aumento del flusso informativo • Ristrutturazione dei processi di Trade al fine di allinearsi con i comportamenti di acquisto della clientela • Maggior controllo delle performance per linee di prodotto 12 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  13. 13. I VANTAGGI PER IL CONSUMATORE • Maggiore reperibilità dei prodotti sul punto vendita • Possibilità di acquistare in un punto vendita disegnato in base alle proprie esigenze 13 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  14. 14. Processo costruzione Categorie 14 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  15. 15. I VANTAGGI PER IL CONSUMATORE Uno dei più potenti mezzi a disposizione del Category Management è il Visual Merchandising il quale “disegna” un punto vendita a “misura di cliente” 15 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  16. 16. DEFINIZIONE di VISUAL MERCHANDISING Merchandising vuol dir esporre il prodotto giusto, al prezzo giusto, nel posto giusto, al momento giusto, nelle giuste quantità. (Academié Française des Sciences Commerciales) Il Merchandising è una scienza pratica 16 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  17. 17. I VANTAGGI DEL VISUAL MERCHANDISING • Rendere più attraente l’esposizione dei prodotti • Favorire l’acquisto d’impulso • Fidelizzare la clientela • Eliminare le rotture di stock • Facilitare il lavoro di caricamento 17 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  18. 18. IL CLIENTE Il 70% delle decisioni d’acquisto avviene all’interno del punto vendita… (Academié Française des Sciences Commerciales ) … Il VISUAL MERCHANDISING è in grado di influenzare il consumatore nello stadio finale del processo d’acquisto 18 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  19. 19. ACQUISTO D’ IMPULSO Atto d’acquisto non programmato, effettuato su una spinta unicamente emotiva e non razionale. Es. accessori 19 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  20. 20. ACQUISTO PROGRAMMATO Atto d’acquisto effettuato a seguito di una decisione presa PRIMA di arrivare sul punto vendita. Es. abito da cerimonia 20 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  21. 21. REGOLE COMPOSITIVE • Simmetria • Equilibrio • Peso • Direzione • Ritmo visivo/ripetitività 21 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  22. 22. SIMMETRIA • E’ una delle regole più importanti del visual merchandising • Consente di trasmettere ordine • E’ uno schema visivo che facilita la memorizzazione 22 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  23. 23. EQUILIBRIO Se l’oggetto in ALTO è di colore più CHIARO, il suo peso visivo diminuisce. 23 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  24. 24. COMUNICAZIONE VISIVA LEGGIBITÀ DEGLI SCHEMI ESPOSITIVI La chiave di lettura prioritaria della comunicazione visiva è dall’ALTO verso il BASSO da SINISTRA verso DESTRA. 24 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  25. 25. SISTEMA RIPETITIVO VANTAGGI • Facilità lettura • Efficacia estetica • Versatilità SVANTAGGI • Necessità di spazio lineare • Pochissime referenze 25 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  26. 26. SISTEMA VERTICALE VANTAGGI SVANTAGGI • Facilità di lettura • Necessità di una varietà di prodotti importante • Semplicità • Richiede scaffalature alte • Attira l’attenzione del cliente 26 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  27. 27. SISTEMA ORIZZONTALE CHIARO/SCURO VANTAGGI SVANTAGGI • Facilità nella • Rischio di bassa presentazione dei memorizzazione prodotto • Peso dei prodotti 27 equilibrato © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  28. 28. LE FONDAMENTALI SCELTE ESPOSITIVE Marca Esigenza Categoria/Linea 28 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  29. 29. I LIVELLI ESPOSITIVI 5° Ripiano 19% 33% 4° Ripiano 24% 3° Ripiano 2° Ripiano 12% 1° Ripiano 7% 29 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  30. 30. TERMINOLOGIA La disposizione delle attrezzature all’interno del PUNTO VENDITA e IL LAY-OUT la conseguente organizzazione del flusso di traffico della clientela. LINEARE - GONDOLA - SCAFFALE Supporti per l’esposizione degli articoli Parte estrema di uno scaffale che si utilizza TESTATA DI GONDOLA per la promozione dei prodotti Disposizione dei prodotti sugli scaffali; spesso corrispo DISPLAY ad un espositore e coincide con il cono visivo del cliente FACING Parte frontale del prodotto, capacità lineare 30 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  31. 31. PUNTI FOCALI • Sono punti di visione “privilegiati”, spesso collocati in corrispondenza di un percorso di traffico • Sono in grado di catturare l’attenzione del potenziale cliente • Possono essere gestiti come “rafforzativi” di un messaggio, a volte sono poco sfruttati 31 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  32. 32. VISIBILITÀ ZONE GRIGIE ZONE BIANCHE ZONE NERE 32 © CAVALIERI & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it
  33. 33. Category Management Presentazione a cura di: Dario Ujetto Data di Presentazione: 16/05/2007 AZIENDA CON SISTEMA QUALITA’ CERTIFICATO ISO 9001:2000 Certificato n. 842 MO QSC 02 – Rev. 0 del: 21/03/05 – Rif. MQ CAP 8.2.1 CAVALIERI & ASSOCIATI srl 33 Corso Stati Uniti, 15 - 10128 © CAVALIERI+39 011 51 19 202 - Fax +39 011 54 04 26 Torino Tel. & ASSOCIATI www.cavalieriassociati.it info@cavalieriassociati.it - www.cavalieriassociati.it

×