Your SlideShare is downloading. ×
Acque reflue
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Acque reflue

520

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
520
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Testo Unico Ambientale
    • Parte III
    • Difesa del suolo, tutela e gestione delle acque.
  • 2. Difesa del suolo, tutela e gestione delle acque
    • n. 4 Sezioni
    • da art. 53 a art.176
    Sez. I difesa del suolo e lotta alla desertificazione TIT. 2 Sez. II Tutela delle acque dall’Inquinamento TIT. 5 Sez. III Gestione delle risorse Idriche TIT. 4 Sez. IV Disposizioni transitorie e finali
  • 3. Tutela delle acque dall’inquinamento
    • TIT. I Principi generali e competenze
    • ( artt.73 – 75 )
    • TIT. II Obiettivi di qualità ( artt. 76 – 90 )
    • TIT. III Tutela dei corpi idrici e disciplina
    • degli scarichi ( artt. 91 – 116 )
    • TIT. IV Strumenti di tutela (artt. 117 – 132 )
    • TIT. V Sanzioni (artt. 133 – 176 )
  • 4. Tutela delle acque dall’inquinamento
    • TIT . I Principi generali e competenze ( art.73 – 75 )
    • FINALITA’
    • DEFINIZIONI
    • COMPETENZE
  • 5. Tutela e gestione delle acque
    • FINALITÀ
    • Tutela delle acque superficiali,
    • marine e sotterranee.
  • 6. Tutela e gestione delle acque
    • DEFINIZIONI
    • ACQUE REFLUE DOMESTICHE
    • acque provenienti da insediamenti residenziali e da servizi e derivanti prevalentemente dal metabolismo umano e da attività domestiche;
    • ACQUE REFLUE INDUSTRIALI
    • qualsiasi tipo di acque reflue SCARICATE da edifici od impianti in cui si svolgono attività commerciali o produzione di beni, diverse dalle a. reflue domestiche e dalle a. meteoriche di dilavamento
    • ( modifica del succ. D. Lgs. 16 gennaio 2008 n. 4);
    • ACQUE REFLUE URBANE
    • a. reflue domestiche o il miscuglio di a. reflue domestiche, a. reflue industriali ovvero a. meteoriche di dilavamento convogliate in reti fognarie, anche separate e provenienti da agglomerato
    • ( modifica del succ. D. Lgs. 16 gennaio 2008 n. 4);
  • 7. Tutela e gestione delle acque
    • AUTORITÀ D’ AMBITO
    • la forma di cooperazione tra Comuni e province per l’organizzazione
    • del servizio idrico integrato;
    • GESTORE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO
    • il soggetto che gestisce il servizio idrico integrato in un ambito territoriale integrato in un ambito territoriale ottimale ovvero il gestore esistente del servizio pubblico soltanto fino alla piena operatività del servizio idrico integrato;
    • SCARICO
    • qualsiasi immissione effettuata esclusivamente tramite un sistema stabile di collettamento che collega senza soluzioni di continuità il ciclo di produzione del refluo con il corpo recettore acque superficiali,sul suolo nel sottosuolo o in rete fognaria indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione.
    • INQUINANTE
    • qualsiasi sostanza che possa inquinare, in particolare quelle elencate nell’All. 8 alla parte III del decreto 152/06.
  • 8. Tutela e gestione delle acque
    • COMPETENZE
    • Stato (Ministero dell’Ambiente fatte salve le competenze igienico sanitarie spettanti al Ministero della Salute);
    • Regioni e Enti Locali
    • - Dipartimento tutela acque interne e marine
    • dell’Agenzia per la protezione dellambiente e
    • per i servizi tecnici (APAT),
    • - Consorzi di bonifica e di irrigazione
  • 9. Tutela e gestione delle acque
    • OBIETTIVO
    • QUALITÀ
  • 10. Tutela e gestione delle acque
    • Il testo unico ambientale ha stabilito che :
    • entro il 31 dicembre 2008 ogni corpo idrico superficiale deve conseguire almeno i requisiti dello stato di “ SUFFICIENTE”
    • per tendere ad
    • assicurare entro il 22 dicembre 2015 il raggiungimento dell’obiettivo di qualità ambientale corrispondente allo stato di “BUONO”.

×