4.2012.semiotica web

  • 297 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
297
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Semiotica della comunicazione web Università degli Studi di Torino a.a. 2011/2012 Prof.ssa Daria Santucci Prof.ssa Daria Santucci
  • 2. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Interfaccia, interazione, interattività … e usabilità ●Interfaccia Applicazione (1): interfaccia 2. Interazione Applicazione (1): interazione 3. Interattività Applicazione (1): interattività 4. Usabilità Applicazione (1): usabilità Prof.ssa Daria Santucci *
  • 3. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 1. Interfaccia Prof.ssa Daria Santucci *
  • 4. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Definizione di interfaccia E’ lo spazio in cui avviene la relazione di dialogo tra l’autore e il lettore.   Lo spazio d’azione dell’interfaccia comprende i programmi gestuali e motori del lettore. All’interno di questo spazio si trovano i simulacri, le tracce dell’autore (sistema) e del lettore (utente) empirici: rispettivamente il punto d’intervento e il puntatore. Si tratta di un embrayage del lettore empirico all’interno dell’interfaccia. Prof.ssa Daria Santucci
  • 5. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Interfaccia: 13 linee guida (Apple) Cosenza, per parlare delle regole a cui deve sottostare unabuona interfaccia, si rifà alle Guidelines “Human computerprinciples”: ●edite nel 1984 dalla Apple ●presentano 13 principi base.! Le Guidelines sono nate per strutturare il lavoro deglisviluppatori di sofware, programmi per computer. Prof.ssa Daria Santucci
  • 6. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 1. Metafore Le interfacce devono essere progettate in modo da sovrapporre i campi semantici dell’interfaccia con i campi semantici della vita quotidiana degli utenti.   L’eventuale estensione delle funzioni deve sempre risultare chiara. Prof.ssa Daria Santucci
  • 7. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 1. Metafore - es. la scrivania - Il desktop richiama l’ambiente di lavoro di qualsiasi ufficio.               Prof.ssa Daria Santucci
  • 8. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 1. Metafore - le finestre - Le finestre - i riquadri di testo o le cornici che comprendono le immagini - che possiamo muovere, allargare, sovrapporre.   Creano la dimensione dell’interspazio, inedita nella storia dello schermo fino all’avvento di questo modello d’ interfaccia. Prof.ssa Daria Santucci
  • 9. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 1. Metafore - le pulsantiere - Le pulsantiere consentono di attivare diverse funzioni del software.   Fanno ritrovare più o meno sempre nella stessa posizione i tasti che svolgono le stesse funzioni. Prof.ssa Daria Santucci
  • 10. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 1. Metafore L’importanza della convenzionalità Tenere a mente le convenzioni visive che si sono cristallizzate, legate a 1.posizione 2.aspetto dei tasti, per costruire un sistema di segni intellegibile dall’utente.           … a meno che non si Daria Santuccicostruire un’interfaccia Prof.ssa voglia
  • 11. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 1. Metafore Prof.ssa Daria Santucci
  • 12. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 2. Manipolazione diretta L’utente deve sempre avere l’illusione di agire direttamente sugli oggetti: non gli interessa la “scatola nera” del sistema, ma i risultati delle azioni (tempi rapidi di risposta) Prof.ssa Daria Santucci
  • 13. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 2. Manipolazione diretta Prof.ssa Daria Santucci
  • 14. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 2. Manipolazione diretta Prof.ssa Daria Santucci
  • 15. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 3. Meccanismo vedi e punta Sugli oggetti si può agire in diversi modi ●click ●doppio click ●trascinamento Prof.ssa Daria Santucci
  • 16. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 3. Meccanismo vedi e punta Azione manipolativa attraverso la periferica del mouse, l’utente tiene sotto controllo la macchina.   Si seleziona un punto dell’interfaccia e… … si fa partire con due click fisici sul mouse un’azione virtuale (un programma) … con un click si avvia un’azione quando si sta già al suo interno … sempre attraverso il mouse, si trascina un’icona in un altro punto del desktop Prof.ssa Daria Santucci
  • 17. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 3. Meccanismo vedi e punta Manipolazione diretta finalizzata a creare un rapporto di confidenza fra l’utente e la macchina, come se questa fosse il suo maggiordomo, se stesse sotto il suo controllo   Lessico assertivo costruito tutto sull’imperativo (salva, chiudi, apri…) Prof.ssa Daria Santucci
  • 18. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 4. Controllo da parte dell’utente L’utente deve avere illusione di libertà di azione, la macchina non lo deve ostacolare ma solo informare in caso di azioni potenzialmente pericolose.   Dare allutenza controllo e libertà Lasciare agli utenti il controllo sul contenuto informativo del sito, permettendo loro di 1.accedere agevolmente agli argomenti presenti 2.navigare tra essi a seconda delle proprie esigenze. Prof.ssa Daria Santucci
  • 19. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 4. Controllo da parte dell’utente Prof.ssa Daria Santucci
  • 20. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 5. Clemenza L’utente deve poter imparare per prove ed errori (tasto “annulla”). Le azioni devono quindi essere reversibili. Prof.ssa Daria Santucci
  • 21. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 5. Clemenza Diritto di recessoL’utente deve poter tornare sui suoi passi.   Entro certi limiti, simili a quelli della vita reale: dal cestino posso riprende un foglio che ho gettato, quando finisce in discarica è ormai impossibile. Prof.ssa Daria Santucci
  • 22. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 5. Clemenza vuoi davvero cancellare questo file? Prof.ssa Daria Santucci
  • 23. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 6. Mancanza di modalità Le funzioni che bloccano altre funzioni o mantengono costante una funzione (ad es. tasto “Maiuscolo”) devono essere limitate o comunque chiarite all’utente. Prof.ssa Daria Santucci
  • 24. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 7. Feedback e dialogo Ci deve essere sempre comunicazione sullo stato del sistema in maniera comprensibile rispetto alle conoscenze dell’utente Prof.ssa Daria Santucci
  • 25. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 7. Feedback e dialogo Visibilità dello stato del sistema Mantenere gli utenti informati sullo stato delle loro azioni.     Feedback Tenere informati in tempo ragionevole gli utenti su quello che succede per mezzo di un feedback (ad esempio, la clessidra mentre si carica un file) Prof.ssa Daria Santucci
  • 26. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 8. Coerenza Devono esistere punti di riferimento stabili per l’utente (rime plastiche). Segnalare i link ●in modo adeguato ●senza ambiguità di significato ●posizionandoli nella pagina dove lutente si aspetta di trovarli rispetto alle pagine precedenti. Prof.ssa Daria Santucci
  • 27. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 9. Percezione di stabilità Sistema monoplanare e significati univoci.   L’interfaccia deve fornire punti di riferimento stabili.   Deve essere comprensibile, familiare, predicibile. Prof.ssa Daria Santucci
  • 28. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 10. Integrità estetica Semplicità e piacevolezza degli oggetti grafici Prof.ssa Daria Santucci
  • 29. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 10. Integrità estetica Abolire gli elementi irrilevanti o raramente utili Gli elementi grafici inseriti nelle pagine se ●troppo colorati ●elaborati ●di dimensioni troppo grandi rispetto ai testi rischiano di mettere in secondo piano il contenuto informativo della pagina.   Gli utenti saranno infatti troppo impegnati ad individuare il significato delle immagini e a cercarne la coerenza con i restanti elementi del sito, per dedicarsi allanalisi dei contenuti informativi delle pagine. Prof.ssa Daria Santucci
  • 30. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 11. WYSIWYG Tutti i comandi devono essere visibili o recuperabili tramite menu.   Quello che l’utente vede su schermo deve corrispondere a tutto quello che l’utente può fare.   Tutte le istruzioni devono essere raggiungibili.   Prof.ssa Daria Santucci
  • 31. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 11. WYSIWYG Home page “attualizzante” deve poter mettere in condizione l’utente (attraverso i diversi livelli di menù) di effettuare ogni operazione, di raggiungere qualsiasi punto dell’ipertesto.   ! Qui si misura la capacità nel team di progettazione di mediare: WYSIWYG (che porterebbe tutti i pulsanti nel primo ramo del flow chart, e quindi nella pulsantiera principale) vs. gerarchia comprensibile di istruzioni (che mettano comunque il navigante, in maniera intuitiva, di muoversi fra le diverse pagine) Prof.ssa Daria Santucci
  • 32. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 11. WYSIWYG Visualizzazioni diverse Le visualizzazioni fra i diversi computer sono diverse: può dipendere ●dalla risoluzione dello schermo ●dal tipo di browser che si utilizza (Explorer, Firefox…) ●dal sistema (Apple e Pc, a parità di browser, visualizzano in maniera diversa la dimensione dei caratteri) Prof.ssa Daria Santucci
  • 33. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 12. Conoscenza del destinatario Il target di riferimento deve essere preciso. Corrispondenza tra il sistema ed il mondo reale Conoscere ed utilizzare il linguaggio degli utenti finali. Questo accorgimento assicura una migliore comprensione e memorizzazione dei contenuti a chi visita il sito ed evita che lutente interessato ad informazioni esca dal sito senza averle visionate, perché ingannato da una terminologia e da immagini che non riesce ad associare alle informazioni che sta cercando. Prof.ssa Daria Santucci
  • 34. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 12. Conoscenza del destinatario Quali sono i risultati attesi dal committente di un sito web? vs. Quali sono i risultati attesi da un utente quando naviga un sito web?   E’ importante ●immaginare la giornata tipo di chi dovrà utilizzare il sito, capire in quali contesti, in quali orari lo utilizzerà, chi è veramente il nostro destinatario ●scrivere degli storyboard per immaginare l’utilizzo effettivo del sito web progettato. Prof.ssa Daria Santucci
  • 35. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 13. Accessibilità Anche per utenti con disabilità motorie o percettive Prof.ssa Daria Santucci
  • 36. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Applicazione (1): interfaccia ●Accedete a internet ●Selezionate un “testo”: sito web, profilo YouTube, pagina fan su Facebook, ●Verificate se sono rispettate le 13 guidelines per una corretta interfaccia ●Preparate un file powerpoint ●Caricatelo su Facebook/GoogleGroup ●Presentate in aula. Prof.ssa Daria Santucci
  • 37. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 2. Interazione Prof.ssa Daria Santucci *
  • 38. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Definizione L’interazione si definisce come l’istanza di comunicazione, lo scambio informativo tra utente e sistema. Prof.ssa Daria Santucci
  • 39. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Modello matematico di Shannon e Weaver fonte trasmittente ricevente destinatario segnale segnale inviato ricevuto Fonte del rumore Elementi fondamentali del modello: Input Output Rumore Entropia Ridondanza Prof.ssa Daria Santucci
  • 40. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Modello matematico di Shannon e Weaver fonte trasmittente ricevente destinatario Segnale Segnale inviato ricevuto Fonte del rumore Prof.ssa Daria Santucci
  • 41. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Modello matematico di Shannon e Weaver La comunicazione è concepita come trasferimento di informazione tra due poli e non come trasformazione da un sistema ad un altro (costruzione di senso). ●Il trasferimento di informazione si effettua dalla fonte al destinatario●Il trasferimento dell’energia vettrice avviene dal trasmittente al ricevente●La ricezione del messaggio non è problematica se non avvengono disturbiesterni (rumore)●È indifferente che la comunicazione avvenga tra due macchine, due esseriumani, una macchina e un essere umano Prof.ssa Daria Santucci
  • 42. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Modello matematico di Shannon e Weaver - limiti e potenzialità - Limiti: comunicazione umana riduttivo e semplicistico (soggetti e modello statici, comunicazione solo informativa, presunta condivisione del codice)   potenzialità: comunicazione in ambito informatico bidirezionalità del passaggio di informazioni tra emittente e ricevente interazione sia di parte utente (real time processing) che dalla parte del sistema (reazioni del sistema). Prof.ssa Daria Santucci
  • 43. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Applicazione (2): interazione ●Accedete a internet ●Mantenete il testo dell’applicazione 1 ● Identificate le componenti dello scambio informativo tra utente e sistema, secondo il modello di Shannon e Weaver ●Preparate un file powerpoint ●Caricatelo su Facebook/GoogleGroup ●Presentate in aula. Prof.ssa Daria Santucci
  • 44. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 3. Interattività Prof.ssa Daria Santucci *
  • 45. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Interattività nell’informatica Dialogo fra utente e sistema. Assume le caratteristiche e i tratti salienti del dialogo paradigmatico (o prototipico)   Caratteristiche: 1.Coinvolgimento di due soggetti 2.Condivisione di lingua e conoscenze generali 3.Condivisione dello spazio 4.Condivisione del tempo (comunicazione sincrona) 5.Accesso percettivo al corpo dell’altro (coinvolgimento di canali sensoriali) 6.Relazione paritaria (interscambiabilità dei ruoli e rinegoziazione delle regole) N.B. Nella relazione uomo-macchina, in realtà, non c’è mai relazione paritaria ma diversi gradi di asimmetria a favore dell’ utente. Prof.ssa Daria Santucci
  • 46. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Interattività nell’informatica Diversi gradi di interattività vanno dal massimo grado dell’intelligenza artificiale al grado minimo delle macchine automatiche non elettroniche.   Oggetti d’uso Necessari e utili per svolgere una certa funzione costruiti dall’uomo, quindi artefatti. Prof.ssa Daria Santucci
  • 47. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Applicazione (3): interattività ●Accedete a internet ●Mantenete il testo dell’applicazione 1 ●Identificare gli oggetti d’uso e il grado di interattività ●Preparate un file powerpoint ●Caricatelo su Facebook/GoogleGroup ●Presentate in aula. Prof.ssa Daria Santucci
  • 48. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione 4. Usabilità Prof.ssa Daria Santucci *
  • 49. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Usabilità: definizione ISO 9241:1992 Il termine usabilità nasce all’interno degli studi di ergonomia. Cosenza utilizza la definizione ISO 9241:1992 (e aggiornamenti).   L’usabilità di un sistema è il grado in cui esso può essere usato da una certa tipologia di utenti per determinati obiettivi con efficacia, efficienza e soddisfazione in un certo contesto d’uso. Prof.ssa Daria Santucci
  • 50. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Usabilità: tre variabili, tre caratteristiche Tre caratteristiche di base: 1.efficacia, come accuratezza e completezza dei risultati) 2.efficienza, rapporto costi-efficacia 3.soddisfazione, atteggiamento positivo degli utenti verso il programma   Tre variabili: 1.utenti 2.obiettivi 3.contesti   Prof.ssa Daria Santucci
  • 51. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Usabilità: definizione ISO 9241:1992 Quindi   per progettare e sviluppare un sito usabile si dovrebbe rispondere alle seguenti fondamentali domande:   1.a cosa serve un determinato sito web? 2.chi lo userà? 3.cosa si aspetterà di trovarci? Prof.ssa Daria Santucci
  • 52. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Teoria dei modelli mentali (Norman) Gli oggetti devono: 1.comunicare chiaramente la propria funzione (per superare il “golfo dell’esecuzione”) 2.dare un feedback all’utente (per superare il “golfo della valutazione”).   Modello dell’utente: rappresentazione del sistema elaborata dagli utenti Modello progettuale: elaborato dagli autori.   In linea ideale, i due modelli dovrebbero coincidere. Prof.ssa Daria Santucci
  • 53. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Usabilità in termini semiotici autore e utente modello vs. autore e utente empirico   Utente e autore modello: strategie testuali all’interno del testo (interfaccia)   Semiotica narrativa di Greimas: un’interfaccia si presenta come usabile se si pone come aiutante dell’utente nella fase manipolativa. Prof.ssa Daria Santucci
  • 54. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Usabilità: 10 linee guida (Nielsen) Jakob Nielsen descrive un metodo basato sullimpiego di un insieme predefinito di linee guida come test di usabilità.   Il compito di chi valuta è quindi identificare le caratteristiche delle interfacce che violano i principi di usabilità. Prof.ssa Daria Santucci
  • 55. Interfaccia, interazione, interattività… e usabilità IV lezione Applicazione (4): usabilità ●Accedete a internet ●Mantenete il testo dell’applicazione 1 ●Rispondere alle domande che derivano dalla definizione Iso 9241:1992 di usabilità ●Individuate l’autore e il lettore, modello ed empirico ●Preparate un file powerpoint ●Caricatelo su Facebook/GoogleGroup ●Presentate in aula. Prof.ssa Daria Santucci