Enermanagement 2013: introduzione alla sessione sui modelli di business

411 views

Published on

La presentazione tenuta da Dario Di Santo alla conferenza FIRE Enermanagement 2013 il 20 novembre a Milano. I temi trattati riguardano i 3 passi dell'efficienza energetica e i fondamentali sui nuovi modelli di business.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
411
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
104
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Enermanagement 2013: introduzione alla sessione sui modelli di business

  1. 1. www.fire-italia.org Modelli di business per l’efficienza energetica Dario Di Santo, FIRE Enermanagement 2013
 Milano, 20 novembre 2013
  2. 2. Cos’è la FIRE La Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia è un’associazione tecnico-scientifica che dal 1987 promuove per statuto efficienza energetica e rinnovabili, supportando chi opera nel settore. ! Oltre alle attività rivolte ai circa 500 soci, la FIRE opera su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico per gestire le nomine e promuovere il ruolo degli energy manager nominati ai sensi della Legge 10/91. ! La Federazione collabora con le Istituzioni, la Pubblica Amministrazione e varie Associazioni per diffondere l’uso efficiente dell’energia ed opera a rete con gli operatori di settore e gli utenti finali per individuare e rimuovere le barriere di mercato e per promuovere buone pratiche. www.fire-italia.org Certificazione EGE Esperti in Gestione dell’Energia UNI CEI 11339 www.fire-italia.org www.secem.eu Rivista Gestione Energia
  3. 3. Progetti e collaborazioni FIRE www.enforce-een.eu www.hreii.eu/demo www.soltec-project.eu Fra i progetti conclusi: - www.e-quem.enea.it - www.eu-greenlight.org - www.enerbuilding.eu - Eurocontract - ST-Esco www.ener-supply.eu www.fire-italia.org www.esd-ca.eu Oltre a partecipare a progetti europei, la FIRE realizza studi e analisi di mercato e di settore su temi di interesse energetico, campagne di sensibilizzazione e informazione, attività formative a richiesta. Fra i soggetti con cui sono state svolte delle collaborazioni si segnalano l’ENEA, il GSE, l’RSE, grandi aziende, università, associazioni, agenzie e enti fieristici. !3
  4. 4. I tre passi dell’efficienza energetica Efficienza Approcci Eliminare gli sprechi Conclusioni Utilizzare tecnologie efficienti www.fire-italia.org Adottare fonti rinnovabili !4
  5. 5. Molteplicità di soluzioni di ogni genere e taglia Efficienza Approcci Conclusioni www.fire-italia.org !5
  6. 6. Individuazione degli interventi Sintesi delle potenziali ottimizzazioni Un’industria chimica. Fonte: Armstrong. Non mancano interventi estremamente convenienti Il sistema Economizzatori a condensazione L’efficienza Progetti semplici basso livello d'Ingegnerizzazione Investimenti Richiesti Bassi Efficienza Strumenti Interventi Approcci 2,5% Recuperi di Calore Caldaie in stand-by 2,0% Scaricatori in perdita Audit e Costi Economizzatore Acqua d'alimento Conclusioni Comunicazione Recupero della Condensa Coibentazione Unità di misura 3,0% Progetti avanzati alto livello d'Ingegnerizzazione Investimenti Richiesti Alti 1,5% Progetti standard Medio livello d'Ingegnerizzazione Investimenti Richiesti Medi 1,0% Controllo Automatico Ossigeno Perdite Vapore Varie 0,5% Livelli Pressione Riduzione BD 0 www.fire-italia.org www.fire-italia.org 0,5 Recupero Calore da BD 1 1,5 Recupero vapori di Flash 2 Condensazione dei Vent 2,5 0,0% 3 % di Risparmio sul budget Annuo di vapore Premessa 3,5 Tempi di Ammortamento (Anni) Meglio investire in efficienza energetica le risorse disponibili. I benefici sono: è un investimento, non un palliativo; risolve strutturalmente per l’impresa enjoyable experiences!” “Expect many il problema David M. Armstrong della bolletta elevata; coinvolge una filiera di produttori di tecnologie, società di servizi, progettisti e installatori, manutentori. 130 6 Esempi tratti da presentazioni di aziende (chimica e cartario). !6
  7. 7. L’equazione fondamentale degli investimenti in efficientamento Efficienza Mancano misure e KPI Approcci Conclusioni Dipende dagli usi (occupazione e produzione) flusso di cassa => consumo ex ante - consumo ex post Dipende dagli usi e dal clima Dipende dal dimensionamento Dipende dalla gestione www.fire-italia.org Il collegamento diretto fra i flussi di cassa collegati al risparmio energetico e gli usi finali rende più complicata la valutazione e gestione dei rischi. Occorrono dunque: misure ex-ante di media durata; distribuzione dei rischi su progetti numerosi; fondo di garanzia. !7
  8. 8. Finanziamenti tradizionali: questione di taglie Efficienza Approcci Small: credito via agenzia, non su progetto; necessità struttura commerciale e tecnica diffusa; richiesta di soluzioni chiavi in mano. Conclusioni Medium: credito via agenzia o corporate; struttura commerciale e tecnica più tradizionale; richiesta prevalente di soluzioni chiavi in mano. www.fire-italia.org Large: credito via corporate o project financing; struttura in grado di gestire grandi progetti; soluzioni su misura e miste. Ampi spazi per soluzioni innovative, dalle cooperative, al crowdfunding, dai fondi ai programmi BEI, dal raggruppamento di progetti piccoli alla diffusione di operatori locali. !8
  9. 9. Un’opportunità per domanda e offerta Efficienza Approcci Fornitori di tecnologie efficienti Conclusioni O F F E R T A Industria energy intensive ESCO Fornitori di energia Industria non energy intensive Progetto di efficientamento energetico Terziario Imprese del settore edilizio Pubblica amministrazione Installatori Fonte: FIRE. Residenziale D O M A N D A Grande distribuzione www.fire-italia.org !9
  10. 10. Incentivi per l’efficienza energetica Efficienza CAR-TLR Efficienza energetica Rinnovabili termiche Rinnovabili elettriche Approcci Conclusioni Conto energia termico (D.M. 28 dicembre 2012) Incentivi FER (D.M. 6 luglio 2012) Detrazioni fiscali 50% e 65% (until 31 December 2013 or 30 June 2014) Certificati bianchi Fonte: FIRE. www.fire-italia.org www.fire-italia.org Altre opzioni (Elena, Jessica, EEEF, fondi strutturali, programmi locali, etc.) CAR: cogenerazione ad alto rendimento TLR: teleriscaldamento FER: fonti rinnovabili EEEF: European energy efficiency fund !10 5
  11. 11. Filiere integrate Efficienza Approcci Conclusioni www.fire-italia.org In ragione della complessità dell’efficienza già da anni alcune aziende hanno sviluppato modelli di business volti a affiancare alla vendita diretta del prodotto: un servizio energetico chiavi in mano (e.g. illuminazione pubblica, cogenerazione, servizio energia plus, etc.); una soluzione integrata basata sulla sinergia fra prodotti diversi (e.g. soluzioni integrate per l’automazione industriale o la building automation); la vendita in bundle di energia ed efficienza (trader e consorzi); una filiera integrata (e.g. iniziativa sulle biomasse, Rebuilding network, Home lab); un aggregazione di progetti e utenti per accedere a possibilità di finanziamento più ampie (e.g. Provincia di Milano con il programma Elena della BEI). Il primo approccio si è sviluppato prima e risponde alla mancanza di competenze specifiche dell’utenze, è però spesso basato su una singola soluzione tecnologica o risponde a un unica esigenza. Il secondo approccio risponde in parte alle lacune del primo e può essere offerto in un’ottica di servizio, ma è limitato alla gamma di prodotti di un’unica azienda (e.g ABB, Siemens, Schneider Electric, etc.). Il terzo e il quarto approccio sono più recenti e globale. !11
  12. 12. I prestigiosi marchi coinvolti nell’iniziativa sono: iGuzzini, Habitech, Harley&Dikkinson Finance, Riello, Saint Gobain, Schneider Electric, Gruppo Tosoni e Uniflair. Filiere ai visitatori Rebuilding Aziende Partner del “Green Buildingintegrate: di EIRE 2012 network In un unico stand (K11-K15/L12-L16 Padiglione 01),Project” ad EIRE 2012 verrà illustrato Efficienza Approcci Conclusioni www.fire-italia.org come ! far rendere al massimo l’investimento negli edifici, attraverso il raggiungimento delle migliori prestazioni energetiche e di sostenibilità ambientale. ! Con ! l’obiettivo di promuovere un approccio sempre più integrato e sistemico, che vada dalla ! progettazione del nuovo alla riqualificazione dell’esistente, saranno presentate le soluzioni più ! innovative per la gestione dell’energia, l’illuminazione, il riscaldamento, i materiali da ! costruzione, i pavimenti tecnici, le facciate continue, con una attenzione specifica alla ! certificazione energetica ed ambientale e non ultimo alle diverse opzioni di finanziamento. Un ! approccio “sinergetico” volto sia alla valorizzazione dell’asset, sia alla rendita da locazione, che ! consente di ottenere il migliore ritorno dall’investimento. ! L’idea è di presentarsi al cliente come un unico soggetto capace di rispondere a tutte le sue esigenze: illuminazione (iGuzzini); climatizzazione (Riello, Uniflair); Aziende Partneredel “Green BuildingSaint Gobain, Tosoni); facciate involucro (Habitec, Project” ad EIRE 2012 building automation, datacenter, generazione distribuita (Schneider Electric); strumenti finanziari (Harley&Dikkinson). !12
  13. 13. Filiere integrate: Homelab Efficienza Approcci www.homelabitaly.com Conclusioni www.fire-italia.org !13
  14. 14. documentazione& necessaria& all’implementazione& del& progetto& pilota,& tra& cui:& definizione selezione& delle& Esco,& assessment& finale& delle& diagnosi& energetiche,& stesura& di& Capitolati& e& definizione& del& sistema& di& valutazione& delle& offerte,& partecipazione& alle& commissioni& monitoraggio&dei&risultati,&auditing&finanziario,&disseminazione&dei&risultati.& di Milano Cluster: progetto ELENA nella Provincia Efficienza Approcci Accordo%Quadro con%la%DG7Tren%come Struttura%di%Supporto al%Patto%dei%Sindaci Fondi&BEI % sta hie i% Ric nd Fo Conclusioni Redazione%delle%Diagnosi Energetiche%degli%Edifici (Fondazione%Cariplo) Aggiornamento%delle%Diagnosi Energetiche%(Baseline) Capitolati%di%Gara% e%Contratti%Tipo % Selezione Intermediario Finanziario Gare%per%la%Riqualificazione% EnergeJca%degli%Edifici% Azioni%finanziate%dalla%facility%ELENA% Fornitori%di%Energia% www.fire-italia.org % Comuni& Canoni% Risparmi% ESCo%Vincitrici% E.P.C%con Garanzia%di Risultato & Figura!12:!Schema!di!flusso!semplificato!delle!principali!attività !14
  15. 15. Aggregazione: l’approccio di Habitech nel Trentino Efficienza Approcci Conclusioni www.fire-italia.org !15
  16. 16. Considerazioni Efficienza Approcci Conclusioni Per fare sviluppare l’efficienza energetica occorre considerare i seguenti aspetti: Le diagnosi energetiche e, meglio ancora, i sistemi di gestione dell’energia, sono fondamentali per avere dati di baseline affidabili su cui costruire business plan credibili. Il conto termico e i programmi della BEI consentono di recuperarne buona parte dei costi. L’efficienza energetica si fa nel territorio a favore del territorio e del sistema. Mancano però strutture in grado di operare in modo distribuito su piccoli progetti (o di aggregarli a favore di operatori più grandi). Le ESCO rappresentano un’opportunità, soprattutto per il settore civile e per alcuni interventi specifici in quello industriale, ma la garanzia dei risultati e le problematiche finanziarie non vengono superate dalle caratteristiche degli operatori sul mercato, se non in rari casi. Nell’industria è fondamentale promuovere interventi di efficientamento dei processi, collegati ad aspetti di produzione, gestionali, di qualità e ambientali. Viene meno il vincolo sul pay back time e si rilancia la competitività. www.fire-italia.org Molte opportunità non vengono colte per carenza di informazione o di operatori qualificati. È fondamentale che il legislatore supporti azioni su questi temi nell’interesse del mercato e degli utenti. FIRE sarà come sempre in prima linea per facilitare questa trasformazione di mercato e favorire la diffusione dell’efficienza energetica e l’evoluzione positiva del sistema. Il contributo dei soci è fondamentale! Aiutateci a rafforzare la nostra azione! !16
  17. 17. www.fire-italia.org Blog & Social www.linkedin.com/company/fire-federazione-italiana-per-l'uso-razionale-dell'energia www.facebook.com/FIREenergy.manager www.dariodisanto.com

×