Lezione 2 la produzione in sanità

1,352 views
1,251 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,352
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
499
Actions
Shares
0
Downloads
21
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lezione 2 la produzione in sanità

  1. 1. Università degli Studi di Centro di Formazione Roma e di Studi Sanitari “Tor Vergata” “Padre Luigi Monti” Corso di Laurea in Infermieristica Economia Aziendale (a.a. 2011-2012) Dott.ssa Daniela Ramaglioni 1venerdì 9 marzo 2012
  2. 2. QUESITI DELL’ECONOMIA 2venerdì 9 marzo 2012
  3. 3. che cosa viene prodotto e in che quantità? QUESITI DELL’ECONOMIA 2venerdì 9 marzo 2012
  4. 4. che cosa viene prodotto e in che quantità? in che modo viene prodotto? QUESITI DELL’ECONOMIA 2venerdì 9 marzo 2012
  5. 5. che cosa viene prodotto e in che quantità? in che modo viene prodotto? QUESITI DELL’ECONOMIA per chi viene prodotto? 2venerdì 9 marzo 2012
  6. 6. che cosa viene prodotto e in che quantità? in che modo viene prodotto? QUESITI DELL’ECONOMIA per chi viene prodotto? chi prende le decisioni? 2venerdì 9 marzo 2012
  7. 7. che cosa viene prodotto e in che quantità? in che modo viene prodotto? QUESITI DELL’ECONOMIA per chi viene prodotto? chi prende le decisioni? AE 2venerdì 9 marzo 2012
  8. 8. che cosa viene prodotto e in che quantità? in che modo viene prodotto? QUESITI DELL’ECONOMIA per chi viene prodotto? chi prende le decisioni? analisi AE economica 2venerdì 9 marzo 2012
  9. 9. 3venerdì 9 marzo 2012
  10. 10. Il processo produttivo in sanità 3venerdì 9 marzo 2012
  11. 11. Introduzione 4venerdì 9 marzo 2012
  12. 12. Introduzione Il sistema sanitario assorbe risorse dal sistema economico 4venerdì 9 marzo 2012
  13. 13. Introduzione Il sistema sanitario assorbe risorse dal sistema economico Queste risorse sono costituite dal lavoro e dal capitale che chiameremo L e K 4venerdì 9 marzo 2012
  14. 14. Introduzione Il sistema sanitario assorbe risorse dal sistema economico Queste risorse sono costituite dal lavoro e dal capitale che chiameremo L e K Essi prendono il nome di fattori produttivi o inputs 4venerdì 9 marzo 2012
  15. 15. Introduzione Il sistema sanitario assorbe risorse dal sistema economico Queste risorse sono costituite dal lavoro e dal capitale che chiameremo L e K Essi prendono il nome di fattori produttivi o inputs 4venerdì 9 marzo 2012
  16. 16. Introduzione Il sistema sanitario assorbe risorse dal sistema economico Queste risorse sono costituite dal lavoro e dal capitale che chiameremo L e K Essi prendono il nome di fattori produttivi o inputs 4venerdì 9 marzo 2012
  17. 17. Cosa sono K e L 5venerdì 9 marzo 2012
  18. 18. Cosa sono K e L K in economia 5venerdì 9 marzo 2012
  19. 19. Cosa sono K e L K in economia macchinari e impianti usati nella produzione 5venerdì 9 marzo 2012
  20. 20. Cosa sono K e L K in economia L in economia macchinari e impianti usati nella produzione 5venerdì 9 marzo 2012
  21. 21. Cosa sono K e L K in economia L in economia macchinari e impianti Ore di lavoro in un usati nella produzione determinato periodo 5venerdì 9 marzo 2012
  22. 22. Cosa sono K e L K in economia L in economia macchinari e impianti Ore di lavoro in un usati nella produzione determinato periodo input 5venerdì 9 marzo 2012
  23. 23. gli inputs vengono combinati tra loro e trasformati in servizi e/o prestazioni sanitarie 6venerdì 9 marzo 2012
  24. 24. gli inputs vengono combinati tra loro e trasformati in servizi e/o prestazioni sanitarie prestazioni sanitarie 6venerdì 9 marzo 2012
  25. 25. gli inputs vengono combinati tra loro e trasformati in servizi e/o prestazioni sanitarie prestazioni sanitarie outputs 6venerdì 9 marzo 2012
  26. 26. KeL 7venerdì 9 marzo 2012
  27. 27. KeL input 7venerdì 9 marzo 2012
  28. 28. KeL input sono combinati tra loro in modo diverso 7venerdì 9 marzo 2012
  29. 29. KeL input sono combinati tra loro in modo diverso settore ospedaliero: alta densità 7venerdì 9 marzo 2012
  30. 30. KeL input sono combinati tra loro in modo diverso K settore ospedaliero: alta densità 7venerdì 9 marzo 2012
  31. 31. KeL input sono combinati tra loro in modo diverso K settore ospedaliero: alta densità 7venerdì 9 marzo 2012
  32. 32. KeL input sono combinati tra loro in modo diverso K L settore ospedaliero: settore ambulatoriale: alta densità alta densità 7venerdì 9 marzo 2012
  33. 33. risultato del processo produttivo? 8venerdì 9 marzo 2012
  34. 34. risultato del processo produttivo? lo stato di salute 8venerdì 9 marzo 2012
  35. 35. risultato del processo produttivo? lo stato di salute outcome 8venerdì 9 marzo 2012
  36. 36. ? 9venerdì 9 marzo 2012
  37. 37. ? Scopo della fase produttiva? 9venerdì 9 marzo 2012
  38. 38. ? Scopo della fase produttiva? Produrre salute 9venerdì 9 marzo 2012
  39. 39. ? Scopo della fase produttiva? Produrre salute quindi 9venerdì 9 marzo 2012
  40. 40. ? Scopo della fase produttiva? Produrre salute quindi è sulla base della salute prodotta che il processo produttivo deve essere valutato 9venerdì 9 marzo 2012
  41. 41. Processo produttivo in sanità (3 elementi) 10venerdì 9 marzo 2012
  42. 42. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input 10venerdì 9 marzo 2012
  43. 43. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output 10venerdì 9 marzo 2012
  44. 44. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output outcome 10venerdì 9 marzo 2012
  45. 45. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output outcome strutture, risorse, investimenti manodopera (K+L) 10venerdì 9 marzo 2012
  46. 46. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output outcome strutture, risorse, investimenti manodopera (K+L) tutto ciò che serve pererogare prestazioni sanitarie 10venerdì 9 marzo 2012
  47. 47. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output outcome strutture, risorse, insieme delle azioni investimenti compiute dagli operatori manodopera (K+L) per i pazienti tutto ciò che serve pererogare prestazioni sanitarie 10venerdì 9 marzo 2012
  48. 48. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output outcome strutture, risorse, insieme delle azioni investimenti compiute dagli operatori manodopera (K+L) per i pazienti tutto ciò che serve per prestazioni, ricoveri,erogare prestazioni sanitarie interventi chirurgici 10venerdì 9 marzo 2012
  49. 49. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output outcome strutture, risorse, insieme delle azioni risultato che si riesce investimenti compiute dagli operatori ad ottenere manodopera (K+L) per i pazienti con il processo tutto ciò che serve per prestazioni, ricoveri,erogare prestazioni sanitarie interventi chirurgici 10venerdì 9 marzo 2012
  50. 50. Processo produttivo in sanità (3 elementi) input output outcome strutture, risorse, insieme delle azioni risultato che si riesce investimenti compiute dagli operatori ad ottenere manodopera (K+L) per i pazienti con il processo tutto ciò che serve per prestazioni, ricoveri, lo stato di saluteerogare prestazioni sanitarie interventi chirurgici reintegrato/migliorato 10venerdì 9 marzo 2012
  51. 51. Processo produttivo in sanità 11venerdì 9 marzo 2012
  52. 52. Processo produttivo in sanità INPUT KeL 11venerdì 9 marzo 2012
  53. 53. Processo produttivo in sanità Processo INPUT produttivo KeL (K+L) 11venerdì 9 marzo 2012
  54. 54. Processo produttivo in sanità Processo INPUT Output produttivo (prestazioni KeL (K+L) ricoveri) 11venerdì 9 marzo 2012
  55. 55. Processo produttivo in sanità Processo Outcome INPUT Output produttivo (prestazioni = KeL (K+L) ricoveri) Salute 11venerdì 9 marzo 2012
  56. 56. Processo produttivo in sanità Processo Outcome Output produttivo (prestazioni = (K+L) ricoveri) Salute 11venerdì 9 marzo 2012
  57. 57. Processo produttivo in sanità Output Outcome (prestazioni = ricoveri) Salute 11venerdì 9 marzo 2012
  58. 58. Processo produttivo in sanità Outcome = Salute 11venerdì 9 marzo 2012
  59. 59. Processo produttivo in sanità Outcome = Salute Outcome = Salute 11venerdì 9 marzo 2012
  60. 60. La salute 12venerdì 9 marzo 2012
  61. 61. La salute una questione di efficienza, di efficacia e di economicità 12venerdì 9 marzo 2012
  62. 62. 13venerdì 9 marzo 2012
  63. 63. Efficacia 13venerdì 9 marzo 2012
  64. 64. efficacia 14venerdì 9 marzo 2012
  65. 65. efficacia 14venerdì 9 marzo 2012
  66. 66. efficacia capacità di un sistema economico di raggiungere l’obiettivo prefissato 14venerdì 9 marzo 2012
  67. 67. efficacia capacità di un sistema economico di raggiungere l’obiettivo prefissato efficacia 14venerdì 9 marzo 2012
  68. 68. efficacia capacità di un sistema economico di raggiungere l’obiettivo prefissato obiettivo efficacia massimo beneficio raggiungibile 14venerdì 9 marzo 2012
  69. 69. efficacia capacità di un sistema economico di raggiungere l’obiettivo prefissato efficacia massimo beneficio raggiungibile obiettivo 14venerdì 9 marzo 2012
  70. 70. efficacia capacità di un sistema economico di raggiungere l’obiettivo prefissato efficacia massimo beneficio raggiungibile obiettivo grado di soddisfazione della clientela, guadagni raggiunti dall’azienda.... 14venerdì 9 marzo 2012
  71. 71. efficacia in sanità 15venerdì 9 marzo 2012
  72. 72. efficacia in sanità 15venerdì 9 marzo 2012
  73. 73. efficacia in sanità massimo beneficio efficacia raggiungibile attraverso output per migliorare lo stato di salute (outcome) 15venerdì 9 marzo 2012
  74. 74. Efficacia 16venerdì 9 marzo 2012
  75. 75. Efficacia Processo produttivo 16venerdì 9 marzo 2012
  76. 76. Efficacia Processo produttivo Porre in relazione 16venerdì 9 marzo 2012
  77. 77. Efficacia Processo produttivo Porre in relazione rapporto prestazioni/salute (porre in relazione) 16venerdì 9 marzo 2012
  78. 78. Efficacia Processo produttivo Porre in relazione rapporto prestazioni/salute (porre in relazione) efficacia: rapporto output/outcome 16venerdì 9 marzo 2012
  79. 79. Efficacia Processo produttivo Porre in relazione rapporto prestazioni/salute (porre in relazione) efficacia: rapporto output/outcome analiticamente: efficacia 16venerdì 9 marzo 2012
  80. 80. Efficacia Processo produttivo Porre in relazione rapporto prestazioni/salute (porre in relazione) efficacia: rapporto output/outcome output analiticamente: efficacia outcome 16venerdì 9 marzo 2012
  81. 81. 17venerdì 9 marzo 2012
  82. 82. i giudizi di efficacia implicano una valutazione ex-post 17venerdì 9 marzo 2012
  83. 83. i giudizi di efficacia implicano una valutazione ex-post outcome 17venerdì 9 marzo 2012
  84. 84. i giudizi di efficacia implicano una valutazione ex-post outcome Solo alla fine del processo produttivo potremo valutare se “abbiamo lavorato bene/male” 17venerdì 9 marzo 2012
  85. 85. 18venerdì 9 marzo 2012
  86. 86. Efficienza 18venerdì 9 marzo 2012
  87. 87. efficienza 19venerdì 9 marzo 2012
  88. 88. efficienza misura l’impiego economico delle risorse 19venerdì 9 marzo 2012
  89. 89. efficienza misura l’impiego economico delle risorse rapporto prestazioni/risorse 19venerdì 9 marzo 2012
  90. 90. efficienza misura l’impiego economico delle risorse rapporto prestazioni/risorse rapporto prestazioni/risorse 19venerdì 9 marzo 2012
  91. 91. efficienza misura l’impiego economico delle risorse rapporto prestazioni/risorse rapporto prestazioni/risorse indicatore: quantità di unità di output input 19venerdì 9 marzo 2012
  92. 92. efficienza misura l’impiego economico delle risorse rapporto prestazioni/risorse rapporto prestazioni/risorse indicatore: quantità di unità di output input n. visite x ore lavoro medico n. ricoveri annuali x posti letto 19venerdì 9 marzo 2012
  93. 93. 2 tipi di efficienza 20venerdì 9 marzo 2012
  94. 94. 2 tipi di efficienza efficienza produttiva efficienza allocativa 20venerdì 9 marzo 2012
  95. 95. Efficienza produttiva 21venerdì 9 marzo 2012
  96. 96. Efficienza produttiva Risponde alla domanda: 21venerdì 9 marzo 2012
  97. 97. Efficienza produttiva Risponde alla domanda: come produrre? 21venerdì 9 marzo 2012
  98. 98. Efficienza produttiva Risponde alla domanda: come produrre? si realizza quando un certo n. di output è ottenuto col minor impiego possibile di input 21venerdì 9 marzo 2012
  99. 99. Efficienza produttiva Risponde alla domanda: come produrre? si realizza quando un certo n. di output è ottenuto col minor impiego possibile di input massimizzazione del prodotto 21venerdì 9 marzo 2012
  100. 100. Efficienza produttiva 22venerdì 9 marzo 2012
  101. 101. Efficienza produttiva capacità di produrre nel modo migliore 22venerdì 9 marzo 2012
  102. 102. Efficienza produttiva capacità di produrre nel modo migliore legata a questa scelta: 22venerdì 9 marzo 2012
  103. 103. Efficienza produttiva capacità di produrre nel modo migliore legata a questa scelta: - del processo produttivo ottimale (variabili organizzative) 22venerdì 9 marzo 2012
  104. 104. Efficienza produttiva capacità di produrre nel modo migliore legata a questa scelta: - del processo produttivo ottimale (variabili organizzative) - del processo, che a parità di risultato, costa meno 22venerdì 9 marzo 2012
  105. 105. Efficienza produttiva capacità di produrre nel modo migliore legata a questa scelta: - del processo produttivo ottimale (variabili organizzative) - del processo, che a parità di risultato, costa meno - del processo, che a parità di costi, consente di raggiungere il max risultato 22venerdì 9 marzo 2012
  106. 106. Quando un sistema sanitario è considerato efficiente? 23venerdì 9 marzo 2012
  107. 107. Quando un sistema sanitario è considerato efficiente? quando le risorse sono destinate alla produzione di prestazioni efficaci col minor impiego possibile di input 23venerdì 9 marzo 2012
  108. 108. efficienza allocativa 24venerdì 9 marzo 2012
  109. 109. efficienza allocativa ? cosa e quanto produrre 24venerdì 9 marzo 2012
  110. 110. efficienza allocativa ? cosa e quanto produrre modalità attraverso cui il sistema economico distribuisce le risorse tra impieghi alternativi 24venerdì 9 marzo 2012
  111. 111. S sanità 50 40 30 20 10 R 0 10 20 30 40 50 60 altri beni 25venerdì 9 marzo 2012
  112. 112. Gli individui hanno generalmente preferenze diverse: come metterli d’accordo? S sanità 50 40 30 20 10 R 0 10 20 30 40 50 60 altri beni 25venerdì 9 marzo 2012
  113. 113. Gli individui hanno generalmente preferenze diverse: come metterli d’accordo? S combinazione beni sanità Sempronio 50 E 40 30 20 10 R 0 10 20 30 40 50 60 altri beni 25venerdì 9 marzo 2012
  114. 114. Gli individui hanno generalmente preferenze diverse: come metterli d’accordo? S combinazione beni sanità Sempronio 50 E combinazione beni 40 C Tizio 30 20 10 R 0 10 20 30 40 50 60 altri beni 25venerdì 9 marzo 2012
  115. 115. Gli individui hanno generalmente preferenze diverse: come metterli d’accordo? S combinazione beni sanità Sempronio 50 E combinazione beni 40 C Tizio 30 combinazione beni 20 D Caio 10 R 0 10 20 30 40 50 60 altri beni 25venerdì 9 marzo 2012
  116. 116. Gli individui hanno generalmente preferenze diverse: come metterli d’accordo? S combinazione beni sanità Sempronio 50 E combinazione beni 40 C Tizio 30 combinazione beni 20 D Caio 10 R 0 10 20 30 40 50 60 altri beni possiamo produrre: molte strade e poca sanità, o molta sanità e poche scuole..... 25venerdì 9 marzo 2012
  117. 117. Combinazione ideale 26venerdì 9 marzo 2012
  118. 118. Combinazione ideale é quella dove è massimo il benessere dei cittadini 26venerdì 9 marzo 2012
  119. 119. Combinazione ideale é quella dove è massimo il benessere dei cittadini un tratto di strada in più significa dei posti letto in meno 26venerdì 9 marzo 2012
  120. 120. Combinazione ideale é quella dove è massimo il benessere dei cittadini un tratto di strada in più significa dei posti letto in meno costo-opportunità 26venerdì 9 marzo 2012
  121. 121. qual’è la combinazione ideale? 27venerdì 9 marzo 2012
  122. 122. qual’è la combinazione ideale? ottimo allocativo paretiano 27venerdì 9 marzo 2012
  123. 123. 28venerdì 9 marzo 2012
  124. 124. Vilfredo Pareto (1848-1923) 28venerdì 9 marzo 2012
  125. 125. Vilfredo Pareto (1848-1923) ingegnere, economista sociologo 28venerdì 9 marzo 2012
  126. 126. teoria neo classica: trasferire nella scienza economica Vilfredo l’uso della Pareto matematica (1848-1923) ingegnere, economista sociologo 28venerdì 9 marzo 2012
  127. 127. Allocazione Pareto ottimale 29venerdì 9 marzo 2012
  128. 128. Allocazione Pareto ottimale 29venerdì 9 marzo 2012
  129. 129. Allocazione Pareto ottimale date 2 situazioni A e B, la situazione B è preferibile se in essa alcuni individui stanno meglio che in A e nessun individuo in B sta peggio che in A 29venerdì 9 marzo 2012
  130. 130. Allocazione Pareto ottimale date 2 situazioni A e B, la situazione B è preferibile se in essa alcuni individui stanno meglio che in A e nessun individuo in B sta peggio che in A ? 29venerdì 9 marzo 2012
  131. 131. Allocazione Pareto ottimale date 2 situazioni A e B, la situazione B è preferibile se in essa alcuni individui stanno meglio che in A e nessun individuo in B sta peggio che in A ? situazione nella quale non è possibile migliorare la situazione di alcuni senza peggiorare quella di altri 29venerdì 9 marzo 2012
  132. 132. Esempio 30venerdì 9 marzo 2012
  133. 133. Esempio situazione iniziale: - Tizio guadagna 2000 € al mese - Caio guadagna 1000 € al mese 30venerdì 9 marzo 2012
  134. 134. Esempio situazione iniziale: - Tizio guadagna 2000 € al mese - Caio guadagna 1000 € al mese (A) Miglioramento in senso paretiano: - Tizio guadagna 2100 € al mese - Caio guadagna 1000 € al mese 30venerdì 9 marzo 2012
  135. 135. Esempio situazione iniziale: - Tizio guadagna 2000 € al mese - Caio guadagna 1000 € al mese (A) Miglioramento in senso paretiano: - Tizio guadagna 2100 € al mese - Caio guadagna 1000 € al mese (B) Situazione non superiore in senso paretiano: -Tizio guadagna 1999,99 € al mese - Caio guadagna 1500 € al mese 30venerdì 9 marzo 2012
  136. 136. Allocazione Pareto ottimale è molto difficile da raggiungere 31venerdì 9 marzo 2012
  137. 137. Allocazione Pareto ottimale è molto difficile da raggiungere efficienza sociale: 31venerdì 9 marzo 2012
  138. 138. Allocazione Pareto ottimale è molto difficile da raggiungere efficienza sociale: 31venerdì 9 marzo 2012
  139. 139. Allocazione Pareto ottimale è molto difficile da raggiungere efficienza sociale:a livello sociale è possibile accettare il peggioramento della posizione di qualcuno, purchè il miglioramento ottenuto (beneficiari) compensi in misura abbondante la perdita dei danneggiati 31venerdì 9 marzo 2012
  140. 140. Allocazione Pareto ottimale è molto difficile da raggiungere efficienza sociale:a livello sociale è possibile accettare il peggioramento della posizione di qualcuno, purchè il miglioramento ottenuto (beneficiari) compensi in misura abbondante la perdita dei danneggiati Valutazione del vantaggio sociale netto (importante in sanità!) 31venerdì 9 marzo 2012
  141. 141. Abbiamo analizzato 32venerdì 9 marzo 2012
  142. 142. Abbiamo analizzato efficienza allocativa 32venerdì 9 marzo 2012
  143. 143. Abbiamo analizzato efficienza allocativa efficienza produttiva 32venerdì 9 marzo 2012
  144. 144. Abbiamo analizzato efficienza allocativa efficienza produttiva se riuscissimo 32venerdì 9 marzo 2012
  145. 145. Abbiamo analizzato efficienza allocativa efficienza produttiva se riuscissimo efficienza allocativa + efficienza produttiva 32venerdì 9 marzo 2012
  146. 146. Abbiamo analizzato efficienza allocativa efficienza produttiva se riuscissimo efficienza allocativa + efficienza produttiva utilizzo ottimale delle risorse 32venerdì 9 marzo 2012
  147. 147. Produrre nel modo migliore? si può? 33venerdì 9 marzo 2012
  148. 148. Produrre nel modo migliore? si può? Processo produttivo ottimale (in base alle variabili organizzative) 33venerdì 9 marzo 2012
  149. 149. Produrre nel modo migliore? si può? Processo produttivo ottimale (in base alle variabili organizzative) sarà -processo che a parità risultato costi meno 33venerdì 9 marzo 2012
  150. 150. Produrre nel modo migliore? si può? Processo produttivo ottimale (in base alle variabili organizzative) sarà -processo che a parità risultato costi meno -processo che a parità di costi raggiunga il max risultato 33venerdì 9 marzo 2012
  151. 151. ATTENZIONE! 34venerdì 9 marzo 2012
  152. 152. ATTENZIONE! un’azienda può essere efficiente ma non efficace 34venerdì 9 marzo 2012
  153. 153. ATTENZIONE! un’azienda può essere efficiente ma non efficace oppure efficace ma non efficiente 34venerdì 9 marzo 2012
  154. 154. esempi 35venerdì 9 marzo 2012
  155. 155. esempi intervento sala operatoria rapido ma paziente peggiora... 35venerdì 9 marzo 2012
  156. 156. esempi intervento sala operatoria rapido ma problemi di paziente peggiora... inefficacia 35venerdì 9 marzo 2012
  157. 157. esempi intervento sala operatoria rapido ma problemi di paziente peggiora... inefficacia impianto di un pacemaker 1 settimana ricovero 35venerdì 9 marzo 2012
  158. 158. esempi intervento sala operatoria rapido ma problemi di paziente peggiora... inefficacia impianto di un problemi di pacemaker 1 settimana inefficienza ricovero 35venerdì 9 marzo 2012
  159. 159. 36venerdì 9 marzo 2012
  160. 160. Rendimento 36venerdì 9 marzo 2012
  161. 161. efficacia efficienza 37venerdì 9 marzo 2012
  162. 162. efficacia efficienza rendimento 37venerdì 9 marzo 2012
  163. 163. efficacia efficienza efficacia + efficienza rendimento 37venerdì 9 marzo 2012
  164. 164. concetto di efficacia e di efficienza 38venerdì 9 marzo 2012
  165. 165. concetto di efficacia e di efficienza 38venerdì 9 marzo 2012
  166. 166. concetto di efficacia e di efficienza efficacia 38venerdì 9 marzo 2012
  167. 167. concetto di efficacia e di efficienza outcome efficacia output 38venerdì 9 marzo 2012
  168. 168. concetto di efficacia e di efficienza outcome efficacia output efficienza 38venerdì 9 marzo 2012
  169. 169. concetto di efficacia e di efficienza outcome efficacia output output efficienza input 38venerdì 9 marzo 2012
  170. 170. concetto di efficacia e di efficienza outcome efficacia output output efficienza input Performance: 38venerdì 9 marzo 2012
  171. 171. concetto di efficacia e di efficienza outcome efficacia output output efficienza input Performance: outcome input 38venerdì 9 marzo 2012
  172. 172. concetto di efficacia e di efficienza outcome efficacia output output efficienza input Performance: outcome input 38venerdì 9 marzo 2012
  173. 173. concetto di efficacia e di efficienza outcome efficacia output output efficienza input Performance: outcome input Rendimento ! 38venerdì 9 marzo 2012

×