2 lez. introduzione al dir. lav

2,711 views
2,625 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,711
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
24
Actions
Shares
0
Downloads
100
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide











































































































































































  • 2 lez. introduzione al dir. lav

    1. 1. Università degli Studi di Centro di Formazione Roma e di Studi Sanitari “Tor Vergata” “Padre Luigi Monti” Corso di Laurea in Infermieristica Diritto del Lavoro Dott.ssa Daniela Ramaglioni 1
    2. 2. Diritto del lavoro 2
    3. 3. Diritto del lavoro Insieme di norme che disciplinano il rapporto di lavoro e che tutelano la libertà, la dignità e la personalità del lavoratore oltre che l’interesse economico 2
    4. 4. Insieme di norme che disciplinano il rapporto di lavoro e che tutelano la libertà, la dignità e la personalità del lavoratore oltre che l’interesse economico 2
    5. 5. 2
    6. 6. 3
    7. 7. Libertà 3
    8. 8. Libertà Dignità 3
    9. 9. Libertà Dignità Personalità 3
    10. 10. Libertà Dignità Personalità Interesse economico 3
    11. 11. Libertà Dignità Personalità 3
    12. 12. Il mondo del lavoro sta cambiando..... 4
    13. 13. Il mondo del lavoro sta cambiando..... cioè identici interessi tra datore e lavoratore 4
    14. 14. Il mondo del lavoro sta cambiando..... cioè identici interessi efficienza tra datore e lavoratore 4
    15. 15. Il mondo del lavoro sta cambiando..... cioè identici interessi efficienza tra datore e lavoratore produttività 4
    16. 16. Il mondo del lavoro sta cambiando..... cioè identici interessi efficienza reggere tra datore e sistema lavoratore economico produttività 4
    17. 17. Il mondo del lavoro sta cambiando..... cioè identici interessi efficienza tra datore e lavoratore produttività 4
    18. 18. Vocazione autentica diritto lavoro 5
    19. 19. Vocazione autentica diritto lavoro tutelare l’uomo che lavora 5
    20. 20. in origine 6
    21. 21. in origine funzione classista 6
    22. 22. in origine funzione classista funzione esclusiva tutela interessi lavoratore 6
    23. 23. in origine funzione classista funzione esclusiva tutela interessi lavoratore contrapposizione 6
    24. 24. in origine funzione classista funzione esclusiva tutela interessi lavoratore contrapposizione interessi datore lavoro 6
    25. 25. in origine funzione esclusiva tutela interessi lavoratore contrapposizione interessi datore lavoro 6
    26. 26. 7
    27. 27. efficienza e produttività richiesta dal mercato 7
    28. 28. efficienza e produttività richiesta dal mercato vocazione antica: tutelare uomo che lavora 7
    29. 29. efficienza e produttività richiesta dal mercato vocazione antica: tutelare uomo che lavora 7
    30. 30. 8
    31. 31. Il diritto del lavoro: uno sguardo nel passato...... 8
    32. 32. 9
    33. 33. fine ‘800: prima regolamentazione giuridica del diritto del lavoro 9
    34. 34. fine ‘800: prima regolamentazione giuridica del diritto del lavoro risposta questione sociale rivoluzione industriale 9
    35. 35. fine ‘800: prima regolamentazione giuridica del diritto del lavoro risposta questione sociale rivoluzione industriale 9
    36. 36. Rivoluzione industriale 10
    37. 37. Rivoluzione industriale sistema agricolo, artigianale, commerciale 10
    38. 38. Rivoluzione industriale sistema agricolo, artigianale, commerciale sistema industriale, caratterizzato da uso di macchine 10
    39. 39. Inghilterra seconda metà ‘700 11
    40. 40. Inghilterra seconda metà ‘700 si modificano completamente rapporti tra gli attori produttivi 11
    41. 41. Inghilterra seconda metà ‘700 si modificano completamente rapporti tra gli attori produttivi fabbriche 11
    42. 42. Inghilterra seconda metà ‘700 si modificano completamente rapporti tra gli attori produttivi fabbriche macchine 11
    43. 43. Nasce 12
    44. 44. Nasce la classe operaia 12
    45. 45. Nasce la classe operaia l’imprenditore 12
    46. 46. Nasce la classe operaia l’imprenditore in cambio del proprio lavoro riceve un salario 12
    47. 47. Nasce la classe operaia l’imprenditore in cambio del proprio mira ad incrementare lavoro riceve un salario il profitto 12
    48. 48. Nasce la classe operaia l’imprenditore in cambio del proprio mira ad incrementare lavoro riceve un salario il profitto 12
    49. 49. 13
    50. 50. nasce in quegli anni il movimento operaio 13
    51. 51. nasce in quegli anni il movimento operaio nascita del sindacato 13
    52. 52. nasce in quegli anni il movimento operaio nascita del sindacato generale miglioramento delle condizioni di vita 13
    53. 53. 14
    54. 54. 14
    55. 55. Opera simbolo dei lavoratori “Il Quarto Stato” 14
    56. 56. Giuseppe Pellizza da Volpedo 1868-1907 15
    57. 57. 16
    58. 58. Il diritto del lavoro: regolamentazione giuridica in Italia 16
    59. 59. 17
    60. 60. Codice civile, 1942 17
    61. 61. Codice civile, 1942 prima sistemazione organica della materia del lavoro 17
    62. 62. Codice civile, 1942 prima sistemazione organica della materia del lavoro viene riconosciuta come una tre materie fondamentali del diritto privato (insieme al dir commerciale e civile) 17
    63. 63. 18
    64. 64. art 1 Costituzione 18
    65. 65. art 1 Costituzione “L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro” 18
    66. 66. art 1 Costituzione “L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro” tradizionale difesa del lavoratore 18
    67. 67. art 1 Costituzione “L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro” tradizionale difesa del lavoratore tutela della libertà e dignità sociale 18
    68. 68. 19
    69. 69. Da allora si è sviluppato fortemente il motivo della tutela unilaterale e privilegiata degli interessi dei lavoratori 19
    70. 70. 20
    71. 71. Disciplina inderogabile fortemente limitativa dei poteri del datore di lavoro 20
    72. 72. Disciplina inderogabile fortemente limitativa dei poteri del datore di lavoro sottoposto a rigide regole procedimentali 20
    73. 73. 21
    74. 74. L.604/1966 L.300/1970 21
    75. 75. L.604/1966 L.300/1970 leggi limitative dei licenziamenti individuali 21
    76. 76. Definizione 22
    77. 77. Definizione Complesso di norme che disciplinano il rapporto di lavoro e che tutelano, oltre che l’interesse economico, anche la libertà, la dignità e la personalità del lavoratore 22
    78. 78. 23
    79. 79. queste norme si applicano al rapporto di lavoro subordinato 23
    80. 80. queste norme si applicano al rapporto di lavoro subordinato notevole disparità tra le parti 23
    81. 81. queste norme si applicano al rapporto di lavoro subordinato notevole disparità tra le parti tutelare la parte più debole cioè il lavoratore 23
    82. 82. 24
    83. 83. debolezza contrattuale 24
    84. 84. debolezza contrattuale squilibrio tra domanda di lavoro e offerta 24
    85. 85. debolezza contrattuale squilibrio tra domanda di lavoro e offerta lavoratori dipendono economicamente da chi può “acquistare” la prestazione di lavoro 24
    86. 86. 25
    87. 87. oggetto e finalità del diritto del lavoro 25
    88. 88. oggetto e finalità del diritto del lavoro relazione tra il datore di lavoro e il lavoratore 25
    89. 89. 26
    90. 90. rapporti tra 2 soggetti 26
    91. 91. rapporti tra 2 soggetti contratto 26
    92. 92. rapporti tra 2 soggetti contratto lavoratore (prestatore di lavoro) ha una posizione di inferiorità 26
    93. 93. rapporti tra 2 soggetti contratto lavoratore (prestatore di lavoro) ha una posizione di inferiorità contraente più debole 26
    94. 94. 27
    95. 95. correttivi nel diritto del lavoro 27
    96. 96. correttivi nel diritto del lavoro norme imperative: inderogabili, a favore del contraente più debole 27
    97. 97. correttivi nel diritto del lavoro norme imperative: inderogabili, a favore del contraente più debole riconoscimento e tutela dell’associazionismo sindacale 27
    98. 98. correttivi nel diritto del lavoro norme imperative: inderogabili, a favore del contraente più debole riconoscimento e tutela dell’associazionismo sindacale 27
    99. 99. correttivi nel diritto del lavoro norme imperative: inderogabili, a favore del contraente più debole riconoscimento e tutela dell’associazionismo sindacale che non ammette deroghe, eccezioni 27
    100. 100. 28
    101. 101. scopo del diritto del lavoro 28
    102. 102. scopo del diritto del lavoro attenuare gli effetti più deleteri della subordinazione che riguardano: libertà, dignità e sicurezza del prestatore di lavoro 28
    103. 103. Il lavoro dell’uomo è regolato dall’ordinamento giuridico in quanto idoneo a produrre un risultato economicamente utile 29
    104. 104. 30
    105. 105. Proteggere il lavoratore 30
    106. 106. Proteggere Tutelare il interesse lavoratore economico 30
    107. 107. Proteggere Tutelare il interesse lavoratore economico Sfida nel mondo del lavoro dei prossimi anni 30
    108. 108. 31
    109. 109. Rapporto di lavoro subordinato 31
    110. 110. Rapporto di lavoro subordinato 31
    111. 111. Rapporto di lavoro subordinato è il rapporto di lavoro nel quale una parte (lavoratore) si obbliga a prestare il proprio lavoro, per conto e sotto la direzione di un’altra parte (datore di lavoro) dietro il corrispettivo di una retribuzione 31
    112. 112. Rapporto di lavoro subordinato è il rapporto di lavoro nel quale una parte (lavoratore) si obbliga a prestare il proprio lavoro, per conto e sotto la direzione di un’altra parte (datore di lavoro) dietro il corrispettivo di una retribuzione 2 soggetti 31
    113. 113. Rapporto di lavoro subordinato è il rapporto di lavoro nel quale una parte (lavoratore) si obbliga a prestare il proprio lavoro, per conto e sotto la direzione di un’altra parte (datore di lavoro) dietro il corrispettivo di una retribuzione 2 soggetti lavoratore e datore 31
    114. 114. Rapporto di lavoro subordinato è il rapporto di lavoro nel quale una parte (lavoratore) si obbliga a prestare il proprio lavoro, per conto e sotto la direzione di un’altra parte (datore di lavoro) dietro il corrispettivo di una retribuzione 2 soggetti lavoratore e datore si scambiano 2 cose 31
    115. 115. Rapporto di lavoro subordinato è il rapporto di lavoro nel quale una parte (lavoratore) si obbliga a prestare il proprio lavoro, per conto e sotto la direzione di un’altra parte (datore di lavoro) dietro il corrispettivo di una retribuzione 2 soggetti lavoratore e datore si scambiano 2 cose lavoro e retribuzione 31
    116. 116. 32
    117. 117. Rapporto di lavoro autonomo 32
    118. 118. Rapporto di lavoro autonomo 32
    119. 119. Rapporto di lavoro autonomo Rapporto di lavoro nel quale una persona (usualmente professionista o artigiano) si obbliga a compiere dietro un corrispettivo, un’opera o un servizio, con lavoro proprio e senza subordinazione, nei confronti di un committente 32
    120. 120. Rapporto di lavoro autonomo Rapporto di lavoro nel quale una persona (usualmente professionista o artigiano) si obbliga a compiere dietro un corrispettivo, un’opera o un servizio, con lavoro proprio e senza subordinazione, nei confronti di un committente 2 soggetti 32
    121. 121. Rapporto di lavoro autonomo Rapporto di lavoro nel quale una persona (usualmente professionista o artigiano) si obbliga a compiere dietro un corrispettivo, un’opera o un servizio, con lavoro proprio e senza subordinazione, nei confronti di un committente 2 soggetti artigiano e il suo cliente 32
    122. 122. Rapporto di lavoro autonomo Rapporto di lavoro nel quale una persona (usualmente professionista o artigiano) si obbliga a compiere dietro un corrispettivo, un’opera o un servizio, con lavoro proprio e senza subordinazione, nei confronti di un committente 2 soggetti artigiano e il suo cliente si scambiano 2 cose 32
    123. 123. Rapporto di lavoro autonomo Rapporto di lavoro nel quale una persona (usualmente professionista o artigiano) si obbliga a compiere dietro un corrispettivo, un’opera o un servizio, con lavoro proprio e senza subordinazione, nei confronti di un committente 2 soggetti artigiano e il suo cliente si scambiano 2 cose opera o servizio, prezzo 32
    124. 124. 33
    125. 125. differenze tra lav. autonomo e subordinato 33
    126. 126. differenze tra lav. autonomo e subordinato 33
    127. 127. differenze tra lav. autonomo e subordinato 2 soggetti 33
    128. 128. differenze tra lav. autonomo e subordinato 2 soggetti lavoro e corrispettivo 33
    129. 129. differenze tra lav. autonomo e subordinato 2 soggetti lavoro e corrispettivo lavoro autonomo 33
    130. 130. differenze tra lav. autonomo e subordinato 2 soggetti lavoro e corrispettivo lavoro autonomo non c’è subordinazione 33
    131. 131. differenze tra lav. autonomo e subordinato 2 soggetti lavoro e corrispettivo lavoro autonomo non c’è subordinazione lavoro subordinato 33
    132. 132. differenze tra lav. autonomo e subordinato 2 soggetti lavoro e corrispettivo lavoro autonomo non c’è subordinazione lavoro subordinato c’è subordinazione 33
    133. 133. differenze tra lav. autonomo e subordinato 2 soggetti lavoro e corrispettivo lavoro autonomo non c’è subordinazione lavoro subordinato c’è subordinazione 33
    134. 134. Lavoro parasubordinato 34
    135. 135. Lavoro parasubordinato Si pone a confine tra lavoro subordinato e lavoro autonomo, presentando elementi tipici dell’uno e dell’altro 34
    136. 136. 35
    137. 137. lavoro parasubordinato 35
    138. 138. lavoro parasubordinato Lavoratore 35
    139. 139. lavoro parasubordinato Lavoratore caratteristiche lavoro autonomo 35
    140. 140. lavoro parasubordinato Lavoratore caratteristiche lavoro caratteristiche lavoro autonomo subordinato 35
    141. 141. 36
    142. 142. caratteristiche 36
    143. 143. non si instaura rapporto lavoro dipendente caratteristiche 36
    144. 144. non si instaura rapporto non si instaura rapporto lavoro dipendente lavoro autonomo caratteristiche 36
    145. 145. non si instaura rapporto non si instaura rapporto lavoro dipendente lavoro autonomo modalità di lavoro caratteristiche 36
    146. 146. non si instaura rapporto non si instaura rapporto lavoro dipendente lavoro autonomo modalità di durata e relativo lavoro caratteristiche compenso 36
    147. 147. non si instaura rapporto non si instaura rapporto lavoro dipendente lavoro autonomo modalità di durata e relativo lavoro caratteristiche compenso sono stabiliti da un contratto stabiliti dalle parti 36
    148. 148. lavoro parasubordinato 37
    149. 149. lavoro parasubordinato collaboratore presta la sua opera per un committente, senza essere un suo dipendente 37
    150. 150. lavoro parasubordinato collaboratore presta ma è sotto la sua opera per un il coordinamento committente, senza del datore di lavoro essere un suo che ha commissionato dipendente il lavoro 37
    151. 151. 38
    152. 152. chi sono i parasubordinati? 38
    153. 153. chi sono i parasubordinati? collaboratori 38
    154. 154. chi sono i parasubordinati? collaboratori venditori a domicilio 38
    155. 155. chi sono i parasubordinati? collaboratori venditori a domicilio amministratori di società 38
    156. 156. chi sono i parasubordinati? collaboratori venditori a domicilio amministratori di società addetti calls centers 38

    ×