Presentazione bando ergon azione 1 - nuova scadenza

6,842 views
6,736 views

Published on

Finanza agevolata, reti di imprese, investimenti produttivi, innovazione, sostenibilità, creazione di impresa, contratto di rete, finanziamenti, contributi, ergon, regione lombardia, network di imprese, Regione Lombardia , aggregazioni di imprese, consorzi, ati

Published in: Business
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
6,842
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4,885
Actions
Shares
0
Downloads
26
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione bando ergon azione 1 - nuova scadenza

  1. 1. www.danielecavallotti.info 1
  2. 2. PROGRAMMA ERGONAZIONE 1 - BANDO PER LA CREAZIONE DI AGGREGAZIONI DI IMPRESEBando promosso da Regione Lombardia Ministero dello Sviluppo Economico Sistema delle Camere di Commercio lombarde,Riferimenti normativiBURL Serie Ordinaria n. 29 - Lunedì 18 luglio 2011 – 4 – Bollettino Ufficiale D.g.r.13 luglio 2011 - n. IX/1989 Programma regionale ERGON in attuazione del d.m.MISE 7 maggio 2010 - Attuazione della d.g.r. IX/649 del 20 ottobre 2010Il bando scade il 29 febbraio 2012 www.danielecavallotti.info 2
  3. 3. I CONTENUTI
  4. 4. INTERVENTI AMMISSIBILICreazione di nuove Consolidamento, sviluppo eaggregazioni stabili di stabilizzazione delleimprese aggregazioni esistentiSviluppo e Attività di servizio Sviluppo di prodottimiglioramento di comuni per l’innovazione e/o di servizi chefunzioni condivise delle imprese consentano(progettazione, l’ampliamento dellogistica, servizi per mercato e dei canaliaumento Valorizzazione dei distributivi, anchedell’efficienza) per sistemi di gestione attraverso la creazioneaumento della della qualità a livello e promozione di unproduttività e/o della di aggregazioni di marchio di retecapacità produttiva imprese
  5. 5. Imprese ammissibili Le micro, piccole e medie imprese artigianato, Industria cooperazioneC Attività manifatturiere m- 70 attività di direzione aziendale e diF Costruzioni consulenza gestionaleServizi m-71 attività degli studi di architettura eH 49 trasporto e magazzinaggio dingegneria; collaudi ed analisi tecnicheG 46.2 commercio allingrosso di materie prime agricole e m- 72 ricerca scientifica e sviluppodi animali vivi m- 73 pubblicità e ricerche di mercatoG 46.3 commercio allingrosso di prodotti alimentari, m-74 altre attività professionali, scientifiche ebevande e prodotti del tabacco tecnicheG 46.4 commercio allingrosso di beni di consumo finale n- 78 attività di ricerca, selezione, fornitura diG 46.5 commercio allingrosso di apparecchiature ict personaleG 46.6 commercio allingrosso di altri macchinari, n- 82 attività di supporto per le funzioni dufficio eattrezzature e altri servizi di supporto alle impresefornitureG 46.7 commercio allingrosso specializzato di altriprodottih-52 magazzinaggio e attività di supporto aitrasporti CODICI ATECO 2007j-62 produzione di software, consulenzainformatica e attività connesse AMMISSIBILIj-63 attività dei servizi dinformazione e altriservizi informaticim-69 attività legali e contabilità www.danielecavallotti.info 5
  6. 6. Tipologia di aggregazioni ammissibili Raggruppamenti di imprese Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) costituiti con forma giuridica di con mandato speciale con “contratto di rete” rappresentanza conferito al capogruppo Riferimenti normativi: DL 10/2/ 2009, n. 5, convertito in legge, con modificazioni, dalla Riferimenti normativi: il mandato deve contenere le Legge 9/4/09, n. 33 e modificato dalla L. 30/7/ specificazioni di cui all’art. 11 del D.lgs. 157/1995 2010, n. 122 Consorzi e società consortili Gruppi cooperativi paritetici Riferimenti normativi: Codice civile e Riferimenti normativi: articolo 2545-septies del normative collegate Codice Civile • Tutte le aggregazioni devono essere costituite o costituirsi• Sede legale e/o entro 90 gg dall’approvazione del progetto. operativa in Lombardia • Le Ati devono trasformarsi in «contratto di rete «,• Intervento in Lombardia consorzio o società consortile entro la conclusione del progetto pena la riduzione del contributo . www.danielecavallotti.info 6
  7. 7. LE SPESE Spese ammissibili: Condizioni di ammissibilità delle spese: A. attrezzature, strumentazione, macchinari, • strettamente funzionali alla impianti, materiali e lavorazioni esterne ( realizzazione ed attuazione quota proporzionalta per l’uso nel dell’intervento; progetto) • previste nel piano finanziario B. Software e hardware presentato; C. Marchi e brevetti ( registrazione e d • relative ad attività eseguite dai acquisizione) , licenze D. Comunicazione e promozione e beneficiari o da questi affidate e terzi pubblicità • rispettose delle tipologie indicate E.Spese per locazione di spazi • identificabili, controllabili ed attestate F: Prima partecipazione a fiere estere da documenti giustificativi G. Spese per fidejussione H Spese notarili I Consulenze esterne J costi del personale dipendente delle MPMICondizioni temporali ed amministrative : impegnate nel progetto nella misura• Eseguite tra pubblicazione burl e 60 gg massima del 50% delle somme a e f ; sono dopo la conclusione del progetto, non oltre ammissibili anche i costi dei titolari, legali il 30/6/2013 rappresentanti e CDA fino al 5% della• In capo ai soggetti beneficiari (anche fondo somma delle spese A-F; patrimoniale) e quietanziate K spese di formazione per il personale max 10% della somma delle spese a.f L. Spese generali forfettarie max 10% somma a-f 7 www.danielecavallotti.info
  8. 8. Il contributo Dotazione finanziaria complessiva pari ad €Il contributo è sottoposto al 14.500.000,00regime de minimisLe imprese partecipantiall’aggregazione riceveranno il Contributo in conto capitale (fondocontributo in proporzione alla perduto) con un massimo di 50% delleloro partecipazione alle spese. spese ammissibiliDimensionamento minimo diprogetto: € 75.000 , perpartecipante € 20.000Contributo max per progetto: L’erogazione avviene in due modalità€ 300.000 • anticipo pari al 50% (cinquanta) del contributo concesso, a seguito di pre-sentazione di idonee garanzie a copertura dell’anticipo richiesto (fidejussione) • . l’erogazione del rimanente 50% (cinquanta) del contributo concesso, come saldo dopo la rendicontazione www.danielecavallotti.info 8
  9. 9. I criteri di valutazione delbando 9
  10. 10. www.danielecavallotti.info 10

×