Comune di Galliate, guida all'IMU

  • 1,529 views
Uploaded on

 

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,529
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
4
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. GUIDA PER I CONTRIBUENTI IMU 2012 GALLIATE
  • 2. SE VOLETE PARCHEGGIARE DENTRO CASA ME LO DITE CHE FACCIO ALLARGARE LA PORTA GRAZIE!Parc heggio sotterraneo di Piazza CastelloA GALLIATE SOTTO SOTTO, C’È PARCHEGGIO Facile, sicuro, pulito, conveniente! Prima mezz’ora gratuita € 0,50 all’ora € 4,00 per 24 oreNEWS Abbonamento Annuale: € 300,00 Abbonamento Mensile: € 30,00 Abbonamento Trimestrale: € 80,00 Possibilità di locazione Box al secondo pianoPer informazioni e abbonamenti rivolgersi all’ufficio di Polizia Municipale. Tel. 0321.800709 oppure vigili@comune.galliate.no.it
  • 3. Caro concittadino ossimo 18 giugno ci sarà la scadenza de l pagamento dellaCome saprai il pr famigerata IMU. Comune spieghiprima rata dell’ormai fondamentale che ilPassato il tempo delle polemiche è ora come sta, come si calcola, come funziona questa impoper filo e per segnoe quando si paga . lo olto in questo picco Tributi abbiamo raccInsieme ai tecnici del settore co rretta di supporto per una mazioni necessarie e volume tutte le infor dello F24. compilazione del mo (www.comune.gallia te.no.it) trovi Inoltre sul sito de l Comune di Galliate lcolare in maniera e ti permetterà di ca anche un ’utile applicazione ch mune di Galliate; mobili detenuti nel Co porti dovuti per gli im immediata gli im ro della tua Carta di basta inserire il nume accede rvi è molto semplice: situazione ere accesso alla tua Identità e il tuo Codice Fiscale per av personale. le famiglie che grosso sacrificio per Sono consapev ole che si tratta di un e medie imprese... tigiani, per le piccole hanno risparmiato, per gli ar a casa: per questo ri risparmi nella prim ma anche per chi ha investito i prop ltima soprattutto su quest’u te nere le aliquote basse abbiamo cercato di vere di questa ammi nistrazione categoria di im mobili. Tuttavia è do e il più agevole possibil umenti per rendere fornire ai Cittadini tutti gli str to. questo adempimen e per qualsiasi chiar imento. sempre a disposizion L’Ufficio Tributi è inoltre Un saluto. Davide dr. Ferrari Sindaco
  • 4. GUIDA PER I CONTRIBUENTIALL’APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) CHI DEVE PAGARE L’IMPOSTA Sono tenuti al pagamento dell’imposta: IL PROPRIETARIO, ANCHE SE NON RESIDENTE IN ITALIA L’USUFRUTTUARIO IL TITOLARE DI DIRITTO DI USO IL TITOLARE DI DIRITTO DI ABITAZIONE IL TITOLARE DI DIRITTO DI ENFITEUSI IL TITOLARE DI DIRITTO DI SUPERFICIE IL LOCATARIO FINANZIARIO (COLUI CHE HA LA DISPONIBILITÀ DI UN IMMOBILE MEDIANTE CONTRATTO DI LEASING) IL CONCESSIONARIO DI AREE DEMANIALI L’AMMINISTRATORE DEL CONDOMINIO O DELLA COMUNIONE, PER I BENI IMMOBILI CON DIRITTI DI GODIMENTO A TEMPO PARZIALE (MULTIPROPRIETÀ) COME SI CALCOLA 1 FABBRICATI ISCRITTI IN CATASTO: alla rendita catastale rivalutata del 5 % si applicano i moltiplicatori riportati nella seguente tabella: TIPOLOGIA IMMOBILE MOLTIPLICATORE Categorie catastali: A (esclusi A/10) + C/2 + C/6 + C/7 160 Categoria catastale: A/10 80 Categoria catastale: B 140 Categoria catastale: C/1 55 Categorie catastali: C/3 + C/4 + C/5 140 Categoria catastale: D (esclusi D/5) 60 (65 dal 01/01/2013) Categoria catastale: D/5 80
  • 5. 2 TERRENI AGRICOLI: al reddito dominicale risultante in catasto rivalutato del 25 %, si applicano i moltiplicatori riportati nella seguente tabella: MOLTIPLICATORETERRENI (art.13,C.4 E 5 D.L.201/2011)Terreni agricoli 135Terreni agricoli posseduti e condotti direttamente da coltivatoridiretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza 110agricola3 AREE FABBRICABILI: si deve moltiplicare il valore venale al mq. in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di imposizione per la superficie del terreno. L’imposta può essere versata sulla base di un valore non inferio- re a quello predeterminato periodicamente dalla Giunta Comunale per zone omogenee, secondo criteri improntati al perseguimento dello sco- po di ridurre al massimo l’insorgenza di contenzioso; la tabella dei valori stabiliti dalla Giunta è allegata alla presente guida;4 FABBRICATI CLASSIFICABILI NEL GRUPPO CATASTALE D NON ISCRITTI IN CATASTO, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizza- ti: utilizzo del criterio dei “valori contabili”. Alla base imponibile, ottenuta secondo le indicazioni di cuiALIQUOTE al punto precedente, devono essere applicate le aliquote e le detrazioni riportate nelle tabelle seguenti:TABELLA ALIQUOTE IMU PER ACCONTO 2012TIPOLOGIA IMPONIBILE ALIQUOTAAbitazioni principali e relative pertinenze (massimo 3 pertinenze per 0,4 %abitazione, una per categoria, C/2,C/6,C/7)Abitazioni principali e relative pertinenze di anziani e disabili ricove- 0,4 %rati in case di cura e cittadini italiani residenti all’esteroAltri fabbricati - terreni - aree fabbricabili 0,76 %Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 9, c. 3-bis, del D.L. 0,2 %557/1993 (D/10)
  • 6. DETRAZIONI TABELLA DETRAZIONI IMU 2012TIPOLOGIA IMPONIBILE DETRAZIONE € 200 aggiunta di € 50 per ciascun figlio di età nonAbitazioni principali e relative pertinenze superiore a 26 anni, purchè dimorante abitual- mente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare abitazione principale dei genitori, fino a max € 400 ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE:Per abitazione principale si intende l’unità immobiliare nella quale soggetto passivo e familiaridimorano abitualmente e risiedono anagraficamente, per pertinenze dell’abitazione principale siintendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misuramassima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate.Nel caso in cui i coniugi abbiano residenza e dimora abituale in abitazioni diverse, si precisa chele agevolazioni spettano solo ad una abitazione.In caso di separazione o di divorzio, soggetto passivo dell’imposta è il coniuge assegnatariodell’abitazione coniugale, in quanto l’assegnazione della casa si intende effettuata a titolo didiritto di abitazione.Hanno diritto alla detrazione prevista per l’abitazione principale anche le unità immobiliari, ap-partenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei sociassegnatari, nonché gli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari.E’ considerata direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta a titolodi proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero osanitari a seguito di ricovero permanente, nonché l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprie-tà o usufrutto in Italia dai cittadini italiani residenti all’estero, a condizione che la stessa non risultilocata. ESEMPI DI CALCOLO I calcoli sono stati effettuati utilizzando le aliquote baseABITAZIONE PRINCIPALE:categoria catastale = A/2rendita catastale = € 500,00quota possesso = 50 %n. 2 comproprietari abitanti + 1 figlio convivente < 26 anniCalcolo base imponibile € 500,00 x 1,05 x 160 x 50 % = € 42.000,00Calcolo IMU al lordo detrazione € 42.000,00 x 0,4 % = € 168,00Calcolo detrazione € (€ 200,00 + € 50,00) x 50 % = € 125,00 (le detrazioni vannocalcolate in rapporto alla quota di possesso o di utilizzo)Calcolo IMU da versare € 168,00 - € 125,00 = € 43,00Acconto da versare il 18/06/2012: € 21,50 € 22,00 (arrotondamento)
  • 7. SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI codice Ente/ Immob Numero codice tributo rateazione/ anno di Importi a debito Importi a debito Ravv variati Acc Saldo Immobili mese rif. riferimento codice Comune versati compensati D 8 7 2 X 1 3912 2012 22 , 0 0 , , ,   , ,   , , SALDO (G-H) Detrazione 63 , 0 0 TOTALE G 22 , 0 0 , 14 , 0 0N.B.: nel calcolo dell’esempio riferito all’abitazione principale, l’importo è stato diviso per due.L’imposta per l’abitazione principale può anche essere versata in tre rate.NEGOZIO:categoria catastale = C/1rendita catastale = € 1.200,00quota possesso = 100 %Calcolo base imponibile € 1.200,00 x 1,05 x 55 = € 69.300,00Calcolo IMU da versare € 69.300 x 0,76 % = € 526,68 € 527,00 (arrotondamento)IMU da versare € 527,00 : 2 = € 263,50 € 264,00 (quota da versare al Comune) € 263,50 € 264,00 (quota da versare allo Stato)Acconto da versare il 18/06/2012 € 132,00 (quota Comune) € 132,00 (quota Stato) SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI codice Ente/ Immob Numero codice tributo rateazione/ anno di Importi a debito Importi a debito Immobili mese rif. riferimento codice Comune Ravv variati Acc Saldo versati compensati D 8 7 2 X 1 3918 2012 132 , 0 0 , D 8 7 2 X 1 3919 2012 132 , 0 0 ,   , ,   , , SALDO (G-H) Detrazione , TOTALE G 264 , 0 0 , 264 , 0 0N.B.: il calcolo dell’esempio è fatto sull’acconto per cui l’importo dovuto è diviso per due.TERRENO AGRICOLO:reddito dominicale € 20,00quota possesso = 100%Calcolo base imponibile € 20,00 x 1,25 x 135 = € 3.375,00Calcolo IMU da versare € 3.375,00 x 0,76% = € 25,65 € 26,00 (arrotondamento)IMU da versare € 26,00 : 2 = € 13,00 (quota da versare al Comune) € 13,00 (quota da versare allo Stato)Acconto da versare il 18/06/2012 € 7,00 (quota Comune arrotondata all’euro superiore) € 7,00 (quota Stato arrotondata all’euro superiore) SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI codice Ente/ Immob Numero codice tributo rateazione/ anno di Importi a debito Importi a debito Immobili mese rif. riferimento codice Comune Ravv variati Acc Saldo versati compensati D 8 7 2 X 3914 2012 7 , 0 0 , D 8 7 2 X 3915 2012 7 , 0 0 ,   , ,   , , SALDO (G-H) Detrazione , TOTALE G 14 , 0 0 , 14 , 0 0N.B.: il calcolo dell’esempio è fatto sull’acconto per cui l’importo dovuto è diviso per due.
  • 8. QUANDO DI PAGAPer l’anno 2012 le scadenze dei versamenti sono:18 GIUGNO: acconto/unica soluzione (da effettuarsi con aliquote di base);17 DICEMBRE: saldo/conguaglio (da effettuarsi con aliquote deliberate dal Comune);Solo ed esclusivamente per l’abitazione principale e relative pertinenze è stata introdotta lapossibilità di effettuare il versamento in tre rate:18 GIUGNO: prima rata con aliquote di base;17 SETTEMBRE: seconda rata con aliquote di base;17 DICEMBRE: saldo/conguaglio con aliquote deliberate dal Comune.N.B.: 2 PER MILLE: FABBRICATI STRUMENTALI ALL’ATTIVITÀ AGRICOLA (D/10), L’ACCONTO VIENE VERSA-TO NELLA MISURA DEL 30%.Per i rurali iscritti nel catasto terreni, per i quali vi è l’obbligo di accatastamento entro il 30 novembre2012, viene eliminato l’acconto di giugno, e si procede ad un unico versamento entro il 17 dicembre. COME SI PAGAL’IMPOSTA DEVE ESSERE VERSATA ESCLUSIVAMENTE TRAMITE UTILIZZO DEL MODELLO F24. MODELLO F24 DOVE TROVARLOIl modello F24 è disponibile gratuitamente presso le banche e gli uffici postali e può essere scarica-to dal sito dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it, non è applicata alcuna commis-sione per il versamento effettuato con modello F24.I soggetti titolari di partita IVA devono effettuare il versamento con modalità telematica.Il modello F24 consente di utilizzare i crediti erariali in compensazione dei debiti IMU.Il modello deve essere compilato indicando, nella sezione CONTRIBUENTE, i dati identificativi delcontribuente.Nella sezione IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI devono essere indicati il codice del Comune, deve esserebarrata la casella “acconto” o “saldo”, devono essere indicati il numero di immobili e l’anno diriferimento dell’imposta.I codici da indicare sono i seguenti: Codice ente/codice comune (Galliate) D872 Abitazione principale e relative pertinenze 3912 Fabbricati strumentali (D/10) 3913 Terreni COMUNE 3914 Terreni STATO 3915 Aree fabbricabili COMUNE 3916 Aree fabbricabili STATO 3917 Altri fabbricati COMUNE 3918 Altri fabbricati STATO 3919L’importo minimo al di sotto del quale il versamento non deve essere effettuato è di € 5,00 (cinque) QUOTA STATALELa metà del gettito IMU (calcolata con aliquota dello 0,76% e quindi lo 0,38%) derivante da tuttigli immobili diversi dall’abitazione principale e relative pertinenze, e dei fabbricati rurali strumen-tali, è incassata dallo Stato. Tale quota deve essere versata allo Stato contestualmente a quellacomunale.
  • 9. APPROFONDIMENTI1 ∙ PRESUPPOSTO IMPOSITIVOProprietà o altro diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) su fabbricati, aree fab-bricabili e terreni agricoli, con le seguenti precisazioni: Per fabbricato si intende l’unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano; il fabbricato di nuova costruzione è soggetto all’imposta a partire dalla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, dalla data in cui è comunque utilizzato; L’area è considerata fabbricabile in base allo strumento urbanistico generale adottato dal Comune e indipendentemente dall’adozione di strumenti attuativi del medesimo; sono tut- tavia considerati non fabbricabili i terreni posseduti e condotti dai coltivatori diretti o da im- prenditori agricoli professionale (Iap – soggetti collettivi) che esplicano la loro attività a titolo principale, purché dai medesimi condotti; Nel caso di concessione di aree demaniali, soggetto passivo è il concessionario; Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria, soggetto passivo è il locatario a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto.2 ∙ DICHIARAZIONILa dichiarazione IMU va presentata entro 90 giorni dalla data di entrata in possesso dell’immobileo di variazione della situazione immobiliare, rilevante ai fini della determinazione del tributo. E’fissato al 30/09/2012 il termine per la presentazione della dichiarazione per gli immobili per i qualil’obbligo dichiarativo è scattato al 1° gennaio 2012. Non appena verrà emanato il decreto attua-tivo la modulistica e le istruzioni saranno disponibili presso il Servizio Tributi.3 ∙ UTILIZZAZIONE EDIFICATORIA DELL’AREADemolizione di fabbricato, interventi di recupero a norma dell’articolo 31, comma 1, lettere c), d)ed e), della legge 5 agosto 1978, n. 457: la base imponibile è costituita dal valore dell’area, cheviene in ogni caso considerata fabbricabile fino alla data di ultimazione dei lavori ovvero, se ante-cedente, fino alla data in cui il fabbricato costruito, ricostruito o ristrutturato è comunque utilizzato.4 ∙ IMMOBILI INAGIBILIL’imposta per gli immobili inagibili è ridotta del 50%. Il contribuente deve presentare dichiarazioned’inagibilità, la quale è accertata dall’ufficio tecnico comunale con perizia a carico del proprie-tario, che allega idonea documentazione alla dichiarazione. In alternativa, il contribuente ha fa-colta` di presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi del decreto del Presidente della Repub-blica 28 dicembre 2000, n. 445. Per poter godere della riduzione , il contribuente deve presentarela dichiarazione d’inagibilità prima della scadenza del pagamento dell’imposta (IMU), la qualeprodurrà i suoi effetti se accolta dagli uffici comunali competenti.
  • 10. 5 ∙ IMMOBILI DI INTERESSE STORICO - ARTISTICO La base imponibile è calcolata sulla rendita catastale dell’immobile e ridotta del 50%. 6 ∙ ARROTONDAMENTO Il pagamento dei tributi locali deve essere effettuato con arrotondamento all’euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo. (Art. 1,c. 166, L. n.296/2006) 7 ∙ COMPENSAZIONE E’ ammessa la compensazione nell’ambito dello stesso tributo comunale, previa presentazione all’ufficio tributi, da parte del contribuente, di comunicazione contenente la descrizione degli importi già versati e quelli da versare con cui il contribuente intende assolvere all’obbligo del pagamento. 8 ∙ VERSAMENTI ESEGUITI DA UN CONTITOLARE ANCHE PER CONTO DI ALTRI Si considerano regolarmente eseguiti i versamenti effettuati da un contitolare anche per con- to degli altri previa presentazione all’ufficio tributi di comunicazione con l’indicazione dei dati necessari a descrivere come viene assolto l’obbligo impositivo. 9 ∙ RAVVEDIMENTO OPEROSO Nel caso di ravvedimento operoso IMU le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all’impo- sta dovuta, oltre alle caselle “acconto” e/o “saldo” deve essere barrata la casella ravvedimento, devono essere indicati il numero di immobili e l’anno di riferimento dell’imposta.10 ∙ LINK UTILI www.comune.galliate.no.it11 ∙ A CHI RIVOLGERSI UFFICIO TRIBUTI COMUNE DI GALLIATE – I° piano Palazzo Comunale Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 Mercoledì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Tel. 0321-800750 SPORTELLO CATASTALE DECENTRATO – II° piano Palazzo Comunale Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 Mercoledì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Tel. 0321-800783 SITO WEB www.comune.galliate.no.it
  • 11. VALORI AREE FABBRICABILIPRGC 1994 (Delibera di Giunta Regionale n. 31-22276 del 03/09/1997) e successive varianti strutturaliZONA VALORE ALIQUOTATIPO AL MQ1 Area a prevalente destinazione industriale soggetta a pianificazione esecutiva € 20,002 Area a prevalente destinazione produttiva a semplice concessione edilizia € 38,00 Area a prevalente destinazione mista: commerciale/artigianale/residenziale3 € 40,00 soggetta a pianificazione esecutiva4 Area a prevalente destinazione commerciale a semplice concessione edilizia € 48,00 Area a prevalente destinazione residenziale a semplice concessione edilizia5 € 70,00 (comprese le aziende rurali all’interno dell’abitato6 Area a prevalente destinazione residenziale soggetta a pianificazione esecutiva € 45,007 Area a prevalente destinazione residenziale soggetta a P .E.E.P . € 38,008 Area Vincolata a standard o viabilità all’interno del centro abitato € 20,00PRGC 2009 (Delibera del Consiglio Comunale di Galliate n. 16 del 15/04/2009) VALOREZONA TIPO ALIQUOTA AL MQ AT. 1a, AT. 1b € 29,00AT: Ambiti di trasformazione urbanistica ed ambientale - Aree AT. 2a, AT. 2c, AT. 2d € 17,50soggette a pianificazione esecutiva con destinazione mistaresidenziale terziaria commerciale AT. 3a, AT. 3b, AT. 3c, AT. 3d € 17,00 AT. 4c € 32,50API: Ambito polifunzionale integrato - Aree soggette a pro-gettazione unitaria e a pianificazione esecutiva, con destina- API. 1a, API. 1b € 21,00zione terziaria e produttiva (artigianato di servizio)AV: Ambiti di valorizzazione ambientale - Aree inedificabili AV. 1a, AV. 1b, AV. 1c, AV. 1d € 6,50con bassa capacità edificatoria da trasferire in altri ambi-ti, con destinazione a verde pubblico e servizi di interessegenerale 3, AV. 4a, AV. 4b € 6,50LC: Lotti liberi di completamento edilizio - Aree soggette aprogettazione unitaria con destinazione prevalentemente LC. 1, LC. 2 € 38,50residenziale
  • 12. 3 liodal 2no al 1 luggiug GIUGNO L M M G V S D 1 3 2 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 3 24 2 25 26 27 28 29 30 1 LUGLIOGALLIATE 2012LUGLIOL M M G V S D 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 2223 24 25 26 27 28 29 30 31 lio 6- 7- 8 lug