• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Comunicare l'azienda nel web2.0
 

Comunicare l'azienda nel web2.0

on

  • 467 views

Introduzione alla comunicazione aziendale nel mondo 2.0

Introduzione alla comunicazione aziendale nel mondo 2.0

Statistics

Views

Total Views
467
Views on SlideShare
456
Embed Views
11

Actions

Likes
0
Downloads
10
Comments
0

3 Embeds 11

http://www.linkedin.com 6
https://www.linkedin.com 4
http://www.pinterest.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Comunicare l'azienda nel web2.0 Comunicare l'azienda nel web2.0 Presentation Transcript

    • Partecipare è marketing: comunicare nell’epoca del web2.0 A cura di Claudia Zarabara – scrivi@claudiazarabara.it Vicenza, 16 marzo 2012
    • L’obiettivo di questo intervento• Farvi dare un’occhiata a questo nuovo modo di pensare e vivere, e darvi una panoramica su come possa essere sfruttato a livello aziendale.
    • Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO IN RETE WEB 2.0 SIAMO LA RETE“Col termine Web 2.0 generalmente ci si riferisce ad una seconda generazione di servizi disponibili sul WWW che consentono di collaborare e condividere informazioni online” tratto daWikipedia.com
    • L’utente ieri e oggiIERI• Un tempo il PC era il solo dispositivo che si collegava ad Internet• Oggi i mezzi a disposizione sono più numerosi: ci sono palmari, televisori, telefonini, console etc.• Il modo di connettersi è sempre più user friendly• La banda larga è ampiamente diffusa e spesso disponibile gratuitamente in zone pubblicheOGGI: L’UTENTE E’ SEMPRE CONNESSO!• Non archivia, non stampa, non salva perché in ogni momento può trovare online ciò di cui ha bisogno.• Anche il software è disponibile online. L’utente collabora, partecipa e condivide! Cresce e fa crescere attraverso la collaborazione! I confini delle relazioni e delle conoscenze sono in questo modo in costante movimento
    • Il web 2.0• Web 2.0 indica un nuovo approccio sociale alla generazione e distribuzione di contenuti via web, che siano caratterizzati da processi comunicativi aperti, con una forte decentralizzazione dell’autorità, libertà di condividere e riusare i contenuti stessi• In sintesi si può intendere con Web 2.0 un insieme di siti web più dinamici ed interattivi che consentano una maggiore partecipazione degli utenti attraverso forum, blog, wiki, social network, rss etc. E’ un mondo in costante evoluzione• Il Web 2.0 è costruito sull’ architettura della partecipazione e sulla fiducia radicale che consentono a gruppi di utenti distribuiti su scala internazionale di contribuire alla creazione della conoscenza• Le barriere tecnologiche sono drasticamente ridotte – creare contenuti on line è semplice e spesso gratuito – Condividere contenuti è facile ed immediato• Lutente è creatore di contenuti• Il Web 2.0 è realmente multimediale – composto di suoni, immagini, realtà virtuali, filmati
    • L’evoluzione dell’informazione • Web 1.0: sono pagine create “istituzionalmente” per fornire informazioni • Web 2.0: fornisce le informazioni in modo tale che gli utenti le possano prendere e modificare. L’informazione viaggia in modo destrutturato. • User generated data: le informazioni sono create, rimaneggiate, condivise, distribuite dagli utenti. COSA DICONO DI NOI GLI UTENTI?
    • Il rischio…E’ più rischioso esserci o non esserci? Se non ci sei, altri parleranno di te anche se questa non è una tua iniziativa Se ci sei sarai in grado di controllare/gestire la comunicazione, il reclamo, i commenti positivi e negativi. Occorre reinventare la comunicazione!
    • Come vede ed usa il web l’utente?Sposare il “modo di vedere digitale” del consumatore, dando ascoltoalla sua voce, alle sue necessità, al suo modo di concepire il webIl sistema digitale dell’azienda Quello del consumatore
    • Perché utilizzare il Web 2.0• Alcuni segnali da considerare: – I Social Network sono i siti più visti al mondo – Il loro utilizzo è sempre più ampio, sia a livello di età che di sesso • Gli over 50, nel corso del 2011 sono passati dal 22 al 42% – Facebook negli Usa ha superato Google per numero di connessioni: la gente usa Facebook anche per fare ricerche! • Facebook negli USA rappresenta il 25% del traffico web (21/11/2010) • Nel 2009 in un mese gli ultra 46enni sono cresciuti del 51%. – Il sistema di posta interno a questi strumenti è preferito rispetto alle mail tradizionali: • i giovani ritengono la mail un mezzo obsoleto • la newsletter è meno letta rispetta agli alert di Facebook• Dulcis in fundo: tutte le risorse business per le aziende offerte dai Social Network sono gratuite!
    • Perché utilizzare il Web 2.0• In generale: – Non sempre porta visitatori diretti al sito che si intende promuovere, ma crea eco – Rafforza il brand – Instaura un dialogo informale con l’utente – Raccoglie informazioni sull’utente (opinioni, sondaggi etc.) in modo nuovo – In generale migliora il ranking (indice di Google per misurare la popolarità del sito) del sito. Per Google più un sito è linkato in siti noti, popolari e visitati, migliore è il suo posizionamento. – Di conseguenza migliora il posizionamento del sito da promuovere all’interno dei motori di ricerca. – Rende più rintracciabile la vostra azienda e il vostro sito – Genera meccanismi di viral marketing attraverso i quali l’utente diffonde in rete il messaggio/contenuti aziendali
    • Un modo nuovo di ragionare• Il Social Media Marketing permette di dare voce al consumatore. Questo significa: – ascoltarlo – dare delle risposte – monitorarlo (controllarlo è impossibile, occorre accettare il rischio!)• Il consumatore apprezza trasparenza, chiarezza e, in generale, delle risposte (magari in tempi utili)!• Occorre partecipare in modo nuovo: “Partecipare è marketing” (C.Heuer) “Se tentate di vendere qualcosa alla community, e questa è la ragione per cui siete qui, questo sarà chiaro a tutti e non otterrete il successo sperato. Se invece partecipate perché volete veramente dare un contributo alla community, perché volete condividere ciò che sapete, perché volete veramente essere a servizio della community e dei suoi membri riuscite a vendere alle persone giuste GRAZIE alla vostra sincerità ed onestà”• E’ rischioso! Cosa dicono gli altri di noi? Come gestire le critiche? Come controllare il messaggio?• Due esempi di risposta: FedEx - PepsiCola
    • PepsiCola
    • Quindi?• Nel Social Network bisogna esserci• Occorre scegliere quelli giusti• Occorre gestire la comunicazione guidando e valorizzando l’utente• Occorre sentirsi parte del network e partecipare• Bisogna gestire i contenuti ottimizzando anche per i motori di ricerca• Occorre monitore ciò che si dice di noi (e-reputation). La rete offre strumenti ad hoc anche per questo!• Occorre saper gestire la critica!Uno strumento è “web 2.0” o “web 1.0” in relazione all’utilizzo che ne fa l’utente
    • Grazie per l’attenzione! Domande e commenti sono graditi… www.facebook.com/zarabaraclaudia www.claudiazarabara.it GRAZIE A Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Vicenza