Your SlideShare is downloading. ×
0
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Azur e Asmar
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Azur e Asmar

543

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
543
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Azur e Asmar<br />Progetto Intercultura <br />Anno scolastico 2010-2011<br />Classe quarta D<br />1<br />Insegnante Chiara Volpe<br />
  • 2. 2<br />
  • 3. TRAMA(testo collettivo)<br />Il biondo Azur dagli occhi azzurri e Asmar dagli occhi neri crescono insieme in Francia. <br />Vivono con il severo padre di Azur e la dolce Jenan, nutrice di Asmar. Insieme giocano, litigano, crescono imparando le loro due lingue madre: francese e arabo.<br />Tutto questo fino a quando Azur viene affidato ad un nuovo tutore, mentre Asmar e la madre vengono cacciati di casa e ripartono verso il loro paese al di là del mare.<br />3<br />
  • 4. 4<br />Cresciuti come fratelli, al suono delle stesse canzoni fiabe e…SOGNI<br />
  • 5. Gli anni passano e Azur, ormai adulto parte per il paese al di là del mare per andare a liberare la bellissima fata dei Djinns, imprigionata e che bisogna liberare.<br />Quando è ormai vicino al paese dei suoi sogni d’infanzia, la sua nave fa naufragio, ma lui riesce a salvarsi. <br />All’arrivo sulla terraferma Azur viene respinto per i suoi occhi celesti che secondo la superstizione di quel paese portano sfortuna. Così decide di fingersi cieco e di non aprire più i suoi occhi. Lui, che una volta era un bellissimo ragazzo vestito in modo elegante è ora ridotto come un cieco mendicante, guidato in quel paese sconosciuto e inospitale dal suo conterraneo Raspù, sgradevole, imbroglione e senza vergogna.<br />5<br />… la cultura attraverso i suoni, la musica … i colori<br />… chi è il diverso?<br />
  • 6. Dopo alcune peripezie che porteranno Azur a possedere la chiave rovente il giovane riesce a ritrovare la nutrice Jenan, divenuta ora la più ricca mercantessa della città e si fa riconoscere da lei cantando la dolce e melodiosa ninna nanna della sua infanzia. <br />A casa di JenanAzur incontra anche Asmar, che subito non lo riconosce e <br />lo accoglie in malo modo.<br />Decidono però insieme di partire per liberare la fata, ma non sapendo dove si trova chiedono aiuto al saggio della città, che gli indica il percorso da fare. <br />6<br />SOLO il SAPERE permette di andare oltre la superstizione <br />
  • 7. Prima di partire per la missione si recano entrambi dalla giovane e saggia principessa ShanShuShabà, che è rinchiusa nel suo palazzo per non rischiare di essere uccisa dai suoi nemici come gli altri suoi familiari. <br />Lei dona loro diversi oggetti magici per sconfiggere il leone scarlatto e un enorme uccello che troveranno lungo il tragitto.<br />7<br />No NO, AI PREGIUDIZI!!<br /><<IO HO CONOSCIUTO DUE PAESI, DUE LINGUE, DUE RELIGIONI: QUESTO FA SÌ CHE IO NE SAPPIA DUE VOLTE PIÙ DI TUTTI GLI ALTRI>>. <br /><<LADDOVE GLI ALTRI SI FERMANO A CAUSA DEGLI OCCHI BLU O DEI GATTI NERI, IO VADO AVANTI.. E LI BATTO!>>.<br />
  • 8. Ponte fra oriente e occidente<br />Azur e Asmar divisi dal razzismo degli adulti, sono destinati a incontrarsi di nuovo, seguendo il sogno della stessa <br />fiaba.<br />8<br />
  • 9. Prima di partire la vecchia nutrice consegna ai due ragazzi dei piccioni viaggiatori che dovranno liberare, uno al giorno, per farle capire che stanno bene.<br />Durante il percorso, nonostante l’iniziale diffidenza di asmar, i due fratelli si aiutano e si sostengono a vicenda, <br />superando molte difficoltà e scoprendo di nuovo la forza che li univa nell’infanzia: L’AMORE.<br />Quando ASMAR sta per essere ucciso dai predoni nemici AZUR non esita di rischiare la vita per difenderlo e lo porta sulle spalle fino alle porte gemelle.<br />Le porte sono due, una conduce alle tenebre e lì si muore, l’altra porta diretta alla fata dei Djinns. I due scelgono la porta di sinistra, anche se pensano sia quella che li porterà nelle bue tenebre perché causa di sfortuna, invece una volta entrati trovano la fata, che a questo punto non sa chi dei due fratelli dovrà sposare, finché in suo aiuto chiama la cugina, la bionda fata degli elfi, ….<br />TESTO COLLETTIVO IV D<br />9<br />
  • 10. 10<br />
  • 11. 11<br />
  • 12. Frasi per riflettere …<br />Il DESTINO separa i due fanciulli, <br />ma la fede nel loro SOGNO farà in modo <br />di riunirli.<br />12<br />
  • 13. 13<br />AZUR E ASMAR,<br />DUE MONDI, UN UNICO DESTINO!<br />
  • 14. Questo film parla di ….<br />Culture diverse<br />Amicizia<br />Collaborazione<br />Sogni per il futuro (desideri)<br />Fratellanza, unione e impegno reciproco per superare prove e difficoltà<br />Superstizioni e pregiudizi<br />L’Incontro tra culture diverse è un fattore arricchente<br />L’INTERCULTURA nasce dal vivere esperienze comuni E dallo scambio reciproco <br />14<br />
  • 15. 15<br />
  • 16. … pensieri in libertà …<br />Nonostante il destino li abbia separati, i due giovani saranno uniti dall’unica fede nel loro sogno d’infanzia e dalla speranza di lottare per un mondo migliore, in quanto consapevoli che la diversità è una ricchezza. <br />(M.C)<br />16<br />
  • 17. Il Film in 10 parole …<br />17<br />FRATELLANZA<br />RISPETTO DELL’ALTRO<br />SOLIDARIETÀ<br />SOGNO<br />DIVERSITÀ<br />APERTURA<br />CONDIVISIONE<br />DESIDERI<br />ATTENZIONE<br />CONOSCENZA<br />
  • 18. IV DDon bosco, Mestrino<br />Laboratorio interculturale <br />a.S 2010-2011<br />Febbraio-marzo 2011<br />18<br />

×