• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
CulturaItalia - Europeana: what next? (IT)
 

CulturaItalia - Europeana: what next? (IT)

on

  • 1,211 views

Jill Cousins (European Digital Library Foundation): "CulturaItalia - Europeana: what next? (IT)" - CulturaItalia e il contributo italiano a Europeana - Convegno nazionale, Roma, 2 aprile 2009

Jill Cousins (European Digital Library Foundation): "CulturaItalia - Europeana: what next? (IT)" - CulturaItalia e il contributo italiano a Europeana - Convegno nazionale, Roma, 2 aprile 2009

Statistics

Views

Total Views
1,211
Views on SlideShare
1,211
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    CulturaItalia - Europeana: what next? (IT) CulturaItalia - Europeana: what next? (IT) Presentation Transcript

    • Europeana: what next? Jill Cousins EDL Foundation CulturaItalia, Roma, April 2, 2009
    • PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Europeana.eu – La visione “Un punto di accesso comune plurilingue renderebbe possibile lo svolgimento di ricerche nel complesso del patrimonio culturale digitale europeo on line distribuito (vale a dire, conservato in luoghi differenti da organismi differenti)” Raccomandazione della Commissione Europea del 24 agosto 2006 sulla digitalizzazione e l'accessibilità on line del materiale culturale e sulla conservazione digitale (2006/585/CE) PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Il mandato di EuropeanaNet (EDLnet) Network tematico di 1, 3 milioni di euro che coinvolge 4 settori: Musei, Biblioteche, Archivi e Collezioni Audiovisive Instaurare fiducia fra le istituzioni Creare una coalizione dei volenterosi (coalition of the willing) Affontare i problemi dell’interoperabilità fra settori (standard) Proporre una implementazione pratica della Biblioteca Digitale Europea (prototipo definito dall’utente) Creare la struttura organizzativa per la Biblioteca Digitale Europea PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • La struttura di Europeana Museum A Archive A Library A Library X National Digital Library Film Archive 1 Archive X Film Archive 2 ACE ACE Film Archive 3 Film Archive X Museum X Museum 1 ICOM Europe Museum 2 MICHAEL CENL Eurbica National Archive 1 NL 1 NL 2 NL 3 National Archive 2 IASA FIAT National Archive 3 Sound Sound Archive 1 Archive 2 Television PARTNER PARTNER PARTNER Television LOGO LOGO LOGO Archive 1 Archive 2
    • L’universo dei progetti Europeana al 2009 MIMO Judaeica STERNA BHL Museum A Archive A Library A Library X National Digital Library Europeana Film Archive 1 e.g. CulturaItalia Film Archive 2 Connect Archive X ACE Film Archive 3 EFG Film Archive X EuropeanaLocal v1.0 EDL Museum 1 Museum X ICOM The European Museum 2 Europe Library ATHENA CENL EURBICA MICHAEL APENET National Archive 1 NL 1 NL 2 NL 3 National Archive 2 IASA VideoActive FIAT National Archive 3 Europeana Sound Sound Travel Archive 1 Archive n Television Television Archive 1 Archive 2 Presto EUScreen PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO Prime
    • Europeana.eu – Il modello di business Corporate sponsors PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Modello di business e sostenibilità Europeana.eu crea valore sia culturale che economico • Nel breve periodo, valore economico intangibile ma elevato valore culturale • A lungo termine, il potenziale economico aiuta a pareggiare il bilancio, ma non • copre i 2,5-3,5 milioni di euro annui per i costi di gestione I finanziamenti dei progetti consentono di creare un servizio operativo ma non di • mantenerlo Il Business model è pertanto misto – fondi strutturali e generazione di reddito • Le nuove entrate si verificano quando il servizio è a regime • PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • EuropeanaNet – I successi in meno di un anno Una rete solida: 150 membri, musei, biblioteche, archivi e collezioni audiovisive, istituti di ricerca e università TUTTI i paesi dell’Unione Europea sono rappresentati TUTTI i settori sono rappresentati Oltre 4 milioni di oggetti già accessibili La ricerca di materiali di tipo diverso e appartenenti a diversi settori funziona Gli standard sono condivisi sia nell’ambito dei singoli settori che fra settori diversi Settori diversi interagiscono per la prima volta Pronta la versione Beta di Europeana.eu Enorme interesse PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Europeana v1.0 Costruisce il network, ma spinge verso l’aggregazione Gestisce il Prototipo, immette nuovi contenuti Agisce da collante fra i diversi progetti Lavora sulla governance e sul finanziamento Incrementa il contenuto fino a un minimo di 10 milioni di oggetti entro 2010 Lancia il servizio operativo Europeana v1.0 a giugno 2010 Lavora su modelli surrogati e ricerca semantica Crea opportunità di riuso PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Europeana nei prossimi 2 anni 4 nuovi progetti per l’acquisizione di contenuti: EuropeanaLocal, EFG, Athena e APEnet Sostenuti dal co-finanziamento di €300,000 del Ministero per la cultura, l’istruzione e la scienza dei Paesi Bassi e di €72,500 del MiBAC italiano o 6 nuovi progetti partire nei primi mesi del 2009, fra cui Europeana v.1.0 ed EuropeanaConnect Sostenuti dal co-finanziamento dei Ministeri per la cultura e l’istruzione di Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Lituania, Paesi Bassi, Spagna Un servizio pienamente operativo entro 2 anni con l’aiuto dei Ministeri europei per la cultura e l’istruzione per far fronte al cofinanziamento e ai costi di hosting PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • La Fondazione EDL Obiettivi : • Fornire accesso cross-domain al patrimonio culturale europeo. La Fondazione : • Agevola gli accordi formali con musei, archivi, archivi audiovisivi e biblioteche sulle modalità di cooperazione per la realizzazione e la sostenibilità del portale condiviso • Offre un riferimento giuridico per i finanziamenti UE e una piattaforma per la governance futura PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Struttura corrente e governance della fondazione EDL Cross D European w C ec Domain & flo ha is Associations nn n n i on Foundation io tio at a el lin rm min g National Associations fo e In iss National Institutions d Regional Institutions Individual museums, archives, libraries Associates e.g.: ministries, sponsoring private partners etc PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Struttura di Europeana = Struttura della fondazione EDL Publisher A Publisher B Publisher C Museum A Archive A Library A Federation of European Publishers Library X National Digital Library Film Archive 1 Archive X Film Archive 2 ACE ACE Film Archive 3 Film Archive X EDL Museum X Museum 1 Foundation ICOM Europe Museum 2 MICHAEL CENL Eurbica National Archive 1 NL 1 NL 2 NL 3 National Archive 2 IASA FIAT National Archive 3 Sound Sound Archive 1 Archive 2 Television PARTNER PARTNER PARTNER Television LOGO LOGO LOGO Archive 1 Archive 2
    • Proposta di governance per la fondazione EDL Advisory & Executive Holds legal power & Committee Budgetary roles Reports on finance & Up to 9 strategy elected Board of Participants Up to 5 elected Council of Content Providers & Aggregators Commission Funding & Orientation Group PARTNER PARTNER PARTNER Commission & Paying Member States LOGO LOGO LOGO
    • Proposta per il Consiglio dei partecipanti I partecipanti possono essere : A. Associazioni europee (persone giuridiche) di possessori di contenuti B. Associazioni internazionali (persone giuridiche) in rappresentanza di una sezione europea (non giuridica) di questa associazione C. Persone fisiche in rappresentanza di un’associazione di settore, che non sia persona giuridica D. Membri Esistenti/Fondatori del Consiglio dei partecipanti e organizzazione ospitante (BnF, INA, BNS, BA, KB) E. Rappresentanti eletti del Consiglio dei possessori e aggregatori di contenuti (5) PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Consiglio dei possessori e aggregatori di contenuti (CCPA) I partecipanti possono essere: A. Fornitori di contenuti, singole istituzioni B. Associazioni di fornitori di contenuti C. Aggregatori (a tutti i livelli e di ogni settore) o 5 persone/istituzioni da eleggere nel Consiglio dei partecipanti dal Consiglio dei possessori e aggregatori di contenuti (uno per settore e un aggregatore); o Il CCPA si riunirà in assemblea generale almeno 1 volta all’anno; o Il CCPA potrà costituire gruppi di lavoro su argomenti e temi specifici per consigliare la fondazione EDL e i progetti associati; o I membri del CCPA saranno invitati a partecipare attivamente ai progetti associati. PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Gruppo per il finanziamento della Commissione e l’orientamento I partecipanti possono essere : A. Rappresentanti degli Stati Membri che contribuiscono alla fondazione EDL B. Rappresentanti della Commissione Europea o Il Gruppo per il finanziamento della Commissione e l’orientamento consiglierà la Foundazione EDL su questioni strategiche e di budget o Il comitato esecutivo di EDL informerà il Gruppo sull’uso del budget e gli sviluppi strategici o Il Gruppo sarà presieduto dalla Commissione o Il Gruppo convocherà delle riunioni del Member State Expert Group o Il Gruppo sarà composto dagli Stati Membri che finanziano Europeana PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Necessità di Europeana o Dal 2011, impegno degli stati membri a garantire il budget o Aiuto finanziario per armonizzare nuovi progetti nel 2009 o 2010 o Incoraggiamento all’aggregazione di contenuti a livello nazionale o Nuovi contenuti dalle istituzioni o Finanziamenti alle istituzioni per la digitalizzazione e la conservazione o Impegno nel dibattito sul copyright e il dominio pubblico PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO
    • Europeana entro 3 anni o Almeno 15 milioni di oggetti o Nuovi siti utilizzeranno i contenuti aggregati da Europeana o Per gli scolari o Per ipovedenti o Per portali tematici..... o I contenuti di Europeana saranno disponibili attraverso siti turistici e via TomTom o Saranno attivate mostre virtuali, es.: tutto su Tiziano, o sull’Impero romano o Gli utenti potranno creare associazioni tra gli oggetti o Un primo livello di ricerca e recupero dell’informazione su base multilingue o Aggregatore di aggregatori nazionali e verticali o Un luogo per scoperte entusiasmanti PARTNER PARTNER PARTNER LOGO LOGO LOGO