Il portale della cultura e Europeana
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Il portale della cultura e Europeana

on

  • 450 views

Sara Di Giorgio, responsabile gruppo tecnico CulturaItalia, Istituto Centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane, 19 settembre 2013, Incontri formativi sulla digitalizzazione dei beni ...

Sara Di Giorgio, responsabile gruppo tecnico CulturaItalia, Istituto Centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane, 19 settembre 2013, Incontri formativi sulla digitalizzazione dei beni librari

Statistics

Views

Total Views
450
Views on SlideShare
450
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
6
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Il portale della cultura e Europeana Il portale della cultura e Europeana Presentation Transcript

  • Il portale della cultura e Europeana Sara Di Giorgio Istituto Centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane responsabile gruppo tecnico CulturaItalia 19 settembre 2013, Incontri formativi sulla digitalizzazione dei beni librari
  • CulturaItalia CulturaItalia On-line dal 2008 2.4 M di metadati: da musei, biblioteche, archivi, gallerie digitali, exhibits, monumenti, video, etc. Contenuti editoriali Alla scoperta delle attività culturali e dei partner Newsletter settimanale Italiano - english Principale contributore italiano a Europeana www.culturitalia.it
  • CulturaItalia Il Progetto CulturaItalia CulturaItalia è il primo Portale in Italia ad offrire un punto di accesso integrato al patrimonio culturale del Paese. E’ un’iniziativa interdisciplinare, promossa dal Ministero, che coinvolge musei, archivi, biblioteche, enti di ricerca. Le regioni, le università e altri importanti istituti culturali italiani sia pubblici che privati sono partner del progetto. CulturaItalia è un portale di contenuti e di servizi all’utente, la cui missione è offrire un efficace punto di accesso integrato alle risorse culturali italiane (soprattutto digitalizzate). Oltre a contenuti editoriali e servizi per l’utente, CulturaItalia offre un catalogo interdisciplinare (cross-domain) di metadati descrittivi provenienti da fornitori di contenuti italiani.
  • CulturaItalia Stato dell’arte CulturaItalia: numeri del progetto 2008 2013  2.4 M record aggregati  31 partner digitali  comunità attive sui SN, servizi web 2.0  4.000 utenti registrati  MuseiD-Italia : anagrafe con 3.800 musei 360 collezioni e opere  14.000 articoli e news (30% in inglese) 1.170 multimedia  50.000 visitatori unici al mese  Accesso delle risorse su mappa  Supporto tecnico per l’interoperabilità, Open source SW  705.432 record pubblicati su Europeana in CC0  Europeana search widget  Sezione sui Dati aperti dati.culturaitalia.it 70.000
  • CulturaItalia - Obiettivi Internet Culturale aggregator tematico ArtPast Regioni aggregatore Università aggregatore Musei SAN aggregatore CulturaItalia aggregatore nazionale vs Europeana Le risorse non vengono duplicate. I contenuti e i diritti su di essi rimangono sotto la responsabilità di chi li crea, gestisce e aggiorna. Interoperabilità Aggregazione Diffusione Servizi per gli utenti e gli stakeholders
  • CulturaItalia Obiettivi CulturaItalia - Obiettivi CulturaItalia raccoglie ed organizza milioni di informazioni sulle risorse che compongono il ricco universo culturale del paese, mettendole a disposizione degli utenti della Rete. Gli obiettivi di CulturaItalia sono in linea con quelli di Europeana Europeana Stragic plan 2011 - 2015 CulturaItalia si basa sugli stessi standard e tecnologie di Europeana
  • CulturaItalia Obiettivi CulturaItalia - Obiettivi AGGREGARE un punto di accesso integrato al patrimonio culturale italiano diffuso sul territorio: archivi, biblioteche, musei, materiali audiovideo, etc. attraverso l’INTEROPERABILITA’tra le singole banche dati DARE VISIBILITA’ rende possibile le ricerche nel complesso del patrimonio culturale digitale italiano on line distribuito su tutto il territorio (vale a dire, conservato in luoghi differenti da organismi differenti) un e-magazine aggiornato quotidianamente per essere informati su notizie e eventi culturali in tutte le regioni italiane. Coinvolgere gli utenti tramite strumenti web 2.0. DISTRIBUIRE Integrare la cultura italiana nel più ampio circuito europeo. In quanto aggregatore nazionale fornisce i contenuti a Europeana. FACILITARE condivisione di standard, OS, innovazione, strategie per la digitalizzazione del patrimonio culturale
  • CulturaItalia Facilitare CulturaItalia - Obiettivi Comitato nazionale di coordinamento a cui partecipano esperti di Regioni, Ministeri, Associazioni nazionali con l’obiettivo di condividere il piano editoriale per lo sviluppo di CulturaItalia e gli standard e le linee guida per i progetti di digitalizzazione e per l’interoperabilità dei contenuti in rete. Gruppi di lavoro a cui partecipano esperti dei vari settori del patrimonio culturale Download validatore XML dei record in formato PICO Supporto tecnico Documentazione tecnica pubblicata on-line Download SW applicativo Data provider Diffusione standard per l’interoperabilità, la digitalizzazione, la qualità dei contenuti in rete CulturaItalia propone uno spazio comune per la diffusione di standard aperti,dell’ interoperablità dei contenuti e per facilitare la partecipazione degli istituti culturali al dibattito internazionale sulla conoscenza come bene comune .
  • CulturaItalia Aggregare CulturaItalia - interoperabilità ARCHIVI CulturaItalia DB Regioni SAN BancheDati regionali SIUSA SIAS Altri Enti periferici e privati Repository ICCU Collezioni digitali Metadati Archivi/ collezioni privati Internet Culturale Collezioni digitali TECA MuseiD-Italia SBN OPAC Nazionale IMINISTERO IREGIONI Michael IT BancaDati ANAGRAFE BancaDati MUSEI Catalogo MUSEI BancaDati ENTI MUSEI BancaDati ATHENA BancaDati BancaDati ICCD CulturaItalia aggrega risorse provenienti dalle più autorevoli collezioni digitali del patrimonio culturale italiano, grazie a una rete di contributori presenti in tutto il territorio nazionale in continua espansione.
  • CulturaItalia CulturaItalia Nuova funzione di ricerca I risultati sono presentati in tre gruppi principali. Il motore di ricerca interrooga ‘on the fly’ il Catalogo SBN tramite protocollo Z3950
  • CulturaItalia CulturaItalia Nuova funzione di ricerca RICERCA PARAMETRICA Fonte dati -> seleziona in base al nome del fornitore Categoria -> i risultati classificati in base ad un Thesaurus, un vocabolario controllato progettato per gestire e organizzare informazioni eterogenee, provenienti da sistemi di catalogazione differenti. Tipo -> le risorse sono raggruppate in base alla loro tipologia. Ambito geografico -> seleziona le risorse in base al luogo. Ambito cronologico Data di creazione Autore Soggetto
  • Nuova funzione di ricerca CulturaItalia SCHEDA DELLA RISORSA (METADATO) Anteprima della risorsa-> quando è resa disponibile dal fornitore Fonte dati -> Link al sito web del fornitore Consulta la scheda esterna -> Link alla pagina del sito web del fornitore relativa alla risorsa Documenti simili -> Presentazione di risorse simili a quella selezionata
  • MuseiD-Italia MuseiD-Italia ha raccolto in un unico importante progetto risorse create grazie a una campagna di nuove digitalizzazioni e realizzazioni già esistenti nel campo del sistema museale e di valorizzare i risultati ponendoli nel contesto di CulturaItalia.  è stato finanziato dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione - MiBAC in attuazione del Piano industriale per l'innovazione e del piano e-Gov 2012  avviato a gennaio 2010 si è concluso a dicembre 2012  è coordinato dall’ICCU
  • MuseiD-Italia - numeri Un totale di 31 progetti MuseiD-Italia organizzati con istituti centrali, territoriali e regioni: 19 di questi sono elaborati con la collaborazione delle Regioni  sono stati coinvolti nei progetti più di 360 musei  oltre 70.000 risorse digitali prodotte (video e immagini)  descritti oltre 3.800 luoghi della cultura nell’anagrafe nazionale dei luoghi della cultura (DBUnico)  realizzati 10 repository OAI-PMH per l’acquisizione di oltre 650.000 record da indicizzare su CulturaItalia  creati 13 nuovi siti web e aggiornati altri 24  software della Teca disponibile per gli istituti che ne fanno richiesta
  • Europeana in pillole
  • Europeana in pillole  Nella presentazione parleremo di: • Cosa è Europeana • Cosa offre Europeana • Chi fornisce i contenuti a Europeana • La licenza di distrubuzione dei dati • Accesso e ri-uso dei dati aggregati da Europeana
  • La mission di Europeana – Europeana è un catalizzatore di iniziative nell’ambito del patrimonio culturale digitale – Europeana rende accessibile il patrimonio culturale attraverso canali digitali per promuovere lo scambio di idee e informazioni. E’ una risorsa importante per comprendere meglio la diversità culturale europea, e dà un contributo allo sviluppo dell’economia della conoscenza
  • Il portale del patrimonio culturale d’Europa – 29M di record da 2.200 gallerie, musei, biblioteche e archivi europei – Libri, giornali, lettere, diari, documenti d’archivio – Dipinti, mappe, disegni, fotografie – Musica, interviste, radio – Film, cinegiornali, televisione – Mostre virtuali – 31 lingue
  • L’Agenda Digitale per l’Europa 'L'Europa ha probabilmente il più grande patrimonio culturale del mondo. La digitalizzazione porta la cultura nelle case della gente ed è una risorsa preziosa per l'istruzione, il turismo, il tempo libero e l'industria creativa. Investire nella digitalizzazione creerà nuove imprese e nuovi posti di lavoro'. Europeana è il principale progetto per la digitalizzazione del patrimonio culturale europeo. E’ un punto di riferimento autorevole per la nostra memoria collettiva e offre una rappresentazione del patrimonio culturale europeo on-line. Neelie Kroes Vicepresidente per l'Agenda digitale della Commissione europea
  • Storia di Europeana  Aprile 2005: Jacques Chirac scrive al presidente della Commissione europea José Manuel Barroso, che raccomanda la creazione di una biblioteca digitale europea  La Società per l'informazione e la Direzione media della CE sostengono i progetti europei per lo scambio di informazioni sul digitale da 15 anni  Settembre 2005: pubblicazione della strategia i2010 della CE sulle biblioteche digitali  2007: European Digital Library Network - EDLnet – inizia a costruire Europeana, finanziata nell'ambito dell'iniziativa i2010  Novembre 2008: Lancio del prototipo di Europeana  Estate 2010: il prototipo è diventato un servizio operativo finanziato nell'ambito del CIP ICT-PSP (Competitiveness and Innovation Framework Programme)  Gennaio 2011: Viene pubblicato un nuovo rapporto ‘Rinascimento digitale’ in cui si riconosce Europeana come ‘il punto di riferimento per la cultura europea online'  Settembre 2012: I metadati aggregati da Europeana vengono rilasciati sotto licenza CC0, per renderli liberamente disponibili per il riutilizzo
  • Piano Strategico 2011-2015  Aggregare – Europeana sviluppa una fonte dati aperta e autorevole di contenuti culturali europei  Facilitare – Europeana offre un supporto al settore dei beni culturali favorendo il trasferimento delle conoscenze, e l'innovazione  Distribuire – Europeana mette il patrimonio culturale a disposizione delle persone ovunque si trovano e quando vogliono  Coinvolgere – Europeana propone modi nuovi di partecipazione dei cittadini alla loro eredità culturale
  • I contenuti presenti in Europeana  29 milioni di dati   • Da ogni settore del patrimonio. Ad esempio  gallerie, biblioteche, archivi, musei, collezioni audiovisive   • Da tutti i 27 Stati membri dell'UE, più altri 7 paesi. • L’interfaccia del portale è disponibile in 31 lingue 11m testi 486,000 audio 189,000 video 14,000 3D Video e audio = 2.5% del contenuto di Europeana, ma la ricerca dimostra che gli utenti cliccano 10 volte di più sui contenuti audiovisivi che su qualsiasi altro genere di contenuto
  • Che tipo di dati sono su Europeana? Testi Immagini Video Audio 3D
  • Com’è un record di Europeana? Thumbnail/preview Metadata Link all’oggetto digitale
  • Come acquisisce i contenuti Europeana?  Attraverso il suo sistema di aggregazione, Europeana rappresenta 2.200 organizzazioni in tutta Europa  Da 150 aggregatori • Promuove gli aggregatori nazionali • E’ più efficiente piuttosto che lavorare con ogni singolo fornitore di contenuti • Aiuta a sviluppare un processo internazionale di standardizzazione  Contenuti generati dagli utenti  Progetti di crowdsourcing come Europeana 1914-1918 e Europeana 1989
  • Chi fornisce i dati a Europeana? Aggregatori tematici Iniziative nazionali Bibioteche Aggregatori nazionali e.g. CultuiraIt alia Culture.fr e.g. The European Library Aggregatori regionali Archivi Collezioni audio-visive Banche dati tematiche e.g. APEX e.g. Musées Lausannois e.g. EUScreen, European Film Gateway e.g. Judaica Europeana, Europeana Fashion
  • CulturaItalia Interoperabilità con Europeana CulturaItalia, l’aggregatore italiano Internet Culturale aggregatore tematico Università ArtPast Regione aggregatore aggregatore www.culturitalia.it Museo SAN aggregatore tematico Integrazione dei contenuti culturali italiani in Europeana
  • I progetti europei che alimentano Europeana gestiti e partecipati dall’ICCU
  • Licenza per la distribuzione dei dati Per i metadati Europeana prevede:  che vengano forniti in linea con l’Europeana Data Model – i dati in formato EDM  tutti i metadati forniti a Europeana saranno pubblicato secondo i termini della Creative Commons 0 (licenza relativa al Pubblico Dominio) per permettere il riuso dei dati sotto forma di Linked Open Data  Europeana presenterà sempre l’attribuzione dei dati al fornitore  Europeana pubblicherà sempre un collegamento ai dati sul sito web del fornitore  È sempre possibile richiedere Europeana di rimuovere o aggiornare i metadati
  • In che modo gli utenti accedono a Europeana? Europeana si propone di fornire i contenuti aggregati agli utenti dove vogliono e quando vogliono attraverso: Il portale Europeana • ad es.: con la ricerca, mostre virtuali, contenuti in primo piano Portali legati ai progetti/mostre virtuali • ad es.: BHL- Poisonous Nature, Europeana Fashion Siti web e app che utilizzano Europeana API – realizzati grazie ad hackathon o autonomamente Social media/blogs • e.g. Facebook, Twitter, Pinterest, Retronaut
  • Europeana è un enorme dataset culturale aperto per il ri-uso – A partire da settembre 2012, i metadati di Europeana sono disponibili senza restrizioni sotto i termini della licenza Creative Commons Zero Public Domain Dedication - CC0. – Una buona opportunità per gli sviluppatori – API • Hack4Europe! è una serie di giornate di hack tenute in diverse località in tutta Europa, dove gli sviluppatori utilizzano l’API e in due giorni per creano una nuova App. • Search widgets per siti web, es.. CulturaItalia, Partage Plus • Sviluppo indipendente – chiunche può richiedere API-keys – Linked Open Data – un subset di dati è disponibile per iniziative LOD
  • Grazie! sara.digiorgio@beniculturali.it