15 Dicembre 2009 - Grassia

276 views
212 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
276
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

15 Dicembre 2009 - Grassia

  1. 1. Programmi di Ricerca Sviluppo e Innovazione: una iniziativa di successo per strategie in atto Filippo Grassia CTI - Liguria Genova, 15 Dicembre 2009 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE
  2. 2. PRAI Liguria-Programma Regionale Azioni Innovative (2006 – 2008) <ul><li>la simulazione dinamico - numerica di sistemi complessi - SV </li></ul><ul><li>i materiali avanzati – SP </li></ul><ul><li>Gli ambiti applicativi tengono conto delle realtà imprenditoriali esistenti, delle necessità di interventi ambientali e di sostegno economico </li></ul>LE AZIONI DI INNOVAZIONE DEL PRAI 7.1 Laboratori di Impresa 7.2 Risorse Umane 7.3 Laboratori Misti 7.4 Divulgazione 7.5 Collegamento con Rete Erik 7.6 Assistenza Tecnica
  3. 3. ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DEL PRAI Accordo tra Regione Liguria e Consiglio Nazionale delle Ricerche (Capofila Operativo del Programma). Comitato Tecnico di Indirizzo – CTI (Organismo coordinato dal Presidente della Regione Liguria). Comitati (a SV e a SP) di Attuazione del Programma (CTI + Responsabili Scientifici dei 13+13 progetti) Protocollo di Intesa tra Regione Liguria, Università di Genova e Consiglio Nazionale delle Ricerche.
  4. 4. I NUMERI DEL PRAI ED I BENEFICIARI <ul><li>7,9 milioni di euro di risorse disponibili, di cui 6 milioni da parte pubblica </li></ul><ul><li>2 i comprensori liguri coinvolti; 26 i progetti finanziati </li></ul><ul><li>60 i soggetti Attuatori coinvolti di cui: </li></ul><ul><ul><li>37 partecipazioni di aziende, in prevalenza PMI </li></ul></ul><ul><ul><li>11 partecipazioni di Dipartimenti universitari </li></ul></ul><ul><ul><li>12 partecipazioni di Enti pubblici di ricerca, di cui 9 di Istituti C.N.R. </li></ul></ul><ul><li>64 ricercatori, di cui 9 con funzione di tutor </li></ul>
  5. 5. I RISULTATI DEL PRAI 04 prevedibili iniziative d’Impresa, di cui 1 spin-off, già operativo 05 brevetti – depositati - per altrettanti prodotti 01 Laboratorio di simulazione dinamica e realtà virtuale 01 rete di Laboratori per lo studio di materiali innovativi 120 pubblicazioni di cui 34 su Riviste Internazionali 21 prototipi o realizzazioni di valenza applicativa 02 riconoscimenti / premi, di cui 1 europeo 13 altri risultati e nuove collaborazioni favorite dal PRAI 99 % dei fondi disponibili spesi e ammissibili
  6. 6. IL DECALOGO DEL SUCCESSO DEL PRAI - Linee guida chiare sugli obiettivi conseguibili - No vincoli imposti ai Beneficiari (Aggregazioni; Garanzie) - No problemi di reclutamento e rapporto formale con i ricercatori - Buona remunerazione e tenure scientifica per i giovani ricercatori - No vincoli sui temi proponibili purché coerenti con il Programma - Qualificazione della spesa ammissibile - Elevata percentuale di contribuzione (72% dei costi esposti) - Agile Struttura gestionale - Efficace e flessibile assistenza tecnica agli Attuatori beneficiari - Efficace Piano di Comunicazione del Programma
  7. 7. IL POR 2007 – 2013 Asse 1 - Innovazione e Competitività 01 Iniziative del CRRI: Piano Triennale Ricerca e Innovazione 02 MASTER di 1° e 2° livello – 11 piattaforme disciplinari 03 Bandi per il sostegno alla Ricerca e Innovazione delle PMI 04 Bandi sui Poli di Innovazione
  8. 8. IL POR 2007 – 2013 Asse 1 - Innovazione e Competitività <ul><li>AUTOMAZIONE SUPERVISIONE SICUREZZA NEI TRASPORTI E NELLA LOGISTICA </li></ul><ul><li>ENERGIA IN LIGURIA </li></ul><ul><li>AUTOMAZIONE INTELLIGENTE </li></ul><ul><li>TECNOLOGIE DEL MARE ED AMBIENTE MARINO </li></ul><ul><li>SCIENZE DELLA VITA BIOTECNOLOGIE APPLICAZIONI SICURE </li></ul>
  9. 9. LE AGGREGAZIONI IN TERMINI DI RSI A Distretto Tecnologico SIIT - GE B Consorzio SI.RE. - SV C Distretto Ligure Tecnologie Marine – SP D ATS – Master di 2° livello su 11 piattaforme tecnologiche E Costituendi Poli di Innovazione
  10. 10. ALCUNI ELEMENTI CHIAVE PER IL SUCCESSO DI FUTURE INIZIATIVE RSI - Risorse umane: tutor scientifici e tecnologici; giovani ricercatori - Progetti proposti dagli associati del Polo di Innovazione - Interazione tra organismi di ricerca e imprese e istituzioni - Effettiva disponibilità finanziaria per l’attuazione - Efficace regìa regionale sui tempi attuativi delle varie iniziative

×