Progetto geografia 3608935
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Progetto geografia 3608935

on

  • 1,354 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,354
Views on SlideShare
1,354
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Progetto geografia 3608935 Progetto geografia 3608935 Presentation Transcript

    • I LAGHI ITALIANI Progetto di: Leali Cristina
      • Il mio progetto è indirizzato ad
      • una quarta primaria;
      • il periodo è conseguente allo studio della
      • regione Lombardia e si divide in quattro incontri di
      • due ore settimanali, più un’uscita sul territorio.
      • Esso ha alcuni collegamenti interdisciplinari con:
      • italiano, storia, scienze, informatica
    • Obiettivi specifici di apprendimento:
      • Conoscere il territorio del lago;
      • Riconoscere le modifiche determinate dall’uomo sul territorio;
      • Conoscere il proprio territorio;
      • Distinguere le differenze di territorio;
      • Utilizzare una tabella di informazioni.
    • Primo incontro: i laghi italiani
      • Per introdurre l’argomento possiamo utilizzare il
      • metodo brainstorming,
      • facendo domande sul lago, ad esempio:
      • Avete mai visto un lago?
      • Siete mai stati in vacanza al lago?
      • Cosa lo differenzia dal mare?
      • Secondo voi quanti laghi ci sono in Italia?
      • Dopo aver raccolto le risposte alla lavagna,
      • possiamo passare alla lettura della scheda di sussidiario sui laghi italiani,
      • sull’aspetto fisico e sulle risorse economiche
      • (Veda allegato sussidiario e sussidiario 2 )
      • Per facilitare la comprensione possiamo utilizzare la cartina dell’Italia geografica per mostrare i vari laghi italiani, verificando anche che i bambini sappiano orientarsi lungo il territorio,
      • distinguendo tra laghi del nord Italia, centro, sud
      • Per la lezione successiva
      • chiediamo ai bambini
      • di portare alcune foto o immagini dei laghi italiani,
      • che siano foto,
      • immagini prese da internet,
      • cartoline
    • Lago di Garda Lago Trasimeno
    • Secondo incontro
      • Si riprende l’argomento riguardando la
      • cartina e ripetendo i laghi osservati nella
      • lezione precedente, chiedendo anche se
      • hanno delle forme particolari che possono
      • facilitare la memorizzazione dei nomi.
      • Si chiede ai bambini di mostrare
      • le foto sui laghi
      • che hanno cercato come compito a
      • casa per poter osservare
      • le varie differenze
      • In un secondo momento si può
      • creare una tabella,
      • sul proprio quaderno e poi su un
      • cartellone,
      • le differenze raccolte dei laghi
      • di origine glaciale, morenica,
      • vulcanica.
      • Le differenze dovranno essere relative
      • alle risorse che hanno questi laghi,
      • come l’uomo ha cambiato il territorio o
      • quali prodotti tipici ricaviamo
      • da quel territorio.
    • Terzo incontro: il Lago di Como
      • La lezione è incentrata
      • sull’approfondimento di un lago,
      • in questo caso il Lario.
      • Possiamo portare i bambini nell’aula di
      • informatica e chiedere di ricercare alcune
      • informazioni circa il lago di Como:
      • morfologia, storia, navigazione ecc.
      • Possiamo ricavare per esempio le informazioni da Wikipedia, o altri siti geografici.
      • In seguito i bambini prenderanno appunti di
      • quello che è stato trovato per poi lavorare in
      • classe a gruppi e realizzare una tabella per ogni argomento,
      • ad esempio chi si occuperà
      • dell’aspetto fisico del lago,
      • chi dei cambiamenti da parte dell’uomo,
      • che i prodotti tipici, i luoghi da visitare.
    • Terzo incontro: Como
      • Dopo aver approfondito il lago,
      • possiamo passare a dare qualche informazione circa la città che da il nome al lago: Como.
      • Per introdurre l’argomento possiamo usare una filastrocca di Rodari che si intitola “Como nel comò”,
      • che potrebbe essere studiata in italiano.
      • “ Como nel comò”
      • Una volta un accento per distrazione cascò sulla città di Como mutandola in comò. Figuratevi i cittadini Comaschi, poveretti: detto e fatto si trovarono rinchiusi nei cassetti. Per fortuna uno scolaro rilesse il componimento e liberò i prigionieri cancellando l'accento. Ora ai giardini pubblici han dedicato un busto "A colui che sa mettere  gli accenti al posto giusto."
      • Possiamo chiedere ai bambini cosa conoscono della città:
      • se l’hanno mai visitata,
      • se conoscono i posti più importanti,
      • per poi passare a mostrare alcune foto della
      • città di secoli fa rispetto a quella di oggi,
      • per comprendere le differenze.
    • Como secoli fa
    • Como oggi
    • Quarto incontro: l’uscita sul territorio
      • Per facilitare l’apprendimento di quello
      • che è stato spiegato a lezione
      • possiamo organizzare
      • un uscita didattica in città,
      • visitando i monumenti principali,
      • le piazze, fare una passeggiata sul
      • lungolago
      • per osservare l’ambiente del lago.
    • Quinto incontro: verifica
      • L’uscita didattica può essere un modo per
      • verificare ciò che è stato appreso a lezione;
      • possiamo utilizzare una scheda di verifica per
      • valutare la conoscenza dei principali laghi
      • italiani, la loro origine,
      • le caratteristiche principali del Lario.
      • (Veda allegato verifica)
    • Bibliografia
      • A. Vada “Mappe, classe 4 per l’apprendimento nella scuola primaria, storie e geografia”, Juvenila;
      • G. Gara, G Fratoni “ Percorsi, strategie … traguardi. Area antropologica 4”, Raffaello editrice;
      • D. Cristanini “ In classe, storia e geografia”, Fabbri Editori;
      • G. Manzoni “ Scoperte, ambito antropologico 4” ,Fabbri Editori;
      • Rodari “Como nel Comò”