• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Il magnetismo
 

Il magnetismo

on

  • 4,212 views

 

Statistics

Views

Total Views
4,212
Views on SlideShare
4,212
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Il magnetismo Il magnetismo Presentation Transcript

    • Spiegazioni e Attività per una classe III ^ della Scuola Primaria GRUPPO 5 Capo Gruppo: Perlini Marta Barison Federica Colombo Chiara Maria Giunta Emanuela Maria Cristina Leali Cristina Ponza Gessica Spada Bertulezzi Chiara Maria 17-12-2010 IL MAGNETISMO
      • Oggi la maestra ha portato delle calamite e ne ha
      • distribuita una per ciascuno.
      • Poi abbiamo provato a vedere cosa succedeva con oggetti
      • di diverso materiale e abbiamo scoperto che la calamita
      • attrae solo il ferro.
      Gli oggetti "Calamitosi"
      • Ognuno di noi ha ricevuto 2 pezzi di Geomag dalla
      • maestra.
      Giochiamo con le nostre calamite
      • Tenendoli in mano, abbiamo provato a unire i due pezzi
      • e abbiamo visto che certe volte si uniscono e le mani si
      • avvicinano anche se facciamo resistenza.
      • 1
      • 2 3
      • - Invertendo una delle due calamite ,invece, non riusciamo ad unirle, anzi i due pezzi si respingono.
      • - In un’altra prova abbiamo tenuto una calamita in mano, mentre l’altra l’abbiamo lasciata cadere dall’alto: abbiamo notato che alcune volte cadeva
      • dritta e si univa a quella che
      • avevamo in mano; in altri casi quella
      • in caduta si girava da sola prima
      • di attaccarsi
      • Come ultima prova abbiamo lasciato le due calamite sul banco a una certa distanza: abbiamo scoperto che avvicinandole piano piano, a un certo punto in alcuni casi si univano, in altri una scappava.
    •  
      • Avendo scoperto che le calamite possono attrarsi o respingersi a vicenda a seconda della loro posizione, abbiamo capito che hanno due poli diversi.
      • I poli sono quelle parti della calamita che si attraggono o che si respingono.
      • Prendiamo una calamita e coloriamo:
      • Un polo di rosso
      • Un polo di blu
      Coloriamo le nostre calamite
      • Ora proviamo ad avvicinare due calamita dalla parte del polo blu. Cosa succede?
      • Le due calamite si RESPINGONO.
      • Ora proviamo ad avvicinare due calamite dalla parte del
      • polo rosso. Cosa succede?
      • Le due calamite si RESPINGONO ancora .
      • Infine proviamo ad avvicinare due calamite, una dalla
      • parte blu e una dalla parte rossa. Cosa succede?
      • Le due calamite si ATTRAGGONO.
      • Gli studiosi applicano un segno ai due colori:
      • il + per il polo rosso e lo chiamano polo positivo;
      • il – per il polo blu e lo chiamano polo negativo.
      • Abbiamo provato anche con le calamite a moneta e abbiamo scoperto che, nonostante siano sottili, hanno comunque i due poli che corrispondono alle due facce.
      • I POLI DI COLORE DIVERSO SI ATTRAGGONO
      • I POLI DI COLORE UGUALE SI RESPINGONO
      Conclusioni:
      • Abbiamo provato a vedere se la calamita attrae gli oggetti di ferro in tutte le sue parti o solo in zone specifiche (es.centro, estremità…)
      Il campo magnetico
      • Abbiamo messo una calamita sul foglio, fissandola con il nastro adesivo;
      • Abbiamo preso una puntina alla volta e l’abbiamo avvicinata piano piano alla calamita con una penna;
      • Infine abbiamo segnato sul foglio il punto in cui la puntina è stata “attratta” dalla calamita.
      • Cosa osserviamo?
      Esperimento
    •  
      • In un campo magnetico non tutte le parti della calamita
      • esercitano la stessa attrazione:
      • Al centro non c’è attrazione;
      • Man mano che ci avviciniamo alle estremità l’attrazione aumenta;
      • La massima attrazione la troviamo ai poli.
      Conclusioni:
      • Abbiamo messo una calamita sul foglio, fissandola con il nastro adesivo;
      • Abbiamo versato sopra una piccola quantità di polvere di ferro.
      • Cosa è accaduto?
      Esperimento 2
    •  
      • La polvere di ferro è stata attratta dalla calamita
      • formando delle linee chiamate linee di forza.
      • Il campo magnetico è lo spazio in cui si esercita la forza
      • magnetica, cioè la forza di attrazione della calamita.
      Conclusione: Ma allora che cos'è il campo magnetico?
      • Il campo magnetico non è solo bidimensionale come può
      • sembrare dai libri.
      • Abbiamo provato a dimostrarlo utilizzando:
      • Tappo della Nutella,
      • Dischetto di sughero,
      • Ago da lana,
      • Calamita,
      • Acqua.
      Il campo magnetico in 3D
      • Abbiamo messo un po’ di acqua nel tappo della Nutella;
      • Abbiamo infilato l’ago nel dischetto di sughero e lo abbiamo appoggiato sull’acqua;
      • Abbiamo osservato come si muove l’ago spostando la calamita sopra, sotto e attorno al tappo.
    •  
      • Possiamo affermare che il campo magnetico è posto su un piano, ma può essere:
      • Verticale,
      • Orizzontale,
      • Obliquo.
      Conclusioni:
      • Abbiamo svolto un ultimo esperimento:
      • Abbiamo magnetizzato un ago da lana e l’abbiamo attaccato a un dischetto di polistirolo,
      • Abbiamo appoggiato il dischetto con l’ago su un piccolo recipiente pieno d’acqua.
      • Abbiamo osservato che l’ago magnetizzato ha assunto una particolare direzione.
      • Come mai?
      Terra: calamita potente
      • Parlando tra noi, abbiamo concluso che anche la Terra è una grande calamita dotata di due poli: un polo sud e un polo nord.
      Conclusoni: