Your SlideShare is downloading. ×
0
Il marketing territoriale nel web 2.0:
I lezione del laboratorio TagBologna




                          michele.dalena@g...
Marketing territoriale

si intende quel complesso di attività che
hanno quale specifica finalità lo sviluppo di un
compren...
Place branding
The term "place branding" could refer to a city,
country or a tourist destination, and to their
competition...
In other words, brand management for a city,
country or a tourist destination does not
merely consist of attaching new lab...
numeri di chi è on line

 64,6% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni

 30.863 milioni di italiani, + 10,4% rispetto al...
perché ci si collega


 La Rete rappresenta
 una fonte di conoscenza,
 uno strumento che semplifica e velocizza
 attività ...
perché ci si collega


 Ci si collega alla Rete perché è possibile trovare
 qualsiasi tipo di informazione (47,2%),
 acced...
Il web 2.0 è relazione e conversazione



 Ai tempi del web 1 si accedeva alla rete per
  cercare “qualcosa”.

Ai tempi de...
Il Web 2.0 è un termine utilizzato per
indicare genericamente uno stato di
evoluzione di Internet rispetto alla
condizione...
Originariamente il web è stato concepito come
modo per visualizzare documenti ipertestuali
statici (creati con l'uso del l...
la democratizzazione del web


 Un content management system, in
 acronimo CMS, letteralmente "sistema di gestione dei
 co...
La rivoluzione dei social media




   http://www.youtube.com/watch?v=sIFYPQjYhv8&featur
                          e=fvst
Il web è cambiato: il cluetrain manifesto

1. I mercati sono conversazioni.
2. I mercati sono fatti di esseri umani, non d...
6   Internet permette delle conversazioni tra esseri
   umani che erano semplicemente impossibili nell’era
   dei mass med...
Groundswell è un neologismo che identifica la
tendenza sociale per cui le persone utilizzano
le tecnologie per ottenere ci...
Se un'azienda vuole entrare in questo territorio
deve essere disposta ad adeguarsi alle regole
di Groundswell.

In questi ...
L'alternativa è essere ignorata nonostante gli
investimenti pubblicitari.

In questi anni Internet ha dimostrato una forte...
Un esempio è la maggiore comunità mondiale di
fotografi,Flickr.
Flickr non è stata realizzata da un'importante
azienda del...
Intervista a Roberta Milano Docente di web
marketing per il turismo università di Genova.
durante la BIT 2009:
come e perc...
tra Giornalismo partecipativo


Il giornalismo partecipativo (detto anche giornalismo collaborativo o, in inglese, citizen...
e Giornalismo iperlocale

http://outside.in/
http://40xmirano.ning.com/
http://40xmirano.ning.com/forum/topics/per-un-mani...
michele.dalena@gmail.com
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Tagbologna I Lezione

569

Published on

Prima lezione del laboratorio "marketing territoriale nel web 2.0" riservato agli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della comunicazione pubblica e sociale dell’Università di Bologna.

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
569
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
20
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Tagbologna I Lezione"

  1. 1. Il marketing territoriale nel web 2.0: I lezione del laboratorio TagBologna michele.dalena@gmail.com
  2. 2. Marketing territoriale si intende quel complesso di attività che hanno quale specifica finalità lo sviluppo di un comprensorio territoriale. Il marketing territoriale si pone quindi il preciso obiettivo di definire e giudare il rilancio e lo sviluppo dei comprensori territoriali in funzione delle specifiche caratteristiche ed esigenze producendo la più stretta simbiosi tra i potenziali ed i mercati. http://it.wikipedia.org/wiki/Marketing_territoriale
  3. 3. Place branding The term "place branding" could refer to a city, country or a tourist destination, and to their competition for tourists, visitors, investors, residents and other resources. Place branding is based on a strategic approach to public relations, stating that a change of image is an ongoing, holistic, interactive and wide-scale process, requiring much more than a quick change of logo or Slogan.
  4. 4. In other words, brand management for a city, country or a tourist destination does not merely consist of attaching new labels, but consolidates theessential characteristics of the individual identity into a brand core [7]. http://en.wikipedia.org/wiki/Place_branding
  5. 5. numeri di chi è on line 64,6% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni 30.863 milioni di italiani, + 10,4% rispetto al 2008 imprenditori e liberi professionisti (93,7%) dirigenti, quadri e docenti universitari (92,1%) impiegati e insegnanti (91%) laureati (93,2%) gli studenti universitari (98,5% dei casi) 34% di persone risulta “inattivo online”
  6. 6. perché ci si collega La Rete rappresenta una fonte di conoscenza, uno strumento che semplifica e velocizza attività di lavoro, studio o relative a pratiche di vario tipo e attraverso cui gestire le proprie relazioni e divertirsi nel tempo libero.
  7. 7. perché ci si collega Ci si collega alla Rete perché è possibile trovare qualsiasi tipo di informazione (47,2%), accedere velocemente ai servizi pubblici e privati a distanza (29,5%), trovare cose disponibili solo sul Web (26,2%), essere informati in tempo reale su notizie di cronaca (20,8%), mettersi in contatto con molte persone in qualsiasi parte del mondo (20,2%). da http://www.audiweb.it/
  8. 8. Il web 2.0 è relazione e conversazione Ai tempi del web 1 si accedeva alla rete per cercare “qualcosa”. Ai tempi del web 2 si accede alla rete per cercare “qualcuno” Gigi Cogo http://www.webeconoscenza.net/2010/02/05/semplice/
  9. 9. Il Web 2.0 è un termine utilizzato per indicare genericamente uno stato di evoluzione di Internet rispetto alla condizione precedente. Si tende ad indicare come Web 2.0 l'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione sito-utente http://it.wikipedia.org/wiki/Web_2.0
  10. 10. Originariamente il web è stato concepito come modo per visualizzare documenti ipertestuali statici (creati con l'uso del linguaggio HTML); questo approccio può essere definito come Web 1.0. In seguito, grazie all'integrazione con database e all'utilizzo di sistemi di gestione dei contenuti (CMS), Internet si è evoluta con siti dinamici (come ad esempio i forum o i blog)…
  11. 11. la democratizzazione del web Un content management system, in acronimo CMS, letteralmente "sistema di gestione dei contenuti", è uno strumento software installato su un server web studiato per facilitare la gestione dei contenuti di siti web, svincolando l'amministratore da conoscenze tecniche di programmazione. http://it.wikipedia.org/wiki/Content_management_system
  12. 12. La rivoluzione dei social media http://www.youtube.com/watch?v=sIFYPQjYhv8&featur e=fvst
  13. 13. Il web è cambiato: il cluetrain manifesto 1. I mercati sono conversazioni. 2. I mercati sono fatti di esseri umani, non di segmenti demografici. 3. Le conversazioni tra esseri umani suonano umane. E si svolgono con voce umana. 4. Sia che fornisca informazioni, opinioni, scenari, argomenti contro o divertenti digressioni, la voce umana è sostanzialmente aperta, naturale, non artificiosa. 5. Le persone si riconoscono l’un l’altra come tali dal suono di questa voce.
  14. 14. 6 Internet permette delle conversazioni tra esseri umani che erano semplicemente impossibili nell’era dei mass media. 7 Gli iperlink sovvertono la gerarchia. 8 Sia nei mercati interconnessi che tra i dipendenti delle aziende intraconnessi, le persone si parlano in un nuovo modo. Molto più efficace. 9 Queste conversazioni in rete stanno facendo nascere nuove forme di organizzazione sociale e un nuovo scambio della conoscenza. 10 Il risultato è che i mercati stanno diventando più intelligenti, più informati, più organizzati. Partecipare a un mercato in rete cambia profondamente le persone. http://www.mestierediscrivere.com/testi/Tesi.htm
  15. 15. Groundswell è un neologismo che identifica la tendenza sociale per cui le persone utilizzano le tecnologie per ottenere ciò di cui hanno bisogno da altre persone, piuttosto che da istituzioni tradizionali come, ad esempio, le aziende. Groundswell è un ecosistema in cui emergono sei tipologie di atteggiamenti, qualificati sulla base dell'attitudine alla partecipazione delle persone (creator, critic, collector, joiner, spectator, inactive).
  16. 16. Se un'azienda vuole entrare in questo territorio deve essere disposta ad adeguarsi alle regole di Groundswell. In questi anni Internet ha dimostrato una forte capacità di autorganizzazione. Dove esistono bisogni non soddisfatti le persone si aggregano per risolvere le loro esigenze. Si creano perciò spazi in cui un'azienda può aiutare i suoi potenziali clienti a raggiungere un obiettivo.
  17. 17. L'alternativa è essere ignorata nonostante gli investimenti pubblicitari. In questi anni Internet ha dimostrato una forte capacità di autorganizzazione. Dove esistono bisogni non soddisfatti le persone si aggregano per risolvere le loro esigenze. Si creano perciò spazi in cui un'azienda può aiutare i suoi potenziali clienti a raggiungere un obiettivo. http://www.casaleggio.it/2008/05/groundswell.php
  18. 18. Un esempio è la maggiore comunità mondiale di fotografi,Flickr. Flickr non è stata realizzata da un'importante azienda del settore, come avrebbe potuto, ma ha preso vita da un ambito distante come il mondo dei giochi multiplayer online. L'incapacità e la lentezza delle grandi aziende di comprendere la Rete è rimasta pressoché immutata negli anni. La differenza è che ora le persone iniziano a fare a meno di loro. http://www.casaleggio.it/2008/05/groundswell.php
  19. 19. Intervista a Roberta Milano Docente di web marketing per il turismo università di Genova. durante la BIT 2009: come e perchè il web 2.0 ha rivoluzionato il marketing. http://www.bit-channel.it/roberta-milano- docente-web-marketing-genova
  20. 20. tra Giornalismo partecipativo Il giornalismo partecipativo (detto anche giornalismo collaborativo o, in inglese, citizen journalism o open source journalism) è il termine con cui si indica la nuova forma di giornalismo che vede la partecipazione attiva dei lettori, grazie alla natura interattiva dei nuovi media e alla possibilità di collaborazione tra moltitudini offerta da internet. http://it.wikipedia.org/wiki/Giornalismo_partecipativo http://giornalismopartecipativo.ning.com/ http://partecipativo.info/ http://giovannacosenza.wordpress.com/2010/01/20/studentireporter/ http://www.citylab.tv/ http://www.educational.rai.it/ http://tg24.sky.it/tg24/ioReporter/ioreporter_home.html
  21. 21. e Giornalismo iperlocale http://outside.in/ http://40xmirano.ning.com/ http://40xmirano.ning.com/forum/topics/per-un-manifesto http://bolognacittalibera.ning.com/ http://bolobazzalive.ning.com/ http://momblogitalia.ning.com/group/genitoriabologna http://donnepensanti.ning.com/group/bologna http://recobo.ning.com/ http://ivbologna.ning.com/ http://bulaggna.ning.com/
  22. 22. michele.dalena@gmail.com
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×