• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Corso it manager confindustria UD
 

Corso it manager confindustria UD

on

  • 591 views

Corso it manager confindustria UD

Corso it manager confindustria UD

Statistics

Views

Total Views
591
Views on SlideShare
591
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Corso it manager confindustria UD Corso it manager confindustria UD Document Transcript

    • AREA FORMATIVAINFORMATICA Corso IT manager chiamati a riportare la propria azienda sul sentiero della competitività Un percorso concreto e orientato al valore fra innovazione, strategia, organizzazione, processi e strumenti 28 ottobre – 4 novembre – 11 novembre 2011 più una giornata di project work presso ogni azienda partecipanteDestinatari dell’intervento formativoIT Manager che hanno colto l’importanza del proprio ruolo e che hanno intenzione di intraprendere percorsidi autentica innovazione organizzativa attraverso lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio diconoscenza presente nella propria azienda, facendosi promotori verso il management di un nuovo modo diaffrontare i progetti informatici.Contesto di riferimento e finalitàIl Pollicino della favola di Charles Perrault è il più piccolo di sette fratelli che i genitori, spinti dalla miseria,abbandonano nel bosco. Ma Pollicino è un bambino molto astuto e riesce a ritrovare il sentiero di casagrazie ai sassolini lasciati cadere lungo il percorso. Non è così fortunato alla seconda occasione, quando lepoche briciole di pane che ha a disposizione per segnare il percorso vengono mangiate dagli uccelli. Altermine di una lunga avventura Pollicino sconfiggerà un terribile orco e ricondurrà a casa i fratelli e il denarosufficiente a uscire per sempre dalla situazione di povertà.L’IT Manager è un Pollicino dei giorni nostri, il più piccolo fra i manager in azienda che, in un contesto dicrisi, a volte rischia di sentirsi come abbandonato nella selva oscura del proprio modello di business, privatodi riferimenti strategici, organizzativi e operativi sufficientemente chiari.La sua naturale vocazione ad osservare l’azienda per processi orizzontali lo spinge per primo a cercare diritrovare il sentiero della competitività, ma nella maggior parte dei casi anziché sassolini si ritrova in manosolo poche briciole. E il terribile orco del mercato da affrontare.La proposta formativa si caratterizza per concretezza e pragmatismo ma, soprattutto, per la capacità diascoltare i bisogni delle aziende, definendo insieme risposte e soluzioni attraverso una formulaparticolarmente fresca e creativa.Infatti i contenuti teorici e formativi presentati in aula (riposizionamento strategico, definizione del modello dibusiness, gestione della conoscenza, change management) verranno contestualizzati nella singola aziendaattraverso un “project work” individuale: l’IT Manager verrà affiancato nella definizione e formalizzazione diun concreto progetto di cambiamento da discutere e condividere con il proprio management.Non solo briciole per Pollicino.Docenza- Ing. Fabio Candussio, docente di Sistemi Informativi Aziendali presso la Facoltà di Ingegneria di Udine econsulente sulle tematiche di organizzazione, operations e IT presso Campus Consulting- Ing. Mauro De Bona, docente di Economia e Organizzazione Aziendale presso la Facoltà di Ingegneria diUdine e consulente sulle tematiche di strategia, organizzazione e innovazione aziendale presso CampusConsultingDate e orariVenerdì 28 ottobre, venerdì 4 novembre e venerdì 11 novembre 2011, più un giorno presso ogni aziendapartecipante a seconda della disponibilità, dalle ore 9.00 alle ore 18.00SedeConfindustria Udine - Palazzo Torriani - Largo Carlo Melzi, 2 UdineQuote individuali di partecipazioneAziende associate: € 800,00 + IVAAziende non associate: € 1000,00 + IVAIl corso è finanziabile attraverso FONDIMPRESA
    • Colazione di lavoro: compresaNel caso di iscrizione non finanziata, qualora l’azienda iscriva più di una persona, sull’importo complessivo siapplica uno sconto del 10%,Segreteria organizzativaOrganizzatore: Confindustria UdineReferente: Area Innovazione, Energia e Qualità tel. 0432276228 fax 0432276225 e-mail: tecnologie@confindustria.ud.itPROGRAMMA DIDATTICOPrimo modulo (venerdì 28 ottobre 2011)Strategia e Modello di BusinessContesto e Obiettivi :Le aziende (in particolare le piccole e medie imprese) incontrano oggi più che mai serie difficoltà aconservare e accrescere il proprio vantaggio competitivo. Ciò accade dopo anni in cui si è già operato intermini di riduzione dei costi, di ottimizzazione dei processi e di eliminazione degli sprechi, di introduzione disistemi di qualità.Quindi, non si tratta di intervenire solo su strutture e processi, ma è necessario probabilmente pensare ad unriposizionamento strategico dell’azienda sul mercato e, soprattutto, saper declinare gli obiettivi strategici inun Business Model coerente e sostenibile.Soprattutto per l’IT Manager, chiamato ad una visione orizzontale dei processi aziendali, si rivela difondamentale importanza sviluppare una profonda capacità di analisi e di ri-definizione del business,ponendo le basi per un percorso di autentica innovazione.Contenuti e tematiche :• Strategia aziendale : elementi base• Introdurre i capisaldi di un strategia aziendale• Le strategie competitive di base• Strategia voluta, deliberata, emergente• Il riposizionamento strategico• Quando è necessario il riposizionamento strategico?• Metodi innovativi per la valutazione dei punti di forza e di debolezza e delle potenzialità di un’azienda: Instant Rating e IDON• Presentazione di un caso aziendale• Definire un Business Model coerente per la propria azienda• Un potente strumento per analizzare i modelli di business: Value Building• I principali elementi per la definizione di un Business Model coerente: Value Proposition, segmenti di mercato, canali, alleanze, competenze e risorse, processi chiave, cultura organizzativa, costi e ricavi.Secondo modulo (venerdì 28 ottobre 2011)Gestione della conoscenza, Open Innovation e Change ManagementContesto e Obiettivi :Oggi, da un punto di vista strategico per le aziende la conoscenza è considerata la risorsa più importante el’apprendimento la capacità più importante. Molti imprenditori e manager sono certi che il vantaggiostrategico derivi da un migliore utilizzo del proprio capitale di conoscenza (su clienti, concorrenti, prodotti,ecc.), ma non sanno come creare un link esplicito tra obiettivi strategici, cultura organizzativa e gestionedella conoscenza.La crescente complessità del contesto competitivo suggerisce l’adozione di nuove metodologie peridentificare, sfruttare e integrare la conoscenza interna ed esterna e creare le premesse per una realeinnovazione del business (“open innovation”).Ma, soprattutto, richiede che l’IT Manager si faccia portatore di una cultura nuova, orientata al cambiamento,che consenta all’azienda di innovare in modo autentico i propri prodotti e processi.Contenuti e tematiche :• La gestione della conoscenza come leva competitiva• I capitali intangibili come autentico potenziale di crescita e sviluppo• Le risorse di conoscenza e le forme culturali per crearla e condividerla• Pratiche e processi: come fare leva sulla conoscenza posseduta• Strumenti e tecnologie: come supportare la conoscenza posseduta• Il ciclo di gestione della conoscenza: dall’acquisizione all’applicazione• Complessità e innovazione• Complessità e Innovazione: “viviamo in tempi esponenziali”• Dalla “Closed Innovation” al nuovo paradigma della “Open Innovation”
    • • Innovazione aperta: classificazione dei principali modelli e analisi dei relativi elementi caratterizzanti• Dalla teoria alla pratica: alcuni casi studio• Creatività e gestione del cambiamento• Creatività individuale e creatività organizzativa• Dallo sviluppo della creatività in azienda alla gestione del cambiamento• Crisi organizzativa e necessità del cambiamento• Innescare, favorire e gestire i processi di cambiamentoTerzo modulo (venerdì 4 novembre 2011)L’azienda orientata ai processiContesto e Obiettivi :La crescente complessità dei mercati crea continuamente nuove opportunità e nuovi rischi per le aziende,chiamate a una sempre maggiore flessibilità e capacità di adattarsi al cambiamento.Sopravvivenza, sviluppo e successo di un’organizzazione sono dunque condizionati dalla capacità dipianificare, disegnare, gestire, documentare, misurare, modificare e innovare i propri processi principali.Non sempre è facile: tradizionalmente le aziende sono costruite su strutture funzionali, incapaci di pensare“per processi” e dunque poco flessibili innanzi a nuove prospettive organizzative che impattano sui risultati.L’IT manager, in tale contesto, ricopre un ruolo chiave: guidare la propria azienda verso un nuovo modo dipensare ed operare, orientato non all’efficienza della singola funzione ma all’intera catena del valore.Contenuti e tematiche :• Azienda e processi• Strutture organizzative aziendali: dalle funzioni ai processi di business• Il ciclo di vita di un processo• Analizzare i processi e l’orientamento al valore• Documentare e gestire i processi: Business Process Management• Reingegnerizzare i processi• I processi orientati al valore• Processi e sistema informativo aziendale• Analisi dei gap informativi nella gestione dei processi a valore• Sistemi operazionali e sistemi informazionali• Definizione di un modello semplificato per valutare – in modo prototipale – una possibile roadmap di intervento nel proprio contesto aziendaleQuarto modulo (venerdì 4 novembre 2011)Definire, proporre e gestire un progettoContesto e Obiettivi :La perdita di competitività di molte aziende deriva a volte non dalla mancanza di idee, non dalla scarsacreatività, ma dalla incapacità di attuare i progetti di cambiamento organizzativo, dalla difficoltà nel definire leresponsabilità, le azioni, le tempistiche.Per questo, negli ultimi anni, molti osservatori hanno identificato nell’IT manager il ruolo strategico di “agentedel cambiamento”, fondato sulla sua presenza orizzontale rispetto ai processi organizzativi e sulla suacapacità di governo e controllo degli strumenti informatici attraverso i quali l’azienda acquisisce, controlla edistribuisce conoscenza.I progetti di cambiamento vanno però gestiti in modo corretto, perché progetti privi di obiettivi, tempi e costichiari sono destinati a fallire o a minare la competitività delle aziende. Il Project Management fornisce unframe work di riferimento per affrontare coerentemente tutte le problematiche correlate alla gestione deiprogetti.Contenuti e tematiche :• Principali elementi di un progetto di cambiamento• Declinare gli obiettivi strategici in una roadmap sostenibile• Il ciclo di vita di un progetto• Sostenibilità tecnica, culturale ed economico-finanziaria• Organizzare un team di progetto• Leader o manager?• Selezione e motivazione del team di progetto• Gestione dei gruppi, delle riunioni, dei conflitti• Gestione, pianificazione e controllo del progetto• Definizione del piano di progetto e avvio delle attività• Strumenti e tecniche di supporto alla gestione del progetto• Dimostrare i risultati di progetto: analisi e definizione di un sistema per la misura delle prestazioni coerente con gli obiettivi strategici aziendali
    • Quinto modulo (venerdì 11 novembre 2011)Progettare il cambiamentoContesto e Obiettivi :Le informazioni sono diventate il fattore più importante e più strategico per la corretta gestione e lo sviluppodi un impresa, qualsiasi sia il settore di appartenenza e qualsiasi sia la sua dimensione. Questi dati sono incontinuo aumento e nei prossimi anni assisteremo ad una crescita esponenziale, legata alle nuovetecnologie, che entreranno in maniera sempre più pervasiva nell’attività professionale quotidiana. Risultaperciò determinante attuare la giusta strategia, il giusto approccio, per non farsi travolgere dalle necessità eper garantire sempre maggiori possibilità ed opportunità all’azienda.Contenuti e tematiche (in collaborazione con Nordest Servizi):• Ottimizzare l’infrastruttura• Riduzione dei tempi di gestione e mantenimento• Consolidamento della struttura Hw e Sw• Virtualizzazione server e client• Cloud Computing, come, quando e perchè• Business analytics• Definire i dati strategici e renderli disponibili a chi di dovere• Migliorare ed automatizzare l’integrazione di sistemi e applicazioni• Realizzare efficaci sistemi di work-flow• Processi di collaborazione• Applicazioni “On Demand” all’interno e all’esterno dell’azienda• Efficaci soluzioni di “Mobility”• Gestire la sicurezzaSesto modulo (venerdì 11 novembre 2011)Le prossime sfideContesto e Obiettivi :L’evoluzione e la trasformazione che l’IT sarà chiamata a sostenere e gestire nel prossimo futuro. Scenari etecnologie che entreranno a far parte del nostro quotidiano.Contenuti e tematiche :• La visione e le opinioni di un brand di riferimento (intervento a cura di Alessandro de Bartolo, IT Specialist)Settimo modulo (Un intervento “sul campo” - (4 ore) - per ogni azienda, fra novembre e dicembre 2011, aseconda della disponibilità delle persone coinvolte)Project workObiettivi :Sviluppare in azienda un “project work” con l’IT Manager, coinvolgendo eventualmente nell’idea progettualekey users, collaboratori e partner in grado di accrescere in modo significativo l’efficienza e l’efficacia nelladefinizione del percorso di cambiamento dei processi organizzativi.Contenuti e tematiche :Modelli, sistemi e temi saranno specificatamente affrontati e discussi sulla base delle caratteristiche e delleesigenze delle singole realtà aziendali.Ottavo modulo (Un intervento “sul campo” - (4 ore) - per ogni azienda, fra novembre e dicembre 2011, aseconda della disponibilità delle persone coinvolte)Redazione dell’ipotesi progettualeObiettivi :Supportare l’IT manager nella stesura di una “roadmap di cambiamento” che possa tradurre quantoanalizzato e condiviso durante il “project work” (modulo 5) in un percorso di innovazione concreto esostenibile, da presentare all’imprenditore o al management di riferimento.Contenuti e tematiche :Redazione di un documento che sintetizzi i contenuti condivisi al termine del “project work”, orientato allareingegnerizzazione dei processi, all’innovazione strategica-organizzativa e alla valorizzazione dei sistemiinformativi a supporto del business aziendale.
    • SCHEDA D’ISCRIZIONE IT manager chiamati a riportare la propria azienda sul sentiero della competitività: un percorso concreto e orientato al valore fra innovazione, strategia, organizzazione, processi e strumenti dal 28 ottobre 2011 Da inviare al fax n. 0432 276242 entro il 18 ottobre 2011 □ barrare in caso di richiesta finanziamento FondimpresaDATI DELLAZIENDARagione sociale ………………………………………………………………………………………Via ……………………………………………..… CAP………...………… Città ………………….Settore di attività …………………………………………………………………………………………………Classe dipendenti < 20 21-50 51-100 101-250 251-500 > 500Iscritta a Confindustria Udine SI NOReferente aziendale …………………………………………………………………………………Tel. ………………………………. Fax ……………….……………… e-mail …………………….INTESTAZIONE FATTURA …………………………………………………………………………Via …………………………………….… CAP…………………… Città ………………………….P. IVA …………………………….…………………. Cod. Fiscale ……………………………….Il pagamento della quota sarà effettuato - al momento del ricevimento della nostra conferma d’iscrizione dei partecipantial corso - tramite (indicare la modalità prescelta): Bonifico bancario: UNICREDIT BANCA SPA - IBAN IT 59 Q 02008 12313 000001373887 Bonifico bancario: BANCA POPOLARE FRIULADRIA SPA – IBAN IT 03 F 05336 12300 000030046716 Bonifico bancario: CASSA DI RISPARMIO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA SPA – IBAN IT 50 Q 06340 12300 100000008345 Bonifico bancario: BANCA ANTONVENETA – IBAN IT 49 L 05044 12301 000001209330 Assegno Circolare / Bancario intestato a "Confindustria Udine" Rimessa ContantePARTECIPANTICognome e Nome …………………………………………………………….…………………Titolo di studio laurea dipl. Istituto Tecnico Ind. altro diploma dipl. media inf.Qualifica Imprenditore/Libero prof. Dirigente Quadro Impiegato OperaioArea aziendale Acquisti Amministrazione Commerciale EDP Finanza Personale Produzione Qualità Sicurezza e Ambiente TecnicaCognome e Nome …………………………………………………………….………………………Titolo di studio laurea dipl. Istituto Tecnico Ind. altro diploma dipl. media inf.Qualifica Imprenditore/Libero prof. Dirigente Quadro Impiegato OperaioArea aziendale Acquisti Amministrazione Commerciale EDP Finanza Personale Produzione Qualità Sicurezza e Ambiente TecnicaLazienda si impegna a rispettare tutte le condizioni di partecipazione previste nelle "Modalità discrizione e Condizioni dipartecipazione" riportate nell’ultima pagina del bollettino, che con la firma della presente accetta esplicitamente.Ai sensi e per gli effetti del Dlgs 196/2003 sulla privacy, i dati personali acquisiti con la presente scheda di adesione vengono trattati informa cartacea, informatica e telematica ai fini interni di Confindustria Udine e potranno essere comunicati ad altre società per gli scopidi cui alloggetto.Data ………………………….. Firma e Timbro ………………………………