Your SlideShare is downloading. ×
Chronic care model - servizi per primary care
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Chronic care model - servizi per primary care

581
views

Published on

Convegno di Business International- servizi per primary care- Chronic Care model - Christian Quaggia Direttore Vivisol Area Nord

Convegno di Business International- servizi per primary care- Chronic Care model - Christian Quaggia Direttore Vivisol Area Nord

Published in: Health & Medicine

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
581
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Quali serviziil providerHome Carepuo’ dareallamedicina di baseChristian QuaggiaDirettore Vivisol - Area Nord
  • 2. Un mondo di servizi per il mondo della sanita
  • 3. Lista di servizi
  • 4. • Servizi di centrale operativa h24• Servizi di second opinion• Servizi di telemedicina• Ambulatori dedicati per patologia• Informatizzazione e debito regionale• Controllo di gestione• Infrastruttura organizzativa
  • 5. PRE e POST CREGPRIMADal concetto di Cure Domiciliari in cui diversi attori(MMG, Specialisti, ADI, Servizi territoriali ASL, fornitori di Medical Device)concorrono a garantire la cura dell’assistito con diverse priorità
  • 6. CReG: una valenza ORGANIZZATIVA• Come azienda con una vocazione alla sanità ed ai servizi per la salute consideriamo i CReG come una opportunità• Offre l’occasione per poter sperimentare ed introdurre modelli innovativi di riorganizzazione dei processi di cura ed assistenza• L’innovazione organizzativa e tecnologica è un ineludibile passo da compiere per meglio adattare i sistemi ai complessi bisogni della cura della cronicità• La complessità organizzativa tipica dei sistemi di cura impone un continuo “sforzo” innovativo.
  • 7. La complessità della gestione della cronicità: l’infrastruttura di rete e di servizi• Occorre una infrastruttura che contenga, ordini e coordini come REGIA le risorse verso obiettivi di sistema chiari e condivisi con l’utente e la committenza• Gli sviluppi organizzativi e le tecnologie dell’informazione consentono l’utilizzo di “reti virtuali” di informazione e di cooperazione a costi bassi e con alta efficacia• Si possono costituire “catene Assistenziali” gestite in reti virtuali di cooperazione• Perseguire obiettivi di salute riorganizzando le risorse esistenti
  • 8. La diade Medico-Paziente è l’elemento essenziale di ogni processo di cura.E’ indispensabile-perseguire un aggiornamento e sviluppo del cuore del sistema di cureprimarie: la diade Medico Paziente.-evolvere le Cure primarie con il SOSTEGNO di RETI di COMPETENZE die di un’adeguata riorganizzazione dei modelli di servizi Sistema di Cure Primarie è un irrinunciabile patrimonio di salute e civiltà
  • 9. CONCLUSIONIPer ragioni economiche, di sviluppo scientifico , tecnologico, sanitariosociale e culturaleLA SFIDA DELLA COMPLESSITÀ È INELUDIBILECome per ogni sfida evolutivaaffrontarla in una prospettiva di cambiamento e sviluppoè l’unica alternativa all’involuzione ed al declino.