Dalla prima ricerca
dell’Osservatorio
Permanente sul
Coworking
Come si presentano i
Cowo Manager?
CHE COS’è
L’OSSERVATORIO?
È un lavoro di ricerca, per approfondire con criteri scientifici l'impatto
del lavoro che Cowo s...
Questa analisi è stata fatta attraverso delle interviste
effettuate via Skype agli Host dei coworking affiliati
alla rete ...
La genesi dei coworking
Dai racconti delle esperienze di
coworking emerge come
denominatore comune il ritenerle la
miglior...
Per molti di questi pionieri, dalla lunga vista
e dalle grandi prospettive, è stata una
gradita sorpresa scoprire come il ...
Problemi riscontrati
Il primo problema che gli host si trovano a
fronteggiare all’interno dei loro coworking è
quello dell...
Il valore aggiunto
Le interviste delineano come il vero valore del
coworking esploda proprio nella creazione delle
sinergi...
Vi sono storie di progetti concreti nati tanto dalla
complementarietà quanto dalla diversità di approccio tra i
coworker, ...
Work in progress
Essendo venuta a contatto con queste realtà mi è stata
data la possibilità di conoscere anche idee in via...
Il filo comune che lega tutte queste
esperienze è sicuramente la comune
linea di innovazione che perseguono.
In tutto ciò ...
“Viviamo in questo mondo per
imparare e illuminarci l’un l’altro”
Wolfgang Amadeus Mozart
Grazie per l’attenzione!
Grazia Virgintino
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

CowoCamp14: la presentazione di Grazia Virgintino (Università Cattolica) su "Come si raccontano i Cowo Manager?".

781 views
643 views

Published on

Presentazione tenuta da Grazia Virgintino (Università Cattolica) al 5° Barcamp Nazionale sul Coworking - CowoCamp14, organizzato da Cowo a Milano il 28/6/2014.

Published in: Marketing
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
781
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
231
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

CowoCamp14: la presentazione di Grazia Virgintino (Università Cattolica) su "Come si raccontano i Cowo Manager?".

  1. 1. Dalla prima ricerca dell’Osservatorio Permanente sul Coworking Come si presentano i Cowo Manager?
  2. 2. CHE COS’è L’OSSERVATORIO? È un lavoro di ricerca, per approfondire con criteri scientifici l'impatto del lavoro che Cowo sta svolgendo dal 2008 nelle realtà in cui i coworking operano La ricerca è diretta e supervisionata da Ivana Pais, ricercatrice in Sociologia Economica dell’Università Cattolica di Milano Fornirà dei dati, utili per presentazioni e divulgazione Insegnerà buone pratiche ed errori da evitare, grazie alla condivisione delle informazioni Ispirerà nuove idee Permetterà di avere materiale utile per la pubblicazione in rete Farà capire meglio aspetti che magari, presi dagli impegni quotidiani, non si vedono
  3. 3. Questa analisi è stata fatta attraverso delle interviste effettuate via Skype agli Host dei coworking affiliati alla rete Cowo. Essi ci hanno permesso così di conoscere le varie realtà nella loro totalità, dalla genesi alla curiosità, passando attraverso problemi e progetti in modo da avere la visione del fenomeno in tutti i suoi aspetti.
  4. 4. La genesi dei coworking Dai racconti delle esperienze di coworking emerge come denominatore comune il ritenerle la migliore scommessa mai fatta, più che su se stessi sulle persone e le relazioni lavorative che ne sono nate. Una community, un network all’interno del quale scorre linfa vitale, attraverso l’ascolto e la propositività.
  5. 5. Per molti di questi pionieri, dalla lunga vista e dalle grandi prospettive, è stata una gradita sorpresa scoprire come il coworking potesse essere vero nel senso delle sinergie. Il filo comune che lega molti è l’incoscienza iniziale con cui si sono lanciati in un progetto che si è poi plasmato sotto le loro mani diventando di valore: IL VALORE AGGIUNTO.
  6. 6. Problemi riscontrati Il primo problema che gli host si trovano a fronteggiare all’interno dei loro coworking è quello della chiusura mentale, o meglio della concezione legata alla tradizione del proprio ufficio, della proprietà in senso stretto. Spesso si riscontra un vero e proprio problema culturale, che andrebbe abbattuto. Bisognerebbe entrare nell’ottica dell’importanza produttiva dell’incontro delle relazioni e dello scambio. “Educare” la gente a stare insieme e a condividere.
  7. 7. Il valore aggiunto Le interviste delineano come il vero valore del coworking esploda proprio nella creazione delle sinergie che nascono per scambio e affinità di idee. In molti non sono ancora arrivati al pareggio del bilancio e quando gli viene chiesto dove ci guadagnano la risposta è sempre la stessa: “IL GUADAGNO STA NELLA CREAZIONE DI UNA COMMUNITY CHE, DANDOSI UNA MANO VICENDEVOLMENTE, PORTA ALLA GENERAZIONE DI PROGETTI COMUNI, CHE A LORO VOLTA PORTERANNO CON SE INTROITI”
  8. 8. Vi sono storie di progetti concreti nati tanto dalla complementarietà quanto dalla diversità di approccio tra i coworker, che hanno portato con sè non solo una crescita comune e ad esperienze indimenticabili ma alla valorizzazione del lavoro. Ci si incontra davanti al caffè e si scambiano idee, il mero guadagno non cambia la vita mentre una relazione potrebbe farlo. Questi professionisti liberi, un po’più di liberi professionisti, sono quelle persone che credono in quello che fanno e che grazie allo spiccato senso di libertà non hanno paura di lavorare in un ambiente dove ci sono gli altri che fanno il loro stesso lavoro.
  9. 9. Work in progress Essendo venuta a contatto con queste realtà mi è stata data la possibilità di conoscere anche idee in via di progettazione, una delle più comuni è quella di allargare lo spazio e aumentare le postazioni. Un’altra idea è quella di rendere il coworking un posto dove fare eventi, incontrare persone e idee nuove, usare questo spazio per iniziare a parlare di FabLab, quindi fare cultura, formazione e concretizzazione dei progetti. Rendere il coworking una fucina di idee e progetti, far diventare le idee qualcosa di più. L’innovazione deve essere coltivata, deve crescere e svilupparsi. IL COWORKING È IL NUOVO MODO DI LAVORARE.
  10. 10. Il filo comune che lega tutte queste esperienze è sicuramente la comune linea di innovazione che perseguono. In tutto ciò emerge come il vero valore sia il capitale umano, quell’insieme che comprende le energie, le facoltà e le abitudini che contribuiscono direttamente all’efficienza produttiva degli uomini.
  11. 11. “Viviamo in questo mondo per imparare e illuminarci l’un l’altro” Wolfgang Amadeus Mozart
  12. 12. Grazie per l’attenzione! Grazia Virgintino

×