• Save
Alimentazione e pubblicità
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Alimentazione e pubblicità

on

  • 3,208 views

 

Statistics

Views

Total Views
3,208
Views on SlideShare
3,008
Embed Views
200

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 200

http://www.orientafuturo.altervista.org 199
http://orientafuturo.altervista.org 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Alimentazione e pubblicità Alimentazione e pubblicità Presentation Transcript

  • Laboratorio: “La corretta Alimentazione” Una sana alimentazione soprattutto nel periodo della crescita è fondamentale per consentire uno sviluppo armonico e regolare. A tale proposito è auspicabile eliminare o ridurre al minimo il danno derivante da eventuali errate abitudini alimentari.
  • Laboratorio: “La corretta Alimentazione” La dieta mediterranea
  • Laboratorio: “La corretta Alimentazione” Nell'arco della giornata è necessario ripartire l'introduzione degli alimenti fra i vari pasti. La figura qui sotto aiuta a capire in che percentuale gli alimenti devono essere ripartiti tra i vari pasti. 
  • Laboratorio: “La corretta Alimentazione” Nella  scelta  del tipo e  della quantità degli alimenti  da inserire in una  corretta  giornata alimentare,  uno strumento utile è rappresentato dalla piramide alimentare , La piramide è la rappresentazione grafica delle linee guida di una corretta alimentazione; non fornisce rigide prescrizioni ma, più in generale, consente di scegliere un'alimentazione sana, equilibrata, adatta a ciascuno senza escludere nessun alimento.   
  • Laboratorio: “La corretta Alimentazione” Gli alimenti rappresentati nella piramide sono stati suddivisi in 5 gruppi nutrizionali ognuno dei quali apporta specifici nutrienti. Cosa preferire tra gli alimenti presenti in ciascun gruppo?
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” ANALISI DELLE PUBBLICITA’: I MECCANISMI PER RENDERCI BUONI CONSUMATORI
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” Per pubblicità si intende l’attività di comunicazione attraverso la quale si rende pubblico e si dà notorietà ad un prodotto. L’ obiettivo principale della pubblicità è suscitare l’interesse dei consumatori verso un nuovo prodotto e indurre all’acquisto. Il messaggio pubblicitario comincia a creare nel consumatore la fiducia all’utilizzo di una marca solida per il futuro.
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” MI FIDO DI TE In pubblicità la fiducia si acquista con un processo graduale. Si è dimostrato, in base a ricerche, che un consumatore che ha comprato un prodotto una volta è più disposto a prestare attenzione a quel prodotto, perché sente la necessità di dimostrare a se stesso che la sua scelta è stata giusta e il prodotto merita di essere usato.
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” Come è fatto e come funziona un messaggio pubblicitario? Un messaggio pubblicitario deve essere notato in mezzo a una miriade di messaggi dello stesso tipo, deve perciò avere una certa forza di impatto , che gli consenta di sollecitare l’attenzione del pubblico. Una volta notato deve riscuotere un certo interesse per chi lo guarda, divertendo, emozionando, ma soprattutto informandolo sul benefit del prodotto (vantaggi che l’ utilizzatore può ricavare da esso).
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” A questo punto il messaggio deve creare identificazione , le persone devono potersi immedesimare nei testimonial: mamma, bambini a scuola, ragazzi. Il messaggio ricevuto veicola così l ’ informazione , attraverso la quale apprendiamo le qualità del prodotto, di cosa è fatto, come si usa. L’insieme di questi effetti mira a produrre convinzione , cioè la creazione di un desiderio o falso bisogno nei confronti di quel prodotto, e quindi dando l’impulso all’acquisto.
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” Nella pubblicità sono molto importanti i colori utilizzati: Il colore narra la qualità della merce da pubblicizzare Il colore ROSSO si utilizza principalmente per promuovere giochi, automobili, articoli relativi allo sport ed all’attività fisica. Colpisce fortemente l’occhio umano e serve per indirizzare velocemente la persona a scegliere quel prodotto. Disturba e fa agire velocemente, perciò è largamente usato nei fast-food, dove il segreto è il ricambio veloce di clienti consumatori.
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” Il GIALLO e l’ ARANCIONE catturano l’attenzione del consumatore tra gli scaffali o su i cartelloni, è utile quindi sottolineare con questi colori dei particolari importanti. Il giallo è considerato un colore dinamico, non è il caso di usarlo per prodotti maschili prestigiosi o costosi: quasi nessuno comprerà una Mercedes o un doppiopetto gialli. L’ arancione riscuote un buon successo per la promozione di prodotti alimentari e giocattoli.
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” L’ AZZURRO si può usare per promuovere i prodotti e i servizi relativi alla pulizia, all’aria ed al cielo, come linee aeree, aeroporti, condizionatori d’aria, all’ acqua e al mare per depliant di viaggi o per il packaging dell’acqua minerale. Non si usa l’azzurro per gli alimenti, perché influisce togliendo l’appetito. Ottima resa anche su i prodotti high-tech, anche se il BIANCO ne suggerisce l’ uso agevole.
  • Laboratorio: “Analisi delle pubblicità” Il colore NERO decanta l’alta qualità di un prodotto. Associato all’ ORO si usa per dare senso di ricercatezza e raffinatezza. Largamente impiegato è il colore VERDE nello sponsorizzare prodotti sanitari o a uso medico. Nel linguaggio comune è il lasciapassare (semaforo), e pertanto suggerisce che quel prodotto gode di controlli, di speciali permessi, dice “io sono sicuro”(es. prodotti biologici). Il verde scuro è associato comunemente ai soldi, il mondo finanziario, le operazioni bancarie.
  • Laboratorio II° quadrimestre: Come la pubblicità influenza le nostre abitudini alimentari?