Osservatorio Confcommercio FVG - II trimestre

  • 193 views
Uploaded on

Osservatorio trimestrale sull’andamento delle imprese del terziario …

Osservatorio trimestrale sull’andamento delle imprese del terziario
Centro studi Confcommercio Friuli Venezia Giulia
2012 secondo trimestre
rapporto di ricerca

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
193
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. osservatorio trimestrale sull’andamento delle imprese del Trieste, 17 luglio 2012terziario (rif. 2011-209fv II trim R03)centro studi confcommerciofriuli venezia giulia2012 secondo trimestrerapporto di ricerca
  • 2. agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. clima di fiducia 3. andamento congiunturale 4. fabbisogno finanziario 5. osservatorio sul credito 6. focus di approfondimento 7. metodo 8. backup Trieste, 17 luglio 2012 | 2
  • 3. considerazioni generali di sintesi |• Nel secondo trimestre del 2012 si assiste ad un lieve miglioramento, sia pure in un quadro ancora molto negativo, del CLIMA DI FIDUCIA delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi (terziario) residenti nel Friuli Venezia Giulia. Secondo gli imprenditori è migliorato leggermente l’andamento dell’economia italiana e l’andamento delle proprie imprese.• A LIVELLO CONGIUNTURALE peggiora l’andamento dei ricavi (-34,6 contro il precedente -26,3). In miglioramento l’andamento dell’occupazione (-5,7 contro -14,0). Migliora leggermente l’andamento dei prezzi praticati dai fornitori alle imprese del terziario, mentre peggiora l’andamento del ritardo nei pagamenti da parte dei clienti.• Migliora leggermente, pur in un quadro di grande difficoltà, l’indicatore relativo alla capacità delle imprese del terziario nel riuscire a fare fronte al proprio FABBISOGNO FINANZIARIO nel trimestre. Nei mesi di aprile, maggio e giugno il saldo passa da -23,8 a -10,2.• Per quanto concerne i RAPPORTI CON LE BANCHE, nel Friuli Venezia Giulia la percentuale delle imprese del terziario che nei mesi di aprile, maggio e giugno si sono rivolte alle banche per chiedere credito sono state il 21,5%, contro il 16,7% del primo trimestre. Nell’ambito di tale percentuale il 56,3% ha ottenuto il credito con un ammontare pari o superiore rispetto a quello richiesto, l’8,3% lo ha ottenuto, ma con un ammontare inferiore, il 14,5% ha visto rifiutarsi la propria domanda di credito. Trieste, 17 luglio 2012 | 3
  • 4. agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. clima di fiducia 3. andamento congiunturale 4. fabbisogno finanziario 5. osservatorio sul credito 6. focus di approfondimento 7. metodo 8. backup Trieste, 17 luglio 2012 | 4
  • 5. fiducia | principali evidenzeCLIMA DI FIDUCIA: L’ANDAMENTO DELL’ECONOMIA ITALIANA SECONDO L’OPINIONEDELLE IMPRESE DEL TERZIARIO•Peggiora leggermente il giudizio delle imprese del terziario del Nord Est sull’andamentodell’economia italiana (da -66,9 a -70,6). L’andamento negativo si conferma anche prospetticamenteper i mesi di luglio, agosto e settembre.•Migliora, sia pure in un quadro ancora fortemente negativo, il giudizio sull’andamento dell’economiaitaliana nel secondo trimestre del 2012 secondo l’opinione delle imprese del terziario del FriuliVenezia Giulia (da -58,8 a -45,6). Lo stesso trend, anche se in misura meno marcata, si manifestaanche per il prossimo trimestre (da -24,8 a -20,8).•Il giudizio “meno negativo” sull’andamento dell’economia italiana nel secondo trimestre dell’anno èrisultato quello delle imprese del terziario delle province di Udine (più convinto) e di Pordenone, conparticolare riferimento in questo ultimo caso alla prospettive non positive manifestate per i mesi estivi.Il dato peggiore, in termini di fiducia è quello fatto registrare dalle imprese di Gorizia e di Trieste.CLIMA DI FIDUCIA: L’ANDAMENTO DELLE IMPRESE DEL TERZIARIO•Peggiora il giudizio sull’andamento dell’economia della “propria impresa” presso le imprese del NordEst nel secondo trimestre 2012. Un ulteriore peggioramento è previsto anche per i prossimi mesi diluglio, agosto, settembre. Trieste, 17 luglio 2012 | 5
  • 6. fiducia | principali evidenze• Sostanzialmente stabile il clima di fiducia con riferimento all’andamento delle “proprie” imprese. Il saldo fatto registrare dalle imprese del Friuli Venezia Giulia per il secondo trimestre dell’anno è risultato pari a -33,7, rispetto al precedente -32,8. Desta un qualche genere di preoccupazione il forte peggioramento delle attese a tre mesi circa l’andamento delle imprese: il saldo passa infatti dal precedente -2,2 a -11,4.• Il clima di fiducia delle imprese del terziario con riferimento all’andamento della propria impresa peggiora nel secondo trimestre in prevalenza nei territori di Gorizia, di Pordenone e di Trieste. L’andamento del clima di fiducia risulta migliore presso le imprese del territorio di Udine, mentre le imprese di Pordenone e di Trieste manifestano un qualche genere di preoccupazione anche per i mesi di luglio, agosto e settembre. Trieste, 17 luglio 2012 | 6
  • 7. fiducia | andamento dell’economia italiana Migliora, sia pure in un quadro ancora fortemente negativo, il giudizio sull’andamento dell’economia italiana nel secondo trimestre del 2012 secondo l’opinione delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia (da -58,8 a -45,6). Lo stesso trend, anche se in misura meno marcata, si manifesta anche per il prossimo trimestre (da -24,8 a -20,8). ATTUALE PROSPETTICA Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia 76,1PERCENTUALI 51,6 47,0 22,4 1,4 1,5 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà Terziario Friuli Venezia Giulia -45,6 Terziario Friuli Venezia Giulia -20,8SALDI precedente (2012 I trimestre): -58,8 precedente (2012 I trimestre): -24,8 Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: A suo giudizio la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è…? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Prospettica: Ritiene che la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, nei prossimi tre mesi, rispetto al trimestre attuale…? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 7
  • 8. fiducia | andamento dell’economia italiana …l’opinione delle imprese del terziario del Nord Est Peggiora leggermente il giudizio delle imprese del terziario del Nord Est sull’andamento dell’economia italiana (da -66,9 a -70,6). L’andamento negativo si conferma anche prospetticamente per i mesi di luglio, agosto e settembre. congiuntura 2012 II trimestre previsione 2012 III trimestre Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori)100,0 100,0 Italia Italia 80,0 80,0 Nord Est Nord Est 60,0 60,0 40,0 40,0 20,0 20,0 0,0 0,0 -20,0 -20,0 -40,8 -40,0 -40,0 -70,6 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0-100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11OCC I TA -79,8 -71,5 -54,6 -25,7 -28,5 -29,0 -26,8 -21,1 -12,1 -12,2 -13,2 -53,6 -74,5 -72,8 -74,1 OCC I TA -53,0 -15,0 -13,7 5,6 -14,9 -4,1 -9,0 -4,2 -3,4 -1,7 -4,5 -29,9 -35,7 -36,0 -37,3 migliore 1,8 2,2 6,7 14,0 6,4 6,7 9,0 9,9 9,2 6,9 12,2 5,3 1,7 0,9 0,6 migliore 7,3 15,9 18,4 25,0 7,3 14,2 14,4 11,9 11,7 15,9 13,4 10,1 5,5 7,0 1,6 uguale 15,9 22,3 30,2 44,4 58,1 57,6 55,0 58,6 65,6 72,8 60,7 35,1 22,1 25,5 24,6 uguale 28,5 43,8 41,6 41,9 68,5 66,2 59,2 70,6 65,7 62,3 64,9 47,1 53,3 50,0 59,4peggiore 81,6 73,7 61,3 39,7 34,9 35,6 35,9 31,1 21,2 19,1 25,4 58,9 76,2 73,7 74,7 peggiore 60,3 30,9 32,1 19,3 22,2 18,3 23,4 16,1 15,0 17,6 17,9 40,0 41,2 43,0 39,0OCC NE -77,5 -71,0 -46,6 -20,5 -17,4 -31,5 -27,6 -11,3 -9,5 -4,4 -9,1 -44,9 -73,7 -66,9 -70,6 OCC NE -54,3 -16,6 -12,7 10,1 -7,2 -1,7 -4,4 1,3 -4,1 7,6 0,6 -25,8 -26,2 -28,6 -40,8 migliore 0,5 2,9 9,5 17,5 10,6 7,4 10,7 12,1 8,4 10,6 12,0 6,8 2,1 0,9 1,0 migliore 8,9 14,8 16,9 30,6 10,8 15,7 17,9 12,6 11,4 15,8 12,1 12,1 4,9 8,5 1,2 uguale 19,6 21,7 32,4 43,1 61,3 53,6 50,4 63,3 69,9 73,4 65,2 40,6 22,2 31,2 27,5 uguale 23,0 49,4 45,9 40,6 69,5 66,1 58,2 75,6 63,2 72,6 72,0 45,8 63,9 54,4 56,7peggiore 78,0 73,9 56,1 38,0 28,0 38,9 38,4 23,4 17,9 15,0 21,1 51,7 75,8 67,8 71,5 peggiore 63,1 31,4 29,6 20,5 18,0 17,5 22,3 11,2 15,5 8,2 11,6 38,0 31,1 37,1 42,1 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Congiuntura: A suo giudizio la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è…? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Previsione: Ritiene che la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, nei prossimi tre mesi, rispetto al trimestre attuale…? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 8
  • 9. fiducia | andamento dell’economia italiana … analisi per territorio Il giudizio “meno negativo” sull’andamento dell’economia italiana nel secondo trimestre dell’anno è risultato quello delle imprese del terziario delle province di Udine (più convinto) e di Pordenone, con particolare riferimento in questo ultimo caso alla prospettive non positive manifestate per i mesi estivi. Il dato peggiore, in termini di fiducia è quello fatto registrare dalle imprese di Gorizia e di Trieste. ATTUALE PROSPETTICAPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Migliorata 1,2 2,8 ,0 1,3 Migliorata 2,6 3,2 1,1 ,5 Rimasta Rimasta 43,2 48,9 49,7 56,0 71,1 66,4 72,0 84,4 invariata invariata Peggiorata 55,6 48,2 50,3 42,7 Peggiorata 26,3 30,4 26,9 15,0 0,0 0,0 -10,0 -10,0 -20,0 -20,0 -14,5 -30,0 -30,0 -23,7 χ = -20,8 -27,2 -25,8SALDI -40,0 -40,0 -50,0 -41,4 χ = -45,6 -50,0 -45,4 -50,3 -60,0 -54,4 -60,0 -70,0 -70,0 -80,0 -80,0 -90,0 -90,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: A suo giudizio la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è…? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Prospettica: Ritiene che la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, nei prossimi tre mesi, rispetto al trimestre attuale…? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 9
  • 10. fiducia | andamento delle imprese Sostanzialmente stabile il clima di fiducia con riferimento all’andamento delle “proprie” imprese. Il saldo fatto registrare dalle imprese del Friuli Venezia Giulia per il secondo trimestre dell’anno è risultato pari a -33,7, rispetto al precedente -32,8. Desta un qualche genere di preoccupazione il forte peggioramento delle attese a tre mesi circa l’andamento delle imprese: il saldo passa infatti dal precedente -2,2 a -11,4. ATTUALE PROSPETTICA Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia GiuliaPERCENTUALI 71,6 47,1 43,3 19,9 9,6 8,5 Migliorato Rimasto invariato Peggiorato Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà Terziario Friuli Venezia Giulia -33,7 Terziario Friuli Venezia Giulia -11,4SALDI precedente (2012 I trimestre): -32,8 precedente (2012 I trimestre): -2,2 Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Come giudica l’andamento economico generale della Sua impresa negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti…? Migliorato, Rimasto invariato, Peggiorato. Prospettica: Ritiene che l’andamento economico generale della Sua impresa nei prossimi tre mesi …? Migliorerà, Resterà invariato, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 10
  • 11. fiducia | andamento delle imprese …l’opinione delle imprese del terziario del Nord Est Peggiora il giudizio sull’andamento dell’economia della “propria impresa” presso le imprese del Nord Est nel secondo trimestre 2012. Un ulteriore peggioramento è previsto anche per i prossimi mesi di luglio, agosto, settembre. congiuntura 2012 II trimestre previsione 2012 III trimestre Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori)100,0 100,0 Italia Italia 80,0 80,0 Nord Est Nord Est 60,0 60,0 40,0 40,0 20,0 20,0 0,0 0,0 -20,0 -20,0 -41,7 -20,0 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0-100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11OCC I TA -40,2 -45,6 -37,1 -21,1 -21,0 -16,6 -13,4 -11,5 -9,2 -7,3 -8,9 -22,3 -38,5 -38,1 -44,4 OCC I TA -28,8 0,1 4,2 11,1 -6,0 10,8 7,2 1,3 0,4 1,0 -1,6 -12,5 -14,0 -12,6 -20,9 migliore 11,0 7,9 11,1 15,4 7,9 11,3 17,7 13,1 16,1 10,8 14,0 8,3 5,5 3,5 4,3 migliore 15,4 23,6 26,1 26,6 10,2 20,9 23,0 11,0 13,3 16,6 15,9 9,4 7,6 17,0 6,7 uguale 37,8 36,6 39,3 46,9 63,2 60,7 51,1 62,3 58,7 71,1 63,1 61,0 50,6 54,9 47,1 uguale 40,4 53,0 52,1 57,9 73,6 68,9 61,2 79,4 73,8 67,8 66,6 68,6 70,8 53,4 65,8peggiore 51,2 53,5 48,1 36,5 28,9 28,0 31,1 24,6 25,3 18,1 22,9 30,6 43,9 41,6 48,7 peggiore 44,2 23,4 21,8 15,5 16,2 10,1 15,8 9,6 12,9 15,6 17,5 21,9 21,6 29,6 27,6OCC NE -31,5 -36,2 -33,7 -17,6 -9,6 -9,5 -10,4 -4,9 4,7 13,9 -3,0 -19,6 -34,9 -29,6 -41,7 OCC NE -20,5 -0,7 -6,0 12,4 2,3 17,6 1,2 1,9 5,8 -15,6 10,1 -11,7 -8,2 -3,6 -20,0 migliore 11,0 9,3 12,4 17,2 12,5 18,6 16,9 16,3 19,6 17,5 17,6 9,5 6,1 5,3 4,5 migliore 17,6 22,3 17,6 27,3 12,9 25,5 15,5 10,1 12,6 8,6 18,4 9,9 6,1 19,6 7,8 uguale 46,6 42,8 41,2 45,7 65,3 53,4 55,9 62,5 65,5 78,9 61,8 61,5 52,9 59,8 49,4 uguale 44,2 54,7 58,7 57,7 76,5 66,7 70,1 81,6 80,7 67,1 73,4 68,6 79,5 57,2 64,5peggiore 42,5 45,5 46,1 34,8 22,1 28,1 27,2 21,2 14,9 3,6 20,6 29,1 41,0 34,9 46,2 peggiore 38,2 23,0 23,7 15,0 10,6 7,8 14,3 8,2 6,7 24,2 8,3 21,6 14,3 23,2 27,7 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Congiuntura: Come giudica l’andamento economico generale della Sua impresa negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti…? Migliorato, Rimasto invariato, Peggiorato. Previsione: Ritiene che l’andamento economico generale della Sua impresa nei prossimi tre mesi …? Migliorerà, Resterà invariato, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 11
  • 12. fiducia | andamento delle imprese … analisi per territorio Il clima di fiducia delle imprese del terziario con riferimento all’andamento della propria impresa peggiora nel secondo trimestre in prevalenza nei territori di Gorizia, di Pordenone e di Trieste. L’andamento del clima di fiducia risulta migliore presso le imprese del territorio di Udine, mentre le imprese di Pordenone e di Trieste manifestano un qualche genere di preoccupazione anche per i mesi di luglio, agosto e settembre. ATTUALE PROSPETTICAPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Migliorato 6,5 9,7 10,6 9,9 Migliorerà 12,9 8,8 4,6 9,0 Rimasto Resterà  44,8 42,6 44,2 51,4 67,8 68,1 75,3 72,6 invariato invariata Peggiorato 48,7 47,7 45,3 38,8 Peggiorerà 19,4 23,1 20,0 18,4 0,0 20,0 -10,0 10,0 0,0 -20,0 -10,0 -30,0 -6,5 -9,3 χ = -11,4 -20,0 -28,9 -14,3 -15,4 χ = -33,7SALDI -40,0 -38,0 -34,7 -30,0 -50,0 -42,1 -40,0 -60,0 -50,0 -60,0 -70,0 -70,0 -80,0 -80,0 -90,0 -90,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Come giudica l’andamento economico generale della Sua impresa negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti…? Migliorato, Rimasto invariato, Peggiorato. Prospettica: Ritiene che l’andamento economico generale della Sua impresa nei prossimi tre mesi …? Migliorerà, Resterà invariato, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 12
  • 13. agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. clima di fiducia 3. andamento congiunturale 4. fabbisogno finanziario 5. osservatorio sul credito 6. focus di approfondimento 7. metodo 8. backup Trieste, 17 luglio 2012 | 13
  • 14. congiuntura | principali evidenzeANDAMENTO DEI RICAVI•Peggiora il giudizio sull’andamento dei ricavi presso le imprese del Nord Est con riferimento ai mesidi aprile, maggio, giugno 2012 (-41,4, prima era -25,7). Le prospettive a breve termine confermano lal’andamento negativo.•In linea con quanto rilevato nell’intero territorio del Nord Est, anche le imprese del terziario del FriuliVenezia Giulia accusano un peggioramento dei “ricavi” nel corso del secondo trimestre 2012 (-34,6contro il precedente -26,3). La situazione per il prossimo futuro a tre mesi pare in qualche modostabilizzarsi facendo registrare solo un lieve peggioramento rispetto al periodo precedente.•Il peggioramento dell’andamento dei ricavi si è verificato nel secondo trimestre dell’anno inprevalenza nelle province di Gorizia, Pordenone e Trieste. Nelle province di Gorizia e Pordenone ladiminuzione dei ricavi è risultata più accentuata, in leggera controtendenza il dato relativo alleimprese di Udine, che però, insieme alle imprese di Pordenone prevedono una diminuzione dei ricavianche nel terzo trimestre dell’anno.ANDAMENTO DELL’OCCUPAZIONE•In peggioramento l’indicatore relativo all’occupazione presso le imprese del terziario del Nord Est nelcorso del secondo trimestre 2012. Anche la previsione a tre mesi conferma l’andamento negativo delfenomeno. Trieste, 17 luglio 2012 | 14
  • 15. congiuntura | principali evidenze• In controtendenza rispetto alle altre imprese del Nord Est, presso le imprese del Friuli Venezia Giulia migliora l’andamento dell’occupazione nel secondo trimestre dell’anno rispetto al primo trimestre (-5,7 contro -14,0). Il trend positivo viene confermato anche dalla previsione per il terzo trimestre dell’anno (-3,3 contro -5,9).• I territori presso i quali le imprese del commercio, del turismo e dei servizi sono riusciti a mantenere i livelli occupazionali sono quelli delle province di Trieste e di Udine, che però non confermano lo stesso andamento positivo per il terzo trimestre dell’anno. Il dato peggiore con riferimento all’occupazione è risultato quello delle imprese di Pordenone (-8,5) che però presentano anche il dato migliore in prospettiva (-1,9).PREZZI PRATICATI DAI FORNITORI• Migliora la situazione relativa ai prezzi praticati dai fornitori presso le imprese del Nord Est nel secondo trimestre 2012. La prospettiva di miglioramento si conferma anche per quanto concerne i mesi di luglio, agosto e settembre.• Analogamente a quanto rilevato in tutte le regioni del Nord Est nel secondo trimestre del 2012, migliora l’andamento dei prezzi praticati dai fornitori alle imprese del terziario anche nel territorio del Friuli Venezia Giulia. Un ulteriore miglioramento è previsto nei mesi di luglio, agosto e settembre.• L’abbassamento dei prezzi praticati dai fornitori viene segnalato ovunque nella regione nel secondo trimestre. A livello prospettico le imprese di Pordenone e di Udine segnalano una leggera ripresa del fenomeno. Trieste, 17 luglio 2012 | 15
  • 16. congiuntura | principali evidenzeRITARDI NEI PAGAMENTI DA PARTE DEI CLIENTI•Migliora leggermente la situazione relativa ai ritardi nei pagamenti da parte dei clienti presso leimprese del Nord Est nel secondo trimestre 2012. Lo stesso trend è confermato anche per i mesi diluglio, agosto, settembre.•In aumento il fenomeno del ritardo dei pagamenti da parte dei clienti delle imprese del terziario delFriuli Venezia Giulia. Nel secondo trimestre il saldo è risultato pari a 43,4 contro il precedente 32,4.L’andamento del ritardo dei pagamenti dovrebbe migliorare nel terzo trimestre dell’anno.•Le imprese del terziario di Trieste sono state quelle che più delle altre hanno sofferto del ritardo neipagamenti da parte dei clienti. In prospettiva le imprese di Pordenone e di Gorizia prevedono unpeggioramento del fenomeno. Trieste, 17 luglio 2012 | 16
  • 17. congiuntura | andamento dei ricavi In linea con quanto rilevato nell’intero territorio del Nord Est, anche le imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia accusano un peggioramento dei “ricavi” nel corso del secondo trimestre 2012 (-34,6 contro il precedente -26,3). La situazione per il prossimo futuro a tre mesi pare in qualche modo stabilizzarsi facendo registrare solo un lieve peggioramento rispetto al periodo precedente. ATTUALE PROSPETTICA Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia 76,7PERCENTUALI 48,3 43,2 15,3 8,5 7,9 Aumentati Restati invariati Diminuiti Aumenteranno Resteranno invariati Diminuiranno Terziario Friuli Venezia Giulia -34,6 Terziario Friuli Venezia Giulia -7,4SALDI precedente (2012 I trimestre): -26,3 precedente (2012 I trimestre): -6,3 Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, i ricavi della Sua impresa rispetto al trimestre precedente sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, prevede che i ricavi della Sua impresa …? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. Trieste, 17 luglio 2012 | 17
  • 18. congiuntura | andamento dei ricavi …l’opinione delle imprese del terziario del Nord Est Peggiora il giudizio sull’andamento dei ricavi presso le imprese del Nord Est con riferimento ai mesi di aprile, maggio, giugno 2012 (-41,4, prima era -25,7). Le prospettive a breve termine confermano la l’andamento negativo. congiuntura 2012 II trimestre previsione 2012 III trimestre Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) 100,0 100,0 Italia Italia 80,0 80,0 Nord Est Nord Est 60,0 60,0 40,0 40,0 20,0 20,0 -10,6 0,0 0,0 -20,0 -41,4 -20,0 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0 -100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11 OCC I TA -50,6 -49,1 -46,9 -30,7 -23,9 -19,4 -19,9 -13,7 -13,5 -11,4 -12,6 -22,1 -33,2 -29,3 -43,9 OCC I TA -32,0 -8,5 -4,7 -4,2 -10,1 3,5 1,4 -0,2 -1,8 -2,0 -0,6 -5,2 -8,9 -0,3 -12,4 aumento 10,2 7,6 9,4 12,6 5,9 8,4 15,5 13,9 14,3 13,5 11,8 9,4 5,1 5,6 3,7 aumento 10,6 19,6 20,7 19,6 7,5 14,9 19,7 12,5 11,4 17,7 12,6 9,6 7,2 15,3 9,6 uguale 26,4 29,6 29,2 41,1 63,3 62,6 45,7 57,0 55,5 54,9 62,8 55,0 56,7 59,5 48,7 uguale 38,9 42,6 44,3 44,9 72,4 70,1 57,3 71,5 66,4 55,9 68,5 65,5 76,8 69,2 68,3diminuzione 60,9 56,6 56,3 43,2 29,8 27,8 35,3 27,6 27,8 24,9 24,4 31,4 38,3 34,9 47,6 diminuzione 42,7 28,1 25,4 23,8 17,6 11,4 18,4 12,7 13,2 19,6 13,3 14,8 16,0 15,5 22,0 OCC NE -38,5 -38,7 -48,2 -21,9 -13,0 -13,8 -11,9 -7,3 -7,4 16,1 -5,7 -13,4 -24,8 -25,7 -41,4 OCC NE -32,6 -6,3 -11,2 -7,9 -2,9 0,0 -0,8 -4,6 7,3 5,4 3,2 -6,8 -10,2 -2,1 -10,6 aumento 12,5 10,2 9,5 16,4 8,8 14,3 18,9 15,6 20,0 22,9 10,0 10,9 5,2 5,7 4,5 aumento 8,1 18,5 16,1 19,9 10,2 12,9 17,1 6,6 16,4 14,9 11,5 10,2 6,9 13,9 10,9 uguale 33,2 32,9 30,6 42,5 66,7 56,2 45,5 61,5 48,6 63,6 73,1 58,2 64,7 62,9 49,5 uguale 43,8 46,6 50,8 44,4 74,4 71,3 59,6 79,9 64,6 74,3 76,4 62,4 76,0 70,0 67,5diminuzione 50,9 48,9 57,7 38,4 21,8 28,1 30,7 22,9 27,4 6,8 15,8 24,3 30,0 31,4 46,0 diminuzione 40,7 24,7 27,3 27,8 13,1 12,9 17,9 11,2 9,1 9,5 8,2 17,0 17,1 16,1 21,5 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Congiuntura: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, i ricavi della Sua impresa rispetto al trimestre precedente sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Previsione: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, prevede che i ricavi della Sua impresa …? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. Trieste, 17 luglio 2012 | 18
  • 19. congiuntura | andamento dei ricavi … analisi per territorio Il peggioramento dell’andamento dei ricavi si è verificato nel secondo trimestre dell’anno in prevalenza nelle province di Gorizia, Pordenone e Trieste. Nelle province di Gorizia e Pordenone la diminuzione dei ricavi è risultata più accentuata, in leggera controtendenza il dato relativo alle imprese di Udine, che però, insieme alle imprese di Pordenone prevedono una diminuzione dei ricavi anche nel terzo trimestre dell’anno. ATTUALE PROSPETTICAPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Aumentati 5,5 8,1 9,6 9,0 Aumenteranno 13,4 6,8 6,0 8,0 Restati  41,4 44,3 47,6 52,6 Resteranno invariati 69,2 76,2 83,1 76,0 Diminuiti 53,2 47,6 42,8 38,4 invariati Diminuiranno 17,4 17,0 11,0 16,0 0,0 0,0 -10,0 -10,0 -4,0 -5,0 -10,2 -7,9 χ = -7,4 -20,0 -20,0 -30,0 -30,0 -29,5 -33,1 χ = -34,6SALDI -40,0 -40,0 -39,6 -50,0 -50,0 -47,7 -60,0 -60,0 -70,0 -70,0 -80,0 -80,0 -90,0 -90,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, i ricavi della Sua impresa rispetto al trimestre precedente sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, prevede che i ricavi della Sua impresa …? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. Trieste, 17 luglio 2012 | 19
  • 20. congiuntura | andamento dell’occupazione In controtendenza rispetto alle altre imprese del Nord Est, presso le imprese del Friuli Venezia Giulia migliora l’andamento dell’occupazione nel secondo trimestre dell’anno rispetto al primo trimestre (-5,7 contro -14,0). Il trend positivo viene confermato anche dalla previsione per il terzo trimestre dell’anno (- 3,3 contro -5,9). ATTUALE PROSPETTICA Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia 93,2 84,5PERCENTUALI 10,6 4,9 5,0 1,8 Aumentato Restato invariato Diminuito Aumenterà Resterà invariato Diminuirà Terziario Friuli Venezia Giulia -5,7 Terziario Friuli Venezia Giulia -3,3SALDI precedente (2012 I trimestre): -14,0 precedente (2012 I trimestre): -5,9 Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, rispetto al trimestre precedente, è …? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Prospettica: Nei prossimi tre mesi, prevede che l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, …? Aumenterà, Resterà invariata, Diminuirà. Trieste, 17 luglio 2012 | 20
  • 21. congiuntura | andamento dell’occupazione…l’opinione delle imprese del terziario del Nord Est In peggioramento l’indicatore relativo all’occupazione presso le imprese del terziario del Nord Est nel corso del secondo trimestre 2012. Anche la previsione a tre mesi conferma l’andamento negativo del fenomeno. congiuntura 2012 II trimestre previsione 2012 III trimestre Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) 100,0 100,0 Italia Italia 80,0 80,0 Nord Est Nord Est 60,0 60,0 40,0 40,0 20,0 20,0 -7,0 0,0 0,0 -25,9 -20,0 -20,0 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0 -100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11 OCC I TA -19,1 -11,3 -8,3 -5,5 -10,5 -13,2 -14,1 -14,0 -14,3 -12,8 -14,3 -11,3 -17,1 -18,4 -19,5 OCC I TA -5,0 -2,0 -3,6 -3,6 -7,2 -1,0 -6,3 -4,2 -1,9 -0,3 -1,4 -6,6 -8,6 -8,8 -11,4 aumento 2,9 3,7 5,2 3,6 1,7 1,4 0,7 1,4 2,9 5,9 7,5 5,8 4,4 4,2 2,1 aumento 5,6 6,9 6,9 2,7 1,6 3,9 4,0 3,6 4,5 5,2 3,7 2,8 2,9 2,1 1,1 uguale 73,6 80,2 80,1 87,3 85,9 83,7 83,8 83,0 79,1 75,0 70,4 75,0 74,1 73,2 76,2 uguale 78,1 81,2 77,7 88,9 88,7 88,5 84,1 88,0 84,0 86,6 87,7 80,1 85,7 87,1 86,5diminuzione 22,0 15,0 13,6 9,1 12,2 14,6 14,8 15,5 17,2 18,7 21,8 17,1 21,5 22,6 21,6 diminuzione 10,6 8,9 10,6 6,3 8,8 4,9 10,3 7,9 6,4 5,5 5,1 9,4 11,5 10,9 12,5 OCC NE -14,0 -10,6 -9,7 -3,2 -8,8 -15,9 -12,9 -16,2 -5,5 -11,0 -7,8 -3,8 -4,5 -13,9 -25,9 OCC NE -6,7 -0,4 -7,1 -5,0 -7,0 -1,8 -2,9 -1,8 0,6 0,0 -0,3 -8,4 -3,5 -5,7 -7,0 aumento 4,8 6,4 5,8 7,1 2,5 3,4 1,2 2,1 4,7 11,5 9,3 3,0 4,9 2,6 3,1 aumento 2,7 7,5 4,4 4,3 0,5 3,8 3,3 5,8 3,9 4,8 2,0 2,9 1,8 1,5 2,8 uguale 76,4 75,2 78,2 82,3 85,5 77,3 83,0 79,6 83,2 64,4 72,5 87,6 85,6 81,0 67,9 uguale 84,5 81,6 81,1 83,9 91,2 88,5 88,8 86,6 84,7 89,1 94,6 76,7 92,9 91,3 87,4diminuzione 18,8 16,9 15,4 10,3 11,3 19,3 14,1 18,3 10,1 22,5 17,1 6,7 9,5 16,5 29,0 diminuzione 9,4 7,9 11,5 9,4 7,5 5,6 6,2 7,6 3,2 4,9 2,3 11,3 5,3 7,2 9,8 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Congiuntura: Nel trimestre considerato, l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, rispetto al trimestre precedente, è …? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Previsione: Nei prossimi tre mesi, prevede che l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, …? Aumenterà, Resterà invariata, Diminuirà. Trieste, 17 luglio 2012 | 21
  • 22. congiuntura | andamento dell’occupazione … analisi per territorio I territori presso i quali le imprese del commercio, del turismo e dei servizi sono riusciti a mantenere i livelli occupazionali sono quelli delle province di Trieste e di Udine, che però non confermano lo stesso andamento positivo per il terzo trimestre dell’anno. Il dato peggiore con riferimento all’occupazione è risultato quello delle imprese di Pordenone (-8,5) che però presentano anche il dato migliore in prospettiva (-1,9). ATTUALE PROSPETTICAPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Aumentato 2,1 6,4 5,4 4,5 Aumenterà 2,9 2,6 1,6 1,0 Restato Resterà 89,5 78,7 85,5 85,9 92,4 92,9 92,3 94,0 invariato invariato Diminuito 8,4 14,9 9,0 9,6 Diminuirà 4,7 4,5 6,0 4,9 0,0 0,0 -3,6 -10,0 -1,7 -1,9 -4,4 -3,9 -10,0 -6,4 -5,0 χ = -5,7 χ = -3,3 -8,5 -20,0 -20,0 -30,0 -30,0SALDI -40,0 -40,0 -50,0 -50,0 -60,0 -60,0 -70,0 -70,0 -80,0 -80,0 -90,0 -90,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Nel trimestre considerato, l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, rispetto al trimestre precedente, è …? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Prospettica: Nei prossimi tre mesi, prevede che l’occupazione complessiva della Sua impresa, ovvero il numero degli addetti, …? Aumenterà, Resterà invariata, Diminuirà. Trieste, 17 luglio 2012 | 22
  • 23. congiuntura | prezzi praticati dai fornitori Analogamente a quanto rilevato in tutte le regioni del Nord Est nel secondo trimestre del 2012, migliora l’andamento dei prezzi praticati dai fornitori alle imprese del terziario anche nel territorio del Friuli Venezia Giulia. Un ulteriore miglioramento è previsto nei mesi di luglio, agosto e settembre. ATTUALE PROSPETTICA Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia 89,4PERCENTUALI 60,1 36,0 9,4 3,8 1,2 Aumentati Restati invariati Diminuiti Aumenteranno Resteranno invariati Diminuiranno Terziario Friuli Venezia Giulia 32,2 Terziario Friuli Venezia Giulia 8,2SALDI precedente (2012 I trimestre): 47,3 precedente (2012 I trimestre): 23,2 Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno peggioramento del fenomeno Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: I prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori, negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Ella prevede che i prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori nei prossimi tre mesi …? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. [Aumento: i prezzi praticati dai fornitori sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i prezzi praticati dai fornitori sono diminuiti (valore POSITIVO)]. Trieste, 17 luglio 2012 | 23
  • 24. congiuntura | prezzi praticati dai fornitori…l’opinione delle imprese del terziario del Nord Est Migliora la situazione relativa ai prezzi praticati dai fornitori presso le imprese del Nord Est nel secondo trimestre 2012. La prospettiva di miglioramento si conferma anche per quanto concerne i mesi di luglio, agosto e settembre. congiuntura 2012 II trimestre previsione 2012 III trimestre Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) 100,0 100,0 Italia Italia 80,0 80,0 Nord Est Nord Est 60,0 60,0 30,1 40,0 40,0 8,7 20,0 20,0 0,0 0,0 -20,0 -20,0 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0 -100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11 OCC I TA 16,7 16,9 19,5 13,9 7,5 20,5 26,1 31,6 19,5 28,7 28,1 34,1 37,1 53,0 52,3 OCC I TA 1,7 5,4 5,7 8,2 3,0 9,5 9,1 12,0 15,4 17,8 14,4 13,6 22,2 21,9 14,4 aumento 33,8 28,9 31,2 24,5 14,6 24,1 31,9 34,4 28,1 44,4 34,8 38,5 41,0 55,9 54,1 aumento 18,7 14,9 12,9 12,8 8,9 12,0 14,4 14,0 18,7 19,7 15,9 17,7 24,5 24,3 16,7 uguale 45,3 54,0 53,3 60,3 77,6 71,0 60,3 61,2 55,4 37,3 55,7 52,9 55,1 41,3 44,2 uguale 55,3 66,0 67,4 72,0 81,4 81,4 77,0 79,6 66,4 69,1 76,8 66,3 73,2 73,3 81,0diminuzione 17,0 12,1 11,7 10,6 7,2 3,6 5,8 2,8 8,7 15,6 6,7 4,4 3,9 2,9 1,8 diminuzione 17,0 9,5 7,2 4,7 6,0 2,6 5,3 2,0 3,3 1,9 1,5 4,1 2,3 2,4 2,3 OCC NE -3,0 13,6 8,2 1,8 4,9 16,5 13,9 25,6 17,9 16,7 22,9 30,5 39,4 54,2 30,1 OCC NE -3,5 3,7 5,7 8,0 0,8 8,2 7,4 15,6 14,0 21,1 15,4 8,2 23,9 15,6 8,7 aumento 23,2 28,1 24,5 18,7 10,6 21,8 23,6 28,0 27,9 34,7 27,3 35,7 43,1 57,3 35,1 aumento 14,2 13,8 11,8 13,1 5,2 11,6 11,0 16,8 16,1 21,1 15,4 10,5 25,4 18,5 11,6 uguale 45,8 53,5 55,0 58,8 82,3 70,9 64,5 66,1 52,5 46,7 65,1 56,2 53,2 39,6 59,8 uguale 60,6 67,6 71,3 73,1 85,5 81,7 83,8 78,2 67,7 73,2 81,2 74,9 73,0 78,6 85,4diminuzione 26,2 14,5 16,2 16,9 5,7 5,3 9,7 2,4 10,0 18,0 4,4 5,2 3,7 3,1 5,1 diminuzione 17,7 10,1 6,0 5,1 4,4 3,3 3,6 1,1 2,1 0,0 0,0 2,3 1,5 2,9 3,0 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Congiuntura: I prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori, negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Previsione: Ella prevede che i prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori nei prossimi tre mesi …? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. [Aumento: i prezzi praticati dai fornitori sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i prezzi praticati dai fornitori sono diminuiti (valore POSITIVO)]. Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno Trieste, 17 luglio 2012 | 24
  • 25. congiuntura | prezzi praticati dai fornitori … analisi per territorio L’abbassamento dei prezzi praticati dai fornitori viene segnalato ovunque nella regione nel secondo trimestre. A livello prospettico le imprese di Pordenone e di Udine segnalano una leggera ripresa del fenomeno. ATTUALE PROSPETTICAPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Aumentati 32,0 40,7 36,2 34,5 Aumenteranno 6,6 13,5 4,8 10,0 Restati  65,1 52,7 59,7 63,0 Resteranno invariati 93,0 84,1 94,8 88,8 Diminuiti 2,9 6,6 4,0 2,5 invariati Diminuiranno ,4 2,3 ,4 1,2 100,0 100,0 80,0 80,0 60,0 60,0 40,0 29,1 34,1 32,2 32,0 40,0 χ = 32,2 11,2 8,9SALDI 20,0 20,0 6,2 4,5 0,0 0,0 χ = 8,2 -20,0 -20,0 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: I prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori, negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, sono …? Aumentati, Restati invariati, Diminuiti. Prospettica: Ella prevede che i prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori nei prossimi tre mesi …? Aumenteranno, Resteranno invariati, Diminuiranno. [Aumento: i prezzi praticati dai fornitori sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i prezzi praticati dai fornitori sono diminuiti (valore POSITIVO)]. Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno Trieste, 17 luglio 2012 | 25
  • 26. congiuntura | ritardi nei pagamenti da parte dei clienti In aumento il fenomeno del ritardo dei pagamenti da parte dei clienti delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia. Nel secondo trimestre il saldo è risultato pari a 43,4 contro il precedente 32,4. L’andamento del ritardo dei pagamenti dovrebbe migliorare nel terzo trimestre dell’anno. ATTUALE PROSPETTICA Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia 87,7PERCENTUALI 54,3 44,5 11,8 1,2 ,6 Aumentato Restato invariato Diminuito Aumenterà Resterà invariato Diminuirà Terziario Friuli Venezia Giulia 43,4 Terziario Friuli Venezia Giulia 11,2SALDI precedente (2012 I trimestre): 32,4 precedente (2012 I trimestre): 16,3 Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno peggioramento del fenomeno Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è …? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Prospettica: Nei prossimi tre mesi il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa …? Aumenterà, Resterà invariato, Diminuirà. [Aumento: i tempi di pagamento sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i tempi di pagamento sono diminuiti (valore POSITIVO)]. Trieste, 17 luglio 2012 | 26
  • 27. congiuntura | ritardi nei pagamenti da parte dei clienti…l’opinione delle imprese del terziario del Nord Est Migliora leggermente la situazione relativa ai ritardi nei pagamenti da parte dei clienti presso le imprese del Nord Est nel secondo trimestre 2012. Lo stesso trend è confermato anche per i mesi di luglio, agosto, settembre. congiuntura 2012 II trimestre previsione 2012 III trimestre Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) 100,0 100,0 Italia Italia 80,0 80,0 Nord Est Nord Est 60,0 41,1 60,0 40,0 40,0 10,6 20,0 20,0 0,0 0,0 -20,0 -20,0 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0 -100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11 OCC I TA 45,1 45,1 41,5 40,9 16,1 29,0 24,8 19,5 20,2 22,5 28,0 28,4 45,8 50,2 47,2 OCC I TA 30,5 21,3 20,5 17,2 6,4 7,0 10,1 6,6 7,5 11,2 13,0 15,4 18,2 19,8 21,2 aumento 49,5 48,3 45,8 44,5 21,5 33,0 30,9 22,0 26,0 31,7 31,1 33,0 47,6 52,6 48,1 aumento 33,7 27,1 26,2 21,9 11,3 11,2 14,6 9,2 11,3 13,6 13,6 19,1 19,9 22,2 21,4 invariato 42,0 45,7 44,3 49,7 71,0 61,2 61,1 71,4 60,2 57,4 63,9 58,7 50,6 45,1 51,0 uguale 55,2 59,8 59,2 65,9 80,5 80,4 78,1 83,2 71,3 77,3 81,6 67,5 78,4 75,5 78,4diminuzione 4,5 3,2 4,3 3,6 5,4 4,0 6,1 2,5 5,8 9,2 3,0 4,6 1,8 2,3 0,9 diminuzione 3,1 5,9 5,7 4,7 4,9 4,2 4,5 2,6 3,8 2,5 0,6 3,7 1,7 2,4 0,2 OCC NE 50,0 40,9 42,2 43,6 19,7 26,6 24,1 16,0 18,3 14,1 25,9 25,4 41,1 46,7 41,1 OCC NE 26,3 24,2 20,3 14,5 6,8 8,9 2,9 13,7 12,4 20,4 14,2 13,1 21,2 15,7 10,6 aumento 51,6 45,2 48,4 46,3 24,9 31,6 33,7 17,8 27,1 27,7 28,8 30,8 42,3 47,5 41,3 aumento 29,2 27,8 26,3 21,6 11,7 13,1 12,4 15,3 12,5 20,4 14,2 16,4 23,0 17,5 10,9 invariato 45,3 49,4 41,6 50,6 67,4 62,0 55,5 74,2 57,0 57,7 65,2 62,1 56,4 51,6 58,4 uguale 62,3 63,2 60,9 66,9 78,4 78,0 76,9 78,0 70,1 76,9 82,9 75,1 75,1 80,7 88,9diminuzione 1,6 4,3 6,3 2,8 5,2 5,0 9,6 1,8 8,7 13,7 2,9 5,4 1,3 0,8 0,2 diminuzione 2,9 3,6 6,0 7,0 4,9 4,2 9,5 1,7 0,1 0,0 0,0 3,3 1,8 1,8 0,2 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Congiuntura: Il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è …? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Previsione: Nei prossimi tre mesi il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa …? Aumenterà, Resterà invariato, Diminuirà. [Aumento: i tempi di pagamento sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i tempi di pagamento sono diminuiti (valore POSITIVO)]. Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno Trieste, 17 luglio 2012 | 27
  • 28. congiuntura | ritardi nei pagamenti da parte dei clienti …analisi per territorio Le imprese del terziario di Trieste sono state quelle che più delle altre hanno sofferto del ritardo nei pagamenti da parte dei clienti. In prospettiva le imprese di Pordenone e di Gorizia prevedono un peggioramento del fenomeno. ATTUALE PROSPETTICAPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Aumentato 44,1 41,3 52,0 43,0 Aumenterà 17,0 16,9 5,8 10,4 Restato Resterà 53,6 57,4 48,0 55,6 83,0 82,3 93,8 88,9 invariato invariato Diminuito 2,3 1,2 ,0 1,4 Diminuirà ,0 ,8 ,4 ,7 100,0 30,0 17,0 16,1 80,0 20,0 9,7 χ =11,2 10,0 5,5 60,0 52,0 41,9 40,1 41,6 χ = 43,4 0,0 40,0 -10,0 -20,0SALDI 20,0 -30,0 0,0 -40,0 -20,0 -50,0 -40,0 -60,0 -70,0 -60,0 -80,0 -80,0 -90,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è …? Aumentato, Restato invariato, Diminuito. Prospettica: Nei prossimi tre mesi il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa …? Aumenterà, Resterà invariato, Diminuirà. [Aumento: i tempi di pagamento sono aumentati (valore NEGATIVO); Diminuzione: i tempi di pagamento sono diminuiti (valore POSITIVO)]. Ad un andamento positivo del saldo corrisponde un peggioramento del fenomeno Trieste, 17 luglio 2012 | 28
  • 29. agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. clima di fiducia 3. andamento congiunturale 4. fabbisogno finanziario 5. osservatorio sul credito 6. focus di approfondimento 7. metodo 8. backup Trieste, 17 luglio 2012 | 29
  • 30. fabbisogno finanziario | principali evidenze• La capacità delle imprese del terziario nel riuscire a fare fronte ai propri impegni migliora leggermente in tutte le regioni del Nord Est (da -19,2 a -15,5). Miglioramento che però non trova riscontro nella previsione a tre mesi, quando le imprese prevedono un ulteriore peggioramento.• Migliora leggermente, pur in un quadro di grande difficoltà, l’indicatore relativo alla capacità delle imprese del terziario nel riuscire a fare fronte ai propri impegni finanziari nel trimestre. Nei mesi di aprile, maggio e giugno il saldo passa da -23,8 a -10,2. La prospettiva a tre mesi tuttavia non fa segnare un trend altrettanto positivo.• Le imprese della provincia di Udine sono quelle che hanno fatto registrare il risultato migliore per quanto concerne lo stato della liquidità nel secondo trimestre dell’anno. Le imprese più in difficoltà al contrario sono risultate quelle delle province di Trieste e di Udine. Trieste, 17 luglio 2012 | 30
  • 31. fabbisogno finanziario | capacità di fare fronte ai propri impegni Migliora leggermente, pur in un quadro di grande difficoltà, l’indicatore relativo alla capacità delle imprese del terziario nel riuscire a fare fronte ai propri impegni finanziari nel trimestre. Nei mesi di aprile, maggio e giugno il saldo passa da -23,8 a -10,2. La prospettiva a tre mesi tuttavia non fa segnare un trend altrettanto positivo. ATTUALE PROSPETTICA Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia 85,3PERCENTUALI 44,9 47,5 7,6 9,3 5,3 Sì Sì ma con difficoltà No Migliorerà Resterà invariata Peggiorerà Terziario Friuli Venezia Giulia -10,2 Terziario Friuli Venezia Giulia -4,0SALDI precedente (2012 I trimestre): -23,8 precedente (2012 I trimestre): -3,1 Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Negli ultimi tre mesi la Sua impresa è stata in grado di fare fronte al fabbisogno finanziario? Sì (la situazione della liquidità è “buona”), Sì ma con qualche difficoltà o ritardo (la situazione della liquidità è “mediocre”), No (la situazione della liquidità è “cattiva”). Prospettica: Ritiene che nel prossimo trimestre la capacità di fare fronte al fabbisogno finanziario della Sua impresa, ovvero la situazione della liquidità …? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 31
  • 32. fabbisogno finanziario | capacità di fare fronte ai propri impegni …l’opinione delle imprese del terziario del Nord Est La capacità delle imprese del terziario nel riuscire a fare fronte ai propri impegni migliora leggermente in tutte le regioni del Nord Est (da -19,2 a -15,5). Miglioramento che però non trova riscontro nella previsione a tre mesi, quando le imprese prevedono un ulteriore peggioramento. congiuntura 2012 II trimestre previsione 2012 III trimestre Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori) Nord Est (saldi delle opinioni degli imprenditori)100,0 100,0 Italia Italia 80,0 80,0 Nord Est Nord Est 60,0 60,0 40,0 40,0 20,0 20,0 -15,5 -12,1 0,0 0,0 -20,0 -20,0 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0-100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11OCC I TA 9,3 21,8 17,3 11,0 2,5 21,0 2,4 3,1 2,2 5,4 2,9 -1,6 -16,5 -27,8 -28,7 OCC I TA -8,2 -1,0 -0,2 2,0 -4,1 3,4 4,0 -1,4 2,3 -0,3 -1,2 -2,7 -7,1 -10,7 -13,1 Sì 54,7 60,9 58,7 55,5 51,3 60,5 51,2 51,6 51,1 52,7 51,5 49,2 41,8 36,1 35,7 migliore 10,9 15,3 15,7 15,7 3,8 10,7 13,3 5,3 11,3 10,4 10,6 6,9 4,3 6,0 5,1 Difficile 40,5 32,6 32,2 36,0 33,1 25,4 35,1 37,2 39,7 33,1 40,5 35,7 47,0 48,6 57,5 uguale 62,1 60,6 62,0 61,7 83,6 77,8 74,1 85,9 69,1 72,5 71,8 73,4 84,4 77,3 76,8 No 4,9 6,5 9,1 8,5 15,7 14,1 13,7 11,3 9,2 14,2 8,1 15,1 11,2 15,3 6,8 peggiore 19,0 16,3 15,9 13,7 7,9 7,3 9,3 6,7 9,0 10,7 11,8 9,6 11,3 16,7 18,2OCC NE 48,6 40,9 35,5 23,8 23,3 35,3 11,7 27,5 27,5 25,6 36,4 33,1 -7,6 -19,2 -15,5 OCC NE -9,6 2,4 -8,7 -0,1 0,3 3,5 6,8 2,3 11,9 9,0 -1,1 4,1 -6,1 -8,3 -12,1 Sì 74,3 70,4 67,7 61,9 61,6 67,6 55,9 63,7 63,7 62,8 68,2 66,6 46,2 40,4 42,3 migliore 8,9 15,4 9,4 15,8 4,4 10,6 13,6 6,5 17,4 12,3 6,3 11,2 4,1 6,1 1,4 Difficile 23,8 23,2 28,2 28,5 24,5 18,9 35,9 28,6 29,8 18,6 27,4 19,7 46,1 49,4 52,0 uguale 66,6 66,7 67,8 63,2 85,9 77,7 78,6 88,2 67,7 82,0 78,6 65,3 85,7 79,4 85,0 No 1,9 6,4 4,1 9,6 13,8 13,4 8,2 7,6 6,4 18,6 4,4 13,8 7,7 10,2 5,8 peggiore 18,6 13,0 18,0 15,9 4,1 7,1 6,8 4,2 5,4 3,3 7,4 7,1 10,2 14,5 13,6 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Congiuntura: Negli ultimi tre mesi la Sua impresa è stata in grado di fare fronte al fabbisogno finanziario? Sì (la situazione della liquidità è “buona”), Sì ma con qualche difficoltà o ritardo (la situazione della liquidità è “mediocre”), No (la situazione della liquidità è “cattiva”). Previsione: Ritiene che nel prossimo trimestre la capacità di fare fronte al fabbisogno finanziario della Sua impresa, ovvero la situazione della liquidità …? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 32
  • 33. fabbisogno finanziario | capacità di fare fronte ai propri impegni … analisi per territorio Le imprese della provincia di Udine sono quelle che hanno fatto registrare il risultato migliore per quanto concerne lo stato della liquidità nel secondo trimestre dell’anno. Le imprese più in difficoltà al contrario sono risultate quelle delle province di Trieste e di Udine. ATTUALE PROSPETTICAPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Sì 40,2 43,2 35,6 51,2 Migliorerà 5,8 2,8 7,6 5,5 Sì,ma con Resterà 51,6 49,9 54,1 42,2 85,2 83,2 85,1 86,7 difficoltà invariata No 8,2 6,9 10,3 6,6 Peggiorerà 9,0 14,0 7,3 7,9 20,0 20,0 2,4 0,3 0,0 0,0 -3,2 -2,4 χ = -4,0 -20,0 -13,6 χ = -10,2 -20,0 -11,2 -19,5SALDI -40,0 -28,8 -40,0 -60,0 -60,0 -80,0 -80,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Attuale: Negli ultimi tre mesi la Sua impresa è stata in grado di fare fronte al fabbisogno finanziario? Sì (la situazione della liquidità è “buona”), Sì ma con qualche difficoltà o ritardo (la situazione della liquidità è “mediocre”), No (la situazione della liquidità è “cattiva”). Prospettica: Ritiene che nel prossimo trimestre la capacità di fare fronte al fabbisogno finanziario della Sua impresa, ovvero la situazione della liquidità …? Migliorerà, Resterà invariata, Peggiorerà. Trieste, 17 luglio 2012 | 33
  • 34. agenda 1.considerazioni generali di sintesi 2.clima di fiducia 3.andamento congiunturale 4.fabbisogno finanziario 5.osservatorio sul credito 6.focus di approfondimento 7.metodo 8.backup Trieste, 17 luglio 2012 | 34
  • 35. osservatorio sul credito | principali evidenze• Sostanzialmente stabile nel Nord Est (dal 20,1% al 19,4%) la percentuale delle imprese che si sono recate in banca per chiedere il credito del quale avevano bisogno. Tra queste il 46,9% hanno ottenuto un finanziamento con un ammontare pari o superiore alla richiesta (erano il 34,3% il trimestre precedente), l’8,1% hanno ottenuto il finanziamento ma con un ammontare inferiore alla richiesta ed il 12,6% si è visto rifiutare la propria domanda di credito. L’area di stabilità o allentamento passa dal 34,3% al 46,9% del secondo trimestre. L’area di irrigidimento è stabile al 20,8%. Molto alta (30,4%) la percentuale delle imprese del terziario che hanno affermato di essere intenzionate a fare domanda di credito nel terzo trimestre dell’anno. Fatto questo che potrebbe forse essere interpretato come un sintomo delle cautele che stanno caratterizzando il rapporto tra banche e imprese nella prima metà dell’anno.• Nel Friuli Venezia Giulia la percentuale delle imprese del terziario che nei mesi di aprile, maggio e giugno si sono rivolte alle banche per chiedere un fido, un finanziamento, o la rinegoziazione di un fido o di finanziamento esistente sono state il 21,5%, contro il 16,7% del primo trimestre. Nell’ambito delle imprese che si sono rivolte al sistema bancario il 56,3% ha ottenuto il credito con un ammontare pari o superiore rispetto a quello richiesto (erano state il 46,0% lo scorso trimestre), l’8,3% lo ha ottenuto, ma con un ammontare inferiore rispetto a quello richiesto (erano il 12,2%), il 14,5% ha visto rifiutarsi la propria domanda di credito (erano state il 18,9% il trimestre precedente), il 10,3% è in attesa di conoscere l’esito della propria domanda di credito (erano il 13,5%), ed il 10,7% ha dichiarato di essere intenzionata a fare domanda di credito alle banche nel prossimo trimestre (erano il 9,5%). E’ aumentata nella regione la cosiddetta “area di stabilità” ed è diminuita la cosiddetta “area di irrigidimento”. Trieste, 17 luglio 2012 | 35
  • 36. osservatorio sul credito | principali evidenze• Diminuisce il costo del credito (tasso di interesse) nel secondo trimestre 2012 secondo l’opinione delle imprese del Friuli Venezia Giulia. Il saldo passa da -47,1 a -39,2. Migliora anche l’indicatore relativo alle cosiddette “altre condizioni” applicate ai finanziamenti (da -43,2 a -39,2). Il miglioramento delle condizioni del credito è stato avvertito in prevalenza presso le imprese del terziario delle province di Trieste e Udine. Lo stesso avviene per quanto riguarda il miglioramento delle “altre condizioni” applicate ai finanziamenti.• Migliora nel secondo trimestre dell’anno l’indicatore relativo alla “durata del credito” (-36,8 contro il precedente -44,8) e la situazione relativa alle garanzie richieste agli imprenditori a copertura dei finanziamenti concessi (-39,0 contro il precedente -41,1). Le imprese della provincia di Udine sono quelle che più delle altre hanno fatto registrare il miglioramento più consistente con riferimento alla situazione relativa alla durata del credito e alle garanzie richieste dalle banche a copertura dei finanziamenti concessi.• Migliora nel secondo trimestre dell’anno l’opinione delle imprese del terziario residenti nelle regioni del Nord Est la situazione relativa al costo dei servizi bancari nel loro complesso. Il saldo nel secondo trimestre dell’anno è risultato pari a -28,8 contro il precedente -44,5. La situazione dei servizi bancari nel loro complesso migliora anche nel territorio del Friuli Venezia Giulia. Il saldo è risultato pari a -25,3 contro il precedente -31,6. Trieste, 17 luglio 2012 | 36
  • 37. osservatorio sul credito | domanda e offerta di credito rilevata presso le imprese del terziario delle regioni del nord est Nord Est Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel secondo trimestre 2012. "Hanno chiesto un fido, o la rinegoziazione di un fido esistente, nei trimestri" (% di imprese) 08 IV 09 I 09 II 09 III 09 IV 10 I 10 II 10 III 10 IV 11 I 11 II 11 III 11 IV 12 I 12 II100,0 40,6 38,3 31,4 32,7 35,0 25,9 25,7 28,4 29,3 25,0 22,2 20,5 18,8 20,1 19,4 90,0 80,0 08 IV 09 I 09 II 09 III 09 IV 10 I 10 II 10 III 10 IV 11 I 11 II 11 III 11 IV 12 I 12 II 70,2 67,9 68,6 70,0 65,3 63,3 64,3 59,5 60,0 54,0 51,2 52,2 "Esiti delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la 50,0 45,3 43,7 46,9 rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre" (% di imprese) 34,3 Stabilità e/o 40,0 35,9 allentamento 41,6 46,9 30,0 33,6 30,4 29,2 26,4 26,2 26,4 20,0 12,6 21,2 20,4 20,8 8,1 19,0 2,1 17,3 17,3 17,4 10,0 16,5 12,2 Irrigidimento Accolta Accolta Non accolta In attesa di Intenzionati a fare (ammontare pari (ammontare conoscere lesito richieste 0,0 o superiore) inferiore) prossimo trim Base campione: Nord Est. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hanno chiesto un fido o un finanziamento, o hanno chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento = richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delle domande: A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari o superiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fatto richiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta,ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre, No non ha fatto richiesta e non è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre Trieste, 17 luglio 2012 | 37
  • 38. osservatorio sul credito | domanda e offerta di credito Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel secondo trimestre 2012 Esito delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la Friuli Venezia Giulia rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre (% di imprese) AREA DI AREA DI STABILITA’ IRRIGIDIMENTO 56,3% 22,8% Hanno fatto richiesta di credito 21,5 56,3 NON hanno fatto richiesta di credito 14,5 8,3 10,3 10,7 78,5 Accolta Accolta Non accolta In a esa di Intenziona a fare (ammontare pari o (ammontare conoscere lesito richieste prossimo superiore) inferiore) trim “Hanno fatto richiesta di credito”. Precedente (2012 Precedente (2012 I trimestre): Precedente Precedente Precedente (2012 I trimestre): 16,7% I trimestre): 46,0% 31,1%, di cui il 12,2% “accolta (2012 I (2012 I con un ammontare inferiore, ed trimestre): 13,5% trimestre): 9,5% il 18,9% non accolta.Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hanno chiesto un fido o unfinanziamento, o hanno chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento = richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta).Testo originale delle domande: A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziareun fido o un finanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontarepari o superiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì hafatto richiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre, No non ha fatto richiesta e non èintenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. Trieste, 17 luglio 2012 | 38
  • 39. osservatorio sul credito | domanda e offerta di credito Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel secondo trimestre 2012 Esito delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la Gorizia rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre (% di imprese) AREA DI AREA DI STABILITA’ IRRIGIDIMENTO 48,8% 27,6% Hanno fatto richiesta di credito 25,2 48,8 NON hanno fatto richiesta di credito 18,7 13,5 14,1 5,2 74,8 Accolta Accolta Non accolta In a esa di Intenziona a fare (ammontare pari o (ammontare conoscere lesito richieste prossimo superiore) inferiore) trim “Hanno fatto richiesta di credito”. Precedente (2012 Precedente (2012 I trimestre): Precedente Precedente Precedente (2012 I trimestre): 15,6% I trimestre): 36,5% 34,2%, di cui il 14,0% “accolta (2012 I (2012 I con un ammontare inferiore, ed trimestre): 26,6% trimestre): 2,7% il 20,2% non accolta.Base campione: Terziario Gorizia. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hanno chiesto un fido o un finanziamento, o hannochiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento = richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delledomande: A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o unfinanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari osuperiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fattorichiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre, No non ha fatto richiesta e non èintenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. Trieste, 17 luglio 2012 | 39
  • 40. osservatorio sul credito | domanda e offerta di credito Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel secondo trimestre 2012 Esito delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la Pordenone rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre (% di imprese) AREA DI AREA DI STABILITA’ IRRIGIDIMENTO 54,2% 29,3% Hanno fatto richiesta di credito 22,8 54,2 NON hanno fatto richiesta di credito 17,4 11,9 11,8 4,4 77,2 Accolta Accolta Non accolta In a esa di Intenziona a fare (ammontare pari o (ammontare conoscere lesito richieste prossimo superiore) inferiore) trim “Hanno fatto richiesta di credito”. Precedente (2012 Precedente (2012 I trimestre): Precedente Precedente Precedente (2012 I trimestre): 17,0% I trimestre): 43,5% 26,1%, di cui il 13,5% “accolta (2012 I (2012 I con un ammontare inferiore, ed trimestre): 12,7% trimestre): 17,6% il 12,7% non accolta.Base campione: Terziario Pordenone. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hanno chiesto un fido o un finanziamento, o hannochiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento = richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delledomande: A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o unfinanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari osuperiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fattorichiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre, No non ha fatto richiesta e non èintenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. Trieste, 17 luglio 2012 | 40
  • 41. osservatorio sul credito | domanda e offerta di credito Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel secondo trimestre 2012 Esito delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la Trieste rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre (% di imprese) AREA DI AREA DI STABILITA’ IRRIGIDIMENTO 38,3% 31,8% Hanno fatto richiesta di credito 20,1 38,3 NON hanno fatto 25,4 richiesta di credito 14,7 15,3 6,4 79,9 Accolta Accolta Non accolta In a esa di Intenziona a fare (ammontare pari o (ammontare conoscere lesito richieste prossimo superiore) inferiore) trim “Hanno fatto richiesta di credito”. Precedente (2012 Precedente (2012 I trimestre): Precedente Precedente Precedente (2012 I trimestre): 16,2% I trimestre): 41,4% 44,4%, di cui il 13,0% “accolta (2012 I (2012 I con un ammontare inferiore, ed trimestre): 6,8% trimestre): 7,4% il 31,5% non accolta.Base campione: Terziario Trieste. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hanno chiesto un fido o un finanziamento, o hannochiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento = richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delledomande: A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o unfinanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari osuperiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fattorichiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre, No non ha fatto richiesta e non èintenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. Trieste, 17 luglio 2012 | 41
  • 42. osservatorio sul credito | domanda e offerta di credito Percentuali di imprese che hanno chiesto un credito al sistema bancario nel secondo trimestre 2012 Esito delle richieste delle imprese che hanno chiesto un fido, o la Udine rinegoziazione di un fido esistente, nel trimestre (% di imprese) AREA DI AREA DI STABILITA’ IRRIGIDIMENTO 61,7% 15,5% Hanno fatto richiesta di credito 19,6 61,7 NON hanno fatto richiesta di credito 15,8 7,1 8,5 7,0 80,4 Accolta Accolta Non accolta In a esa di Intenziona a fare (ammontare pari o (ammontare conoscere lesito richieste prossimo superiore) inferiore) trim “Hanno fatto richiesta di credito”. Precedente (2012 Precedente (2012 I trimestre): Precedente Precedente Precedente (2012 I trimestre): 18,0% I trimestre): 60,6% 21,1%, di cui l’ 8,9% “accolta (2012 I (2012 I con un ammontare inferiore, ed trimestre): 8,8% trimestre): 9,7% il 12,2% non accolta.Base campione: Terziario Udine. Percentuali ricalcolate facendo =100,0 le imprese che nei trimestri considerati hanno chiesto un fido o un finanziamento, o hannochiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente. (Irrigidimento = richiesta accolta con ammontare inferiore + richiesta non accolta). Testo originale delledomande: A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha chiesto un fido o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o unfinanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari osuperiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a quello richiesto, Sì ha fatto richiesta ma non è stata accolta, Sì ha fattorichiesta ed è in attesa di conoscere lesito, No non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre, No non ha fatto richiesta e non èintenzionata a formalizzarla nel prossimo trimestre. Trieste, 17 luglio 2012 | 42
  • 43. osservatorio sul credito | tassi di interesse e “altre condizioni” applicate Diminuisce il costo del credito (tasso di interesse) nel secondo trimestre 2012 secondo l’opinione delle imprese del Friuli Venezia Giulia. Il saldo passa da -47,1 a -39,2. Migliora anche l’indicatore relativo alle cosiddette “altre condizioni” applicate ai finanziamenti (da -43,2 a -39,2). TASSI DI INTERESSE ALTRE CONDIZIONI Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia GiuliaPERCENTUALI 58,1 59,0 40,5 40,1 1,3 ,9 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata Migliorata Rimasta invariata Peggiorata Terziario Friuli Venezia Giulia -39,2 Terziario Friuli Venezia Giulia -39,2SALDI precedente (2012 I trimestre): -47,1 precedente (2012 I trimestre): -43,2 Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 968 casi. Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento dei tassi di interesse applicati ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi e/o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione del costo del finanziamento, sia … (Tasso di interesse praticato dalla banca per i finanziamenti a breve e medio termine) ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento delle “altre condizioni” applicate ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, la situazione relativa al costo dell’istruttoria e alle “altre condizioni” sia … (es. servizi bancari comunque legati ad un servizio di finanziamento)? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 43
  • 44. osservatorio sul credito | tassi di interesse e “altre condizioni” applicate… il giudizio delle imprese del terziario del nord est andamento dei tassi di interesse applicati ai finanziamenti andamento delle “altre condizioni” applicate ai100,0 2012 II trim (saldi delle opinioni degli imprenditori) 100,0 finanziamenti 2012 II trim (saldi delle opinioni degli imprenditori) 80,0 80,0 60,0 60,0 40,0 40,0 20,0 20,0 0,0 0,0 -20,0 -45,4 -20,0 -44,2 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 Italia Italia -80,0 -80,0 Nord Est Nord Est Nord Est Nord Est-100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11OCC I TA -15,3 5,0 -0,7 15,8 -11,6 -13,8 -13,4 -14,6 -17,1 -20,1 -20,6 -27,6 -39,6 -51,4 -48,5 OCC I TA -21,9 -13,7 -17,3 -11,6 -11,4 -9,1 -12,9 -12,7 -14,1 -16,8 -16,6 -25,4 -38,3 -51,9 -45,5 migliore 18,4 26,9 24,4 28,9 3,9 2,9 8,2 4,4 3,1 1,5 2,5 0,8 0,7 2,0 2,9 migliore 1,6 5,0 5,5 3,9 3,9 1,7 4,9 3,0 0,8 0,1 1,1 1,0 0,2 0,3 0,1 uguale 47,8 51,1 50,5 58,0 80,7 80,3 70,3 76,6 76,7 77,0 74,4 70,9 58,9 44,6 45,7 uguale 74,8 76,3 71,6 80,6 80,8 87,5 77,3 81,2 84,3 83,1 81,2 72,6 61,3 47,5 54,4peggiore 33,7 22,0 25,1 13,1 15,5 16,7 21,5 19,0 20,2 21,6 23,1 28,3 40,3 53,4 51,4 peggiore 23,5 18,7 22,8 15,5 15,3 10,8 17,8 15,8 14,9 16,8 17,7 26,4 38,5 52,2 45,6OCC NE 10,9 14,3 12,7 20,1 -8,1 -4,0 -10,0 2,4 -16,9 -8,7 -32,2 -20,0 -36,6 -51,1 -45,4 OCC NE -5,7 -11,0 -20,2 -14,5 -10,1 -4,7 -9,3 2,9 -20,3 -4,4 -16,7 -23,0 -36,5 -50,7 -44,2 migliore 29,6 33,2 31,5 33,9 4,5 7,1 10,7 9,7 1,3 1,5 4,0 4,0 1,8 4,2 10,7 migliore 6,2 5,7 5,9 4,6 4,5 3,9 10,4 6,8 0,0 0,0 1,8 0,0 0,0 0,2 0,1 uguale 51,7 48,0 49,7 52,2 82,9 81,9 68,6 82,9 80,5 88,4 59,9 72,1 59,9 40,6 33,1 uguale 81,9 77,6 68,1 76,3 80,9 87,6 69,8 89,2 79,7 95,6 79,7 77,0 63,5 49,0 55,7peggiore 18,7 18,9 18,8 13,8 12,6 11,0 20,7 7,3 18,2 10,2 36,1 23,9 38,3 55,3 56,1 peggiore 11,9 16,7 26,0 19,1 14,6 8,5 19,8 4,0 20,3 4,4 18,5 23,0 36,5 50,9 44,2 Base campione: Nord Est. Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento dei tassi di interesse applicati ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi e/o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione del costo del finanziamento, sia … (Tasso di interesse praticato dalla banca per i finanziamenti a breve e medio termine) ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento delle “altre condizioni” applicate ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, la situazione relativa al costo dell’istruttoria e alle “altre condizioni” sia … (es. servizi bancari comunque legati ad un servizio di finanziamento)? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 44
  • 45. osservatorio sul credito | tassi di interesse e “altre condizioni” applicate … analisi per territorio Il miglioramento delle condizioni del credito è stato avvertito in prevalenza presso le imprese del terziario delle province di Trieste e Udine. Lo stesso è accaduto per quanto riguarda il miglioramento delle “altre condizioni” applicate ai finanziamenti. TASSI DI INTERESSE ALTRE CONDIZIONIPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Migliorata ,2 1,1 2,2 1,4 Migliorata ,7 1,1 ,0 1,2 Rimasta Rimasta 55,1 51,9 62,4 62,1 52,7 53,2 65,4 61,3 invariata invariata Peggiorata 44,7 47,0 35,4 36,5 Peggiorata 46,6 45,7 34,6 37,5 0,0 0,0 -10,0 -10,0 -20,0 -20,0 -30,0 -30,0 -40,0 -33,3 -35,1 χ = -39,2 -40,0 -34,6SALDI -36,3 χ = -39,2 -50,0 -44,5 -50,0 -44,5 -45,9 -45,9 -60,0 -60,0 -70,0 -70,0 -80,0 -80,0 -90,0 -90,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento dei tassi di interesse applicati ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi e/o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione del costo del finanziamento, sia … (Tasso di interesse praticato dalla banca per i finanziamenti a breve e medio termine) ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento delle “altre condizioni” applicate ai finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei fidi o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, la situazione relativa al costo dell’istruttoria e alle “altre condizioni” sia … (es. servizi bancari comunque legati ad un servizio di finanziamento)? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 45
  • 46. osservatorio sul credito | durata del credito e garanzie richieste Migliora nel secondo trimestre dell’anno l’indicatore relativo alla “durata del credito” (-36,8 contro il precedente -44,8) e la situazione relativa alle garanzie richieste agli imprenditori a copertura dei finanziamenti concessi (-39,0 contro il precedente -41,1). DURATA DEL CREDITO GARANZIE RICHIESTE Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia GiuliaPERCENTUALI 59,6 60,8 38,6 39,1 1,8 ,1 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata Migliorata Rimasta invariata Peggiorata Terziario Friuli Venezia Giulia -36,8 - Terziario Friuli Venezia Giulia -39,0 -SALDI precedente (2012 I trimestre): -44,8 precedente (2012 I trimestre): Terziario Italia -41,1 Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 968 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento della durata temporale del credito per i finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei “fidi” da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, con riferimento alla durata temporale del credito, la situazione sia …? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento della situazione delle garanzie a copertura dei finanziamenti: Per quanto concerne le garanzie richieste da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione sia … ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 46
  • 47. osservatorio sul credito | durata del credito e garanzie richieste… il giudizio delle imprese del terziario del nord est andamento della durata temporale del credito per i andamento delle “garanzie” a copertura dei finanziamenti100,0 finanziamenti 2012 II trim (saldi delle opinioni degli imprenditori) 100,0 2012 II trim (saldi delle opinioni degli imprenditori) 80,0 80,0 60,0 60,0 40,0 40,0 20,0 20,0 0,0 0,0 -20,0 -41,2 -20,0 -41,9 -40,0 -40,0 -60,0 -60,0 Italia Italia -80,0 -80,0 Nord Est Nord Est Nord Est Nord Est-100,0 -100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11 08 09 10 11OCC I TA -24,2 -9,5 -7,0 -5,4 -4,0 -5,9 -8,6 -11,0 -6,5 -15,1 -16,8 -26,3 -33,2 -51,2 -48,6 OCC I TA -23,7 -25,5 -26,7 -18,8 -11,5 -12,5 -13,1 -12,8 -11,8 -18,4 -13,5 -26,8 -35,5 -40,7 -38,8 migliore 3,2 2,2 2,9 2,1 1,7 1,0 5,9 3,4 2,6 1,2 1,8 1,7 0,5 0,4 0,0 migliore 4,5 2,9 4,6 1,6 4,1 1,3 6,7 1,7 1,3 0,1 4,0 2,9 0,6 0,3 0,1 uguale 69,5 86,0 87,2 90,5 92,7 92,1 79,6 82,2 88,3 82,4 79,6 70,3 65,7 48,0 51,3 uguale 67,3 68,8 64,1 78,0 80,3 84,8 73,5 83,9 85,7 81,5 78,4 67,5 63,3 58,7 61,0peggiore 27,4 11,7 9,9 7,4 5,7 6,9 14,5 14,4 9,1 16,4 18,6 28,0 33,8 51,6 48,6 peggiore 28,2 28,4 31,3 20,4 15,6 13,9 19,8 14,4 13,1 18,4 17,5 29,7 36,1 41,0 38,9OCC NE -12,5 -5,0 -5,4 -3,8 -3,4 -3,9 -7,8 3,0 -2,2 -9,8 -16,3 -17,0 -24,7 -53,2 -41,2 OCC NE -17,2 -16,6 -32,8 -16,5 -7,2 -6,6 -5,9 -9,0 -17,0 -20,6 -16,7 -20,4 -39,0 -38,9 -41,9 migliore 0,2 4,2 4,5 2,9 1,9 2,3 6,0 10,2 5,4 0,4 2,2 4,0 1,1 1,8 0,1 migliore 2,0 5,6 5,0 1,2 5,5 3,0 10,3 3,4 0,1 0,4 1,8 4,3 0,0 0,1 0,0 uguale 87,2 86,6 85,6 90,4 92,9 91,5 80,1 82,6 86,9 89,4 79,3 75,1 73,1 43,2 58,6 uguale 78,8 72,1 57,3 81,1 81,8 87,3 73,5 84,3 82,8 78,7 79,7 71,0 61,0 60,9 58,1peggiore 12,6 9,2 9,9 6,7 5,3 6,2 13,8 7,2 7,7 10,2 18,5 20,9 25,8 55,0 41,3 peggiore 19,2 22,3 37,8 17,7 12,7 9,7 16,2 12,4 17,1 21,0 18,5 24,7 39,0 39,0 41,9 Base campione: Nord Est. Esclusivamente le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento della durata temporale del credito per i finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei “fidi” da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, con riferimento alla durata temporale del credito, la situazione sia …? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento della situazione delle garanzie a copertura dei finanziamenti: Per quanto concerne le garanzie richieste da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione sia … ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 47
  • 48. osservatorio sul credito | durata del credito e garanzie richieste … analisi per territorio Le imprese della provincia di Udine sono quelle che più delle altre hanno fatto registrare un miglioramento della situazione relativa alla durata del credito e alle garanzie richieste dalle banche a copertura dei finanziamenti concessi. DURATA DEL CREDITO GARANZIE RICHIESTEPERCENTUALI gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Migliorata ,2 2,2 ,0 2,9 Migliorata ,2 ,0 ,0 ,1 Rimasta Rimasta 55,8 55,9 59,2 62,7 57,2 56,7 61,2 63,8 invariata invariata Peggiorata 44,0 41,8 40,8 34,4 Peggiorata 42,5 43,3 38,8 36,1 0,0 0,0 -10,0 -10,0 -20,0 -20,0 -30,0 -30,0 -31,5 χ = -36,8SALDI -40,0 -40,0 -38,8 -35,9 χ = -39,0 -39,6 -40,8 -42,3 -50,0 -43,7 -50,0 -43,3 -60,0 -60,0 -70,0 -70,0 -80,0 -80,0 -90,0 -90,0 -100,0 -100,0 gorizia pordenone trieste udine gorizia pordenone trieste udine Base campione: Imprese di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale delle domande. Andamento della durata temporale del credito per i finanziamenti: Per quanto concerne l’offerta dei “fidi” da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato, con riferimento alla durata temporale del credito, la situazione sia …? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Andamento della situazione delle garanzie a copertura dei finanziamenti: Per quanto concerne le garanzie richieste da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione sia … ? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 48
  • 49. servizi bancari | costo dei servizi bancari Migliora nel secondo trimestre dell’anno la situazione relativa al costo dei servizi bancari nel loro complesso nel Friuli Venezia Giulia. Il saldo è risultato pari a -29,3 contro il precedente -31,6. SERVIZI BANCARI SERVIZI BANCARI Friuli Venezia Giulia gorizia pordenone trieste udine PERCENTUALI Migliorata ,8 ,7 ,0 1,5 Rimasta 70,0 67,0 68,0 66,5PERCENTUALI invariata 68,9 Peggiorata 29,2 32,3 32,0 32,0 0,0 30,2 -10,0 -20,0 -30,0 -40,0 -28,4 -31,5 -32,0 -30,5 χ = -29,3 ,9 SALDI -50,0 Migliorata Rimasta invariata Peggiorata -60,0 -70,0 -80,0 -90,0 Terziario Friuli Venezia Giulia -29,3SALDI -100,0 precedente (2012 I trimestre): -31,6 gorizia pordenone trieste udine Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Con riferimento al costo dei servizi bancari (es. tenuta conto, emissione disposizioni, pagamento effetti, movimenti di titoli, ecc.), ritiene che, negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, la situazione sia …? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 49
  • 50. servizi bancari | costo dei servizi bancari… il giudizio delle imprese del terziario del nord ovest e del nord est andamento del costo dei servizi bancari nel 2012 II trim Migliora secondo l’opinione delle imprese del (saldi delle opinioni degli imprenditori)100,0 terziario residenti nelle regioni del Nord Est il 80,0 costo dei servizi bancari nel loro complesso. Il saldo nel secondo trimestre dell’anno è risultato 60,0 40,0 pari a -38,8 contro il precedente -44,5. 20,0 0,0 -20,0 -38,8 -40,0 -60,0 Italia -80,0 Nord Est Nord Est-100,0 IV I II III IV I II III IV I II III IV I II 08 09 10 11OCC I TA -16,1 -6,7 -11,0 -2,9 -13,7 -14,9 -20,8 -10,4 -21,9 -23,9 -22,3 -23,7 -29,9 -42,3 -40,3 migliore 4,6 2,8 2,5 2,5 0,8 2,2 2,4 1,4 1,1 1,2 2,1 2,2 0,5 0,4 0,0 uguale 74,8 87,8 84,0 92,1 84,8 80,7 74,3 86,8 75,8 73,7 73,5 71,9 69,0 56,8 59,7peggiore 20,7 9,4 13,5 5,4 14,4 17,1 23,2 11,8 23,1 25,1 24,4 25,9 30,4 42,8 40,3OCC NE -3,7 -5,2 -8,3 -3,3 -13,6 -17,1 -16,1 -6,6 -25,4 -24,1 -32,9 -15,5 -30,2 -44,5 -38,8 migliore 7,1 3,9 2,4 3,2 35,4 1,4 1,1 0,7 2,1 1,1 1,2 0,9 0,4 0,0 0,1 uguale 82,0 87,1 87,0 90,2 15,7 80,1 81,7 92,1 70,3 73,7 64,6 82,6 69,0 55,5 61,0peggiore 10,9 9,0 10,7 6,6 48,9 18,5 17,2 7,2 27,5 25,2 34,2 16,5 30,6 44,5 38,9 Base campione: Nord Est. I valori nelle tabelle sono costituiti da percentuali di imprese rispondenti. I saldi sono restituiti dalla differenza tra le percentuale delle imprese che hanno espresso un valore positivo e la percentuale delle imprese che hanno espresso un valore negativo. Gli indicatori variano tra +100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di miglioramento) e -100% (nell’ipotesi in cui il totale degli intervistati campione esprimesse un’opinione di peggioramento). Testo originale della domanda: Con riferimento al costo dei servizi bancari (es. tenuta conto, emissione disposizioni, pagamento effetti, movimenti di titoli, ecc.), ritiene che, negli ultimi tre mesi, rispetto al trimestre precedente, la situazione sia …? Migliorata, Rimasta invariata, Peggiorata. Trieste, 17 luglio 2012 | 50
  • 51. agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. clima di fiducia 3. andamento congiunturale 4. fabbisogno finanziario 5. osservatorio sul credito 6. focus di approfondimento 7. metodo 8. backup Trieste, 17 luglio 2012 | 51
  • 52. focus | gli strumenti utilizzati dalle imprese per tenersi informati circa la gestione della propria impresa Il 47,8% delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia punta principalmente su siti internet e newsletter in generale come strumento di informazione e gestione della propria attività; Il 43,0% delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia dichiara di servirsi di consulenti di impresa; Il 30,5% delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia utilizza la stampa (esclusi i giornali economici); Il 29,1% delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia è solita affidarsi a giornali economici; Il 23,7% delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia si affida alle associazioni di categoria di appartenenza.Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia 1.535 casi. La somma delle percentuali è diversa da 100,0 perché erano ammesse risposte multiple. Testo originaledella domanda: Con quali strumenti e modalità si tiene informato in generale per la gestione della Sua impresa? Trieste, 17 luglio 2012 | 52
  • 53. focus | i tempi di risposta da parte delle banche Tra le imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia che si sono rivolte ad una banca per richiedere un fido o la rinegoziazione di un fido esistente, quasi il 60% hanno dovuto attendere oltre 30 giorni per ricevere una risposta. Soltanto il 16,7% delle imprese ha ricevuto una risposta in meno di 15 giorni alla propria domanda di credito. Pordenone e Trieste sono i risultati i territori presso i quali le imprese del terziario attendono più a lungo una risposta dalla banca alla propria domanda di credito. In seguito alla richiesta di fido o di rinegoziazione di unfido esistente, la Sua impresa ha ottenuto una risposta… DETTAGLIO PER TERRITORIO Gorizia Pordenone Trieste Udine Oltre 30 giorni In meno di 15 giorni 31,6 15,3 5,1 15,8 58,4 Tra 15 e 30 giorni 11,4 21,5 26,2 32,0 43,2 Tra 30 e 60 giorni 50,8 55,4 29,9 37,8 24,9 Dopo oltre 60 giorni 6,3 7,8 38,9 14,4 16,7 15,2 In meno di 15 Tra 15 e 30 Tra 30 e 60 Dopo oltre 60 giorni giorni giorni giorniBase campione: Terziario Friuli Venezia Giulia: 340 casi. Esclusivamente le imprese che hanno fatto richiesta di un fido o di un finanziamento. Testo originale delladomanda: In seguito alla richiesta di fido o di rinegoziazione di un fido esistente, la Sua impresa ha ottenuto una risposta… Trieste, 17 luglio 2012 | 53
  • 54. focus | la provenienza dei clienti delle imprese del commercioIn media presso le imprese del commercio del Friuli Venezia Giulia quasi il 60% provengono dallastessa provincia nella quale opera l’impresa, il 5% circa della clientela del commercio proviene dallaSlovenia o dalla Carinzia. Fa eccezione la provincia di Gorizia, dove la percentuale di clienti dellaprovincia scende al 53,4%, mentre quella di clienti provenienti dalla Carinzia o dalla Slovenia sale al12,5%. In termini percentuali, la Sua clientela è composta da clienti provenienti da… DETTAGLIO PER TERRITORIO Gorizia Pordenone Trieste Udine provincia 53,4 58,7 58,7 61,3 59,3 altre provincie 24,0 26,7 21,3 25,0 Slovenia e/ o Austria 12,5 1,4 7,7 3,6 24,6 altro 10,1 13,1 12,3 10,0 11,2 4,9 provincia altre provincie Slovenia e/o altro AustriaBase campione: Terziario Friuli Venezia Giulia: 745 casi. Esclusivamente le imprese del commercio. Testo originale della domanda: In termini percentuali, la Suaclientela è composta da… Trieste, 17 luglio 2012 | 54
  • 55. focus | le previsioni delle strutture di ricezione alberghiera circa l’estate 2012 Quasi il 40% delle strutture di ricezione alberghiera del Friuli Venezia Giulia si aspettano (tenendo presente anche le prenotazioni) una variazione delle presenze presso la propria struttura per l’estate del 2012, rispetto all’estate del 2011. Il 60% circa degli operatori non si attende alcuna variazione. Le strutture di ricezione alberghiera che più di altre si attendono una riduzione delle presenze per l’estate 2012 sono risultate quelle della provincia di Trieste (oltre il 55% delle imprese).Qual è la percentuale di presenze presso la Sua struttura(tenendo presenti anche le prenotazioni) che prevede per l’estate 2012 rispetto all’estate 2011? DETTAGLIO PER TERRITORIO Gorizia Pordenone Trieste Udine Meno presenze rispetto Meno del 30% 15,7 14,9 22,1 4,9 al 2011 Tra -30% a -15% 8,0 6,8 23,3 9,8 57,6 39,8% delle Tra -15% a -1% 25,5 8,8 10,4 10,3 Stessa percentuale 50,8 68,9 44,2 65,3 imprese Tra + 1% a + 15% ,0 ,3 ,0 9,7 14,7 Tra + 15% a + 30% ,0 ,0 ,0 ,0 12,5 12,7 2,5 0,0 ,1 Tra + 15% a + 30% ,0 ,3 ,0 ,0< 30% Tra -30% Tra -15% 0% Tra +1% e Tra +15% Tra +15% e -15% e -1% +15% e +30% e +30%Base campione: Terziario Friuli Venezia Giulia: 301 casi. Esclusivamente le strutture di ricezione alberghiera. Testo originale della domanda: Qual è la percentuale dipresenze presso la Sua struttura (tenendo presenti anche le prenotazioni) che prevede per l’estate 2012 rispetto all’estate 2011?. Trieste, 17 luglio 2012 | 55
  • 56. focus | le sedi aziendali L’89,0% delle imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia svolge la propria attività in un’unica sede. Di contro, il restante 11,0% delle imprese dispone di oltre una sede. Nello specifico il 6,7% svolge la propria attività in due sedi, il 2,6% in tre sedi, l’1,7% in oltre tre sedi. Di quante sedi o filiali dispone la Sua impresa per lo svolgimento dell’attività economica? DETTAGLIO PER TERRITORIO 89,0 Gorizia Pordenone Trieste Udine Imprese con oltre una sede 1 sede 85,6 87,3 88,7 90,8 11,0 2 sedi 7,5 7,7 6,1 6,3 3 sedi 5,4 3,2 2,6 1,7 oltre 3 sedi 1,5 1,7 2,7 1,2 6,7 2,6 1,7 1 sede 2 sedi 3 sedi oltre 3 sediBase campione: Terziario Friuli Venezia Giulia: 1.535 casi. Testo originale della domanda: Di quante sedi o filiali dispone la Sua impresa per lo svolgimento dell’attivitàeconomica? Trieste, 17 luglio 2012 | 56
  • 57. focus | la tipologia dell’immobileTra le imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia, il 45,9% dichiara di essere proprietaria della sedeprincipale in cui è ubicata l’impresa. Il 50,5% delle imprese risulta essere in possesso di un contratto dilocazione (affitto) ed il 3,6% di avere la propria sede principale in leasing. La sede principale in cui è ubicata l’impresa è… DETTAGLIO PER TERRITORIO Gorizia Pordenone Trieste Udine I n affitto 31,0 52,2 57,6 51,2 I n leasing 1,9 2,8 3,7 4,3 50,5 45,9 Di proprietà 67,1 45,0 38,7 44,4 3,6 In affi o In leasing Di proprietàBase campione: Terziario Friuli Venezia Giulia: 1.535 casi. Testo originale della domanda: La sede principale in cui è ubicata l’impresa è… Trieste, 17 luglio 2012 | 57
  • 58. agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. clima di fiducia 3. andamento congiunturale 4. fabbisogno finanziario 5. osservatorio sul credito 6. focus di approfondimento 7. metodo 8. backup Trieste, 17 luglio 2012 | 58
  • 59. metodo | scheda tecnica della ricercaCOMMITTENTEUnione Regionale del Commercio del Turismo e dei Servizi del Friuli Venezia Giulia (Confcommercio Friuli Venezia Giulia)AUTOREFormat Srl – ricerche (www.formatresearch.com)OBIETTIVI DEL LAVOROIndagine sull’andamento economico e sul fabbisogno del credito delle imprese delle province del Friuli Venezia Giulia.DISEGNO DEL CAMPIONECampione rappresentativo dell’universo delle imprese delle province del Friuli Venezia Giulia. Domini di studio del campione: Territorio (Gorizia,Pordenone, Trieste, Udine), Settore di attività (commercio all’ingrosso, commercio al dettaglio, turismo, servizi), Dimensione (1-9 addetti, 10-49addetti, oltre 50 addetti).NUMEROSITA’ CAMPIONARIANumerosità campionaria complessiva: 1.536 casi (1.536 interviste a buon fine). Anagrafiche “non reperibili”: 700 (24,6%); “Rifiuti”: 601 (21,1%);“Sostituzioni”: 1.301 (45,8%). Intervallo di confidenza 95% (Errore +2,6%). Fonte delle anagrafiche delle imprese: Registro delle imprese.METODO DI CONTATTOInterviste telefoniche somministrate con il Sistema Cati (Computer assisted telephone interview).TECNICA DI RILEVAZIONEQuestionario strutturato.PERIODO DI EFFETTUAZIONE DELLE INTERVISTEDall’11 giugno al 26 giugno 2012.CODICE DEONTOLOGICOLa rilevazione è stata realizzata nel rispetto del Codice deontologico dei ricercatori europei Esomar, del Codice deontologico Assirm (Associazioneistituti di ricerca e sondaggi di opinione Imprese italiani), e della “Legge sulla Privacy” (D.lgs n. 196/03).DIRETTORE DELLA RICERCADott. Pierluigi Ascani. Trieste, 17 luglio 2012 | 59
  • 60. metodo | universo rappresentato e struttura del campione Universo delle imprese del Friuli Venezia Giulia del commercio, Campione delle imprese del Friuli Venezia Giulia del commercio, turismo e servizi turismo e servizi 1- 9 addet t i 10- 49 addet t i > 5 0 addet t i Tot ale 1- 9 addet t i 10- 49 addet t i > 5 0 addet t i Tot ale Gorizia Ingrosso 816 32 1 849 Gorizia Ingrosso 70 23 0 93 Dettaglio 1.454 31 2 1.487 Dettaglio 70 24 0 94 Turismo 800 45 2 847 Turismo 72 24 2 98 Servizi 2.210 93 15 2.318 Servizi 70 24 9 103 Totale 5.280 201 20 5.501 Totale 282 95 11 388 Pordenone Ingrosso 2.391 93 5 2.489 Pordenone Ingrosso 70 20 2 92 Dettaglio 2.445 81 6 2.532 Dettaglio 66 20 3 89 Turismo 1.250 84 0 1.334 Turismo 70 22 0 92 Servizi 5.204 149 20 5.373 Servizi 69 24 18 111 Totale 11.290 407 31 11.728 Totale 275 86 23 384 Trieste Ingrosso 1.366 40 2 1.408 Trieste Ingrosso 76 18 2 96 Dettaglio 2.401 65 3 2.469 Dettaglio 66 20 1 87 Turismo 1.220 54 3 1.277 Turismo 70 20 3 93 Servizi 4.635 216 43 4.894 Servizi 72 20 19 111 Totale 9.622 375 51 10.048 Totale 284 78 25 387 Udine Ingrosso 3.662 148 12 3.822 Udine Ingrosso 76 20 5 101 Dettaglio 4.993 144 19 5.156 Dettaglio 70 18 5 93 Turismo 3.133 196 5 3.334 Turismo 56 19 5 80 Servizi 9.393 309 55 9.757 Servizi 70 16 17 103 Totale 21.181 797 91 22.069 Totale 272 73 32 377 Totale regione Ingrosso 8.235 313 20 8.568 Totale regione Ingrosso 292 81 9 382 Dettaglio 11.293 321 30 11.644 Dettaglio 272 82 9 363 Turismo 6.403 379 10 6.792 Turismo 268 85 10 363 Servizi 21.442 767 133 22.342 Servizi 281 84 63 428 Totale 47.373 1.780 193 49.346 Totale 1.113 332 91 1.536Fonte: I.Stat 2012 Trieste, 17 luglio 2012 | 60
  • 61. agenda 1. considerazioni generali di sintesi 2. clima di fiducia 3. andamento congiunturale 4. fabbisogno finanziario 5. osservatorio sul credito 6. focus di approfondimento 7. metodo 8. backup Trieste, 17 luglio 2012 | 61
  • 62. back up | questionario soltanto per finalità statistiche, le risposte saranno raccolte in forma anonima; Centro S tudi Confcommercio Friuli Venezia non sarà conservato né il Suo nome né nessun altro dato di carattere personale su alcun supporto cartaceo od informatico, le risposte che Ella fornirà saranno Giulia presentate soltanto in forma aggregata; se vuole può non rispondere alle mie domande; potrà interrompere l’intervista in qualsiasi momento; l’eventuale Osservatorio trimestrale sull’andamento rifiuto totale o parziale non avrà alcuna conseguenza e il rilascio dell’intervista non verrà in alcun modo ricompensato; il nome della Sua impresa è stato delle imprese del terziario estratto casualmente dal Registro delle imprese. Format ha sede in Roma, in Via Ugo Balzani, 77, il numero di telefono è 06.86.32.86.81. In caso di necessità può rivolgersi al Dott. Maurizio Pisacane. Questionario di rilevazione 2012 II trimestre Clima di fiducia Data: Roma, 25/06/2012 ( Tutti i settori) Codice ricerca: 2011-209fv 1. A suo giudizio la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla Documento: 2011-209fv Q08 situazione della Sua impresa e del suo settore, negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è…? (Una risposta) Metodologia di ricerca: Cati t – 11 1 Migliorata 1 I ncipit 2 Rimasta invariata 2 0A. Buongiorno (Buonasera). Sono (nome ricercatore), di Format Research. S tiam o effettuando uno studio sull’andamento economico delle imprese 3 Peggiorata 3 italiane. Potrei gentilmente parlare - per una intervista - con il titolare dell’impresa oppure con il responsabile amministrativo? 1 Sì 1 2. Ritiene che la situazione economica generale dell’Italia, a prescindere dalla situazione della Sua impresa e del suo settore, nei prossimi tre mesi, rispetto al 2 No 2 trimestre attuale…? (Una risposta) t+ 1 0B.(Se “No”) Quando potrei parlare con il responsabile? (Variabile aperta per la rilevazione dell’appuntamento telefonico) 4 Migliorerà 1 5 Resterà invariata 2 0C.Nome del responsabile 6 Peggiorerà 3 0D.Ruolo o funzione 3. Come giudica l’andamento economico generale della Sua impresa negli ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti…? (Una risposta) t– 1 0E.Data dell’appuntamento 7 Migliorato 1 0F.Ora dell’appuntamento 1 Analizziamo una “variazione”. “t-1” significa ad esempio: nel trimestre ottobre, novembre, dicembre 2011 rispetto al trimestre 0G.(Se “Sì”. Ripeti l’incipit) …. La ringrazio. luglio, agosto, settembre 2011. Trieste, 17 luglio 2012 | 62
  • 63. back up | questionario 4. Ritiene che l’andamento economico generale della Sua impresa nei prossimi 10. Nei prossimi tre mesi, prevede che l’occupazione complessiva della Sua tre mesi …? (Una risposta) impresa, ovvero il numero degli addetti, …? (Una risposta) t+ 1 t+ 1 1 Migliorerà 1 1 Aumenterà 1 2 2 Resterà invariato 2 2 Resterà invariata 3 Diminuirà 3 3 Peggiorerà 3 7. I prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori, negli ultimi tre mesi, I ndicatori economici congiunturali di base rispetto al trimestre precedente, sono …? (Una risposta) ( Tutti i settori) t– 1 5. Tenuto conto dei fattori stagionali, nel trimestre considerato, i ricavi della Sua 4 Aumentati 1 impresa rispetto al trimestre precedente sono …? (Una risposta) t– 1 5 Restati invariati 2 6 Diminuiti 3 4 Aumentati 1 5 Restati invariati 2 11. Ella prevede che i prezzi praticati alla Sua impresa dai suoi fornitori nei 6 Diminuiti 3 prossimi tre mesi …? (Una risposta) t+ 1 9. Tenuto conto dei fattori stagionali, nel prossimo trimestre, prevede che i ricavi 7 Aumenteranno 1 della Sua impresa …? (Una risposta) 8 Resteranno invariati 2 t+ 1 9 Diminuiranno 3 7 Aumenteranno 1 8 Resteranno invariati 2 8. Il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti della Sua impresa, negli 9 Diminuiranno 3 ultimi tre mesi, rispetto ai tre mesi precedenti, è …? (Aumentato: i tempi di pagamento da parte dei clienti sono aumentati; Invariato: i tempi sono rimasti gli stessi; Diminuito: i tempi di pagamento sono diminuiti) (Una risposta) 6. Nel trimestre considerato, l’occupazione complessiva della Sua impresa, t– 1 ovvero il numero degli addetti, rispetto al trimestre precedente, è …? (Una 10 Aumentato 1 risposta) 11 Restato invariato 2 t– 1 12 Diminuito 3 10 Aumentato 1 11 Restato invariato 2 12. Nei prossimi tre mesi il ritardo nei tempi di pagamento da parte dei clienti 12 Diminuito 3 della Sua impresa …? (Una risposta) t+ 1 Trieste, 17 luglio 2012 | 63
  • 64. back up | questionario • Aumenterà 1 1 Sì, ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare inferiore a 2 quello richiesto • Resterà invariato 2 2 Sì, ha fatto richiesta ma non è stata accolta 3 • Diminuirà 3 3 Sì, ha fatto richiesta ed è in attesa di conoscere l’esito 4 4 No, non ha fatto richiesta, ma è intenzionata a formalizzarla nel prossimo 5 12a. Fatta uguale a 100 la percentuale dei Suoi clienti, quanti di questi trimestre appartengono alla Pubblica Amministrazione? 5 No, non ha fatto richiesta e non è intenzionata a farla nel prossimo 6 • Quota percentuale |__|__|__|% trimestre 25a. Negli ultimi tre mesi La Sua impresa ha chiesto un finanziamento o la Fabbisogno finanziario rinegoziazione dei un finanziamento esistente prevalentemente per… (Una risposta) ( Tutti i settori) • Liquidità e cassa1 1 23. Negli ultimi tre mesi la Sua impresa è stata in grado di fare fronte al fabbisogno finanziario? (Una risposta per ciascun item) • Investimenti2 2 1 Sì (la situazione della liquidità è “buona”) 1 • Ristrutturazione del debito 3 • Non ha chiesto un finanziamento 4 2 Si, ma con qualche difficoltà o ritardo (la 2 situazione della liquidità è “mediocre”) 3 No (la situazione della liquidità è cattiva) 3 26. (Solo per le imprese che hanno fatto richiesta). Come ha garantito la richiesta di fido o di finanziamento (o di integrazione di un fido o di un 24. Ritiene che nel prossimo trimestre la capacità di fare fronte al fabbisogno finanziamento esistente) della Sua impresa? (Una risposta per ciascun item. finanziario della Sua impresa, ovvero la situazione della liquidità …? (Una Sì=1, no=0) risposta) • Garanzie reali prestate dall’impresa |___| • Migliorerà 1 • Garanzie reali prestate dai soci / dall’imprenditore |___| • Resterà invariata 2 • Garanzie prestate da terzi (diversi dai Confidi)3 |___| • Peggiorerà 3 • Garanzie prestate dai Confidi |___| • Garanzie prestate per mezzo di agevolazioni pubbliche |___| Osservatorio sul credito • Polizze assicurative |___| ( Tutti i settori) 25. A prescindere dalle motivazioni e dalla forma tecnica, la Sua impresa ha • Nessuna garanzia |___| chiesto un fido1 o un finanziamento, o ha chiesto di rinegoziare un fido o un finanziamento esistente, ad una delle banche con la quale intrattiene rapporti negli ultimi tre mesi? (Una risposta) • Sì, ha fatto richiesta ed è stata accolta con un ammontare pari o 1 superiore a quello richiesto 1 “Liquidità e cassa”, si tratta in genere di finanziamenti a breve. 2 “Investimenti”, “ristrutturazione del debito” (consolidamento), si tratta in genere di finanziamenti a medio/lungo termine. 1La richiesta può essere formalizzata o non formalizzata. 3 si tratta dei cosiddetti intermediari finanziari (es. 106 e 107). Trieste, 17 luglio 2012 | 64
  • 65. back up | questionario • Sì, da oltre sei mesi 1 t– 1 • Sì, da meno di sei mesi 2 1 1 Migliorata • No 3 2 Rimasta invariata 2 3 Peggiorata 3 26b. (Solo per le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi) Per quanto concerne l’offerta dei “fidi” da parte delle banche ritiene che Legenda. Migliorata: le banche chiedono minori garanzie o chiedono garanzie nel periodo considerato, con riferimento alla durata temporale del credito, la meno onerose da presentare. Peggiorata: le banche chiedono maggiori garanzie situazione sia …? (Una risposta) o chiedono garanzie più onerose da presentare. t– 1 1 Migliorata 1 Rapporto con le banche 2 Rimasta invariata 2 32. Con riferimento al costo dei servizi bancari (es. tenuta conto, emissione disposizioni, pagamento effetti, movimenti di titoli, ecc.), ritiene che, negli ultimi 3 Peggiorata 3 tre mesi, rispetto al trimestre precedente, la situazione sia … (Una risposta) t– 1 27. (Solo per le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi) 4 Migliorata 1 Per quanto concerne l’offerta dei fidi e/o dei finanziamenti da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione del costo del finanziamento, sia 5 Rimasta invariata 2 … (Tasso di interesse praticato dalla banca per i finanziamenti a breve e medio 6 Peggiorata 3 termine) ? (Una risposta) t– 1 S ezione monogra fica Friuli Venezia Giulia I I trimestre 2012 4 Migliorata 1 ( S olo le imprese del Friuli Venezia Giulia) 5 Rimasta invariata 2 33. Con quali strumenti e modalità si tiene informato in generale per la gestione 6 Peggiorata 3 della Sua impresa? (Una risposta per ciascun item. 0=No, 1=Sì) • Stampa (quotidiani e riviste), esclusa la stampa specializzata |___| 27a. (Solo per le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei • Televisione e radio |___| mesi) Per quanto concerne l’offerta dei fidi o dei finanziamenti da parte delle • Giornali economici (il Sole 24 ore, Italia Oggi) |___| banche ritiene che nel periodo considerato, la situazione relativa al costo • Convegni, seminari, workshop |___| dell’istruttoria e alle “altre condizioni” sia … (es. servizi bancari comunque legati ad un servizio di finanziamento)? (Una risposta) • Siti internet e Newsletter in generale, esclusi i social network |___| t– 1 • Social network |___| 7 Migliorata 1 • Associazioni di Categoria (contatti diretti, siti web, etc) |___| • Conoscenti e colleghi con il passaparola informale |___| 8 Rimasta invariata 2 • Consulenti dell’impresa |___| 9 Peggiorata 3 • Guide e manuali |___| • Lettura dei decreti ministeriali (inclusa la Gazzetta Ufficiale) |___| 28. (Solo per le imprese che hanno dei fidi o dei finanziamenti da oltre sei mesi) • Contatti con la Pubblica Amministrazione |___| Per quanto concerne le garanzie richieste da parte delle banche ritiene che nel periodo considerato la situazione sia … ? (Una risposta) • Altro |___| Trieste, 17 luglio 2012 | 65
  • 66. back up | questionario 37. (Solo per le imprese che hanno fatto richiesta di un fido o di un 1 20-49 addetti 5 finanziamento) In seguito alla richiesta di fido o di rinegoziazione di un fido 2 50-249 addetti 6 esistente, la Sua impresa ha ottenuto una risposta… (Una risposta) 3 Oltre 249 addetti 7 • in meno di 15 giorni 1 • tra 15 e 30 giorni 2 53a. Anno di costituzione dell’impresa: • tra 30 e 60 giorni 3 |___| • dopo oltre 60 giorni 4 53b. Età del titolare / responsabile dell’impresa: 38. (Solo le imprese del commercio) In termini percentuali, la Sua clientela è |___| composta da… (Una risposta per ciascun item. Valori in percentuale) • Clienti provenienti dalla provincia |__|__|__|% 53b2. Sesso: • Clienti provenienti da altre provincie |__|__|__|% • Maschi 1 • Clienti provenienti dalla Slovenia/Austria |__|__|__|% • Altro |__|__|__|% • Femmine 2 =100,0% 53c. Forma giuridica (Una risposta) 39. (Solo alle strutture di ricezione alberghiera) Qual è la percentuale di • Ditta individuale 1 (dato da archivio) presenze presso la Sua struttura che prevede per l’estate 2012 rispetto all’estate • Società di persone 2 (dato da archivio) 2011? (Una risposta) • Società di capitali 3 (dato da archivio) • Oltre il 30% in più 1 meno del 5% 9 • Altre forme 4 (dato da archivio) • più 30% 2 meno del 10% 10 • più 25% 3 meno del 15% 11 54. (Solo per le imprese con un numero di addetti compreso tra 1 e 49) La Sua • più 20% 4 meno del 20% 12 impresa è una impresa artigiana? (Una risposta) • più 15% 5 meno del 25% 13 • Sì 1 • più 10% 6 meno del 30% 14 • No 2 • più 5% 7 Oltre il 30% in meno 15 • la stessa percentuale 8 55. Settore di attività (indicare il codice ateco) (da archivio) Dati di struttura ( Tutti i settori) 57. L’impresa è membro di una associazione di categoria? (Una risposta) 53. Classe di addetti dell’impresa • Sì 1 1 1 addetto 1 • No 2 2 2-5 addetti 2 3 6-9 addetti 3 58. (Se sì) Quale …? • 10-19 addetti 4 • Confindustria 1 Trieste, 17 luglio 2012 | 66
  • 67. Questo documento è la base per una presentazioneorale, senza la quale ha limitata significatività e puòdare luogo a fraintendimenti.Sono proibite riproduzioni, anche parziali, delcontenuto di questo documento, senza la previaautorizzazione scritta di Format.2012 © Copyright Format Srl – ricerche di mercatoformat S.r.l.via ugo balzani 77, 00162 roma, Imprese italianetel +39.06.86.32.86.81, fax +39.06.86.38.49.96info@formatresearch.comcf, p. iva e reg. imp. roma 04268451004rea roma 747042, cap. soc. € 10.340,00 i.v.www.formatresearch.comMembro: Assirm, Confcommercio, Esomar, SIS Trieste, 17 luglio 2012 | 67