Your SlideShare is downloading. ×

Quartiere Migliolungo - Compagnoni - Sintesi del progetto

128

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
128
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il Comune di Reggio Emilia recependo le disposizioni dalla L.R. 19/98 ha inserito nel vigente P.R.G. del ‘99 le norme relative alla città da riqualificare e agli ambiti di riqualificazione urbana. Tra i 12 ambiti individuati nel PRG, l’ambito n. 6 interessa uno storico quartiere di edilizia residenziale pubblica, il Compagnoni Fenulli, costituito da 538 alloggi pubblici costruiti dal Ministero dei Lavori Pubblici tra il 1955 e il 1963. Il quartiere fu costruito in un’area allora periferica della città per accogliere i residenti che venivano qui trasferiti dai quartieri più degradati del centro storico (quartiere San Pietro, Borgo Emilio). Il quartiere si estende per una superficie di 42.619 mq ed è situato nel quadrante sud-ovest della città. L’ambito di riqualificazione “Quartiere Compagnoni Fenulli” 2 ZOOM Vista dell’ambito di riqualificazione urbana “Quartiere Compagnoni Fenulli” collocato nel quadrante sud-ovest della città via Compagnoni
  • 2. Lo studio di fattibilità del 1999 Lo studio ha messo in luce un forte stato di degrado di diversa natura: - degrado edilizio: la tipologia residenziale risulta non conforme ai parametri residenziali minimi, i fabbricati necessitano di opere di consolidamento, la vetustà ed economicità dei materiali da costruzione usati hanno causato pessime condizioni estetiche; - degrado dell’ambiente urbano e carenza di viabilità di servizio (piste ciclopedonali frammentate): particolarmente critico è l’intenso traffico causato dall’uso improprio di via Compagnoni, la scarsità di percorsi pedonali e ciclabili, la mancanza totale di autorimesse (che comporta il parcheggio selvaggio a ridosso degli edifici) e la carenza di spazi aggregativi nelle aree cortilive; - frammentazione del tessuto insediativo e carenza di verde pubblico: gli spazi aperti sono ridotti a cortili stretti e allungati; sul fronte principale degli edifici il cortile quasi interamente asfaltato lascia poco spazio al verde, ridotto ad una semplice aiuola; - degrado sociale: forti problematiche di disagio anche minorile che rendono la struttura sociale estremamente debole e vulnerabile; forte presenza di cittadini extracomunitari (8% dei residenti) e di immigrati (20% dei residenti) - carenza di servizi: mancano servizi pubblici, lontananza dai negozi Vista aerea del PRU quartiere Compagnoni Fenulli 3 Immagini del degrado edilizio degli edifici L’Amministrazione Comunale ha elaborato nel 1999 uno studio per verificare la fattibilità di una riqualificazione integrata del quartiere e per individuare le modalità di intervento più idonee rispetto alle condizioni iniziali.
  • 3. Programma di Riqualificazione Urbana Tali ambiti sono sottoposti alla formazione di “Programmi di Riqualificazione Urbana” (PRU) ai sensi della L.R. 19/98 che definisce obiettivi e contenuti degli stessi programmi. Con Delibera di Giunta Comunale pg.n. 6201 del 25.03.2002 è stato approvato il Programma di Riqualificazione Urbana Quartiere Compagnoni Fenulli e il progetto del I° stralcio, il cui Accordo di Programma è stato approvato dal Consiglio Comunale nel novembre del 2002. 4 - diradamento urbanistico: la minore densità edilizia consente di creare spazi esterni per la socializzazione; -demolizione e ricostruzione: la ricostruzione permette di garantire standard abitativi più elevati, il rispetto dei criteri di efficienza energetica e la realizzazione di autorimesse interrate; -razionalizzazione delle aree pubbliche, riconfigurazione del sistema viario/ciclo- pedonale e dei parcheggi, creazione di servizi di quartiere - creazione di migliori condizioni di vita, in termini di accessibilità, sicurezza, integrazione; - una migliore qualità edilizia, secondo i parametri fissati dalle norme regionali per l’edilizia residenziale pubblica e nel rispetto del risparmio energetico; - incentivare il mix funzionale anche attraverso l’attuazione di un intervento privato per la realizzazione di servizi alla residenza. Strumenti Per perseguire gli obiettivi di carattere urbanistico, edilizio ,sociale previsti nel PRU è stato elaborato un progetto urbanistico generale del quartiere articolato per stralci funzionali. Gli obiettivi
  • 4. II-III IV I V VI Gli stralci di attuazione del PRU 12 edifici per un totale di 162 alloggi di cui: • 137 pubblici • 25 privati V-VI stralcio 34 edifici per 538 alloggi totali di cui: • 490 pubblici: 105 vuoti 385 occupati • 48 privati 2002 - Stato prima dell’attuazione del PRU 8 edifici per un totale di160 alloggi di cui: • 158 pubblici: 35 vuoti 123 occupati • 2 privati I stralcio 14 edifici per un totale di 216 alloggi di cui: • 195 pubblici: 39 vuoti 156 occupati • 21 privati II III IV stralcio 5
  • 5. PRU COMPAGNONI - GLI STRALCI ATTUATIVI IIIIIIII----IIIIIIIIIIII IVIVIVIV IIII VVVV VIVIVIVI I STRALCIO TERMINATO Oggetto: Demolizione di 8 edifici e ricostruzione di 6 per un totale di 104 alloggi tra ERP e locazione permanente Costo tot: 10.359.655€ di cui 4.034.044,84€ della Regione ER Tempi: il trasferimento degli inquilini e la realizzazione degli edifici è durata dal 2004 al 2010 II-III-IV STRALCIO IN CORSO Oggetto: Demolizione di 14 edifici e ricostruzione di 4 fabbricati per un totale di 80 alloggi ERP, realizzazione di un centro polifunzionale a servizio del quartiere. Ridisegno del parco a sud e degli spazi a verde nonché del sistema infrastrutturale carrabile, ciclabile e pedonale Costo tot: 17.614.219,77€ di cui 8.464.811,21€ della Regione Tempi: i trasferimenti degli inquilini sono iniziati nel 2008 mentre i lavori nel 2010 e termineranno a metà 2015 V-VI STRALCIO IN FASE DI AVVIO Oggetto: Riqualificazione energetica di 11 fabbricati, sistemazione delle aree cortilive, realizzazione P su via Compagnoni Costo tot. di programma: 6.350.000€ di cui 3.120.000€ della Regione Costo intervento in appalto: 3.670.493,23€ di cui 2.019.322,16€ di lavori Tempi: i lavori inizieranno il 2/09/2013 e termineranno ad ottobre 2015 6
  • 6. GLI INTERVENTI IN PROGETTOGLI INTERVENTI IN PROGETTOGLI INTERVENTI IN PROGETTOGLI INTERVENTI IN PROGETTO - Diradamento urbanistico:Diradamento urbanistico:Diradamento urbanistico:Diradamento urbanistico: demolizione di 8 edifici e ricostruzione di 6 fabbricati per un totale di 104104104104 alloggialloggialloggialloggi (56 ERP e 48 per la locazione permanente) con parcheggi pubblici e autorimesse. - Sistemazione degli spazi apertiSistemazione degli spazi apertiSistemazione degli spazi apertiSistemazione degli spazi aperti e del verde pubblico. I stralcio di attuazioneI stralcio di attuazioneI stralcio di attuazioneI stralcio di attuazione 7 LE FASI DEL CANTIERE:LE FASI DEL CANTIERE:LE FASI DEL CANTIERE:LE FASI DEL CANTIERE: - 2004:2004:2004:2004: trasferimento degli inquilini erp residenti e demolizione delle prime 6 palazzine; - 2005:2005:2005:2005: inizio nuova costruzione di 4 palazzine; - 2007:2007:2007:2007: fine dei lavori Terminate 3 palazzine ERP (56 alloggi) e 1 palazzina per la locazione permanente (16 alloggi); - 2008:2008:2008:2008: demolizione delle ultime 2 palazzine e inizio dei lavori delle ultime 2 palazzine; - 2010:2010:2010:2010: fine dei lavori delle ultime 2 palazzine destinate alla locazione permanente (32 alloggi)I SOGGETTI COINVOLTII SOGGETTI COINVOLTII SOGGETTI COINVOLTII SOGGETTI COINVOLTI ComuneComuneComuneComune:::: promotore, coordinatore del programma e proprietario finale degli alloggi AcerAcerAcerAcer:::: cofinanziatore, stazione appaltante, affidataria della progettazione e direzione lavori. INTERVENTO CONCLUSO nel 2010INTERVENTO CONCLUSO nel 2010INTERVENTO CONCLUSO nel 2010INTERVENTO CONCLUSO nel 2010 € €…€…€…€…........€…€…€…€…€…€…€…€…........ COSTO COMPLESSIVO: 10.359.655COSTO COMPLESSIVO: 10.359.655COSTO COMPLESSIVO: 10.359.655COSTO COMPLESSIVO: 10.359.655 €€€€ FINANZIAMENTO:FINANZIAMENTO:FINANZIAMENTO:FINANZIAMENTO: ---- Regione (L. 19/98 e 30/96): 4.034.044,84Regione (L. 19/98 e 30/96): 4.034.044,84Regione (L. 19/98 e 30/96): 4.034.044,84Regione (L. 19/98 e 30/96): 4.034.044,84 €€€€ ---- Comune di Reggio Emilia/ACER: 6.325.610,39Comune di Reggio Emilia/ACER: 6.325.610,39Comune di Reggio Emilia/ACER: 6.325.610,39Comune di Reggio Emilia/ACER: 6.325.610,39 €€€€
  • 7. La partecipazione ai Contratti di Quartiere II prevede:La partecipazione ai Contratti di Quartiere II prevede:La partecipazione ai Contratti di Quartiere II prevede:La partecipazione ai Contratti di Quartiere II prevede: 1.1.1.1. la riqualificazione ediliziariqualificazione ediliziariqualificazione ediliziariqualificazione edilizia, il miglioramento delle condizione ambientali e lo sviluppo della dotazione di servizi; 2.2.2.2. coinvolgimento di soggetti privaticoinvolgimento di soggetti privaticoinvolgimento di soggetti privaticoinvolgimento di soggetti privati attraverso la promozione di investimenti e attività che implementino nel quartiere il mix sociale e favoriscano l’integrazione delle diverse tipologie di abitanti; 3. sviluppo di strategiesviluppo di strategiesviluppo di strategiesviluppo di strategie per il coinvolgimento dei residenti in un percorso dipercorso dipercorso dipercorso di progettazione partecipataprogettazione partecipataprogettazione partecipataprogettazione partecipata relativo agli spazi pubblici del quartiere (percorso di Agenda 21 locale).11 IIIIIIII ––––IIIIIIIIIIII ––––IV stralcio dIV stralcio dIV stralcio dIV stralcio d’’’’attuazione_attuazione_attuazione_attuazione_Contratti di Quartiere IIContratti di Quartiere IIContratti di Quartiere IIContratti di Quartiere II 8 La Regione Emilia Romagna nel 2003 ha promosso iLa Regione Emilia Romagna nel 2003 ha promosso iLa Regione Emilia Romagna nel 2003 ha promosso iLa Regione Emilia Romagna nel 2003 ha promosso i ““““Programmi innovativi in ambitoProgrammi innovativi in ambitoProgrammi innovativi in ambitoProgrammi innovativi in ambito urbano Contratti di Quartiere IIurbano Contratti di Quartiere IIurbano Contratti di Quartiere IIurbano Contratti di Quartiere II”””” con la finalità di finanziare interventi “...in quartieri caratterizzati da diffuso degrado delle costruzioni e dell’ambiente urbano; carenze di servizi, verde pubblico e infrastrutture; situazione di scarsa coesione sociale e di marcato disagio abitativo. Suddetti quartieri sono localizzati all’interno di «ambiti di riqualificazione urbana» individuati ai sensi dell’art. 2 della l.r.19/98…” Il Comune, in collaborazione con ACER, ha partecipato al programma candidando il quartiere ““““CompagnoniCompagnoniCompagnoniCompagnoni----FenulliFenulliFenulliFenulli, II, II, II, II----IIIIIIIIIIII----IV stralcio dIV stralcio dIV stralcio dIV stralcio d’’’’attuazioneattuazioneattuazioneattuazione””””.... Al fine di aumentare il mix funzionale nel quartiere e garantire la sostenibilità economica dell’intervento, llll’’’’Amministrazione ha previsto di cedere qualeAmministrazione ha previsto di cedere qualeAmministrazione ha previsto di cedere qualeAmministrazione ha previsto di cedere quale corrispettivo dcorrispettivo dcorrispettivo dcorrispettivo d’’’’appalto, due aree pubbliche comprese nel quartiere.appalto, due aree pubbliche comprese nel quartiere.appalto, due aree pubbliche comprese nel quartiere.appalto, due aree pubbliche comprese nel quartiere. Il Comune di Reggio Emilia siIl Comune di Reggio Emilia siIl Comune di Reggio Emilia siIl Comune di Reggio Emilia si èèèè classificatoclassificatoclassificatoclassificato primo al bando ed ha ottenuto unprimo al bando ed ha ottenuto unprimo al bando ed ha ottenuto unprimo al bando ed ha ottenuto un finanziamento pari a 8.000.000finanziamento pari a 8.000.000finanziamento pari a 8.000.000finanziamento pari a 8.000.000€€€€
  • 8. P P P P P P ERP 1a 16 alloggi Punto ristoro Piazza 9 Nuovo sistema della viabilità carrabile e ciclo-pedonale centro polifunzionale e piazza di quartiere Il sistema deli spazi a verde e del parco a sud Intervento privato residenziale-commerciale Edilizia residenziale pubblica Gli interventi in progetto II – III – IV stralcio d’attuazione Legenda Riorganizzazione urbanistica ed edilizia attraverso interventi di: - demolizione (14 edifici) e ricostruzione (4 edifici pubblici ERP per 80 alloggi, centro polifunzionale; - realizzazione di alloggi (circa 88) e spazi per il terziario/commerciale di iniziativa privata in due aree pubbliche oggetto di cessione al soggetto attuatore; - realizzazione di una piazza di quartiere su cui si attestano l’intervento privato e il centro polifunzionale; - ridisegno del parco a sud e degli spazi a verde per la socializzazione in prossimità delle residenze; - realizzazione di parcheggi a servizio del quartiere e autorimesse interrate in corrispondenza delle residenze e della piazza; - ridisegno del sistema infrastrutturale carrabile, ciclabile e pedonale. ERP 2a 24 alloggi ERP 2b 20 alloggi ERP 2c 20 alloggi
  • 9. “Laboratorio di progettazione partecipata Quartiere Compagnoni” La IV Circoscrizione, in collaborazione con l’Ufficio “Agenda 21 e ReggioSostenibile” del Comune, ha individuato le principali organizzazioni e associazioni di cittadini residenti da coinvolgere. Il Laboratorio si è articolato in due gruppi tematici: • Gruppo Accessibilità e spazi aperti pubblici Temi affrontati: accessibilità al quartiere, moderazione del traffico in via Compagnoni, qualità, fruibilità e sicurezza degli spazi aperti e delle aree verdi pubbliche per anziani e bambini. • Gruppo Centro polifunzionale Temi affrontati: potenzialità e funzioni del nuovo centro polifunzionale, modalità integrate di gestione futura. La progettazione per il II – III – IV stralcio è iniziata con una metodologia di partecipazione con la finalità di recepire negli obiettivi del programma e nei modi di realizzazione degli interventi, le istanze della popolazione residente e della potenziale utenza. Laboratorio di progettazione partecipata - 2005 10 La partecipazione II – III – IV stralcio d’attuazione
  • 10. PPPP ERPERPERPERP LegendaLegendaLegendaLegenda 11 IIIIIIII ––––IIIIIIIIIIII ––––IV stralcio dIV stralcio dIV stralcio dIV stralcio d’’’’attuazione_attuazione_attuazione_attuazione_il progetto pubblico finanziato dai CDQIIil progetto pubblico finanziato dai CDQIIil progetto pubblico finanziato dai CDQIIil progetto pubblico finanziato dai CDQII GLI INTERVENTI IN PROGETTOGLI INTERVENTI IN PROGETTOGLI INTERVENTI IN PROGETTOGLI INTERVENTI IN PROGETTO - Diradamento urbanistico:Diradamento urbanistico:Diradamento urbanistico:Diradamento urbanistico: demolizione di 14 edifici e ricostruzione di 4 fabbricati per un totale di 80 alloggi80 alloggi80 alloggi80 alloggi ERP con parcheggi pubblici e autorimesse e realizzazione di un centro polifunzionalecentro polifunzionalecentro polifunzionalecentro polifunzionale a servizio del quartiere; - ridisegno del parco a sudparco a sudparco a sudparco a sud e degli spazi a verdespazi a verdespazi a verdespazi a verde per la socializzazione in prossimità delle residenze; - ridisegno del sistemasistemasistemasistema infrastrutturaleinfrastrutturaleinfrastrutturaleinfrastrutturale carrabile, ciclabile e pedonale LE FASI DELLLE FASI DELLLE FASI DELLLE FASI DELL’’’’INTERVENTO:INTERVENTO:INTERVENTO:INTERVENTO: - 2007:2007:2007:2007: progetto esecutivo - 2008:2008:2008:2008: prime demolizioni a sud di via Compagnoni - 2009:2009:2009:2009: prima gara d’appalto - deserta - 2010:2010:2010:2010: seconda gara d’appalto – individuazione dell’impresa aggiudicatrice - 2010 settembre:2010 settembre:2010 settembre:2010 settembre: avvio dei lavori - 2011:2011:2011:2011: ultimazione dei lavori di demolizione - 2015:2015:2015:2015: fine del cantiere pubblico I SOGGETTI COINVOLTII SOGGETTI COINVOLTII SOGGETTI COINVOLTII SOGGETTI COINVOLTI ComuneComuneComuneComune:::: promotore, stazione appaltante coordinatore del programma, proprietario, cofinanziatore AcerAcerAcerAcer:::: affidataria della progettazione e direzione lavori. €…€…€…€…........€…€…€…€…€…€…€…€…........ COSTO COMPLESSIVO:COSTO COMPLESSIVO:COSTO COMPLESSIVO:COSTO COMPLESSIVO: 17.614.219,7717.614.219,7717.614.219,7717.614.219,77 €€€€ FINANZIAMENTO:FINANZIAMENTO:FINANZIAMENTO:FINANZIAMENTO: ---- CdQCdQCdQCdQ IIIIIIII (regione)(regione)(regione)(regione) €€€€ 8.000.0008.000.0008.000.0008.000.000 ((((€€€€ 5.200.000 Ministero,5.200.000 Ministero,5.200.000 Ministero,5.200.000 Ministero, €€€€ 2.800.0002.800.0002.800.0002.800.000 Regione)Regione)Regione)Regione) - PSdAPSdAPSdAPSdA (Regione(Regione(Regione(Regione ---- l.r.30/96):l.r.30/96):l.r.30/96):l.r.30/96): €€€€ 929.622,42929.622,42929.622,42929.622,42 - Comune:Comune:Comune:Comune: €€€€ 8.684.597,35 (in parte costituiti dal valore8.684.597,35 (in parte costituiti dal valore8.684.597,35 (in parte costituiti dal valore8.684.597,35 (in parte costituiti dal valore delle 2 aree oggetto di corrispettivo ddelle 2 aree oggetto di corrispettivo ddelle 2 aree oggetto di corrispettivo ddelle 2 aree oggetto di corrispettivo d’’’’appalto)appalto)appalto)appalto) PLFPLFPLFPLF
  • 11. Durante la progettazione dei nuovi edifici residenziali il tema della riqualificazione si è tradotto in: - aumento e miglioramento degli spazi accessori alla residenza (autorimesse interrate, cantine, deposito biciclette e ascensori, …); - garanzia della accessibilità a tutti gli alloggi alle persone disabili, - predisposizione per l’istallazione di dispositivi di domotica (gestione dell’intrusione, rilevazione di fughe di gas, …); - adozione di pacchetti tecnologici che rispettano i criteri del risparmio energetico e che garantiscono il benessere igrotermico interno. Gli obiettivi di riqualificazione energetica sono stati perseguiti con: - adeguato isolamento termico; - utilizzo di vetri basso emissivi; - adozione del sistema di riscaldamento a pavimento; - possibilità di regolare la temperatura dell’aria interna tramite termostati; - scelta di materiali biocompatibili, privi di sostanze nocive; - accorgimenti per la riduzione del consumo di acqua potabile e per il recupero delle acque meteoriche per usi non potabili. I fabbricati di edilizia residenziale pubblica II – III – IV stralcio d’attuazione 12 Ventilazione naturale estiva – fabbricato ERP 1a Soleggiamento invernale – fabbricato ERP 2 b/c Prospetti – fabbricato ERP 1a Esempio di differenziazione tipologica degli alloggi ERP 2B-2C I-II-III-IV piano Piano rialzato
  • 12. Nella zona centrale del quartiere, dove si concentrano le nuove funzioni terziarie e commerciali dellfunzioni terziarie e commerciali dellfunzioni terziarie e commerciali dellfunzioni terziarie e commerciali dell’’’’intervento privatointervento privatointervento privatointervento privato, sono previsti la piazza pubblicapiazza pubblicapiazza pubblicapiazza pubblica e il centro polifunzionalecentro polifunzionalecentro polifunzionalecentro polifunzionale, un edificio di 600 mq di superficie utile di carattere sperimentale per glii accorgimenti tecnologici e di risparmio energetico adottati. 13 fronte vetrato a sud con brise soleil CARATTERISTICHE DEL CENTRO POLIFUNZIONALECARATTERISTICHE DEL CENTRO POLIFUNZIONALECARATTERISTICHE DEL CENTRO POLIFUNZIONALECARATTERISTICHE DEL CENTRO POLIFUNZIONALE tetti giardino e coperture a terrazza vasca di raccolta acque piovane riscaldamento a soffitto pompa geotermica vetri basso emissivi Accorgimenti per ilAccorgimenti per ilAccorgimenti per ilAccorgimenti per il risparmio energeticorisparmio energeticorisparmio energeticorisparmio energetico Centro polifunzionaleCentro polifunzionaleCentro polifunzionaleCentro polifunzionale: spazi per riunioni,: spazi per riunioni,: spazi per riunioni,: spazi per riunioni, attivitattivitattivitattivitàààà di gruppo, associazioni.di gruppo, associazioni.di gruppo, associazioni.di gruppo, associazioni. Le funzioni sono state individuate durante il laboratorio di progettazione partecipata. IIIIIIII ––––IIIIIIIIIIII ––––IV stralcio dIV stralcio dIV stralcio dIV stralcio d’’’’attuazione_attuazione_attuazione_attuazione_Il centro polifunzionaleIl centro polifunzionaleIl centro polifunzionaleIl centro polifunzionale Piante e prospetto sud del centro polifunzionale È in corso una fase di confrontoconfrontoconfrontoconfronto con le associazioni del territoriocon le associazioni del territoriocon le associazioni del territoriocon le associazioni del territorio per elaborare un sistema di gestione economicamente sostenibile per il centro polifunzionale. AttivitAttivitAttivitAttivitàààà motoriemotoriemotoriemotorie Sala riunioniSala riunioniSala riunioniSala riunioni Deposito e serviziDeposito e serviziDeposito e serviziDeposito e servizi barbarbarbar Uffici/sale per associazioniUffici/sale per associazioniUffici/sale per associazioniUffici/sale per associazioni ServiziServiziServiziServizi Home zoneHome zoneHome zoneHome zone: nel tratto centrale di via Compagnoni, compresa tra due rotatoria e in cui è prevista una chicane, viene adottata la medesima pavimentazionepavimentazionepavimentazionepavimentazione lapidea della piazzalapidea della piazzalapidea della piazzalapidea della piazza, al fine di disincentivare la velocità delle automobili e favorire la percezione di permeabilità da parte dei pedoni
  • 13. Spazi verdiSpazi verdiSpazi verdiSpazi verdi Il diradamento edilizio ha permesso di introdurre nel quartiere aree diaree diaree diaree di verde attrezzate per lverde attrezzate per lverde attrezzate per lverde attrezzate per l’’’’incontro e la pausa.incontro e la pausa.incontro e la pausa.incontro e la pausa. Per garantire una migliore accessibilità ai fabbricati e una migliore fruizione dei nuovi spazi aggregativi il progetto dell’intervento ha elaborato un nuovo sistema degli accessi, della viabilità carrabile enuovo sistema degli accessi, della viabilità carrabile enuovo sistema degli accessi, della viabilità carrabile enuovo sistema degli accessi, della viabilità carrabile e dei collegamenti pedonalidei collegamenti pedonalidei collegamenti pedonalidei collegamenti pedonali attraverso: - riduzione del traffico di attraversamento del quartiere; - localizzazione di parcheggi a raso sul perimetro dell’intervento; - realizzazione di autorimesse interrate; - disegno di una opportuna rete ciclo-pedonale di penetrazione degli spazi pubblici. Il progetto originario prevedeva il ridisegno del parco esistente a sudparco esistente a sudparco esistente a sudparco esistente a sud con l’inserimento di una pistapistapistapista ciclopedonaleciclopedonaleciclopedonaleciclopedonale dddd’’’’attraversamento, unattraversamento, unattraversamento, unattraversamento, un punto ristoro e un giardino cromaticopunto ristoro e un giardino cromaticopunto ristoro e un giardino cromaticopunto ristoro e un giardino cromatico in prossimità delle residenze. IIIIIIII ––––IIIIIIIIIIII ––––IV stralcio dIV stralcio dIV stralcio dIV stralcio d’’’’attuazione_attuazione_attuazione_attuazione_Il sistema del verde e della mobilitIl sistema del verde e della mobilitIl sistema del verde e della mobilitIl sistema del verde e della mobilitàààà Nel 2011 i residenti hanno richiesto una revisione e semplificazione delrevisione e semplificazione delrevisione e semplificazione delrevisione e semplificazione del progettoprogettoprogettoprogetto del parco a sud, che fosse più rispondente al loro attuale uso degli spazi. Il progetto è stato semplificato anche nell’ottica di abbattere di costi di manutenzione del verde che sarebbero stati a carico dell’Amministrazione. SISTEMA DELLA MOBILITSISTEMA DELLA MOBILITSISTEMA DELLA MOBILITSISTEMA DELLA MOBILITÀÀÀÀ Localizzati sul perimetro esterno o in autorimesse interrate Parcheggi A raso, monodirezionali, andamento lineare Pista ciclopedonale Zona 30 e cambio di pavimentazione nel tratto centrale Strada carrabile PPPP 14 Progetto iniziale Progetto variato
  • 14. progetto casa II-III IV Il sistema della viabilità – nuovo tracciato di via Compagnoni II – III – IV stralcio d’attuazione 15 ZONA 10 Velocità auto 10km/h ZONA 30 Velocità auto 30km/h ZONA 30 Velocità auto 30km/h Percorsi ciclopedonali
  • 15. 16 Le fasi del cantiereLe fasi del cantiereLe fasi del cantiereLe fasi del cantiere ---- IIIIIIII –––– IIIIIIIIIIII –––– IV stralcioIV stralcioIV stralcioIV stralcio REALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DIREALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DIREALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DIREALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICAEDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICAEDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICAEDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN FASE DI REALIZZAZIONEIN FASE DI REALIZZAZIONEIN FASE DI REALIZZAZIONEIN FASE DI REALIZZAZIONE (completate le(completate le(completate le(completate le strutture e i tamponamenti in muratura,strutture e i tamponamenti in muratura,strutture e i tamponamenti in muratura,strutture e i tamponamenti in muratura, in corso le opere impiantistiche)in corso le opere impiantistiche)in corso le opere impiantistiche)in corso le opere impiantistiche) REALIZZAZIONE PARCHEGGI PUBBLICI EREALIZZAZIONE PARCHEGGI PUBBLICI EREALIZZAZIONE PARCHEGGI PUBBLICI EREALIZZAZIONE PARCHEGGI PUBBLICI E SISTEMAZIONE DEL PARCOSISTEMAZIONE DEL PARCOSISTEMAZIONE DEL PARCOSISTEMAZIONE DEL PARCO IN COMPLETAMENTOIN COMPLETAMENTOIN COMPLETAMENTOIN COMPLETAMENTO (completati i(completati i(completati i(completati i parcheggi, i percorsiparcheggi, i percorsiparcheggi, i percorsiparcheggi, i percorsi ciclopedonaliciclopedonaliciclopedonaliciclopedonali e lae lae lae la sistemazione del verde, in corsosistemazione del verde, in corsosistemazione del verde, in corsosistemazione del verde, in corso segnaletica orizzontale lungo viasegnaletica orizzontale lungo viasegnaletica orizzontale lungo viasegnaletica orizzontale lungo via BarchiBarchiBarchiBarchi)))) REALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DIREALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DIREALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DIREALIZZAZIONE 2 PALAZZINE DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICAEDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICAEDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICAEDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN FASE INIZIALEIN FASE INIZIALEIN FASE INIZIALEIN FASE INIZIALE (completate le opere di(completate le opere di(completate le opere di(completate le opere di fondazione e del primo solaio)fondazione e del primo solaio)fondazione e del primo solaio)fondazione e del primo solaio) REALIZZAZIONE DEL CENTROREALIZZAZIONE DEL CENTROREALIZZAZIONE DEL CENTROREALIZZAZIONE DEL CENTRO POLIFUNZIONALE DI QUARTIEREPOLIFUNZIONALE DI QUARTIEREPOLIFUNZIONALE DI QUARTIEREPOLIFUNZIONALE DI QUARTIERE 2014201420142014 RIASSETTO DELLA VIABILITARIASSETTO DELLA VIABILITARIASSETTO DELLA VIABILITARIASSETTO DELLA VIABILITA’’’’ DI VIADI VIADI VIADI VIA COMPAGNONICOMPAGNONICOMPAGNONICOMPAGNONI METAMETAMETAMETA’’’’ 2014 / META2014 / META2014 / META2014 / META’’’’ 2015201520152015 2 1 3 2 5 4 5 4 3 2 1 LA REALIZZAZIONE DELLLA REALIZZAZIONE DELLLA REALIZZAZIONE DELLLA REALIZZAZIONE DELL’’’’INTERVENTO PRIVATO DA PARTEINTERVENTO PRIVATO DA PARTEINTERVENTO PRIVATO DA PARTEINTERVENTO PRIVATO DA PARTE DELLDELLDELLDELL’’’’APPALTATOREAPPALTATOREAPPALTATOREAPPALTATORE avverrà non appena ve ne saranno le condizioni, una volta terminato l’iter amministrativo di approvazione del progetto di parte privata e sottoscritta la convenzione urbanistica 6 6 6
  • 16. La fase attuativa – le demolizioni II – III – IV stralcio d’attuazione 17 Edifici demoliti nell’estate 2008 Planimentria di progetto II-III-IV stralcio Le fasi della demolizione La demolizione dei 14 fabbricati ERPLa demolizione dei 14 fabbricati ERPLa demolizione dei 14 fabbricati ERPLa demolizione dei 14 fabbricati ERP esistentiesistentiesistentiesistenti estate 2008/estate 2011estate 2008/estate 2011estate 2008/estate 2011estate 2008/estate 2011
  • 17. La gara d’appalto II – III – IV stralcio d’attuazione Stato dei lavori a gennaio 2010 Demoliti 8 edifici in seguito al trasferimento degli assegnatari; Pubblicazione della gara d’appalto: aprile 2009 Procedura di affidamento lavori: procedura aperta che prevede come parziale corrispettivo di gara due aree pubbliche inserite nel quartiere, ai sensi dell’art. 53 del Dlgs 163/2006. Ad ottobre si è chiusa la gara – gara deserta anche in considerazione dell’attuale condizione di mercato Aprile 2010 – Pubblicazione 2°bando di gara: A seguito della seconda pubblicazione del bando di gara, a giugno 2010 i lavori sono stati aggiudicati alla ditta “La Sorgente” di Manfredonia(FG). Inizio lavori: 22 settembre 2010 Previsione di fine lavori: 2015 18 Aree oggetto di parziale corrispettivo della gara d’appalto. Su queste verrà realizzato da parte dell’appaltatore l’intervento privato di edilizia residenziale (su 6.228 mq) e terziario commerciale (Su 1.160 mq) Lo stesso soggetto che realizzerà l’intervento pubblico, realizzerà anche l’intervento privato Il Cartello di cantiere
  • 18. IIIIIIII ––––IIIIIIIIIIII ––––IV stralcio dIV stralcio dIV stralcio dIV stralcio d’’’’attuazione_attuazione_attuazione_attuazione_ llll’’’’accompagnamento alla trasformazioneaccompagnamento alla trasformazioneaccompagnamento alla trasformazioneaccompagnamento alla trasformazione Per permettere l’attuazione della riqualificazione tramite il diradamento edilizio è stato necessario: - attivare un piano dei trasferimentipiano dei trasferimentipiano dei trasferimentipiano dei trasferimenti degli inquilini residenti negli alloggi pubblici. - attuare un piano di permute o indennizzipiano di permute o indennizzipiano di permute o indennizzipiano di permute o indennizzi nei confronti dei 23 residenti privati dei fabbricati destinati alla demolizione. Agli inquilini è stata data la possibilità di trasferirsi in altri alloggi del quartiere o in altre zone della città sulla base delle loro esigenze. Il piano dei trasferimenti è stato gestito da ACER Reggio Emilia attraverso l’istituzione di un punto di ascolto in quartiere. Ai privati da trasferire è stata data la possibilità di convertire il loro alloggio con un altro alloggio del medesimo valore o ricevere un indennizzo economico. Nell’ambito del complesso progetto di riqualificazione, l’Amministrazione ha attivato un processo diprocesso diprocesso diprocesso di accompagnamento dei residenti alla fase esecutiva di trasformaziaccompagnamento dei residenti alla fase esecutiva di trasformaziaccompagnamento dei residenti alla fase esecutiva di trasformaziaccompagnamento dei residenti alla fase esecutiva di trasformazione del quartiereone del quartiereone del quartiereone del quartiere, al fine di creare occasioni di coinvolgimento e partecipazione dei soggetti interessati e di informare i cittadini sulle proprie azioni. Tra queste, particolarmente significativa è stata l’elaborazione della mostra “Aperto al Pubblico! trasloco popolare” tra 2008 e 2009 con materiale raccolto durante la fase delle demolizioni e rielaborato da parte di artisti e residenti. 19
  • 19. Oltre a numerosi incontri tecnici tra Amministratori e cittadini e a momenti di aggregazione, sono stati organizzati con i residenti eventi specifici, collegati alle diverse fasi dell’intervento. In particolare: - 2005200520052005 –––– Laboratorio di Progettazione partecipataLaboratorio di Progettazione partecipataLaboratorio di Progettazione partecipataLaboratorio di Progettazione partecipata per condividere scelte progettuali sul II-III-IV stralcio; - 2006/20072006/20072006/20072006/2007 –––– Istituzione di un Centro di ascoltoIstituzione di un Centro di ascoltoIstituzione di un Centro di ascoltoIstituzione di un Centro di ascolto per i residenti; - 2007200720072007 – inaugurazione delle prime palazzine, incontro con gli abitanti che sono tornati ad abitare al Compagnoni dopo il trasloco temporaneo nella fase dei lavori e allestimento in circoscrizione di una mostramostramostramostra sul progettosul progettosul progettosul progetto; - 2008200820082008 - distribuzione di una brochure informativabrochure informativabrochure informativabrochure informativa sul progetto del II-III-IV stralcio prima dell’avvio delle demolizioni; - 2009200920092009 – realizzazione di un video sul quartierevideo sul quartierevideo sul quartierevideo sul quartiere e allestimento di teli di cantiere evocativi;teli di cantiere evocativi;teli di cantiere evocativi;teli di cantiere evocativi; - Settimana europea della fotografia 2009Settimana europea della fotografia 2009Settimana europea della fotografia 2009Settimana europea della fotografia 2009 - coinvolgimento di artisti e residenti nella raccolta di oggetti derivanti dalle demolizioni da esporre nella mostramostramostramostra ““““Aperto al pubblico! Trasloco popolareAperto al pubblico! Trasloco popolareAperto al pubblico! Trasloco popolareAperto al pubblico! Trasloco popolare””””,,,, allestita presso le casette di via Fontanelli; - 2010201020102010 –distribuzione di una brochure informativabrochure informativabrochure informativabrochure informativa in occasione della conclusione del I stralcio; - 2011201120112011 – allestimento in quartiere del punto informativopunto informativopunto informativopunto informativo sul cantiere del II-III-IV stralcio; - 2011201120112011 - incontri con i cittadini per condividere il progetto per il parco a sud. 2006 Centro di ascolto 2008 Compagnoni News 2009 Teli di cantiere IIIIIIII ––––IIIIIIIIIIII ––––IV stralcio dIV stralcio dIV stralcio dIV stralcio d’’’’attuazione_attuazione_attuazione_attuazione_ La coesione sociale e la partecipazioneLa coesione sociale e la partecipazioneLa coesione sociale e la partecipazioneLa coesione sociale e la partecipazione 20 LLLL’’’’obiettivo del processo di accompagnamento dei residenti alla fasobiettivo del processo di accompagnamento dei residenti alla fasobiettivo del processo di accompagnamento dei residenti alla fasobiettivo del processo di accompagnamento dei residenti alla fase esecutivae esecutivae esecutivae esecutiva èèèè quello di mantenere vivaquello di mantenere vivaquello di mantenere vivaquello di mantenere viva llll’’’’identitidentitidentitidentitàààà del quartiere nella fase di trasformazione, attraverso il raffodel quartiere nella fase di trasformazione, attraverso il raffodel quartiere nella fase di trasformazione, attraverso il raffodel quartiere nella fase di trasformazione, attraverso il rafforzamento della coesione sociale e larzamento della coesione sociale e larzamento della coesione sociale e larzamento della coesione sociale e la creazione di occasioni di incontro tra abitanti storici e i nuovcreazione di occasioni di incontro tra abitanti storici e i nuovcreazione di occasioni di incontro tra abitanti storici e i nuovcreazione di occasioni di incontro tra abitanti storici e i nuovi residenti, in modo dai residenti, in modo dai residenti, in modo dai residenti, in modo da rigenerare la memoriarigenerare la memoriarigenerare la memoriarigenerare la memoria storica del quartiere.storica del quartiere.storica del quartiere.storica del quartiere. 2008 Festa dei Vicini 2011 Punto Informativo
  • 20. VVVV----VI stralcio dVI stralcio dVI stralcio dVI stralcio d’’’’attuazione del PRUattuazione del PRUattuazione del PRUattuazione del PRU Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociaProgramma integrato di promozione di edilizia residenziale sociaProgramma integrato di promozione di edilizia residenziale sociaProgramma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbanale e di riqualificazione urbanale e di riqualificazione urbanale e di riqualificazione urbana Il Comune di Reggio EmiliaComune di Reggio EmiliaComune di Reggio EmiliaComune di Reggio Emilia, insieme all’ACER Reggio EmiliaACER Reggio EmiliaACER Reggio EmiliaACER Reggio Emilia, per dare continuità e concludere le azioni promosse nell’ambito del Quartiere Compagnoni, ha candidato il recupero del V e VI stralcio d’attuazione del Pru al bando regionale “Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociaProgramma integrato di promozione di edilizia residenziale sociaProgramma integrato di promozione di edilizia residenziale sociaProgramma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale ele ele ele e riqualificazione urbanariqualificazione urbanariqualificazione urbanariqualificazione urbana”””” (Delibera di Giunta Regionale N. 1502/2010). Il progetto interessa 11 fabbricati11 fabbricati11 fabbricati11 fabbricati costituiti da 122 alloggi di proprietcostituiti da 122 alloggi di proprietcostituiti da 122 alloggi di proprietcostituiti da 122 alloggi di proprietàààà comunalecomunalecomunalecomunale e 24 di propriete 24 di propriete 24 di propriete 24 di proprietàààà privataprivataprivataprivata e mira ad eliminare lo stato di degrado del tessutodegrado del tessutodegrado del tessutodegrado del tessuto edilizio ed urbano di queste aree,edilizio ed urbano di queste aree,edilizio ed urbano di queste aree,edilizio ed urbano di queste aree, che nel tempo hanno generato disagio abitativo e di insicurezza tra i residenti. ABITATI !!ABITATI !!ABITATI !!ABITATI !!ABITATI !!ABITATI !!ABITATI !!ABITATI !! NEWNEWNEWNEWNEWNEWNEWNEW : RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI: RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI: RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI: RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI: RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI: RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI: RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI: RIQUALIFICAZIONE DI EDIFICI DI PROPRIETADI PROPRIETADI PROPRIETADI PROPRIETADI PROPRIETADI PROPRIETADI PROPRIETADI PROPRIETA’’’’’’’’ PUBBLICOPUBBLICOPUBBLICOPUBBLICOPUBBLICOPUBBLICOPUBBLICOPUBBLICO--------PRIVATA!!PRIVATA!!PRIVATA!!PRIVATA!!PRIVATA!!PRIVATA!!PRIVATA!!PRIVATA!! VI stralcio d’attuazione – 5 fabbricati V stralcio d’attuazione – 6 fabbricati 21
  • 21. GLI INTERVENTI PREVISTI V-VI stralcio d’attuazione Isolamento a cappotto Isolamento del sottotetto Rifacimento impianti elettrici delle parti comuni Rifacimento del manto di copertura Sostituzione di grondaie e pluviali Chiusura delle logge Sostituzione dei serramenti e tinteggio dei vani scala e cantine Ripristino dei balconi Adeguamento dell’altezza delle ringhiere Isolamento cantine Il rifacimento del manto di copertura, la chiusura delle logge e l’adeguamento dell’impianto elettrico sono previsti solo in alcuni fabbricati Costo complessivo: 6.249.521,83 € Finanziamento: - Regione: 3.120.000 € - Finanziamenti locali: 3.129.521,83 € V-VI stralcio 22
  • 22. IL PROGETTO DELLE AREE ESTERNE DEL V STRALCIO V-VI stralcio d’attuazione Stato di fatto Stato di progetto Interventi: - ADOZIONE DEL CONCETTO DI WOONERF (AREA CONDIVISA) PER IL RIDISEGNO DELLA STRADA PER RALLENTARE IL TRAFFICO - RESTRINGIMENTO INGRESSO CARRABILE - RIDISEGNO PARCHEGGI - NUOVI ARREDI - NUOVI SPAZI VERDI E NUOVE PIANTUMAZIONI - NUOVI PARCHEGGI LUNGO VIA COMPAGNONI 23
  • 23. IL PROGETTO DELLE AREE ESTERNE DEL V STRALCIO V-VI stralcio d’attuazione Restringimento ingresso carrabile La sistemazione della strada di accesso al V stralcio tramite il concetto di Woonerf (area condivisa) 24
  • 24. IL PROGETTO DELLE AREE ESTERNE DEL VI STRALCIO V-VI stralcio d’attuazione Stato di progetto Interventi: -RESTRINGIMENTO INGRESSO CARRABILE - SISTEMAZIONE RECINZIONI - RIDISEGNO PARCHEGGI - NUOVE PIANTUMAZIONI - NUOVI PARCHEGGI LUNGO VIA COMPAGNONI Stato di fatto 25
  • 25. Nuovi parcheggi regolari renderanno il quartiere più sicuro e ordinato Stato di fatto Stato di progetto IL PROGETTO DELLE AREE ESTERNE V-VI stralcio d’attuazione 26
  • 26. Nuovo ingresso con nuovi alberi, parcheggi e aree verdi Stato di fatto Stato di progetto IL PROGETTO DELLE AREE ESTERNE V-VI stralcio d’attuazione 27
  • 27. QUARTIERE COMPAGNONIQUARTIERE COMPAGNONIQUARTIERE COMPAGNONIQUARTIERE COMPAGNONI ---- RAFFRONTO PRE/POST RIQUALIFICAZIONERAFFRONTO PRE/POST RIQUALIFICAZIONERAFFRONTO PRE/POST RIQUALIFICAZIONERAFFRONTO PRE/POST RIQUALIFICAZIONE 28 IL QUARTIERE NEL 2002:IL QUARTIERE NEL 2002:IL QUARTIERE NEL 2002:IL QUARTIERE NEL 2002: 34 edifici per 538 alloggi totali di cui: - 477 pubblici (105 vuoti, 385 occupati); - 61 privati IL QUARTIERE NEL 2015:IL QUARTIERE NEL 2015:IL QUARTIERE NEL 2015:IL QUARTIERE NEL 2015: 29 edifici complessivi (11 pubblici, 7 privati, 11 proprietà mista pubblico-privata) per 434 alloggi totali (305 pubblici, 129 privati). Oltre a: - un centro polifunzionale di quartiere, - spazi per il commercio e il terziario, - una piazza di quartiere, - autorimesse interrate e parcheggi pubblici a raso COSTO COMPLESSIVO DELLA RIQUALIFICAZIONE:COSTO COMPLESSIVO DELLA RIQUALIFICAZIONE:COSTO COMPLESSIVO DELLA RIQUALIFICAZIONE:COSTO COMPLESSIVO DELLA RIQUALIFICAZIONE: 34.000.00034.000.00034.000.00034.000.00034.000.00034.000.00034.000.00034.000.000€€€€€€€€ CIRCACIRCACIRCACIRCACIRCACIRCACIRCACIRCA

×