Your SlideShare is downloading. ×

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO 2012-2013

332

Published on

Il Piano per il Diritto allo Studio 2012-2013 redatto dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Porto Mantovano (MN)

Il Piano per il Diritto allo Studio 2012-2013 redatto dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Porto Mantovano (MN)

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
332
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. COMUNE DI PORTO MANTOVANO PROVINCIA DI MANTOVA PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGETTI DIDATTICI E INTERVENTI COMUNALI A SOSTEGNO DELL’ATTIVITA’ DIDATTICA L.R. 31/80Il testo del Piano Diritto allo Studio a.s. 2012-2013 è pubblicato sul sito del Comune di Porto Mantovano: http://www.comune.porto-mantovano.mn.it Comune di Porto Mantovano – Area Servizi alla Persona -Servizi Scolastici – strada statale Cisa, 112 tel. 0376/389050
  • 2. SOMMARIO: Pag.PRESENTAZIONE 3DATI POPOLAZIONE SCOLASTICA Alunni iscritti-Popolazione scolastica 2009-2012 4 Alunni stranieri 2009-2012 5 Alunni frequentanti non residenti 6 Riepilogo Alunni a.s. 2012/13 7PROGETTI DIDATTICI 8 Direzione Didattica 9 Istituto Comprensivo 11PROGETTI DIDATTICI: Riepilogo Stanziamenti 15SOSTEGNO ALLA FREQUENZA SCOLASTICA 16 Libri di Testo Scuola Primaria 17 Dote Scuola 18SPESE DI FUNZIONAMENTO 20 Funzioni Miste 20 Stampati e Cancelleria 20 Materiale Galenico 21 Servizi di Pulizia e Lavanderia 21SCHEMA RIASSUNTIVO FINANZIAMENTI PIANO PER IL DIRITTO 22ALLO STUDIO Anno scolastico 2012/2013ULTERIORI INTERVENTI A FAVORE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 23SERVIZI SCOLASTICI COMUNALI 24 Prescuola 25 Postscuola 26 Refezione Scolastica 27 Trasporto Scolastico 29INTEGRAZIONE SCOLASTICA Assistenza Alunni Diversamente Abili 31 Assistenza ad Personam 32PROGETTI SCOLASTICI AD INIZIATIVA DELL’AMMINISTRAZIONE 33COMUNALESCHEMA RIASSUNTIVO FINANZIAMENTI DEL PIANO DIRITTO 40ALLO STUDIO 2012 2013 A CARICO DEL BILANCIO COMUNALE 2
  • 3. ________________________________________________________________________________Presentazione Con l’approvazione del Piano per il Diritto allo studio si rinnova il patto che lega la nostraComunità alle sue Scuole, centri preziosi di crescita e formazione dei cittadini di domani. Il Piano èl’esposizione in lettere e in cifre di tutti gli investimenti che il Comune predispone per garantire almeglio l’integrazione dell’offerta formativa che le Scuole realizzano con risorse proprie, perintervenire a favore delle famiglie più disagiate, per supportare tutti coloro che presentanoparticolari difficoltà e per garantire i servizi di refezione, trasporto, pre-scuola e post-scuola.Tramite l’ascolto delle proposte della scuole si è ribadito il “Progetto “Amico” – sostegno rivoltoalla riduzione del disagio scolastico, che insieme allo “Psicologo a Scuola” assorbono la maggiorparte delle risorse del Comune destinate ad arricchire l’offerta formativa. Dall’educazione stradale con il patentino del bicibus a quella alimentare per chi frequentala mensa, dal supporto alla pratica motoria all’educazione musicale e teatrale fino ad un’offertasupplementare di educazione al civismo e alla cittadinanza attiva, il Piano vede coinvolto il Comunenella sua totalità ed ogni ufficio nelle sue specifiche competenze, primi fra tutti l’Ufficio Scuola el’Ufficio Tecnico per rispondere adeguatamente alle richieste di crescita del numero di iscritti senzaliste di attesa. Ciò che da questo Piano forse non emerge in maniera evidente è il lavoro quotidiano eappassionato di molti, nel Comune e nelle Scuole, tra impiegati e dirigenti, docenti e genitori, pergarantire quell’attenzione costante nell’affrontare e risolvere i problemi quotidiani, quellaricchezza di proposte e di attività che caratterizzano fortemente il mondo della scuola portuense,un contesto significativamente supportato anche dalle preziose donazioni di associazioni e privati. Sul fronte della tecnologia d’aiuto alla didattica dopo il completamento dell’allestimentodelle lavagne interattive multimediali nella Scuola Secondaria di Primo grado e della Primaria diBancole acquistate dall’Istituto Comprensivo e l’inizio della copertura tecnologica nelle aule dellaPrimaria di S. Antonio, quest’anno sarà la volta del Registro elettronico, che si presenta anchecome un formidabile strumento di comunicazione con le famiglie. Le applicazioni tecnologicherinforzano la qualità e l’aggiornamento che contraddistinguono gli Istituti di Porto Mantovano. In un momento di oggettiva difficoltà del sistema Paese, in cui troppo spesso a livellocentrale la scuola è vessata e colpita da interventi tardivi e improvvisati, certamente non elaboratinell’ambito di una seria progettazione di politica educativa, questo Piano vuole essere un segnaledi interesse ed attenzione, una prova certa ed attendibile della volontà di dedicare risorseconcrete, una dimostrazione di vicinanza, nella consapevolezza che ogni investimento nellascuola è un investimento nel nostro futuro. Porto Mantovano, settembre 2012 Gianfranco Bettoni Assessore Cultura e Istruzione 3
  • 4. POPOLAZIONE SCOLASTICA ISCRITTI ISCRITTI PLESSO A.S. 2011/12 A.S. 2012/13INFANZIA BANCOLE 131 157INFANZIA DRASSO 113 113INFANZIA S. ANTONIO 174 163INFANZIA SOAVE 53 58PRIMARIA BANCOLE 275 295PRIMARIA S. ANTONIO 269 258PRIMARIA MONTATA CARRA 116 119PRIMARIA SOAVE 83 75SCUOLA SECONDARIA 502 489Totale 1716 1727 POPOLAZIONE SCOLASTICA 2009-2012 A.S. A.S. A.S. A.S. 2009/10 2010/11 2011/12 2012/13 Scuole 417 456 471 491 infanzia Scuole 740 679 743 747 primarie Scuola 466 502 502 489 secondaria Totale 1623 1637 1716 1727 4
  • 5. ALUNNI DI CITTADINANZA STRANIERA NATI SIA IN ITALIA CHE ALL’ESTEROPLESSO A.S. A.S. A.S. A.S. 2009/10 2010/11 2011/12 2012/13Scuola Infanzia S. Antonio 17 19 27 19Scuola InfanziaBancole e Drasso 10 13 20 18Scuola Infanzia Soave 6 7 3 2Scuola PrimariaS. Antonio e Montata Carra 44 41 46 52Scuola Primaria Bancole 14 15 13 20Scuola Primaria Soave 10 5 9 7Scuola Secondaria 49 36 43 40TOTALE 150 136 161 158 5
  • 6. ALUNNI NON RESIDENTIPLESSO A.S. A.S. 2011/12 2012/13Scuola Infanzia S. Antonio 12 15Scuola Infanzia Bancole e Drasso 17 28Scuola Infanzia Soave 1 5Scuola PrimariaS. Antonio e Montata Carra 44 38Scuola Primaria Bancole 10 10Scuola Primaria Soave 4 4Scuola Secondaria 64 54TOTALI 152 154 6
  • 7. RIEPILOGO ALUNNI PER ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2012/2013DIREZIONE DIDATTICA Scuole dell’infanzia 221 Scuole Primarie 452 Totale 673 -22 rispetto a A.S. 2011/2012ISTITUTO COMPRENSIVO Scuole dell’infanzia 270 Scuole Primarie 295 Scuola Secondaria 1° grado 489 Totale 1.054 + 33 rispetto a A.S. 2011/2012a.s. 2011/2012Totale alunni Direzione Didattica 695Totale alunni Istituto Comprensivo 1.021 7
  • 8. PROGETTI DIDATTICILa maggior parte delle risorse dei Progetti didattici sono indirizzate al Progetto Amico con ilsostegno degli educatori retribuiti dall’Amministrazione Comunale e lo Psicologo a Scuola: sonointerventi trasversali che coinvolgono sia la Scuola Primaria che quella Secondaria, richiesti dagliOrgani Collegiali dopo l’approvazione dei rispettivi Collegi docenti.I progetti didattici delle Scuole d’Infanzia si concentrano quest’anno sulla psicomotricità esull’acquisto di materiali e strumenti a sostegno dell’attività. I progetti delle Scuole Primarieprivilegiano il Gioco Sport – in linea con la cultura del movimento - e l’assistenza tecnica neilaboratori di informatica, senza trascurare il tradizionale progetto artistico sulla ceramica.I progetti della Scuola Secondaria ribadiscono il laboratorio teatrale e il Laboratorio di Scienze.In tutti gli ordini di scuola emerge la promozione della lettura, che trova un rinforzo naturalenell’attività sinergica con la biblioteca pubblica. 8
  • 9. DIREZIONE DIDATTICA SCUOLA INFANZIAPROGETTO A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13Lingua Inglese € 1.500,00 € 3.119,38 € 950,00Musica € 1.500,00 € 2.080,00 € 900,00Psicomotricità € 1.000,00 € 1.824,00 € 2.800,00Alunni Diversamente Abili € 500,00 € 800,00 € 800,00Materiale e strumenti a sostegnodell’attività € 4.000,00 € 5.000,00 € 4.200,00Materiale di consumo (per ------------fotocopiatrici e stampanti) € 516,00 € 500,00Uscite Didattiche ---------- € 1.600,00 € 800,00TOTALE INFANZIA € 9.016,00 € 14.923,38 € 10.450,00 SCUOLA PRIMARIAPROGETTO A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13Musica ------------- € 5.460,00 € 1.800,00Ceramica ------------- ----------- € 1.000,00Progetto “Amico” – sostegno rivoltoalla riduzione del disagio scolastico € 16.768,40 € 20.000,00 € 20.000,00Gioco SportEsperta ------------ € 2.000,00Uscite € 1.500,00Alunni diversamente abili € 1.400,00 € 2.250,00 € 675,00Materiale e strumenti a sostegnodell’attività € 2.500,00 € 3.150,00 € 2.500,00 9
  • 10. Materiale di consumo (per €1.300,00 €1.400,00 ----------fotocopiatrici e stampanti)Uscite didattiche ----------- € 3.150,00 ---------Acquisto Lavagna Interattiva € 5.230,00MultimedialeTOTALE PRIMARIA € 21.968,40 € 36.410,00 € 33.705,00 PROGETTI COMUNI ai due ordini di scuola DESCRIZIONE A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13Web Master (aggiornamento e € 1.800,00 € 1.800,00 -----------manutenzione sito)Assistenza tecnica laboratoriinformatica scuole infanzia e primaria € 2.000,00 € 2.000,00 € 2.500,00Web MasterProgetto intercultura € 2.500,00 € 2.500,00 € 500,00Gioco Sport (trasporto) €. 1.000,00 €. 1.200,00 -----------Gioco Sport (esperta – EX Progetto“Educhiamo ed educhiamoci € 1.850,00 € 2.000,00 -----------attraverso lo sport”)Sportello psicologo ------------- € 4.000,00 € 4.000,00Contributo alunni in difficoltà ------------- € 500,00 -----------economica per viaggi di istruzioneMateriale di consumo (per ------------ € 3.000,00fotocopiatrici e stampanti)TOTALE DIREZIONE DIDATTICA € 9.150,00 € 14.000,00 € 10.000,00 A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13 TOTALE COMPLESSIVO € 40.134,40 € 65.333,38 € 54.155,00 DIREZIONE DIDATTICA 10
  • 11. ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA INFANZIA VIA TREVES PROGETTO A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13Progetto Psicomotricità (ore esperto) € 3.468,00 € 1.440,00 € 2.420,00Spese di consumo ( con acquisto stereo) € 1.900,00 € 1.900,00 € 2.130,00Uscite didattiche € 1.100,00 € 1.000,00 € 850,00Progetto animazione teatrale ------------ € 1.300,00 -------------Progetto “ Io mi muovo” ----------------- ----------------- € 1.250,00TOTALE INFANZIA TREVES € 6.468,00 € 5.640,00 € 6.650,00 SCUOLA INFANZIA DRASSO PROGETTO A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13Psicomotricità € 1.440,00 € 1.440,00 € 1.936,00Progetto Drasso Educatore € 2.660,00 € 2.660,00 € 1.855,00Uscite didattiche € 1.000,00 € 1.000,00 € 82,95Materiale di consumo € 1.200,00 € 1.200,00 € 1.200,00TOTALE INFANZIA DRASSO € 6.300,00 € 6.300,00 € 5.073,95 11
  • 12. SCUOLA PRIMARIA PROGETTO A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13Progetto “Amico” – sostegno rivolto € 10.865,00 € 11.800,00 € 11.750,00alla riduzione del disagio scolasticoAttività Motoria e “Giocosport”:Esperta € 3.000,00 € 3.000,00 € 2.100,00Uscite didattico-sportiveCeramica “Arte con … creta”Esperto € 3.280,00 € 1.350,00 € 2.168,00MaterialeMateriale di consumo € 700,00 € 700,00 € 431,60Informatica € 2.180,00 € 1.000,00 € 1.000,00AssistenzaTOTALE SCUOLA PRIMARIA € 20.025,00 € 17.850,00 € 17.449,60 12
  • 13. SCUOLA SECONDARIA PROGETTO A.S. 2010/11 A.S. 2011/12 A.S. 2012/13Progetto “Amico” – sostegno rivolto alla € 20.431,40 € 42.000,00 € 39.537,00riduzione del disagio scolasticoLaboratorio Lingue Straniere € 600,00 € 900,00 € 600,00Potenziamento linguistico lingue ingleseIntercultura € 2.500,00 ------------- ---------------Laboratorio Artistica € 800,00 € 800,00 € 800,00Laboratorio Musica “Progetto Tastiera” € 2.871.00 ------------ --------------Educazione Fisica € 700,00 € 700,00 € 700,00Laboratorio Teatrale: € 1.500,00 € 2.300,00 € 2.300,00Esperta e allestimento spettacoloUscite didattiche per attività sportive e € 800,00 € 800,00 € 800,00Alunni H“ Fare scienza” Laboratorio ScienzeMaster ---------- € 2.500,00 € 1.860,00Laboratorio di tecnologia (materiale di ------------- ------------- € 200,00consumo)TOTALE SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO € 31.202,40 € 50.000,00 € 46.797,00 13
  • 14. PROGETTI COMUNI ai tre ordini di scuola A.S. 2010/2011 A.S. 2011/2012 A.S. 2012/2013 PROGETTOSportello “Lo psicologo a scuola” € 6.000,00 € 6.000,00 € 5.500,00Biblioteche scolastiche (acquisto libri e DVD) ---------------- € 4.650,00 € 4.550,00Promozione alla lettura (spese per laboratori econcorsi) € 700,00 € 700,00 € 4.650,00Nuove tecnologie e disabilità (acquisto n. 4 PC) € 2.800,00 ----------- ------------- Laboratori multimediali (acquisto Cd e DVD e assistenza informatica) € 2.500,00 € 4.000,00 € 3.000,00 - Acquisto - Assistenza Sportello intercultura ---------- € 3.000,00 € 3.000,00Carta fotocopie per tutto l’Istituto Comprensivo € 400,00 € 400,00 € 167,50Digitalizzazione didattica (registro elettronico) ---------- ---------- € 9.000,00TOTALE PROGETTI COMUNI ISTITUTO € 17.050,00 € 18.650,00 € 25.317,50COMPRENSIVO A.S. A.S. A.S. 2010/2011 2011/2012 2012/2013 TOTALE COMPLESSIVO ISTITUTO COMPRENSIVO € 81.045,40 € 98.440,00 € 101.288,05 14
  • 15. PROGETTI DIDATTICIRiepilogo stanziamenti per finanziamenti destinati alla programmazione educativa didattica e all’ampliamento dell’offerta formativaDIREZIONE DIDATTICA Scuole dell’infanzia € 10.450,00 Scuole Primarie € 33.705,00 Progetti comuni ai due ordini di scuole € 10.000,00 Totale € 54.155,00ISTITUTO COMPRENSIVO Scuole dell’infanzia € 11.723,95 Scuole Primarie € 17.449,60 Scuola Secondaria 1° grado € 46.797,00 Progetti comuni ai tre ordini di scuole € 25.317,50 Totale € 101.288,05Totale complessivo degli stanziamenti € 155.443,05A.S 2012/2013Totale complessivo degli stanziamenti € 163.773,38A.S 2011/2012Totale complessivo degli stanziamenti € 123.179,80A.S 2010/2011 15
  • 16. SOSTEGNO ALLA FREQUENZA SCOLASTICAGli artt. 42 e 45 del D.P.R. n. 616/1977 dispongono che tra le funzioni attribuite ai comuni vi sia lafornitura gratuita dei libri di testo per gli alunni frequentanti la scuola primaria; inoltre la L.R. n.19/2007 prevede l’istituzione dello strumento Dote Scuola la cui attuazione è possibile grazie allacollaborazione delle Amministrazioni Comunali 16
  • 17. LIBRI DI TESTO SCUOLA PRIMARIAPer l’anno scolastico 2012/2013 l’Amministrazione Comunale prevede la seguente spesa, cosìsuddivisa: A.S. 2012/13 PLESSO SPESE PRESUNTAPRIMARIA S. ANTONIO € 8.239,05PRIMARIA MONTATA CARRA € 3.346,05PRIMARIA SOAVE € 1.986,75 € 8.066,38PRIMARIA BANCOLETOTALE € 21.638,23 DOTE SCUOLA 2012/2013La Dote Scuola accompagna il percorso educativo dei ragazzi dai 6 ai 21 anni. È attribuita aglistudenti delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado e a chi frequenta i percorsi diistruzione e formazione professionale. Garantisce la libertà di scelta delle famiglie e il dirittoallo studio di ciascuno. Prevede contributi per premiare il merito e l’eccellenza e per alleviarei costi aggiuntivi sostenuti dagli studenti disabili.Dote Scuola è composta da:COMPONENTE “SOSTEGNO AL REDDITO”: per gli studenti meno abbientiBeneficiari della dote sono:1) studenti residenti in Lombardia che frequentano corsi a gestione ordinaria presso le scuoleprimarie, secondarie di I grado e secondarie superiori statali con sede in Lombardia;2) studenti residenti in Lombardia che frequentano i medesimi corsi in regioni confinanti, rientrandoquotidianamente alla propria residenza al termine delle lezioni;3) studenti iscritti ai percorsi di istruzione e formazione professionale erogati da Istituzioniformative accreditate al sistema di istruzione e formazione professionale regionale, ai sensi dell’art.24 della L.r. n. 19/2007 ed atti attuativi.Requisito di reddito: ISEE inferiore o uguale a euro 15.458,00 17
  • 18. Entità del contributo:ISEE Scuola Primaria Scuola Scuola Percorsi di Secondaria Secondaria Istruzione e di primo grado di secondo grado Formazione Professionale (Percorsi triennali, IV e V anno IFP)0-5.000 € 110 € 190 € 290 € 1905.001-8.000 € 90 € 150 € 230 € 1508.001-12.000 € 70 € 120 € 180 € 12012.001-15.458 € 60 € 90 € 140 € 90COMPONENTE “BUONO SCUOLA”: per un sostegno alla libertà di scelta per gli studenti chefrequentano una scuola paritariaBeneficiari della dote sono:1) studenti residenti in Lombardia che frequentano corsi a gestione ordinaria presso le scuoleparitarie primarie, secondarie di I grado e secondarie superiori.2) studenti residenti in Lombardia che frequentano i medesimi corsi in regioni confinanti, rientrandoquotidianamente alla propria residenza al termine delle lezioni.Requisito di reddito: Isee inferiore o uguale a euro 30.000,00.COMPONENTE “DISABILITÀ”: beneficiari della dote sono alunni portatori di handicap concertificazione di disabilità rilasciata dallASL di competenza, a seguito degli appositi accertamenticollegiali previsti dal DPCM 23/02/2006, n. 185 e secondo le modalità previste dalla delibera digiunta regionale n.2185/2011. In questo caso, la famiglia percepisce un contributo a pari a euro3.000,00 per spese connesse al personale insegnante impegnato in attività didattica di sostegno nellascuola paritaria.Questa componente della Dote scuola spetta a tutti gli studenti portatori di handicap certificati,indipendentemente dal reddito.COMPONENTE “MERITO”: un riconoscimento assegnato agli studenti capaci, meritevoli e prividi mezzi. Beneficiari della dote sono studenti di famiglie residenti in Lombardia che nellannoscolastico 2011-2012 abbiano riportato, presso scuole statali e paritarie con sede in Lombardia o inregione confinante (a condizione che vi sia quotidianamente il rientro nella propria residenza), laseguente valutazione: • una valutazione finale pari a 9 per la terza media, • una valutazione finale media di almeno 8 a conclusione delle classi I, II, III e IV della scuola secondaria superiore, • una valutazione di 100 e lode per i giovani che conseguono la maturità. 18
  • 19. Requisito di reddito: valore ISEE inferiore o uguale a euro 20.000,00 ad eccezione deglistudenti della scuola secondaria di 2° grado che hanno concluso la maturità con 100 e lode, per iquali non sono previsti limiti di reddito. Allo studente, con ISEE pari o inferiore ad € 20.000,00 verrà riconosciuta una Dote– Componente “Merito” pari ad € 300,00 se ha conseguito agli esami di licenza media una valutazione finale pari o superiore a 9, ovvero una Dote pari ad € 700,00 se ha conseguito agli esami di licenza media una valutazione finale almeno pari a 10. Allo studente, con ISEE pari o inferiore ad € 20.000,00, verrà riconosciuta una Dote– Componente “Merito” pari ad € 300,00 se a conclusione della prima, della seconda, della terza o della quarta classe della scuola secondaria superiore ha conseguito una valutazione finale media – escludendo il voto di religione e comprendendo il voto di condotta - compresa tra 8 e 9, ovvero una Dote pari ad € 500,00 in caso di valutazione finale media superiore a 9. Allo studente che abbia concluso il V anno della scuola secondaria superiore riportando la valutazione di 100 e lode verrà riconosciuta una Dote– Componente “Merito” pari ad € 1.000,00, a semplice presentazione della domanda, senza indicazione della situazione reddituale o ISEE.Compilazione e trasmissione delle domandeLa domanda va compilata direttamente on line da casa propria o in alternativa presso il Comune diresidenza, le scuole paritarie o i centri formativi. 19
  • 20. SPESE DI FUNZIONAMENTOIl regolare svolgimento delle attività scolastiche è garantito anche dai beni e servizi che quivengono descritti e che sono finanziati dal Comune FUNZIONI MISTEIl Comune eroga agli istituti scolastici il contributo pro-capite di € 1.236,00 a fronte delle mansionisotto specificate, svolte dal personale scolastico dipendente: CONTRIBUTO CONTRIBUTO MANSIONE ISTITUTO DIREZIONE € 4.944,00 € 3.780,00Amministrazione fondi PDS (n. 4 funzioni miste) (n. 3 funzioni miste) € 1.236,00Assistenza handicap / (n. 1 funzione mista) € 1.236,00Gestione prenotazione pasti / (n. 1 funzione mista)TOTALE € 6.180,00 € 5.016,00TOTALE COMPLESSIVO € 11.196,00 STAMPATI E CANCELLERIAL’Amministrazione Comunale stanzia un contributo per l’acquisto di stampati, cancelleria e per lealtre spese necessarie al funzionamento degli uffici segreteria della Direzione Didattica edell’Istituto Comprensivo. CONTRIBUTO CONTRIBUTO SCUOLE ISTITUTO DIREZIONETOTALE PER SCUOLE € 7.942,35 € 4.500,00TOTALE COMPLESSIVO € 12.442,35 20
  • 21. MATERIALE GALENICO (PRONTO SOCCORSO)Il contributo per l’acquisto del materiale di pronto soccorso verrà così ripartito: CONTRIBUTO CONTRIBUTO SCUOLE ISTITUTO DIREZIONETOTALE PER SCUOLE € 1.037,00 € 650,00TOTALE COMPLESSIVO € 1.687,00 SERVIZI DI PULIZIA E LAVANDERIAI servizi di pulizia e lavanderia sono svolti dal personale ausiliario statale della scuola.Il Comune eroga un contributo alla Direzione Didattica e all’Istituto Comprensivo per l’acquisto deiprodotti di pulizia ed attrezzature necessarie al servizio.PRODOTTI DI PULIZIAIl contributo per l’acquisto di prodotti di pulizia per tutto l’A.S. 2012/2013 è il seguente: CONTRIBUTO CONTRIBUTO SCUOLE ISTITUTO DIREZIONETOTALE PER SCUOLE € 6.290.00 € 4.000,00TOTALE COMPLESSIVO € 10.290,00SERVIZIO DI LAVANDERIAPer l’anno scolastico 2012/2013 il Comune prevede di erogare un contributo per il lavaggio di capiutilizzati nella Scuola dell’infanzia (lenzuolini, copri brande, etc.). CONTRIBUTO CONTRIBUTO SCUOLE ISTITUTO DIREZIONEMATERNE € 1.458.00 € 885,00TOTALE COMPLESSIVO € 2.343,00 21
  • 22. FINANZIAMENTI PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Anno scolastico 2012/2013 DIREZIONE ISTITUTO TIPOLOGIA INTERVENTO DIDATTICA COMPRENSIVOPROGETTI PRESENTATI DALLE € 54.155,00 € 101.288,05SCUOLELIBRI DI TESTO SCUOLA PRIMARIA € 13.571,85 € 8.066,38FUNZIONI MISTE € 5.016,00 € 6.180,00STAMPATI E CANCELLERIA € 4.500,00 € 7.942,35MATERIALE GALENICO € 650,00 € 1.037,00CONTRIBUTO PULIZIA € 4.000,00 € 6.290,00CONTRIBUTO LAVANDERIA € 885,00 €1.458,00 TOTALE anno 2012/2013 € 82.777,85 € 132.261,78TOTALE CONTRIBUTI PDS 2012/2013 € 215.039,63TOTALE CONTRIBUTI PDS 2011/2012 € 229.134,88TOTALE CONTRIBUTI PDS 2010/2011 € 189.640,72 22
  • 23. ULTERIORI INTERVENTI A FAVORE DEL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 DESCRIZIONE INTERVENTO A.S. 2012/2013Contratto all-in e noleggio fotocopiatrici per Istituto Comprensivo,Direzione Didattica, Primaria Bancole, Montata Carra, Infanzia Drasso € 7.842,01Fornitura e montaggio arredi presso la scuola secondaria di primo € 9.423,46gradoAcquisto banchi e sedie la scuola dell’infanzia di Via Treves, primaria diMontata Carra e Soave € 12.318,45Acquisto telefono per infanzia Drasso € 72,60Riparazione lavastoviglie scuola infanzia Drasso/S.Antonio € 609,91Riparazione lavasciuga pavimenti scuola primaria Bancole € 424,52Fornitura frigorifero scuola infanzia S.Antonio € 332,75Riparazioni fotocopiatori e fax € 1.304,17 € 2.304,00Servizio di pulizia per locali utilizzati per il doposcuola scuola infanziaDisinfestazione ambienti scolastici € 121,00Stampa pergamene e acquisto premi alunni meritevoli scuola secondaria € 120,00I° gradoAssistenza sanitaria progetti “conosciamoci muovendoci” e “gioco € 600,00sport”Gadget “gioco sport” € 256,15Impegno di spesa per contribuzione spesa refezione scolastica per alunniresidenti nel Comune di Porto e frequentanti scuole nel Comune di € 1.000,00Mantova € 36.729,02TOTALE A.S. 2010/2011 A.S. 2011/2012 A.S. 2012/2013TOTALEULTERIORI INTERVENTI € 49.347,90 € 27.124,00 € 36.729,02PRECISAZIONI:Gli importi di cui sopra sono relativi ad impegni assunti successivamente all’approvazione del PianoDiritto 2011/2012 in base ad ulteriori richieste inoltrate dai rispettivi istituti scolastici nel corsodell’a.s. 2011/2012. Anche per il corrente anno scolastico potranno quindi essere possibili spese nonpreviste nel presente Piano. 23
  • 24. SERVIZI SCOLASTICI COMUNALINella sezione che segue si espongono i servizi scolastici organizzati dall’amministrazione comunale per sostenere il Diritto allo Studio 24
  • 25. SERVIZIO DI PRESCUOLAL’Amministrazione Comunale, anche per l’anno scolastico 2012/2013, gestisce il servizio diPrescuola con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze delle famiglie che, per motivi di lavoro,hanno necessità di accompagnare i figli a scuola prima dell’inizio dell’attività didattica.Il servizio di prescuola permette di anticipare l’ingresso a scuola con gli stessi orari proposti loscorso anno scolastico dalle istituzioni scolastiche. Tale servizio prevede non solo la custodia maanche attività ludico ricreative che permettano la socializzazione dei bambini.Il servizio sarà garantito come segue: - primaria di Sant’Antonio dalle 7,15 alle 8,00 (45 minuti); - infanzia di Sant’Antonio dalle 7,15 alle 8,00 (45 minuti); - Primaria Montata Carra dalle 7,15 alle 8,10 (55 minuti); - Primaria Bancole dalle 7,30 alle 8,00 (30 minuti); - Infanzia Drasso dalle 7,30 alle 8,00 (30 minuti); - Infanzia Bancole dalle 7,30 alle 8,00 (30 minuti);Per accedere al servizio è necessario compilare e inoltrare il modulo d’iscrizione ai servizi scolasticiComunali anno scolastico 2012 – 2013, distribuito a tutte le famiglie.E’ richiesta una contribuzione al costo del servizio alla famiglia. TARIFFE DEI SERVIZI PRESCUOLAL’amministrazione con deliberazione di Giunta Comunale n. 69 del 17/05/2012, ha stabilito leseguenti contribuzioni a carico delle famiglie: per le scuole dove è attivato il servizio dalle ore 7,30: • residenti €. 10,00 mensili per 9 mensilità (considerando metà mese di settembre e metà mese di dicembre); • non residenti €. 12,00 mensili per 9 mensilità (considerando metà mese di settembre e metà mese di dicembre); per le scuole dove è attivato il servizio dalle ore 7,15: • residenti €. 12,00 mensili per 9 mensilità (considerando metà mese di settembre e metà mese di dicembre); • non residenti €. 14,00 mensili per 9 mensilità (considerando metà mese di settembre e metà mese di dicembre); COSTO TOTALE PRESUNTO € 20.886,32 CONTRIBUZIONE DELLE FAMIGLIE PREVISTA € 14.562,00 DIFFERENZA A CARICO BILANCIO € 6.324,32 25
  • 26. SERVIZIO DI POST SCUOLA PER LA SCUOLA DELL’INFANZIAIl servizio di tempo prolungato per le scuole dell’infanzia è attivo sul territorio di Porto Mantovanogià da alcuni anni.Tale servizio, nell’ottica del completamento delle attività didattiche, è erogato alle famiglie che, peresigenze lavorative, hanno necessità di lasciare i bambini alla scuola dell’Infanzia oltre l’orario dichiusura (ore 16), fino alle ore 18.Per il corrente anno scolastico, 2012/2013, il servizio sarà attivato presso la scuola dell’infanzia diVia Treves, con servizio di trasporto dalla scuola dell’Infanzia di S. Antonio e del Drasso. Il Servizio comprende anche la somministrazione della merenda pomeridiana.Per accedere al servizio è necessario compilare e inoltrare il modulo d’iscrizione ai servizi scolasticicomunali anno scolastico 2012 – 2013, distribuito a tutte le famiglie.E’ richiesta una contribuzione al costo del servizio alla famiglia . TARIFFE DEL SERVIZIO DI POST SCUOLA L’amministrazione con deliberazione n. 69 del 17/05/2012 ha stabilito le seguenti contribuzioni acarico delle famiglie: • € 60,00 mensili per i bambini residenti • € 65,00 mensili per i bambini non residenti- La tariffa mensile dovrà essere corrisposta per nove mensilità (considerando metà mese disettembre e metà mese di dicembre)- l’assenza per l’intero mese comporterà la decurtazione della quota contributiva nella misura del50%COSTO TOTALE € 16.409,12PRESUNTOCONTRIBUZIONE DELLE € 9.850,00FAMIGLIE PREVISTADIFFERENZA A CARICO € 6.559,12DEL BILANCIO 26
  • 27. SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICAIl servizio di refezione è affidato in gestione alla ditta CIR FOOD .Il servizio è erogato a favore degli alunni delle scuole dell’Infanzia e per gli alunni delle scuolePrimarie che effettuano il rientro pomeridiano o il tempo scuola organizzato su cinque giorniI menù vengono definiti sulla base delle linee guida dell’ASL - Servizio SIAN.La commissione mensa ( composta da rappresentanti dei genitori, degli insegnanti e dal comune),nell’ambito delle proprie competenze, effettua un’azione di controllo costante e di verifica dellaqualità del servizio di ristorazione.Il costo del singolo buono pasto a carico delle famiglie è stato determinato con deliberazione diGiunta Comunale, dando atto che la quota di contribuzione a carico delle famiglie viene definita inbase all’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.).La sensibilità dell’Amministrazione Comunale verso le problematiche economiche si esplica con laricerca di maggiore equità nell’applicazione delle tariffe per supportare le famiglie che hanno piùfigli in età scolare. L’applicazione delle nuove fasce Isee consente di risparmiare sulle tariffe e diagevolare maggiormente coloro che godono di un reddito basso e/o che hanno più figli a scuola. Ciòper garantire un efficace diritto allo studio per tutti. L’inserimento di una quota minima di 0.75 europer pasto per i redditi familiari sino a 6.600 euro non contrasta con i principi esposti ma valorizzaun servizio di qualità che ricomprende anche di prodotti di filiera corta e biologici.COSTO TOTALE PRESUNTO € 636.787,47CONTRIBUZIONE DELLE FAMIGLIE PREVISTA € 405.621,33DIFFERENZA A CARICO DEL BILANCIO € 231.166,14Servizio MENSA CON EDUCATORE (SOLO per classi con MENSA della scuola PRIMARIABANCOLE)Il servizio prevede l’assistenza di un educatore durante la consumazione del pasto.La tariffa mensile è di € 5,00, ESCLUSO il costo del pasto. La tariffa mensile dovrà essere corrispostaper nove mensilità. Il costo del pasto è definito così come indicato nella parte dedicata alla MENSASCOLASTICA.COSTO PRESUNTO € 3.079,44CONTRIBUZIONE DELLE FAMIGLIE PREVISTA € 2.880,00DIFFERENZA A CARICO DEL BILANCIO € 199,44 27
  • 28. Dichiarazione unica ISEE RELATIVA AI REDDITI 2011 ISEE tariffa tariffa ISEE tariffa tariffa ISEE tariffa tariffa ISEE tariffa tariffa 1^ 2^ - 3^ 1^ 2^ - 1^ 2^ - 1^ 2^ - figlio figlio figlio 3^ figlio 3^ figlio 3^ figlio figlio figlio0-6.500 0,75 0,60 10.400 3,30 2,64 14.300 3,81 3,05 18.200 4,31 3,456.501-6.600 2,81 2,25 10.500 3,32 2,65 14.400 3,82 3,06 18.300 4,32 3,46 6.700 2,83 2,26 10.600 3,33 2,66 14.500 3,83 3,07 18.400 4,34 3,47 6.800 2,84 2,27 10.700 3,34 2,67 14.600 3,85 3,08 18.500 4,35 3,48 6.900 2,85 2,28 10.800 3,35 2,68 14.700 3,86 3,09 18.600 4,36 3,49 7.000 2,86 2,29 10.900 3,37 2,69 14.800 3,87 3,10 18.700 4,37 3,50 7.100 2,88 2,30 11.000 3,38 2,70 14.900 3,88 3,11 18.800 4,39 3,51 7.200 2,89 2,31 11.100 3,39 2,71 15.000 3,90 3,12 18.900 4,40 3,52 7.300 2,90 2,32 11.200 3,41 2,73 15.100 3,91 3,13 19.000 4,41 3,53 7.400 2,92 2,33 11.300 3,42 2,74 15.200 3,92 3,14 19.100 4,43 3,54 7.500 2,93 2,34 11.400 3,43 2,75 15.300 3,94 3,15 19.200 4,44 3,55 7.600 2,94 2,35 11.500 3,45 2,76 15.400 3,95 3,16 19.300 4,45 3,56 7.700 2,95 2,36 11.600 3,46 2,77 15.500 3,96 3,17 19.400 4,46 3,57 7.800 2,97 2,37 11.700 3,47 2,78 15.600 3,97 3,18 19.500 4,48 3,58 7.900 2,98 2,38 11.800 3,48 2,79 15.700 3,99 3,19 19.600 4,49 3,59 8.000 2,99 2,39 11.900 3,50 2,80 15.800 4,00 3,20 19.700 4,50 3,60 8.100 3,01 2,41 12.000 3,51 2,81 15.900 4,01 3,21 19.800 4,52 3,61 8.200 3,02 2,42 12.100 3,52 2,82 16.000 4,03 3,22 19.900 4,53 3,62 8.300 3,03 2,43 12.200 3,54 2,83 16.100 4,04 3,23 20.000 4,54 3,63 8.400 3,05 2,44 12.300 3,55 2,84 16.200 4,05 3,24 20.100 4,55 3,64 8.500 3,06 2,45 12.400 3,56 2,85 16.300 4,06 3,25 20.200 4,57 3,65 8.600 3,07 2,46 12.500 3,57 2,86 16.400 4,08 3,26 20.300 4,58 3,66 8.700 3,08 2,47 12.600 3,59 2,87 16.500 4,09 3,27 20.400 4,59 3,67 8.800 3,10 2,48 12.700 3,60 2,88 16.600 4,10 3,28 20.500 4,61 3,69 8.900 3,11 2,49 12.800 3,61 2,89 16.700 4,12 3,29 20.600 4,62 3,70 9.000 3,12 2,50 12.900 3,63 2,90 16.800 4,13 3,30 20.700 4,63 3,71 9.100 3,14 2,51 13.000 3,64 2,91 16.900 4,14 3,31 20.800 4,65 3,72 9.200 3,15 2,52 13.100 3,65 2,92 17.000 4,15 3,32 20.900 4,66 3,73 9.300 3,16 2,53 13.200 3,66 2,93 17.100 4,17 3,33 21.000 4,67 3,74 9.400 3,17 2,54 13.300 3,68 2,94 17.200 4,18 3,34 21.100 4,68 3,75 9.500 3,19 2,55 13.400 3,69 2,95 17.300 4,19 3,35 21.200 4,70 3,76 9.600 3,20 2,56 13.500 3,70 2,96 17.400 4,21 3,37 21.300 4,70 3,76 9.700 3,21 2,57 13.600 3,72 2,97 17.500 4,22 3,38 21.400 4,70 3,76 9.800 3,23 2,58 13.700 3,73 2,98 17.600 4,23 3,39 21.500 4,70 3,76 9.900 3,24 2,59 13.800 3,74 2,99 17.700 4,25 3,40 21.600 4,70 3,76 10.000 3,25 2,60 13.900 3,75 3,00 17.800 4,26 3,41 21.700 4,70 3,76 10.100 3,26 2,61 14.000 3,77 3,01 17.900 4,27 3,42 21.800 4,70 3,76 10.200 3,28 2,62 14.100 3,78 3,02 18.000 4,28 3,43 21.900 4,70 3,76 10.300 3,29 2,63 14.200 3,79 3,03 18.100 4,30 3,44 22.000 4,70 3,76 NON RESIDENTI € 4,70 cad. pasto (senza agevolazione in caso di fratelli) 28
  • 29. SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICOL’Amministrazione comunale favorisce l’utilizzo degli scuolabus per i tragitti casa-scuola eviceversa per alleggerire il traffico privato davanti alle scuole e inquinare meno l’ambiente. Insiemeal servizio di bici bus, gli autobus urbani, l’autobus da Soave verso la scuola secondaria di primogrado e lo scuolabus vanno incontro alle esigenze di mobilità sostenibile e favoriscono il processo disocializzazione nei bambini e nei ragazzi. Da due anni il Comune assorbe completamente i rincaridei trasporti oltre a calmierare i prezzi degli abbonamenti applicando le tariffe di tabella secondol’ISEE.In seguito a gara d’appalto, esperita nell’estate 2012, il servizio è stato aggiudicato, da settembre2012 a giugno 2014 (date stabilite in base al calendario scolastico), ad APAM Esercizio Spa. Ilnuovo servizio è erogato a favore degli alunni che frequentano le scuole dell’infanzia e primaria delCapoluogo, nonché per gli studenti frequentanti la scuola secondaria di primo grado, residenti nellezone Montata Carra – S. Antonio – Bancole Est, per il periodo compreso da settembre a giugno, dallunedì al venerdì/sabato.I precorsi si articolano in 5 aree di attività, e vengono definiti in base alle richieste di iscrizione daparte del’utenza: 1) trasporto quotidiano per gli alunni delle scuole dell’infanzia del Capoluogo e primaria di Bancole a copertura del tragitto casa-scuola, scuola-casa, con servizio accompagnatore. 2) trasporto quotidiano per alunni delle scuole primarie di S. Antonio e Montata Carra a copertura del tragitto casa-scuola, scuola-casa, con servizio accompagnatore. 3) trasporto quotidiano per alunni della scuola secondaria di primo grado a copertura del tragitto casa-scuola, scuola-casa per i residenti di S.Antonio, Montata Carra e parte dell’abitato di Bancole, con servizio accompagnatore. 4) trasporto quotidiano per alunni della scuola secondaria di primo grado a copertura del tragitto casa-scuola, scuola-casa per i residenti di Soave, Colle Aperto con la linea pubblica n. 42 gestito da Apam Esercizio Spa. 5) trasporto quotidiano per alunni della scuola secondaria di primo grado a copertura del tragitto casa-scuola, scuola-casa per gli alunni residenti nella restante parte di Bancole con la linea pubblica n. 7/8 gestito da Apam esercizio spa. RETTE PER TRASPORTO SCOLASTICO A CARICO DELL’UTENZALe rette per il servizio di trasporto scolastico sono state definite con delibera di Giunta Comunale.Le tariffe vengono definite in base alla dichiarazione ISEE presentata all’ufficio scuola.Agli utenti che NON presentano l’ISEE è assegnata la tariffa massima.Agli utenti non residenti viene applicata una tariffa annua unica di € 388,00, senza agevolazione incaso di fratelli. 29
  • 30. LA PRESENTE PAGINA E’ SOSTITUITA CON LA PAGINA 30 IN FONDO ALPRESENTE DOCUMENTOTARIFFA RESIDENTI tariffa Fratelli tariffa Fratelli tariffa Fratelli annua tariffa annua tariffa annua tariffa ISEE ISEE ISEE 1^ annua (- 1^ annua 1^ annua figlio 50%) figlio (-50%) figlio (-50%)fino a6.500 20 10 12.000 122,7 61,35 17.500 223,15 111,58 7.000 40 20 12.500 130,99 65,49 18.000 233,08 116,54 7.500 40 20 13.000 139,49 69,74 18.500 243,12 121,56 8.000 40 20 13.500 148,18 74,09 19.000 253,26 126,63 8.500 40 20 14.000 157,04 78,52 19.500 263,49 131,74 9.000 79,62 39,81 14.500 166,07 83,04 20.000 273,82 136,91 9.500 85,61 42,8 15.000 175,26 87,63 20.500 284,23 142,12 10.000 92,26 46,13 15.500 184,58 92,29 21.000 294,74 147,37 10.500 99,37 49,68 16.000 194,04 97,02 21.500 305,33 152,66 11.000 106,85 53,43 16.500 203,62 101,81 22.000 316 158 11.500 114,64 57,32 17.000 213,33 106,67 La rinuncia al servizio entro il 31/01/2013 prevede comunque il pagamento della metà della tariffaannua definita per ogni utente, dopo il 31/01/2013 prevede il pagamento dell’intera tariffa annua.- Costo abbonamento scolastico annuale Linea 42 Soave / S.Antonio: € 403,00 IL COMUNE SOSTIENE LA DIFFERENZA DELLA SPESA TRA IL COSTO DELLETARIFFE COMUNALI E LA TARIFFA DEFINITA DA APAM;- Costo abbonamento scolastico annuale Linea 7/8: € 234,50IL COMUNE SOSTIENE LA SPESA DI DIFFERENZA TRA IL COSTO DELLE TARIFFECOMUNALI E LA TARIFFA DEFINITA DA APAM;COSTO TOTALE € 252.747,00COSTO TOTALE PRESUNTO SERVIZIO DI € 6.368,00ACCOMPAGNATORECONTRIBUZIONE DELLE FAMIGLIE PREVISTA € 33.117,62DIFFERENZA A CARICO DEL BILANCIO € 225.997,38 30
  • 31. INTEGRAZIONE SCOLASTICA ASSISTENZA AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILIL’Ente locale nell’ambito dell’integrazione degli alunni diversamente abili deve provvedereall’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici scolastici, fornire i servizi di assistenzasociale compresa l’assistenza individuale finalizzata a facilitare la permanenza e l’integrazione deglialunni diversamente abili nel contesto scolastico.N. 6 bambini residenti nel Comune di Porto frequentano le scuole dell’Infanzia ed elementari pressola Casa del Sole e vengono accompagnati con il pulmino.Non è previsto alcun recupero a carico dell’utenza. SPESA ASSISTENZA AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI TOTALE 18.000,00 31
  • 32. ASSISTENTE AD PERSONAM (certificati legge 104/92)Il servizio è rivolto agli alunni portatori di handicap delle scuole dell’Infanzia, Primaria esecondaria. La gravità delle patologie, di tipo psichico, fisico e sensoriale, e i vincoli organizzativiinterni alle scuole hanno reso necessario realizzare un rapporto assistente/utente molto basso 1:1. Ilservizio deve garantire assistenza, vigilanza, cura nell’igiene personale dell’assistito. La presenzacostante dell’assistente ad personam permette infatti di instaurare con il minore una relazione disostegno continua ed assidua, tale da consentire di andare oltre la prestazione relativa alla cura dellapersona e coprire di fatto uno spazio più ampio nella sfera educativa.Non è previsto alcun recupero a carico dell’utenza.LE RICHIESTE PER L’ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SONO LE SEGUENTIASSISTENTI AD A.S. 2011/2012 A.S. 2012/2013PERSONAMSCUOLE ORE PER PLESSO ORE PER PLESSOScuola infanzia Mantova 20 ore 1 bambino -------------------------Scuola primaria Mantova ---------------------- 8 ore 1 bambinoScuola infanzia Soave 60 ore 3 bambini 60 ore 3 bambiniScuola primaria Bancole 39 ore 3 bambini 64 ore 5 bambiniScuola primaria Montata 47 ore 2 bambini 38 ore 3 bambiniScuola primaria S. Antonio 79 ore 4 bambini 41 ore 3 bambiniScuola secondaria 24 ore 2 bambini 83 ore 6 bambini“Monteverdi”Totali 344 ore 20 bambini 294 ore 21 bambini SPESA ASSISTENZA AD PERSONAM A.S. 2012/13 TOTALE € 226.249,11 PRESUNTO 32
  • 33. PROGETTI SCOLASTICI AD INIZIATIVA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALEL’Amministrazione Comunale ha proposto alle istituzioni scolastiche diarricchire l’offerta formativa con i progetti che di seguito si illustrano,concordandone tempi e contenuti1) Progetto animazione alla lettura (INFANZIA E PRIMARIA)Il progetto tende alla realizzazione, in tutti gli ordini di scuola, di percorsi di promozione allalettura.Le attività presentate mirano ad incontrare il gusto dei giovani lettori, favorendo così l’incontro tralettore e libro, nella scuola e fuori di essa, in modo che esso non avvenga come fatto sporadico madivenga un’abitudine consolidata.Altro obiettivo specifico del progetto è rafforzare la collaborazione tra scuola e biblioteca.ASILO NIDO“E’ ARRIVATO UN TRENO CARICO DI STORIE” progetto che ha lo scopo di far avvicinare ibambini, fin da quando sono molto piccoli, al piacere della lettura. Il mezzo utilizzato a tale scopo èla lettura ad alta voce che proposta in età molto precoce diviene momento di condivisione, piacere,divertimento e soprattutto un’importante occasione educativa.€ 400,00 33
  • 34. SCUOLA DELL’INFANZIA“LASCIATE CHE VI RACCONTI UNA STORIA per bambini dai 3 ai 5 anni. Leggere ad altavoce per condividere assieme ai bambini un viaggio, per condurli in una storia dove le parolediventano suoni, dove la pagina si trasforma in un piccolo teatro a misura di bambino.€ 1.500,00SCUOLA PRIMARIA BIENNIO“TUTTI IN BIBLIOTECA CON IL LUPO GEDEONE”“ TUTTI IN BIBLIOTECA CON IL PICCOLO URI”Progetto educativo-didattico per bambini di prima e seconda elementare, così composto:-lettura ad alta voce intervallata da uno o due brevi giochi- presentazione di alcuni libri proposti in base all’età dei bambini- tessera della biblioteca rilasciata ad ogni bambino- prestito: ogni bambino può scegliere di prendere in prestito uno dei libri proposti€ 1.400,00 TRIENNIO“IL TASTALIBRI” pensato per le classi terze che ha lo scopo di fare incontrare i bambini e i libriattraverso un gioco in cui è possibile “tastare”, toccare, ma anche assaggiare, gustare e divertirsi coni libri. Il progetto si articola in due incontri distinti.€ 1.600,00INCONTRO CON LO SCRITTORE GEK TESSARO per le classi di quarta e quinta elementare.Lo scrittore narra alcune sue storie animandole mediante l’utilizzo della lavagna luminosa. Nellagrande magia della suggestione data dal buio, la lavagna luminosa proietta le immaginiingigantendole. Queste, per la maggior parte, vengono realizzate sul momento con tecniche diverse:acrilico, collage, acquerello inchiostri e sabbia. Ad arricchire ulteriormente la scena contribuisconole ombre di sagome animate, figurine e personaggi cesellati nel metallo o nel cartoncino. Gliincontri sono organizzato con il Centro Culturale di San Giorgio di Mantova.€ 2.420,00SCUOLA SECONDARIAINCONTRO CON LO SCRITTORE FABRIZIO SILEI che con il romanzo “il bambino divetro” ha vinto il premio Andersen 2012 nella categoria miglior libro 9- 12 anni.€ 900,00 34
  • 35. 2) Educazione al Civismo e alla Cittadinanza attiva (SCUOLA SECONDARIA E CLASSI 5. PRIMARIA)Il progetto si realizzerà in due anni scolastici seguendo gli step da concordare con gli insegnantidella Scuola Secondaria di primo grado, i genitori e gli alunni frequentanti la scuola. Giàdall’autunno 2012 verranno concordati gli obiettivi e le tematiche da affrontare in un percorsocondiviso dall’Amministrazione Comunale con la Scuola, i genitori, i ragazzi e alcune associazionipresenti sul territorio portuense.Durante la primavera 2013 sperimenteremo il primo Consiglio dei Ragazzi che tra i compitiassegnati apporterà anche nuove idee per gli interventi del Comune verso la scuola.OBIETTIVIIl progetto mira a - favorire la partecipazione dei ragazzi alla vita pubblica - avviarli all’applicazione dei princìpi di democrazia - avvicinare i ragazzi alle istituzioni - recuperare competenze e ruolo sociale dei ragazzi - promuovere un percorso di educazione civica attraverso una pratica di democrazia vissuta e partecipata - promuovere nei ragazzi lo spirito critico, la capacità di progettare e cooperare - rispetto delle regole e valorizzazione del patrimonio pubblicoDESTINATARIRagazzi della Scuola Secondaria di 1° grado del Comune di Porto Mantovano.Il Consiglio dei ragazzi dovrà essere frutto di una progettualità che vede collaborare fra loro scuola,famiglie, amministrazione comunale e associazioni operanti nel territorio. I promotori principalisono lamministrazione comunale e la scuola, ciascuna delle quali muove dal proprio specificoistituzionale: la scuola, interpretando pienamente la sua funzione, si apre al territorio e il comune,accogliendo operativamente i principi della città educativa, si impegna ad agire con coerenza in talsenso.Diritti, democrazia, educazione sono le parole chiave di queste esperienze che si caratterizza per: limpegno degli adulti allascolto e alla ricerca di forme e modi idonei per rispettare i diritti dei ragazzi, con un impostazione non-riparativa (come quando si interviene per superare disagi o per far fronte a problemi conclamati), ma preventiva, di promozione cioè di crescita personale, in un clima di benessere e inclusione sociale; unintenzione formativa, di educazione alla cittadinanza e alla democrazia; ladozione di metodologie partecipative miranti a promuovere clima cooperativo fra i ragazzi e collaborazione fra ragazzi e adulti: ci riferiamo alle metodologie tipiche dellanimazione socioculturale, adottando le quali gli adulti che assumono il compito di coordinare il gruppo dei ragazzi non si presentano come depositari di un sapere già predefinito che vogliono trasmettere, ma come guide in un percorso, durante il quale il gruppo dei partecipanti è invitato a fare esperienze che conducono a scoperte, a incontrare problemi che suscitano dubbi e domande, a costruire risposte; 35
  • 36. i temi affrontati: ambiente e città, la vita quotidiana, i luoghi di incontro, le relazione fra giovani e adulti (gli amici, il tempo libero, la famiglia, la scuola, gli altri abitanti, il comune).II consiglieri e le consigliere, nel corso della loro attività, esprimono opinioni e idee che, insieme aquelle raccolte nel dialogo con i compagni di scuola, vengono approfondite ed esaminate insieme,per capire se siano pertinenti e significative.C’è una fase di riflessione e di raccolta di informazioni che fornisce ai ragazzi gli elementi perimmaginare come trasformare i problemi e le idee in proposte che possano essere presentate alSindaco e all’Amministrazione comunale, oppure discusse insieme alle scuole o ai cittadini.Attraverso questo iter, le proposte del Consiglio Comunale dei Ragazzi, piano piano, diventanograndi e cominciano a camminare da sole, sviluppandosi in diverse direzioni, con l’aiuto di altriragazzi e adulti responsabili e capaci di cooperare.Riportiamo qui tre esempi di progetti che possono diventare patrimonio della comunità:C’entro anch’io, un centro giovanile ideato e gestito da ragazzi e adulti volontari insieme.A piedi e in bici, con le amiche e con gli amici, un’esperienza che riguarda adulti e ragazzi, lefamiglie, la scuola, il Comune e la comunità, orientata a promuovere l’autonomia dei ragazzi e unmaggior uso della mobilità ciclo pedonale.Sportello “Antibullo”, che nasce a conclusione di un percorso di conoscenza e sensibilizzazione alfenomeno del bullismo. 3) “Giornata del verde pulito 2013” - progetto “Adotta un Giardino”.Obiettivo del progetto è di insegnare ai bambini e ai ragazzi a preservare e a prendersi curadell’ambiente naturale che li circonda, oltre che a rispettare le attrezzature e i giochi messe adisposizione della comunità.Il progetto nasce dalla convinzione che i bambini e i ragazzi sono una grande risorsa e devonoessere aiutati ad esprimere le loro potenzialità anche attraverso esperienze che li aiutino a crescere ematurare sul piano del senso civico e solidaristico.L’iniziativa è rivolta a tutti gli ordini di scuola. Inserita nel progetto di educazione al civismo, saràconcordata nei particolari con i docenti. Con la giornata ecologica, preparata con incontri ad hoc, glialunni e i loro animatori opereranno qualcosa di concreto per l’ambiente, ma vorranno anchesensibilizzare le persone al rispetto della natura e di ciò che è pubblico, quindi di tutti.Per i progetti 2) e 3) il Comune ha stanziato la cifra di € 20.000,00 36
  • 37. 4) Dipingiamo la città, per continuare il Progetto Murales extracurricolare pomeridiano rivolto alla scuola secondaria 1° gradoContinuerà per il 3° anno il progetto “Murales a scuola” che vedrà interessato il sottopasso dicollegamento tra il Comune e la Chiesa di S. Antonio.Come gli scorsi anni, il progetto coinvolgerà gli alunni della scuola secondaria di primo grado chelavoreranno di pomeriggio per trasmettere ai loro compagni il rispetto per i beni pubblici e lamoreper il bello.Il progetto, che mira ad offrire spazi e tempi alla creatività ed alle passioni costruttive degli alunni,si pone come base per il raggiungimento di alcuni importanti obiettivi:Educare i nostri giovani alla conoscenza ed al rispetto del patrimonio pubblico;Sviluppare la dimensione estetica e critica come stimolo a migliorare la vita di tutti i giorni;Abituare i giovani a cogliere le relazioni esistenti tra espressioni artistiche di diverse civiltà e areeculturali;Incrementare le capacità di raccordo con altri ambiti disciplinari rilevando come nellopera darteconfluiscano, emblematicamente, aspetti e componenti dei diversi campi del sapere (umanistico,scientifico e tecnologico).€ 3.000,005) Iniziative sul tema del contrasto alla dipendenza dall’azzardoE’ un progetto di sensibilizzazione rivolto agli studenti per arginare un fenomeno diffuso che si puòtrasformare in patologia grave e pericolosa, esattamente come le tossicodipendenze. Combatterla giàa partire dai giovani è fondamentale per ridurne le conseguenze e fare in modo che non continui adiffondersi. Anche nel Comune di Porto Mantovano alcune famiglie sono state interessate da questofenomeno che sembra non arrestarsi.I pazienti affetti da ludopatia grave presi in carico dal sistema sanitario hanno subito un incrementodi quasi il 500%. E’ un segnale della diffusione del fenomeno ma anche della crescita del grado disensibilità sul tema da parte dell’opinione pubblica. Nel 2011 gli italiani hanno speso nel giocod’azzardo 80 miliardi di euro (dati Istat): circa il 30% in più dell’anno precedente e oltre il 400% in 37
  • 38. più rispetto al 2003. Questo vuol dire che in media ogni italiano spende in un anno 1300 euro pertentare la fortuna. Per il 2012 si prevede che la spesa totale per il gioco salirà a circa 130 miliardi dieuro. E’ più che mai opportuno, quindi, intervenire già dalle scuole, con interventi strutturati che, apartire dal calcolo probabilistico, spieghi come l’affidarsi al gioco d’azzardo possa portareall’impoverimento materiale e spirituale delle persone.€ 2.000,00 6) Progetto RicorrenzePartendo da eventi significativi e fondamentali della nostra storia nazionale e internazionale sivuole creare un’occasione di confronto e di riflessione per gli alunni delle ultime classi delle scuoleprimarie e delle classi della scuola secondaria di primo grado.Si prevede un incontro nella Giornata della Memoria che coinvolga tutta la cittadinanza.Per l’organizzazione di una serata € 350,00 7) Bicibus – sicurezza e mobilità sostenibile nei percorsi casa - scuolaIl BiciBus è un gruppo di scolari che vanno e tornano da scuola accompagnati in bicicletta dagenitori volontari (nonni, volontari) lungo percorsi prestabiliti, messi in sicurezza, segnalati dascritte a terra e facilmente individuabili dai bambini e dagli automobilisti.Come quelli dei veri autobus, i percorsi BiciBus prevedono capolinea e fermate intermedie, stabilitecon la Polizia Locale del Comune di Porto. I bambini si recano con la loro bicicletta sul percorso e 38
  • 39. aspettano al capolinea o alle fermate i volontari e il gruppo, per proseguire insieme verso la scuola.Nello stesso modo funziona l’accompagnamento al termine delle lezioni.Per aumentare la sicurezza e la visibilità, ai bambini che aderiscono al BiciBus/PediBus è regalatoun Kit colorato (pettorina, casco e mantella per la pioggia) da indossare lungo il percorso.E’ riorganizzata la sosta delle bici all’interno dei cortili scolastici attraverso l’installazione dirastrelliere riservate ai bambini che partecipano al BiciBus.All’inizio della primavera 2013 si replicherà la Festa del BiciBus, durante la quali si rilascerà ilpatentino del BiciBus dopo una prova che certifica la conoscenza delle nozioni base del Codicedella Strada, con la presenza della Polizia Locale, e si provvede ad una manutenzione di freni egomme a cura della Ciclofficina degli Amici della Bicicletta di Mantova.Gli aspetti fondamentali del progetto sono Sicurezza: i bambini fanno parte di un gruppo grande, visibile e sorvegliato; Educazione stradale: consente ai bambini di imparare ad orientarsi e di apprendere le nozionibase del Codice della Strada (precedenza, stop, passaggi pedonali, strettoia, lavori in corso); Movimento: dà la possibilità di svolgere regolare esercizio fisico, utile a contrastare l’obesità; Autonomia: aiuta i bimbi a diventare più indipendenti ed a conoscere meglio il territorio cheabitano; Socializzazione: permette a bambini e a genitori di conoscersi, parlare, farsi nuovi amici; Ambiente e salute: contribuisce a ridurre il traffico e migliorare la qualità dell’aria; Risparmio: permette di consumare meno energia e combustibili fossili, nonché di far risparmiarerisorse economiche alle famiglie; Coinvolgimento di bambini, genitori, , associazioni di volontariato e residenti in genere.Durante l’anno scolastico, in autunno e primavera, il Comune organizzerà le giornate di “A Scuolasenz’auto” seguendo le direttive che provengono dall’Unione Europea. Il sabato mattina sarannoinibite al traffico locale, per i 15-20 minuti che precedono l’inizio delle lezioni, il passaggio di autoprivate, per replicare la positiva esperienza messa in campo l’anno precedente.Acquisto materiale e corso patentino € 1.400,00 39
  • 40. LA PRESENTE PAGINA E’ SOSTITUITA CON LA PAGINA 40 IN FONDO ALPRESENTE DOCUMENTO SCHEMA RIASSUNTIVO FINANZIAMENTI DEL PIANO DIRITTO ALLO STUDIO 2012 2013 A CARICO DEL BILANCIO COMUNALEPROGETTI DIDATTICI proposti 155.443dalle scuoledi cui DIREZIONE DIDATTICA 54.155 IST. COMPRENSIVO 101.288Libri testo Primaria 21.638Cancelleria, stampati, pulizia, 37.938lavanderia, materiale galenico,funzioni misteDi cui DIREZIONE DIDATTICA 15.051 IST. COMPRENSIVO 22.887TOTALE Finanziamenti piano € 215.039diritto allo studio erogati allascuolaULTERIORI INTERVENTI (noleggi 36.729fotocopiatrici, riparazioni, arredi…)Servizio prescuola e post-scuola 12.873a carico bilancio comunaleServizio refezione scolastica (mensa) 231.166a carico bilancio comunaleServizio trasporto scolastico 226.000a carico bilancio comunaleIntegrazione scolastica 18.000diversamente abiliAssistenza ad personam 226.249alunni certificati (L. 104/92)Progetti ad iniziativa del Comune 34.970TOTALE Finanziamenti per € 785.987servizi erogati dal comuneTOTALE COMPLESSIVO € 1.001.026FINANZIAMENTIA CARICO DEL BILANCIO 40
  • 41. LA PRESENTE PAGINA SOSTITUISCE LA PAGINA 30 DEL DOCUMENTO DI CUISOPRATARIFFA RESIDENTI tariffa Fratelli tariffa Fratelli tariffa Fratelli annua tariffa annua tariffa annua tariffa ISEE ISEE ISEE 1^ annua (- 1^ annua 1^ annua figlio 50%) figlio (-50%) figlio (-50%)fino a6.500 20 10 12.000 122,7 61,35 17.500 223,15 111,58 7.000 40 20 12.500 130,99 65,49 18.000 233,08 116,54 7.500 40 20 13.000 139,49 69,74 18.500 243,12 121,56 8.000 40 20 13.500 148,18 74,09 19.000 253,26 126,63 8.500 40 20 14.000 157,04 78,52 19.500 263,49 131,74 9.000 79,62 39,81 14.500 166,07 83,04 20.000 273,82 136,91 9.500 85,61 42,8 15.000 175,26 87,63 20.500 284,23 142,12 10.000 92,26 46,13 15.500 184,58 92,29 21.000 294,74 147,37 10.500 99,37 49,68 16.000 194,04 97,02 21.500 305,33 152,66 11.000 106,85 53,43 16.500 203,62 101,81 22.000 316 158 11.500 114,64 57,32 17.000 213,33 106,67 La rinuncia al servizio entro il 31/01/2013 prevede comunque il pagamento della metà della tariffaannua definita per ogni utente, dopo il 31/01/2013 prevede il pagamento dell’intera tariffa annua.- Costo abbonamento scolastico annuale Linea 42 Soave / S.Antonio: € 403,00 IL COMUNE SOSTIENE LA DIFFERENZA DELLA SPESA TRA IL COSTO DELLETARIFFE COMUNALI E LA TARIFFA DEFINITA DA APAM;- Costo abbonamento scolastico annuale Linea 7/8: € 234,50IL COMUNE SOSTIENE LA SPESA DI DIFFERENZA TRA IL COSTO DELLE TARIFFECOMUNALI E LA TARIFFA DEFINITA DA APAM;COSTO TOTALE € 126.373,50COSTO TOTALE PRESUNTO SERVIZIO DI € 6.368,00ACCOMPAGNATORECONTRIBUZIONE DELLE FAMIGLIE PREVISTA € 33.117,62DIFFERENZA A CARICO DEL BILANCIO € 99.623,88 41
  • 42. LA PRESENTE PAGINA SOSTITUISCE LA PAGINA 40 DEL DOCUMENTO DI CUISOPRA SCHEMA RIASSUNTIVO FINANZIAMENTI DEL PIANO DIRITTO ALLO STUDIO 2012 2013 A CARICO DEL BILANCIO COMUNALEPROGETTI DIDATTICI proposti 155.443dalle scuoledi cui DIREZIONE DIDATTICA 54.155 IST. COMPRENSIVO 101.288Libri testo Primaria 21.638Cancelleria, stampati, pulizia, 37.938lavanderia, materiale galenico,funzioni misteDi cui DIREZIONE DIDATTICA 15.051 IST. COMPRENSIVO 22.887TOTALE Finanziamenti piano € 215.039diritto allo studio erogati allascuolaULTERIORI INTERVENTI (noleggi 36.729fotocopiatrici, riparazioni, arredi…)Servizio prescuola e post-scuola 12.873a carico bilancio comunaleServizio refezione scolastica (mensa) 231.166a carico bilancio comunaleServizio trasporto scolastico 99.624a carico bilancio comunaleIntegrazione scolastica 18.000diversamente abiliAssistenza ad personam 226.249alunni certificati (L. 104/92)Progetti ad iniziativa del Comune 34.970TOTALE Finanziamenti per € 659.611servizi erogati dal comuneTOTALE COMPLESSIVO € 874.650FINANZIAMENTIA CARICO DEL BILANCIO 42

×