SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE IL MANDATO ALL’INVALSI PER LA  RILEVAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI <ul><li>La Direttiva Minis...
La finalità della rilevazione <ul><li>La finalità ultima della misurazione degli </li></ul><ul><li>apprendimenti consiste ...
Le prove ed il loro contenuto <ul><li>Le prove sono costruite sulla base dei quadri di </li></ul><ul><li>riferimento per l...
Calendario delle prove  <ul><li>La rilevazione avviene nei seguenti giorni: </li></ul><ul><li>•  6 maggio 2010 : prova di ...
Lo svolgimento delle prove <ul><li>Le prove  sono corrette dagli insegnanti  di </li></ul><ul><li>classe (competenti per a...
Quadro di riferimento di ITALIANO <ul><li>La  padronanza linguistica  consiste </li></ul><ul><li>nel  possesso  e nell’  u...
MA… <ul><li>In una valutazione di tipo censuario, è possibile valutare soltanto la  </li></ul><ul><li>competenza di lettur...
LA COMPETENZA DI LETTURA <ul><li>è costituita da tre sotto – competenze </li></ul><ul><li>TESTUALE </li></ul><ul><li>come ...
TIPI DI TESTI NEI LIVELLI DI SCOLARITA’
<ul><li>Come si vede,a partire dalla V, sono previsti almeno due testi, caratterizzati da diverse organizzazioni del disco...
TESTI E QUESITI <ul><li>I testi saranno oggetto di un adeguato numero di quesiti che dovranno riflettere le varie competen...
PER LA PIENA COMPRENSIONE DI UN TESTO… <ul><li>sia continuo sia non continuo, è necessario saper mettere </li></ul><ul><li...
Quadro di Riferimento di MATEMATICA <ul><li>La competenza matematica: </li></ul><ul><li>è fondamentale contributo alla cre...
Struttura delle prove <ul><li>Le prove consistono di quesiti costruiti in relazione a due dimensioni: </li></ul><ul><li>I ...
ALCUNI ESEMPI In riferimento al  NUMERO,  vengono valutate le seguenti sotto-competenze: -Conoscere e padroneggiare i cont...
<ul><li>2.1 Quale numero corrisponde a 240 decimi? </li></ul><ul><li>A. 2400 </li></ul><ul><li>B. 24 </li></ul><ul><li>C. ...
<ul><li>3.1 Quale tra le seguenti frazioni equivale al numero decimale 16,50? </li></ul><ul><li>B.  </li></ul><ul><li>C.  ...
<ul><li>4.1  Le potenze  e  hanno lo stesso valore? </li></ul><ul><li>A.  No, la prima vale  e la seconda </li></ul><ul><l...
QUESTIONARIO STUDENTI E SCHEDA DI RACCOLTA DATI <ul><li>Per la prima volta l’INVALSI propone alla Scuola e agli studenti d...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Invalsi

2,278

Published on

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,278
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Invalsi"

  1. 1. SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE IL MANDATO ALL’INVALSI PER LA RILEVAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI <ul><li>La Direttiva Ministeriale, per il presente anno scolastico, prevede che la rilevazione avvenga nel: </li></ul><ul><li>II e nel V anno della scuola primaria </li></ul><ul><li>I anno della scuola secondaria di I grado </li></ul><ul><li>(oltre alla prova nazionale all’interno dell’esame di Stato del I ciclo) </li></ul><ul><li>“ tenendo conto anche delle soluzioni e degli strumenti già adottati per rilevare il valore aggiunto da ogni singola scuola in termini di accrescimento dei livelli di apprendimento degli alunni” (Dir. N. 76 del 2009) </li></ul>
  2. 2. La finalità della rilevazione <ul><li>La finalità ultima della misurazione degli </li></ul><ul><li>apprendimenti consiste nel fornire a ogni </li></ul><ul><li>scuola uno strumento di diagnosi per </li></ul><ul><li>migliorare il proprio lavoro. </li></ul>
  3. 3. Le prove ed il loro contenuto <ul><li>Le prove sono costruite sulla base dei quadri di </li></ul><ul><li>riferimento per la valutazione pubblicati sul sito </li></ul><ul><li>dell’INVALSI alla fine di febbraio 2009 </li></ul><ul><li>Ambiti di valutazione: italiano (comprensione del testo e riflessione sulla lingua) e matematica (numeri, spazio e figure, relazioni e funzioni, misura e dati e previsioni) </li></ul>
  4. 4. Calendario delle prove <ul><li>La rilevazione avviene nei seguenti giorni: </li></ul><ul><li>• 6 maggio 2010 : prova di italiano nella II e V primaria </li></ul><ul><li>• 11 maggio 2010 : prova di matematica nella II e V primaria </li></ul><ul><li>• 13 maggio 2010 : prova di italiano e matematica nella I classe della scuola secondaria di primo grado </li></ul>
  5. 5. Lo svolgimento delle prove <ul><li>Le prove sono corrette dagli insegnanti di </li></ul><ul><li>classe (competenti per ambito) ed i risultati </li></ul><ul><li>sono riportati su schede-risposta (modalità </li></ul><ul><li>prova nazionale) che verranno rispedite </li></ul><ul><li>all’indirizzo indicato dall’INVALSI per la lettura ottica (i fascicoli compilati rimangono alla scuola). </li></ul>
  6. 6. Quadro di riferimento di ITALIANO <ul><li>La padronanza linguistica consiste </li></ul><ul><li>nel possesso e nell’ uso di una lingua. </li></ul><ul><li>Tale padronanza si esplica negli ambiti di: </li></ul><ul><li>Interazione verbale (comunicare verbalmente in vari contesti); </li></ul><ul><li>Lettura (comprendere ed interpretare testi scritti di vario tipo); </li></ul><ul><li>Scrittura (produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi). </li></ul>
  7. 7. MA… <ul><li>In una valutazione di tipo censuario, è possibile valutare soltanto la </li></ul><ul><li>competenza di lettura intesa come: </li></ul><ul><li>comprensione, interpretazione, valutazione del testo scritto e </li></ul><ul><li>conoscenze grammaticali e lessicali, </li></ul><ul><li>necessarie allo sviluppo di tale competenza. </li></ul>
  8. 8. LA COMPETENZA DI LETTURA <ul><li>è costituita da tre sotto – competenze </li></ul><ul><li>TESTUALE </li></ul><ul><li>come capacità di individuare in un testo le INFORMAZIONI e il MODO in cui </li></ul><ul><li>sono veicolate, </li></ul><ul><li>GRAMMATICALE </li></ul><ul><li>come capacità di individuare le strutture morfosintattiche e interpuntive in </li></ul><ul><li>funzione della pertinenza testuale, </li></ul><ul><li>LESSICALE </li></ul><ul><li>come capacità di individuare il significato di un vocabolo in contesto e le </li></ul><ul><li>relazioni di significato tra vocaboli in vari punti del testo. </li></ul><ul><li>Pertanto… la PROVA DI LETTURA nella 1^ parte verifica la comprensione di testi, nella 2^ parte le </li></ul><ul><li>conoscenze grammaticali e lessicali. </li></ul>
  9. 9. TIPI DI TESTI NEI LIVELLI DI SCOLARITA’
  10. 10. <ul><li>Come si vede,a partire dalla V, sono previsti almeno due testi, caratterizzati da diverse organizzazioni del discorso, differenti scopi e destinatari: </li></ul><ul><li>1. testi di natura letteraria : in prevalenza narrativi ma, a partire dalla classe III della scuola secondaria di 1°grado, anche poetici o teatrali; </li></ul><ul><li>2. testi non letterari come articoli tratti da </li></ul><ul><li>quotidiani, riviste, istruzioni per l’uso, testi </li></ul><ul><li>espositivi, testi argomentativi, parti di opere </li></ul><ul><li>divulgative, saggi semplici, ecc. </li></ul>
  11. 11. TESTI E QUESITI <ul><li>I testi saranno oggetto di un adeguato numero di quesiti che dovranno riflettere le varie competenze, sotto-competenze e conoscenze da verificare, a seconda del livello scolare dell’alunno. </li></ul><ul><li>I quesiti potranno essere di diverso formato (a risposta chiusa o aperta) e avranno diversa struttura e livello di difficoltà in modo da valutare: </li></ul><ul><li>i processi di lettura elementari (come il saper ritrovare informazioni esplicitamente presenti nel testo) </li></ul><ul><li>i processi più complessi (come il trarre inferenze, il saper interpretare un testo) </li></ul><ul><li>i processi superiori alla semplice comprensione, come il saper analizzare e valutare criticamente il testo. </li></ul>
  12. 12. PER LA PIENA COMPRENSIONE DI UN TESTO… <ul><li>sia continuo sia non continuo, è necessario saper mettere </li></ul><ul><li>in atto i seguenti processi di lettura: </li></ul><ul><li>1. Individuare informazioni date nel testo. </li></ul><ul><li>2. Formulare semplici inferenze. </li></ul><ul><li>3. Elaborare una comprensione globale del testo. </li></ul><ul><li>4. Sviluppare un’interpretazione, integrando informazioni e concetti presentati in diverse parti del testo. </li></ul><ul><li>5. Valutare il contenuto del testo, la lingua e gli elementi testuali. </li></ul><ul><li>Saranno questi processi ad essere valutati nelle prove, in modo man mano più complesso per i vari livelli di scuola. </li></ul>
  13. 13. Quadro di Riferimento di MATEMATICA <ul><li>La competenza matematica: </li></ul><ul><li>è fondamentale contributo alla crescita della persona; </li></ul><ul><li>forma il futuro cittadino, agevolando la sua riuscita nel mondo del lavoro nella società attuale. </li></ul><ul><li>Ma a patto che : </li></ul><ul><li>la conoscenza della disciplina sia di tipo concettuale, cioè frutto di interiorizzazione dell’esperienza e di riflessione critica. </li></ul><ul><li>Gli aspetti algoritmici applicativi ed esecutivi, pur se necessariamente presenti, non </li></ul><ul><li>vanno considerati come fine a se stessi: la formalizzazione matematica va acquisita a partire dalla sua necessità ed efficacia nell’esprimere ed usare il pensiero matematico </li></ul>
  14. 14. Struttura delle prove <ul><li>Le prove consistono di quesiti costruiti in relazione a due dimensioni: </li></ul><ul><li>I contenuti matematici (numeri, spazi e figure, relazioni e funzioni, misure-dati-previsioni; </li></ul><ul><li>I processi cognitivi coinvolti nel lavoro matematico e nella risoluzione dei problemi </li></ul>
  15. 15. ALCUNI ESEMPI In riferimento al NUMERO, vengono valutate le seguenti sotto-competenze: -Conoscere e padroneggiare i contenuti specifici della matematica -Conoscere e padroneggiare diverse forme di rappresentazione e saper passare da una all’altra. <ul><li>1. NUMERO </li></ul><ul><li>1.1 Quale numero corrisponde a 3 decine e 14 unità? </li></ul><ul><li>A. 17 </li></ul><ul><li>B. 44 </li></ul><ul><li>C. 34 </li></ul><ul><li>♦ Classe seconda primaria </li></ul><ul><li>♦ Conoscere e </li></ul><ul><li>utilizzare il </li></ul><ul><li>significato della </li></ul><ul><li>notazione posizionale </li></ul>
  16. 16. <ul><li>2.1 Quale numero corrisponde a 240 decimi? </li></ul><ul><li>A. 2400 </li></ul><ul><li>B. 24 </li></ul><ul><li>C. 2,4 </li></ul><ul><li>D. 0,24 </li></ul><ul><li>♦ Classe Quinta primaria </li></ul><ul><li>♦ Conoscere e utilizzare la </li></ul><ul><li>Notazione posizionale di </li></ul><ul><li>numeri interi e numeri decimali </li></ul>
  17. 17. <ul><li>3.1 Quale tra le seguenti frazioni equivale al numero decimale 16,50? </li></ul><ul><li>B. </li></ul><ul><li>C. </li></ul><ul><li>D. </li></ul><ul><li>♦ Classe prima scuola </li></ul><ul><li>secondaria di I grado </li></ul><ul><li>♦ Riconoscere </li></ul><ul><li>scritture diverse </li></ul><ul><li>dello stesso numero </li></ul><ul><li>(frazione decimale, </li></ul><ul><li>numero decimale) </li></ul>
  18. 18. <ul><li>4.1 Le potenze e hanno lo stesso valore? </li></ul><ul><li>A. No, la prima vale e la seconda </li></ul><ul><li>No, la prima vale e la seconda </li></ul><ul><li>Si, valgono entrambe </li></ul><ul><li>Si, valgono entrambe </li></ul><ul><li>♦ Classe terza </li></ul><ul><li>Scuola secondaria </li></ul><ul><li>di I grado </li></ul><ul><li>♦ Saper elevare a </li></ul><ul><li>potenza numeri </li></ul><ul><li>naturali, numeri </li></ul><ul><li>interi e frazioni </li></ul>
  19. 19. QUESTIONARIO STUDENTI E SCHEDA DI RACCOLTA DATI <ul><li>Per la prima volta l’INVALSI propone alla Scuola e agli studenti delle V classi, partecipanti all’indagine dell’a.s. 2008/’09, la compilazione dei due documenti con l’obiettivo di ottenere alcune informazioni utili per l’interpretazione dei risultati scolastici. </li></ul><ul><li>AREE INDAGATE </li></ul><ul><li>Informazioni personali (data e luogo di nascita, voti in italiano e matematica ecc.); </li></ul><ul><li>Ambiente familiare (tipologia familiare,, aiuto nei compiti, lingua usata ecc.); </li></ul><ul><li>Profilo delle attività dello studente (uso dei tempi scolastici e non ecc.); </li></ul><ul><li>Benessere e malessere a scuola (sensazioni durante le prove, senso di sicurezza a scuola, tipo di relazionalità ecc.); </li></ul><ul><li>Cognizioni riferite al sé, motivazione e impegno nello studio ( ciò che sappiamo o crediamo di noi stessi, concetto di sé in italiano e in matematica e interesse per tali discipline, successi o insuccessi ecc.). </li></ul>

×