Your SlideShare is downloading. ×
0
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Presentazione Biancheri
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione Biancheri

669

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
669
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Projet Comenius Stratégies Educatives Pour une insertion Adaptée A/ S 2008 - 2010
  • 2. SCUOLA MEDIA “ BIANCHERI-CAVOUR ” di VENTIMIGLIA
  • 3. La scuola è dislocata su tre sedi Sede centrale Plesso di Roverino Plesso di Ventimiglia Alta È situata nel centro cittadino; ospita la segreteria e la presidenza È situato in una zona periferica a ridosso delle vallate È situato nel centro storico della città Alunni: 713 Docenti: 105 Collaboratori: 22 Ogni sede è dotata di ambienti attrezzati biblioteca palestra mensa aula informatica aula scienze aula musica aula disabili laboratori
  • 4.  
  • 5.  
  • 6.  
  • 7. Alunni con disabilità Dirigente scolastico Pone in essere le condizioni necessarie all’inserimento e al diritto allo studio degli alunni disabili Referente H Coordina i docenti di sostegno; tiene i rapporti con le famiglie, l’ASL, gli enti locali, esperti della riabilitazione…; monitora i progetti integrati Gruppo H E’ composto dall’insieme dei docenti di sostegno della scuola; ha il compito di elaborare le linee guida dei progetti di integrazione di istituto; opera azioni di monitoraggio sull’efficacia dei processi Equipe pedagogica Individua gli obiettivi educativi e didattici personalizzati; pianifica attività e formula strategie di intervento comuni in sintonia con le finalità prefissate per la classe Docente specializzato Facilita il processo di inclusione; progetta attività individuali, di gruppo, e di classe, in team con i docenti curricolari Ruoli e funzioni Collaboratori scolastici Supportano gli alunni sul piano dell’autonomia personale
  • 8. Gli alunni disabili della scuola media Biancheri- Cavour Anno scolastico 2008/09 Alunni iscritti 40 Classi I 15 Classi II 14 Classi III 11 Gravi Medi Lievi 9 6 7 5 2 4 4 3 Docenti di sostegno: 26
  • 9. Tipologia di handicap Disturbo pervasivo di sviluppo Sindrome autistica Sindrome di Down Ritardo cognitivo Disturbo oppositivo- provocatorio Ritardo psico-motorio
  • 10. Organizzazione dell’inserimento scolastico Attività in entrata: Continuità con la scuola primaria sia per i docenti che per gli alunni Attivazione di progetti “ponte” per gli alunni gravissimi Attività in uscita: Orientamento scolastico e/o professionale in raccordo con la scuola secondaria superiore e/o la formazione professionale
  • 11. I tempi dell’inserimento scolastico I FASE Sett./ Ott.
    • Accoglienza degli alunni e delle famiglie
    • Modulazione del tempo scuola in base al progetto educativo complessivo previsto
    • Osservazione iniziale
    • elaborazione del P. D. F.
  • 12. I tempi dell’inserimento scolastico II FASE Nov.
    • Elaborazione del P. E. I. in collaborazione con l’ ASL, la famiglia, gli enti locali, i terapisti della riabilitazione…
    • Monitoraggio delle attività e degli obiettivi del P. E. I.; eventuali modifiche, ristrutturazione, riorientamento del progetto
    • Verifica e bilancio finale degli obiettivi del P. E. I.; previsione dei traguardi formativi per il successivo anno scolastico
    III FASE Feb. IV FASE Mag.
  • 13. Modalità di inserimento In relazione alla tipologia di handicap e alla gravità In classe per tutte le attività programmate In classe durante le attività più “integranti” ( discipline espressive, sportive, attività di ascolto e di orientamento…) Curricolare Mista In ambienti attrezzati per attività di piccolo gruppo o di laboratorio in coincidenza delle discipline più complesse
  • 14. Finalità educative dell’integrazione Consolidamento dell’area affettivo-relazionale Sviluppo della socializzazione Sviluppo dell’area del sè Consolidamento dell’autonomia personale e sociale Acquisizione di abilità sociali Sviluppo delle capacità logiche e cognitive Capacità di operare scelte consapevoli
  • 15. Strategie di intervento Utilizzo di software ad hoc Attività per fasce di livello Apprendimento cooperativo Semplificazione dei contenuti; schematizzazioni; focalizzazione sui nuclei essenziali In raccordo alla programmazione di classe Laboratori espressivi, sportivi… a classi aperte Tutoraggio tra pari Interventi mirati a bisogni specifici In funzione degli obiettivi educativi
  • 16. Organizzazione degli spazi Aule scolastiche Ambienti attrezzati per attività di laboratorio Aule dedicate ad attività individuali e di gruppo classi; biblioteca; aula informatica… Palestra; cucina; aula polistirolo; bricolage; musica… Aule attrezzate per i disabili gravi; spazi per il recupero e per attività cooperative
  • 17. La valutazione La valutazione degli alunni disabili, quadrimestrale ed annuale, viene effettuata sulla base degli obiettivi del P.E.I, ed afferisce agli ambiti Educativo Formativo Didattico
  • 18. La valutazione Al termine del triennio gli alunni disabili accedono all’esame di licenza media con la seguente modalità Svolgimento di prove standard Svolgimento di una o più prove differenziate La valutazione finale è tesa ad accertare il percorso formativo rispetto ai livelli di partenza , e viene effettuata sugli obiettivi del P.E.I. L’equipe pedagogica, in base ai singoli casi, dopo aver informato la famiglia, delibera se rilasciare Diploma e certificazione delle competenze Attestato di certificazione delle competenze Ha valore legale e dà accesso alla scuola secondaria e alla form. prof. Dà accesso alla scuola secondaria solo ai fini di crediti formativi e alla form. prof.
  • 19.  
  • 20.  
  • 21.  
  • 22.  
  • 23. Il labor atorio musicale
  • 24. Laboratorio di cucina
  • 25. Laboratorio di ceramica
  • 26. Scacchi
  • 27. La Pet Therapy

×