Parlare In Pubblico - Public Speaking

8,887 views

Published on

Slide del corso parlare in pubblico - public speaking

Published in: Business, Education
7 Comments
24 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
8,887
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
231
Actions
Shares
0
Downloads
1,332
Comments
7
Likes
24
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Parlare In Pubblico - Public Speaking

  1. 1. n i o e ic r l l r bab au PP
  2. 2. Competenze Atteggiamento risorse esterne sc risorse interne o pi d el pu bl ic sp ea pe in k sv r co in g ilu ec pp ce ns ci o ar ller e e un pi re an qu o is it i de lp er ub ro lic ri al sp d pe cu ea r a ni ki ri co ng ev it du n rr sig ar e e li ge lo c st st co on io re m ef ne ss e fic co a de m cia lle un em ic co oz de ar nv io la ll e in ni pi ’in zi an te on ifi rv ip ca en ot zi to en lo zi on e cat an io ti n
  3. 3. perché parlare in pubblico? http://www.flickr.com/photos/hyku/1429404690/
  4. 4. Consenso e collaborazione proporre Potere chiedere personale capirsi persuadere ordinare Potere minacciare derivante dal ruolo pretendere che gli altri forzare ci capiscano
  5. 5. a chi comunichiamo realmente?
  6. 6. al gigante interno: “l’inconscio” Il gigante vive di emozioni, sceglie, decide, si muove e acquista in base a ciò che sente.
  7. 7. requisiti per il public speaker efficace
  8. 8. Buona preparazione della relazione
  9. 9. Buona gestione dello stato emotivo
  10. 10. Convinzioni potenzianti riguardo la comunicazione
  11. 11. Ottima capacità di raccogliere il feedback
  12. 12. Flessibilità e capacità di adattamento alle diverse tipologie di pubblico
  13. 13. alcuni consigli pratici per ridurre lo stress
  14. 14. In ogni occasione dove ci si trovi a parlare di fronte ad un pubblico è fondamentale prepararsi La preparazione riduce lo stress
  15. 15. Conoscere anticipatamente nei limiti del possibile, la composizione dell’uditorio
  16. 16. individuare le aspettative
  17. 17. pianificare gli obiettivi
  18. 18. preparare il materiale di supporto (slides, dispense, ecc.)
  19. 19. creare una convenzione linguistica con l’uditorio
  20. 20. ridurre le distanze tra relatore e partecipante
  21. 21. 10 PAROLE IMMAGINI PENSIERI EMOZIONI COMPORTAMENTI RISULTATI FISIOLOGIA 1
  22. 22. dialogo interno 10 Sarò travolgente 9 Sarà un ottima presentazione 8 Farò una bella figura 7 Ce la farò 6 Ho buone probabilità 5 Ci provo 4 Faccio quel che posso 3 Non credo di riuscirci 2 Sarà un disastro 1 Non riuscirò mai
  23. 23. convinzioni potenzianti dei grandi comunicatori http://www.flickr.com/photos/hyku/3616475157/
  24. 24. 1 ciascuno di noi ha il proprio modello del mondo
  25. 25. http://www.flickr.com/photos/stuckincustoms/2043065013/ 2 per entrare in sintonia è fondamentale rispettare il modello del mondo altrui
  26. 26. 3 il significato della comunicazione è nella risposta che ottieni http://www.flickr.com/photos/nationaalarchief/3333357823/
  27. 27. 4 non esiste fallimento, solo il feedback (desiderato o meno) http://www.flickr.com/photos/13533187@N00/2030037389/
  28. 28. http://www.flickr.com/photos/snowing_indoors/3325650462/ 5 le resistenze del pubblico sono un segno di mancanza di sintonia
  29. 29. 6 non esiste un pubblico che fa resistenza, solo comunicatori poco flessibili
  30. 30. la location cosa tener in considerazione
  31. 31. http://www.flickr.com/photos/mike9alive/1032525361/ arriva in anticipo e verifica che sia tutto a posto
  32. 32. http://www.flickr.com/photos/elultimoheroe/262002151/ controlla che i dispositivi siano ben collegati e funzionanti
  33. 33. a ferro di cavallo se il numero di partecipanti non è elevato è la soluzione migliore (tutti vedono e sentono)
  34. 34. illuminazione verifica che sia ottimale per tutti http://www.flickr.com/photos/blueskypoint/254957846/
  35. 35. come progettare un intervento di successo
  36. 36. come progettare un intervento di successo Finalizzato al raggiungimento degli obiettivi
  37. 37. come progettare un intervento di successo Finalizzato al raggiungimento degli obiettivi Struttura organica nel rispetto dei tempi
  38. 38. come progettare un intervento di successo Finalizzato al raggiungimento degli obiettivi Struttura organica nel rispetto dei tempi Efficace nei livelli di comunicazione (verbale, paraverbale e linguaggio del corpo)
  39. 39. come progettare un intervento di successo Finalizzato al raggiungimento degli obiettivi Struttura organica nel rispetto dei tempi Efficace nei livelli di comunicazione (verbale, paraverbale e linguaggio del corpo) Efficace gestione dei supporti
  40. 40. Radial Thinking Efficace gestione dei Finalizzato al raggiungimento supporti degli obiettivi come progettare un intervento di successo Efficace nei livelli di comunicazione (verbale, Struttura organica nel paraverbale e linguaggio del rispetto dei tempi corpo)
  41. 41. Radial Thinking Efficace gestione dei Finalizzato al raggiungimento supporti degli obiettivi come progettare un intervento di successo Efficace nei livelli di comunicazione (verbale, Struttura organica nel paraverbale e linguaggio del rispetto dei tempi corpo)
  42. 42. Radial Thinking Efficace gestione dei Finalizzato al raggiungimento supporti degli obiettivi come progettare un intervento di successo Efficace nei livelli di comunicazione (verbale, Struttura organica nel paraverbale e linguaggio del rispetto dei tempi corpo)
  43. 43. la pianificazione dell’intervento macro
  44. 44. 1 Definizione dei tempi
  45. 45. 2 Contenuti e livello di approfondimento http://www.flickr.com/photos/choconancy/2489439725/
  46. 46. 3 Fasi dell’intervento http://www.flickr.com/photos/choconancy/3304104769/
  47. 47. 4 Verifiche e feedback http://www.flickr.com/photos/86954993@N00/429461958/
  48. 48. come comunicare con efficacia
  49. 49. la comunicazione efficace richiede: A Una struttura adeguata B Un esposizione efficace C Un feedback efficace Mai parlare come si scrive “Nulla è più noioso di un relatore che legge”
  50. 50. A Una struttura adeguata
  51. 51. A inizio
  52. 52. Saluto cogli l’opportunità di dire “Buon giorno” con un sorriso
  53. 53. Identificazione di chi sei, da dove vieni e cosa fai http://www.flickr.com/photos/thomashawk/54164255/
  54. 54. Qualifica fornisci indicazioni sulla tua attività
  55. 55. Argomento annuncia il titolo della conferenza http://www.flickr.com/photos/kt/1125561/
  56. 56. Tempo annuncia la durata prevista
  57. 57. Sorprese annuncia video, questionari, ecc. per accrescere l’aspettativa http://www.flickr.com/photos/tzofia/353502948/
  58. 58. Domande precisa quando ti potranno rivolgere le domande
  59. 59. A schema http://www.flickr.com/photos/vidiot/61484953/
  60. 60. Usa il metodo 4MAT titolo perché cosa come conseg. & benefeci
  61. 61. B http://www.flickr.com/photos/acaben/541420967/ Un esposizione efficace
  62. 62. B l’esposizione efficace su tre livelli paraverbale verbale linguaggio del corpo
  63. 63. B l’esposizione efficace su tre livelli paraverbale verbale linguaggio del corpo
  64. 64. Usa parole semplici anche per idee complesse
  65. 65. “Chi parla difficile, mente.” Winston Churchill
  66. 66. Privilegia la sintesi e le metafore
  67. 67. Racconta delle storie
  68. 68. Utilizza una comunicazione multisensoriale
  69. 69. B l’esposizione efficace su tre livelli paraverbale verbale linguaggio del corpo
  70. 70. Volume parla con voce alta e udibile da ognuno
  71. 71. Velocità inizia piano e aumenta la velocità progressivamente http://www.flickr.com/photos/azrainman/991909422/
  72. 72. Ritmo alterna il ritmo della voce, nulla è più noioso della monotonia http://www.flickr.com/photos/allen_chuan/204015089/
  73. 73. Pause fatte nel modo e momento giusto hanno maggior impatto delle parole
  74. 74. B l’esposizione efficace su tre livelli paraverbale verbale linguaggio del corpo
  75. 75. Posizione parla in piedi di fronte al pubblico http://www.flickr.com/photos/begley/2982010820/
  76. 76. Mani ricorda che il corpo comunica, usa la gesticolazione (niente mani in tasca)
  77. 77. Sorridere aiuta a migliorare il tuo stato d’animo e quello dei tuoi interlocutori
  78. 78. Occhi mantieni sempre il contatto visivo con ogni persona (attenzione agli orfani) n.b. gli orfani s’intendono le persone che rimangono fuori dal campo visivo del relatore
  79. 79. Spalle non parlare mentre stai scrivendo alla lavagna, evita il più possibile le spalle al pubblico
  80. 80. Oggetti evita di tenere in mano oggetti
  81. 81. C Un feedback efficace
  82. 82. http://www.flickr.com/photos/hyku/1429312441/ Stai attento e cerca continuamente segnali di feedback da parte degli interlocutori
  83. 83. Fai domande per testare il livello di comprensione http://www.flickr.com/photos/hyku/3262227386
  84. 84. http://www.flickr.com/photos/calavera/65098350/ Prevedi dei momenti dove ricevere domande dagli interlocutori
  85. 85. Parlare in pubblico significa parlare con il pubblico e non al pubblico
  86. 86. errori da evitare
  87. 87. voltar le spalle al pubblico http://www.flickr.com/photos/pagedooley/2872535662/
  88. 88. parlare mentre si scrive
  89. 89. non guardare il pubblico
  90. 90. tenere in mano oggetti (se non devono essere mostrati al pubblico) http://www.flickr.com/photos/kubina/2481400877/
  91. 91. parlare da seduti
  92. 92. tenere le mani in tasca
  93. 93. mettersi davanti al proiettore
  94. 94. leggere le slide
  95. 95. leggere il discorso
  96. 96. leggere da seduti
  97. 97. Sviluppare un piano per eccellere
  98. 98. alcuni consigli pratici
  99. 99. videoriprenditi ogni volta che puoi
  100. 100. http://www.flickr.com/photos/stuckincustoms/3276195248 sii realista non censurarti e non giustificarti
  101. 101. ad ogni presentazione redigi la tua scheda di feedback personale
  102. 102. amplia la tua conoscenza acquista libri, raccogli informazioni in internet ed iscriviti a corsi di public speaking
  103. 103. fa molta pratica ricorda che le informazioni senza pratica non creano un public speaker efficace http://www.flickr.com/photos/begley/2982252479/
  104. 104. www.colorstime.com info@colorstime.com

×