• Save
Presentazione AND (Analisi Andamentale) Coesio Srl
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Presentazione AND (Analisi Andamentale) Coesio Srl

on

  • 724 views

Presentazione Servizio AND (Analisi Andamentale) Coesio Srl

Presentazione Servizio AND (Analisi Andamentale) Coesio Srl

Statistics

Views

Total Views
724
Views on SlideShare
720
Embed Views
4

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 4

https://twitter.com 4

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Presentazione AND (Analisi Andamentale) Coesio Srl Presentazione AND (Analisi Andamentale) Coesio Srl Document Transcript

  • PresentazioneMaggio 2013A N D
  • Presentazione ANDMod. POS_0413TABELLA DEI CONTENUTI1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ............................................................. 31.2 OUTPUT AND ................................................................................ 41.3 INDICATORI ANDAMENTALI............................................................... 61.4 PRICING ....................................................................................... 7Presentazione ANDMod. POS_0413TABELLA DEI CONTENUTI1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ............................................................. 31.2 OUTPUT AND ................................................................................ 41.3 INDICATORI ANDAMENTALI............................................................... 61.4 PRICING ....................................................................................... 7Presentazione ANDMod. POS_0413TABELLA DEI CONTENUTI1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ............................................................. 31.2 OUTPUT AND ................................................................................ 41.3 INDICATORI ANDAMENTALI............................................................... 61.4 PRICING ....................................................................................... 7
  • Presentazione ANDMod. POS_04131.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIOL’analisi dei dati andamentali rinvenibili dalla Centrale Rischi Banca d’Italia costituisce, unodegli strumenti di preallarme utilizzati dal sistema bancario per individuare il deterioramentodel merito di credito.Sulla base delle variabili andamentali, contenute nel report “Centrale dei Rischi Banca Italia”,Coesio ha elaborato una serie di indici volti ad analizzare non solo, in maniera statica, iltrascorso dei rapporti creditizi dell’affidato bensì ha provveduto a rielaborarli in chiavedinamica, deducendo dagli stessi importanti informazioni di ordine qualitativo.Lo strumento utilizzato per l’analisi dei flussi andamentali è denominato AND, il cui output,confluisce in un report finale in cui si evidenziano le anomalie riscontrate in ordine a ciascunrapporto bancario.Analizzato nel dettaglio ciascun rapporto e, dato un peso ad una serie di indici andamentali, siperviene alla determinazione di un rating andamentale basato su indicatori di naturaquali/quantitativa-andamentale.In particolare sarà analizzato il comportamento di utilizzo del credito dell’affidato, il livello diadeguatezza in merito alla composizione del portafoglio “creditizio”, la percezione dell’affidatoin relazione al sistema creditizio nel suo complesso, il livello di rischio percepito in riferimento aposizioni di rischio dirette ed indirette.Attraverso l’analisi dell’output fornito dallo strumento e, dalle considerazioni conclusiveespresse nel report, si prende coscienza del modo di utilizzo degli affidamenti bancari (sovrautilizzi-sottoutilizzi,sconfini ripetuti) e di presidiare, di concerto con l’analisi quantitativa, ilrating aziendale complessivo.Risulta essere pertanto indispensabile che, il monitoraggio degli indicatori andamentaliincominci a divenire parte integrante della gestione della tesoreria nelle imprese poiché,attraverso tale attività, l’azienda ottimizza lo scambio dei flussi informativi con le bancheconsentendogli, inoltre, di individuare le priorità in termini di controllo anticipato della liquiditàe dei saldi dei conti.Avere coscienza della storicità andamentale è di fondamentale importanza giacchè essaassume un rilevante peso in diverse fasi del processo del credito:•In fase di di istruttoria;•In fase di monitoraggio: (attività ricorrente svolta dagli intermediari) che potrebbedeterminare, qualora l’analisi restituisca dati negativi, una revisione dei fidi e condizioni.La nostra esperienza nell’analisi ed interpretazione dei flussi andamentali ci ha consentito dirivedere, per diversi clienti, i seguenti aspetti:• duration finanziaria degli affidamenti (in termine di adeguata composizione tra fonti a brevee medio lungo);• snellire e velocizzare il processo di istruttoria anticipando eventuali punti poco chiari perl’ente erogante attraverso un breve report andamentale;• migliorare il rating;• ottimizzare le risorse attraverso una razionalizzazione degli impieghi.Presentazione ANDMod. POS_04131.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIOL’analisi dei dati andamentali rinvenibili dalla Centrale Rischi Banca d’Italia costituisce, unodegli strumenti di preallarme utilizzati dal sistema bancario per individuare il deterioramentodel merito di credito.Sulla base delle variabili andamentali, contenute nel report “Centrale dei Rischi Banca Italia”,Coesio ha elaborato una serie di indici volti ad analizzare non solo, in maniera statica, iltrascorso dei rapporti creditizi dell’affidato bensì ha provveduto a rielaborarli in chiavedinamica, deducendo dagli stessi importanti informazioni di ordine qualitativo.Lo strumento utilizzato per l’analisi dei flussi andamentali è denominato AND, il cui output,confluisce in un report finale in cui si evidenziano le anomalie riscontrate in ordine a ciascunrapporto bancario.Analizzato nel dettaglio ciascun rapporto e, dato un peso ad una serie di indici andamentali, siperviene alla determinazione di un rating andamentale basato su indicatori di naturaquali/quantitativa-andamentale.In particolare sarà analizzato il comportamento di utilizzo del credito dell’affidato, il livello diadeguatezza in merito alla composizione del portafoglio “creditizio”, la percezione dell’affidatoin relazione al sistema creditizio nel suo complesso, il livello di rischio percepito in riferimento aposizioni di rischio dirette ed indirette.Attraverso l’analisi dell’output fornito dallo strumento e, dalle considerazioni conclusiveespresse nel report, si prende coscienza del modo di utilizzo degli affidamenti bancari (sovrautilizzi-sottoutilizzi,sconfini ripetuti) e di presidiare, di concerto con l’analisi quantitativa, ilrating aziendale complessivo.Risulta essere pertanto indispensabile che, il monitoraggio degli indicatori andamentaliincominci a divenire parte integrante della gestione della tesoreria nelle imprese poiché,attraverso tale attività, l’azienda ottimizza lo scambio dei flussi informativi con le bancheconsentendogli, inoltre, di individuare le priorità in termini di controllo anticipato della liquiditàe dei saldi dei conti.Avere coscienza della storicità andamentale è di fondamentale importanza giacchè essaassume un rilevante peso in diverse fasi del processo del credito:•In fase di di istruttoria;•In fase di monitoraggio: (attività ricorrente svolta dagli intermediari) che potrebbedeterminare, qualora l’analisi restituisca dati negativi, una revisione dei fidi e condizioni.La nostra esperienza nell’analisi ed interpretazione dei flussi andamentali ci ha consentito dirivedere, per diversi clienti, i seguenti aspetti:• duration finanziaria degli affidamenti (in termine di adeguata composizione tra fonti a brevee medio lungo);• snellire e velocizzare il processo di istruttoria anticipando eventuali punti poco chiari perl’ente erogante attraverso un breve report andamentale;• migliorare il rating;• ottimizzare le risorse attraverso una razionalizzazione degli impieghi.Presentazione ANDMod. POS_04131.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIOL’analisi dei dati andamentali rinvenibili dalla Centrale Rischi Banca d’Italia costituisce, unodegli strumenti di preallarme utilizzati dal sistema bancario per individuare il deterioramentodel merito di credito.Sulla base delle variabili andamentali, contenute nel report “Centrale dei Rischi Banca Italia”,Coesio ha elaborato una serie di indici volti ad analizzare non solo, in maniera statica, iltrascorso dei rapporti creditizi dell’affidato bensì ha provveduto a rielaborarli in chiavedinamica, deducendo dagli stessi importanti informazioni di ordine qualitativo.Lo strumento utilizzato per l’analisi dei flussi andamentali è denominato AND, il cui output,confluisce in un report finale in cui si evidenziano le anomalie riscontrate in ordine a ciascunrapporto bancario.Analizzato nel dettaglio ciascun rapporto e, dato un peso ad una serie di indici andamentali, siperviene alla determinazione di un rating andamentale basato su indicatori di naturaquali/quantitativa-andamentale.In particolare sarà analizzato il comportamento di utilizzo del credito dell’affidato, il livello diadeguatezza in merito alla composizione del portafoglio “creditizio”, la percezione dell’affidatoin relazione al sistema creditizio nel suo complesso, il livello di rischio percepito in riferimento aposizioni di rischio dirette ed indirette.Attraverso l’analisi dell’output fornito dallo strumento e, dalle considerazioni conclusiveespresse nel report, si prende coscienza del modo di utilizzo degli affidamenti bancari (sovrautilizzi-sottoutilizzi,sconfini ripetuti) e di presidiare, di concerto con l’analisi quantitativa, ilrating aziendale complessivo.Risulta essere pertanto indispensabile che, il monitoraggio degli indicatori andamentaliincominci a divenire parte integrante della gestione della tesoreria nelle imprese poiché,attraverso tale attività, l’azienda ottimizza lo scambio dei flussi informativi con le bancheconsentendogli, inoltre, di individuare le priorità in termini di controllo anticipato della liquiditàe dei saldi dei conti.Avere coscienza della storicità andamentale è di fondamentale importanza giacchè essaassume un rilevante peso in diverse fasi del processo del credito:•In fase di di istruttoria;•In fase di monitoraggio: (attività ricorrente svolta dagli intermediari) che potrebbedeterminare, qualora l’analisi restituisca dati negativi, una revisione dei fidi e condizioni.La nostra esperienza nell’analisi ed interpretazione dei flussi andamentali ci ha consentito dirivedere, per diversi clienti, i seguenti aspetti:• duration finanziaria degli affidamenti (in termine di adeguata composizione tra fonti a brevee medio lungo);• snellire e velocizzare il processo di istruttoria anticipando eventuali punti poco chiari perl’ente erogante attraverso un breve report andamentale;• migliorare il rating;• ottimizzare le risorse attraverso una razionalizzazione degli impieghi.
  • Presentazione ANDMod. POS_04131.2 OUTPUT ANDLo strumento AND consente l’elaborazione e l’analisi dei flussi andamentali rinvenibili dallaCentrale Rischi Banca d’Italia a partire da un anno e fino a tre anni con un limite massimo diintermediari segnalanti pari a dieci.L’elaborazione di base è quella effettuata sul singolo anno; qualora l’orizzonte temporale investaun periodo maggiore, allora, i dati confluiranno in prospetti di sintesi specificatamente dedicati adanalisi basate su orizzonti temporali piu lunghi (massimo tre anni).I prospetti di base prodotti da And si distinguono in:o tabelle di sintesi: che riassumono, su base mensile, lesposizione debitoria , ilcomportamento del soggetto censito nei confronti del sistema creditizio nel suocomplesso ed, infine, le garanzie rilasciate ai fini della mitigazione del rischio dicredito ad esso associato; in particolare, in essi si riportano, distinte perintermediario, le informazioni andamentali aggregate secondo la categoria dicensimento rischi della sezione crediti per cassa, le classi di dati Valore Garanzia edImporto Garantito valorizzate nella categoria di censimento "Garanzie Ricevute"nella visura Centrale Rischi della Banca dItalia;o tabelle analitiche: in cui dati andamentali sono ripartiti per classe di rischio(Autoliquidanti, Scadenza e Revoca) e le tabelle sono strutturate rispetto al datoqualitativo riferito alla loro durata residua (Durata residua fino ad 1 anno ed oltre 1anno);o prospetti analisi rischio: in cui si riportano, su base mensile, l’insieme delleposizioni di rischio segnalate, a carico dell’affidato distinte nelle seguenti sezioni esottosezioni: posizioni di rischio indirette così definite in quanto trattasi di segnalazioninon direttamente gestibili /attribuibili al soggetto censito bensì discendentida comportamenti di soggetti terzi in cui si riportano i crediti scadutidistinguendo tra pagati ed impagati, attribuendoli a ciascun intermediariosegnalante e, riportandone infine, in calce al prospetto, il relativo totalemensile. Attraverso l’analisi di tali dati è possibile verificare la qualità mediadegli effetti portati in banca; posizioni di rischio dirette: in cui sono riportate segnalazioni scaturenti davalutazioni: oggettive (Past Due) scaturenti da fatti concludenti ovvero ritardinei pagamenti; soggettive (Sofferenze/Crediti Deteriorati) discendenti dal giudiziodell’intermediario segnalante;o Prospetti annuali: in tal caso i flussi andamentali annui riferiti a ciascunintermediario vengano accorpati in tabelle di sintesi (intera esposizione debitoriadel censito), analitiche (split dei flussi andamentali annui distinti per categoria dicensimento) di garanzia e di posizioni di rischi dirette ed indirette.Presentazione ANDMod. POS_04131.2 OUTPUT ANDLo strumento AND consente l’elaborazione e l’analisi dei flussi andamentali rinvenibili dallaCentrale Rischi Banca d’Italia a partire da un anno e fino a tre anni con un limite massimo diintermediari segnalanti pari a dieci.L’elaborazione di base è quella effettuata sul singolo anno; qualora l’orizzonte temporale investaun periodo maggiore, allora, i dati confluiranno in prospetti di sintesi specificatamente dedicati adanalisi basate su orizzonti temporali piu lunghi (massimo tre anni).I prospetti di base prodotti da And si distinguono in:o tabelle di sintesi: che riassumono, su base mensile, lesposizione debitoria , ilcomportamento del soggetto censito nei confronti del sistema creditizio nel suocomplesso ed, infine, le garanzie rilasciate ai fini della mitigazione del rischio dicredito ad esso associato; in particolare, in essi si riportano, distinte perintermediario, le informazioni andamentali aggregate secondo la categoria dicensimento rischi della sezione crediti per cassa, le classi di dati Valore Garanzia edImporto Garantito valorizzate nella categoria di censimento "Garanzie Ricevute"nella visura Centrale Rischi della Banca dItalia;o tabelle analitiche: in cui dati andamentali sono ripartiti per classe di rischio(Autoliquidanti, Scadenza e Revoca) e le tabelle sono strutturate rispetto al datoqualitativo riferito alla loro durata residua (Durata residua fino ad 1 anno ed oltre 1anno);o prospetti analisi rischio: in cui si riportano, su base mensile, l’insieme delleposizioni di rischio segnalate, a carico dell’affidato distinte nelle seguenti sezioni esottosezioni: posizioni di rischio indirette così definite in quanto trattasi di segnalazioninon direttamente gestibili /attribuibili al soggetto censito bensì discendentida comportamenti di soggetti terzi in cui si riportano i crediti scadutidistinguendo tra pagati ed impagati, attribuendoli a ciascun intermediariosegnalante e, riportandone infine, in calce al prospetto, il relativo totalemensile. Attraverso l’analisi di tali dati è possibile verificare la qualità mediadegli effetti portati in banca; posizioni di rischio dirette: in cui sono riportate segnalazioni scaturenti davalutazioni: oggettive (Past Due) scaturenti da fatti concludenti ovvero ritardinei pagamenti; soggettive (Sofferenze/Crediti Deteriorati) discendenti dal giudiziodell’intermediario segnalante;o Prospetti annuali: in tal caso i flussi andamentali annui riferiti a ciascunintermediario vengano accorpati in tabelle di sintesi (intera esposizione debitoriadel censito), analitiche (split dei flussi andamentali annui distinti per categoria dicensimento) di garanzia e di posizioni di rischi dirette ed indirette.Presentazione ANDMod. POS_04131.2 OUTPUT ANDLo strumento AND consente l’elaborazione e l’analisi dei flussi andamentali rinvenibili dallaCentrale Rischi Banca d’Italia a partire da un anno e fino a tre anni con un limite massimo diintermediari segnalanti pari a dieci.L’elaborazione di base è quella effettuata sul singolo anno; qualora l’orizzonte temporale investaun periodo maggiore, allora, i dati confluiranno in prospetti di sintesi specificatamente dedicati adanalisi basate su orizzonti temporali piu lunghi (massimo tre anni).I prospetti di base prodotti da And si distinguono in:o tabelle di sintesi: che riassumono, su base mensile, lesposizione debitoria , ilcomportamento del soggetto censito nei confronti del sistema creditizio nel suocomplesso ed, infine, le garanzie rilasciate ai fini della mitigazione del rischio dicredito ad esso associato; in particolare, in essi si riportano, distinte perintermediario, le informazioni andamentali aggregate secondo la categoria dicensimento rischi della sezione crediti per cassa, le classi di dati Valore Garanzia edImporto Garantito valorizzate nella categoria di censimento "Garanzie Ricevute"nella visura Centrale Rischi della Banca dItalia;o tabelle analitiche: in cui dati andamentali sono ripartiti per classe di rischio(Autoliquidanti, Scadenza e Revoca) e le tabelle sono strutturate rispetto al datoqualitativo riferito alla loro durata residua (Durata residua fino ad 1 anno ed oltre 1anno);o prospetti analisi rischio: in cui si riportano, su base mensile, l’insieme delleposizioni di rischio segnalate, a carico dell’affidato distinte nelle seguenti sezioni esottosezioni: posizioni di rischio indirette così definite in quanto trattasi di segnalazioninon direttamente gestibili /attribuibili al soggetto censito bensì discendentida comportamenti di soggetti terzi in cui si riportano i crediti scadutidistinguendo tra pagati ed impagati, attribuendoli a ciascun intermediariosegnalante e, riportandone infine, in calce al prospetto, il relativo totalemensile. Attraverso l’analisi di tali dati è possibile verificare la qualità mediadegli effetti portati in banca; posizioni di rischio dirette: in cui sono riportate segnalazioni scaturenti davalutazioni: oggettive (Past Due) scaturenti da fatti concludenti ovvero ritardinei pagamenti; soggettive (Sofferenze/Crediti Deteriorati) discendenti dal giudiziodell’intermediario segnalante;o Prospetti annuali: in tal caso i flussi andamentali annui riferiti a ciascunintermediario vengano accorpati in tabelle di sintesi (intera esposizione debitoriadel censito), analitiche (split dei flussi andamentali annui distinti per categoria dicensimento) di garanzia e di posizioni di rischi dirette ed indirette.
  • Presentazione ANDMod. POS_0413o Tabelle di valutazione: suddivise in prospetti attraverso i quali si perviene ad ungiudizio in merito al grado di Tensione Utilizzo, per le classi di rischioautoliquidante e revoca e di Tensione Finanziaria per la categoria di rischio ascadenza (particolarmente importanti in un ottica di predittività di difficoltàfinanziarie e di possibili default); attraverso lindicatore andamentale di DurationFinanziaria si arriva, infine, ad esprimere un giudizio sulladeguatezza dellacomposizione della struttura finanziaria del soggetto censito;o Tabelle di analisi attraverso cui è possibile indagare sui seguenti aspetti: gli scostamenti intervenuti nel periodo rispetto allaccordato operativoconcesso da ciascun intermediario; lo sconfino per intermediario segnalante: la cui lettura consente dianalizzare la posizione di rischio del censito per intermediario e rispettoloperazione censita: per le operazioni autoliquidanti e revoca tale rapportoè indicato con il termine Requirements Rate in quanto indica lampiezza,rispetto all’accordato concesso, del fabbisogno finanziario necessario pernon incorrere in sconfini; per le operazioni a scadenza è invece indicato conil termine Insolvency Rate poiché esprime rispetto all’importo del debitoresiduo a quanto ammonta la cifra corrispondente all’insolvenza del censito. rischio sistema da cui sarà possibile verificare qualè lincidenza percentualedel totale dello sconfino rispetto al monte fidi globale concesso ; attraversoesso si arriva a determinare posizioni globali di sottoutilizzo o sovrautilizzorispetto allintera misura dellaccordato concesso dal sistemaPresentazione ANDMod. POS_0413o Tabelle di valutazione: suddivise in prospetti attraverso i quali si perviene ad ungiudizio in merito al grado di Tensione Utilizzo, per le classi di rischioautoliquidante e revoca e di Tensione Finanziaria per la categoria di rischio ascadenza (particolarmente importanti in un ottica di predittività di difficoltàfinanziarie e di possibili default); attraverso lindicatore andamentale di DurationFinanziaria si arriva, infine, ad esprimere un giudizio sulladeguatezza dellacomposizione della struttura finanziaria del soggetto censito;o Tabelle di analisi attraverso cui è possibile indagare sui seguenti aspetti: gli scostamenti intervenuti nel periodo rispetto allaccordato operativoconcesso da ciascun intermediario; lo sconfino per intermediario segnalante: la cui lettura consente dianalizzare la posizione di rischio del censito per intermediario e rispettoloperazione censita: per le operazioni autoliquidanti e revoca tale rapportoè indicato con il termine Requirements Rate in quanto indica lampiezza,rispetto all’accordato concesso, del fabbisogno finanziario necessario pernon incorrere in sconfini; per le operazioni a scadenza è invece indicato conil termine Insolvency Rate poiché esprime rispetto all’importo del debitoresiduo a quanto ammonta la cifra corrispondente all’insolvenza del censito. rischio sistema da cui sarà possibile verificare qualè lincidenza percentualedel totale dello sconfino rispetto al monte fidi globale concesso ; attraversoesso si arriva a determinare posizioni globali di sottoutilizzo o sovrautilizzorispetto allintera misura dellaccordato concesso dal sistemaPresentazione ANDMod. POS_0413o Tabelle di valutazione: suddivise in prospetti attraverso i quali si perviene ad ungiudizio in merito al grado di Tensione Utilizzo, per le classi di rischioautoliquidante e revoca e di Tensione Finanziaria per la categoria di rischio ascadenza (particolarmente importanti in un ottica di predittività di difficoltàfinanziarie e di possibili default); attraverso lindicatore andamentale di DurationFinanziaria si arriva, infine, ad esprimere un giudizio sulladeguatezza dellacomposizione della struttura finanziaria del soggetto censito;o Tabelle di analisi attraverso cui è possibile indagare sui seguenti aspetti: gli scostamenti intervenuti nel periodo rispetto allaccordato operativoconcesso da ciascun intermediario; lo sconfino per intermediario segnalante: la cui lettura consente dianalizzare la posizione di rischio del censito per intermediario e rispettoloperazione censita: per le operazioni autoliquidanti e revoca tale rapportoè indicato con il termine Requirements Rate in quanto indica lampiezza,rispetto all’accordato concesso, del fabbisogno finanziario necessario pernon incorrere in sconfini; per le operazioni a scadenza è invece indicato conil termine Insolvency Rate poiché esprime rispetto all’importo del debitoresiduo a quanto ammonta la cifra corrispondente all’insolvenza del censito. rischio sistema da cui sarà possibile verificare qualè lincidenza percentualedel totale dello sconfino rispetto al monte fidi globale concesso ; attraversoesso si arriva a determinare posizioni globali di sottoutilizzo o sovrautilizzorispetto allintera misura dellaccordato concesso dal sistema
  • Presentazione ANDMod. POS_04131.3 INDICATORI ANDAMENTALIElenco non esausitivo degli indicatori andamentali utilizzati nel processo di analisi:o overdraft rate: fornisce la percentuale di utilizzo mensile della linea di credito rispetto aciascun intermediario segnalante evidenziando eventuali tensioni finanziarie potenziali odintervenute;o overdraft risk rate: fornisce la percentuale di utilizzo della linea di credito in rapporto altotale delle segnalazioni del mese offrendo importanti indicazioni circa il fabbisognoglobale con riferimento a ciascuna operazione di credito per cassa;o overdraft bank rate: fornisce la percentuale di utilizzo dell’intera esposizione nei confrontidell’intermediario segnalante. Attraverso esso sarà possibile verificare qualè lincidenzapercentuale del totale utilizzato rispetto al monte fidi globale concesso dall’intermediario.o warranty fixed rate: indica la percentuale di garanzia posta a copertura del rischio di cassarispetto al massimale della garanzia stessa);o cover warrant fixed rate: indica essenzialmente la misura in cui il valore delle garanziaprestata copre laffidamento concesso;o insolvency rate: esprime rispetto all’importo del debito residuo a quanto ammonta la cifracorrispondente all’insolvenza del censito;o requirements rate: indica lampiezza, rispetto all’accordato concesso, del fabbisognofinanziario necessario per non incorrere in potenziali sconfini.Presentazione ANDMod. POS_04131.3 INDICATORI ANDAMENTALIElenco non esausitivo degli indicatori andamentali utilizzati nel processo di analisi:o overdraft rate: fornisce la percentuale di utilizzo mensile della linea di credito rispetto aciascun intermediario segnalante evidenziando eventuali tensioni finanziarie potenziali odintervenute;o overdraft risk rate: fornisce la percentuale di utilizzo della linea di credito in rapporto altotale delle segnalazioni del mese offrendo importanti indicazioni circa il fabbisognoglobale con riferimento a ciascuna operazione di credito per cassa;o overdraft bank rate: fornisce la percentuale di utilizzo dell’intera esposizione nei confrontidell’intermediario segnalante. Attraverso esso sarà possibile verificare qualè lincidenzapercentuale del totale utilizzato rispetto al monte fidi globale concesso dall’intermediario.o warranty fixed rate: indica la percentuale di garanzia posta a copertura del rischio di cassarispetto al massimale della garanzia stessa);o cover warrant fixed rate: indica essenzialmente la misura in cui il valore delle garanziaprestata copre laffidamento concesso;o insolvency rate: esprime rispetto all’importo del debito residuo a quanto ammonta la cifracorrispondente all’insolvenza del censito;o requirements rate: indica lampiezza, rispetto all’accordato concesso, del fabbisognofinanziario necessario per non incorrere in potenziali sconfini.Presentazione ANDMod. POS_04131.3 INDICATORI ANDAMENTALIElenco non esausitivo degli indicatori andamentali utilizzati nel processo di analisi:o overdraft rate: fornisce la percentuale di utilizzo mensile della linea di credito rispetto aciascun intermediario segnalante evidenziando eventuali tensioni finanziarie potenziali odintervenute;o overdraft risk rate: fornisce la percentuale di utilizzo della linea di credito in rapporto altotale delle segnalazioni del mese offrendo importanti indicazioni circa il fabbisognoglobale con riferimento a ciascuna operazione di credito per cassa;o overdraft bank rate: fornisce la percentuale di utilizzo dell’intera esposizione nei confrontidell’intermediario segnalante. Attraverso esso sarà possibile verificare qualè lincidenzapercentuale del totale utilizzato rispetto al monte fidi globale concesso dall’intermediario.o warranty fixed rate: indica la percentuale di garanzia posta a copertura del rischio di cassarispetto al massimale della garanzia stessa);o cover warrant fixed rate: indica essenzialmente la misura in cui il valore delle garanziaprestata copre laffidamento concesso;o insolvency rate: esprime rispetto all’importo del debito residuo a quanto ammonta la cifracorrispondente all’insolvenza del censito;o requirements rate: indica lampiezza, rispetto all’accordato concesso, del fabbisognofinanziario necessario per non incorrere in potenziali sconfini.
  • Presentazione ANDMod. POS_04131.4 PRICINGInput Visura Centrale Rischi Banca d’Italia (formato elettronico)AND Basic:Costo: 5 E. per elaborazione pagina Visura CROutput :o Analisi Mensile Categorie Rischi: Crediti per Cassa;o Analisi Mensile Posizioni di Rischio Dirette ed Indirette;o Analisi Anno flussi andamentali per intermediario segnalante;o Analisi Anno Sconfini (Sforamenti Totali/Sconfini Assoluti);o Analisi Rischio di Sistema Anno/Ultimo Mese di Rilevazione;o Analisi Annuale Posizioni di Rischio Dirette/Indiretteo Prospetti di Valutazione:o Tensione Utilizzo/Tensione Finanziaria;o Conformità Struttura indebitamento;o Analisi del Fabbisogno / Analisi Insolvenza (Requirement /insolvency Rate);o Analisi Variazione Accordato;o Score Andamentale;o Grafici Anno/Mese (Overdraft Rate/Posizioni Rischio Dirette/InsolvencyRate/Requirement Rate).Servizi Aggiuntivi:o Analisi Garanzie: 25 E. fino a 5 banche / 50 E. fino a 10 banche;o Report AND: 50 E. fino a 5 banche / 100 E: fino a 10 banche;o Elaborazione Prospetto Anno Aggiuntivo (fino a 3 anni oltre costo singola elaborazioneannua) : 30 E. .fino a 5 banche / 60 E. fino a 10 banchePresentazione ANDMod. POS_04131.4 PRICINGInput Visura Centrale Rischi Banca d’Italia (formato elettronico)AND Basic:Costo: 5 E. per elaborazione pagina Visura CROutput :o Analisi Mensile Categorie Rischi: Crediti per Cassa;o Analisi Mensile Posizioni di Rischio Dirette ed Indirette;o Analisi Anno flussi andamentali per intermediario segnalante;o Analisi Anno Sconfini (Sforamenti Totali/Sconfini Assoluti);o Analisi Rischio di Sistema Anno/Ultimo Mese di Rilevazione;o Analisi Annuale Posizioni di Rischio Dirette/Indiretteo Prospetti di Valutazione:o Tensione Utilizzo/Tensione Finanziaria;o Conformità Struttura indebitamento;o Analisi del Fabbisogno / Analisi Insolvenza (Requirement /insolvency Rate);o Analisi Variazione Accordato;o Score Andamentale;o Grafici Anno/Mese (Overdraft Rate/Posizioni Rischio Dirette/InsolvencyRate/Requirement Rate).Servizi Aggiuntivi:o Analisi Garanzie: 25 E. fino a 5 banche / 50 E. fino a 10 banche;o Report AND: 50 E. fino a 5 banche / 100 E: fino a 10 banche;o Elaborazione Prospetto Anno Aggiuntivo (fino a 3 anni oltre costo singola elaborazioneannua) : 30 E. .fino a 5 banche / 60 E. fino a 10 banchePresentazione ANDMod. POS_04131.4 PRICINGInput Visura Centrale Rischi Banca d’Italia (formato elettronico)AND Basic:Costo: 5 E. per elaborazione pagina Visura CROutput :o Analisi Mensile Categorie Rischi: Crediti per Cassa;o Analisi Mensile Posizioni di Rischio Dirette ed Indirette;o Analisi Anno flussi andamentali per intermediario segnalante;o Analisi Anno Sconfini (Sforamenti Totali/Sconfini Assoluti);o Analisi Rischio di Sistema Anno/Ultimo Mese di Rilevazione;o Analisi Annuale Posizioni di Rischio Dirette/Indiretteo Prospetti di Valutazione:o Tensione Utilizzo/Tensione Finanziaria;o Conformità Struttura indebitamento;o Analisi del Fabbisogno / Analisi Insolvenza (Requirement /insolvency Rate);o Analisi Variazione Accordato;o Score Andamentale;o Grafici Anno/Mese (Overdraft Rate/Posizioni Rischio Dirette/InsolvencyRate/Requirement Rate).Servizi Aggiuntivi:o Analisi Garanzie: 25 E. fino a 5 banche / 50 E. fino a 10 banche;o Report AND: 50 E. fino a 5 banche / 100 E: fino a 10 banche;o Elaborazione Prospetto Anno Aggiuntivo (fino a 3 anni oltre costo singola elaborazioneannua) : 30 E. .fino a 5 banche / 60 E. fino a 10 banche
  • Presentazione ANDMod. POS_0413AND GOLD:Elaborazione Triennio Visura Centrale Rischi Banca Italia:o fino a 5 banche:350o fino a 10 banche 550 E.Output :o Analisi Mensile Categorie Rischi: Crediti per Cassa;o Analisi Mensile Posizioni di Rischio Dirette ed Indirette;o Analisi Anno flussi andamentali per intermediario segnalante;o Analisi Anno Sconfini (Sforamenti Totali/Sconfini Assoluti);o Analisi Rischio di Sistema Anno/Ultimo Mese di Rilevazione;o Analisi Annuale Posizioni di Rischio Dirette/Indirette;o Prospetti di Valutazione:o Tensione Utilizzo/Tensione Finanziaria;o Conformità Struttura indebitamento;o Analisi del Fabbisogno / Analisi Insolvenza (Requirement /insolvency Rate);o Analisi Variazione Accordato;o Score Andamentale;o Analisi Garanzie;o Report AND;o Elaborazione Prospetto Triennale.Aggiornamento Visura Centrale Rischi:o Trimestrale: 20% del costo elaborazione originarioo Semestrale: 55% del costo elaborazione originarioPresentazione ANDMod. POS_0413AND GOLD:Elaborazione Triennio Visura Centrale Rischi Banca Italia:o fino a 5 banche:350o fino a 10 banche 550 E.Output :o Analisi Mensile Categorie Rischi: Crediti per Cassa;o Analisi Mensile Posizioni di Rischio Dirette ed Indirette;o Analisi Anno flussi andamentali per intermediario segnalante;o Analisi Anno Sconfini (Sforamenti Totali/Sconfini Assoluti);o Analisi Rischio di Sistema Anno/Ultimo Mese di Rilevazione;o Analisi Annuale Posizioni di Rischio Dirette/Indirette;o Prospetti di Valutazione:o Tensione Utilizzo/Tensione Finanziaria;o Conformità Struttura indebitamento;o Analisi del Fabbisogno / Analisi Insolvenza (Requirement /insolvency Rate);o Analisi Variazione Accordato;o Score Andamentale;o Analisi Garanzie;o Report AND;o Elaborazione Prospetto Triennale.Aggiornamento Visura Centrale Rischi:o Trimestrale: 20% del costo elaborazione originarioo Semestrale: 55% del costo elaborazione originarioPresentazione ANDMod. POS_0413AND GOLD:Elaborazione Triennio Visura Centrale Rischi Banca Italia:o fino a 5 banche:350o fino a 10 banche 550 E.Output :o Analisi Mensile Categorie Rischi: Crediti per Cassa;o Analisi Mensile Posizioni di Rischio Dirette ed Indirette;o Analisi Anno flussi andamentali per intermediario segnalante;o Analisi Anno Sconfini (Sforamenti Totali/Sconfini Assoluti);o Analisi Rischio di Sistema Anno/Ultimo Mese di Rilevazione;o Analisi Annuale Posizioni di Rischio Dirette/Indirette;o Prospetti di Valutazione:o Tensione Utilizzo/Tensione Finanziaria;o Conformità Struttura indebitamento;o Analisi del Fabbisogno / Analisi Insolvenza (Requirement /insolvency Rate);o Analisi Variazione Accordato;o Score Andamentale;o Analisi Garanzie;o Report AND;o Elaborazione Prospetto Triennale.Aggiornamento Visura Centrale Rischi:o Trimestrale: 20% del costo elaborazione originarioo Semestrale: 55% del costo elaborazione originario
  • Presentazione ANDMod. POS_0413ALLEGATIA) Report ANDB) Dettaglio Ultimo Mese RilevazioneC) Sintesi Banca 1D) Sintesi Banca 2E) Sintesi Banca 3F) Sintesi Banca 4G) Requirement Rate/Insolvency RateH) Overdraft Rate/Sforamenti TotaliI) Rischio di SistemaJ) ScoreK) Sintesi Anno Posizioni di Rischio Dirette/IndiretteL) Sintesi Mese Posizioni Rischio IndiretteM) Valutazione Debito FinanziarioN) Analisi Scostamento AccordatoO) Grafico: Dettaglio Mesi Posizioni di Rischio IndiretteP) Grafico: Overdraft Rate Ultimo MeseQ) Grafico: Requirement Rate Ultimo MeseR) Grafico: Requirement Rate Sintesi AnnoS) Grafico: Sintesi Anno Accordato UtilizzatoT) Grafico: Sintesi Mese Accordato UtilizzatoU) Facsimile Prospetto TriennaleV) Diagramma di Flusso Procedura Diretta/IndirettaW) Legenda DiagrammaPresentazione ANDMod. POS_0413ALLEGATIA) Report ANDB) Dettaglio Ultimo Mese RilevazioneC) Sintesi Banca 1D) Sintesi Banca 2E) Sintesi Banca 3F) Sintesi Banca 4G) Requirement Rate/Insolvency RateH) Overdraft Rate/Sforamenti TotaliI) Rischio di SistemaJ) ScoreK) Sintesi Anno Posizioni di Rischio Dirette/IndiretteL) Sintesi Mese Posizioni Rischio IndiretteM) Valutazione Debito FinanziarioN) Analisi Scostamento AccordatoO) Grafico: Dettaglio Mesi Posizioni di Rischio IndiretteP) Grafico: Overdraft Rate Ultimo MeseQ) Grafico: Requirement Rate Ultimo MeseR) Grafico: Requirement Rate Sintesi AnnoS) Grafico: Sintesi Anno Accordato UtilizzatoT) Grafico: Sintesi Mese Accordato UtilizzatoU) Facsimile Prospetto TriennaleV) Diagramma di Flusso Procedura Diretta/IndirettaW) Legenda DiagrammaPresentazione ANDMod. POS_0413ALLEGATIA) Report ANDB) Dettaglio Ultimo Mese RilevazioneC) Sintesi Banca 1D) Sintesi Banca 2E) Sintesi Banca 3F) Sintesi Banca 4G) Requirement Rate/Insolvency RateH) Overdraft Rate/Sforamenti TotaliI) Rischio di SistemaJ) ScoreK) Sintesi Anno Posizioni di Rischio Dirette/IndiretteL) Sintesi Mese Posizioni Rischio IndiretteM) Valutazione Debito FinanziarioN) Analisi Scostamento AccordatoO) Grafico: Dettaglio Mesi Posizioni di Rischio IndiretteP) Grafico: Overdraft Rate Ultimo MeseQ) Grafico: Requirement Rate Ultimo MeseR) Grafico: Requirement Rate Sintesi AnnoS) Grafico: Sintesi Anno Accordato UtilizzatoT) Grafico: Sintesi Mese Accordato UtilizzatoU) Facsimile Prospetto TriennaleV) Diagramma di Flusso Procedura Diretta/IndirettaW) Legenda Diagramma
  • Mod.All_FC_0413LEGENDA PROCESSO DIRETTO: ELEMENTIInizio ProcessoPunto Decisionale: Scelta Processo Diretto/IndirettoProcedura Diretta (Coesio/Cliente)Punto Decisionale (Cliente): Feedback Positivo: Step Successivo Feedback Negativo: (Processo Chiuso)Compilazione Automatica Istanza Inserimento Dati in MBU: Tools Utilizzato per la compilazione automatica delleistanze (CR/Assilea/Delega Coesio PF/PG)Punto Decisionale/Punto Intersezione Procedura Diretta/Indiretta Punto Decisionale Cliente:o Feedback Positivo: Step Successivoo Feedback Negativo: (Processo ChiusoLEGENDA: PROCESSO INDIRETTO ELEMENTIProcedura Indiretta (Coesio/Partner)Punto Decisionale (Partner)Delega Coesio Intero ProcessoMod.All_FC_0413LEGENDA PROCESSO DIRETTO: ELEMENTIInizio ProcessoPunto Decisionale: Scelta Processo Diretto/IndirettoProcedura Diretta (Coesio/Cliente)Punto Decisionale (Cliente): Feedback Positivo: Step Successivo Feedback Negativo: (Processo Chiuso)Compilazione Automatica Istanza Inserimento Dati in MBU: Tools Utilizzato per la compilazione automatica delleistanze (CR/Assilea/Delega Coesio PF/PG)Punto Decisionale/Punto Intersezione Procedura Diretta/Indiretta Punto Decisionale Cliente:o Feedback Positivo: Step Successivoo Feedback Negativo: (Processo ChiusoLEGENDA: PROCESSO INDIRETTO ELEMENTIProcedura Indiretta (Coesio/Partner)Punto Decisionale (Partner)Delega Coesio Intero ProcessoMod.All_FC_0413LEGENDA PROCESSO DIRETTO: ELEMENTIInizio ProcessoPunto Decisionale: Scelta Processo Diretto/IndirettoProcedura Diretta (Coesio/Cliente)Punto Decisionale (Cliente): Feedback Positivo: Step Successivo Feedback Negativo: (Processo Chiuso)Compilazione Automatica Istanza Inserimento Dati in MBU: Tools Utilizzato per la compilazione automatica delleistanze (CR/Assilea/Delega Coesio PF/PG)Punto Decisionale/Punto Intersezione Procedura Diretta/Indiretta Punto Decisionale Cliente:o Feedback Positivo: Step Successivoo Feedback Negativo: (Processo ChiusoLEGENDA: PROCESSO INDIRETTO ELEMENTIProcedura Indiretta (Coesio/Partner)Punto Decisionale (Partner)Delega Coesio Intero Processo