Master Massimelli 13.12.08

1,289 views
1,208 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,289
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
21
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Master Massimelli 13.12.08

  1. 1. MALATTIE RARE Massimo Massimelli
  2. 2. LA MEDICINA SOCIALE LA RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE MEDICA
  3. 3. dott.Massimo Massimelli Beneficenza: Beneficenza: somme di denaro o altri beni ai soggetti bisognosi o in stato di indigenza. La competenza è delle Regioni.
  4. 4. dott.Massimo Massimelli sussidiarietà Principio di sussidiarietà: integrazione da parte profit) del privato (con profitto o no profit) dell’ dell’intervento pubblico anche in materia sanitaria
  5. 5. dott.Massimo Massimelli Invalidità Invalidità civile handicap INPS INAIL Pensionistica privilegiata Responsabilità Responsabilità civile Contrattualistica privata
  6. 6. dott.Massimo Massimelli L’I.C. si occupa di tutti quei soggetti che sono invalidità né portatori di invalidità non dipendente né da né né causa di guerra, né di lavoro, né di servizio.
  7. 7. dott.Massimo Massimelli 118/71: Art.2 legge 118/71: sono mutilati ed invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo, compresi gli irregolari psichici per oligofrenia di carattere organico o dismetabolico, insuff. mentali derivanti da difetti sensoriali e funzionali, che abbiano subito una capacità riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore ad 1/3
  8. 8. dott.Massimo Massimelli 18, difficoltà Se minori di anni 18, si richiede che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie età della loro età. Sono esclusi gli invalidi per cause di guerra, di lavoro, di servizio, nonché i ciechi e i nonché sordomuti soggetti ad altre leggi.
  9. 9. dott.Massimo Massimelli Prestazioni principali soggetto tra 18 e 65 aa: - protesi > 33% - iscriz. liste collocamento > 46% - esenzione ticket sanitario > 67% - assegno mensile di assistenza > 74% inabilità - pensione di inabilità = 100% indennità - indennità di accompagnamento - pensione sociale al compimento dei 65 aa
  10. 10. dott.Massimo Massimelli Prestazioni principali soggetto minorenne: -con difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della difficoltà età indennità propria età o ipoacusico: ticket, protesi, ortesi ed indennità di frequenza impossibilità -invalido 100% ed impossibilità a deambulare senza necessità accompagnatore o con necessità di assistenza continua perché perché non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita: indennità ticket, protesi, ortesi ed indennità di accompagnamento indennità -cieco ventesimale: indennità speciale indennità -cieco assoluto: indennità di accompagnamento
  11. 11. dott.Massimo Massimelli Parametri e criteri valutativi: anatomo- Valutazione del danno anatomo-funzionale ex d.lgs. 509/88 capacità Valutazione percentuale della riduzione della capacità lavorativa generica, specifica o in occupazioni confacenti Sistema tabellare
  12. 12. dott.Massimo Massimelli Parametri e criteri valutativi: NEL MINORE valutazione a fascia in relazione difficoltà alle difficoltà persistenti a compiere funzioni dell’età tipiche dell’età.
  13. 13. dott.Massimo Massimelli Parametri e criteri valutativi: Indennità Indennità di accompagnamento: impossibilità di impossibilità deambulare o di compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita in modo permanente
  14. 14. dott.Massimo Massimelli Parametri e criteri valutativi: Indennità Indennità di frequenza: difficoltà a svolgere i compiti e difficoltà le funzioni proprie dell’età dell’età
  15. 15. dott.Massimo Massimelli La domanda deve essere presentata al Servizio di Medicina Legale con: -certificato del curante (oculista,ORL) identità -fotocopia documento identità -fotocopia codice fiscale
  16. 16. dott.Massimo Massimelli Domanda per minorenne o interdetto: Modulo a parte: se <18 aa firma del legale rappresentante, genitore o tutore / se interdetto firma del tutore
  17. 17. dott.Massimo Massimelli Dopo la valutazione della Commissione medica di l’ prima istanza l’eventuale ricorso amministrativo non è più più concesso: necessita intentare una causa giudiziaria
  18. 18. dott.Massimo Massimelli Colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o difficoltà progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.
  19. 19. dott.Massimo Massimelli gravità Persona handicappata in situazione di gravità quando la minorazione abbia ridotto all’età l’autonomia personale correlata all’età, da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione
  20. 20. dott.Massimo Massimelli tabelle: Non vi sono tabelle: il concetto di handicap sé capacità assorbe in sé quello di capacità di guadagno
  21. 21. dott.Massimo Massimelli I.C.: si valutano le condizioni psico-fisiche del psico- soggetto ai sensi delle tabelle di cui al d.m. 5.2.92 entità HANDICAP: si valutano natura ed entità dello svantaggio sociale onde suggerire gli interventi necessari per eliminarlo.
  22. 22. dott.Massimo Massimelli permanenza: Con carattere di permanenza: -cura e riabilitazione precoci -apparecchiature socio- -centri socio-educativi -corsi di formazione -agevolazioni negli esami -spazi riservati per veicoli
  23. 23. dott.Massimo Massimelli gravità Con carattere di permanenza in condizioni di gravità: Servizio di aiuto personale Comunità Comunità alloggio e simili Permesso mensile di 3 gg Permesso giornaliero di 2 h Lavoro vicino al domicilio ove possibile Diritti vari per chi lo assiste
  24. 24. dott.Massimo Massimelli temporaneo: socio- Centri socio-riabilitativi educativi Servizio di aiuto personale 2° Tempi > per prove di esame scuola di 2° Esami universitari con ausili necessari
  25. 25. dott.Massimo Massimelli Promuove l’inserimento e l’integrazione l’ l’ lavorativa della persona in situazione di handicap con servizi di sostegno ed il collocamento mirato. Collocamento obbligatorio Collocamento mirato
  26. 26. dott.Massimo Massimelli INVALIDITA’ ASSEGNO ORDINARIO DI INVALIDITA’: l’ capacità per l’assicurato la cui capacità di lavoro in occupazioni confacenti alle sue attitudini, sia ridotta in modo permanente a causa di infermità infermità o difetto fisico o mentale a meno di un terzo
  27. 27. dott.Massimo Massimelli INABILITA’ PENSIONE ORDINARIA DI INABILITA’: infermità … a causa di infermità o difetto fisico o nell’ mentale, si trovi nell’assoluta e permanente impossibilità attività impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa
  28. 28. dott.Massimo Massimelli INAIL PENSIONISTICA PRIVILEGIATA POLIZZE PRIVATE: INFORTUNI, MALATTIE, VITA, LTC
  29. 29. dott.Massimo Massimelli AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO
  30. 30. dott.Massimo Massimelli
  31. 31. LA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE MEDICA Responsabilità professionale penale: personale Responsabilità professionale civile: assicurazione dott. Massimo Massimelli
  32. 32. dal verbo latino respondere situazione giuridica per la quale si soggiace a un obbligo, rispondendo eventualmente a vario titolo della violazione di ciò che esso impone
  33. 33. è quella che grava su un soggetto, fisico o ente, e si instaura o per inadempimento di un obbligo o per qualunque atto illecito doloso o colposo che abbia arrecato ad altri un danno ingiusto
  34. 34. quella conseguente alla commissione di un illecito penale da parte di una persona fisica: può essere solo personale
  35. 35. il soggetto su cui grava la responsabilità è dotato di conoscenze scientifiche e/o tecniche particolari, ovvero è dotato di una particolare specializzazione che lo distingue dal debitore comune: ciò consente al creditore di pretendere di più in forza delle maggiori competenze di cui è dotato il soggetto professionista.
  36. 36. COLPA NESSO DI CAUSA
  37. 37. LA RISPOSTA E’ DIVERSA A SECONDA CHE SI PARLI DI RESPONSABILITA’ CIVILE O PENALE. .
  38. 38. L’ONERE DELLA PROVA GRAVA PRINCIPALEMENTE SULLA PUBBLICA ACCUSA, CHE DEVE DIMOSTRARE LA SUSSISTENZA DELLA COLPA E DEL NESSO DI CAUSA
  39. 39. EFFETTI DELLA CONTRATTUALIZZAZIONE DEL RAPPORTO MEDICO PAZIENTE (TEORIA DEL CONTATTO SOCIALE): IL PAZIENTE DEVE PROVARE IL CONTATTO CON IL MEDICO E L’ESISTENZA DEL DANNO IL PROFESSIONISTA DEVE PROVARE DI AVER AGITO CON DILIGENZA, PRUDENZA, PERIZIA E CHE L’EVENTO LESIVO O IL PEGGIORAMENTE DELLE CONDIZIONI DEL PAZIENTE SONO DA ASCRIVERSI A CAUSA A LUI NON IMPUTABILE
  40. 40. COLPA IMPERIZIA IMPRUDENZA NEGLIGENZA
  41. 41. NEGLIGENZA: Dimenticanza oggetti in intervento Errore indicazione farmaco Mancato intervento di urgenza/ricovero Assenza medico reperibile Nella diagnosi
  42. 42. IMPRUDENZA: Funzioni differenti e/o superiori Accettazione rischio Omessa/errata somministrazione di farmaci Affidamento ad altro medico Omissione assistenza/sorveglianza
  43. 43. IMPERIZIA Art. 2236 cc - Responsabilità del prestatore d'opera Se la prestazione implica la soluzione di problemi tecnici di speciale difficoltà, il prestatore d'opera non risponde dei danni, se non in caso di dolo o di colpa grave.
  44. 44. LA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE MEDICA r.c. r.ext.c. Anni per la 10 5 prescrizione Onere della medico paziente prova Prova della medico -------------- eseguita prestazione dott. Massimo Massimelli
  45. 45. NOVITÀ A FAVORE DEL MEDICO? PENALE sentenza settembre 2002 Sezioni Unite Penali Corte di Cassazione: Criterio della elevata probabilità statistica o certezza per il riconoscimento della colpa nei reati omissivi in relazione alla verifica controfattuale dott. Massimo Massimelli
  46. 46. NOVITÀ A FAVORE DEL MEDICO? CIVILE responsabilità responsabilità contrattuale indipendentemente dalla fonte dell’ dell’obbligo delle cure; dott. Massimo Massimelli
  47. 47. NOVITÀ A FAVORE DEL MEDICO? CIVILE Cass. 22 gennaio 1999 n. 589 L’obbligazione del medico dipendente del servizio sanitario responsabilità per responsabilità professionale nei confronti del paziente, ancorchè ancorchè non fondata su contratto, ma sul “contatto sociale” connotato dall’affidamento che il malato pone dall’ professionalità dell’ nella professionalità dell’esercente una professione contrattuale” protetta, ha natura contrattuale” dott. Massimo Massimelli
  48. 48. NOVITÀ PER IL MEDICO? CIVILE Sent.Cassazione Civile n. 7997 del 18 aprile 2005 nesso causale = colpa? NO! facilità dell’intervento peggioramento condizioni del paziente graduazione della colpa onere di informazione – consenso regolare tenuta della cartella clinica dott. Massimo Massimelli
  49. 49. Se possibile, immediatamente intervenire onde ridurre le conseguenze dell’errore stesso
  50. 50. Valutazione del caso con collaboratori e colleghi Immediata disponibilità al colloquio con il paziente e/o parenti Verifica della sussistenza di quanto lamentato
  51. 51. Manipolazione dati in cartella Smarrimento di referti, lastre, istologici ecc… Rifiuto preconcetto al dialogo con il paziente Conflittualità tra sanitari - equipe
  52. 52. IL MEDICO LEGALE CIVILE CIVILE Consulente Consulente di parte per di parte per ililpaziente paziente Consulente di Consulente di parte per parte per la Compagnia la Compagnia Consulente del Consulente del Giudice Giudice
  53. 53. IL MEDICO LEGALE PENALE PENALE Consulente Consulente di Consulente del Consulente Consulente di Consulente del di parte per parte per la PM di parte per parte per la PM ililpaziente Compagnia paziente Compagnia Perito del Perito del Giudice nei Giudice nei vari gradi vari gradi
  54. 54. GESTIONE DEL RISCHIO: ovvero della probabilità di accadimento di eventi che possono comportare perdite o danni per una azienda o per le persone coinvolte
  55. 55. Fallimenti attivi o active failure Fallimenti latenti o latent failure
  56. 56. Immediate conseguenze negative: chirurghi, medici, controllori di volo, piloti Per distrazione, errore, violazioni procedurali, scelte viziate da ignoranza od inappropriata interpretazione
  57. 57. Errori determinati a monte da decisioni assunte spesso da soggetti non direttamente coinvolti nel lavoro. In sintesi trattasi di condizioni che possono facilitare l’altrui errore determinando alcune condizioni
  58. 58. Ambiente stressante Scarsa esperienza Carichi di lavoro pesanti Obiettivi di lavoro non compatibili Manutenzione inadeguata di attrezzature Sistema di comunicazione insuffic.
  59. 59. Insieme di tutte le attività finalizzate alla identificazione, analisi, valutazione, comunicazione, eliminazione e monitoraggio dei rischi associati a qualsiasi processo
  60. 60. NUOVE PROSPETTIVE ASSICURATIVE Ruolo non solo più DOPO l’errore, ma anche PRIMA
  61. 61. dott. Massimo Massimelli PREVENZIONE DELL'ERRORE RISK MANAGEMENT
  62. 62. ERRORE IN MEDICINA È men male l'agitarsi nel dubbio, che il riposar nell'errore. Manzoni Un uomo che ha commesso un errore e non lo ha riparato, ha commesso un altro errore. Confucio
  63. 63. ERRORE IN MEDICINA e’ Un'allucinazione e un fatto, non un e’ e’ errore; ciò che e sbagliato e il giudizio basato sull'errore. B.Russell La fretta genera l'errore in ogni cosa. Erodoto
  64. 64. TIPI DI POLIZZE 1] claims made tiene conto delle richieste di risarcimento 2] loss occurrence tiene conto del verificarsi o manifestarsi del danno
  65. 65. claims made si considerano i danni per i quali made: la richiesta di risarcimento giunge all’assicurato, per la prima volta, nel periodo assicurativo, anche se il fatto che ha dato origine alla richiesta si è verificato in un momento anteriore alla stipula stessa della polizza
  66. 66. Obbligatoria: Germania, Danimarca, Svezia, Finlandia Facoltativa: Grecia, Spagna, Portogallo, Italia
  67. 67. Assicurazione individuale Assicurazione della struttura sanitaria Assicurazione regionale
  68. 68. REGIONE PIEMONTE Durata: 3 anni Co-assicurazioni Colpa grave Altre assicurazioni
  69. 69. REGIONE PIEMONTE Responsabilità civile verso terzi – RCT Responsabilità civile verso dipendenti - RCO
  70. 70. REGIONE PIEMONTE Responsabilità personale e professionale: Riguarda tutti i dipendenti e/o collaboratori, medici compresi, di cui l’Assicurato si avvale nell’esercizio della sua attività compresa la libera professione intramuraria
  71. 71. REGIONE PIEMONTE ESCLUSIONI (alcuni esempi): Danni derivati da intenzionale mancata osservanza o violazione di norme di legge da parte del Direttore Generale; Danni patrimoniali puri; da prodotti anticoncezionali e RU 486… dalla proprietà di natanti e aeromobili dalla detenzione od impiego di esplosivi presenza ed effetti di muffa tossica
  72. 72. Aumento dei coefficienti correttivi di natura tecnica, professionale,ambientale
  73. 73. CODICE DEONTOLOGICO 2006 Art. 62 In casi di particolare complessità clinica ed in complessità responsabilità ambito di responsabilità professionale, è doveroso che il medico legale richieda l’associazione con un collega di comprovata esperienza e competenza nella disciplina coinvolta
  74. 74. Quale obbligazione?

×