Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Linfedema torino 4 e 5  marzo   olivari monica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Linfedema torino 4 e 5 marzo olivari monica

  • 528 views
Published

 

Published in Health & Medicine
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
528
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
13
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Chinesiterapia decongestiva edattivita’ fisica e sportiva nel linfedema: esperienze a confronto
  • 2. • Densità• Pressione• Principio di Pascal• Galleggiamento  Principio di Archimede  Equilibrio  Assetto
  • 3. peso: conseguenza della gravità che agisce sul corpo.massa: la quantità di materia presente in un oggettocostante indipendentemente dalla forza di gravità.
  • 4.  Esprime la relazione tra massa e volume riferita ad un corpo omogeneo: d = m/V Il corpo umano: – Sistema Respiratorio a volume variabile – Insieme di tessuti disomogenei  Punti di affondamento – Fisiologici – Patologici
  • 5.  Patologici Fisiologici  Alterazioni del tono  Testa basale – Sacro  Iper/ipotono – Talloni  Contratture – Alterazioni patologiche della densità dei tessuti
  • 6. Una pressione esercitata in una regione qualsiasi di un fluido sitrasmette uniformemente a tutta la massa del fluido il quale a sua volta esercita quella stessa pressione in tutte le direzioni. Il nostro corpo, a profondità costante, è soggetto ad una pressione uniforme
  • 7. Nel corpo umano la pressione esercitata dall’acqua avrà un diverso effetto su organi e apparati di densità differenti
  • 8. Un corpo immerso in un liquido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del volume dell’acqua spostata GALLEGGIAMENTO positivo DENSITA’ Massa/volumeMASSA / VOLUME Acqua dolce 1,000kg/lt PESO SPECIFICO Acqua salata 1.025kg/ltnegativo acqua 1 corpo umano 0,974
  • 9. RESPIRAZIONE Soffiare sopra l’acqua Soffiare dentro l’acquaPROPULSIONE Trattenere il respiro sott’acqua Coordinazione respirazione- spostamenti EQUILIBRIO il centro di spinta (S) dove agisce la Spinta di Archimede FA ed il baricentro (B) dove agisce il peso del corpo devono coincidere o essere allineati in verticale
  • 10. Stabile M si trova sopra B Il corpo torna nella posizione di partenzaInstabile M si trova sotto B Il corpo perde l’equilibrioIndifferente M si trova in prossimità di B Il corpo assume un nuovo equilibrio prossimo a quello precedente
  • 11. – Parziale assenza di gravità – Effetto feedback– Temperatura propriocettivo dell’acqua– Tempi di recupero e rimessa in carico– Variazione del tono patologico (momentanea)
  • 12. MISURE DEL VOLUME DELL’ARTOMISURA RANGE ARTICOLARI ( SE LIMITATI)VALUTAZIONE DELLA FORZA MUSCOLAREVALUTAZIONE TROFISMO MUSCOLAREVALUTAZIONE DEL DOLORE (SCALE SOGGETTIVE)FOTO (inizio e fine progetto)VALUTAZIONE DELL’AUTONOMIA indossare/togliere maglie indossare/togliere pantaloni/gonne mettere/togliere scarpe indossare/togliere calze/bracciali elastici lavarsi il corpo pettinarsi svolgere attività domestiche (stirare, lavare, etc..) Note: senza aiuto 0 punti con un minimo di aiuto 1 punto con notevole aiuto 2 punti totalmente aiutato da terzi 3 punti
  • 13.  Possibilità di trattare tutte le aree alterate dall’edema sfruttando le proprieta’ fisiche dell’acqua
  • 14. Un evento lesivo a qualunque livello, crea ripercussioni su tutto il sistemaNon è pensabile un recupero segmentale a prescindere dal recupero dello schema corporeo In acqua, per la mancanza di punti fissi, l’accezione di globalità è riferita all’amplificazione dei compensi ed alla possibilità di prenderne coscienza
  • 15.  Drenaggio grazie alla pressione esercitata sulla superficie corporea (livelli pressori fisiologici): 76mmHg a 1 metro di profondità! Micromassaggio legato alla velocità di esecuzione
  • 16. I CLASS : 18-21 mmHg0,24-0,28 meters of depth II CLASS : 23-32 mmHg0,31-0,43 meters of depth III CLASS : 34-46 mmHg0,46-0,62 meters of depth
  • 17.  Rilassamento generale (riduzione del dolore) Recupero del trofismo muscolare Recupero della funzionalità muscolare Recupero del R.O.M. Riduzione delle retrazioni muscolari Lavoro propriocettivo
  • 18.  La parziale assenza di gravità permette di evidenziare e correggere le alterazioni posturali legate alle dimensioni dell’arto edematoso e all’amputazione dell’organo mammario Permette al pz. di prendere coscienza, attraverso la posizione del corpo in acqua, dei propri squilibri