Italy Reg35 May26 2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Italy Reg35 May26 2010

on

  • 855 views

 

Statistics

Views

Total Views
855
Views on SlideShare
850
Embed Views
5

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

2 Embeds 5

http://www.linkedin.com 4
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Italy Reg35 May26 2010 Italy Reg35 May26 2010 Presentation Transcript

  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Novità contenute nel Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Milano - 5 luglio 2010 Il ruolo dell’intermediario assicurativo ed il divieto di essere al contempo beneficiario o vincolatario dell’indennizzo La trasparenza della remunerazione dell’intermediario nella distribuzione di polizze connesse a mutui o finanziamenti Le sorti della copertura assicurativa nel caso di estinzione anticipata del mutuo o finanziamento Claudia Agostinis Genworth Financial Lifestyle Protection Corporate Development Counsel 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 1
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Il divieto per l’intermediario di essere al contempo beneficiario o vincolatario dell’indennizzo All’articolo 48 del Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006, dopo il comma 1, è inserito il seguente: “1 bis. E’ comunque fatto divieto di assumere, direttamente o indirettamente, anche attraverso uno dei rapporti di cui al comma 1, primo periodo, la contemporanea qualifica di beneficiario o di vincolatario delle prestazioni assicurative e quella di intermediario del relativo contratto in forma individuale o collettiva”. 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 2
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Il divieto per l’intermediario di essere al contempo beneficiario o vincolatario dell’indennizzo/1 Art. 48, Regolamento ISVAP n. 5/2006 rapporti di cui al comma 1, primo periodo: rapporti di gruppo Definizione di intermediario: art 2 lett. N) Reg. 35/2010 e 2 lett p) del Reg. 5/2006 svolgimento dell’attività a titolo oneroso Se il “distributore” non percepisce alcun vantaggio economico in relazione alla distribuzione, può essere beneficiario o vincolatario? 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 3
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Il divieto per l’intermediario di essere al contempo beneficiario o vincolatario dell’indennizzo/2 Se il “distributore” non è qualificabile come intermediario, chi è effettivamente responsabile della corretta informazione all’assicurato? Se il “distributore” appartiene allo stesso gruppo dell’impresa di assicurazione: Art. 51 - Nell’offerta e nella esecuzione dei contratti di assicurazione le imprese devono evitare di effettuare operazioni in cui hanno direttamente o indirettamente un interesse in conflitto, anche derivante da rapporti di gruppo o da rapporti di affari propri o di società del gruppo. Qualora il conflitto non risulti evitabile le imprese devono comunque operare in modo da non recare pregiudizio agli interessi dei contraenti. 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 4
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Trasparenza dei costi di intermediazione – polizze collettive Art. 4, comma 7 (vita) Art. 30, comma 7 (danni) Le imprese di assicurazione, con Con riferimento ai contratti in forma riferimento ai contratti in forma collettiva in cui gli assicurati sostengono in tutto o in collettiva in cui gli assicurati sostengono in parte l’onere economico connesso al tutto o in parte l’onere economico pagamento dei premi o sono, connesso al pagamento dei premi o sono, direttamente o tramite i loro aventi causa, direttamente o tramite i loro aventi causa, portatori di un interesse alla prestazione, inseriscono nella convenzione portatori di un interesse alla prestazione, le stipulata con il contraente una imprese di assicurazione previsione contrattuale disciplinante inseriscono nella convenzione stipulata obblighi e modalità di consegna da parte di quest’ultimo agli assicurati, con il contraente una previsione prima dell’adesione alla copertura contrattuale disciplinante obblighi e assicurativa, delle condizioni di modalità di consegna da parte di assicurazione. quest’ultimo agli assicurati, prima Nella convenzione deve inoltre essere dell’adesione alla copertura previsto che il modulo di adesione alla copertura assicurativa riporti assicurativa, delle condizioni di l’indicazione dei costi a carico degli assicurazione. assicurati con evidenza della quota [Previsione non inserita per le collettive parte percepita in media dagli intermediari. [Si applica a tutte le danni] collettive, non solo quelle connesse a mutui o finanziamenti] 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 5
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Trasparenza dei costi di intermediazione – polizze collettive Art. 30, comma 7 (danni) Art. 4, comma 7 (vita) Per le polizze connesse a mutui e Per le polizze connesse a mutui e ad altri ad altri contratti di finanziamento, la contratti di finanziamento, la convenzione convenzione deve inoltre deve inoltre prevedere che, prima prevedere che, prima dell’adesione dell’adesione alla copertura assicurativa, alla copertura assicurativa, venga venga consegnato al debitore/assicurato consegnato al debitore/assicurato il Fascicolo informativo e che il il Fascicolo informativo e che il modulo di modulo di adesione alla copertura adesione alla copertura assicurativa indichi assicurativa indichi l’ammontare l’ammontare dei costi effettivamente sostenuti dei costi effettivamente sostenuti dal debitore/assicurato con l’evidenza dal debitore/assicurato con dell’importo percepito dall’intermediario. l’evidenza dell’importo percepito dall’intermediario. Qualora l’adesione non avvenga mediante Qualora l’adesione non avvenga la sottoscrizione di un modulo di adesione, la mediante la sottoscrizione di un convenzione prevede l’obbligo di consegna al modulo di adesione, la debitore/assicurato del Fascicolo informativo convenzione prevede l’obbligo di e di un documento illustrativo dei costi di cui consegna al debitore/assicurato del al periodo precedente. Fascicolo informativo e di un documento illustrativo dei costi di cui al periodo precedente. 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 6
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Trasparenza dei costi di intermediazione – polizze connesse a mutui o finanziamenti Art. 50 – Trasparenza dei costi Nella Nota informativa dei contratti di assicurazione connessi a mutui e ad altri finanziamenti l’impresa riporta tutti i costi a carico del contraente, con indicazione della quota parte percepita in media dall’intermediario, espressa sia in valore assoluto che percentuale. Nella Nota informativa dei contratti in forma collettiva sono riportati anche i costi a carico del debitore/assicurato, con indicazione della quota parte percepita in media dall’intermediario, espressa sia in valore assoluto che percentuale. Si applica tanto al “vita” che ai “danni” Non sostituisce gli art. 4 e 30 per le collettive che prevedono l’indicazione dei costi nel modulo di adesione o documento illustrativo preciso intento di evitare la “dissimulazione” dei costi nel fascicolo informativo 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 7
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Trasparenza dei costi di intermediazione – quali voci devono essere incluse? Soltanto le commissioni o anche le componenti variabili? All. 4 e All. 6 – Schema di nota informativa. La quota parte retrocessa in media all’intermediario deve essere determinata sulla base delle rilevazioni contabili relative all’ultimo esercizio dell’impresa di assicurazione. Per i prodotti di nuova commercializzazione il dato deve essere stimato sulla base di quanto stabilito dalle convenzioni di collocamento. Il dato è riferito ai costi previsti nel caricamento di tariffa e non tiene conto di eventuali rappels e partecipazioni agli utili. Che cosa significa “in media” nell’art 50? 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 8
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Estinzione anticipata del finanziamento e copertura assicurativa Art. 49 (Restituzione del premio) Nei contratti di assicurazione connessi a mutui e ad altri finanziamenti per i quali sia stato corrisposto un premio unico il cui onere è sostenuto dal debitore/assicurato le imprese, nel caso di estinzione anticipata o di trasferimento del mutuo o del finanziamento, restituiscono al debitore/assicurato la parte di premio pagato relativo al periodo residuo rispetto alla scadenza originaria. Essa è calcolata per il premio puro in funzione degli anni e frazione di anno mancanti alla scadenza della copertura nonché del capitale assicurato residuo; per I caricamenti in proporzione agli anni e frazione di anno mancanti alla scadenza della copertura. Le condizioni di assicurazione indicano i criteri e le modalità per la definizione del rimborso. Le imprese possono trattenere dall’importo dovuto le spese amministrative effettivamente sostenute per l’emissione del contratto e per il rimborso del premio, a condizione che le stesse siano indicate nella proposta, nella polizza ovvero nel modulo di adesione alla copertura assicurativa. Tali spese non devono essere tali da costituire un limite alla portabilità dei mutui/finanziamenti ovvero un onere ingiustificato in caso di rimborso. In alternativa a quanto previsto al comma 1 le imprese, su richiesta del debitore/assicurato, forniscono la copertura assicurativa fino alla scadenza contrattuale a favore del nuovo beneficiario designato. 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 9
  • Business International – Regolamento n°35 del 26 maggio 2010 sulle nuove norme di trasparenza e sulla pubblicità dei prodotti assicurativi Grazie per l’attenzione. Claudia Agostinis Corporate Development Counsel Genworth Financial Lifestyle Protection Via San Gregorio 34 Milano +39 02 6737151 Claudia.Agostinis@genworth.com 5 luglio 2010 ©2010 Claudia Agostinis 10