• Like
Anteprima visita d’istruzione a Roma_ mostra Il Rinascimento a Palazzo Sciarra
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Anteprima visita d’istruzione a Roma_ mostra Il Rinascimento a Palazzo Sciarra

  • 311 views
Uploaded on

Per i miei ragazzi

Per i miei ragazzi

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
311
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Anteprima visita d’istruzione 16 marzo 2012 classi 2G-2I C.C.
  • 2. Indice C.C.
  • 3. Nola-Roma C.C.
  • 4. Roma centro C.C.
  • 5. Area della visita C.C.
  • 6. Palazzo Sciarra Via del CorsoArrivo in Piazza Venezia C.C.
  • 7. La mostra• La mostra "Il Rinascimento a Roma" indaga e approfondisce, per la prima volta, tutti gli aspetti artistici, architettonici ed urbanistici del Cinquecento a Roma. Curata da Maria Grazia Bernardini e Marco Bussagli, lesposizione si articola in sette sezioni, che documentano il percorso artistico del XVI secolo, attraverso il passaggio dallalto e superbo magistero dellarte del primo Rinascimento, ancora sostanziato dalla cultura umanistica, ad unarte fortemente condizionata da una nuova e coinvolgente spiritualità religiosa. In mostra sono esposti capolavori di Raffaello, quali lAutoritratto e il Ritratto di Fedra Inghirami - entrambi prestati eccezionalmente dalla Galleria degli Uffizi di Firenze - di Michelangelo, quale il David- Apollo proveniente dal Museo Nazionale del Bargello, di Sebastiano del Piombo, quale il Ritratto del cardinale Reginald Pole dellErmitage, e di molti altri artisti, tra cui Perin del Vaga e Francesco Salviati. Per l’occasione la Fondazione Roma ha provveduto a restaurare alcune importantissime opere, tra cui la Pietà di Buffalo (Stati Uniti) di ambito michelangiolesco (con attribuzione a Michelangelo stesso da parte di alcuni studiosi), esposta in mostra. http://it.wikipedia.org/wiki/Piet%C3%A0_per_Vittoria_Colonna La mostra presenta anche apparati didattici e integrativi del tutto inediti come la ricostruzione tridimensionale della Loggia di Psiche di Raffaello. http://it.wikipedia.org/wiki/Loggia_di_Psiche• Per motivi conservativi alcune delle opere in catalogo non sono più presenti in mostra. Tra queste, sono tornate nelle rispettive sedi museali lAutoritratto di Raffaello della Galleria degli Uffizi; l’Apollo-Davide di Michelangelo, proveniente dal Bargello e gli Amanti di Giulio Romano della Galleria Nazionale di Budapest. C.C.
  • 8.  Pietà di Buffalo-MichelangeloGesù morto è tenuto con le braccia sollevate ad angolo retto da due angeli,incastrandosi nelle gambe di Maria che solleva le braccia al cielo in segno di dolore,bilanciando con quel gesto le linee di forza discendenti del corpo di Gesù, adagiatosu una roccia. In alto si leva una trave, la Croce, dove si legge, in verticale, unacitazione di Dante: "Non vi si pensa quanto sangue costa". C.C.
  • 9. Palazzo SciarraPiazza Navona C.C.
  • 10. Piazza NavonaPiazza Navona è in un certo senso lorgoglio della Roma barocca, con elementiarchitettonici e scultorici di maestri come Gian Lorenzo Bernini (la Fontana dei QuattroFiumi al centro della piazza, che rappresenta il Danubio, il Gange, il Nilo ed il Rio dellaPlata, i quattro angoli della Terra), Francesco Borromini e Girolamo Rainaldi( SantAgnese in Agone , davanti alla fontana del Bernini) http://it.wikipedia.org/wiki/Piazza_Navona C.C.
  • 11. ai tempi dellantica Roma, eralo stadio di Domiziano che fu costruitodallimperatore Domiziano nell85 enel III secolo fu restaurato da Oltre a quella dei 4 Fiumi ciAlessandro Severo. Era lungo 276 sono:la Fontana del Moro, scolpitametri, largo 54 e poteva ospitare da Giacomo della Porta e ritoccata30.000 spettatori. dal Bernini, situata nellarea sud della piazza, e la Fontana del Nettuno (originariamente fontana dei Calderari), situata nellarea nord, opera di Gregorio Zappalà e Antonio Della Bitta. C.C.
  • 12. Gian Lorenzo Bernini Fontana dei Quattro FiumiNilo-Gange-Danubio-Rio dellaPlata C.C.
  • 13. Una leggenda sulla fontanaUna leggenda, molto popolare ancora ai giorni nostri, è legata alla rivalitàtra il Bernini e laltro grande maestro del barocco, il Borromini. Si credeinfatti che la statua del  Rio della Plata tenga alzato il braccio nel timore diun crollo della prospiciente chiesa di Sant’Agnese in Agone e cheugualmente la statua del  Nilo   si copra il volto per non doverla vedere (inrealtà, la statua è coperta da un velo perché quando fu realizzata non siconoscevano ancora le fonti del Nilo). Si tratta di una semplice leggenda,poiché la fontana fu realizzata prima della chiesa, tra il 1648 e il 1651,mentre SantAgnese fu iniziata da Borromini non prima del 1652. C.C.
  • 14. Gli animali nella fontanaSulla fontana sono raffigurati sette animali, oltre alla piccola colomba ed aidelfinetti nello stemma dei Pamphili. Per trovarli bisogna fare il giro attorno atutta la fontana e sono: un cavallo, un serpente di terra (nella parte più altavicino allobelisco), un serpente di mare, un delfino (che fa anche dainghiottitoio delle acque), un coccodrillo, un leone e un dragone. Notevole èanche la resa delle piante scolpite che sembrano reali. C.C.
  • 15. Fontana TreviPiazza Navona Pantheon C.C.
  • 16. PantheonIl Pantheon si erge in piazza della Rotonda ed è sicuramente ilmonumento antico più ben conservato giunto fino a noi. Questo splendido monumento fu fatto costruire nel 270°.C. dalPrefetto dell’Impero Marco Vipsanio Agrippa , il quale dopo aver vintoe domato la Persia, lo dedicò alla grande Madre Cibele, Al dio Nettunoe a tutti gli Dei.Questa piazza , come ricorda una targa posta nel 1906, era lastricatain legno e tale materiale proveniva dalle foreste argentine donatodalla città di Buenos Aires. Questo lastricato per motivi di traffico fusuccessivamente sostituito dall’asfalto. C.C.
  • 17. • Questo tempio pagano fu donato dall’imperatore Foca nel 608 al papa Bonifacio IV (608-615) che con una solenne cerimonia lo trasformò in una chiesa cristiana dedicandola a S.Maria e ai Martyres .• Le colonne che ornano il pronao del Pantheon sono le maggiori colonne monolitiche di Roma, il capitello misura m.1,69 e il fusto m.11,68 mentre la base è di m.0,71- complessivamente la loro altezza è di m.14,08.• Nel 1624 il papa Urbano VIII (1623-1644) ebbe la pessima idea di prelevare tutto il bronzo che rivestiva le travature interne del Pantheon, chiodi compresi, e come annotò un cronista del tempo ne ricavò 451.251 libre di metallo.• Unica consolazione è che buona parte di questo bronzo, dopo la fusione, servì al Bernini per la realizzazione dell’altare dei SS. Apostoli in San Pietro.• Poiché il papa che li aveva commissionati, cioè Urbano VIII, non era molto ben visto dal popolo romano a causa dei numerosi balzelli che esigeva, i due campanili furono subito soprannominati “orecchie d’asino”. Questi campanili furono poi demoliti nel 1883 da Guido Boccelli.• Oltre che per il suo innegabile fascino il Pantheon è famoso per avere al suo interno la tomba di Raffaello Sanzio presso l’altare della Madonna del Sasso e le tombe reali del Re Vittorio Emanuele II re Umberto I e della Regina Margherita.• Varcare il portone del Pantheon è come viaggiare nel tempo, quelle antichissime mura raccontano secoli e secoli di storia e sta a noi ascoltare e perderci nelle mille leggende e fantasie. C.C.
  • 18. La Fontana di Trevi è la più grande ed una fra le più note fontane di Fontana di Trevi Roma, ed è considerata allunanimità una delle più celebri fontane del mondo. La settecentesca fontana, progettata da Nicola Salvi e adagiata su un lato di Palazzo Poli, è un connubio di classicismo e barocco. Migliaia di persone ogni giorno visitano lopera per potere gettare nella vasca una moneta, che come da leggenda, garantisce al turista di tornare ancora a Roma nella sua vita; nel caso poi il turista o la turista vogliano avere una fidanzata/ o, devono gettare nella vasca due monetine, tre monetine per avere un figlio italiano. Il film "La dolce vita" di Federico Fellini ha contribuito ad arricchire la fama mondiale di questa fontana. La fontana di Trevi è divisa in tre nicchie da quattro colonne. Le sculture che la compongono narranohttp://it.wikipedia.org/wiki/Fontana_di_Trevi varie vicende allegoriche. Nella nicchia centrale si trova la statua di Oceano, rappresentato su un C.C. cocchio a forma di conchiglia trainato da cavalli alati. Nelle
  • 19. Thank You for Loving Me Bon Jovi https://www.youtube.com/watch?v=eesZBfTj0cU#t=0m0s C.C.
  • 20. Norme di sicurezza e di comportamento per l’accesso a mostre e museiArt. 11E’ previsto l’uso del guardaroba per depositare i bagagli.L’accesso alle sale espositive è subordinato al deposito obbligatorio negli appositimobiletti e contenitori portaombrelli di:a) bastoni, ombrelli e oggetti appuntiti, taglienti o contundenti. Sono tuttaviaautorizzati bastoni per persone anziane o per infermi;b) valigie, borse, zaini, caschi e tutto ciò che può rappresentare pregiudizio per lasicurezza delle opere esposte o della strutturaArt. 14Si richiede massima correttezza rispetto al personale di servizioe a tutte le persone presenti nell’edificio.Art. 15E’ vietato:a) toccare le opere;b) superare le barriere di protezione;c) appoggiarsi alle vetrine, ai basamenti e ad altri elementi dell’allestimento;d) scrivere o imbrattare i muri;e) correre lungo il percorso espositivo;f) fumare, consumare cibi o bevande nella struttura espositiva;g) gettare a terra carta o altro;i) parlare ad alta voce, recando disturbo agli altri visitatori;l) vendere oggetti e distribuire volantini. C.C.
  • 21. Art. 17La non osservanza delle prescrizioni del presente regolamento potrà dareluogo all’allontanamento dagli spazi espositivi e, se del caso, all’avvio diprocedure giudiziarie.Art. 20I componenti del gruppo sono pregati di non allontanarsidall’accompagnatore e di non recare disturbo agli altri visitatori.Art. 23Nelle sale di esposizione è vietato qualsiasi tipo di ripresa fotografica, video ecinematografica. La Direzione della Mostra può autorizzare dietro richiesta motivatal’effettuazione di riprese negli spazi della mostra secondo modalità da concordarsi.Art. 24E’ vietato ai visitatori commettere azioni che possano compromettere lasicurezza delle persone e dei beni. Ogni incidente o avvenimento anomalo deveessere immediatamente segnalato al personale di sorveglianza.Art. 26Ogni visitatore che sia testimone di un furto o di altri avvenimenti anomali ètenuto ad avvisare il personale.In caso di tentativo di furto nella Mostra possono essere presi alcuniprovvedimenti urgenti, come la chiusura degli accessi e il controllo delleuscite. C.C.
  • 22. • Le visite guidate e i viaggi d’istruzione rappresentano un momento di arricchimento culturale di voi studenti, la cui progettazione costituisce il complemento, l’ approfondimento e un momento operativo del lavoro fatto in classe attraverso lo studio e l’acquisizione di conoscenze e informazioni. Inoltre rappresentano uno strumento di socializzazione all’interno del gruppo classe, fra classi diverse e fra voi e docenti dando a tutti l’opportunità di relazionarsi in una realtà esterna alla scuola . Ciò costituisce una parte integrante della vostra formazione che la scuola vuole privilegiare. Le visite d’istruzione sono infine anche un’occasione di svago e divertimento, ma raccomando tutti di osservare le seguenti regole di comportamento al fine di perseguire nel migliore dei modi tutte le finalità sopra dette e garantire la vostra sicurezza personale.• Puntualità alla partenza• In pullman è vietato : alzarsi, mangiare, sporcare,fare troppo chiasso• Per le strade : mantenere un comportamento corretto e civile, camminare in coppia o in fila indiana, seguire la istruzioni dell’insegnante, non fermarsi di propria iniziativa, non allontanarsi mai dal gruppo• Nelle chiese: osservare assoluto silenzio• Durante la sosta per il pranzo : restare in gruppo, raccogliere i rifiuti in un sacchetto, non fare troppo chiasso• Non fermarsi davanti alle bancarelle di venditori ambulanti durante la visita• Per i bisogni personali si entra nei bagni a piccoli gruppi• Qualche consiglio pratico : indossare scarpe comode, vestirsi in maniera adeguata al tempo e al buon costume, munirsi di ombrello ripiegabile, portare un cappellino, fare attenzione al denaro , alle fotocamere e ai telefonini . C.C.
  • 23. Buon divertimento!!! C.C.