Your SlideShare is downloading. ×
0
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Raccolta fondi in tempo di crisi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Raccolta fondi in tempo di crisi

338

Published on

Scenario della raccolta fondi in Italia. Definizione dell'attività, Strumenti. Mercati. La raccolta annuale. La raccolta straordinaria. Appendice: il crowdfunding.

Scenario della raccolta fondi in Italia. Definizione dell'attività, Strumenti. Mercati. La raccolta annuale. La raccolta straordinaria. Appendice: il crowdfunding.

Published in: Government & Nonprofit
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
338
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
27
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Campione di 200 ONP operanti in cooperazione internazionale, salute e ricerca scientifica, lotta all’emarginazione sociale, cultura, arti e spettacolo, tutela ambiente e animali, filantropia, sport e tempo libero.
  • Il documento buona causa non è materiale promozionale ma è il documento dal quale si attingono le informazioni per realizzare materiale promozionale. Il materiale promoziale serve a rendere note le finalità dell’associazione al di fuori dell’organizzazione, ad un pubblico ampio ed eterogeneo.
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • I donatori regolari mediamente sostengono REGOLARMENTE 1,6 organizzazioni e SALTUARIAMENTE 1 organizzazione. I donatori regolari fanno anche donazioni saltuarie.
    I donatori saltuari mediamente sostengono 1,5 organizzazioni
  • Tipologie: spettacoli teatrali, concerti, mostre, aste, eventi sportivi, cene, pranzi, aperitivi, manifestazioni di piazza, tombole, lotterie, convegni, seminari, rassegne, feste
  • Tipologie: spettacoli teatrali, concerti, mostre, aste, eventi sportivi, cene, pranzi, aperitivi, manifestazioni di piazza, tombole, lotterie, convegni, seminari, rassegne, feste
  • Qualifica del donatore: (amico, sostenitore, benefattore, giovane, classe, ecc.)
    E’ sufficiente un file di xls per iniziare poi esistono svariati strumenti: mydonor.it
  • La lettera deve sembrare scritta da una persona ad un’altra persona.
  • La lettera deve sembrare scritta da una persona ad un’altra persona.
  • La lettera deve sembrare scritta da una persona ad un’altra persona.
  • La lettera deve sembrare scritta da una persona ad un’altra persona.
  • La lettera deve sembrare scritta da una persona ad un’altra persona.
  • Transcript

    • 1. Scenari, prospettive e strumenti Raccolta fondi in tempo di crisi 1.
    • 2. Scenario. Andamento nel 2013. Prospettive per il 2014. Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 3. Raccolta fondi Natale 2013 Scenario. L’andamento della raccolta fondi Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014
    • 4. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Stime entrate totali nel 2013 Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 5. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Stime per il 2014 Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 6. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Strumenti utilizzati Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 7. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Efficacia strumenti utilizzati Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 8. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Strumenti. Previsione utilizzo 2014 Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 9. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Strumenti social. Utilizzo 2013 Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 10. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Crowdfunding. Le piattaforme utilizzate Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 11. Fonte: 11a rilevazione semestrale Istituto Italiano della Donazione, dati gennaio 2014 Raccolta fondi. Le difficoltà riscontrate Scenario. L’andamento della raccolta fondi
    • 12. Istituto Italiano della Donazione L'Istituto Italiano della Donazione (IID) è un'associazione riconosciuta giuridicamente senza scopo di lucro, indipendente, autonoma e apartitica che, grazie ai suoi strumenti e alle verifiche annuali, assicura che l'operato delle Organizzazioni Non Profit (ONP) sia in linea con standard riconosciuti a livello internazionale e risponda a criteri di trasparenza, credibilità ed onestà. L’IID ha elaborato un documento chiamato Carta della Donazione e rilascia il marchio “Donare con Fiducia”, concesso ai Soci Aderenti, che conferma che l'ONP mette al centro del proprio agire questi valori. Scenario. L’Istituto Italiano della Donazione
    • 13. La Carta della Donazione Pubblicata per la prima volta nel 1999 da Forum Nazionale del Terzo settore, Fondazione Sodalitas e Summit della Solidarietà, la Carta della Donazione è il primo codice italiano di autoregolamentazione per la raccolta e l'utilizzo dei fondi nel non profit. Le Organizzazioni che aderiscono alla Carta e all'Istituto Italiano della Donazione sono soggette a monitoraggio e controllo periodico organizzati dall'IID. http://www.istitutoitalianodonazione.it Scenario. L’Istituto Italiano della Donazione
    • 14. E ora… la parola a voi! Avete mai organizzato una campagna o un’iniziativa di raccolta fondi? Avete dichiarato un obiettivo specifico? (Ad esempio un progetto o una somma da raggiungere) Che strumenti avete utilizzato? Che risultati avete ottenuto? Scenario. A Parma cosa succede
    • 15. Scenari, definizione e strumenti Raccolta fondi in tempo di crisi 2.
    • 16. Definizione dell’attività Definizione dell’attività
    • 17. Raccolta fondi Definizione dell’attività Raccolta fondi è la volgare traduzione dall’inglese di fundraising, ed è un’attività specifica delle ONP. Fund raising nasconde il verbo ”to raise”: far crescere, coltivare, sorgere.
    • 18. …l’attività di sviluppo dei fondi necessari a sostenere un progetto* *ovviamente un progetto senza fini di lucro Il fund raising è Definizione dell’attività
    • 19. …l’arte di indurre le persone a dare quello di cui l’organizzazione ha bisogno Il fund raising è denaro tempo relazioni know-how beni servizi Definizione dell’attività
    • 20. …la capacità dell’organizzazione di creare e mantenere relazioni di fiducia Il fund raising è Definizione dell’attività
    • 21. L’attività di indurre un soggetto a donare risorse per sostenere una buona causa creando e mantenendo con questi un rapporto di fiducia Fund raising. Definizione Definizione dell’attività
    • 22. Fund raising. Luoghi comuni Definizione dell’attività Fonte: Saper chiedere sapere dare edito da VolaBo
    • 23. ha un budget assegnato ed è fortemente integrato con l’attività istituzionale. organizzato coordinato continuativo Il fund raising è Definizione dell’attività
    • 24. Fund raising: primi passi per l’attività Primi passi… 1. Chiarezza della mission associativa 2. Analisi delle potenzialità interne (organizzative, economiche, relazionali) 3. Il progetto 4. Individuazione del contesto in cui operare
    • 25. Fund raising: primi passi per l’attività 1. Chiarezza della mission La mission dell’associazione è chiara se risponde a queste 7 domande: 1. Chi siamo? 2. Perché esistiamo? 3. Perché operiamo? 4. Come intendiamo raggiungere i nostri obiettivi? 5. Chi vogliamo aiutare? 6. Come ci distinguiamo dai nostri “simili”? 7. Se dovessimo cessare il nostro lavoro ci sarebbe qualche differenza?
    • 26. Fund raising: primi passi per l’attività 2. Analisi delle potenzialità Potenzialità economiche Risorse disponibili e destinabili all’attività, valutazione del fabbisogno Potenzialità organizzative Risorse disponibili e destinabili all’attività (squadra di fundraising) Potenzialità sociali e relazionali Relazioni attuali Relazioni passate significative Relazioni future (potenziali) - Database anagrafiche
    • 27. Fund raising: primi passi per l’attività 3. Il Progetto. Il progetto è il motivo per cui l’organizzazione ricerca risorse. Il progetto deve essere esposto in maniera chiara in un documento che viene di norma chiamato Documento Buona Causa (DBC). Il DBC riassume e raccoglie tutte le informazioni utili per presentare l’associazione ai potenziali sostenitori. Il DBC si compone di 4 parti fondamentali - PARTE 1 in cui si presenta l’organizzazione e la sua mission - PARTE 2 in cui si descrive il problema che si intende risolvere - PARTE 3 in cui sono descritte le caratteristiche tecniche del progetto - PARTE 4 in cui si illustrano le modalità di partecipazione al progetto
    • 28. Fund raising: primi passi per l’attività 4. Individuazione del contesto.
    • 29. Fund raising: primi passi per l’attività Fattori che determinano la donazione Il valore della buona causa La chiarezza della mission e della vision La fiducia nella organizzazione beneficiaria e nelle sue persone La verifica dei progetti La tempestiva rendicontazione
    • 30. Conosciamo i mercati del fundraising Raccolta fondi in tempo di crisi 3.
    • 31. Fund raising: i mercati I mercati del fund raising Persone fisiche Imprese Fondazioni Altro
    • 32. Fund raising: i mercati 1. Le persone fisiche Popolazione in Italia (età >15 anni) 48 milioni  Donatori 52% ≅ 25 milioni   Regolari 33% Saltuari 19%
    • 33. Fund raising: i mercati Il donatore è.. DONNA di età compresa tra i 35 e i 54 anni con istruzione medio-superiore o universitaria* *Fonte: Ricerca EURISKO Indagine sui donatori 2009 e dona per… Altruismo - desiderio di aiutare gli altri Gratitudine per esperienze vissute Abitudine Risposta a sollecitazioni Interesse specifico per la causa Opportunità fiscali Desiderio di essere ricordato Senso di colpa
    • 34. Fund raising: i mercati La piramide del donatore scelta razionale impulso, abitudine
    • 35. Fund raising: i mercati Motivi della scelta *Fonte: Ricerca EURISKO Indagine sui donatori 2009 *Fonte: Ricerca EURISKO Indagine sui donatori 2009
    • 36. Fund raising: i mercati Motivi della donazione saltuaria *Fonte: Ricerca EURISKO Indagine sui donatori 2009
    • 37. Fund raising: i mercati 2. Le imprese *Fonte: Ricerca EURISKO Indagine sui donatori 2009 in futuro dovranno affrontare e gestire un consumatore sempre più sofisticato ed esigente saranno chiamate a soddisfare aspettative sociali dei propri clienti i prodotti offerti/ la marca venduta dovranno distiguersi non solo per la qualità offerta ma anche per connotazioni immateriali (valore etico, impegno sociale)
    • 38. Fund raising: i mercati Responsabilità sociale *Fonte: Ricerca EURISKO Indagine sui donatori 2009 La responsabilità delle imprese per il loro impatto sulla società. L’impresa non può più perseguire solo il fine del reddito ma deve essere considerata come una realtà che oltre a creare valore economico, produca anche valore ambientale e sociale. L’impresa oggi è chiamata ad integrare la propria visione strategica con preoccupazioni di natura etica.
    • 39. Fund raising: i mercati Il pensiero dei consumatori *Fonte: Ricerca EURISKO Indagine sui donatori 2009 82% favorevole all’impegno sociale di un’impresa 70% vuole essere a conoscenza dell’impegno sociale dell’impresa 60% è disposto all’acquisto di prodotti legati ad una causa sociale 30% è disposto a cambiare marca e a scegliere quella “responsabile”
    • 40. Fund raising: i mercati Difficoltà nell’approccio Approccio spannometrico Richiesta economica inferiore/superiore alla disponibilità dell’impresa Approccio basato sulla copertura totale delle spese di progetto Caduta dell’immagine, dequalificazione della mission/buona causa Approccio “per favore” Demotivazione del potenziale donatore
    • 41. Fund raising: i mercati Interlocutori da privilegiare Imprese locali Imprese che svolgono attività complementari a quelle svolte dall’associazione Imprese che esplicitamente sostengono il fine sociale dell’associazione Imprese con le quali si hanno rapporti personali (le persone donano a persone)
    • 42. Fund raising: i mercati 3. Le Fondazioni La Fondazione è un’organizzazione privata senza scopo di lucro dotata di un patrimonio vincolato al perseguimento dei suoi scopi statutari. Fondazioni operative: sono dotate strutture operative finalizzate al raggiungimento dello scopo statutario in modo diretto Fondazioni di erogazione: raggiungono lo scopo indirettamente attraverso l’erogazione di contributi e sussidi ad altri soggetti
    • 43. Fund raising: i mercati Valutazione dei progetti Valutazione della qualità generale del progetto Credibilità, fattibilità Benefici socio-economici Urgenza e rilevanza sociale dell’intervento Bacino potenziale di utenza Efficacia, efficienza, produttività, riproducibilità, trasferibilità Effetti sull’immagine della Fondazione Contatti: Enrica Ferrari e.ferrari@forumsolidarieta.it
    • 44. La raccolta annuale Raccolta fondi in tempo di crisi 4.
    • 45. Fund raising: gli strumenti La raccolta annuale La raccolta annuale è rappresentata da tutte le donazioni che si protraggono nel tempo. La raccolta annuale serve a costituire la base dei donatori fedeli. Attraverso la raccolta annuale l’organizzazione si garantisce un reddito stabile per la gestione ordinaria dell’attività.
    • 46. Fund raising: gli strumenti Le finalità Costruire e ampliare la base dei donatori Creare abitudini e modalità di donazione Reperire eventuali grandi donatori Informare, coinvolgere, fidelizzare i donatori Indurre l’organizzazione ad un’amministrazione etica dei fondi raccolti
    • 47. Fund raising: gli strumenti Alcuni strumenti 5 per mille Eventi Mailing Campagne quota associativa Donazioni online Creazione di comitati e gruppi di appoggio
    • 48. Fund raising: gli strumenti 1. 5 per 1000
    • 49. Fund raising: gli strumenti 5 per 1000 Mailing ad hoc Realizzazione di materiale promozionale (santino) Aggiornamento sito web con notizia in homepage Promozione attraverso social networks
    • 50. Fund raising: gli strumenti 2. Eventi 1 2 3 4 Obiettivo Target Tipologia di evento e periodo Pianificazione
    • 51. Fund raising: gli strumenti Eventi Gli eventi sono iniziative di varia natura, indirizzate a pubblici diverse, orientate a diversi scopi tra i quali raccogliere fondi Obiettivi Aumentare la visibilità dell’associazione Far conoscere la mission dell’associazione Motivare i volontari Reclutare nuovi volontari Espandere la rete di relazioni Fidelizzare i donatori Sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche specifiche Raccogliere fondi
    • 52. Fund raising: gli strumenti Pianificazione e gestione degli aspetti organizzativi Progettazione e gestione della comunicazione dell’evento Budget di spesa Timing Ricerca sponsor Gestione rapporti con artisti, relatori, ospiti Gestione rapporti con i media Eventi: la pianificazione
    • 53. Fund raising: gli strumenti Eventi: pro/contro PRO Vasta scelta di opportunità Pubblico ampio Possibilità di perseguire obiettivi diversi simultaneamente Coinvolgimento attivo dei volontari CONTRO Organizzazione complessa Impiego di molte risorse umane Investimento economico indispensabile Rischio di un ritorno economico inferiore all’investimento
    • 54. Fund raising: gli strumenti Database dei contatti dati anagrafici del donatore/prospect “qualifica” del donatore/prospect autorizzazione all’utilizzo dei dati personali modalità di primo contatto con l’associazione possibilità di registrazione di ogni singola donazione e visualizzazione dello storico delle donazioni per ogni donatore modalità di donazione importo della donazione data della donazione note libere 3. Mailing
    • 55. Fund raising: gli strumenti Rileggi la lettera che hai scritto a voce alta, sempre! E rileggila ad un tuo collega, amico, parente. Senti le sue reazioni, ascolta il suo parere. Non c'è uomo di marketing migliore di un tuo potenziale donatore! Ricorda che devi suscitare passione nella tua causa e che ci sono decine di cause simili alla tua, devi distinguerti! Guarda, osserva cosa fanno i tuoi concorrenti, guarda come comunicano ai loro donatori. Mailing: consigli per la lettera
    • 56. Fund raising: gli strumenti Si tratta di una strategia di coinvolgimento continuativo di tutte quelle persone che in un qualche modo si riconoscono nelle finalità dell’organizzazione L’obiettivo è ottenere una donazione regolare e costante. Essere socio sviluppa un senso di fedeltà/lealtà sviluppa la voglia di impegnarsi favorisce la partecipazione predispone psicologicamente le persone a continuare a fornire il loro supporto attraverso il rinnovo annuale della quota di iscrizione le campagne di tesseramento favoriscono donazioni di migliore qualità 4. Campagna tesseramento soci
    • 57. Fund raising: gli strumenti Tessera socio nominativa Aggiornamento costante tramite NL o altri strumenti su quanto realizzato dall’organizzazione grazie al contributo ricevuto Anteprima di eventi Eventuali benefit su partecipazione ad eventi a pagamento e/o acquisto di gadget Invio del riepilogo annuale delle donazioni La campagna sarà annuale e punterà alla riconferma dell’adesione da parte dei vecchi soci nonché al reclutamento di nuovi. Campagna tesseramento soci
    • 58. Fund raising: gli strumenti Attivazione del sistema di donazione online tramite Paypal Paypal è il sistema di pagamento online e di trasferimento di denaro tramite internet più diffuso al mondo che permette alle non profit di utilizzare questo sistema tecnologico per ricevere donazioni. I costi per le transazioni su PayPal sono 0,35€ + 3,4% per transazione, mentre per le ONLUS la percentuale scende per singola transazione ed arriva ad essere: 1,8% + €0,35 per transazione. 5. Donazioni online
    • 59. Fund raising: gli strumenti Ci dividiamo in 3 gruppi Gruppo 1 Elaborazione di una cena di raccolta fondi Timing 4 mesi – marzo/giugno Gruppo 2 Progettazione di una campagna 5 per 1000 Timing 2 mesi – marzo/aprile Gruppo 3 Lancio campagna tesseramento soci Timing 3 mesi – gennaio/marzo Esercitazione
    • 60. La raccolta straordinaria Raccolta fondi in tempo di crisi 5.
    • 61. Fund raising: gli strumenti Rappresenta un’azione intensiva di fund raising con un obiettivo economico specifico da realizzarsi in un periodo di tempo stabilito per far fronte a progetti di natura straordinaria. La raccolta straordinaria Fase 1 1 o 2 donazioni che coprano il 10% del fabbisogno Fase 2 10 o 20 donazioni che arrivino a coprire il 50%
    • 62. Fund raising: gli strumenti Mailing straordinari Eventi straordinari Progetti a Fondazioni Corporate fundraising (target imprese) Gli strumenti La strategia comunicativa per una raccolta fondi straordinaria deve puntare sul carattere di straordinarietà
    • 63. Fund raising: gli strumenti Profit vs Non profit Il corporate fund raising Si parla di efficienza, risultati, margini, produttività, di mercato, finanziamenti. Ci si rivolge a clienti, ci si fa guidare da manager e da consigli di amministrazione. Si parla di sostegno, di solidarietà, di valori, di raccolta fondi, di promozione, di bisogni del territorio, ci si rivolge alla comunità e ci si prende cura delle persone, dei loro bisogni.
    • 64. Fund raising: gli strumenti 15 suggerimenti 1. Individua il tuo punto di forza e il motivo per cui fai la differenza. Lavora su quello e dimentica il resto. 2. Individua aziende che abbiano un senso. (settore di interesse, territorio, bisogno legato al progetto). Sparare nel mucchio fa solo perdere del tempo prezioso. Meglio partire con una valutazione a monte. 3. Individua la persona giusta e il suo ruolo. Non è detto che sia sempre la stessa. il giusto interlocutore varia al variare del progetto che hai in mente.
    • 65. Fund raising: gli strumenti 15 suggerimenti 4. Approccio. Come prima cosa, prova con il telefono. Il rischio filtro è elevato ma non si sa mai. Un vecchio slogan diceva: “il telefono, la tua voce”. Se va bene il colloquio telefonico… un appuntamento faccia a faccia è quasi assicurato. 5. Scrivi un’e-mail: sii breve. L’obiettivo è quello di fissare un incontro. In quell’occasione ci sarà tutto il tempo per parlare della tua organizzazione E’ d’aiuto un allegato poco pesante e i rimandi a link sul web. 6. Dai tempi circostanziati su feed-back e follow up.
    • 66. Fund raising: gli strumenti 15 suggerimenti 7. Fa i compiti a casa prima di un incontro. Mai farsi trovare impreparati: perché quest’azienda e non un’altra è sufficientemente chiaro? 8. Preparazione dei contenuti istituzionali in cartellina: il materiale varia a seconda degli obiettivi dell’incontro. 9. Prepara un ppt ad hoc per l’azienda pensando a un ventaglio di opportunità.
    • 67. Fund raising: gli strumenti 15 suggerimenti 10. Durante il colloquio vis à vis, ascolta con attenzione chi hai di fronte; racconta della tua organizzazione e dei suoi obiettivi; spiega i perché della scelta; chiedi ciò di cui hai bisogno; descrivi in che modo la tua associazione può essere loro d’aiuto. Esito negativo, accetta di buon grado un no senza scoraggiarti. Esito positivo, stendi il progetto secondo le indicazioni raccolte. 11. Rispetta i tempi pattuiti. Realizza il progetto secondo gli accordi presi. In caso di cambiamenti, informa puntualmente. 12. Rendi pubblica e pubblicizza la partnership solo se concordato.
    • 68. Fund raising: gli strumenti 15 suggerimenti 13. Rendiconta puntualmente. 14. Coltiva la relazione. Aggiorna il tuo donatore. 15. Coinvolgi l’azienda nelle iniziative in atto. Tieni a mente che fiducia genera fiducia.
    • 69. Fund raising: gli strumenti … non dimentichiamo che Il sostegno economico non è che uno degli aspetti in gioco nel corporate fundraising. Cura del donatore E’ difficile acquisire un grande donatore azienda. A volte mesi. Ma basta un attimo a perderlo: poca attenzione, cambio di ruoli e competenze interne. Non dimentichiamo poi che l’azienda fa attività d’impresa e si aspetta che vi sia un ritorno dal suo investimento. Sebbene questo aspetto sia spesso non dichiarato in corso di colloquio, è opportuno tenerlo presente durante l’elaborazione della strategia.
    • 70. Fund raising: gli strumenti Non dimentichiamo che… Il sostegno economico non è che uno degli aspetti in gioco nel corporate fundraising. Credibilità e Nuove Opportunità Un’azienda nell’affiancare il suo brand a quello dell’orgnanizzazione se ne fa in qualche modo garante. Ne legittima l’attività e genera fiducia favorendo l’attenzione da parte degli altri stakeholder. Dire di No. A cose, a persone e a risorse se la partnership o le condizioni proposte possono ledere o intaccare l’immagine e i valori dell’organizzazione.
    • 71. Fund raising: gli strumenti Meno soldi spesi meglio… Le difficoltà legate alla crisi globale degli ultimi due anni spingono le aziende a tagliare o, comunque, ad essere più accorte negli investimenti. Nel suo complesso, l’azienda è più consapevole. Il livello di pretesa si alza e le maglie si stringono. A questa nuova consapevolezza si affianca la necessità di confrontarsi con un interlocutore del non-profit maturo, capace di porsi allo stesso livello e che parli la stessa lingua. Un interlocutore in grado di rispondere ai bisogni espressi dall’azienda e talvolta in grado di anticiparli, secondo quei princìpi di anticipazione e sostituzione che gli sono propri.
    • 72. Fund raising: gli strumenti Non pensare mai di doverti scusare per aver chiesto a qualcuno di donare per un progetto che vale John D. Rockefeller
    • 73. Il crowdfunding Raccolta fondi in tempo di crisi 5.
    • 74. Fund raising: gli strumenti
    • 75. Fund raising: gli strumenti Il crowdfunding (dall'inglese crowd, folla e funding, finanziamento) è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di micro-finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse. Il WEB è solitamente la piattaforma che permette l'incontro e la collaborazione dei soggetti coinvolti in un progetto di crowdfunding Crowdfunding. Definizione
    • 76. Fund raising: gli strumenti Le piattaforme Le piattaforme di crowdfunding sono siti web che facilitano l’incontro tra la domanda di finanziamenti da parte di chi promuove dei progetti e l’offerta di denaro da parte degli utenti. Le piattaforme di crowdfunding si possono distinguere in generaliste, che raccolgono progetti di ogni area di interesse, e tematiche, specializzate in progetti di particolari settori. Le piattaforme si distinguono anche per il metodo di raccolta: tutto o niente (all or nothing, al termine del periodo incasso solo se raggiungo l’obiettivo) o prendi tutto (take all, al termine del periodo incasso qualunque somma raccolta)
    • 77. Fund raising: gli strumenti Le piattaforme. Distinzione Un’ulteriore distinzione si fonda sulla modalità di contribuzione: reward-based, donazioni, equity-based e social lending Le donazioni consistono nel finanziamento a “fondo perduto” di iniziative attivate di solito nel sociale o, comunque, nell’ambito dei servizi pubblici. Non danno diritto a ricompense o rendite finanziarie. Il reward based crowdfunding consiste nella raccolta di denaro a fronte del quale il promotore del progetto offre una ricompensa al prestatore che può essere di varia natura (servizi, prodotti, citazioni pubbliche, ecc). Il social lending consiste in prestiti concessi da privati a privati per finanziare progetti di varia natura remunerati con interessi. Generalmente, il tasso di interesse applicato è molto inferiore al tasso di mercato e il prestatore può anche rinunciarvi. L’equity crowdfunding, oggetto del regolamento Consob, consiste nell’acquisizione di quote societarie di imprese a fronte del versamento di risorse finanziarie.
    • 78. Fund raising: gli strumenti Kapipal Kapipal è stata fondata da Alberto Falossi nel 2009 e si definisce un sito per raccogliere soldi online. Si tratta di una piattaforma generalista che permette di finanziare qualsiasi progetto, in special modo progetti personali, come un compleanno o una lista nozze. Kapipal si definisce anche la prima piattaforma internazionale a supportare il crowdfunding personale. Non impone alcuna commissione sui progetti. www.kapipal.com Alcuni esempi…
    • 79. Fund raising: gli strumenti Eppela Eppela è una piattaforma di reward-based crowdfunding fondata nella seconda metà del 2011 da Nicola Lencioni. Permette di finanziarie progetti innovativi e creativi nei campi di arte, tecnologia, cinema, design, musica, fumetto, innovazione sociale, scrittura, moda, no profit. www.eppelea.com Alcuni esempi…
    • 80. Fund raising: gli strumenti Starteed Starteed è stata fondata a fine 2011 da Claudio Bedino. La piattaforma, lanciata a settembre 2012, è un sito di crowdfunding che aiuta le persone a finanziare le proprie idee grazie al supporto finanziario e sociale della Community di Starteed. La piattaforma integra la campagna di crowdfunding con tutte le fasi successive dello sviluppo e vendita del prodotto, offrendo al creatore la possibilità di vendere il proprio prodotto sulla piattaforma stessa. www.started.com Alcuni esempi…
    • 81. Fund raising: gli strumenti Produzioni dal Basso PdB è ritenuta la prima piattaforma di crowdfunding in Italia, fondata nel 2005 da Angelo Rindone, Lo scopo della piattaforma è quello di “offrire uno spazio a tutti coloro che vogliono proporre il proprio progetto attraverso il sistema delle produzioni dal basso.” Produzioni dal basso è gratuita e ogni proposta viene gestita in modo autonomo e senza alcuna intermediazione. www.produzionidalbasso.com Alcuni esempi…
    • 82. Fund raising: gli strumenti Crowdfunding-Italia Crowdfunding-Italia è una piattaforma di crowdfunding generalista, nata a ottobre 2012. La registrazione a Crowdfunding-Italia è gratuita e non viene imposta alcuna commissione sui fondi raccolti. www.crowdfunding-italia.com Alcuni esempi…
    • 83. Fund raising: gli strumenti ShinyNote ShinyNote nasce nel 2009 da un’idea di Roberto Basso e Fabrizio Trentin, bresciani. Il via ufficiale della piattaforma avviene a marzo 2011. ShinyNote nasce con l’idea e il proposito di “soddisfare il bisogno degli individui di trovare uno spazio condiviso di espressione affettiva ed emotiva”. La piattaforma rappresenta uno spazio condiviso tra organizzazioni non profit e semplici cittadini-utenti, nel quale narrare storie più o meno positive di persone comuni e finanziare progetti di solidarietà. www.shinynote.com Crowdfunfing per donazioni
    • 84. Fund raising: gli strumenti Iodono Iodono è un sito di personal fundraising nato nella prima parte del 2010 da un’idea di Direct Channel, società milanese attiva nel database management nel settore editoriale e del non profit. L’obiettivo è di permettere alle persone di donare online e di raccogliere fondi per le ONP e per le cause a loro più vicine. www.iodono.com Crowdfunding per donazioni
    • 85. Fund raising: gli strumenti BuonaCausa BuonaCausa è “l’ethic network dedicato alle buone cause e ai progetti che richiedono sostegno.” La piattaforma consente ad associazioni, testimonial, aziende, donatori e attivisti di collaborare su iniziative e progetti di valore sociale. www.buonacausa.org Crowdfunding per donazioni
    • 86. Fund raising: gli strumenti Retedeldono Retedeldono è una piattaforma per la raccolta di donazioni a favore di progetti d’utilità sociale ideati e gestiti da organizzazioni non profit. Nata nel 2011 da un’idea di Anna Maria Siccardi e Valeria Vitali, ha l’obiettivo di diffondere in Italia la cultura e la pratica del personal fundraising. www.retedeldono.it Crowdfunding per donazioni
    • 87. Fund raising: gli strumenti Fund For Culture Fund For Culture è un sistema di raccolta fondi per la cultura, che vuole “favorire l’incontro tra chi vuole fare cultura in Italia e chi vuole sostenerla a partire da piccole donazioni.” Il progetto nasce a Napoli a ottobre 2010 da un’idea di Adriana Scuotto e Antonio Scarpati. La piattaforma serve “per finanziare iniziative culturali – come ad esempio mostre, restauri, archivi, pubblicazioni, spettacoli e film - promosse da artisti, associazioni no profit, fondazioni culturali, istituzioni pubbliche.” Fund For Culture è ancora in fase di lancio. www.fundforculture.org Crowdfunding per donazioni
    • 88. Fund raising: gli strumenti Terzo Valore Terzo Valore è un servizio di Banca Prossima, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata al Terzo Settore. È un servizio di crowdfunding attraverso il quale le persone fisiche (residenti in Italia) e giuridiche (con sede legale in Italia) possono prestare e donare direttamente alle organizzazioni no profit clienti di Banca Prossima, senza la tradizionale intermediazione di banche o altri istituti di credito. La piattaforma è tuttora in fase di lancio. www.terzovalore.com/terzovalore Crowdfunding per donazioni
    • 89. Fund raising: gli strumenti Il modo in cui presenteremo il progetto determinerà il successo della nostra campagna di finanziamento. Mettiamoci nei panni di un potenziale finanziatore per capire come meglio potrebbe rappresentare la nostra idea. Uno strumento utile per instaurare un rapporto di fiducia con il donatore è documentare l’avanzamento del progetto. Creiamo un blog dove raccontarci e raccontare la nostra idea. I social media , come Facebook e Twitter, rappresentano uno strumento molto efficace per divulgare la nostra campagna oltre i confini degli amici e dei sostenitori già attivi. A completamento…
    • 90. Fund raising: gli strumenti Restiamo in contatto… E’ possibile fissare un appuntamento per una consulenza personalizzata scrivendo a c.bergonzani@forumsolidarieta.it cleliab@gmail.com

    ×