Presentazione smau roma11 public

  • 409 views
Uploaded on

 

More in: Business , Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
409
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma !eGovernment: dall analisi delle criticitàall innovazione sostenibile! 1 Osservatorio eGovernment Presentazione risultati della Ricerca 2010 Presentazione proposta Ricerca 2011School of Management Politecnico di MilanoClaudio Russo
  • 2. I focus dell’indagine 2010 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma !1.  Gestire l’innovazione all’interno della Pubblica Amministrazione Locale: dall’idea al servizio finale attraverso scelte organizzative e tecnologiche2.  I modelli tecnologici ed organizzativi per l’introduzione di 2 sistemi di pagamento multicanale effettuati alla P.A.L. da Cittadini ed Imprese3.  I modelli di adozione degli strumenti per la dematerializzazione, dei sistemi di archiviazione elettronica e conservazione sostitutiva da parte della P.A.L.
  • 3. Le attività di Ricerca dell’Osservatorio Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment 2010Numero di Enti intervistati:22 Realizzazione di tre WS, q  16 Comuni incentrati sulle tre tematiche q  4 Province oggetto della Ricerca q  2 Regioni Interviste Workshop dirette 3 Studio da Survey fonti secondarieCoinvolgimento di 638 Enti: Ricorso a fonti indirette: q  513 Comuni q  Stampa di Settore q  105 Province q  Web q  20 Regioni q  Convegni e seminari
  • 4. eGovernment: questo sconosciutoRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Processo di cambiamento organizzativo volto a migliorare le modalità di interazione fra la P.A. e il suo Sistema 4 dell’Utenza, attraverso il supporto delle tecnologie informatiche
  • 5. eGovernment negli Enti LocaliRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I progetti in corso 5
  • 6. eGovernment negli Enti LocaliRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Gli sviluppi futuri Progetti che saranno avviati nei prossimi 12 mesi 6
  • 7. eGovernment negli Enti Locali La Percentuale di successo delle iniziative di innovazioneRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! 7
  • 8. La gestione dell’innovazione negli Enti Locali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Ruolo di Ente CapofilaProgetti Multi-Ente: in quale percentuale è stato ricoperto il ruolo di Ente Capofila? PROVINCIA COMUNE 8
  • 9. La gestione dell’innovazione negli Enti Locali La struttura organizzativa Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! per la gestione dei progettiDato indagato % rilevata Totale Regioni Province ComuniEsistenza di un organodedicato alla gestione 65% 100% 58% 66%dell’eGovernment 9Esistenza di un Assessorato 65% 33% 53% 69%dedicato all’Innovazione 9
  • 10. La gestione dell’innovazione negli Enti Locali La struttura organizzativa Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! per la gestione dei progettiDato indagato % rilevata Totale Regioni Province ComuniEsistenza di un organodedicato alla gestione 65% 100% 58% 66%dell’eGovernment 10Esistenza di un Assessorato 65% 33% 53% 69%dedicato all’Innovazione Accanto a Comuni che dedicano più di 20 persone alle attività di gestione delle iniziative di innovazione, ne esistono altri di pari dimensioni che hanno solo 2 addetti per gestire tutta la dotazione informatica dell’Ente. 10
  • 11. La nascita del Concept e la Pianificazione I fattori che impattanoRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! sull’avvio di un’iniziativa 11
  • 12. La nascita del Concept e la PianificazioneRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma !La copertura finanziaria di un progetto PROVINCE COMUNI 12
  • 13. La fase progettuale Il coinvolgimento dell’utenzaRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! nella fase di analisi 13
  • 14. I pagamenti Multicanale La Ricerca 2010 dell’Osservatorio eGov Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma !L’obiettivoAnalisi dei possibili modelli tecnologici e organizzativi per l’introduzione disistemi di pagamento multicanale effettuati alla PAL da Cittadini ed Imprese,con particolare focus su:q  Valutazione degli impatti organizzativi dell’intero processo gestionaleq  Analisi delle leve a disposizione dei decisori che intendono attivare taliinterventiq  Mappatura dello stato di adozione e realizzazione di tali progettualità nella 14Pubblica Amministrazione Locale Italiana. Art. 5 NUOVO CAD - Pagamenti elettronici Prevede una serie di strumenti operativi (ad es. le carte di credito) e consente di avvalersi di soggetti anche privati per la riscossione, aprendo di fatto un nuovo mercato dei servizi.
  • 15. I pagamenti MulticanaleRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I motivi scatenanti 15
  • 16. I pagamenti MulticanaleRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I freni allutilizzo da parte degli utenti 16
  • 17. I pagamenti Multicanale Le esperienze degli enti innovatori:Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! diffusione degli strumenti Con  quali   strumenti  il  tributo  pdi pagamento online uò  essere   pagato  online? Addebito  su  conto  bancoposta 4% F24 13% Bonifico 14% 17 Mav 13% Rid  online  con  addebito  sul  conto 17% Carta  di  credito 92% 0% 20% 40% 60% 80% 100%
  • 18. I pagamenti Multicanale Le esperienze degli enti innovatori:Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! livello di digitalizzazione dell’intero processo 100% 14% 28% 80% 36% 46% Nessuna   automatizzazione/ digitalizzazione 60% 56% Parziale   18 57% 43% 40% automatizzazione/ 35% digitalizzazione 20% 30% Completa   18% 21% 16% automatizzazione/ 0% digitalizzazione Sollecitazione  del   Registrazione   Controllo  posizioni   Archiviazione  delle   pagamento contabile debitorie ricevute
  • 19. I pagamenti Multicanale Le esperienze degli enti innovatori:Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! impatti organizzativi sull’intero processo 100% 23% 19% Maggiori  oneri  di   80% gestione  per  il   50% personale 73% 40% 60% Nessuna  variazione 41% 19 40% 50% Minori  oneri  di   20% 42% 36% gestione  per  il   27% personale 0% Sollecitazione  del   Registrazione   Controllo  posizioni   Archiviazione  delle   pagamento contabile debitorie ricevute
  • 20. I pagamenti MulticanaleRoma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I motivi della mancata attivazione Analizzate diverse soluzioni, economicamente troppo oneroseMancanza di tempo per affrontare l’argomento L’utenza è già soddisfatta dai sistemi tradizionali Benefici per l’Ente ridotti Il progetto comporta un sforzo 20 organizzativo non sostenibile Non è una priorità di mandato dell’Amministrazione Il canale online ha un tasso di penetrazione ancora limitato Altro
  • 21. I pagamenti Multicanale Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Le prospettive futureVi è l’intenzione di Sì, ma solo in caso diimplementare in futuro cofinanziamento pubblicouna soluzione di (19%)pagamento online? No (3%) 21 Non saprei (12%) Sì (66%)
  • 22. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Un approccio integrato !La Ricerca 2010 ha studiato l’Archiviazione Elettronica come strumento funzionale alla digitalizzazione dell’intero ciclo di vita del documento. 22 Formazione Gestione Conservazione u  Redazione u  Trasmissione u  Chiusura del fascicolo documentale u  Copia u  Scarto documentale u  Sottoscrizione u  Archiviazione u  Ricerca
  • 23. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Stato di avanzamento dei progettiUna percentuale molto significativa degli Enti coinvolti nell’analisi si staconfrontando con la tematica Conservazione Sostitutiva Sì, su alcune specifiche tipologie documentarie 29% 36% Non ancora, stiamo realizzando l’intervento ma 23 non si è ancora concluso Non ancora, stiamo progettando l’intervento 11% Non ancora, l’Ente non si è ancora confrontato con 24% questa tematica
  • 24. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Gli obiettivi dei progetti ! Riorganizzare e razionalizzare i 66,67% 100,00% processi interni 68,75% Comune 34,09% 10,23% 20,45% 35,23% 55,56% Adeguamento alla normativa 66,67% Sì, su alcune specifiche tipologie 81,25% documentarie 55,56% Non ancora, stiamo realizzando Risparmio / Riduzione dei costi 22,22% l’intervento ma non si è ancora concluso Provincia 9,09% 13,64% 40,91% 36,36%50,00% 24 0,00% Non ancora, stiamo progettando Visibilità / Ritorno di immagine 0,00% l’intervento 0,00% Non ancora, l’Ente non si è ancora 16,67% confrontato con questa tematicaRiduzione dell’impatto ambientale 16,67% Regione 33,33% 0,00% 16,67% 33,33% 0,00% 5,56% Altro 11,11% 0,00% 20,00% 0,00% 40,00% 60,00% 80,00% 100,00% 0,00% 20,00% 40,00% 60,00% 80,00% 100,00%
  • 25. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I documenti sottoposti a
 Conservazione Sostitutiva ! Delibere di Giunta 88,37% Delibere di Consiglio 88,37% Ricevute di PEC 74,42% Ordinanze 69,77% Fatture 67,44% Bandi di gara 62,79% Ricevute di pubblicazione atti sullAlbo pretorio 60,47%Verbali delle sedute di Giunta/Consiglio/Commissioni 55,81% Concessioni amministrative 55,81% 25 Determinazioni dirigenziali 13,95% Mandati di pagamento 11,63% Registro di protocollo 4,65% Atti di liquidazione 4,65% Registro di pubblicazione Albo pretorio 2,33% Preferenza accordata a tipologie Fascicoli personali e previdenziali 2,33% documentarie che non prevedono dichiarato   I  risponden+  hanno   di  operare  all’interno  di  un   Nomine Posizioni Organizzative 2,33% interazione con il sistema dell’utenzala   Ente  che  ha  approcciato   Certificati anagrafici 2,33% esterna tema+ca  Conservazione   Sos-tu-va   Certificazione impianti 2,33% 0,00% 20,00% 40,00% 60,00% 80,00% 100,00%
  • 26. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Le criticità riscontrate!Resistenza al cambiamento da parte degli operatori di 44,19% Settore Difficoltà nell’effettuare lintervento nei tempi 44,19% prospettati Inadeguatezza della normativa di riferimento 41,86% Costo elevato della fornitura di servizi/applicativi 37,21% informatici per conservazione sostitutiva Scarso interessamento del Dirigente di Settore 32,56% Complessità nell’utilizzo delle soluzioni individuate 32,56% 26 Scarso interessamento della classe politica 30,23% Scarsa percezione dei benefici economici e 27,91% organizzativi ottenibiliCosti elevati di gestione del progetto (per consulenze 23,26% I  risponden+  hanno   esterne, acquisizione delle tecnologie strumentali, dichiarato  di  operare   Inadeguatezza dell’infrastruttura informatica 11,63% all’interno  di  un  Ente  che   ha  approcciato  la   tema+ca  “conservazione   Inadeguatezza dell’attività di gestione del progetto 11,63% sos+tu+va”   0,00% 10,00% 20,00% 30,00% 40,00% 50,00%
  • 27. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Le criticità riscontrate!Resistenza al cambiamento da parte degli operatori di 44,19% Settore Difficoltà nell’effettuare lintervento nei tempi 44,19% prospettati Inadeguatezza della normativa di riferimento 41,86% Costo elevato della fornitura di servizi/applicativi 37,21% informatici per conservazione sostitutiva Scarso interessamento del Dirigente di Settore 32,56% Principali problematiche: 27 Complessità nell’utilizzo delle soluzioni individuate 32,56% q Gestione dei progetti Scarso interessamento della classe politica q Complessità del quadro 30,23% Scarsa percezione dei benefici economici e normativo 27,91% organizzativi ottenibili q Costo della fornituraCosti elevati di gestione del progetto (per consulenze 23,26% I  risponden+  hanno   esterne, acquisizione delle tecnologie strumentali, dichiarato  di  operare   Inadeguatezza dell’infrastruttura informatica 11,63% all’interno  di  un  Ente  che   ha  approcciato  la   tema+ca  “conservazione   Inadeguatezza dell’attività di gestione del progetto 11,63% sos+tu+va”   0,00% 10,00% 20,00% 30,00% 40,00% 50,00%
  • 28. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I fattori critici di successo! Garanzia/sicurezza di conservazione del documento 93,75%Competenze di coloro che hanno collaborato al progetto (fornitori di 87,50% tecnologia, consulenti, ecc.)Semplicità e immediatezza delle soluzioni tecnologiche selezionate 87,50% Garanzia di semplicità di ricerca della documentazione conservata 87,50% Promozione/disseminazione interna (comunicazione, 81,25% sensibilizzazione, ecc.) Partecipazione dei Dirigenti di Settore alle attività di progetto 75,00% 28 Presenza delle adeguate competenze interne all’Ente 75,00% Qualità dell’attività di formazione interna (seminariale, didattica) e 75,00% training on the job Partecipazione degli operatori di Settore alle attività di progetto 68,75% Piena consapevolezza dei benefici ottenibili 68,75% Chiarezza delle linee guida elaborate da istituzioni terze (Soprintendenza Archivistica, CNIPA, ecc.) 50,00% I  risponden+   hanno  dichiarato   Rigoroso controllo delle tempistiche di progetto 43,75% di  effe:uare  la   conservazione  Possibilità di fare sinergia con altri Enti (per scambio di esperienza, sos+tu+va     31,25% riuso, ecc.) 0,00% 20,00% 40,00% 60,00% 80,00% 100,00%
  • 29. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I fattori critici di successo! Garanzia/sicurezza di conservazione del documento 93,75%Competenze di coloro che hanno collaborato al progetto (fornitori di 87,50% tecnologia, consulenti, ecc.)Semplicità e immediatezza delle soluzioni tecnologiche selezionate 87,50% Garanzia di semplicità di ricerca della documentazione conservata 87,50% Promozione/disseminazione interna (comunicazione, 81,25% sensibilizzazione, ecc.) Partecipazione dei Dirigenti di Settore alle attività di progetto 75,00% 29 Presenza delle adeguate competenze interne all’Ente 75,00% Qualità dell’attività di formazione interna (seminariale, didattica) e 75,00% training on the job Partecipazione degli operatori di Settore alle attività di progetto 68,75% Piena consapevolezza dei benefici ottenibili COMPETENZE 68,75% Chiarezza delle linee guida elaborate da istituzioni terze (Soprintendenza Archivistica, CNIPA, ecc.) 50,00% I  risponden+   hanno  dichiarato   Rigoroso controllo delle tempistiche di progetto 43,75% di  effe:uare  la   conservazione  Possibilità di fare sinergia con altri Enti (per scambio di esperienza, sos+tu+va     31,25% riuso, ecc.) 0,00% 20,00% 40,00% 60,00% 80,00% 100,00%
  • 30. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I fattori critici di successo! Garanzia/sicurezza di conservazione del documento 93,75%Competenze di coloro che hanno collaborato al progetto (fornitori di 87,50% tecnologia, consulenti, ecc.)Semplicità e immediatezza delle soluzioni tecnologiche selezionate 87,50% Garanzia di semplicità di ricerca della documentazione conservata 87,50% Promozione/disseminazione interna (comunicazione, 81,25% sensibilizzazione, ecc.) Partecipazione dei Dirigenti di Settore alle attività di progetto 75,00% 30 Presenza delle adeguate competenze interne all’Ente 75,00% Qualità dell’attività di formazione interna (seminariale, didattica) e 75,00% training on the job Partecipazione degli operatori di Settore alle attività di progetto 68,75% RISORSE Piena consapevolezza dei benefici ottenibili 68,75% Chiarezza delle linee guida elaborate da istituzioni terze (Soprintendenza Archivistica, CNIPA, ecc.) 50,00% I  risponden+   hanno  dichiarato   Rigoroso controllo delle tempistiche di progetto 43,75% di  effe:uare  la   conservazione  Possibilità di fare sinergia con altri Enti (per scambio di esperienza, sos+tu+va     31,25% riuso, ecc.) 0,00% 20,00% 40,00% 60,00% 80,00% 100,00%
  • 31. Archiviazione elettronica
 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! I fattori critici di successo! Garanzia/sicurezza di conservazione del documento 93,75%Competenze di coloro che hanno collaborato al progetto (fornitori di 87,50% tecnologia, consulenti, ecc.)Semplicità e immediatezza delle soluzioni tecnologiche selezionate 87,50% Garanzia di semplicità di ricerca della documentazione conservata 87,50% Promozione/disseminazione interna (comunicazione, 81,25% sensibilizzazione, ecc.) Alla domanda “Come giudicherebbe Partecipazione dei Dirigenti di Settore alle attività di progetto complessivamente l’adozione 75,00% della soluzione di Conservazione Sostitutiva all’interno dell’Ente?” i 31 partecipanti hanno risposto dichiarandosi complessivamente Presenza delle adeguate competenze interne all’Ente 75,00% soddisfatti: Qualità dell’attività di formazione interna (seminariale, didattica) e 75,00% training on the job q Soddisfacente: 75% Partecipazione degli operatori di Settore alle attività di progetto RISORSE 68,75% q Molto soddisfacente: 19% COMPETENZE Piena consapevolezza dei benefici ottenibili 68,75% q Poco soddisfacente: 6% Chiarezza delle linee guida elaborate da istituzioni terze (Soprintendenza Archivistica, CNIPA, ecc.) 50,00% I  risponden+   hanno  dichiarato   Rigoroso controllo delle tempistiche di progetto 43,75% di  effe:uare  la   conservazione  Possibilità di fare sinergia con altri Enti (per scambio di esperienza, sos+tu+va     31,25% riuso, ecc.) 0,00% 20,00% 40,00% 60,00% 80,00% 100,00%
  • 32. Archiviazione elettronica Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Le barriere ! Assenza di risorse finanziarie da dedicare al progetto 56,76% Mancanza di un indirizzo strategico da parte degli 54,05% Mancanza di infrastrutture informatiche adeguate 29,73% Elevati costi di attuazione dell’intervento 29,73% Indisponibilità di personale con competenze informatiche 27,03%Mancanza di metriche adeguate a misurare i costi e i benefici 24,32% Elevati costi di gestione dell’iniziativa a regime 21,62% Pochi benefici percepiti 18,92% 32 Mancanza di sostegno da parte della Dirigenza 16,22% Normativa poco chiara/inadeguata alle esigenze degli Enti 16,22% Scarsa conoscenza delle soluzioni tecnologiche 13,51% Indisponibilità di personale con competenze informatiche 13,51% I  risponden+  hanno  dichiarato   Mancanza di sostegno da parte della classe politica 13,51% che  l’Ente  in  cui  operano  non  si   è  ancora  confrontato  con  la   Assenza di un possibile project manager interno 8,11% tema+ca  “conservazione   sos+tu+va”   Altro 0,00% 0,00% 10,00% 20,00% 30,00% 40,00% 50,00% 60,00%
  • 33. I temi della Ricerca 2011 Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! Archiviazione Pagamenti Multicanale Elettronica e verso la PA Conservazione Sostitutiva 33 Le scelte di mix per l’offerta di servizi: quali servizi per quali utenti attraverso quali canaliOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 34. Quali servizi per quali utenti attraverso quali canali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment: un’equazione strategica Benefici totali (T) = Benefici per transazione × Numero di transazioni (T) Numero di transazioni (T) = Numero di utenti × Frequenza di utilizzo (T) 34Numero di utenti = Numero di utenti disponibili × Attrattività del servizio x Conoscenza dell’esistenza del servizioOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 35. Quali servizi per quali utenti attraverso quali canali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment: un’equazione strategica Benefici totali (T) = Benefici per transazione × Numero di transazioni (T) Sono i benefici per gli Numero di transazioni (T) = Numero di utenti ×dal «stakeholder» generati Frequenza di utilizzo (T) servizio rispetto al caso 35 base (l’erogazione del servizio in modalità tradizionale) Numero di utenti = Numero di utenti disponibili × Attrattività del servizio x Conoscenza dell’esistenza del servizioOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 36. Quali servizi per quali utenti attraverso quali canali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment: un’equazione strategica Benefici totali (T) = Benefici per transazione × Numero di transazioni (T)Numero di transazioni (T) = Numero di utenti × Frequenza di utilizzo (T) 36 È il numero di volte che ilNumero di utenti = Numero di utenti disponibili × Attrattività del servizio x servizio viene mediamente Conoscenza dell’esistenza del servizio utilizzato dall’utente durante un periodo di tempo determinato (ad es. un anno)Osservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 37. Quali servizi per quali utenti attraverso quali canali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment: un’equazione strategica Benefici totali (T)il numero di utenti che × Numero di transazioni (T) È = Benefici per transazione hanno la possibilità di utilizzare il servizio e sarebbero disposti a farlo se Numero di transazioni (T) = Numero di utenti × Frequenza di utilizzo (T) soddisfasse le proprie esigenze 37Numero di utenti = Numero di utenti disponibili × Attrattività del servizio x Conoscenza dell’esistenza del servizioOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 38. Quali servizi per quali utenti attraverso quali canali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment: un’equazione strategica Benefici totali (T) = Benefici per transazione × Numero di transazioni (T) È l’insieme delle caratteristiche del servizio che soddisfano le esigenze dell’utente (usabilità, disponilità, personalizzabilità, …) Numero di transazioni (T) = Numero di utenti × Frequenza di utilizzo (T) 38Numero di utenti = Numero di utenti disponibili × Attrattività del servizio x Conoscenza dell’esistenza del servizioOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 39. Quali servizi per quali utenti attraverso quali canali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment: un’equazione strategica È un parametro correttivo che Benefici totali (T) = Benefici per transazione × Numero di transazioni (T) evidenzia la percentuale dell’utenza che è venuta a conoscenza dell’esistenza del servizio Numero di transazioni (T) = Numero di utenti × Frequenza di utilizzo (T) 39Numero di utenti = Numero di utenti disponibili × Attrattività del servizio x Conoscenza dell’esistenza del servizioOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 40. Quali servizi per qualipossibili 1.  Individuazione dei utenti attraverso quali canali benefici Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! eGovernment: un’equazione strategica 2.  Quantificazione dei benefici Scelta dei servizi tramite l’elaborazione e l’applicazione di un modello di analisi dei benefici Benefici totali (T) = Benefici per transazione × Numero di transazioni (T)1.  Individuazione delle determinanti 1.  Individuazione delle determinanti della disponibilità dell’utenza del grado di attrattività Numero di transazioni (T) = Numero di utenti × Frequenza di utilizzo (T) per servizio e per canale di riferimento 2.  Clusterizzazione dell’utenza 40 tramite indagini CATI2.  mappatura territoriale Numero di utenti = Numero di utenti disponibili× Attrattività del servizio xAnalisi delle possibiliazioni per comunicarel’eGovernment e Conoscenza dell’esistenza del serviziovalutazione della loroefficaciaOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011
  • 41. Quali servizi per quali utenti attraverso quali canali Roma, 30-31 marzo – Fiera di Roma ! –  I possibili modelli organizzativi di servizio –  I canali di offerta –  Il punto di vista dell’utente finale (cittadino, impresa, intermediario) –  La sicurezza dei dati Home banking Sistemi di Social autentica- 41 Networks zione Conserva- zione sostitutiva Sistemi di pagamento Mobile PEC Cloud computingOsservatorio eGovernment 14 Marzo 2011