Your SlideShare is downloading. ×
Scienze - Giove Veronica Bandini
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Scienze - Giove Veronica Bandini

276
views

Published on

Giove - Veronica Bandini

Giove - Veronica Bandini


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
276
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. GIOVE [ E un pianeta Gioviano, come Saturno,Urano e Nettuno, sono chiamati anche PianetiGiganti, per le loro enormi dimensioni, o pianeti esterni rispetto alla “fascia degli asteroidi”. Questi tipi pianeti sono composti da quantità di gas e ghiacci e da unatmosfera molto densa, composta da idrogeno, elio, metano e ammoniaca. ]Giove è il quinto pianeta del Sistema Solare ed è il più grande. La sua massaè 318 volte quella terrestre, cioè ben due volte e mezzo quelle di tutti gli altripianeti messi insieme. Essa influenza perfino le orbite dei pianeti vicini.Giove è il quarto oggetto più luminoso del cielo, dopo il Sole, la Luna eVenere. E un pianeta gassoso, infatti la sua densità è molto minore di quelladella Terra.Giove è composto per i tre quarti da un enorme corpo di idrogeno allo statoliquido, circondato da unatmosfera spessa e densa di idrogeno, elio,ammoniaca e metano. Probabilmente a allinterno cè anche un nucleocentrale roccioso.Giove è ricoperto di nubi di cristalli di ammoniaca ghiacciata e composti delfosforo, del carbonio e dello zolfo. Le nubi si dispongono in fasce orizzontalialternate di vari colori, che si muovono in senso opposto lun allaltra. Esse
  • 2. vengono spinte da venti fortissimi e raggiungono velocità maggiori di 600 Kmallora! Lattrito tra le diverse fasce produce dei vortici, che appaiono comemacchie di forma ovale.Il più grande tra questi vortici è la Grande Macchia Rossa. Si tratta diunenorme tempesta nellatmosfera di Giove; essa appare come una macchiaellittica di colore rossastro, lunga ben 25.000 Km. La Grande Macchia Rossaè ben visibile ed è conosciuta da più di 300 anni, cioè da quando Giove èstato osservato al telescopio le prime volte.Giove orbita intorno al Sole in quasi 12 anni, ad una distanza di circa 780milioni di chilometri. Il pianeta ruota attorno al proprio asse moltovelocemente: un giorno su Giove dura meno di 10 ore.
  • 3. Il pianeta possiede un campo magnetico molto forte, ma con i poli invertitirispetto a quello terrestre. Se tu potessi portare una bussola su Giove, lagosegnerebbe il Sud al posto del Nord. Gli astronomi hanno scoperto che Gioveemette due volte più energia di quella che riceve dal Sole. Questo significache deve possedere qualche sorgente interna di energia. Probabilmente ilpianeta si sta contraendo lentamente: questo meccanismo libera calore.Infatti si pensa che la temperatura nel centro di Giove sia alta: 20.000 gradi.Giove ha un Sistema di Anelli molto numerosi e luminosi e possiede almeno16 satelliti, ma forse ce ne sono altri ancora sconosciuti. I quattro satelliti piùgrandi (Io, Europa, Ganimede e Callisto) sono noti fin dal 1610, quando per laprima volta Galileo Galilei li osservò al cannocchiale. Per questo motivo essivengono detti satelliti galileiani. Io, è lunico corpo, oltre alla Terra, con attivitàvulcanica, presente grazie allattrazione gravitazionale di Giove. Ganimede èil satellite più grande del Sistema Solare, è più grande persino di Mercurio.Il satellite Io si trova a 778 milioni di Km dal Sole. Se non fosse per i suoivulcani, la sua superficie sarebbe congelata. Si è scoperto che Io ha almeno12 vulcani attivi che eruttano lava a temperature altissime. Due degli altrisatelliti di Giove, Europa e Ganimede, spingono Io lungo unorbita ellitticaattorno a Giove. A causa della diversa distanza da Giove, nei vari punti dellasua orbita Io sperimenta una diversa attrazione gravitazionale da parte delpianeta.
  • 4. Callisto è il satellite naturale più pesantemente craterizzato del sistemasolare. La superficie di Callisto è dominata da due enormi crateri: il bacinoValhalla, il più grande; il secondo, il bacino Asgard. Unaltra caratteristicainteressante è la Gipul Catena, una lunga serie di crateri da impatto posti suuna linea retta lungo la superficie di Callisto. Alla crosta del satellite è stataassegnata unetà di circa 4 miliardi di anni, risalente quindi quasi allaformazione del sistema solare. A differenza del vicino Ganimede, che mostraun terreno variegato, Callisto non presenta evidenza di attività simili allatettonica a placche. La superficie butterata di Callisto si estende al di sopra diuno strato ghiacciato spesso circa 200 chilometri. Sotto la crosta si trovaprobabilmente un oceano salato, spesso 10 chilometri. Callisto è compostoda ghiaccio, roccia e ferro.Ganimede è il principale satellite naturale del pianeta di Giove e il più grandedellintero sistema solare; Ganimede completa unorbita attorno a Giove inpoco più di sette giorni. Composto principalmente da silicati e ghiacciodacqua, è totalmente differenziato con un nucleo di ferro fuso. Si ritiene cheun oceano di acqua salata esista a circa 200 km di profondità dalla superficie.Ganimede è lunico satellite del sistema solare per cui è nota lesistenza di uncampo magnetico proprio, probabilmente sostenuto dai movimenti convettiviallinterno del nucleo di ferro fuso. Scoperto da da Galileo Galileo nel 1610,deve il suo nome al personaggio di Ganimede, coppiere degli dei dellamitologia greca.
  • 5. Europa è dei più massicci dellintero sistema solare. A differenzadellossigeno presente nellatmosfera terrestre, quello di Europa è con tuttaprobabilità fatto di vapore acqueo. Il satellite Europa si troverebbe uno stratodi acqua liquida, sinora non sono stati infatti individuati su nessun corpo delsistema solare (a parte Terra e Marte) grandi giacimenti dacqua allo statoliquido. Laspetto della superficie di Europa, quasi completamente liscia epriva di crateri da impatto. La caratteristica più notevole della superficie diEuropa è una serie di striature scure che attraversano, incrociandosi tra diloro, lintero satellite. Le bande più larghe sono di circa 20 km con dei bordileggermente scuri, striature regolari, e una banda centrale di materiale piùchiaro. Questo potrebbe essere stato prodotto da una serie di eruzionivulcaniche di acqua. Leffetto è simile a quello visibile nelle dorsali oceanicheterrestri.